Home Notizie Ugento
Ultime notizie dal Comune di Ugento

piazza-san-vincenzo 2UGENTO. Si entra nel vivo dell’estate con gli appuntamenti organizzati dalle associazioni di Ugento, Gemini e marine e dall’assessorato comunale allo spettacolo. Il 16 luglio nel centro storico la Pro loco ha presentato lo spettacolo “I colori della notte”. Fino a domenica nella zona dei lidi è in programma il torneo internazionale di beach tennis. Venerdì 17, alle 19.30, in piazza San Vincenzo sarà presentato il libro “Xylella report” della giornalista Maria Luisa Mastrogiovanni, a cura del comitato “Io conto”. Sempre venerdì, alle 21.30, sul lungomare di Torre San Giovanni, Pasquale Scalone presenta il suo libro “Verso le cose perse”, edito da Manni. Dialoga con l’autore Angelo Donno. Questo è il primo appuntamento della rassegna letteraria “Estate d’autore” organizzata dalla libreria “Antica Roma di Taviano che ha donato  “Il muretto letterario”, cinquanta libri,  che saranno esposti sul muretto che fiancheggia Corso Annibale a disposizione dei lettori.

Sabato 18 in piazza San Vincenzo, raduno motociclistico organizzato dalla Pro loco, mentre a Torre San Giovanni nella piazza del porto c’è il saggio di danza “Nel paese delle meraviglie”. Domenica 19, alle 11, la Lega navale presenta la terza edizione del “Trofeo Zeus”.
La nuova settimana inizia con lo spettacolo “Guitar e piano”: l’appuntamento è lunedì 20 alle 21 nella chiesa incompiuta di Gemini, a cura dell’associazione culturale “Gemini”. Stessa location martedì sera per il concerto di musica classica con il maestro Sergio Schiattone. Martedì 21, nella pineta comunale, alle 21 c’è lo spettacolo del Teatro pubblico pugliese, a cura dell’Ente Parco. Mercoledì 22 a Torre Mozza è invece in programma la commedia “Ci l’hai dire, tinnila crossa”, con l’associazione teatrale “Alitzai”. Giovedì 23 a Torre San Giovanni, incontro culturale con il giudice Maria Francesca Mariano. Dialoga con l’autrice il presidente della Corte d’Assise Roberto Tanisi. Sempre giovedì 23, a Torre Mozza, spettacolo musicale con Alex Dj. Nel fine settimana numerosi gli appuntamenti che si possono trovare sul sito del Comune di Ugento.

by -
0 1072

Beach tennis 2014 premiazioneUGENTO. Sono due weekend da non perdere, quello dal 16 al 19 e quello dal 23 al 26 luglio, per gli appassionati di sport da spiaggia in generale e di beach tennis in particolare: torna a Ugento per il settimo anno il Torneo internazionale Città di Ugento, organizzato dalla Eventi e Sport presso il Lido Onda Marina (nella foto i premiati 2014). Molto ricco, come sempre, il montepremi: quest’anno in palio ben 5mila euro oltre a un titolo che ormai è diventato indispensabile nel palmarès dei veri campioni. Grande affluenza di atleti, sono quasi 70 le coppie iscritte e gli organizzatori hanno fatto sapere di aver tenuto dei posti “di riserva” in caso di iscrizioni last minute. A proposito di stranieri: accanto alle compagini provenienti da Brasile e Francia, quest’anno scenderanno in campo dei campioni provenienti nientemeno che da Aruba.

Si inizia giovedì 16 con le prime qualifiche, seguite da Radio Skylab partner ufficiale dell’evento. I nomi sono già prestigiosi: confermata la presenza del tarantino numero 4 al mondo Luca Cramarossa tra gli uomini, mentre per le donne tornerà Giorgia Pennetta, sorella maggiore della campionessa Flavia. Il weekend successivo si fa il bis, con i Campionati assoluti regionali pugliesi, con atleti provenienti da tutta la regione a darsi battaglia per il montepremi di 1200 euro.

