A Patù le testimonianze del Treno della Memoria dopo il viaggio nei luoghi dell’orrore nazista

1427

Patù – “Il nostro viaggio nella memoria di Auschwitz” è il tema dell’incontro di sabato 24 febbraio, alle ore 17, presso la Sala consiliare di Patù. Dopo i saluti del sindaco Gabriele Abaterusso, del consigliere Roberta Panico e della dirigente dell’istituto d’istruzione superiore “Salvemini” di Alessano Florinda Chiara Vantaggiato, saranno le giovani Paola Fais e Luana Prontera a raccontare le emozioni del loro recente viaggio vissuto nei luoghi della deportazione nazista, insieme a Rocco Gennaro ed Eleonora Marrocco, entrambi educatori del Treno della Memoria, e a Fabio Fabrizio, attore di Improvvisart.«Per noi è stato il primo anno di adesione al progetto del “Treno della Memoria” e ci siamo rivolti ai giovani affinché testimoniassero, con la loro presenza, l’impegno personale e sociale volto a conservare e tramandare una delle pagine più buie della storia», afferma Roberta Panico.«Racconteremo la storia di un viaggio “scomodo”  ma, soprattutto – afferma Luana Prontera – parleremo della bellezza di un gruppo di persone che ha condiviso differenze, diffidenze e difficoltà stringendosi nell’abbraccio unico di chi ha capito l’importanza del vivere insieme». All’incontro saranno presenti anche alcuni ragazzi dell’istituto “Salvemini” di Alessano insieme alla professoressa Valeria Bisanti.

 

Pubblicità