Premio “Flavia Inguscio” a Melissano, si prepara per l’8 marzo la decima edizione

La premiazione di Roberto Iannocca dello scorso anno (foto "Preview" di Claudio Sandalo)

La premiazione di Roberto Iannocca dello scorso anno (foto “Preview” di Claudio Sandalo)

MELISSANO. Si rinnova, per il decimo anno consecutivo, l’appuntamento con il premio “Flavia Inguscio”, organizzato dalla delegazione Lilt di Melissano, coordinata da Vittorio Velotti, con il supporto della sezione provinciale di Lecce, guidata dal dottor Giuseppe Serravezza. L’iniziativa è nata per premiare le realtà del volontariato e, in modo particolare, chi dedica del tempo ad aiutare gli altri in modo non visibile, nel silenzio, nell’umiltà, nella solitudine.
Nella storica sede del centro culturale “Quintino Scozzi” di Melissano, domenica 8 marzo, dalle 18.30, saranno assegnati i premi 2015 ad un operatore sanitario e ad un operatore non sanitario. Ad essi si aggiungeranno cinque menzioni speciali, due premi alla memoria e i vari attestati di partecipazione. Per votare (sino al 28 febbraio) si può consegnare la scheda prestampata direttamente nella sede provinciale Lilt di Casarano (via Alpestre 4), mandarla via fax allo 0833-512777 o scrivere una mail all’indirizzo info@legatumorilecce.org. Flavia Inguscio, moglie di Velotti, fu una donna simbolo d’impegno civile e di dedizione agli altri. Scomparve nel gennaio 2005 a 59 anni. La Lilt di Melissano, attiva dal 1993, ha sede in due locali concessi in uso dall’associazione “Amici di don Quintino Sicuro”, in via Paolo Veronese. Da qualche mese c’è la possibilità di usufruire di visite specialistiche gratuite di vario genere, tra cui senologiche, con i dottori Giuseppe Serravezza e Carmine Cerullo, e psicologiche, con la dottoressa Raffaella Manco. Info: 368-3489703.

Commenta la notizia!