Palazzi e piazze più accoglienti

by -
0 877

Piazza Nazario Sauro, sede di eventi culturali

Casarano. Diversificare l’offerta turistica stagionale, promuovendo e valorizzando il patrimonio culturale dell’entroterra salentino.

Questo l’obiettivo principale del territorio del Sac “Terre d’arte e di sole” formato dai comuni di Acquarica del Capo, Casarano, Presicce, Taurisano e Ugento (ente gestore). Cinque comuni con diverse specificità ma uniti dall’intento condiviso di valorizzare i loro beni sia culturali che ambientali.

Tra i partner istituzionali del Sac figurano anche la Provincia di Lecce, l’Università del Salento e il Parco Regionale “Litorale d’Ugento”. Il progetto, già finanziato, potrebbe dare a Casarano la possibilità di diventare una delle principali destinazioni turistiche dell’entroterra, la prima alternativa al turismo balneare.

Come gli altri Comuni, anche Casarano avrà l’occasione di intervenire sui suoi beni più preziosi che diventeranno mete di un percorso che toccherà le cinque cittadine. I beni di valorizzazione architettonico o ambientale di Casarano che verranno messi in rete sono i seguenti: Palazzo dei Domenicani, sede del Comune di Casarano; palazzo De Judicibus; palazzo De Donatis; piazzetta Daniela e Paola Bastianutti; piazza San Giovanni Elemosiniere; piazza Nazario Sauro (ex piazza del pesce); chiesa di S. Maria della Croce (Casaranello); necropoli medievale di contrada “Cisternella”. Alcune di queste strutture sono già interessate da altri interventi di sistemazione o già programmati.

Piazzetta Bastianutti con l’opera architettonica di Hidetoshi Nagasawa

Il chiostro del palazzo comunale (800 visitatori l’anno, secondo la tabella allegata al progetto) sarà sfruttato come sede di eventi ed esposizioni; palazzo De Judicibus (300 visitatori), in piazzetta D’Elia, potrebbe essere destinato a sede di coordinamento dell’albergo diffuso nel centro storico, ma per il Sac è interessante anche per lo splendido giardino restrostante; palazzo De Donatis (300 visitatori), in via Roma, esempio di parco urbano che potrebbe essere destinato ad attività culturali; piazzetta Bastianutti sarà messa in rete per l’opera architettonica dell’artista giapponese Hidetoshi Nagasawa; piazza S. Giovanni, luogo centrale della città, e piazza N. Sauro saranno messe a disposizione per eventi e mostre.

Nell’itinerario del Sac non poteva non essere inserita la chiesa di Casaranello, una delle testimonianze più preziose dell’arte paleocristiana in Puglia, con i suoi splendidi mosaici e affreschi; infine, il sito archeologico di contrada “Cisternella” per il quale la giunta De Masi aveva formulato agli Uffici Comunali uno specifico atto di indirizzo per tutelarlo e valorizzarlo, forse in funzione proprio del Sac “Terre d’arte e di sole”. Da segnalare il mancato inserimento nel sistema del Sac dei frantoi ipogei e dell’area del centro storico dove sono ubicati.

Commenta la notizia!