La famiglia di Gabriele De GiogiUGENTO. Era l’11 giugno 2011 quando, in un terribile incidente stradale in sella al suo scooter, perdeva la vita Gabriele De Giorgi, appena quindicenne. Una tragedia che scosse profondamente tutto il paese, come sempre accade quando ad essere coinvolti sono adolescenti, per di più senza colpa: il tratto di strada dove avvenne l’incidente (la provinciale Torre San Giovanni – Felline) è da tempo segnalata come una delle strade più pericolose del territorio ugentino, stretta, poco illuminata e piena di curve e l’investitore fu trovato positivo all’assunzione di sostanze stupefacenti. Ogni anno, si moltiplicano le iniziative per ricordarlo: la società dei Falchi Ugento non ha voluto mancare all’appuntamento organizzando il 4° Memorial dedicato a Gabriele, facendo scendere in campo i vice campioni regionali dei Falchi Under15 e la Prima Divisione maschile. Solo un pretesto, l’incontro, per riunire quanti ancora oggi vogliono ricordare Gabriele e il suo grande amore per lo sport e la pallavolo in particolare. Durante la serata è intervenuto il sindaco Massimo Lecci che ha consegnato anche due targhe ricordo “speciali”: una ad Ascanio Colaci (padre di Massimo) e una a Stefania Corsano (moglie di Mirko) per celebrare gli eccezionali traguardi sportivi raggiunti dai due ugentini entrambi ex Falchi.

by -
0 1587

Torre MozzaMassimo Lecci sindaco UgentoUGENTO. È partita la raccolta differenziata nelle marine di Ugento. Così come avviene in paese, anche a Torre San Giovanni, Torre Mozza e Lido Marini i rifiuti ora vengono raccolti porta a porta. Secondo il calendario redatto dal Comune, il lunedì, il mercoledì e il sabato c’è la raccolta dei rifiuti organici (contenitore marrone), il martedì quella della plastica e dei metalli (sacchetti gialli), il giovedì quella dei rifiuti non riciclabili (contenitore grigio). Il primo, il terzo e il quinto venerdì del mese (che, per quest’anno, ci sarà solo a luglio e a ottobre) saranno invece raccolti carta e cartone, da gettare nel contenitore blu. Per il vetro ci sono ancora i contenitori sulle strade, mentre per gli ingombranti e i rifiuti elettronici bisognerà chiamare il numero 800410472.
«Con la rimozione dei cassonetti – dice il sindaco Massimo Lecci (foto) – si migliorano sensibilmente l’immagine delle marine e la qualità ambientale. Nei primi giorni ci saranno dei disagi, ma i risultati in termini di decoro urbano li compenseranno». Per esempio, i genitori di neonati e bambini o chi assiste anziani non autosufficienti, ha problemi con i pannolini.

by -
0 889

incendio Tu'ratUGENTO. Quattro incendi in quattro anni non possono essere un caso, ormai sono in tanti a pensarlo. Nei giorni scorsi si è consumato il quarto rogo nell’Orto dei Tu’rat nelle campagne tra Torre San Giovanni e Felline. Un accanimento inspiegabile contro un progetto innovativo, conosciuto e apprezzato in Europa, premiato nel 2012 da Legambiente come progetto altamente innovativo per l’ambiente. I Tu’rat, grandi mezzelune di pietre a secco,  catturano l’acqua dall’umidità del vento, si crea l’effetto rugiata e così le piante vengono irrigate senza apporto meccanico d’acqua.  Lo spunto per il progetto è stato tratto da esperienze fatte nel deserto israeliano del Negev.

Il quarto incendio (foto) ha distrutto le piante atoctone e l’uliveto che da poco era stato preso in gestione dall’associazione “Orto de Tu’rat”. Come lo scorso anno, anche nel corrente era stata organizzata una serie di manifestazioni e di incontri “Mietiamo nuvole”. Il primo è previsto per il 25 luglio “Parole sante”. I soci dell’associazione non si sono scoraggiati e hanno reagito con forza come hanno fatto dopo i precedenti attacchi. Un’associata, Milena Magnani dice :«Faremo gli eventi nell’orto dei Tu’rat bruciato e li chiameremo “la speranza non brucia”».

francesca mastroleo e davide donateoRACALE. Si festeggerà il 27 luglio, al lido Bora Bora di Torre San Giovanni, il matrimonio “etico e vegano” di Francesca Mastroleo, wedding planner (organizzatrice di matrimoni) di Racale, e Davide Donateo, imprenditore di Lecce. È uno dei primissimi matrimoni di questo tipo organizzati in tutta Italia. I vegani non mangiano pesce, carne, salumi, insaccati, formaggi, latte animale, uova, burro e miele. Di conseguenza, le pietanze del banchetto nuziale saranno preparate secondo questi dettami. La festa sarà animata da mangiafuoco, fachiri, danzatrici del ventre, mentre la musica e l’ambientazione richiameranno la contaminazione di culture ed etnie diverse.

