Home Notizie Ugento
Ultime notizie dal Comune di Ugento

by -
0 781

UGENTO. E’ partita ufficialmente la campagna abbonamenti della Asd Ugento per la stagione 2017/18. La squadra allenata da mister Mimmo Oliva sta continuando la preparazione per affrontare il campionato regionale di Promozione. E in vista dell’appuntamento con la storia, che vedrà i giallorossi calcare i manti erbosi della Promozione per la prima volta, la società presieduta da Massimo De Nuzzo di Ugento ha lanciato lo slogan “Lo vedrai” per sensibilizzare la sottoscrizione delle tessere che consentiranno ai supporters ugentini di incitare i propri beniamini dagli spalti del Comunale per tutta la stagione. “Puntiamo a raggiungere quota duecento abbonamenti che dimostrerebbe la vicinanza di tutti i sostenitori alla Società, che con tanti sacrifici ha raggiunto il traguardo storico della Promozione – spiega il presidente De Nuzzo -. Abbiamo allestito una ottimo organico e ci siamo prefissati l’obiettivo di lottare per restare in questa categoria e aumentare l’entusiasmo e la passione della piazza”. Questi i prezzi della campagna abbonamenti: abbonamento € 50 (previste 2 gare pro-Ugento con abbonamenti non validi); costo divisa da gara home ufficiale € 50; abbonamento e divisa ufficiale € 85.

GALLIPOLI. Brutto finale di una giornata in barca a vela per cinque persone, con la barca che si riempie piano piano di acqua (a causa del cattivo funzionamento di una delle due pompe) e il motore in avaria. Alle 19,30 gli occupanti dell’imbarcazione hanno lanciato il segnale di soccorso alla Guardia costiera di Gallipoli sul canale radio di emergenza e sono scattati subito le operazioni. Il natante di 17 metri è stato dapprima individuato vicino ad una marina di Ugento intorno alle 22. Una volta agganciato è stato rimorchiato nel porto di Gallipoli dove è giunto a mezzanotte, dove è stata tirata a secco per le riparazioni del caso presso una darsena del luogo. Per i cinque sfortunati velisti nessuna conseguenza, al di là dei momenti di paura davanti ad una gita diventata improvvisamente un fortissimo desiderio di mettere piede sulla terraferma.

Antonio D’Aprile

UGENTO. Si avvia a conclusione, con le ultime manifestazioni, il programma degli appuntamenti estivi organizzato dalle associazioni di Ugento, Gemini, Torre San Giovanni e Marine con il coordinamento dell’assessorato comunale allo Spettacolo. Domani, 22 agosto, e giovedì 24 a Lido Marini ci sarà il corso di pizzica sulla spiaggia, organizzato dalla Pro loco della marina. L’appuntamento è alle 18. Il pomeriggio di giovedì si concluderà con il concerto di Valentina Ricchiuto, sempre a cura della Pro loco.

Venerdì 25, in piazza Tirolo (Lido Marini), andrà in scena una commedia di Antonio D’Aprile. Sabato 26, invece, l’associazione “Granelli di sabbia” e la libreria “Antica Roma” di Taviano presenteranno l’incontro culturale con Kristen Wulf (in arte Tina Lupi) e con il suo ultimo romanzo. L’appuntamento, che rientra nella rassegna “Estate d’autore”, è sul lungomare di Torre San Giovanni alle 21.30. Sempre sabato 26, a Lido Marini si esibirà l’artista Giada Capraro in un concerto organizzato dalla pro loco. L’inizio è previsto per le 21. La giornata di domenica 27 sarà dedicata allo sport, con il campionato provinciale Fiv – Regata pluriclasse, derive e altura, quinta edizione della “Regata dei Messapi”. L’iniziativa è organizzata dalla Lega navale italiana di Torre San Giovanni.

GALLIPOLI. Sono 22 gli stabilimenti balneari sequestrati e 2.500 i metri quadri di costa restituiti alla fruizione libera della gente. In tutto il Salento. Il resoconto è della Guardia costiera di Gallipoli. Gli ultimi tre casi si sono verificati tra ieri e oggi, in località Padula bianca di Gallipoli (due) e Torre San Giovanni di Ugento.  In uno dei primi due casi nella marina che confina col litorale di Sannicola, il titolare di un lido si era arbitrariamente allargato annettendo 500  metri quadri senza alcun titolo; così 38 ombrelloni e 76 lettini sono finiti sotto sequestro e il titolare denunciato alla magistratura. Nella stessa zona, invece, un lido aperto e funzionante in un’area di 225 metri quadri, non aveva nessuna autorizzazione o concessione; anche qui sequestro di ombrelloni (15) e lettini (30) e denuncia all’autorità giudiziaria del “titolare”.

