Home Ugento Torre San Giovanni
Ultime notizie dal Comune di Torre San Giovanni

Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) –  Si è svolta venerdì 12 ottobre nel Forte Village a Santa Maria di Pula, in Sardegna, la cerimonia di premiazione degli Award 2018 Food and Travel Italia che ha “incoronato” Martinucci come “pasticceria dell’anno”. Il premio Food and Travel Awards 2018 viene assegnato alle eccellenze italiane che si sono contraddistinte per la qualità dei prodotti e dei servizi mostrando capacità di rinnovarsi e confermarsi sul mercato. Ad oggi il marchio Martinucci conta 19 punti vendita sparsi per tutta la Puglia e un laboratorio centralizzato ad Acquarica del Capo ed i suoi prodotti distribuiti in Italia ed in oltre 30 Paesi del mondo. Nel Salento i suoi laboratori sono a Leuca, Gallipoli, Maglie, Otranto, Casarano, Tricase, Specchia e nelle marine di Torre San Giovanni, Lido Marini, Torre Vado, Pescoluse e Torre Pali.

La pasticceria a Santa Maria di Leuca La pasticceria più conosciuta del basso Salento ha iniziato a svolgere la propria attività a Santa Maria di Leuca negli anni ’50. Al tempo si trattava di un piccolo laboratorio artigianale che, ben presto, divenne crocevia dei più grandi ingegni della tradizione pasticcera italiana: siciliani, napoletani e veneti, tutti chiamati da Rocco Martinucci a condividere le proprie conoscenze. «Quando ho iniziato a lavorare nella pasticceria di famiglia, esattamente 50 anni fa, Leuca era bellissima. Il locale – ricorda Fabio Martinucci, figlio di Rocco, proprietario e gestore della nota pasticceria leucana –  si trovava vicino al Porto turistico. Poi, nel 1998, ci siamo spostati dove siamo adesso. Da allora, molte cose sono cambiate, tranne l’entusiasmo e la passione che ci muove».

La festa per Angelo cliente fisso e “istituzione” leucana

Sono molti i clienti che ogni anno, in estate ed in inverno, frequentano la pasticceria di Leuca ma, tra gli “immancabili” c’è Angelo, 98 anni e tanta dolcezza. «Angelo è un po’ il nonno di tutti noi – afferma Fabio –  a volte quando fa freddo prende il latte con il miele oppure una coppetta di gelato quando fa caldo e ne ha voglia». Angelo vive da solo, poco distante dal locale, così lo scorso 7 ottobre, in occasione del suo 98esimo compleanno, lo staff Martinucci ha pensato di organizzargli una festa a sorpresa per lui. «Ha mangiato, felice, due pezzi di torta», conclude Fabio.

 

Gallipoli – Trentuno barche a costellare il mare di Gallipoli, provenienti da Lecce, Torre San Giovanni di Ugento, Proto Cesareo, Tricase, oltre che di gallipolini, sono state il modo migliore per festeggiare il ventesimo anno del Trofeo del Rivellino di Gallipoli, una classica ormai sempre organizzata dalla Sezione gallipolina della Lega navale italiana.

L’ambito trofeo challenge è stato quest’anno appannaggio di 2Alfa2 di Giuseppe Cazzato (Lni di Torre San Giovanni) che ha registrato il tempo compensato più basso, risultando  primo anche della classe Orc , che riguarda le barche stazzate per le regate e quindi di norma più competitive, nonché vincitore del premio riservato allo yacht primo classificato iscritto al naviglio Lega navale italiana. Al secondo posto in classe Orc Costa del Salento di Fioravante Totisco, Lni Gallipoli, risultato anche primo della nutrita flotta del circolo organizzatore. Terzo Spirit of Red Mullet di Massimiliano Rella (Circolo della vela Gallipoli).

Nella molto più numerosa classe Libera (21 iscritti) ha invece prevalso, sempre in tempo compensato e sulla base del nuovo rating Federazione italiana vela, Lella VI di Franco Malorgio (Lni Gallipoli); al secondo posto Petit Princess di Luca Pallara (Cn Lampara), seguito da Maktub di Giuseppe Miglietta  (Cn Approdo).

“Una grande partecipazione quindi, con barche di otto diversi circoli salentini e qualche centinaio di velisti in mare – sottolineano soddisfatti gli organizzatori – cui Gallipoli ha regalato una giornata stupenda mentre intorno continuavano le piogge e i fenomeni temporaleschi dei giorni precedenti. Una piacevole brezza da sud ha offerto buone opportunità di ingaggio alle barche più competitive, consentendo comunque di viaggiare a quelle più familiari, ovvero a quelle più adatte a percorsi d’altura in mare aperto con venti più sostenuti, barche presenti in gran numero nella classe Libera”.

Fedele alla sua funzione sociale, la Lega navale ha cercato di pensare a tutti, premiando e incentivando una partecipazione la più estesa possibile ed in particolare quella dei giovani. Da qui premi i premi per  le barche meglio classificate con  equipaggi ridotti o familiari:  la coppa Lui&Lei (andata a Nibbio di Arturo Carratta e signora), quella per navigatore “Solitario” a Donato Salamina con la sua  Mon Bijou, la X2 a Piricunella di Angelo Carratta. Per “Timoniere donna meglio classificata” è risultata vincitrice  Stefania Pallara su Ra2 di Fabrizio Guarini e soprattutto la coppa al più giovane velista:  è stato premiato Alessandro Rizzo classe 2010 su Evasion del papà Gianluca. Con l’occasione sono stati premiati anche i ragazzini che hanno partecipato ai corsi di Kayak organizzati sempre dalla Lega navale di Gallipoli.

Altre tre  targhe delle “Tonnare di Gallipoli” sono state infine consegnate da Giuseppe Albahari, direttore di Puglia&Mare,  nell’ambito della “Settimana della Cultura del Mare” ai vincitori delle due classi Orc e Libera ed al vincitore in tempo reale (Verve-Camer di Giuseppe Greco, Itn Vespucci).