«Noi – spiega la futura sposa – crediamo che il matrimonio sia la celebrazione di una nuova famiglia che nasce e di un amore che si consolida in un patto per la vita. Un evento talmente gioioso non può permettersi il sacrificio di altre creature viventi, deve discostarsi quanto più possibile dall’idea della sofferenza». All’evento collaborano Gibos catering, Casa della sposa Lecce, Dolcemente cake design, Fratelli Parisi luminarie, Birillo animazione, Luigi Scigliuzzo Photo, Silvia spose da sogno by I Santoro e Amira beauty’s castle estetica.
Per chi volesse altre informazioni c’è ovviamente anche un sito.

orient-1Termina domenica 12 luglio la lunga maratona di “Southern Italy Orienteering Festival”, Siof 2015, la manifestazione internazionale di corsa orientamento. Promosso dalle associazioni sportive Sportleader ed Estrema Outdoor, in collaborazione con il Comitato della Federazione Italiana Sport Orientamento Puglia (Fiso), con il patrocinio della Provincia di Lecce, l’evento vede la partecipazione di centinaia di sportivi provenienti da 16 nazioni, armati di bussola e mappa topografica. Dopo le tappe di Otranto, Casalabate e Lecce, il festival sportivo toccherà il centro storico di Gallipoli, il litorale di Ugento, Porto Selvaggio e Punta Pizzo.

Prevista per giovedì 9 una gara sprint nel centro storico della Città bella. Nel pomeriggio, visita all’azienda Colì di Cutrufiano, depositaria, fin dal 1650, dell’antica arte della ceramica. Si prosegue il giorno successivo con la gara middle nel “Parco Litorale di Ugento” e un pomeriggio all’insegna dell’enogastronomia con i prodotti tipici della Terra d’Arneo. Sabato 11 gara long nel parco di Porto Selvaggio e in serata pizzica salentina a bordo piscina presso l’Ecoresort Le Sirenè di Gallipoli. Il programma si chiude domenica 12 con la gara middle nel “Parco di Punta Pizzo”e la cerimonia di premiazione di Siof 2015.
Per ulteriori informazioni: http://siof2015.altervista.org/

 

Marcello Risi - ufficiale copiaSaranno i 38 agenti di polizia provinciale a venire in soccorso ai Sindaci di Gallipoli, Nardò, Melendugno, Ugento in allarme e in difficoltà dopo il decreto legge 78 del 23 giugno scorso (sarà convertito in legge entro il 18 agosto) che impedisce di fatto di assumere vigili stagionali per affrontare le emergenze estive. A giorni il Presidente della Provincia, Antonio Gabellone, incontrerà i sindaci interessati per tracciare la mappa delle urgenze e approntare un piano “salva estate”. Si tratta di un piccolo aiuto tampone ma non sarà sufficiente ad affrontare le criticità messe in evidenza in questi giorni dai primi cittadini di città che vedono nei mesi estivi aumentare in modo massiccio il numero dei residenti. Quindi due o tre agenti provinciali per Comune assegnati con lo strumento del comando, che significa anche che saranno i Comuni a doverli retribuire. A reagire per primo alle indicazioni del decreto 78 è stato il sindaco di Gallipoli Francesco Errico (a sinistra) che non ha esitato a scrivere una lettera al premier Renzi chiedendogli di modificare l’articolo 5 del decreto in questione (Il Piano comunale approntato a Gallipoli per l’estate prevede 18 vigili in più). Per il sindaco di Nardò (a destra), la soluzione si può trovare in una lettura più “ottimista” del decreto 78 che gli permetta di assumere per l’estate 12 agenti in più. Nella medesima  situazione si trovano i Sindaci di Otranto, Melendugno e Ugento.  Richiesto anche il pressing sul governo da parte dell’Anci.

by -
0 1474

lido marini, bambino gioca nella strada allagataLIDO MARINI. «Il fatto è che qui, il Comune di Ugento non raccoglie voti, ecco perché trascura da sempre questa marina. Però le tasse le paghiamo lo stesso». È questa la spiegazione che va per la maggiore a Lido Marini, per dare un senso all’abbandono in cui versa. Spiaggia sporca, strade sconnesse, raccolta della spazzatura che lascia a desiderare. Ogni anno chi villeggia nella marina divisa tra il Comune di Ugento e quello di Salve (a questo appartiene una parte minore) si ritrova davanti ai soliti problemi.

