Parabita, truffa con le assicurazioni. Un centinaio le vittime

guardia di finanza x generichePARABITA. Saranno gli uomini della Guardia di finanza di Gallipoli a far luce sul presunto raggiro che ha coinvolto diverse decine di persone con contrassegni-fotocopia e contratti Rc auto falsi rilasciati da un’agenzia parabitana. Quasi un centinaio le vittime, ignare che il cedolino ricevuto dopo il pagamento del premio assicurativo fosse falso.
L’assicuratore avrebbe incassato i soldi, senza mai trasmetterli alla compagnia assicurativa e, dunque, senza far partire la copertura per il loro veicolo. Se le Fiamme gialle non avessero accertato la truffa, in caso di fermo o controllo delle forze dell’ordine avrebbero rischiato il sequestro dell’automobile, il ritiro della patente per un anno ed una multa che va dagli 800 ai 3000 euro.

Diverse decine di migliaia di euro il giro d’affari della truffa che, non solo avrebbe sottratto alla compagnia assicurativa il premio versato dal cliente, ma avrebbe anche esposto i malcapitati stessi ad enormi rischi in caso di sinistri stradali. I controlli della Guardia di finanza sono ancora in corso, con verifiche a tappeto, interrogatori e riscontri che stanno facendo salire il numero delle vittime coinvolte. In caso di dubbio sulla validità del tagliando e sulla propria copertura assicurativa si può consultare il sito internet del Ministero dei trasporti (www.mit.gov.it) ed il portale dell’automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it), inserendo i numeri di targa degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei ciclomotori.

Quando era piccola, suo papà le ha insegnato a guardare al cielo senza vederci solo l’azzurro. Da grande ha capito, poi, che quelle immagini si potevano tradurre in parole. Un foglio bianco come un pentagramma senza righe né spazi per fare musica con le lettere. Laureata in Filosofia a Pavia, giornalista pubblicista, collabora costantemente con Piazzasalento da Giugno 2011.

Commenta la notizia!