Una vera e propria  festa della vela, celebrata prima in mare e poi sul terrazzo del castello, presso il panoramicissimo bar 51 nodi – il commento finale dei promotore del Trofeo Rivellino – dove si è svolta una simpatica premiazione condotta dal presidente della sezione di Gallipoli della Lega navale dott. Fabrizio Guarini, presente per l’occasione il Delegato regionale della Lni. ing. Andrea Retucci a sottolineare l’importanza certamente non solo locale della manifestazione. Ospite d’onore al tavolo della premiazione il neo Comandante della Capitaneria di porto Gallipoli e Guardia costiera capitano di Fregata Pasquale Mazza, esponente di un  organismo con il quale la Lega navale ha in essere un protocollo d’intesa ed in comune l’obiettivo di proteggere il nostro mare”.

A Gallipoli l’attività velica continua con il Campionato invernale altura Salento di cui il Trofeo del Rivellino ha rappresentato la prima giornata.

Torre San Giovanni (Ugento) –  Atleti provenienti da tutta Italia e un pubblico numeroso hanno salutato la trentesima edizione del Trofeo Memorial Tiziano Manni, torneo di beach volley livello B1 disputato dal 10 al 12 agosto fra Lido Oasi degli Angeli e Lido Onda Marina. Il torneo è stato organizzato dalla società Falchi Ugento Beach, presieduta da Maurizio Amante.

I risultati – Ad aggiudicarsi la vittoria è stata la coppia milanese Edoardo Pizzileo e Alessandro Carucci, che in finale ha battuto per 2-1 il duo salentino Alessandro Orefice (di Squinzano) e Stefano Provenzano (di Matino). Al terzo posto i tarantini Gabriele Parisi e Pietro Luca Latorre, che si sono imposti per 2-0 sugli ugentini Marco Rizzo e Asclepio Nicolazzo, arrivati quarti. A premiare i campioni di quest’edizione c’erano le sorelle di Tiziano Manni, Elena e Fabiola.

Presente al torneo anche il mister Camillo Placì, già gloria della pallavolo ugentina. Come si legge sulla pagina facebook dei Falchi Ugento Beach, Placì “ha pure ricordato che la pallavolo è una famiglia che si ritrova sempre per ricordare la memoria dei suoi figli, come quella di Tiziano e di un’altra stella del volley che brilla in cielo: Gabriele De Giorgi, i cui familiari erano tutti presenti alla manifestazione”.

La soddisfazione del presidente Amante – Il numero uno dei Falchi Ugento Beach commenta così l’ultima edizione del torneo: “Sono molto soddisfatto per la qualità di gioco e coppie, e ringrazio gli atleti partecipanti per lo spettacolo offerto in tutte le partite. Non nascondo i sacrifici fatti per organizzare l’intera manifestazione, ma sono stato ampiamente ripagato dal numeroso pubblico presente nei tre giorni. L’obiettivo era e rimane far divertire il pubblico e i turisti presenti in zona. Ci tengo anche a ringraziare il supervisore federale Ezio Fiorenza e tutti gli arbitri (professionali e competenti), Carluccio Martino (veterano dei Falchi), l’assessore allo Sport del Comune di Ugento Graziano Greco e il presidente della Fidas di Ugento Marcello D’Ambrosio. Sono stati tre giorni di sport e divertimento. Appuntamento al prossimo anno”.

Torre San Giovanni (Ugento) – Cani in spiaggia sì o no? L’accesso al litorale da parte degli amici a 4 zampe è da tempo oggetto di discordia e a chi si trova nella condizione di partire per le vacanze con il proprio animale domestico sarà capitato di dover fare i conti con la normativa in materia, che prevede sanzioni dai 25 ai 500 euro per chi porta i cani al mare. A riassumere quello che è probabilmente il sentire di molti, riportiamo una mail giunta alla nostra redazione e indirizzata al sindaco di Ugento Massimo Lecci:

Buongiorno caro sindaco di Ugento, 
con la presente esprimo tutto il mio dissenso in merito alla vostra ordinanza che vieta l’ingresso di animali sulle spiagge. 
Il cane, come il gatto ed altri animali d’affezione, sono ritenuti dalla Corte Costituzionale parte integrante della famiglia. Quindi se il sottoscritto, o qualsiasi cittadino, desidererà recarsi in vacanza o anche a fare una semplice passeggiata in riva al mare, ciò non sarà possibile: scandaloso e retrogrado. Lei sa benissimo che gli animali sono esseri viventi senzienti dotati di sensibilità ed accortezze uniche non paragonabili al miglior essere umano. E se non lo sapesse la invito ad informarsi meglio. Le spiagge si sporcano per colpa di altri gravi motivi non legati ai bisogni fisiologici di un tenero ed innocuo cane. E se lei pensa che tale restrizione amministrativa sia motivata da misure di sicurezza, allora sarebbe il caso che studiasse personalmente, o chi per lei, documentazioni e testimonianze autorevoli che determinano la non pericolosità verso le persone. 
Detto questo, se queste poche parole non sono servite a convincerla nell’eliminare l’ignobile divieto, la invito formalmente a contattare le numerose associazioni animaliste che potranno delucidarla al meglio. Sono sempre di più infatti le persone sensibili alla tutela e salvaguardia animale, e la sua amministrazione in questo resta molto indietro, dimostrando scarsa cura ed attenzione nei riguardi di chi si sforza ogni giorno nel diffondere maggiore cultura ed etica. Gli animali hanno bisogno di maggiori tutele, il futuro è a disposizione di tutti gli esseri viventi. 
Resto in attesa, comunicandole quanto segue: né io o altri miei amici, parenti e conoscenti, si recheranno nella vostra località turistica per trascorrere le vacanze o anche semplicemente di passaggio. Finché sarà in vigore l’ordinanza, la nostra pubblicità sarà assolutamente pessima.

Nulla di personale. I miei più sinceri auguri di buon lavoro e buone vacanze.

