A Otranto pulizie straordinarie: ora tocca ai fondali marini della zona dei pescherecci

992

Otranto – Domenica 13 maggio alle ore 9,30 avrà inizio a Otranto, a cura della Lega navale italiana sezione di Otranto guidata dal presidente Walter Melissano (foto) col patrocinio del Comune di Otranto e la collaborazione della Guardia costiera, la consueta operazione ambientalistica di pulizia dei fondali del porto, inserita anche tra le attività promosse dalla Commissione europea relativamente alla campagna “Let’s clean up Europe”. La particolarità di questa edizione sarà proprio la pulizia del tratto di mare occupato dai pescherecci e i fondali interessati saranno quelli relativi allo specchio di mare in concessione al Lni Otranto, la banchina riservata ai transiti pubblici del porto di Otranto (nei pressi della locale Guardia costiera) e l’area di ormeggio dei pescherecci presso il molo di San Nicola.

Ad effettuare l’intervento saranno i soci del Lni Otranto del gruppo Sub, supportati nelle operazioni tecniche dai diving convenzionati come Mediterraneo diving di Massimo Donno e da Scuba diving di Stefano Levanto. Infine, i rifiuti raccolti saranno presi in consegna dai partecipanti all’evento per il successivo stoccaggio negli appositi contenitori nell’area portuale e per questo é indispensabile il contributo e la partecipazione di tutti.

“La sezione di Otranto del Lni – dichiara il presidente Melissano – ha accolto con grande entusiasmo la richiesta di ampliare l’area oggetto della pulizia avanzata dalla locale Guardia costiera. È per tutti noi una nuova affascinante sfida che mette alla prova le nostre le abilità organizzative, andando oltre quello che era il solito ma riuscitissimo e collaudato schema operativo che in questi anni ci ha permesso di ripulire un importante tratto di mare. Ringrazio anche – conclude Melissano – l’Amministrazione comunale ed in particolare il Sindaco Pierpaolo Cariddi per la fattiva collaborazione e per la sensibilità dimostrata verso le tematiche ambientali, più volte sfociata in iniziative congiunte che hanno dato lustro alla nostra sezione e soprattutto coinvolto e sensibilizzato tutta la cittadinanza”.

Pubblicità

M.M.

Pubblicità