“Notti di Venere” bando disertato

by -
0 489

La sede del comune di Parabita

Parabita. Si preannunciano un po’ fredde le “Notti di Venere” del Comune di Parabita, edizione 2011.

Fredde sia per l’accoglienza riservata al bando pubblico presentato dall’Amministrazione, sia perché la realizzazione della manifestazione pare si sposti nel mese di dicembre. Progetto ambizioso quello di questo “Festival del pensiero creativo”, che si propone come palcoscenico en plain air di spettacoli, cinema, arte, letteratura e musica, in una settimana volta alla conoscenza e alla promozione delle peculiarità artistiche e culturali del nostro territorio.

Pubblicato prima a luglio e poi invariato ad agosto, l’avviso con il quale si ricercavano soggetti attuatori e progetti esecutivi per la realizzazione della manifestazione non ha trovato nessun riscontro, andando deserto entrambe le volte. Complici, forse, i tempi ristretti per l’elaborazione e la presentazione delle proposte.

L’ultimo bando, pubblicato il 3 agosto, era in scadenza il 22, dopo poco più di due settimane. E trovare la disponibilità di cast artistico, staff tecnico, collaboratori e sponsor nel mese d’agosto sarebbe stata impresa ardua per chiunque, anche perché la bozza di progetto prevista era piuttosto ambiziosa.

La previsione di bilancio prospettava l’importo complessivo di 108.500,00 euro, di cui 81.000 a carico del soggetto attuatore. La parte restante sarebbe stata finanziata con 75mila euro stanziati dal Comune e 20mila dalla Regione Puglia, nell’ambito delle sovvenzioni del “Programma Triennale delle attività culturali riferito agli anni 2010/2012”, approvato con Determinazione n. 81 del 17.03.2010 dal dirigente del Servizio attività culturali.

L’Amministrazione cittadina, tuttavia, tende a sottolineare che l’apertura del sipario della manifestazione è solo rimandata: il bando è stato ripubblicato proprio in questi giorni, invariato, ma spostato al prossimo mese di dicembre, con una particolare concentrazione di eventi durante il periodo delle festività natalizie.

Daniela Palma

Commenta la notizia!