Roberto Contestabile

La replica del sindaco – Il sindaco Lecci ribatte riportando il tutto alla sfera di competenza, che è regionale e non comunale: “L’ordinanza che vieta l’accesso dei cani in spiaggia è un’ordinanza (la n. 270 del 2017) che arriva dalla Regione Puglia, non dal Comune. Per questo motivo, il Comune di Ugento – come tutti i Comuni rivieraschi – ha l’obbligo di applicarla, senza poter intervenire nel merito”.

Torre San Giovanni (Ugento) – Riceviamo e pubblichiamo una mail di protesta in riferimento alla festa della Madonna dell’Aiuto svoltasi lo scorso 11 e 12 agosto a Torre San Giovanni:

Caro Direttore, 

Intendo ringraziare gli organizzatori della festa patronale di Torre San Giovanni i quali, la sera del 12 agosto, hanno posticipato all’1,30 i fuochi d’artificio inizialmente previsti per le 23,30. Provocando le giuste rimostranze di chi ha atteso con il naso all’insù fino a tarda notte. È stato come attendere invano il treno in stazione per ben due ore. Molti, tra cui il sottoscritto, vi ha dovuto rinunciare. Si è dato in tal modo, a migliaia di turisti e locali, prova di inefficienza, disorganizzazione e scarsa sensibilità nei confronti del pubblico. 

Alberto De Lorenzis – Roma 

Torre San Giovanni (Ugento) – Luci intorno al porto per la tradizionale festa della Madonna dell’Aiuto, in programma sabato 11 e domenica 12 agosto.
Il giorno della vigilia, sabato, presso la chiesa parrocchiale si celebrerà la messa alle 19,30, e alle 20,30 partirà la processione che porterà il simulacro della Vegine per le vie del paese. Domenica 12, invece, messe nella mattinata alle 7,30, 9 e 10,30. Ma l’appuntamento più atteso è con la processione sul mare che partirà dal porto alle 17,30 (in caso di maltempo, sarà rimandata a Ferragosto, stessa ora). Al rientro della processione, altra celebrazione della messa alle 21.

Musica e i 20 anni dei Calanti – In entrambe le giornate della festa suonerà la banda “Città di Scorrano” e nella zona del porto sarà allestita la tradizionale fiera-mercato. La chiusura della festa, domenica sera, è affidata al concerto del gruppo ugentino dei Calanti, che salgono sul palco dalle ore 22,30 (in piazza del Porto) per festeggiare a suon di musica popolare i loro 20 anni di attività. E sempre domenica, alle 23,30, il cielo sopra il porto si accende con lo spettacolo di fuochi d’artificio.

Ugento – Altra settimana di eventi, fra Ugento e marine, a ridosso di San Lorenzo.

Musica e trekking in notturna – Giovedì 9 a Torre Mozza (area eventi) alle 21 si comincia con la musica, nel concerto tributo a Fabrizio De André. Nella stessa serata, ma a Torre San Giovanni, alle 21 si parte dal parcheggio del Lido Sabbioso per un trekking notturno nel Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento”: sotto la guida di Stefano Casto, si farà tappa ai bacini Suddenna e Rottacapozza, passeggiando poi lungo il litorale. Il percorso prevede un tempo di percorrenza di circa 3 ore. Si consiglia di portare con sé abbigliamento sportivo, scarpe comode, acqua e torcia. Ai partecipanti verrà offerto un aperitivo presso il Lido Pineta. Quota di partecipazione 5 euro. Info e prenotazioni ai numeri 0833.555644 – 0833.555476.

Gli appuntamenti a Lido Marini – Venerdì 10 agosto doppio appuntamento a Lido Marini: nel pomeriggio (dalle ore 18) in Corso Colombo baby street art con i bambini, che si divertiranno a disegnare con i gessetti; mentre in serata (alle 21,45) musica anni ’70-’80-’90 nel concerto di Antonio Pepe, in piazza. Sempre in piazza, sabato 11 spazio al Galà di ballo a cura della Pro loco (dalle 21,30).

A Gemini fra menhir, storia, musica e ricordi – Sabato 11 e domenica 12 agosto in programma una visita guidata alla scoperta del paese, fra il centro storico e Palazzo Ricordi: si parte alle ore 19. Al termine, concerto per arpa e flauto.

Ugento – Il primo fine settimana di agosto, fra Ugento e marine, ribolle di eventi che mettono d’accordo tutti. A cominciare dai più piccoli, ai quali sabato 4 è dedicato lo spettacolo del clown Lacoste a Torre San Giovanni (in piazza del Porto, ore 21).

Festa per la Madonna della Pace – Da sabato e fino a domenica, a Lido Marini c’è invece la festa in onore della Madonna della Pace. Per il programma religioso, sabato 4 la messa è alle ore 20, mentre domenica la funzione è in mattinata alle 8 e poi alle 20, in piazza Tirolo. Dopo la messa della sera, domenica partirà la processione per le vie del paese, accompagnata dal concerto bandistico degli “Amici della musica” di Presicce. Il programma dei festeggiamenti civili, invece, è a base di musica: sabato c’è il concerto di Giada Capraro (alle 21), e domenica pizzica con i Nova Folk (alle 22, in foto).

Regata a Torre San Giovanni – Si va per mare nella mattinata di domenica 5 agosto con la regata velica pluriclasse organizzata a Torre San Giovanni dalla locale sezione della Lega Navale. Le imbarcazioni in gara disputeranno due prove, la partenza della prima è fissata per le ore 10,30. Le iscrizioni devono essere consegnate entro le ore 9 alla segreteria della Lega Navale (quota 10 euro per imbarcazioni con equipaggio singolo, 15 per quelle con equipaggio collettivo).

Sagra e musica d’autore – Per chi vuol assaggiare un piatto simbolo della cucina salentina l’appuntamento è per domenica 5 a Ugento: in piazza San Vincenzo, dalle ore 21, c’è la tradizionale Sagra dei “Ciciri e tria”, con lo show di Ronny e Sandra De Rose ad animare la serata e dalle 22 il concerto dei Tamburellisti di Torrepaduli. Nella stessa serata (dalle 21) ma a Torre San Giovanni, domenica Andrea Martina e Giuseppe Fiorante mettono in scena lo spettacolo musicale tratto dal libro “Il Mediterraneo di De Andrè”, in un nuovo appuntamento della rassegna letteraria “Estate d’autore”.