Un occupazione risultata abusiva infine è stata rilevata a Torre San Giovanni. Su 84 mq erano stati installati undici ombrelloni e dieci lettini. L’epilogo ha seguito le procedure degli altri due casi.

UGENTO. Evade dai domiciliari per picchiare l’ex moglie. In carcere è tornato il 38enne Massimo Congedi arrestato ieri sera dai carabinieri di Ugento per i reati di evasione e lesioni personali. I militari sono intervenuti in seguito alla chiamata inviata al 112 dalla donna che si è vista piombare in casa l’ex marito il quale le si è scaraventato addosso coprendola con calci e pugni, per giunta davanti ai figli minori. All’arrivo dei carabinieri il 38enne si era spostato salvo poi essere rintracciato poco dopo in prossimità dell’abitazione dove avrebbe dovuto rispettare l’obbligo degli arresti domiciliari. La misura cautelare gli era stata inflitta proprio in seguito ad altre simili condotte violente. La donna, visitata dal personale sanitario, ha subito escoriazioni ed ecchimosi in diverse parti del corpo.

TORRE SAN GIOVANNI. Sesta edizione della festa del pesce su corso Annibale a Torre San Giovanni. La manifestazione è organizzata nella marina di Ugento nelle serate di giovedì 17 e venerdì 18 agosto. Ad organizzare la due giorni è la Pro loco Ugento e marine con il patrocinio del Comune di Ugento in collaborazione con la pescheria Maggio. Quest’anno il ricavato della manifestazione sarà utilizzato per l’acquisto di equipaggiamenti antincendio da donare alla protezione civile.

by -
0 1659

LIDO MARINI. A chiedere in giro cosa è cambiato, la risposta è solita: “niente”. A Lido Marini gli anni passano, “ma tutto rimane uguale” fanno sapere residente e villeggianti. Stando ai racconti di chi vive la “cenerentola” tra le spiagge di Ugento e Salve (i due comuni che si dividono il territorio) c’è chi la vede sempre “meta perfetta” per chi vuole solo mare e relax e chi invece non si accontenta. Di certo negli ultimi anni ha avuto un netto incremento di turisti, grazie a strutture ricettive, alberghi e villaggi nati di recente e che continuano ad ampliarsi. Sulle spiagge ci sono diversi lidi attrezzati e sono presenti nuovi esercizi commerciali: l’economia gira, si direbbe. A ciò, però, non è seguito quel salto di qualità che un po’ tutti si aspettavano e può capitare di “sentirsi abbandonati”. Altro problema costante quello dei parcheggi (spesso “selvaggi”) che rendono difficile la circolazione, in molte strade (in alcuni tratti anche poco asfaltate) ma anche l’illuminazione è carente, una parte del lungomare (afferente a Salve) non è asfaltato e non è raro trovare rifiuti in bella vista per le strade. Per completare con i nei, anche le colonnine per il bike sharing sono abbandonate. «La Guardia medica è aperta solo dalle 14 alle 18 e nei prossimi giorni – lamenta un villeggiante –  torneranno a funzionare i parcheggi a pagamento, un modo semplice per far cassa, senza portare servizi».

La Pro loco continua instancabile il suo lavoro nel creare un cartellone estivo e farsi da intermediario tra villeggianti e istituzioni, ma gli sforzi sono tanti rispetto ai risultati ottenuti. «Purtroppo devo ammettere – commenta il presidente Gino Ratano – che non c’è molta collaborazione con i commercianti, soltanto pochi hanno risposto al mio appello per animare la marina. Per il resto posso dire che quest’anno in piazza Tirolo si è migliorata l’illuminazione e a differenza del passato non ci sono grandi problemi con i rifiuti. Il Comune di Ugento ha, inoltre, realizzato un’isola ecologica ma sono i villeggianti che si comportano da maleducati lasciando i sacchetti dove non dovrebbero». E chi sporca, spesso, rimane impunito.

by -
0 236

UGENTO. Falda idrica da monitorare e un Piano straordinario di monitoraggio per Burgesi. Questi gli ultimi interventi adottati dalla Regione Puglia per la ricerca di eventuali contaminazioni delle risorse idriche. Per Burgesi la Regione ha varato un corposo intervento da un milione di euro (da finanziare da parte del Ministero dell’Ambiente) per la verifica dell’integrità della barriera di confinamento della discarica nel territorio ugentino e per la verifica dell’eventuale presenza di fusti tombati. Su questo fronte la Asl lavorerà con l’Arpa Puglia e l’istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata. L’intervento va ad affiancarsi al progetto “Minore” con il quale la stessa Regione ha dato il via libera al monitoraggio della falda idrica nell’intero Salento leccese. In questo caso sarà possibile raccogliere, analizzare e studiare un campione significativo degli oltre 13mila pozzi autorizzati (ma altrettanti si stimano gli abusivi) che pescano in falda. Al progetto “Monitoraggi idrici non obbligatori a livello regionale” hanno aderito tutti i sindaci salentini.

