Home Ugento Torre San Giovanni
Ultime notizie dal Comune di Torre San Giovanni

Un gruppo di figuranti durante i festeggiamenti dello scorso anno

Un gruppo di figuranti durante i festeggiamenti dello scorso anno

UGENTO. Con il Natale 2016 alle porte si fa sempre più serrata la macchina organizzativa della Pro loco Gemini – Torre San Giovanni – Torre Mozza Beach che come ogni anno è al lavoro per un calendario di eventi sempre ricco e sorprendente. Attenzione particolare sarà riservata alla solidarietà, dopo aver organizzato una raccolta di beni per le popolazioni colpite dal terremoto e aver partecipato all’iniziativa “Una stella per la speranza” della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Il primo appuntamento è per il 17 dicembre quando, analogamente a quanto fatto negli anni scorsi, alle 14,30 partirà il giro per donare dei panettoni agli anziani di Gemini. Oltre ai volontari della Pro loco, la carovana sarà particolarmente allegra e colorata grazie alla presenza dei bambini vestiti da elfi e da Babbo Natale, che accompagnerà ogni iniziativa di questo dicembre.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

tonnoUGENTO. Un esemplare dal peso di 50 chilogrammi di tonno rosso (thunnus thynnus), è stato sequestrato ieri sera dai militari della Guardia costiera dell’ufficio locale marittimo di Torre San Giovanni, marina di Ugento. Ad insospettire i militari sono stati i movimenti, “alquanto anomali” di un’imbarcazione da diporto. La Guardia costiera ha provveduto al controllo dell’imbarcazione non appena questa ha fatto rientro nel porticciolo, scoprendo la pesca illecita. La specie di tonno sequestrata è, infatti, protetta a livello comunitario ed internazionale e sottoposta da alcuni anni ad un piano di contingentamento delle catture proprio perché rara. Ai trasgressori è stata comminata una sanzione amministrativa di 4mila euro. Il prodotto ittico sequestrato, ritenuto idoneo al consumo da parte del personale veterinario intervenuto, è stato donato ad un’associazione volontaria della zona.

 

moria pesci ugentoUGENTO. Moria di pesci nei canali e nei bacini di bonifica di Torre San Giovanni: «È colpa dei troppi scarichi abusivi di liquami». Decine di cefali da diversi giorni galleggiano nelle acque delle zone umide del parco «Litorale di Ugento». «L’alta presenza di macronutrienti come fosforo e azoto – spiega il naturalista Roberto Gennaio – fa aumentare la presenza di alghe. Con la successiva putrefazione delle alghe, poi, l’ossigeno viene sottratto al sistema acquatico e in ambiente anossico, dalla decomposizione, si sviluppano gas come metano, ammoniaca e acido solfidrico, letali per l’ecosistema e la biodiversità». È proprio a causa di questo fenomeno (sommato alle temperature elevate e al basso livello di acqua) che si assiste alla moria dei pesci. Una delle cause scatenanti è rappresentata dagli scarichi abusivi: «Accade – spiega Gennaio – che nottetempo qualcuno si liberi dei liquami dei pozzi neri sversandoli nei canali e nei bacini.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Il porto della marina ugentina. Controlli di polizia municipale, pista ciclabi- le e decoro urbano tra le tematiche da affrontare assieme agli amministratori e le associazioni

Il porto della marina ugentina. Controlli di polizia municipale, pista ciclabile e decoro urbano tra le tematiche da affrontare assieme agli amministratori e le associazioni

UGENTO. «La programmazione deve iniziare ora e non a giugno». A chiederlo è il «Comitato per Torre San Giovanni», associazione attiva da vent’anni nella frazione di Ugento. «Il 13 ottobre – spiegano i soci, coordinati dal presidente Gigi Te Nuzzo – avevamo organizzato un incontro pubblico, invitando il sindaco Massimo Lecci, gli assessori Daniela Specolizzi e Alessio Meli, il presidente del consiglio comunale Chiara Congedi e il comandante della polizia municipale Cosimo Musio. In blocco hanno disertato l’invito, preferendo non presentarsi, rimanendo silenti, senza neanche una telefonata di cortesia. Un comportamento inaccettabile». Durante l’incontro, spiegano ancora dal comitato, si sarebbe dovuto discutere di alcune questioni da affrontare per tempo, per poter andare incontro nel migliore dei modi alla prossima stagione estiva. La presenza e i controlli della polizia municipale, la cartellonistica stradale, l’isola pedonale, la pista ciclabile, il decoro urbano, l’ufficio informazioni turistiche: queste le tematiche che si sarebbero dovute affrontare insieme agli amministratori.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