Gallipoli – Cinquanta partecipanti e un unico ricordo, quello di Gianpiero Licignano: si potrebbe sintetizzare così l’omonimo trofeo organizzato dal Circolo della vela Gallipoli che si terrà domani, domenica 29 luglio, alle 10,30 a Gallipoli con partenza dal Porticciolo San Giorgio.

“Gianpiero era un velista del circolo – spiega Federica Rima, istruttrice presso l’associazione – un appassionato della disciplina sportiva in maniera esemplare e per questo motivo è importante per gli organizzatori tenere vivo il suo ricordo”. Licignano, di Galatina, è scomparso a 17 anni in un incidente in moto nel 2011, ma ha lasciato un segno forte in chi lo conosceva: “Alla regata si possono iscrivere le imbarcazioni tipo derive – continua Rima – ovvero piccoli scafi condotti da giovani ragazzi, proprio come faceva Gianpiero. Il suo Laser ha partecipato a tutte le cinque edizioni, timonato dai suoi amici e colleghi velisti. Anche quest’anno sarà presente e sarà condotto da Ferdinando Castriota Scanderbeg”.

Gli iscritti provengono da Porto Cesareo, Santa Caterina di Nardò, Torre San Giovanni di Ugento; ad aspettarli non ci sarà una semplice regata. Il Circolo della vela – conclude Rima – così come l’Iiss Amerigo  Vespucci di Gallipoli che collabora all’organizzazione e con il supporto della famiglia Licignano, desidera ricordare Gianpiero e trasmettere ai giovani partecipanti il senso del sacrificio e la dedizione che egli aveva per questo sport affinché sia tutt’ora un esempio da seguire in barca e nella vita”.
M. C. 

Porto Cesareo – Torre San Giovanni (Ugento) – Nuovi controlli e nuovi sequestri negli stabilimenti balneari da parte della Guardia costiera di Gallipoli. A Torre San Giovanni (marina di Ugento) i militari del locale Ufficio marittimo hanno sequestrato diversi ombrelloni e sdraio che, all’interno di un lido, occupavano abusivamente circa 250 metri quadrati in più rispetto a quanto autorizzato. Il titolare dello stabilimento è stato denunciato e l’area illecitamente occupata liberata e restituita alla pubblica fruizione. A Porto Cesareo, invece, il sequestro ha riguardato ombrelloni e sdraio in località Scalo di Furno per un’area pari a circa 70 metri quadrato: in questo caso non è stato, però, possibile individuare il responsabile dell’abuso. L’operazione “Mare sicuro”, avviata lo scorso 16 giugno, proseguirà con altri controlli lungo la costa fino al prossimo 16 settembre; i sei sequestri realizzati finora hanno permesso di restituire alla collettività ben 1800 metri quadrati di spiaggia.

Ugento – Il programma degli appuntamenti estivi fra Ugento, Gemini e marine prosegue all’insegna di sagre, musica, danza, cultura e cabaret.
Mercoledì 18 luglio a Lido Marini si balla sotto le stelle (piazza Tirolo, ore 21), mentre a Gemini, fra il centro storico e palazzo Macrì, venerdì 20 (ore 21) nuova tappa del festival itinerante di musica, teatro e danza diretto dal coreografo Fredy Franzutti. A Torre San Giovanni, invece, dal 20 al 22 luglio al Lido Onda Marina (dalle ore 18) si gioca l’XI torneo internazionale “Città di Ugento”, a cura dell’ASD Ugento Beach Tennis.

Nel week end – A Torre Mozza sabato 21 (area eventi, ore 21) prima edizione della Festa country con i White Horse Country Band, e fra domenica e lunedì (lungomare Tiepolo, ore 21) torna la “Sagra ta turre”, per gustare piatti tipici ascoltando musica popolare (domenica con i Scianari, lunedì con gli Alla Bua).
A Torre San Giovanni, invece, domenica 22 prosegue la rassegna letteraria “Estate d’autore”, che vedrà ospite lo scrittore Federico Bonadonna con il libro “Hostia” (Corso Annibale, presso lo stand della libreria Antica Roma, ore 21,30).

Inizio settimana fra cabaret e musica – Ancora, martedì 24 a Torre Mozza (area eventi ore 21) c’è lo spettacolo di cabaret “I Sol… non danno la felicità”; il 25 a Lido Marini altro appuntamento con “Ballando sotto le stelle” (piazza Tiepolo, ore 21) e a Torre Mozza (area eventi, stessa ora) il concerto Rock Revolution – Rock d’Amore.

 

Ugento – Dopo aver approvato un calendario di eventi annuale (con appuntamenti già fissati fino all’estate 2019), l’amministrazione comunale prosegue nel lavoro finalizzato alla destagionalizzazione dei flussi turistici: è stato varato infatti il calendario dei mercatini artigianali e artistici serali, anche questo su base annuale, fino a giugno 2019. Per Ugento è la prima volta che accade: l’obiettivo è promuovere le tipicità locali e valorizzare centri storici e marine anche nei mesi invernali.

Le dichiarazioni dell’assessore Greco – “È un risultato importante, frutto dell’approvazione del nuovo documento strategico del commercio (approvato dal consiglio comunale in data 28 maggio 2018) che ha sostituito il vecchio piano commercio del 2006, e della collaborazione formalizzata a febbraio di quest’anno tra il Comune di Ugento e la sezione locale di Confartigianato imprese. A tal proposito ringrazio Luigi Carangelo, presidente del sodalizio che in collaborazione con l’associazione “Arteventinpiazza” della presidente Catherine Courbot ha coadiuvato l’assessorato competente nell’elaborazione del programma, che rappresenta una novità assoluta per la nostra città. Mai come quest’anno Ugento si candida fortemente a meta turistica anche per i mesi invernali”, afferma l’assessore all’Artigianato e al Commercio Graziano Greco.

