Maglie – La stagione agonistica della Fimco Sport Maglie riparte con un pezzo da novanta a bordo piscina: l’associazione di nuoto presieduta da Gigi Mileti ha ingaggiato Max Di Mito, tecnico di grande prestigio che ha già lavorato con campioni del calibro di Federica Pellegrini, Alice Nesti e Giada Galizi.

L’allenatore verrà affiancato da Giovanni Gigante (di Cavallino), che da quest’anno ricoprirà anche il ruolo di responsabile per il settore riservato all’avviamento all’agonismo. Lo staff del sodalizio magliese sarà completato da Gianni Martina (di Torre Suda), nel ruolo di responsabile per le categorie Esordienti A e B. Anche per quest’anno la Fimco punterà sul talento cristallino di Simone Stefanì (di Castrignano dei Greci), atleta di punta della società salentina che l’anno scorso ha ottenuto la medaglia d’argento ai campionati italiani di Riccione nella specialità 100 rana.

Cercheremo di confermarci ai vertici del nuoto regionale, puntando a ben figurare a livello nazionale – spiega il presidente Mileti.  – Con l’arrivo di De Mito siamo certi di compiere il salto di qualità, perché si tratta di una guida tecnica di assoluto valore”. Il nuovo allenatore è stato presentato a Maglie presso la sala delle Piscine comunali alla presenza del Sindaco Ernesto Toma, del delegato provinciale Coni Antonio Pellegrino, e del presidente della Fimco Gigi Mileti.

Pubblicità

Scelta di carriera e di vita: “Il Salento è il posto in cui mi sento a casa” – “La decisione di trasferirmi in Salento nasce dalla mia frequentazione e conoscenza di questa bellissima terra – dice Di Mito – fin dagli anni ’80, periodo in cui cominciai a fare le vacanze qui, a Lido Conchiglie (Gallipoli), cosa che, peraltro, faccio tuttora. La mia è una scelta di vita, questo è sempre stato l’unico posto in cui mi sono sentito davvero a casa. La Fimco Sport è una società che ho sempre seguito in questi anni e che si è messa in luce in ambito nazionale con atleti molto talentuosi. Il progetto del presidente Mileti, volto a creare sinergie e collaborazioni tecniche su tutto il territorio regionale, rappresenta una giusta intuizione e la strada maestra per raggiungere obiettivi di alto livello”, conclude.

Pubblicità

Commenta la notizia!