Tra gli obiettivi del progetto è previsto l’incremento del numero dei fitofarmaci analizzati nelle acque, includendo anche il glifosate (erbicida ampiamente utilizzato in agricoltura) mentre in un numero significativo di pozzi situati in allevamenti o aziende agricole si controllerà la qualità delle acque destinate ad irrigazione o abbeveraggio attraverso l’analisi di parametri chimici ulteriori rispetto a quelli attualmente monitorati. Fondamentale anche la campagna di formazione “L’acqua è vita in salute” che coinvolgerà le scuole sull’uso corretto delle risorse idriche. Dai risultati delle analisi si potranno eventualmente valutare le modifiche normative finalizzate ad aumentare i controlli necessari per il rinnovo delle autorizzazioni dei pozzi privati: non è esclusa neppure una moratoria sull’autorizzazione di nuovi pozzi al fine rallentare il processo di inarrestabile salinizzazione della falda salentina.

UGENTO. Sesto appuntamento nel segno dello sport venerdì 11 agosto alle 21,30 per “Estate d’autore”, la rassegna letteraria giunta alla sua terza edizione, organizzata dall’Associazione “Granelli di Sabbia” di Ugento insieme con la Libreria “Antica Roma” di Taviano con il Patrocinio del Comune di Ugento, in collaborazione con il Sistema Museale di Ugento e la compagnia “Témenos – Recinti Teatrali”.  Sul lungomare di Torre San Giovanni si aprlerà di letteratura e dei grandi protagonisti che hanno fatto la storia del calcio assieme a Sergio Brio e Luigia Casertano, con la presentazione del libro “Sergio Brio, l’ultimo stopper”, edito da Graus Editore. Il lavoro scritto a quattro mani racconta i 16 anni di calcio del campione – dai primi passi nel Lecce fino all’approdo nella Juventus – vissuti con entusiasmo e umiltà, tra ricordi personali e spirito di squadra. Dialogheranno con l’autore, l’Assessore allo Sport del Comune di Ugento, Graziano Greco, e il giornalista Marco Centanni.

Gli incontri proseguono sabato 26 agosto, sempre alle ore 21.30, con Kirsten Wulf, in arte Nina Lupi, scrittrice tedesca, amante e profonda conoscitrice della Puglia, che presenterà in anteprima il suo ultimo libro “è cominciato tutto per caso”. Dialogheranno con l’autrice Elena Ilaria Congedi e Giorgia Lubello.

Incontri, seminari, preghiere, riflessioni e musica, ma anche tanto cammino per ritrovare la propria spiritualità. Sono questi i tratti salienti del programma della «#Carta di Leuca.1» presentato ieri mattina in prefettura a Lecce. Quattro giorni dedicati a un evento di portata internazionale che vedranno confluire nel Sud Salento 200 giovani dai paesi del Mediterraneo, pronti a ripartire verso le proprie terre d’ordine con una carta d’intenti da consegnare ai rispettivi governi.

Al tavolo della conferenza c’erano il prefetto Claudio Palomba, il vescovo di Ugento monsignor Vito Angiuli, l’assessore regionale all’industria turistica Loredana Capone, il direttore della Fondazione “Notte della Taranta”, Massimo Manera, il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, il sindaco di Alessano, Francesca Torsello, e il responsabile per la Pastorale del turismo, don Gionatan De Marco.

Nel corso dell’evento (realizzato dalla Fondazione “Parco culturale ecclesiale Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, in collaborazione con Regione, Fondazione Migrantes, Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei, Comunità di Sant’Egidio, Focsiv, Caritas italiana, Csi, Fondazione “Notte della Taranta” e Arci Lecce) saranno aperte quattro tende della convivialità a Specchia, Andrano, San Gregorio e Tricase Porto, ci saranno incontri con personaggi di spicco della cultura europea come il cardinale albanese Ernest Simoni, il direttore del Dipartimento di filosofia dell’Università di Bologna, Franco Farinelli, il presidente Goel Vincenzo Linorello, e Federico Massimo Ceschin, segretario generale dei “Cammini d’Europa”.

