Pasqua va oltre i riti

nardoNARDÒ. Lo sguardo della comunità neretina, nelle settimane precedenti la Pasqua e oltre, è rivolto ai più bisognosi. Ed è all’insegna della beneficenza, come quella della Fondazione Ant che proseguirà con la sua campagna nazionale “Le uova della solidarietà” a sostegno dell’assistenza medica domiciliare gratuita ai malati di tumore e della prevenzione oncologica. Il punto di aggregazione e di ascolto dei volontari accoglie quotidianamente le proposte pasquali in corso Vittorio Emanuele II. Accoglienza, perdono, ascolto, offerta e condivisione sono invece i concetti chiave che hanno caratterizzato le settimane di Quaresima del gruppo scout Nardò 2 “S. Maria degli Angeli” di don Giuseppe Raho. Il percorso di avvicinamento alla Pasqua si concluderà sabato 8 aprile: i “lupetti” visiteranno il Museo della Memoria di Santa Maria al Bagno per rivivere la cena ebraica e scoprire il significato del triduo pasquale; gli esploratori parteciperanno alla Via Crucis dei giovani (aperta a tutti) presso la Croce dell’Alto. La “Juventus Nardò Bianconera”, in collaborazione con l’associazione di volontariato “Il giardino dei bimbi” di Leverano, si è attivata nel progetto “Diamo una casa a chi non ce l’ha”: l’intero ricavato della vendita delle uova sarà devoluto per la costruzione di una abitazione destinata ad accogliere i bambini orfani ed abbandonati di Kolwezi, nella Repubblica democratica del Congo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Commenta la notizia!