Quattro rioni e sfida in cucina

SAPORI A COLORI Zona rossa, rione Stazione: frittura di pesce e patatine fritte; zona blu, rione Caulata: fantasie contadine, puccette; zona verde, rione Campo dei fiori: pittule, spumone; zona marrone, rione Ora: minchiareddi e orecchiette; zona gialla, comitato S. Antonio: carne di cavallo; zona grigia, Salentinsieme via Canova: cozze all’ampa

Melissano. C’è grande attesa a Melissano, in vista dell’attesissimo appuntamento del 6 agosto con la 5ª edizione di “Gusti & Sapori”, percorso itinerante alla scoperta di arte, cultura e gastronomia salentina attraverso le vie del centro storico.

L’evento è organizzato dall’Amministrazione comunale con la fondamentale collaborazione dei quattro rioni cittadini (Ora, Caulata, Stazione e Campo di Fiori) e delle tante associazioni di volontariato radicate sul territorio.

Arte e cultura nel segno del Tricolore, in onore dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Questi i temi promossi dallo stand organizzato da Salentinsieme (raggruppamento delle associazioni Caulata, Il sipario, Familia e Juventus club) dislocato tra via Canova e piazza Marconi. Per l’occasione, porte aperte a palazzo De Donatis, nei cui giardini si potrà ascoltare dell’ottima musica classica. All’esterno, invece, esposizione di sculture in sale, realizzate da Donato Micaletto, e di oggetti di antiquariato. Il menu prevede cozze “all’ampa”, sfizi di patate, insalata e birra artigianale.

Su via Regina Margherita opererà il rione Caulata, insieme alla Protezione civile e ai Volontari della Madonna di Fatima. Le pietanze saranno a base di grano e carne alla brace, con annessa mostra di prodotti artigianali in vimini, tamburelli e libri sulla “pizzica”.

Il comitato Festa S.Antonio stazionerà in via Piave, proponendo pezzetti di cavallo, crostini e purè di fave, mentre la Stazione, con la Confraternita dell’Immacolata e l’Associazione Carabinieri “Giuseppe Manco”, si occuperà delle fritture in piazza Vecchia.

Tra via Settembrini e Montecristo, poi, Campo di Fiori, insieme a New Dem, Melissano in Movimento e Lega per la lotta ai tumori, sfornerà pittule calde, accompagnate da frutta e dolci tipici salentini. Il percorso gastronomico si completa con lo stand allestito dal rione Ora, unito all’associazione Donatori di sangue “Fernando Rimo”, che proporrà un menu a base di polpette e pasta fatta in casa, presso i locali del palazzo Santaloja, nel cui anfiteatro andrà in scena il saggio “Il mistero della notte” del Centro danza Sylphide, diretto da Francesco Rizzello con le coreografie a cura di Tania Macagnino.

Ci sarà anche occasione per applaudire la Junior band di Melissano, coordinata dalla prof.ssa Miriam Caputo e formata da giovanissimi musicisti che si esibiranno presso il centro “Quintino Scozzi”. La Pro-loco si occuperà delle visite guidate nel centro storico. Una navetta gratuita sarà a disposizione di coloro che vorranno visitare il frantoio ipogeo “Li Curti”.

In definitiva, si lavora sodo con l’obiettivo di superare le tante visite dell’anno scorso. Cosa che sembra proprio a portata di mano.

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!