Il 10 agosto concerti degli “Stars for peace” e dei “Trio soul”, il 12 concerto di Linda (tutti a Leuca) e il 13 festival della «Notte della Taranta» ad Alessano, prima di partire dalla tomba di don Tonino Bello e dirigersi verso la basilica di Leuca, dove all’alba del 14 ci sarà la firma della Carta.

arinTORRE SAN GIOVANNI. Proseguono anche nel mese di agosto gli incontri con autori affermati ed emergenti del panorama editoriale italiano, nell’ambito della terza edizione di “Estate d’Autore”, la rassegna letteraria organizzata dall’associazione “Granelli di Sabbia” di Ugento insieme con la libreria “Antica Roma” di Taviano, e realizzata con il Patrocinio del Comune di Ugento, in collaborazione con il Sistema Museale di Ugento e la compagnia “Témenos – Recinti Teatrali”. Ospite di venerdì 4 agosto, alle 21,30 in Largo Guardia Costiera sul lungomare di Torre San Giovanni, sarà Francesco Caringella, il quale presenterà il libro “La corruzione spuzza”, edito da Mondadori. L’ultimo lavoro, scritto a quattro mani con Raffaele Cantone, è un’analisi del fenomeno della corruzione narrato da due magistrati penali impegnati per più di vent’anni nella lotta alla malattia del Terzo Millennio, e ancora attivamente presenti grazie a posizioni strategiche in favore della vigilanza e della correttezza degli atti e dei comportamenti delle pubbliche amministrazioni.

Caringella torna a “Estate d’Autore” per la terza volta, dopo aver partecipato come autore del thriller Non sono un assassino nel 2015 e ancora nel 2016 con un altro romanzo ad alta tensione, Dieci minuti per uccidere, all’interno del progetto sulla legalità con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Dialogheranno con l’autore il Sindaco di Ugento, Massimo Lecci, il magistrato Roberto tanisi, presidente della Corte d’Appello di Lecce, e l’avvocato Biagio Palamà. Concluderà l’incontro Salvatore Cosentino, magistrato. Le letture sono a cura di Marco Antonio Romano della compagnia “Témenos – Recinti Teatrali”.

Gli appuntamenti con la cultura proseguono venerdì 11 agosto, alle 21,30 con Sergio Brio e Luigia Casertano, i quali presenteranno il loro libro “L’ultimo Stopper” – Graus Editore. Dai primi passi nel Lecce fino all’approdo nella Juventus, Sergio Brio racconta i suoi 16 anni di calcio, tra ricordi personali e spirito di squadra. Dialogherà con l’autore l’assessore allo Sport del Comune di Ugento, Graziano Greco, e il giornalista Marco Centanni. Sabato 26 agosto, sempre alle 21,30, Kirsten Wulf, in arte Nina Lupi, scrittrice tedesca, amante e profonda conoscitrice della Puglia, presenterà in anteprima il suo ultimo libro “è cominciato tutto per caso”. Dialogheranno con l’autrice Elena Ilaria Congedi e Giorgia Lubello.

UGENTO. Porto Cesareo, Torre Lapillo; poi, a sud di Gallipoli ma sempre sullo Jonio, Torre San Giovanni di Ugento: stroncati alcuni tentativi di “lidi abusivi” con sequestro di ombrelloni, lettini e materiali vari installati su arenili senza alcuna autorizzazione. Questo il bilancio dell’ultima operazione di controllo del demanio marittimo da parte di militari della Capitaneria di porto di Gallipoli.
Sul versante Nord della costa salentina, i militari di Porto Cesareo hanno sequestrato attrezzature balneari abusivamente installate su tratti di spiaggia libera a Torre Lapillo nel Comune di Porto Cesareo. Ad intervenire nella tarda serata di ieri sono stati i militari dell’Ufficio locale di Torre Cesarea della Capitaneria insieme ai vigili della Polizia municipale di Porto Cesareo. Le attrezzature erano state preparate per essere utilizzate il giorno successivo e vicino a due lidi autorizzati. Nel corso degli stessi controlli in una spiaggia adiacente la struttura ricettiva “The Whaikiki Beach”, i militari hanno rinvenuto 5 ombrelloni piantati nella sabbia, 11 porta ombrelloni e 22 lettini; è stato individuato il responsabile dell’occupazione abusiva ed è stato deferito all’Autorità giudiziaria mentre il materiale rinvenuto è stato, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura di Lecce, posto sotto sequestro preventivo.
In una analoga iniziativa dell’Ufficio locale marittimo di Torre San Giovanni d’Ugento hanno individuato e poi posto sotto sequestro 32 sedie, 10 tavolini e 2 ombrelloni disposti dal titolare di una pescheria locale su un’area demaniale marittima di circa 90 mq. L’autore di questa occupazione abusiva di spiaggia pubblica è stato denunciato  all’Autorità giudiziaria” in quanto privo di qualsivoglia titolo autorizzativo”. Nella stessa località gli uomini della Capitaneria hanno sequestrato un “corridoio di lancio” per attività sportive  installato abusivamente da parte dei titolari di uno stabilimento della zona.