«Siamo in spiaggia da qualche settimana  – afferma un gruppo di ragazzi che per far sentire la propria voce verso il Comune di Ugento ha creato un gruppo su Fb – e nonostante le nostre richieste di pulizia nessuno è mai intervenuto. Dobbiamo stare attenti a dove mettere l’asciugamano, per non incappare in qualche spiacevole sorpresa: non di rado si trovano anche siringhe». E c’è chi pensa ad organizzare una giornata ecologica come protesta.
I problemi in spiaggia non sono gli unici. Anche le strade lasciano a desiderare. «Abito da anni in una strada sterrata – racconta una signora – i nostri appelli per asfaltarla non sono mai stati accolti. Quest’anno abbiamo visto che stavano facendo dei lavori e ci siamo rallegrati. Ma che delusione vedere che sono stati asfaltati solo 20 metri. E ora, quando piove, l’acqua forma un lago».
La Pro loco ha fatto protocollare presso il Comune di Ugento un elenco di ciò che serve: un servizio di raccolta differenziata dei rifiuti; il calendario per la disinfestazione; la fornitura di servizi igienici (provvisori); l’installazione in spiaggia e sul corso principale dei cestini; la pulizia della villetta. Nessuna risposta. A breve il direttivo si riunirà per decidere quale azione intraprendere.

L’Orchestra Filarmonica Valente

TORRE SAN GIOVANNI. Tutto pronto per “Hippy days”, quattro giorni ricchi di appuntamenti per celebrare l’amore, l’arte e la natura. La manifestazione, inizialmente prevista nel parco naturale “Litorale di Ugento”, è stata spostata nell’area della Pista Salentina, sulla litoranea tra Torre San Giovanni e Torre Mozza.
Si inizia giovedì 2 luglio: apertura ufficiale alle 19, apertura dell’area stand alle 19.30, concerto dei “Clap Roads” (tribute band di Eric Clapton) alle 20.30 e concerto dei “Bitch Boys” (tribute band dei “Beach Boys”) alle 22.30.
Venerdì 3 alle 19 si esibiranno gli artisti di strada di “Arci Stranivari”, seguiti, alle 20, dall’ “Orchestra Filarmonica Valente”. Alle 22 saliranno sul palco i “Seventy Rock”, alle 23 gli “All Stars”.

Sabato 4, alle 19.30, inizierà la sagra di prodotti tipici locali, che continuerà anche nella serata di domenica. Alle 20 si esibirà il cantautore Marco D’Angelo. Alle 21 sarà il turno dei “The 4 Fabs” (tribute band dei Beatles), seguiti, alle 23, dagli Abraxas (tribute band di Santana).
La manifestazione si chiuderà domenica con la grande festa hippy di mezzanotte, animata da «Balla Italia” e preceduta dal concerto degli “Stelle e Strisce”, alle 21, e dalla pizzica dei “Calanti”, alle 22.30.

«Lo scopo della manifestazione – dicono gli organizzatori – è quello di riaccostare la gente alla natura, per insegnare a tutti come goderne amandola e rispettandola. Far rivivere il desiderio e il bisogno di stare insieme, di condividere emozioni e riscoprire i valori della convivenza, della solidarietà, degli ideali. Valorizzare ancora di più il valore della famiglia e della comunità per il futuro dei più giovani e quello degli anziani».
Oltre agli appuntamenti in programma, Hippy days prevede l’esposizione di prodotti tipici e dell’artigianato locale e l’organizzazione di convegni su natura, pace, solidarietà, amore, vivere sano.
L’ideatore della manifestazione è Elio Lucrezio, imprenditore nel campo della pubblicità. Con lui collaborano l’associazione culturale «Gemini» e l’associazione «Mauro Carratta», con il patrocinio di Regione, Provincia, Comune e Confartigianato.

