Primo Trofeo Challenge cyclocross “Le Sirené”, tutti in sella nel parco

Due momenti della competizione distinta in due gare: per i piccoli (7-12) e per gli atleti dai 13 in su

GALLIPOLI. Un’intensa giornata di sport tra mare e pineta.  Centoventi gli atleti partecipanti provenienti da tutta la Puglia, in particolare da Casarano, dalla scuola Ciclismo di Tuglie, dal Salento ma anche da fuori regione.
Si è svolto lo scorso 25 gennaio il Primo Trofeo Challenge cyclocross ecoresort Le Sirenè nel Parco naturale di Gallipoli organizzato dall’associazione sportiva Mtb Casarano e da Ost, Organizzazione sviluppo turismo, patrocinato dal Comune di Gallipoli e in collaborazione con Legambiente. La manifestazione ha assegnato il titolo Campionato regionale esordienti 1° livello. Una competizione ciclistica in due gare per tutti gli sportivi e gli amanti della bicicletta e dello sport all’aria aperta. Il Minicross short track dedicata ai più piccoli e alle più piccole, categorie di giovanissimi dai 7 ai 12 anni e la Challenge cyclocross, per  atleti dai 13 anni in su.  Per ogni circuito sono stati premiati  i primi tre di tutte le categorie per Amatori e Professionisti.

Sebbene alla sua prima edizione l’evento è stato un successo tanto da raccogliere i complimenti e le attenzioni della federazione regionale che ha già anticipato la volontà di inserirlo in un contesto interregionale per il prossimo anno. «È un punto di partenza verso il 2016» ha commentato Alfredo Pagliarulo dell’agenzia turistica Puia Emotion, che si occupa di valorizzare in maniera sostenibile il territorio promuovendo il turismo sportivo. «Le sinergie con strutture come l’Ecoresort Le Sirenè sono fondamentali – continua. Coinvolgere partner  tecnici  e strutture ricettive attente alla valorizzazione  dell’ambiente  significa lavorare per promuovere nuove forme di turismo e rendere attraente questo territorio, ricco di risorse e opportunità di sviluppo. Senza trascurare  la sostenibilità e il rispetto degli ecosistemi, della flora, della fauna e del microclima. Per questo sono fondamentali anche le collaborazioni con le associazioni che si occupano della salvaguardia ambientale».

Commenta la notizia!