Piccolo e geniale: il diciottenne Parrotto progetta il mini-eolico

gianluigi parrotto casaranoCASARANO. Giovanissimi imprenditori in campo contro la crisi. Non è assolutamente vero che tutti i giovani italiani siano dei “bamboccioni”. Con buona pace dell’ex ministro Brunetta, c’è, infatti, chi a soli 18 anni ha fondato una propria azienda, in un periodo di congiuntura economica decisamente sfavorevole e in una zona, per giunta, drammaticamente colpita dalla crisi del Tac (il settore del tessile, abbigliamento, calzaturiero).

Si tratta di Gianluigi Parrotto, presidente dell’azienda “Gp renewable” che si occupa di produzione, progettazione e installazione di impianti eolici verticali, con un’altezza massima di cinque metri. Gli impianti in questione (di tali dimensioni per salvaguardare il territorio) sono rigorosamente “Made in Italy”, prodotti, infatti, a Riva del Garda in un capannone di proprietà del socio di Parrotto.

«In questo periodo – spiega Parrotto – sto per siglare delle collaborazioni con alcune università, tra le quali spero l’Università del Salento, per la progettazione di una nuova turbina eolica verticale, che, se tutto dovesse andare come mi auspico, sarà prodotta a Casarano, nella mia città».

Diplomato al “Majorana” di Brindisi lo scorso luglio, Parrotto ho avuto modo di studiare chimica dei materiali e toccare con mano i sacrifici di chi studia fuori sede, e lontano dal proprio nucleo familiare, già all’età di sedici anni.

Al contrario di altri colleghi di studio, però, prima ancora di diplomarsi, mentre frequentava il quinto anno di scuola superiore, Gianlugi Parrotto ha deciso di avviare la sua attività.

Intanto, nella prossima stagione agonistica la “Gp renewable” sarà lo sponsor ufficiale della società di tennistavolo “Casarano Bluestone” (fresca di promozione in  serie D1), ad ulteriore prova del legame di Parrotto con il proprio territorio.

SIMILAR ARTICLES

by -
0 1692

Commenta la notizia!