traffico san giovanniIN EVIDENZA. Circa tremila contravvenzioni nei mesi estivi nelle marine di Ugento su un totale di 3.500 multe per violazioni al Codice della strada elevate dall’inizio del 2016. Sono i numeri – ancora approssimativi e parziali – che riguardano Torre San Giovanni, Torre Mozza e Lido Marini. L’incasso (per il momento solo previsto, poiché non tutte le multe sono state ancora pagate o rendicontate) dovrebbe aggirarsi attorno ai 100mila euro. Una delle violazioni più contestate è il divieto di sosta. Diverse aree delle località marine sono soggette a questo tipo di divieto, ma in tanti, soprattutto nelle settimane di maggiore affluenza di turisti, non lo rispettano.
Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

porto-ugentoUGENTO. Il Comune avvia la procedura di revoca della concessione rilasciata all’associazione «Mare blu» per l’utilizzo di uno specchio d’acqua nel porto di Torre San Giovanni. Il settore Lavori pubblici ha invitato il legale rappresentante dell’associazione a presentare la documentazione che attesti la regolarizzazione delle difformità riscontrate dalla Capitaneria di porto di Gallipoli, che nelle scorse settimane ha effettuato un sopralluogo e ha apposto i sigilli a una piattaforma per disabili (foto). Il Comune lamenta la mancata messa in sicurezza della passerella, installata nel 2013, e l’assenza della piattaforma per il superamento delle barriere architettoniche e della pedana amovibile per il passaggio dalla strada alla banchina. Tutte opere, queste, previste nel progetto presentato dall’associazione. Se entro 10 giorni dalla notifica l’associazione non presenterà la documentazione attestante la regolarizzazione delle difformità, scatterà la revoca della concessione. Sulle vicende che, dall’inizio dell’estate (ma in realtà già da diversi anni) stanno interessando lo specchio d’acqua libero da concessioni permanenti, nei giorni scorsi è intervenuto il presidente della cooperativa di pescatori «Padre Pio», Vincenzo Bruno.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

TORRE MOZZA. Devastante incendio in queste ore nella marina di Torre Mozza. Per cause ancora da accertare, ma quasi certamente per colpa di piromani, le fiamme sono divampate all’interno del Parco naturale regionale “Litorale di Ugento”, nei pressi della serra di Rottacapozza favorite, poi, dal forte vento di tramontana che sta sferzando il Salento. Tutte le unità dei Vigili del fuoco disponibili sono all’opera da ore per cercare di domare un disastro che rischia di essere di considerevoli proporzioni, per fortuna lontano da zone abitate anche se, sparse nella campagna, non mancano le abitazioni. Le alte fiamme e le nuvole di fumo sono ben visibili tanto dalla litoranea che dalle marine di Torre San Giovanni, Torre Mozza, Lido Marini, Torre Pali e anche oltre. Purtroppo non è la prima volta che nella zona accadono simili incendi soliti ripetersi, sempre per le stesse cause, con cadenza annuale.

Lungomare Torre San Giovanni Estate 2015 - 4Torre San Giovanni di Ugento – Cade in un pozzetto della rete elettrica e rimane incastrata:  è capitato domenica mattina ad una turista luce che passeggiava su corso Versilia a Torre San Giovanni di Ugento. La griglia che avrebbe dovuto proteggere il pozzetto e chi ci passava di sopra, ha invece ceduto sotto i piedi di una ragazza italiana, che è  caduta in una buca profonda circa un metro, rimanendo incastrata. I suoi amici hanno chiamato i soccorsi; una volta tirata fuori, la giovane donna è stata trasportata all’ospedale “Sacro Cuore” di Gallipoli. Ferita lacerocontusa alla gamba, abrasione alla coscia, punti di sutura, profilassi antitetanica la diagnosi. A segnalare la situazione di pericolo sono alcuni cittadini allo “Sportello dei Diritti” che hanno inviato delle foto sul luogo dell’incidente.

