Melpignano – Cresce l’attesa per il concertone del 25 agosto che concluderà il festival itinerante della “Notte della Taranta”. Mentre gli artisti si preparano a salire sul palco sotto la guida di Andrea Mirò, che sarà il maestro concertatore di quest’edizione, le Ferrovie del Sud-Est preparano il piano traffico con treni e bus, l’Asl Lecce predispone i mezzi di soccorso e la ditta MarianoLight (di Corigliano d’Otranto) allestisce la scenografia del palco, sotto il segno delle luminarie.

Trasporti: a Melpignano con treno e bus – Per raggiungere il concertone di sabato 25 agosto le Ferrovie del Sud Est hanno predisposto un programma che prevede posti per 43mila visitatori, suddivisi fra corse in treno (25mila posti) e bus (18mila). Dalla metà pomeriggio di sabato fino all’aba di domenica, i treni partiranno da Lecce, Maglie, Nardò e viceversa. Per gli autobus, invece, corse dirette da OtrantoMagliePoggiardo e Tricase, e collegamenti anche da Alliste – Posto Rosso, Gallipoli e San Foca. Al ritorno tutti i bus diretti a Otranto, Poggiardo, Tricase, Alliste – Posto RossoGallipoli e San Foca partiranno dal Megapark di Maglie. Da mezzanotte e mezzo sarà poi in funzione un servizio navetta tra Melpignano e il Megapark, con corse ogni dieci minuti, fruibile con il biglietto di ritorno. Scaricabili da qui tutti gli orari delle corse in treno e del servizio autobus

Festa in sicurezza con un ospedale da campo e oltre 250 sanitari – Il Servizio 118 (diretto da Maurizio Scardia) e la Croce Rossa gestiranno il Piano Soccorsi, che avrà il suo cuore operativo in un ospedale da campo allestito su un’area di 400 metri quadri (di cui 260 coperti). All’interno dell’ospedale da campo, il Posto Medico Avanzato si occuperà dei codici rossi in una tenda provvista di aria condizionata e di tutta l’attrezzatura per la rianimazione. Nel campo sanitario, inoltre, saranno presenti una tenda pneumatica dedicata al triage (accoglienza e primo intervento), quattro tende pneumatiche per la degenza dei codici bianchi e verdi (con 22 posti letto totali) e un Posto Medico Attrezzato per i codici gialli. La Croce Rossa predisporrà poi in tutta l’area del concerto 15 squadre di soccorso appiedate itineranti e 7 ambulanze collocate in punti strategici (stazione Sud-Est; parcheggio/zona industriale, nei pressi del rondò di accesso dalla SS. 16; lato ovest del palco; Area vip; lato est del palco; stazione Agip/Eni SS. 16; corridoio centrale dell’area destinata al pubblico).

Pubblicità

I numeri dei soccorsi: ogni anno circa 100 interventi – Abuso di alcol e traumi rappresentano il 70% delle situazioni su cui si trovano a intervenire i sanitari, in gran parte – per fortuna – codici bianchi e verdi. Il direttore generale dell’Asl Lecce Ottavio Narracci dichiara: “Mettiamo risorse, uomini e capacità organizzativa al servizio della ‘Notte della Taranta’ e delle persone esattamente dove serve e, nello stesso tempo, invitiamo il pubblico di appassionati a vivere questo grande evento come uno straordinario momento di aggregazione e di sano divertimento, senza inutili eccessi”.

Ricami e rosoni: giochi di luce sul palco – L’arte delle luminarie di MarianoLight accenderà il palco della “Notte della Taranta” con una scenografia imponente, alta 18 metri e larga 9, realizzata con oltre 14mila lampade a led e 38mila lampade Rgb di ultima tecnologia. Paesaggio salentino e tradizioni locali fanno da ispirazione ai giochi di luce di queste luminarie, che richiamano gli intrecci dei ricami delle nonne, dei rosoni delle chiese e dei sonagli dei tamburelli.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!