Il calendario dei mercatini – I prossimi mercatini sono in programma per venerdì luglio 20 a Gemini (in piazza Regina Elena), e domenica 29 a Ugento (in piazza San Vincenzo) arte e artigianato creativo con il festival itinerante di musica. Per il mese di agosto, invece, venerdì 3 a Lido Marini (piazza Tirolo – lungomare Rubichi); sabato 4 a Torre San Giovanni (area eventi); mercoledì 8 a Ugento (via Messapica, all’interno del tour della “Notte della taranta”); martedì 14 a Lido Marini (piazza Tirolo – lungomare Rubichi); mercoledì 15 a Torre San Giovanni (area eventi); e ancora il 16 a Torre Mozza (lungomare Tiepolo, lato destro della torre); il 18 a Gemini (via Fontana, nell’ambito della VIII edizione del festival internazionale degli artisti di strada); il 24 sempre a Gemini (piazza Regina Elena, per il festival itinerante “Serata Jazz”); il 30 a Torre Mozza (lungomare Tiepolo, lato destro della torre); e il 31 a Lido Marini (piazza Tirolo – lungomare Rubichi).

Il calendario dei mercatini sarà inoltre affiancato dalle attività laboratoriali del progetto “Ostello diffuso Ugento”.

Pescoluse (Salve) – Stabilimenti balneari al setaccio, da parte della Guardia costiera, per la verifica del rispetto delle normative sulla sicurezza. Ben 18 sono le sanzioni amministrative elevate nelle ultime ore nei confronti di concessionari di stabilimenti e noleggiatori di attrezzature balneari lungo il basso litorale ionico, soprattutto in località Pescoluse (Comune di Salve). In particolare, i militari della Guardia costiera di Gallipoli ed i colleghi dell’Ufficio locale marittimo di Leuca, hanno riscontrato l’assenza del servizio di salvamento, ormai obbligatorio da due anni anche per chi effettua l’attività di noleggio. In altri casi sono stati riscontrate carenza nelle dotazioni di sicurezza.

Falesie e divieti Ad oltre mille euro ammonta, inoltre, il totale delle sanzioni elevate a diversi natanti da diporto per il mancato rispetto delle distanze di sicurezza previste nelle zone interdette alla navigazione per il rischio di crollo delle falesie (così come previsto da diverse ordinanze della Capitaneria di porto di Gallipoli).

A Torre San Giovanni (Marina di Ugento), infine, un pescatore sportivo è stato multato per aver raccolto oltre 400 ricci di mare a fronte dei soli 50 consentiti. Quanto raccolto è stato rigettato in mare (perchè ancora vitale) mentre l’attrezzatura di pesca è stata sequestrata.

 

Taviano – Sono quattro le prime condanne a carico dei componenti della banda ritenuta responsabile di numerosi colpi ai danni di abitazioni ed esercizi commerciali nelle zone di CasaranoTavianoRacale e Ugento e marine tra la fine del 2015 e i primi mesi del 2016. L’associazione venne sgominata dai carabinieri della Compagnia di Casarano insieme ai colleghi del Nucleo investigativo di Lecce all’alba dello scorso 21 febbraio con l’operazione “Alì Babà” che portò al coinvolgimento di numerose persone: nel totale dieci furono gli arrestati e nove gli indagati a piede libero. Per quanti  hanno scelto la strada del patteggiamento, il Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Lecce ha inflitto 3 anni e  quattro mesi ciascuno al 45enne Gianfranco Schito e al 47enne Fabio Nobile (ritenuti i capi del sodalizio criminale), al 27enne Zakaria Kadim ed al 22enne Nicholas Lezzi, tutti residenti a Taviano ritenuti, a vario titolo, responsabili dei reati di associazione a delinquere finalizzata ai furti, ricettazione ed estorsione. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, dopo aver commesso i furti la banda proponeva ai legittimi proprietari l’acquisto di quanto gli era stato sottratto con la cosiddetta tecnica del “cavallo di ritorno”.

Aradeo – Grande soddisfazione ad Aradeo e nel movimento rugbystico pugliese per la nomina di Fabio Manta quale tecnico della rappresentativa italiana di beach rugby femminile per l’Europeo di Mosca. Manta, presidente del Salento Rugby e allenatore della squadra femminile della stessa società, dal 2009 è responsabile del comitato Magna Grecia del Campionato italiano di Beach Rugby organizzato dalla Lega italiana. La rappresentativa italiana partirà, insieme ai colleghi uomini, il 3 agosto per Mosca con volo da Milano Malpensa.

La soddisfazione di Manta «Ce la metteremo tutta per bissare il successo maschile a Mosca del 2017. Non sarà semplice contro le squadre dell’Est Europa che stanno puntando molto sul beach rugby e sono in forte crescita. In questi paesi il rugby a XV non è sempre praticabile per via delle condizioni climatiche mentre gli impianti indoor consentono loro di giocare il beach tutto l’anno. Conto molto sulle mie ragazze che sono ormai veterane del beach rugby, giocato in Italia ad ottimi livelli».

A Torre San Giovanni la finale del Magna Grecia Il successo della palla ovale sulla spiaggia è in larga parte merito del trofeo Magna Grecia che, dopo le tappe di Otranto, San Cataldo, Barletta e Vieste, domenica 15 luglio vivrà il Master finale al Lido Onda Marina di Torre San Giovanni (Ugento).

 

Ugento – Spettacoli in tutte le salse (danza, concerti, teatro), commedie dialettali, sport, cultura e le immancabili sagre: questi alcuni degli ingredienti del fitto calendario di eventi in programma a Ugento, Gemini e marine per l’estate 2018.

Un calendario oltre l’estate – La programmazione, in realtà, si estende ben oltre i mesi estivi e copre l’arco di un intero anno, arrivando addirittura a giugno 2019, fatto singolare e quasi unico nel panorama delle iniziative comunali salentine. Così commenta Graziano Greco (foto), assessore allo sport, spettacolo e politiche giovanili: “È la prima volta che mettiamo a punto una programmazione annuale degli eventi, in passato coprivamo solo i tre mesi del periodo estivo. Quest’anno, invece, abbiamo lavorato nell’ottica della destagionalizzazione, per rendere attrattive Ugento, Gemini e le nostre marine anche al di là della stagione del mare. In questo progetto, importante è stata la sinergia con associazioni, pro loco e realtà locali, insieme alla convenzione con l’Associazione Italiana Alberghi della Gioventù e all’adesione di Ugento (già dallo scorso anno) al circuito dei Borghi autentici”.