IMG-20150630-WA0004

Molo capitaneria di Gallipoli, arriva il cadavere rinvenuto questa mattina

UGENTO. Il corpo senza vita di una donna è stato recuperato questa mattina a circa 8 miglia dalla costa di Torre San Giovanni. Il ritrovamento, ad opera di una motovedetta della Capitaneria di Porto di Galllipoli, potrebbe segnare un tragico epilogo per il quarto giorno di ricerche di Giuseppina Liala Ponzo, la 59enne marchigiana scomparsa qualche giorno fa a Lido Marini. Al momento il corpo si trova nella camera mortuaria del Vito Fazzi di Lecce in attesa del riconoscimento ufficiale da parte dei familiari dell’avvocatessa, originaria di Presicce.

by -
0 847

Palude_del_CapitanoDomenica 28 giugno ultimo appuntamento con Discovering Puglia, il progetto promosso dalla Regione Puglia, Puglia Promozione e Ministero dell’Ambiente e della Tutela del mare, in collaborazione con Legambiente e Wwf Puglia. Previste tante attività gratuite nei parchi e nelle aree protette per quanti vorranno immergersi nella natura. Ecco gli appuntamenti nel Salento: dalle 9 alle 13, escursione in canoa nel parco naturale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano per conoscere il parco da una prospettiva nuova, quella del mare. Ritrovo al porto di S. Caterina di Nardò.

Dalle 9 alle 12 “Passeggiando con gusto” nel parco regionale “Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo”, degustazione guidata dei prodotti del paniere del Parco. Birdwatching nel parco regionale “Litorale di Ugento” sempre dalle 9 alle 12. Si  tratta di un’escursione con binocolo nella più importante area umida dell’arco ionico. Previsto un laboratorio di riconoscimento faunistico e floristico per bambini.

ECOcentro 2Massimo Lecci sindaco UgentoUgento spera nella raccolta “porta a porta” nelle marine per incrementare la percentuale di differenziata e evitare, così, di incorrere nell’ecotassa. «Abbiamo avviato in questi giorni la raccolta a domicilio nelle marine – afferma il sindaco Massimo Lecci (riquadro) – e questo dovrebbe far aumentare la percentuale. La data del 30 giugno, però, è imminente e impone un impegno in tempi stretti: speriamo di riuscire nell’intento».

Nelle prossime settimane sarà attivato anche l’ecocentro (foto), che permetterà ai cittadini di conferire ogni tipologia di rifiuto urbano o assimilabile all’urbano (per esempio, gli scarti prodotti in ambito domestico, compresi gli ingombranti, gli elettrodomestici, gli sfalci di potatura, gli pneumatici, piccole quantità di inerti, le cartucce delle stampanti, i contenitori di vernici, le batterie esauste, i medicinali scaduti, l’olio vegetale e quello minerale). Le tempistiche, però, non permetteranno di poter usufruire della struttura in tempo utile per incrementare ulteriormente la percentuale di differenziata entro il termine del 30 giugno. «La prossima settimana – spiega il sindaco – è in programma il sopralluogo da parte dei funzionari della Regione. Poi il centro inizierà a funzionare».


UGENTO. E’ online il video del nuovo singolo dei Camden, tratto dal secondo lavoro della band, “Album Giallo”. “L’equilibrio del terrore” è un brano provocatorio, “uno schiaffo morale alla società contemporanea e all’informazione deformata dai media”. A evocare la voglia di evadere dalla quotidianità è la distruzione di oggetti di uso comune nelle immagini in slow motion del video. Esplosioni di colori, schiaffi in faccia, testa tra le nuvole, sono un invito a una riflessione e quindi a una reazione. Il videoclip è stato realizzato da morkvideo (Concept di Pierfrancesco Marinelli e montaggio di Francesca Mele) grazie all’utilizzo delle immagini del londinese Tom La Motte.

Il nuovo disco della band salentina, composta da Ester Ambra Giannelli alla voce e chitarra, Massimo Munitello (Ugento) al basso e Gabriele Turso (di Racale come Ester) alla batteria, verrà presentato il 25 giugno al Palazzo della Cultura di Galatina e il 28 nella sala S. Sebastiano a Racale.

litoranea per le marine di Ugento arrivi del 3 agostoUGENTO. Cinque aree dissequestrate e prime autorizzazioni temporanee in arrivo. La situazione relativa ai parcheggi dislocati lungo la costa di Ugento sembra essere arrivata a un punto di svolta, con i provvedimenti del tribunale di Lecce che, nei giorni scorsi, hanno permesso ad alcuni dei 12 titolari finiti sotto inchiesta di riottenere la disponibilità delle loro aree e, quindi, di poter chiedere l’autorizzazione ad esercitare l’attività di area di sosta per la stagione estiva ormai iniziata. Entro il 30 giugno sarà possibile presentare istanza per il rilascio dell’autorizzazione.

