Cataldi, vittoria e subito Giunta

by -
0 681

Matino. Non si sono neanche depositate negli archivi le schede elettorali dopo la conta, che già il sindaco neoleletto, Tiziano Cataldi, è quasi pronto ad operare, battendo sul tempo tutti i primi cittadini usciti dalla tornata elettorale del 6 e 7 maggio.

Bruciati i tempi delle analisi e delle eventuali polemiche (il sindaco uscente, su quella poltrona da dieci anni, è rimasto fuori dal Consiglio comunale), si parte. Lunedì 14 Cataldi ha nominato gli assessori e ha distribuito le deleghe non solo a loro, ma anche ai consiglieri. Come era prevedibile, entrano a far parte della giunta i più suffragati e cioè Leonardo Bianchi (458 voti), Vittorio Inguscio (392), Giorgio Toma (388), Fabrizio Coluccia (367) e Giorgio Caputo (241).

Vicesindaco – rispettando quanto programmato al momento della presentazione della lista del Pdl, tra il gruppo che fa capo al senatore Costa e quello dell’ultimo sindaco Giorgio Primiceri, attuale presidente del Consiglio provinciale – sarà Toma, assessore con Primiceri sindaco, che ricoprirà anche l’incarico di assessore al Bilancio, Tributi, Patrimonio e demanio, Cooperative internazionali, politiche regionali e comunitarie, Politiche giovanili, informagiovani, sussidarietà e associazioni.

A Fabrizio Coluccia sono toccate Pubblica istruzione e manutenzione scolastica, Semplificazione amministrativa e Formazione professionale. Giorgio Caputo avrà a che fare con Sviluppo e politiche economiche, Attuazione del Pip, Urbanistica ed edilizia privata. Leonardo Bianchi si occuperà di Servizi alla persona, servizi sociali, Politiche della famiglia e per l’educazione, Sicurezza sociale, Politiche per gli anziani e politiche per combattere la povertà e l’esclusione sociale. Vittorio Inguscio si occuperà di lavori pubblici, programmazione e realizzazione opere pubbliche, manutenzione immobili e strade, decoro e arredo urbano, manutenzione e servizi tecnici, caccia e pesca e rapporti con le relative organizzazioni.

Il primo cittadino inoltre ha tenuto per sé la Protezione civile, l’organizzazione per la sicurezza pubblica, Cultura e beni culturali, Sport, Verde pubblico e Marketing territoriale.

Numerose le deleghe date anche agli altri consiglieri dela maggioranza. Pamela Lecci, unica donna presente in Consiglio, curerà le Pari opportunità, l’Urp, le Politiche per la trasparenza, i Rapporti con le istituzioni e il Contenzioso; Antonio De Prezzo si occuperà della Tutela dell’ambiente, della gestione dei rifiuti e relativa bonifica, della Polizia municipale, della vigilanza e controllo del territorio, della Mobilità e del traffico, del Personale e dell’organizzazione; Francesco Barone dei Servizi civici, della sicurezza sul lavoro e dei Consigli di zona; Rocco Romano avrà a che fare con Agricoltura, Turismo, tempo libero e Lotta al randagismo; Massimo De Marco si occuperà di Tutela dei diritti dei minori, Lotta all’usura, Servizi alle imprese e innovazioni tecnologiche, Fiere e mercati. Per finire Cosimo Romano ha avuto le deleghe all’Igiene pubblica e sanità e alle Attività istituzionali.

Lunedì 21 subito la prima riunione del Consiglio comunale; in quell’occasione saranno anche nominati il presidente e il vicepresidente dell’assise comunale.E così sarà tutto veramente a posto per partire.

Antonella Coppola

Commenta la notizia!