Luigi Stamerra

a destra, Luigi Stamerra

UGENTO. Ingredienti di prima scelta a chilometro zero impastati dalle sapienti mani di un’ottantina di maestri pizzaioli giunti nel Salento da tutta Italia. È stato il trionfo del sapore e della genuinità. Sono più che soddisfatti gli ideatori della 3a edizione del Campionato nazionale di pizza italiana, svoltosi il 7 giugno, organizzato dall’App (Associazione pizzaioli professionisti) nei locali dell’azienda agricola “I contadini” dei fratelli Emanuele e Edoardo Trentin, sulla Felline-Torre San Giovanni, in territorio di Ugento. Sei le categorie di pizza in cui si sono cimentati i concorrenti: pizza classica, alternativa, pugliese, a metro, senza glutine e dessert. La giuria era composta da una decina tra giornalisti e food blogger. Durante la giornata si è tenuto anche un corso d’assaggio d’olio extravergine di oliva e analisi sensoriale sui distillati perché, come spiegano dall’App, “per amare la propria terra bisogna conoscerla fino in fondo e valorizzare le nostre eccellenti risorse”. Il testimonial dell’evento è stato Mingo, ex volto di “Striscia la notizia”. Tra le novità proposte durante il campionato, c’è stata la “pizza-friseddha”, ideata dal presidente dell’App, Luigi Stamerra (nella foto a destra con Lorenzo Benigno, vincitore categoria Pizza classica), una rivisitazione di uno dei piatti salentini più tipici, da non confondersi con bruschette o crostoni. Può essere servita come aperitivo, antipasto o pasto completo. Tra i prossimi appuntamenti ci sarà il Giubileo del pizzaiolo App: il 30 giugno il presidente Stamerra donerà a papa Francesco la casacca dell’associazione. Info: 392- 5336716.

rotatoria-torre-san-giovanniNovità positiva per gli automobilisti sulla litoranea a sud di Torre San Giovanni. L’accesso ai lidi verso i villaggi turistici (Astor Beach, Victor Village) è ora regolato da una comoda rotatoria che ha preso il posto dell’incrocio semaforizzato esistente finora e costantemente intasato. I lavori appaltati dal Comune di Ugento sono quasi terminati: mancano solo alcuni dettagli ma il rondò e già comodamente fruibile dagli automobilisti. Passando al Parco “Litorale di Ugento”, tra gli interventi più importanti per la riqualificazione dell’area rientra il recupero del bacino Suddenna e, lungo il litorale di Torre Mozza, del bacino Rottacapozza sud: i lavori per cinque milioni di euro sono già stati affidati. Il Piano comunale delle coste è stato redatto, invece, dall’ingegnere Claudia Piscitelli, che ha lavorato sotto la supervisione del professore Francesco Selicato. Il documento servirà a disciplinare gli interventi sulla costa, l’uso delle aree demaniali e le concessioni per gli stabilimenti balneari e favorire la salvaguardia dell’ambiente. È stato approvato dalla Giunta comunale a dicembre e si attende ora l’approvazione da parte del Consiglio, così come previsto dalla legge regionale in materia.

Torre-San-Giovanni-1TORRE SAN GIOVANNI. “Disabilità in movimento” è la manifestazione organizzata domenica 24 aprile, alle 17,30, nei pressi della Capitaneria di porto a Torre San Giovanni. L’invito a riflettere sulle condizioni dei disabili e sulle prospettive legislative in materia viene dai meetup di Casarano, Soleto, Alliste e Felline del Moviemnto 5 stelle. Tra gli organizzatori anche Alessandro e Sonia Napoli attivisti salentini per i diritti dei disabili. Fra gli interventi quello di Juan Guidi, attivista milanese e uno dei redattori della proposta di legge regionale sulla vita indipendente, e quello dell’avvocato Giuseppe Placentino presidente dell’associazione Difesa Salute e protagonista di una rubrica televisiva su Padre Pio tv. Presente anche il consigliere regionale Antonio Trevisi. L’evento sarà allietato dalla musica e dalle danze della scuola “La Perla dance” della Maestra Francesca Russo.

 

Torre MozzaUGENTO. Iniziano i lavori per la realizzazione della rete fognaria e per il potenziamento di quella idrica nelle marine di Ugento. La prima fase del progetto prevede il rafforzamento della conduttura idrica tra Lido Marini, Torre Mozza (nella foto) e Torre San Giovanni e la creazione di una riserva idrica. Le prossime fasi riguarderanno la realizzazione delle due reti a Torre Mozza, località Fontanelle e Torre San Giovanni, il potenziamento e l’adeguamento del depuratore di Ugento e la realizzazione di un sistema di “sub-urbane” nelle marine di Alliste e Ugento. Incluso nel progetto il collegamento della rete fognaria di Alliste e di Felline al depuratore di Ugento.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Lungomare Torre San Giovanni Estate 2015 - 4UGENTO. Alcuni titolari di attività commerciali di Torre San Giovanni, ubicate su corso Annibale nel tratto angolo via Gaboto-angolo via Malta, hanno scritto una lettera al Sindaco di Ugento, al comandante della polizia municipale, al consigliere delegato per le marine, al presidente del Consiglio comunale e a tutti i consiglieri, per evidenziare le difficoltà nate dal piano traffico e chiederne una modifica. Il tratto di strada su cui si affacciano i loro esercizi commerciali, infatti, è chiuso al traffico veicolare da sbarre metalliche per tutto il giorno e per tutto l’anno. Niente operazioni di carico e scarico delle merci neanche per gli alimenti (freschi e surgelati) che non possono rischiare contaminazioni, difficoltà per chi ha qualche problema di deambulazione.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

