Pronto soccorso rinforzato

by -
0 1152

Francesco Errico, Antonella Greco, G. Scigliuzzo e Giuseppe Nocera

Gallipoli. Il rafforzamento per Pronto soccorso per fronteggiare l’immancabile ondata estiva di utenti (un altro medico e, novità, il servizio di guardiania con agenti armati);  un ecocardiografo da acquistare con i fondi del bilancio dell’Asl di Lecce (assicurazioni in merito sono già arrivate); acquisto di altre attrezzature, magari ricorrendo anche ai fondi europei di cui il sindaco di Sannicola, Giuseppe Nocera, ha indicato riferimenti e scadenze precise: sono queste le novità emerse dall’ultima assemblea svoltasi nella sala riunioni del “Sacro Cuore” e nei giorni successivi in cui il direttore sanitario, Bruno Falzea, i primari, i sindaci di Gallipoli, Francesco Errico, e di Sannicola, col comitato per la tutela della sanità nell’arco jonico, hanno affrontato concretamente il problema degli strumenti per aumentare l’efficienza dei reparti del nosocomio gallipolino.

Il comitato, nato sotto la spinta dei tagli del piano di riordino ospedaliero, soprattutto del punto nascita, ha sottolineato in una nota “la soddisfazione dei primari che hanno aderito alla riunione con entusiasmo, sottolineando che per tanti di loro era la prima volta dopo molti anni che ci si confrontava per discutere del rilancio dell’ospedale”. Altre riunioni sono state programmate per proseguire il discorso.

All’assemblea, presieduta da Giacinto Scigliuzzo del comitato, hanno partecipato alcuni primari, il sindaco ed il vicesindaco gallipolini, Errico e Greco, i consiglieri comunali Aldo Petrucci, Pietro Paolo Piccolo, il consigliere regionale Antonio Barba, il sindaco di Sannicola, il vicesindaco di Alezio, Rosario Pastore, esponenti della federazione di sinistra, di Sel, rappresentanti sindacali e l’ex candidato sindaco Giuseppe Perruccio. Rimasto sul tavolo l’allarme per l’Utic; secondo il primario di Cardiologia, dottor Cavalieri, il terzo centro per importanza (dopo Lecce e Tricase) di terapia intensiva coronarica “è stato messo in condizioni di funzionare sempre meno”: per luglio ed agosto un solo medico (dal 1° luglio un medico in meno), supporti informatici ancora carenti. Altri obiettivi: apertura di Rianimazione e recupero dei 5 milioni destinati a Chirurgia.

Commenta la notizia!