Presicce-Patrasso in nome di S. Andrea, il patrono in comune

Colonna_di_Sant'Andrea_-_Presicce (2)PRESICCE. Il 9 settembre scorso sono partiti da Presicce in 45, guidati, dal parroco del paese don Francesco Cazzato alla volta di Patrasso. Ma che ci fa una comitiva di salentini a Patrasso? Il protettore di Presicce è Sant’Andrea (nella foto la colonna a lui dedicata) e Patrasso (che ha lo stesso santo come protettore) è la città dove Sant’Andrea è stato martirizzato. La comitiva di presiccesi, perciò, ha voluto realizzare una specie di gemellaggio ideale tra due città protette dalla stesso santo. A Patrasso  vengono conservate alcune reliquie del santo, che inizialmente erano state trasportate a Costantinopoli, da qui nel 1208 vennero trasferire ad Amalfi e da Amalfi a Roma. Papa Paolo VI  nel 1964 consegnò alla chiesa di Patrasso la testa di Sant’Andrea come gesto di apertura verso la chiesa ortodossa greca.

«Dopo la bellissima esperienza del viaggio organizzato l’anno scorso per Medjugorie abbiamo deciso di ripetere l’esperienza»   ha dichiarato don Francesco Cazzato, parroco di Presicce. «Abbiamo scelto la Grecia come destinazione perché il mondo greco rimane un caposaldo importante nella storia della cultura e della religione. In Grecia abbiamo visitato molti luoghi di culto che richiamano i diversi culti, da quello pagano a quello ortodosso, dal Partenone di Atene ai monasteri delle Meteore».

Tutti soddisfatti: «L’esperienza è stata bellissima – conclude il parroco – anche perché abbiamo vissuto un periodo di socializzazione che ci ha fatti sentire come se fossimo un’unica famiglia, ha aggiunto don Francesco. Anche il guasto alla nave, che ha provocato un ritardo nel rientro, è stato vissuto positivamente perché il viaggio di ritorno è stato effettuato di giorno, per cui abbiamo potuto vedere Zante, Cefalonia, Itaca, terre ricche di storia, che di notte non avremmo potuto vedere».

Insomma un modo come un altro per Sant’Andrea per dimostrare la sua gratitudine a un gruppo di devoti arrivati a Patrasso dal lontano Salento.

 

Commenta la notizia!