In visita ai bacini di Torre San Giovanni

In visita ai bacini di Torre San Giovanni

UGENTO. I bacini di Torre San Giovanni cambiano volto. Grazie a un finanziamento di quasi 5 milioni di euro ottenuto dal Comune di Ugento, saranno realizzati un parco acquatico didattico e una riserva naturalistica integrata.
Il parco acquatico sarà realizzato intorno al bacino Suddenna, che sarà rimodellato e ospiterà una terrazza galleggiante, un pontile e un nuovo parcheggio. L’area dunale sarà ricostituita e rinverdita, mentre l’argine sarà rafforzato per ridurre il pericolo di allagamenti. Inoltre saranno creati percorsi pedonali e ciclabili. Il bacino Rottacapozza, invece, diventerà una riserva naturale. L’utilizzo e l’accesso all’area saranno regolamentati, mentre i percorsi carrabili saranno eliminati e sostituiti da sentieri in calcestre. L’argine del bacino sarà rimodellato per permettere la sosta della fauna. I due interventi fanno parte del più ampio progetto uscito vincitore dal concorso di idee indetto dal Comune qualche tempo fa. Nell’idea progettuale complessiva sono previsti interventi per promuovere la mobilità lenta, attraverso la dismissione della litoranea, l’eliminazione di tutti i parcheggi a ridosso della costa e la creazione di percorsi pedonali e ciclabili. «Con il finanziamento attuale – spiega il sindaco Massimo Lecci – saranno realizzati solo gli interventi presso i bacini di Rottacapozza e Suddenna. Saranno vere e proprie opere di ingegneria naturalistica che daranno un nuovo volto alle aree interessate».

Sui contenuti del progetto interviene l’opposizione cittadina, che per venerdì 11 dicembre alle 19 ha organizzato un incontro informativo nella sala del “Caffè Singapore”, di fronte al municipio. I consiglieri sottolineano che oltre 3.300 cittadini hanno sottoscritto una petizione per dirsi contrari alla dismissione della litoranea. «Ora – affermano – Massimo Lecci e i suoi tornano con prepotenza alla carica, con le stesse scellerate idee. Hanno proposto e si sono fatti finanziare un presunto progetto di riqualificazione costiera che poco qualifica il nostro litorale. Anzi, mortifica e squalifica la costa, la sua bellezza e la nostra economia turistica, rendendo di fatto il mare e la spiaggia non più accessibili a tutti».

torre san giovanni ugento

torre san giovanni ugentoUGENTO. Nasce la Consulta della frazione di Torre San Giovanni. Il 26 novembre scorso sono state assegnate le cariche all’interno dell’organismo che, secondo il regolamento, dovrà favorire la partecipazione dei cittadini residenti nella località marina alla programmazione degli interventi dell’Amministrazione comunale. Presidente della Consulta, secondo quanto stabilito dal regolamento, è il consigliere con delega alla frazione Alessio Meli. Durante la riunione sono stati nominati il vicepresidente e il segretario, Emanuela De Donatis dell’associazione “Granelli di sabbia” e Gianluca Scarcia dell’associazione “Atletica Capo di Leuca”. Presente all’assemblea anche il presidente del “Comitato per Torre San Giovanni” Gigi Te Nuzzo. È stata rimandata alla prossima riunione la ratifica dei membri scelti dal comitato parrocchiale “Madonna dell’Aiuto” e dall’associazione “Benvenuti al Sud”.