I sequestri, lo ricordiamo, sono stati disposti in seguito alle indagini coordinate dal sostituto procuratore Elsa Valeria Mignone ed eseguite dagli agenti della polizia provinciale. Per gli indagati l’accusa è di aver realizzato interventi non autorizzati nell’area protetta del parco regionale “Litorale di Ugento”. In particolare, nonostante l’autorizzazione, risalente al 2013, permettesse di utilizzare le zone solo come parcheggi per auto, qualcuno avrebbe realizzato delle vere e proprie aree camper o avrebbe usato le aree non rispettando le disposizioni. I dissequestri sono stati concessi solo a quei proprietari che hanno dimostrato di aver rimosso tutte le opere che erano in contrasto con le normative.

Intanto, dall’opposizione il consigliere Angelo Minenna propone che le aree in questione siano trasformate, tramite una variante al Piano regolatore, in zone idonee a ospitare parcheggi e aree camper. «Esiste – afferma – un protocollo di intesa tra Federparchi e l’associazione dei produttori di caravan per favorire la presenza dei camperisti all’interno delle aree protette». Il consigliere ha anche sollecitato l’interessamento del prefetto per il dissequestro delle altre aree e, all’assessore alle Attività produttive Daniela Specolizzi, ha chiesto di riferire in Consiglio sull’intera vicenda e di chiarire le volontà della maggioranza rispetto alla questione.

UGENTO. Zona a traffico limitato e area pedonale anche oltre il lungomare. È la “ricetta” del Comune per regolare il traffico a Torre San Giovanni nella stagione estiva. A illustrare le novità è Alessio Meli, consigliere con delega alla Marina. «Sin dal 2012 – spiega – ho cercato di immaginare e di programmare nuove soluzioni per la viabilità in vista dei lavori di riqualificazione del lungomare (foto). Il 25 marzo scorso ho incontrato i vertici della polizia municipale e insieme abbiamo valutato una proposta che di qui a breve sarà attuata. Qualche giorno fa, notando che a distanza di due mesi da quell’incontro l’indirizzo politico non aveva sortito gli effetti sperati, ho espresso le mie perplessità. Il comandante della polizia municipale, però, mi ha scritto relazionando tutte le azioni compiute che porteranno a breve all’attuazione degli interventi previsti».

Meli spiega che il quartiere intorno alla chiesa diventerà zona a traffico limitato con accesso consentito ai residenti e ai villeggianti. «Per il futuro – spiega – sarà installato un apposito sistema di videosorveglianza. Ora, non avendo la disponibilità dei fondi necessari, abbiamo pensato di delimitare queste strade con elementi di arredo urbano e segnaletica orizzontale». Inoltre, continua il consigliere, corso Uxentum sarà chiuso al traffico veicolare nelle ore serali già all’altezza di “Emporio Adriana”, con accesso consentito ai soli residenti. Previste anche azioni per risolvere il problema dei parcheggi: bisogna ricordare, infatti, che con la riqualificazione del lungomare sono “spariti” circa 500 posti auto. «Ci saranno – spiega Meli – il parcheggio di via Isole Tremiti, quello di lungomare Ionio e quello di piazza Nettuno. In prossimità dell’area pedonale abbiamo previsto posteggi per diversamente abili. E su lungomare Japigia ci saranno un’area dedicata ai motociclisti e una per carico-scarico merci».

Meli si sofferma a parlare della riunione organizzata qualche settimana fa con i commercianti proprio per parlare del piano traffico: «Non ero a conoscenza di quell’incontro. Ritengo, comunque, che il traffico a Torre San Giovanni non sia cosa da far valutare solo ed esclusivamente ai commercianti. Ci sono anche residenti e associazioni. Bisogna attuare – conclude – politiche finalizzate a limitare ogni arbitraria autoregolamentazione dettata dagli anarchici individualismi che fino a oggi hanno purtroppo interessato questa località».

