Otranto, dal 10 al 16 settembre appuntamento con il Festival giornalisti del Mediterraneo

Otranto – Torna il “Festival giornalisti del Mediterraneo”, che giunge alla sua decima edizione e da lunedì 10 a domenica 16 settembre porterà nel centro storico della cittadina tanti professionisti del mondo della comunicazione.

Organizzato dal  Comune con l’associazione culturale “Terra del mediterraneo”, l’Università degli studi di Bari e il suo master in giornalismo, il Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise, l’evento ha l’obiettivo di incentivare le relazioni tra i paesi del Mediterraneo, nell’ottica di valorizzare il dialogo interreligioso e l’accoglienza.

Il programma – Lunedì 10 previsti due workshop, entrambi alle 20,30: presso il lungomare degli Eroi si parla di “Fake news, giornalismo e guerra. La difficile ricerca della verità”, con i giornalisti Sara Lucaroni, Tiziana Ciavardini, Cristina Giudici,  Asmae Dachan e Laura Silvia Battaglia (modera Vincenzo  Sparviero della “Gazzetta del Mezzogiorno”); in Piazza del Popolo, invece, c’è il workshop valevole 4 crediti per gli iscritti all’Ordine dei giornalisti “Deontologia e mafie, raccontare la verità. È possibile?”, con Marilù Mastrogiovanni (in foto), Paola Moscardino, Arianna Pagani e Piero Ricci, moderato da Stefano Mentana. Sempre alle 20,30 ci sono le presentazioni di tre libri, in altrettante location: in Largo Porta Alfonsina “Siria. L’ultimo genocidio” di Riccardo Cristiano; in via Alfonso D’aragona “Re-incantare l’Europa” di Valentina  Battista; e presso la chiesa della Madonna Immacolata “Sguardo inglese e mediterraneo italiano” di Luigi Cazzato.

Sono per le 20,30 anche tutti gli appuntamenti di martedì. Sul Lungomare degli Eroi c’è il workshop “Mediterraneo: pace, migrazioni e dialogo interreligioso”, presentato da Massimiliano Menichetti di Vatican News, con ospiti Daniele Verga (consigliere diplomatico di Malta), Gaetano Dammacco (Università di Bari),  il padre ortodosso Mikhail Driga e il vaticanista Rai Giovan Battista Brunori; mentre in piazza del Popolo il workshop “Giornalismo d’inchiesta, le regole della deontologia” (che vale 4 crediti per gli iscritti all’Ordine) è mediato da Giulio Gambino (The Post Internazionale) e vedrà gli interventi di Arianna Pagani, Tiziana  Clavardini, Sara Manisera e Piero Ricci. Saranno presentati anche i libri: “Il silenzio del mare” di Asmae Dachan (in Largo Porta Alfonsina); “Comunicare da Leader” di Maria Elena Capitanio (via Alfonso D’Aragona); e “Sul Corno del rinoceronte” di Francesca Bellino (presso la chiesa della Madonna Immacolata).

Mercoledì 12 altri due workshop: “Lavoro, editoria e giornalismo. Quale futuro?” è il tema in Piazza del Popolo (modera Paolo Di Giannantonio, con la partecipazione dei giornalisti Zouahir Louassini, Maurizio Paglialunga, Cecilia Scaldaverri, Sara Manisera); mentre sul lungomare degli Eroi si parla di “Minori: diritto di cronache e tutela della privacy” (presenta Michele Lorusso, con ospiti Maria Emerica Cortese, Luciana Borsatti, Liana Mistreta e Gaetano Sassanelli. Questo workshop vale 4 crediti per gli iscritti all’Ordine). “Benedetto XVI. Fede e profezia del primo Papa emerito nella storia” di Giovan Battista Brunori; “Incognita Libia” di Michela Marcuri e “Belice” di Anna Ditta saranno invece i libri che verranno presentati nel corso della serata (rispettivamente in Largo Porta Alfonsina, via Alfonso D’Aragona e chiesa della Madonna Immacolata). Tutti gli eventi sono alle 20,30.