Saranno compiti della Consulta valorizzare le specifiche istanze della frazione, promuovere momenti di incontro, confronto e discussione, esprimere pareri sui  regolamenti comunali e convenzioni riguardanti la frazione, sottoporre all’Amministrazione proposte di intervento e di miglioramento dei servizi, elaborare annualmente una relazione sulle necessità e obiettivi da raggiungere, proporre indicazioni sull’uso delle strutture comunali presenti nella frazione, organizzare petizioni popolari.

torre san giovanni lavori pavimentazioneTORRE SAN GIOVANNI. A Torre San Giovanni è tempo di bilanci. Terminata la stagione estiva, i residenti del quartiere più vecchio della frazione, quello attorno alla chiesa e alla piazza del porto, elencano le criticità affrontate nei mesi di maggiore presenza di turisti. Al primo posto ci sono i problemi relativi al traffico: i residenti chiedono che sia realizzata la zona a traffico limitata già progettata dall’Amministrazione comunale, e che l’intervento sia eseguito prima delle elezioni comunali del 2016.

«Come ogni anno – affermano – la zona intorno alla chiesa e vicino al porto ha subito maggiormente i disagi causati dal traffico. La zona a traffico limitato, che inizialmente era prevista nell’intero quartiere, è stata attuata solo su tre piccole traverse». E continuano spostando l’attenzione sulla sicurezza dei cittadini e sul rispetto delle regole:«Con le entrate dell’imposta di soggiorno il Comune dovrebbe acquistare il sistema di videosorveglianza già previsto per rilevare le infrazioni. Oggi, infatti, in molti si permettono di non rispettare i divieti e addirittura di spostare le transenne per transitare sulle strade chiuse al traffico».

Parte poi un forte richiamo ai commercianti: «Il nuovo lungomare è molto bello (foto), e per quello che è stato realizzato ringraziamo l’Amministrazione comunale. Peccato, però, che l’area venga maltrattata da alcuni commercianti e titolari di locali, che depositano i loro rifiuti in bella vista e sporcano la nuova pavimentazione. Ci vorrebbero più controlli». I residenti si chiedono anche perché il cantiere dell’area archeologica nei pressi del faro è ancora fermo. E concludono: «Non vogliamo attaccare l’Amministrazione comunale, ma con il nostro intervento vogliamo spronarla a un maggiore controllo su quello che accade nella marina durante l’estate».

Alessio meliUGENTO. «Un’idea valutata dall’Amministrazione comunale, ma che non è possibile realizzare». Il consigliere comunale con delega alla frazione di Torre San Giovanni, Alessio Meli (foto), risponde ai cittadini che avevano proposto il prolungamento di via Enrico Toti fino al Centro colonico per far defluire il traffico della marina.
«I piani di lottizzazione della zona – spiega Meli – prevedono un’espansione costruttiva e una viabilità di lottizzazione già approvate diversi anni fa. Per questo motivo, l’idea dei cittadini non può essere realizzata. È invece prevista la costruzione di una strada a quattro corsie che collegherà via Isole Tremiti e via Monte Pollino a corso Uxentum, in prossimità della rotatoria di ingresso alla marina. Il progetto prevede anche una strada a due corsie fra via Monte Pollino e la provinciale Felline-Torre San Giovanni, oltre che il collegamento di queste strade con il parcheggio di via Isole Tremiti». Inoltre, continua Meli, “possiamo dirci soddisfatti perché il nostro Comune è titolare dell’allargamento della sezione stradale di via Settembrini, strada di accesso al Centro colonico. Il 12 maggio, infatti, tra Comune e proprietà è stata stipulata una convenzione per la cessione dei diritti reali a titolo gratuito. All’argomento viabilità e traffico a Torre San Giovanni – sottolinea – si riserva la massima attenzione sin dal 2012, anno in cui si sono svolti i primi tavoli di confronto tra organo politico e organo tecnico”.

Sull’argomento interviene il consigliere di opposizione Angelo Minenna (Ugento nel cuore), che risponde o alle dichiarazioni del capogruppo di maggioranza Meli riportate nello scorso numero di Piazzasalento: «Mi risulta che il piano traffico sia stato adottato dalla Giunta, e non da un solo consigliere comunale con semplici funzioni di ufficiale di governo della frazione». Poi sottolinea: «Quelle poche volte che la Terza commissione ha discusso in generale sull’argomento lo ha fatto perché richiesto dalle opposizioni». Minenna annuncia anche di voler avviare una campagna di ascolto dei cittadini e degli operatori economici per comprendere le loro ragioni in merito alla gestione del traffico, e chiude: «Meli dovrebbe chiarirsi col suo sindaco circa la famosa lottizzazione del Centro colonico, visto che uno sostiene una cosa e l’altro agisce in direzione opposta».

