Palazzo a nuovo con 650mila euro

Palazzo Marchesale e sede Pro Loco Galatone

GALATONE. Ben 650mila euro in arrivo direttamente dal ministero per i Beni e le attività culturali per il completo recupero e la valorizzazione di palazzo Belmonte-Pignatelli, noto come Palazzo marchesale (foto). Si tratta di fondi del “Programma operativo interregionale” che potranno essere utilizzati grazie al progetto presentato dal Comune (il bando per appaltare i lavori deve essere pubblicato entro il 30 settembre prossimo).

Il denaro sarà utilizzato per recuperare innanzitutto il frantoio ipogeo dell’Ottocento, unico nel suo genere, che diventerà un frantoio-museo, e anche per terminare i lavori dell’impiantistica del complesso, che potrà così essere utilizzato in ogni sua parte.

Ma non solo. Il finanziamento in arrivo dovrà essere utilizzato in parte anche per rilanciare le attività all’interno della struttura. «Abbiamo già fatto uno studio e l’abbiamo anche portato in Commissione. Useremo parte della struttura come area museale, e quindi insieme al frantoio sarà sfruttata l’ex chiesa e una parte dei locali prospicienti il piazzale», afferma, soddisfatto, il sindaco Livio Nisi. Le intenzioni sono, poi, quelle di trasferire la biblioteca comunale nella parte superiore del Palazzo: «Sarà la testa di serie delle attività, perché – continua Nisi – vogliamo sviluppare, oltre al turismo congressuale, anche quello legato alle mostre».

E qui il primo cittadino svela i preparativi per una mostra internazionale, in collaborazione con il critico d’arte Paolo Levi, prevista per l’anno prossimo, per la quale si è già al lavoro.

Sono stati per altro avviati i contatti per nuovi progetti con l’Università di Lecce e col Centro culturale Salentino.Il sindaco pensa anche di utilizzare la parte inferiore della struttura per la creazione di un ristorante e un bar, in modo da rendere fruibile l’edificio anche in assenza di eventi culturali. «Attraverso questo finanziamento di fatto riusciamo ad inanellare un altro importante risultato di questa Amministrazione, che punta a rilanciare il centro storico proprio attraverso la valorizzazione del Palazzo marchesale», conclude Nisi.

Commenta la notizia!