Gli eventi fino al 15 luglio – Oltre agli appuntamenti della rassegna letteraria “Estate d’autore” a Torre San Giovanni (qui l’articolo), nella prima metà di luglio a Gemini (venerdì 6 e sabato 7, e poi il 13 e 14, alle ore 19) si passeggia fra “Menhir, storia, musica e ricordi” con una visita guidata che fa tappa nel centro storico e a Palazzo Ricordi, permettendo di scoprire frantoi ipogei, chiese, menhir e l’Arciprevitura, prima di ascoltare il concerto finale per pianoforte e voce.

Sabato 7 a Torre San Giovanni (sempre alle 19, zona Sani Sensi. Bis il 14, stessa ora, zona Bar Donato) si danno invece appuntamento i golosi per “Gelato in festa”, evento a cura dell’associazione commercianti. Domenica 8, alle ore 21, si può scegliere fra uno spettacolo di danza a Ugento (in Piazza San Vincenzo) e una serata all’insegna della pizzica con Ronny Show a Torre Mozza (Area eventi).

Si balla sotto le stelle mercoledì 11 a Lido Marini (Piazza Tirolo, ore 21), e venerdì 13 a Ugento (Piazza San Vincenzo, stessa ora) arrivano Rocco Nigro e Rachele Andreoli, in concerto per una delle tappe del festival itinerante di musica, teatro e danza diretto dal coreografo Fredy Franzutti. Ancora un concerto sabato 14 a Lido Marini (Piazza Tirolo, ore 21), dove sale sul palco Giada Capraro; mentre a Torre San Giovanni (Piazza del porto, stessa ora) per i più piccoli c’è lo spettacolo del clown Lacoste.

Sempre a Torre San Giovanni, sabato 14 e domenica 15 si giocano le finali del torneo di beach rugby “Magna Grecia”, e nella sola giornata di domenica nuoto in acque libere per la V edizione del “Trofeo Zeus” a cura della Lega Navale. In serata (ore 21), domenica 15 doppio appuntamento a Torre San Giovanni per la manifestazione di danza “Dance Music” (Area eventi), e a Torre Mozza (Area Eventi) con la commedia dialettale “Le corne de lu massaru”, portata in scena dall’associazione “La Vallonea”.

Torre San Giovanni (Marina di Ugento) – Nuovi abusi da parte dei gestori dei lidi malgrado i serrati controlli della Guardia costiera. A Torre San Giovanni, marina di Ugento, il titolare di uno stabilimento balneare aveva raddoppiato la lunghezza “fronte-mare” dell’area in concessione con l’occupazione di 46 ombrelloni e 92 lettini. I militari della Guardia costiera di Gallipoli e di Torre San Giovanni, appartenenti al Nucleo operativo di polizia ambientale della Direzione marittima di Bari, hanno sequestrato circa 500 metri quadrati di demanio pubblico abusivamente occupato, comprese le attrezzature presenti. Il titolare della struttura è stato deferito all’autorità giudiziaria e sanzionato, per un totale di 2.000 euro, per l’abuso e per lo svolgimento all’interno del lido dii attività non previste dalla concessione.

Torre San Giovanni (Marina di Ugento) – Il catamarano si ribalta e in quattro finiscono in acqua a circa un chilometro dalla costa. A soccorre l’equipaggio sono stati i militari della Guardia costiera di Gallipoli e di Torre San Giovanni allertati da una  telefonata. Il catamarano, dalla lunghezza di circa 5 metri, si è capovolto probabilmente a causa del forte vento di scirocco riportando ingenti danni all’albero. Nessuna conseguenza, per fortuna, per gli escursionisti, soccorsi e riportati a terra in sicurezza. I militari della Guardia costiera sono intervenuti con l’invio in zona del gommone dislocato nel porticciolo della marina ed anche con l’arrivo della motovedetta CP 767 già in pattugliamento in zona e della motovedetta CP 327 partita da Gallipoli.

I mezzi intervenuti hanno poi prestato assistenza anche ad un acquascooter con il motore in panna e due persone a bordo nei pressi dello stesso catamarano rovesciato. Anche in questo caso la Guardia costiera ha assicurato il rientro del mezzo e di quanti sono stati coinvolti nel porto di Torre San Giovanni.

Torre San Giovanni (Ugento) – Sarà ancora un’”Estate d’Autore” a Torre San Giovanni, con una rassegna di sei incontri letterari che animeranno con arte e cultura il lungomare di largo Guardia costiera. Si tratta della IV edizione della manifestazione, che nasce dalla cooperazione primaria tra l’assessorato alla Cultura del Comune di Ugento e la locale associazione sociale culturale onlus Granelli di sabbia e annovera le collaborazioni della Libreria “Antica Roma” di Taviano di Giovanni Coppola, della società cooperativa Gli Indisciplinati di Racale  nell’ambito delle iniziative previste dal progetto Sistema ambientale e culturale (Sac) Terra d’arte e di sole, del Sistema museale di Ugento e della compagnia “Témenos – Recinti reatrali”.

Gli appuntamenti, in programma tra luglio e agosto, daranno spazio ad autori affermati ed emergenti del panorama editoriale italiano, coniugando il piacere della lettura alla bontà della musica: è riconfermata, infatti, la presenza di due serata musicali. Si partirà domenica 8 luglio alle 21,30, con la presentazione del libro “Il patto dell’abate Nero” di Marcello Simoni: introdurrà la serata Chiara Congedi, presidente Consiglio Comunale, dialogherà con l’autore l’archeologo Vincenzo Ria; curerà le letture l’attore Marco Antonio Romano di Taviano.

