Parabita, per l’“8 marzo” in bici da Carovigno a Parco Angelica

chiesa sg battista

La chiesa Matrice dedicata a San Giovanni Battista: alle 19 di domenica 8 marzo ci sarà la “lectio magistralis” con la scrittrice Emilia Sarogni

PARABITA. Cento chilometri in bicicletta per ricordare Salvatore Morelli e la sua importante lotta femminista. Partirà il 7 marzo da Carovigno, alle 8 del mattino, per approdare, nel primo pomeriggio, a Parco Angelica  la carovana organizzata dall’associazione “Bici e solidarietà” del comune brindisino che, nel 1824 diede i natali al patriota e politico Morelli, antesignano nella promozione dei diritti delle donne alla cui  caparbietà si deve l’approvazione (nel 1877) della prima legge sulla capacità giuridica delle donne italiane. Suo anche il primo libro sistematico sui diritti di genere, «La donna e la scienza e la soluzione del problema sociale» pubblicato nel 1861, un’opera alla quale rendere omaggio nella vigilia della festa dedicata alle donne, perfetta per siglare un gemellaggio rosa tra i due Comuni.
All’arrivo della delegazione brindisina e al raduno ciclistico del movimento “Un’altra storia” di Carovigno, seguirà poi nella chiesa Matrice la lectio magistralis della Scuola di formazione socio politica della parrocchia S. Giovanni Battista, con l’intervento alle 19 della scrittrice, saggista, e consigliere parlamentare Emilia Sarogni.

Quando era piccola, suo papà le ha insegnato a guardare al cielo senza vederci solo l’azzurro. Da grande ha capito, poi, che quelle immagini si potevano tradurre in parole. Un foglio bianco come un pentagramma senza righe né spazi per fare musica con le lettere. Laureata in Filosofia a Pavia, giornalista pubblicista, collabora costantemente con Piazzasalento da Giugno 2011.

Commenta la notizia!