lungomare Torre San GiovanniUGENTO. Una nuova strada e una rotatoria per collegare il centro abitato di Torre San Giovanni alla strada per Felline. L’idea è venuta a un gruppo di cittadini rappresentati da Giuliano Culiersi ed è stata presentata in Comune, accompagnata da oltre 200 firme, sul finire della scorsa estate. Ora si aspetta di sapere se la proposta è stata valutata da parte dell’Amministrazione. «La nostra idea – spiega Culiersi – è di prolungare via Enrico Toti verso nord, affinché intersechi con una rotatoria via Monte Everest e via Monte Pollino, entrambe attualmente senza uscita, per poi andare a finire vicino al “centro colonico”. In questo modo tutto il traffico della zona nord di Torre San Giovanni troverebbe una via di uscita che permetterebbe alle auto di evitare il centro della frazione e i blocchi che, invece, si creano attualmente. Con questa nuova strada, gli automobilisti potrebbero raggiungere la rotatoria dell’ingresso di Torre San Giovanni per proseguire verso Leuca o Ugento oppure andare verso Alliste, Felline, Racale, Melissano e verso la strada statale 274. Sarebbe molto più facile raggiungere il nuovo parcheggio comunale e il mercato settimanale».

Il gruppo di cittadini attende riscontri da parte del Comune: «È passato un anno da quando abbiamo inviato la nostra proposta, ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta ». Culiersi, a nome dei firmatari, si sofferma a parlare anche dello stato attuale dell’ex pallone tensostatico: «È rimasta in piedi solo la struttura in ferro. Perché non si rimuove? L’area potrebbe essere utile per altri scopi, si potrebbe realizzare una struttura sportiva proprio in uno dei tanti spazi del “centro colonico”».

traffico_torre_san_giovanni_5

Via Corsica intasata di auto

UGENTO. Il piano traffico di Torre San Giovanni al centro del dibattito politico dell’estate. Nei giorni di maggiore presenza e nelle ore di punta, all’ingresso della frazione e sulle strade circostanti non sono mancati disagi, soprattutto perché c’è un’unica strada per l’entrata e per l’uscita. Il consigliere di opposizione Angelo Minenna, del gruppo “Ugento nel cuore”, ha annunciato la volontà di presentare al Prefetto e al Sindaco un dossier sulle carenze del nuovo piano traffico e sulle possibili soluzioni. «Intanto – afferma – lanciamo una prima proposta risolutiva di questa problematica, indegna per una città e un territorio a vocazione turistica». L’idea è quella di portare il traffico in entrata solo su corso Uxentum e via Eroi del mare e quello in uscita sulle strade delle contrade Moccuso e Centro colonico. «In entrambi i casi – afferma Minenna – la marcia dovrà essere a senso unico».

Una proposta che, spiega il consigliere di maggioranza con delega alla frazione, Alessio Meli, «era già stata inserita nella proposta di piano traffico. Ma il corpo di polizia locale ha ritenuto di non adottarla, perché  per via Settembrini e via Eroi del mare si attende lo sblocco della lottizzazione del Centro colonico». Meli continua affermando che “l’attenzione è massima” e che “è in programma la realizzazione di un’arteria a quattro corsie che congiungerà corso Uxentum, subito dopo la rotatoria, con il parcheggio di via Isole Tremiti”. «C’è da dire – continua – che quando la vecchia Amministrazione adottò questa soluzione, il consigliere Minenna espresse le sue perplessità. Oggi noi contiamo di superare le criticità, ma è inutile che l’opposizione strumentalizzi la situazione, se poi nelle commissioni è assente». Meli riserva una battuta anche alla polizia municipale: «Tutto il lavoro che stiamo facendo rappresenta un’inversione di cultura. La polizia municipale, dunque, deve rivedere le proprie abitudini di controllo: se la nostra località turistica si candida ad avere un incremento di presenze, ci deve essere maggiore attenzione nell’organizzazione del controllo del territorio».

Madonna dell'Aiuto processione 1UGENTO. Un “mare” di appuntamenti per gli ultimi giorni di luglio e le prime due settimane di agosto a Ugento e marine. Giovedì 30 si inaugurerà la 13esima edizione della fiera “Poseidonia”, a Torre San Giovanni, a cura della Confartigianato. E sempre il 30 nel parco naturale è in programma una visita guidata notturna. Per tutto il mese di agosto, poi, a Torre Mozza la Pro loco Beach allestirà il mercatino dell’editoria sull’artigianato e l’arte locale. Domenica 2, a Torre San Giovanni, presentazione del libro “Fiato d’artista” di Paola Pitagora. Nella stessa serata ci sarà lo spettacolo “Epidemia dell’arte” a cura dell’associazione Cspt. Martedì 4, largo Sant’Antonio ospiterà un concerto di musica classica. Giovedì 6, in piazza San Vincenzo, ci sarà la 24esima edizione dell’eco-sagra “Ciciri e tria”. Nella stessa serata, a Torre San Giovanni, il giornalista Antonio Caprarica presenterà “Il romanzo di Londra”.

