Il parco di Portoselvaggio si rifà il look

Una scalinata nel parco di Portoselvaggio abbisognevole di cure

Nardò. Con la realizzazione di un progetto dall’Agenzia regionale delle opere irrigue e forestali, che a breve prenderanno il via, Portoselvaggio sarà più sicuro, pulito e fruibile, nel segno della sostenibilità. Con un finanziamento di circa 250mila euro, ottenuto con un progetto presentato dall’Arif nell’ambito del Psr 2007-2013, Misura 227 Azione 3 “Valorizzazione Turistico Ricreativa dei Boschi”, saranno presto avviati i lavori nell’area boscata del Parco naturale regionale di Portoselvaggio e Palude del Capitano.
Il progetto prevede l’installazione, probabilmente dopo il prossimo 15 luglio per non arrecare disturbo alla nidificazione dell’avifauna, di 3500 metri di staccionata in legno di castagno che delimiteranno i principali percorsi all’interno del parco; di 40 porta bicicletta e 40 cestini portarifiuti; di 15 bacheche con tetto e 10 tabelle monitorie. E ancora, 45 panchine in legno, e una serie di giochi per bambini: due ponti mobili, quattro tunnel a listoni, cinque assi di equilibrio.

Le staccionate, serviranno sia a limitare l’impatto umano su aree del parco maggiormente sensibili, proteggendole, sia ad aumentare il livello di sicurezza dei visitatori che avranno così ben evidenziati i percorsi da seguire. Le bacheche e le tabelle monitorie, conterranno informazioni sul parco e fondamentali indicazioni e prescrizioni da seguire nel corso delle escursioni. In alcune aree nei pressi della baia, infine, saranno allestiti degli spazi attrezzati destinati sempre ai visitatori con i porta bicicletta, i cestini portarifiuti e le panchine in legno. Per rendere Portoselvaggio un po’ più “a misura di bambino”, inoltre, saranno realizzate della piccole aree attrezzate con giochi per i più piccoli, come ponti mobili, tunnel a listoni e assi di equilibrio. Un piccolo ma utilissimo servizio in più per le tantissime famiglie che, soprattutto in estate, trascorrono intere giornate nel parco.
«Si punta – dichiarano gli assessori Francesca De Pace (Ambiente e Parco) e Mino Natalizio (Politiche Comunitarie) – a migliorare le “performance” del Parco e, per questo, non possiamo che ringraziare l’Arif per aver redatto il progetto».

Commenta la notizia!