(Nella galleria fotografica in alto: maltempo e danni a Parabita)

Parabita-Matino – Pioggia straordinaria ma problemi consueti. E a Parabita, in piazza Regina del Cielo, via provinciale Matino e via provinciale Gallipoli, come sempre, si è già alla conta dei danni. Ingenti, nel caso della piazza antistante la Basilica della Coltura, a valle del paese, dove è saltata anche una parte della pavimentazione. Basoli, marciapiede, asfalto: l’impetuoso acquazzone che si è abbattuto la scorsa notte sul Salento non ha risparmiato nulla, scardinando le condotte sotterranee, evidentemente insufficienti a contenere una tale portata d’acqua. Nulla di nuovo, però: complice l’urbanizzazione selvaggia della collina di Sant’Eleuterio, nella parte bassa del paese si riversano fiumi incontenibili d’acqua. Una furia della natura che spazza via tutto quello che trova.

(Nella galleria fotografica in basso: strade sommerse a Matino)

Pubblicità

Sott’acqua anche Matino. Un vero e proprio “diluvio”, come si può vedere nelle foto qui nel pezzo, che mostrano i cartelli della segnaletica verticale coperti d’acqua per buona parte della loro altezza: la zona è quella di via Piave, nei pressi della stazione, con la rotatoria del passaggio a livello trasformata in una sorta di enorme “vasca” naturale. Ma gli allagamenti hanno interessato tutto il paese, con le auto costrette a fermarsi.

Nei video il temporale a Parabita.

Pubblicità