Guardia medica “inidonea”

di -
0 515

L’ingresso della Guardia medica

Parabita. File lunghissime, un caldo asfissiante, posti a sedere insufficienti, sporcizia ovunque e scatta la protesta. Tante le lamentele per la disorganizzazione e le carenze strutturali della Guardia medica in occasione delle vaccinazioni obbligatorie predisposte dalla Asl per bambini e neonati.

Tante le inefficienze riscontrate: caos nella gestione degli appuntamenti; affollamento della sala d’attesa, non adatta ad ospitare un elevato numero di persone; le carenze più gravi si sono registrate sul versante strutturale. La mancanza di uno scivolo per carrozzine e disabili sulla rampa di scale all’ingresso e la pericolosità delle stesse, la sporcizia del pavimento che ha obbligato a tenere in braccio i più piccini per tutto il tempo, il bagno inaccessibile per i bambini disabili, per i quali l’intera struttura non è attrezzata. Consapevole del disagio Leda Schirinzi, Ufficiale sanitario del distretto di Casarano.

«Aspettiamo da tempo di andar via. Ci sono stati destinati dei locali nuovi, questi non sono a norma di legge». E mentre le segnalazioni degli utenti si moltiplicano, ogni intervento è rimandato in virtù di questo trasferimento di cui si vocifera da anni. Sulla questione è ancora cauto il sindaco Cacciapaglia, ma assicura che l’Ufficio tecnico della Asl di concerto con l’Amministrazione è già al lavoro per verificare l’adeguatezza della nuova sede di via Ferrari.

DP    

Commenta la notizia!