by -
0 501

Alliste – Continuano i roghi appiccati da ignoti nelle campagne intorno ad Alliste, Racale, Taviano, Melissano e Ugento e continuano le segnalazioni ad amministratori locali e alla Procura della Repubblica. “Certe sere non possiamo nemmeno aprire le finestre”, raccontano alcuni, mentre altri mettono l’accento sui cattivi odori che fanno sospettare che si bruci di tutto, dalle plastiche usate in agricoltura dai tanti cumuli di rifiuti scaricati abusivamente ai bordi delle stradine di campagna. “Magari si parte dalle sterpaglie o dai residui della mietitura – spiega Carlo Ciriolo, uno dei promotori del comitato spontaneo che ha raccolto oltre 300 firme – poi le fiamme però divorano tutto ciò che trovano sul loro cammino, copertoni, mobili con le loro vernici, materiali di risulta che magari non si sa dove consegnare…”. Ed anche due serre distrutte dal fuoco, tra l’altro. Più attenzione da parte degli amministratori comunali vorrebbero quelli del comitato, più informazione anche, sperando che le videocamere diano la possibilità di sanzionare questi pericolosi inquinatori. “In queste zone peraltro – conclude Ciriolo, manifestando un’ultima grave paura – cui sono due discariche dismesse e mai bonificate. Viviamo nel terrore che il fuoco spunti anche lì”.

by -
0 726

Mimmo Oliva

UGENTO. L’Ugento di mister Oliva (foto) continua a cambiare look. Agli arrivi di Stefano Pasca (Neviano), Andrea Tarsilla (Supersano), Danilo Luperto (Taranto), Giacinto Gigante (Lecce) e Osvaldo Chiffi (Taranto), si giorni si sono aggiunti i nomi di Davide Damiano (Muro Leccese), Umberto Solidoro (Gallipoli), Antonio Rizzello (Taurisano) e Alberto D’Amico (Tricase). La campagna di rafforzamento della società ugentina prosegue a vele spiegate con rotta verso la Promozione. Mimmo Oliva si è detto soddisfatto delle operazioni di mercato portate a compimento dal sodalizio giallorosso: “La società sta allestendo una rosa giovane con giocatori provenienti da categorie maggiori. Sono felice di lavorare con un  gruppo di persone serie e competenti che sta portando entusiasmo ad una piazza che si appresta a vivere il primo anno di Promozione della sua storia. Luperto è un centrocampista classe ‘96 che viene dal Casarano, mentre Chiffi è un attaccante del ’91 proveniente dal Gallipoli che farà coppia in attacco con l’ex Tricase D’Amico. Anche Gigante viene dal Casarano come Luperto e rappresenta un ottimo innesto per la difesa. Punteremo a salvarci il prima possibile e far divertire i nostri tifosi”, conclude il tecnico.

LIDO MARINI. In fiamme una friggitoria a Lido Marini. La notte scorsa un incendio ha distrutto la “Pescheria friggitoria da Claudio”, di proprietà di Claudio Tamborrini. Il locale sorge su via Kennedy, parallela della strada principale della marina. L’incendio è scoppiato intorno alle 2 e ha distrutto la parte anteriore del locale e tutto ciò che conteneva: tavoli, sedie, espositori. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Ugento, che hanno spento l’incendio e messo in sicurezza la struttura. È stato necessario evacuare due abitazioni: una al primo piano dello stabile che ospita la friggitoria, l’altra nell’edificio accanto. Fortunatamente non c’è stata nessuna conseguenza per gli occupanti, che sono stati comunque visitati dagli operatori del 118. Il luogo dell’incendio è stato raggiunto dai carabinieri della stazione di Ugento e della Compagnia di Casarano, che insieme ai vigili del fuoco hanno avviato tutti gli accertamenti necessari a stabilire le cause del rogo. Si presume che le fiamme abbiano avuto origine dolosa. Solo pochi giorni fa, sempre a Lido Marini, qualcuno aveva incendiato la vecchia Fiat Panda che i proprietari del locale utilizzavano per pubblicizzare l’attività.

by -
0 406

UGENTO. Mare cristallino e paradisiache coste sabbiose sono il fiore all’occhiello del Salento, ma spesso la realtà è ben diversa. Nasce così la segnalazione di un lettore, preoccupato dal desolante paesaggio trovato a Torre Mozza, marina di Ugento. Se non bastassero le alghe presenti in questi giorni sulla costa a preoccupare i bagnanti, ad arrecare grandi difficoltà ci pensano anche le barriere architettoniche. Stradine sconnesse, buche, dislivelli, passerelle pericolose e malmesse e carrozzine che inceppano. Succede così che la passerella che dovrebbe permettere ad anziani e portatori di handicap di accedere liberamente alla spiaggia si interrompa bruscamente, rendendo la passeggiata vicino al mare un pericoloso percorso ad ostacoli.

