Piscina? Meglio il palazzetto

by -
0 110

Matino. Dopo oltre vent’anni di attesa, forse ora potrebbe essere un po’ più vicina la soluzione. A quanto sembra, infatti, quella che doveva essere una piscina coperta vicino al campo da baseball (fondo Rimi), la cui struttura è abbandonata da decenni, diventerà invece un centro sportivo polivalente. Questo, almeno, nelle intenzioni del sindaco, Giorgio Primiceri.

«Quell’opera – spiega Primiceri – è stata iniziata più di vent’anni fa, nel 1988, ma non fu mai finita, in quanto dopo un finanziamento regionale iniziale, non sono mai arrivati altri soldi, per cui è stata abbandonata e, inevitabilmente, è andata sempre più nel degrado. Nel 2003 fu chiesto ai privati di interessarsi della struttura, ma l’appello non ebbe seguito».

Facendo qualche accolcolo approssimativo, la ristrutturazione dell’esistente e il completamento della struttura verrebbe ora a costare intorno ai 4 milioni di euro. Da qui, la decisione di trovare una soluzione “alternativa” al problema.
«Negli anni scorsi – riprende il sindaco – si è pensato di cambiare la destinazione d’uso della struttura, facendola diventare un centro sportivo polivalente. Verso questa decisione ci ha spinto anche la valutazione degli alti costi di manutenzione ordinaria e straordinaria che comporta una piscina». Il cambio di destinazione d’uso ben si adatta con la vocazione della zona (circa quattro ettari di terreno) in questione, dove già esiste il campo da baseball cittadino, che è tra i più belli in Europa.
«Ultimamente – continua il primo cittadino – è stato rifatto anche tutto l’impianto di illuminazione. Il centro sportivo sarebbe il giusto completamento, anche perché nascerebbe a cavallo tra Matino, Alezio e Parabita e accoglierebbe quindi numerose utenze».

L’amministrazione sta adesso ragionando sul modo più pratico per finanziare il completamento della struttura, in modo da consegnarla ai cittadini prima della fine del mandato elettorale dell’attuale sindaco, prevista per il 2012. L’ipotesi più probabile al momento è che si decida di vendere qualche altra struttura comunale per sostenere, con il ricavato, i costi di ristrutturazione e completamento del centro sportivo. «Visto che il centro – precisa Primiceri – sarà dotato anche di un campo di calcio, si potrebbe cambiare la destinazione d’uso dell’attuale campo di calcio e venderlo. E’ nostra intenzione avviare l’iter necessario per la realizzazione di questo progetto (che oltretutto si inserisce in quello più ampio del Pirp che prevede, come si sa, l’allargamento viario che arriva proprio fino al fondo Rimi, una pista ciclabile e tutte le opere di urbanizzazione primaria, ndr), prima della fine del mio mandato elettorale, nel 2012. L’obiettivo è collegare le periferie al centro e dotare Matino di un palazzetto dello sport, visto che la città ne è totalmente sprovvista».

Commenta la notizia!