Olearia, pure il fotovoltaico dà una mano

by -
0 497

Sannicola. «La terra e il sole sono le principali risorse del nostro territorio, e la nostra cooperativa vuole valorizzarle. Per questo  realizzeremo un impianto fotovoltaico sul tetto dei nostri edifici», esordisce così Valeriano Villa, presidente della Cooperativa olearia sannicolese, presentando il progetto per contribuire alla diffusione di sensibilità ambientale tramite la produzione di energia da fonti rinnovabili e, allo stesso tempo, per migliorare la remunerazione del lavoro nei campi, riducendo i costi dell’energia.

«È stato un percorso fatto insieme con consiglieri e soci. I buoni risultati della vendita del nostro olio extra vergine ci hanno entusiasmato, spingendoci a cercare ulteriori miglioramenti per i soci. L’abbandono delle campagne e la disoccupazione si combattono garantendo un reddito giusto a chi nelle campagne ci lavora e incentivando la creazione di nuovi impieghi per chi ancora un lavoro non ce l’ha». Continua così il Presidente Villa, spiegando le ragioni e gli obiettivi che hanno portato al progetto. Questi sono gli obiettivi della cooperativa rispetto ai propri soci, ma si punta anche  allo sviluppo sostenibile del territorio. «Siamo convinti – prosegue il presidente – che se il nostro progetto raggiungerà i suoi obiettivi, sempre più realtà si convinceranno a produrre nel rispetto delle relazioni sociali e ambientali. Il nostro progetto non è né originale né unico, anzi è un modello ben diffuso in altre realtà. Noi ci siamo ispirati a ciò che altri piccoli contadini hanno fatto per tutelare la dignità del lavoro e dell’ambiente. Speriamo presto di condividere questo progetto con tanti altri contadini, produttori e cittadini».

La situazione del settore ortofrutticolo – in particolare per le patate – quest’anno è difficile e in Cooperativa c’è preoccupazione. Anche per questo, la possibilità di creare maggior reddito per i soci rappresenta una speranza.

«Ci entusiasma – racconta Ubaldo Scorrano, direttore della cooperativa – sapere che stiamo facendo realmente qualcosa di nuovo e che ne beneficeranno non solo i nostri soci, ma anche i nostri concittadini. Immagino, tra dieci anni, le nostre campagne vivere una primavera fatta di tanti lavoratori agricoli, di tanta biodiversità e di solidarietàcon gli uomini e con l’ambiente».

Angela Greco

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!