Una serra incendiata

Non bastano i fuochi in città che punteggiano certe notti con auto incendiate, segnali inquietanti di cosa cova sotto qualche mucchio di cenere, ma in questo periodo anche roghi in campagna, secondo un calendario che vede le serre “spogliarsi” di teli e teloni di plastica da smaltire. Appunto, appiccando fuoco. Dalle campagne di Nardò-Copertino a quelle di Taviano, Racale, Alliste, Melissano e Ugento, passando per la zona industriale di Casarano ed i campi circostanti, montano le proteste e preoccupati interrogativi: “Soprattutto a tarda serata non si respira per la puzza”, è il coro che si registra da quei paesi. I sospetti maggiori cadono sulle plastiche impiegate in agricoltura. Ma c’è chi azzarda anche altro: “Temo che, nell’occasione, qualcuno approfitti per smaltire anche altri rifiuti…”.
Si moltiplicano perciò appelli e chiamate alle forze dell’ordine ed  agli amministratori locali, affinchè si intensifichino controlli e sopralluoghi. Ad Alliste l’associazione “Band di Babbio Nayale”, notoriamente impegnata a fianco dei piccoli di Oncologia pediatrica del “Vito Fazzi” di Lecce, è andata più in là: esposto denuncia inviato alla Procura della Repubblica di Lecce con oltre trecento firme. “Da oltre due mesi – vi si legge  nella missiva a firma del presidente Giorgio Adamo – nel territorio di Alliste e dei paesi vicini (compresa la zona delle marine) la popolazione avverte esalazioni continue e ripetute, acri e nauseabonde probabilmente originate da fuochi con materiali plastici o simili, concentrate in prevalenza nelle ore notturne”. Per contrastare questi “pericoli per la salute pubblica” Adamo offre la collaborazione dell’associazione, che è presente in numerosi centri della zona.

UGENTO. Il 22 luglio scorso le associazioni e i comitati di Ugento, Gemini, Acquarica, Taurisano (ProLoco Beach di Gemini, ProLoco di Acquarica, C.I.A.T.D.M. sezione di Acquarica del Capo, ProLoco di Taurisano, AttivaMente di Ugento, Comitato Burgesi 2017, Associazione culturale Gemini, Associazione ProLoco Ugento e Marine e Comitato per Torre San Giovanni, hanno inviato una lettera al Presidente della Regione Puglia chiedendo attenzione per la vicenda della discarica Burgesi. Nello specifico è stato chiesto di poter partecipare ai prossimi tavoli tecnici sulla questione Burgesi. Le scorse settimane, infatti, con una nota indirizzata alla Regione e ad altri enti preposti, era stata chiesta la convocazione di un tavolo di “crisi ambientale”, per il quale non sono pervenute risposte.

«Quello che ci fa più paura è il modo eccessivamente pacato con cui le istituzioni stanno affrontando il problema, sapendo che qualcuno asserisce che nella discarica potrebbero esserci 600 bidoni di materiale altamente tossico- scrivono – ma a distanza di anni si continua ancora con le altalene dei monitoraggi, tra dichiarazioni e smentite sui risultati delle analisi: un giorno preoccupanti e l’altro rassicuranti». In questi giorni, sottolineano le associazioni, sono stati avvertiti i fastidiosi miasmi della discarica, un fatto già riscontrato anche dalle analisi dell’aria richieste dal Comune di Acquarica del Capo tra il 16.06.2015 e il 14.01.2016, in cui Arpa Puglia ha evidenziato, per quanto riguarda l’acido solfidrico (Relazione tecnica n.3/2015) 189 valori orari e 5 valori medi giornalieri superiori al valore di soglia olfattiva di 7 ug/m3.

Nel messaggio si chiede attenzione non solo per la Burgesi ma per qualsiasi situazione che comprometta il patrimonio naturale, anche con riferimento alla zona di S. Foca, dove si stanno vivendo tensioni profonde relative alla vicenda No Tap. «Sappiamo bene le difficoltà esistenti nel dover bonificare la Burgesi o altri siti inquinati, ma non possiamo risolvere i problemi fino a quando cittadini e politica operano in modo separato». Le rivelazioni di pentiti come Carmine Schiavone e Gianluigi Rosafio, hanno messo in rilievo come i il business dei rifiuti è avvenuto anche attraverso coperture politiche per questo motivo i cittadini chiedono trasparenza e confronto con le istituzioni. «Se entro dieci giorni non avremo una risposta o non avremo in seguito atti concreti per la risoluzione del problema- concludono le associazioni – saremo costretti ad attuare, nel rispetto delle leggi, iniziative più incisive di protesta».