Venerdì 7 a Gemini si rinnoverà l’appuntamento con la sagra dell’Arciprevitura, giunta alla nona edizione, a cura dell’associazione culturale “Gemini”. Sabato 8 e domenica 9 agosto Torre San Giovanni onorerà la sua patrona, la Madonna dell’Aiuto (foto), con festeggiamenti religiosi e civili (tra cui la suggestiva processione a mare, nel pomeriggio di domenica). Nell’ambito dei festeggiamenti, la Pro loco di Ugento animerà le due serate con la presenza del ballerino di “Amici” Michele Barile (in collaborazione con l’associazione Oistros Salento), del cabarettista Ronny e del gruppo di pizzica “Nui Nisciunu”.
Dal 9 al 16 agosto, a Torre Mozza ci sarà una mostra fotografica a cura della Pro loco Beach». Martedì 11, a Torre San Giovanni, il magistrato Francesco Caringella presenterà il suo “Non sono un assassino”. Martedì 11, sempre a Torre San Giovanni, concerto de “I Calanti”. Il 12 e il 13 Torre Mozza ospiterà la decima edizione della sagra “Te cose nosce”, a cura dell’associazione “Gemini”.
Dall’11 al 13 agosto, infine, il lido “Playa del sol” di Torre Mozza ospiterà una tappa del “Vertical summer tour”, che porta sulle spiagge di tutta Italia sport, musica e divertimento.

ORTO DEI TURAT 4UGENTO. Come l’araba fenice che risorge dalle proprie ceneri, l’Orto dei Tu’rat di Ugento riparte con entusiasmo dopo l’incendio che, per la quarta volta in pochi anni, ha distrutto le strutture e la vegetazione. Dopo gli interventi di ripristino, l’associazione propone come ogni estate eventi culturali e musicali all’ombra delle grandi mezzelune di pietra (foto).
Sabato 25 luglio, dalle 21 all’alba, appuntamento con “Parole sante”, una notte di musica e poesia per la presentazione dell’antologia poetica edita da Kurumuny. Il 7 agosto alcuni sound system roots&dub salentini, insieme a “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, si sono mobilitati per  rimette in piedi un evento che mancava a cinque anni: “Conscious Island” con tanti protagonisti della musica reggae. Nel pomeriggio, inoltre, ci sarà spazio per momenti di arte e di confronto.
L’Orto dei Tu’rat si trova sulla Felline - Torre San Giovanni. Info: 3282260629.

UGENTO. Il consigliere Angelo Minenna “interroga” il sindaco Massimo Lecci e l’assessore al Personale Daniela Specolizzi sul problema dell’assenza dei vigili urbani stagionali, invitandoli a prendere una posizione netta contro le norme che ne impediscono l’assunzione. «Il 29 giugno – spiega Minenna – il responsabile del settore Affari generali ha approvato il verbale e la graduatoria di merito per la selezione a tempo determinato degli agenti di polizia locale per il periodo estivo in corso». L’approvazione, però, è arrivata nove giorni dopo l’entrata in vigore del decreto legge che vieta l’assunzione di nuovo personale di polizia locale (a meno che i Comuni non facciano ricorso ai dipendenti in esubero della polizia provinciale).

Il problema dell’assenza dei vigili urbani estivi si è già manifestato con l’aumentare delle presenze turistiche. e, in particolare, domenica 12 luglio. A Torre San Giovanni, nelle ore di punta si sono verificati numerosi disagi e rallentamenti in entrata e in uscita. «C’era soltanto un vigile urbano – afferma Minenna – e ci sono scarse indicazioni per la litoranea. L’imbottigliamento è stato causato dal fatto che gli ingressi e le uscite del centro abitato coincidono. Inoltre ci sono sensi unici di marcia incomprensibili, che creano dei veri e propri labirinti».