Il 10 luglio, sempre alle 21,30, sarà la volta di Sara Rattaro col suo libro “Uomini che restano”: dialogheranno con l’autrice Liliana De Maria (psicologa) e la giornalista di piazzasalento Francesca Maruccia; letture a cura dell’attrice Liliana Putino. Il libro “Hostia” di Federico Bonadonna sarà presentato il 22 luglio alle 21,30: il dialogo con l’autore verrà affidato ad Angelo Donno di Taviano, sociologo e scrittore, mentre l’attrice Selenia Stoppa interpreterà gli estratti del testo. La prima delle due serata musicali andrà in scena alle 21,30 del 28 luglio: sarà curata dal coro “Maurizio Portone” con lo spettacolo “Canzoni del passato… che nostalgia”.

Il 5 agosto, nel medesimo orario, Andrea Martina dedicherà l’appuntamento alla figura di uno dei più grandi cantautori italiani, Fabrizio De Andrè, con il suo “Il linguaggio mediterraneo di De Andrè”. Chiuderà la rassegna la presentazione del testo “La verità del freddo” di Raffaella Fanelli: dialogheranno con l’autrice Graziano Greco, assessore comunale allo Spettacolo, e Roberto Tanisi, magistrato; l’attore Marco Antonio Romano curerà l’aspetto delle letture.

Torre San Giovanni di Ugento – Gran lavoro per la polizia ambientale anche nella giornata appena trascorsa. Nel loro mirino sono finiti 6.400 metri quadrati di proprietà privata adibita a parcheggi nonostante fosse in zona sottoposta a diversi vincoli di natura ambientale e paesaggistica. Ai titolari è stata elevata una multa che può arrivare ad un massimo di 150mila euro.

Usate anche in modo irregolare le alghe Posidonia L’operazione è scattata stamattina a cura dei militari della Guardia Costiera di Gallipoli appartenenti al Nucleo operativo di polizia ambientale della Direzione marittima di Bari, autorizzato ad eseguire le indagini da parte della Procura della Repubblica di Lecce. “Al termine di un attento iter investigativo, i militari hanno accertato che quella superficie – si legge nella nota della Capitaneria – era stata adibita a parcheggio di autovetture in un’area sottoposta a diversi vincoli le cui prescrizioni limitano le attività antropiche al fine di preservare la flora e la fauna locale. Ciononostante, la Società di gestione del parcheggio aveva introdotto in quell’area della posidonia, pianta acquatica endemica del Mar Mediterraneo, poi ricoperta da sabbia, senza ottemperare alle indicazioni contenute nelle linee guida per la gestione delle biomasse vegetali spiaggiate emanate dalla Regione
Puglia, che prevedono l’effettuazione di accertamenti analitici, tra cui prove microbiologiche, della posidonia prima di spostarla dal luogo del ritrovamento in altro sito”.

Il legale rappresentante della società di gestione del parcheggio nella marina ugentina è stato perciò deferito all’autorità giudiziaria per deturpamento di bellezze naturali, abbandono incontrollato di rifiuti, i quali venivano utilizzati ai fini del ripianamento dell’area di sosta, e per aver eseguito lavori su beni paesaggistici in difformità alle normative di settore.

Docce sequestrate ma regolarmente in funzione in un lido Nello svolgere le indagini, i militari della Guardia costiera hanno inoltre accertato che in uno stabilimento balneare situato nei pressi di quel parcheggio veniva consentito l’utilizzo di docce sequestrate pochi giorni fa. Il titolare dello stabilimento
balneare, nonché custode dei beni sottoposti a sequestro penale, è stato nuovamente
deferito all’autorità giudiziaria per violazione dei sigilli. Allo stesso soggetto è stato, infine,
notificato un processo verbale di accertamento e contestazione di infrazione amministrativa
di importo compreso tra 15.000 € e 150.000 € per aver realizzato opere in area Sito
di interesse comunitario, interessando il cordone dunale presente in quell’area, causando, con
la propria condotta, violazione a quanto previsto dalla Legge della Regione Puglia (la numero 3 del 2015), che disciplina le norme per la salvaguardia degli habitat costieri di interesse comunitario.

Taurisano Ugento – Arresto di un 33enne di Ugento ieri sera da parte di agenti del commissariato di Taurisano. L’arresto – durante le attività di controllo del territorio – è stato effettuato al termine di una perquisizione domiciliare del giovane ugentino , già noto alle forze di polizia perché ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Durante il controlo della sua abitazione, sono saltati fuori 70 grammi di eroina suddivisa in cinque parti di vario peso, un bilancino di precisione, una busta trasparente per le confezioni e la somma di circa 75 euro, presunto provento dello spaccio.

Sempre nel corso dell’operazione denominata “Legalità diffusa: ad oltranza”, le pattuglie del Reparto prevenzione crimine di Lecce, durante un posto di controllo, hanno fermato e controllato, in Torre San Giovanni di Ugento, un’autovettura, condotta da un 31enne di Ugento che è stato trovato in possesso di un coltello lungo 22 centimetri, di cui dieci di lama. L’uomo è stato denunciato per possesso ingiustificato di armi. Il coltello è stato sequestrato.

Con risultati giudicati in Questura a Lecce davvero “ottimi”, il commissariato di Taurisano conclude una settimana in cui nel territorio di competenza, sono stati controllati oltre 200 veicoli ed identificate 400 persone circa; con controlli amministrativi presso due bar, la cui documentazione è al vaglio della squadra amministrativa dei poliziotti di Taurisano.