La banda musicale di Rocca Malatina

TORRE SAN GIOVANNI. Nuovo appuntamento a Torre San Giovanni, marina di Ugento, per la rassegna “Estate d’autore”,  promossa dall’associazione culturale onlus “Granelli di sabbia” di Ugento e dalla libreria di Taviano “Antica Roma” con il patrocinio del Comune di Ugento in collaborazione con il Sistema museale di Ugento e la compagnia teatrale “Témenos – recinti teatrali”. Venerdì 26 luglio, alle 21,30 presso largo Guardia Costiera, è di scena la banda musicale di Rocca Malatina “Rocca’s band”. Conduce la serata Giorgia Lubello. 

Casarano, Taviano e Ugento insieme, nella volley, per rafforzare il settore giovanile. Casarano Volley, Flyblue Taviano e Falchi Ugento, rispettivamente detentrici dei titoli provinciali under 14, 16 e 18, hanno deciso di unire le forze per gettare le basi ad un progetto giovanile che si preannuncia alquanto ambizioso. Ai nastri di partenza della prossima stagione agonistica vi saranno, infatti, due formazioni under 16 ed una under 18 costruite con atleti delle tre società. L’under 18 sarà guidata da Claudio Botrugno (lo scorso anno alla conduzione della squadra laureatasi campione provinciale under 16) mentre le due formazioni under 16 saranno guidate da Maurizio De Giorgi (lo scorso anno sulla panchina della squadra laureatasi campione provinciale under 18) e Gregorio Santoro.

Alcuni dei ragazzi protagonisti del progetto giovanile faranno, inoltre, parte integrante del roster della squadra del Perle di Puglia Casarano in serie C e della squadra dei Falchi Ugento in Prima divisione.«Ai sodalizi protagonisti di questo importante accordo va dato il merito di aver intelligentemente accantonato campanilismi ed individualità per dare, invece, spazio ad una sinergia di risorse tecniche ed organizzative in grado di creare un contesto agonistico nel quale i propri piccoli campioni potranno lavorare al meglio e puntare a risultati importanti», affermano i responsabili del progetto.

TORRE SAN GIOVANNI (UGENTO) – Avviso di «sfratto» per le imbarcazioni ormeggiate abusivamente nell’area libera da concessioni permanenti del porto di Torre San Giovanni. Martedì i militari dell’Ufficio locale marittimo della guardia costiera hanno affisso su circa trenta natanti una diffida a rimuovere le imbarcazioni entro le 8 del 24 luglio, pena il sequestro penale.

Le barche si trovano ormeggiate nello specchio d’acqua la cui gestione ogni anno viene affidata in via temporanea sulla base di un bando. Quest’anno l’assegnataria è la cooperativa «Nettuno» di Gemini, ma ad oggi non è stata ancora rilasciata la concessione. Molti proprietari, dunque, hanno deciso di ormeggiare le loro barche senza autorizzazioni. E questo nonostante sia in vigore un’ordinanza di sgombero emanata dal sindaco Massimo Lecci lo scorso 11 aprile. Una situazione che ha spinto la guardia costiera a imporre l’aut aut.

Intanto, proprio per ciò che riguarda il bando e la procedura di assegnazione, la cooperativa di pescatori «Padre Pio» (unica partecipante alla gara oltre alla cooperativa vincente) si sta preparando a presentare ricorso al Tar. «Anche quest’anno – afferma il presidente Vincenzo Bruno – ci sono tante incongruenze. E per sette anni di seguito non si è riusciti ad assegnare l’area prima di metà luglio».

Piazza_di_UgentoUGENTO. Arte, cultura, tradizione, piatti tipici e… un tuffo nel passato. Va in scena «Cibus in fabula», manifestazione organizzata per giovedì 20 e venerdì 21 luglio dalla pro loco di Ugento nel centro storico del borgo messapico. Lungo le strade e nelle antiche abitazioni, figuranti in abiti d’epoca riproporranno spaccati di vita quotidiana dei primi del Novecento. Durante il tragitto, gli ospiti, riuniti in piccoli gruppi, saranno accompagnati da guide, anche loro in abiti d’epoca, che forniranno cenni storici sui luoghi in cui sono ambientate le varie scene, sulla vita che vi si svolgeva, sui mestieri, le abitudini e gli usi del popolo.

