La Pro loco promuove gli autori salentini

di -
0 711

Ugento. Se a livello nazionale il Salento si afferma come terra natale di ugole d’oro, non dobbiamo dimenticare che ci sono anche altri talenti, più o meno nascosti, che meriterebbero più spazio di quanto non ne abbiano in realtà. È sicuramente in quest’ottica che la Pro loco Beach di Ugento ha organizzato la rassegna “Leggere…libera la mente”, un ciclo d’incontri con gli scrittori del Salento che presentano e discutono le loro più recenti opere.

L’avvio dell’iniziativa, il 18 maggio scorso a Gemini, ha visto protagonista il giovane Mario Carparelli,(foto) collaboratore dell’Università del Salento ed esperto studioso della figura del filosofo taurisanese Giulio Cesare Vanini, che ha introdotto il suo ultimo lavoro “Morire allegramente da filosofi: un piccolo catechismo per atei”.

Il dibattito, animato da Roberto Molle e Donato Pirelli, ha visto la partecipazione di un pubblico vasto e interessato ed è stato incentrato sulla vita e sulle opere di Vanini, figura molto apprezzata da Schopenhauer e arso vivo dall’Inquisizione a Tolosa nel 1612, perché considerato eretico.

Da alcuni anni Carparelli si occupa di far approfondire la conoscenza di questo filosofo soprattutto presso i suoi conterranei, con la collaborazione dell’altro illustre cultore della materia che è Francesco Paolo Raimondi, già preside del liceo scientifico di Casarano intitolato proprio a Vanini. I prossimi appuntamenti saranno organizzati in base alla disponibilità degli autori che la Pro Loco sta contattando.

LPR

Commenta la notizia!