“Mare e pietre” va con 668mila €

by -
0 748

Il territorio al centro del Sac fi nanziato

Sannicola. Dopo la “Città policentrica”, che ha varato undici interventi tra i 12 Comuni partecipanti per un importo fino a questo momento di quasi otto milioni e mezzo, è ora la volta del Sistema ambientale culturale.

Quello di Sannicola, Comune capofila come per la “Città”, e tra i primi a partire per passare dalle carte alla realtà, insieme a quelli di Poggiardo e Conversano (Bari). Dei 2 milioni complessivi rivenienti da fondi europei e destinati  a valorizzare il patrimonio disponibile e movimentare flussi turistici ben oltre la stagione tradizionale, ecco il primo assegno di 668mila 425 euro giunto in piazza della Repubblica nei giorni scorsi.

Serviranno a breve per cominciare a realizzare il Sac “Salento di mare e di pietre”, le cui prime mosse ufficiali risalgono al dicembre 2010, partendo da un primo obiettivo: implementare una rete di servizi di supporto al cicloturista con altri servizi per mettere bene in mostra i beni di questo  territorio per, per l’occasione, raggruppa i centri di Alezio, Alliste, Aradeo, Collepasso, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Seclì, Taviano, Tuglie e, come partner, la Provincia e l’Apt di Lecce.

Nelle schede dell’intervento si legge che con la somma a disposizione si acquisterà una segnaletica specifica per l’intero itinerario che considera anchei progetti di infrastrutturazione programmati dal Gal “Serre Salentine”, oltre a biciclette ed accessori. Verranno allestiti infopoint in tutti i Comuni del Sac con bici da noleggiare, approvvigionamento di acqua, guide e cartografie specifiche, informazioni e piccole ciclofficine.

Nel chiostro di san Domenico, nel centro storico di Gallipoli, funzionerà un cycling café ed una officina per bici. Le aree archeologiche di Alezio e Parabita, i musei di Alezio (messapico), Matino (arte contemporanea) e Neviano (ecomuseo) avranno materiali per il “racconto del Sac” agli ospiti, che conterà anche su libri a ciò dedicati presso le biblioteche di Alliste, Melissano, Taviano, Seclì, Sannicola e Tuglie. Del circuito farà parte palazzo Grassi di Aradeo (servizi per cicloturisti e spazi teatrali) e il castello baronale di Collepasso (esposizione permanente delle produzioni digitali del territorio del Sac).

In una nota il sindaco di Alliste, Antonio Renna, dopo aver rilevato l’opera di coordinamento effettuata dall’Ufficio tecnico del suo Comune col “coinvolgimento nella sua redazione di alcuni giovani professionisti”, aggiunge: «Si tratta di un risultato eccezionale per i 14 Comuni che, lavorando in piena armonia, hanno presentato un progetto innovativo per potenziare l’attività turistica del nostro territorio».

E’ una “opportunità irripetibile in periodi di tagli e difficoltà economiche”. Dopo la pista ciclabile Alliste-Felline e la passeggiata tra Capilungo e Cisternella, sulla costa, entrambe già realizzate, Renna annuncia “nuovi tratti di pista ciclopedonale nelle lottizzazioni in corso  e la presentazione, attraverso il Gal Serre salentine di progetti di sistemazione di percorsi extraurbani. Anche il sindaco del Comune capofila,  Pippi Nocera, guarda avanti: «Con le nostre comunità e con i fruitori va stretto un patto etico contro i possibili vandalismi: bisogna far crescere la percezione del bene comune e dei ritorni positivi per le comunità in termini di ricchezza e di crescita sociale».

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!