Naturalmente ci saranno degustazioni di prodotti tipici del territorio, accompagnati dal vino locale. In piazza San Vincenzo sarà allestito un mercatino curato dai produttori locali. Ad animare la serata ci saranno pizzica, mostre fotografiche, di pittura e d’arte e da seminari sull’alimentazione e sul recupero di antiche tipologie di cereali, legumi e ortaggi. «Non si tratta di una sagra – sottolineano gli organizzatori – ma di una manifestazione dedicata all’arte, alla storia, alla cultura e alle tradizioni culinarie del nostro territorio, nata con l’intento di valorizzare le produzioni agroalimentari tipiche».  Si inizia alle 19, l’accesso è previsto fino alle 22.30. Info e prenotazioni: 3889364721 oppure 0833555644.

TORRE SAN GIOVANNI. Terzo appuntamento per “Estate d’autore”a Torre San Giovanni. La rassegna organizzata dall’associazione “Granelli di sabbia”, con il patrocinio del Comune di Ugento, propone la presentazione del libro “Mi chiamo Eva” (Sololetture edizioni) dello scrittore e avvocato Paolo Maci. Alle 21,30 presso largo Guardia costiera, con l’autore dialogano Filomena D’Antini, consigliera provinciale alle pari opportunità e l’avvocato Gianluca Tarantino, con letture a cura dell’attrice Liliana Putino.Il libro narra cinque storie di donne che raccontano vicende di violenza e sopraffazione.

by -
0 580

Rossella Vodret e il volume della Utet a tiratura limitata

UGENTO. “Caravaggio, genio d’Europa” è il volume presentato venerdì 14 luglio, alle ore 20, presso la cattedrale di Ugento. Si tratta di un’iniziativa della Fondazione “Parco culturale ecclesiale Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, del Museo Diocesano di Ugento – S. Maria di Leuca e di Utet Grandi opere. La serata, con gli interventi del vescovo Vito Angiuli e del direttore Utet Grandi opere Mario Bartiromo, sarà allietata da un concerto per liuto e voce e nel corso dell’evento saranno eseguiti brani musicali, tratti da spartiti raffigurati da Caravaggio, da parte di Maurizio Piantelli con il liuto e cantati da Arianna Lanci. “Caravaggio, genio d’Europa”, è un volume di pregio a tiratura limitata pubblicato nella Collana “Visioni Impossibili”. I testi sono stati scritti dalla storica dell’arte, Rossella Vodret, autrice di numerosi studi su Caravaggio e curatrice di molteplici mostre caravaggesche, già Soprintendente speciale per il Patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il Polo museale della città di Roma dal 2009 al 2012. Il volume è corredato da 125 immagini fotografiche ad altissima definizione e da 10 tavole applicate realizzate con stampa a getto d’inchiostro a 12 colori su tela prodotta dalla cartiera tedesca Hanehmuhle con particolari di alcuni dipinti.

UGENTO. Arriva dal Tribunale amministrativo regionale il via libera ai parcheggi a pagamento per le marine di Ugento. L’affidamento biennale del servizio, per un valore di 180mila euro, è legittimo alla luce della sentenza con la quale  i giudici amministrativi hanno accolto la linea difensiva del Comune rappresentato dall’avvocato Luigi Quinto. Il Tar di Lecce ha, dunque, respinto il ricorso della società “AM Parking” di Napoli, esclusa dalla procedura indetta dalla Stazione unica appaltante Nardò – Ugento, sotto la direzione dell’Ing. Nicola D’Alessandro.

È stato giudicato, dunque, corretto l’operato della commissione che ha valutato come “non conforme” la domanda di partecipazione dell’impresa campana per essere stata formulata senza la preventiva autorizzazione dell’Amministratore giudiziario e del Giudice delegato. Ciò perché l’impresa era stata sottoposta, nel 2014, a sequestro preventivo dal Gip del Tribunale di Napoli che limitava i poteri del legale rappresentante ai soli atti di ordinaria amministrazione. La partecipazione ad una gara configura, invece, un atto di amministrazione straordinaria, “in quanto ha implicazioni sia in termini di assunzione di responsabilità, sia in termini di impiego di risorse aziendali”. La sentenza da, quindi, il via libera alle strisce blu anche se con la stagione estiva già in fase avanzata. Nei giorni scorsi, intanto, il sindacato Cna Balneatori è intervenuto per chiedere maggiore tutela perle pinete ed il litorale ugentino plaudendo all’appello del sindaco Massimo Lecci che ha chiesto al prefetto di far sgomberare da camper e roulotte abusivi la pineta libera alle Fontanelle.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...