Due workshop da 4 crediti per gli iscritti all’Ordine nazionale dei giornalisti in programma giovedì 13 settembre: alle ore 9 presso il Castello Aragonese “Reinventare il Mediterraneo: dialogo, sfide, opportunità”, moderato da Stefano Polli, con interventi dell’ambasciatore del Regno del Marocco in Italia Hassan Abouyoub, dell’ambasciatrice della Giordania Fayiz Khouri, dell’ambasciatore della Tunisia Moez Eddine Sinaoui, e del console di Spagna Senén Florensa; mentre sul lungomare degli Eroi alle 20,30 “Diffamazione a mezzo stampa. Evitarla e difendersi”, mediato da Vittorio Ricapito, con Luciana Borsatti, Zouahir Louassini, Nicola Triggiani e Francesca Bellino. Il terzo workshop, “Il Mediterraneo e  l’unione del Maghreb” si terrà sempre alle 20,30, presso Largo Porta Alfonsina-Tenda del Marocco: dialogheranno sull’argomento Hassan Abouyoub, Roberto Mastroianni e Vincenzo Rutigliano. Verranno poi presentati i libri “Skorpio” di Massimiliano Giannattoni (Piazza del Popolo); “La sposa Yemenita” di Laura Silvia Battaglia (Via Alfonso D’Aragona); e “Matrimonio Siriano” di Tangherini Laura (Chiesa della Madonna Immacolata).

Venerdì 14 due workshop rispettivamente presso Piazza del Popolo e Lungomare degli eroi (alle 20,30): “Il turismo Euromediterraneo 4.0. Oltre ogni confine”, presentato da Massimo Salomone (Confindustria Puglia), con interventi di  Loredana  Capone, Stefano Natoli, Enrico Armilli di Google Marketing, Marina Lalli e il sindaco di Otranto Pierpaolo Cariddi; e “Deontologia, Islam ed Europa. Dialogo imperfetto”, presentato dalla giornalista Patrizia Camassa, con ospiti Luciana Borsati, Riccardo Chartroux, Cecilia Scaldaferri e Stefano Polli. I libri presentati in serata saranno “Islam inedito” di  Zouhir Louassini (in via Alfonso D’Aragona, 20,30); “Mediterraneo” di Luigi Politano (chiesa della Madonna Immacolata, 20,30); “Sud Colonia Tedesca. La questione  meridionale oggi” di Andrea del Monaco (lungomare degli Eroi, 21,30). Inoltre, alle ore 21,30 presso Largo Porta Alfonsina i giornalisti Cristina Giudici e Gaja Pellegrini Bettoli discuteranno con il commissario di Polizia Carlo Parini (comandante del Gicic) sul tema “Le nuove frontiere del  Mediterraneo. Aspetti sociali e investigativi”.

Sabato 15 sono in programma gli ultimi workshop del festival (sempre alle ore 20,30 presso Piazza del Popolo e Lungomare degli Eroi): i temi sono “Il potere politico e la manipolazione dell’informazione” (che vale 4 crediti per gli iscritti all’Ordine) e “Religione, società  e violenza sulle donne. Il ruolo dei media”, moderati rispettivamente da Paola Moscardino (La7) e Patrizia Camassa (Ordine giornalisti di Puglia). “Jihad” di Stefano Dambrusio (Largo Porta Alfonsina), “Atene, cannella e cemento armato” di Patrizio Nissiro (via Alfonso D’Aragona) e “L’Iran nel tempo di Trump” di Luciana Borsati (Chiesa della Madonna Immacolata) saranno i libri presentati  durante la serata, tutti alle ore 20,30. Alle ore 21,30, invece, su lungomare degli Eroi verrà proiettato il documentario “Io invisibile”, cortometraggio e monologo sulla violenza domestica a cura di: Chiara  Alberti (autrice), Dario Diana (regia), Nico Schirone (musiche), Giordano Cozzoli (protagonista), My AlterEgo eventi (produzione).

Infine, la giornata di domenica 16 sarà dedicata alle premiazioni (cerimonia alle ore 20 su lungomare degli Eroi). I giornalisti premiati per il miglior reportage saranno: Alessio Lasta, Gaia Monbelli, Sara Lucaroni, Sara Manisera, Arianna Pagani, Stefano Rizzato, Asmae Dachan, Paola Moscardino, Lucia Capuzzi, Laura Tangherlini, Francesca Paci, Massimiliano Menichetti. Il premio “Caravella del Mediterraneo”, invece, verrà assegnato ai giornalisti Stefano Polli e Paolo Messa.

 

(Matteo Monte)

Commenta la notizia!