«È un successo crescente»

di -
0 636

La piazza durante una rappresentazione teatrale

Tuglie.  Mentre si inizia a pensare alla prossima edizione, la ventesima, il sindaco Daniele Ria fa un bilancio della appena conclusa “Platea d’estate”, la rassegna di spettacoli che si tiene nella piazza principale di Tuglie.

«Anche quest’anno il programma è stato molto apprezzato  – dice – e la piazza strapiena lo conferma e poi dichiarazioni di turisti e applausi scroscianti. Abbiamo avuto problemi nell’accogliere e far sedere tutti quanti. L’intento dell’amministrazione era poter soddisfare un pubblico colto, con gusti diversi e lo abbiamo raggiunto».

Il percorso che ha portato a questo successo nasce molto prima. «Il nostro desiderio era promuovere le varie arti e nell’ 85 non era molto facile trovare Comuni così attenti – afferma Ria, all’epoca assessore alla Cultura -, era difficile coinvolgere i cittadini ma abbiamo fatto il possibile per avvicinarli. Il modo più semplice è stato creare dei corsi di dizione e recitazione durante l’anno».

I giovani hanno accolto l’inizativa con entusiasmo. «Inoltre, abbiamo portato nei quartieri le rappresentazioni teatrali – continua Ria – abbiamo promosso il contatto continuo tra arte e cittadini, successivamente abbiamo programmato le rassegne estive. In mancanza di strutture idonee è stato spontaneo organizzare tutto in piazza». La manifestazione è cresciuta di anno in anno, grazie anche al passaparola, che ha avvicinato sempre più pubblico e nuove compagnie teatrali. «Non abbiamo investito in pubblicità – continua il primo cittadino – ma è bastato il passaparola, oggi abbiamo i risultati: il pubblico è attento, interessato a tutte le  rappresentazioni. Ricevo proposte di artisti, anche da fuori regione, che vogliono essere inseriti nel cartellone. Premiano, così, la nostra serietà».

Ora, si è già al lavoro per l’anno prossimo. «Sono io che curo personalmente la programmazione e la scelta degli spettacoli, nel corso dell’anno, evitando anche eventuali costi per agenzie e pubblicitari – continua Ria – per l’edizione del 2013 vorrei organizzare un percorso a ritroso, con tutte le compagnie che si sono esibite e con i personaggi che erano agli esordi quando sono venuti da noi e che poi si sono affermati».

Organizzare un evento del genere costa ogni anno circa 45mila euro. “L’Amministrazione finanzia sempre la stessa cifra, 10mila euro – dice il sindaco – il resto proviene tutto dai contributi dei privati, che hanno sempre creduto nel progetto. Le spese fisse, costituite dalla gestione del palco, Siae, personale, service, corrispondono a circa 20mila euro, il resto serve per gli spettacoli. E ci si dovrebbe sorprendere della capacità che abbiamo ad ospitare compagnie di qualità a prezzi contenuti». Una manifestazione realizzata con cura e che ha anche un riscontro su tutto il paese.

«L’altro obiettivo da raggiungere era quello di aprire Tuglie alla gente – afferma Ria – quest’anno abbiamo registrato il pieno, tutti gli appartamenti sono stati affittati, da giovani e non solo, arrivati per la manifestazione. E poi hanno visitato anche tutti gli altri monumenti. Tanti turisti del nord hanno anche comprato casa nel centro storico. E nei prossimi progetti dell’Amministrazione c’è la volontà di creare l’albergo diffuso».

Commenta la notizia!