piazza-san-vincenzo 2UGENTO. Si entra nel vivo dell’estate con gli appuntamenti organizzati dalle associazioni di Ugento, Gemini e marine e dall’assessorato comunale allo spettacolo. Il 16 luglio nel centro storico la Pro loco ha presentato lo spettacolo “I colori della notte”. Fino a domenica nella zona dei lidi è in programma il torneo internazionale di beach tennis. Venerdì 17, alle 19.30, in piazza San Vincenzo sarà presentato il libro “Xylella report” della giornalista Maria Luisa Mastrogiovanni, a cura del comitato “Io conto”. Sempre venerdì, alle 21.30, sul lungomare di Torre San Giovanni, Pasquale Scalone presenta il suo libro “Verso le cose perse”, edito da Manni. Dialoga con l’autore Angelo Donno. Questo è il primo appuntamento della rassegna letteraria “Estate d’autore” organizzata dalla libreria “Antica Roma di Taviano che ha donato  “Il muretto letterario”, cinquanta libri,  che saranno esposti sul muretto che fiancheggia Corso Annibale a disposizione dei lettori.

Sabato 18 in piazza San Vincenzo, raduno motociclistico organizzato dalla Pro loco, mentre a Torre San Giovanni nella piazza del porto c’è il saggio di danza “Nel paese delle meraviglie”. Domenica 19, alle 11, la Lega navale presenta la terza edizione del “Trofeo Zeus”.
La nuova settimana inizia con lo spettacolo “Guitar e piano”: l’appuntamento è lunedì 20 alle 21 nella chiesa incompiuta di Gemini, a cura dell’associazione culturale “Gemini”. Stessa location martedì sera per il concerto di musica classica con il maestro Sergio Schiattone. Martedì 21, nella pineta comunale, alle 21 c’è lo spettacolo del Teatro pubblico pugliese, a cura dell’Ente Parco. Mercoledì 22 a Torre Mozza è invece in programma la commedia “Ci l’hai dire, tinnila crossa”, con l’associazione teatrale “Alitzai”. Giovedì 23 a Torre San Giovanni, incontro culturale con il giudice Maria Francesca Mariano. Dialoga con l’autrice il presidente della Corte d’Assise Roberto Tanisi. Sempre giovedì 23, a Torre Mozza, spettacolo musicale con Alex Dj. Nel fine settimana numerosi gli appuntamenti che si possono trovare sul sito del Comune di Ugento.

francesca mastroleo e davide donateoRACALE. Si festeggerà il 27 luglio, al lido Bora Bora di Torre San Giovanni, il matrimonio “etico e vegano” di Francesca Mastroleo, wedding planner (organizzatrice di matrimoni) di Racale, e Davide Donateo, imprenditore di Lecce. È uno dei primissimi matrimoni di questo tipo organizzati in tutta Italia. I vegani non mangiano pesce, carne, salumi, insaccati, formaggi, latte animale, uova, burro e miele. Di conseguenza, le pietanze del banchetto nuziale saranno preparate secondo questi dettami. La festa sarà animata da mangiafuoco, fachiri, danzatrici del ventre, mentre la musica e l’ambientazione richiameranno la contaminazione di culture ed etnie diverse.

«Noi – spiega la futura sposa – crediamo che il matrimonio sia la celebrazione di una nuova famiglia che nasce e di un amore che si consolida in un patto per la vita. Un evento talmente gioioso non può permettersi il sacrificio di altre creature viventi, deve discostarsi quanto più possibile dall’idea della sofferenza». All’evento collaborano Gibos catering, Casa della sposa Lecce, Dolcemente cake design, Fratelli Parisi luminarie, Birillo animazione, Luigi Scigliuzzo Photo, Silvia spose da sogno by I Santoro e Amira beauty’s castle estetica.
Per chi volesse altre informazioni c’è ovviamente anche un sito.

IMG-20150630-WA0004

Molo capitaneria di Gallipoli, arriva il cadavere rinvenuto questa mattina

UGENTO. Il corpo senza vita di una donna è stato recuperato questa mattina a circa 8 miglia dalla costa di Torre San Giovanni. Il ritrovamento, ad opera di una motovedetta della Capitaneria di Porto di Galllipoli, potrebbe segnare un tragico epilogo per il quarto giorno di ricerche di Giuseppina Liala Ponzo, la 59enne marchigiana scomparsa qualche giorno fa a Lido Marini. Al momento il corpo si trova nella camera mortuaria del Vito Fazzi di Lecce in attesa del riconoscimento ufficiale da parte dei familiari dell’avvocatessa, originaria di Presicce.

Voce al Direttore

by -
Sono trascorsi quattro anni da quando si sono avuti i primi sentori che qualcosa non andava per il verso giusto: gli ulivi erano malati,...