A “Porta a porta” parlano gli emigranti di Acquarica

Porta a porta1 (3)ACQUARICA DEL CAPO. Inizialmente quando nella mattinata di sabato 9 novembre si era sparsa la  notizia che intorno alle undici sarebbe arrivata una troupe di “Porta a porta”, la trasmissione televisiva condotta da Bruno Vespa su RaiUno, c’era diffidenza e l’incredulità tra coloro che sostarono in piazza dell’Amicizia. Ma all’arrivo di Mauro Giliberti, già direttore di Telerama e attualmente inviato per la trasmissione di Vespa, c’era un capannello di persone che in comune avevano alle spalle l’esperienza dell’emigrazione.

L’argomento della trasmissione, infatti,  era la mancanza di lavoro e l’incidenza delle rimesse degli emigrati nell’economia dei piccoli paesi del Meridione. E così davanti alla telecamera si sono alternati  volti e voci che hanno raccontato storie che avrebbero meritato uno spazio ben più ampio di quello concesso poi all’interno della puntata di “Porta a porta” dell’11 novembre scorso. Tutti gli interventi legati da un filo conduttore, quello dell’emigrazione,  realtà che interessa Acquarica del Capo e tantissimi paesi del Salento e del Sud.

Commenta la notizia!