San Gregorio (Patù) – È corsa contro il tempo per la riapertura della litoranea tra San Gregorio e Torre Vado (marina di Morciano di Leuca). Nei prossimi giorni è attesa l’apertura del cantiere per la sistemazione della strada chiusa da alcuni mesi. L’imput determinante è arrivato dalla Giunta comunale di Patù che ha chiesto di poter acquisire l’incarico per la progettazione e l’esecuzione dei lavori malgrado l’arteria in questione sia Provinciale. Dello scorso 18 giugno è la delibera di Giunta con la quale è stato approvato il progetto definitivo per i lavori di consolidamento del tratto della litoranea. La speranza di tutti, residenti, turisti e operatori commerciali, è che la strada possa essere riaperta quanto prima, garantendo i collegamenti turistici della zona, fondamentali soprattutto d’estate. Di 60 mila euro è lo stanziamento della Regione Puglia per l’opera. «Dopo aver ottenuto il benestare tecnico della Provincia, il parere favorevole della Soprintendenza, il nulla osta per il vincolo idrogeologico e quello dell’Autorità di bacino della Puglia per il vincolo “Pai”, abbiamo firmato la convenzione con la Provincia che ci ha delegato ufficialmente l’esecuzione dei lavori, il cantiere sarà operativo a partire dai prossimi giorni e per l’estate la litoranea verrà riaperta al traffico», afferma Gabriele Abaterusso, sindaco di Patù.

Il rischio idrogeologico Il problema è sorto in seguito all’esecuzione di un elettrodotto dell’Enel, dalla ex Filanto a Torre Vado, su richiesta dell’Autorità di bacino della Puglia. Gli esami diagnostici svolti, in un’area classificata ad “alta pericolosità geomorfologica” dal Piano di assetto idrogeologico, hanno infatti evidenziato la presenza di una cavità di “rilevanti dimensioni” posta proprio al di sotto della strada, a circa 50 centimetri dal piano di campagna e sino a 2,80 metri di profondità e per l’intera sede stradale. Ciò ha comportato, nel febbraio scorso, l’immediata chiusura con gli inevitabili disagi nella circolazione stradale.

Torre San Giovanni (Marina di Ugento) – Arriva l’estate ed il lido “s’allarga”: accade a Torre San Giovanni, marina di Ugento, dove la Guardia costiera di Gallipoli ha accertato un’occupazione abusiva per circa 120 metri quadrati da parte di uno stabilimento balneare. Oltre allo spazio che era stato autorizzato, il titolare della struttura ha aggiunto ombrelloni e sdraio anche sulla spiaggia libera, sottraendo spazio alla libera fruizione. Oltre a ciò, i militari hanno pure riscontrato la realizzazione abusiva, all’intero dell’area regolarmente concessa, di due tettoie in legno adibite a zona ombreggiante e di una pedana funzionale all’uso di due docce. Dopo aver sequestrato le opere abusive, i militari del Compartimento marittimo di Gallipoli, coordinati dal Nucleo operativo di Polizia ambientale della direzione marittima di bari, hanno deferito il titolare alla Procura della Repubblica.

Gallipoli – Trenitalia arriva nelle principali località turistiche e porta i suoi “Freccialink” anche a Gallipoli, Otranto, Torre San Giovanni (Marina di Ugento) e Santa Maria di Leuca. in un primo momento esclusa tra le proteste. La soluzione “treno+bus”, presentata in occasione del nuovo orario estivo della società di trasporti, permetterà dal 10 giugno al 16 settembre di raggiungere Gallipoli, Otranto e Torre San Giovanni. Lo stesso servizio collegherà anche Leuca alla rete ferroviaria a partire dal 30 giugno. L’importante novità, già sperimentata lo scorso anno a Gallipoli, coinvolge in Puglia anche Ostuni, Fasano, Monopoli e Polignano a Mare.

Le corse Per Gallipoli sono previste quattro corse per Lecce, il sabato e la domenica, in connessione con i Frecciargento da e per Roma mentre due sono le corse (sempre il finesettimana) per Torre San Giovanni, Otranto e (dal 30 giugno) Santa Maria di Leuca, sempre in connessione con i Frecciargento da e per Roma.

Le fermate I punti di fermata sono a Lecce in via Don Bosco angolo viale Quarta (nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria) , a Gallipoli di fronte la stazione delle ferrovie Sud-est, a Otranto in via Orte, nelle adiacenze del porto e a a Torre San Giovanni sulla Sp 91 in prossimità della strada che conduce ai villaggi turistici (corso Vittoria). Oltre ad informare che gli autobus sono “moderni e confortevoli”, il sito di Trenitalia informa anche che i bambini fino a quattro anni non ancora compiuti potranno viaggiare gratuitamente. I biglietti potranno essere acquistati sul sito internet di Trenitalia, presso le biglietterie di stazione, le agenzie di viaggio abilitate, i self service o chiamando il Call center. In ogni caso il servizio bus è acquistabile esclusivamente in abbinamento ad un treno in connessione, ovvero non si potrà soltanto partire da Lecce e raggiungere una delle località di mare o viceversa.

Gallipoli – Numerose, nelle ultime ore, le operazioni di salvataggio condotte dalla Guardia costiera di Gallipoli e di Otranto. Poco dopo la mezzanotte scorsa, da Porto Badisco, è giunta una segnalazione telefonica relativa ad una persona che, dopo essere uscita in mare con un kayak nel tardo pomeriggio, non aveva ancora fatto rientro a casa. Per quanto sia stato cercato via mare dalle motovedette partite della Guardia costiera partite dal porto di Otranto, il disperso è stato rintracciato da una pattuglia della Polizia, intorno all’una, sulla litoranea che da Otranto conduce a Punta Palascia. L’uomo ha riferito agli agenti di essersi capovolto al largo con la sua canoa e di essere riuscito a guadagnare a nuoto la riva. Sebbene provato dalla disavventura, non ha però inteso ricorrere alle cure dei sanitari.

Altra emergenza a Torre San Giovanni, marina di Ugento, dove due persone a bordo di un natante hanno richiesto soccorso per essersi incagliate in uno scoglio in prossimità dell’imboccatura del porto. In questo caso è partita una motovedetta da Gallipoli mentre dal porticciolo locale è arrivato l’aiuto di uno battello pneumatico. L’operazione di soccorso si è felicemente conclusa intorno alle 2.

Nella mattinata, intorno alle 7, altra richiesta d’aiuto da parte di un natante, con una persona a bordo, in avaria nello specchio d’acqua davanti Gallipoli. L’invio di una unità della Guardia costiera dal porto della città ha poi permesso di rimorchiare rapidamente il diportista verso la banchina.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...