by -
0 681

Camden Album GialloUGENTO. A tre anni dall’uscita del primo album intitolato “Welcome to Camden”, la band salentina (nella foto di Emiliano Picciolo) composta da Ester Ambra Giannelli alla voce e chitarra, Massimo Munitello (Ugento) al basso e Gabriele Turso (di Racale come Ester) alla batteria, pubblica il secondo lavoro.
L’hanno intitolato “Album Giallo” e verrà presentato al palazzo della Cultura di Galatina il 25 giugno e nella sala S. Sebastiano a Racale il 28. L’album inaugura una nuova fase creativa anticipata nel 2014 con il singolo Res(a) Pubblica. Risultano quasi definitivamente abbandonate le chitarre acustiche degli esordi (che resistono solo nel brano “Corri come puoi”); abbandonata anche la lingua inglese a vantaggio dell’italiana.

by -
0 910

PEPPINO-BASILEUGENTO. A sette anni dall’efferato omicidio di Peppino Basile, consigliere comunale e provinciale dell’Italia dei Valori, avvenuto nella notte tra il 14 e 15 giugno 2008, nei pressi di via Nizza ad Ugento, si è ancora lontani dalla verità. Un delitto che lascia numerosi interrogativi che  attendono risposte e giustizia. In questa ricorrenza il Comitato civico “Io Conto” ha dedicato un manifesto “per ricordare  Peppino”: un  appello al senso di giustizia  e a non cadere nell’indifferenza davanti a fatti di così grave portata.

Una complessa vicenda iniziata  con  l’ipotesi  del delitto passionale e  un’inchiesta culminata con  l’arresto dei due vicini di casa, i Colitti, nonno e nipote, con il movente dei “futili motivi”: tre processi terminati con l’assoluzione definitiva del nipote Vittorio Luigi Colitti, che ha visto riconosciuta la propria innocenza  dopo cinque anni, grazie agli avvocati Francesca Conte e Roberto Bray, mentre il nonno è stato assolto in primo grado. «Sin dalle prime ore del delitto è sembrata tutta una farsa irreale – scrive il Comitato  nel suo comunicato stampa – tranne un corpo umano dilaniato da decine di coltellate riverso per terra: quello sì che era vero! Una farsa è stato l’intervento sulla “scena del crimine”, dove chiunque vi ha potuto accedere senza ostacoli e passeggiarvi dentro ;[…] a nessuno poi è venuto in mente di bloccare la raccolta dei rifiuti per la ricerca dell’arma del delitto; molto  breve  è sembrato il tempo passato tra l’omicidio, le indagini autoptiche ed il funerale, il tutto nell’arco di 52 ore circa.» Il Comitato ricorda poi l’impegno di Basile come consigliere comunale e provinciale: «In questa vicenda – si legge –  non  possiamo dimenticare le    battaglie a favore della  legalità che  Basile  stava conducendo, tali da far pensare ad intromissioni non gradite a sistemi affaristici locali e non, di cui purtroppo solo lui era a conoscenza. In uno dei tanti incontri in Oratorio con le “serate della legalità” (nel 2007, con la partecipazione di don Luigi Merola) Peppino ebbe a dire  “la differenza tra il Sistema che c’è ad Ugento e la mafia, sta nel fatto che qui ad Ugento mancano i morti”». Parole “forti” che alla luce dei fatti accaduti inducono a riflettere.

GEMINI-Piazza-Regina-ElenaGraziano Greco Vicesindaco UgentoUGENTO. Un calendario ancora in corso di stesura, ma che si preannuncia già ricco di appuntamenti, quello dell’estate di Ugento, Gemini, Torre San Giovanni, Torre Mozza e Lido Marini. Mercoledì scorso si è svolto un incontro tra l’assessore allo Spettacolo Graziano Greco (riquadro) e le associazioni per mettere a punto l’elenco delle iniziative: «Stiamo lavorando – afferma l’assessore – per stilare un calendario che possa soddisfare le esigenze di tutti i cittadini e i turisti, con iniziative culturali, gastronomiche, folkloristiche e sportive».
Alcuni appuntamenti sono già stati fissati. A giugno, il 21 c’è la festa di San Luigi a Gemini e, nella pineta comunale, uno spettacolo teatrale. Il 27, nella chiesa incompiuta di Gemini, è in programma “Canto alla luna”, serata di poesia organizzata dall’associazione culturale Gemini insieme al “Consorzio autori del Mediterraneo”.

Numerosi anche gli eventi in programma a luglio, agosto e settembre, organizzati dalle tre Pro loco del paese (quella di Ugento, quella di Gemini-Torre San Giovanni e quella di Lido Marini) e dalle altre associazioni operanti sul territorio. Non mancheranno le sagre, gli appuntamenti musicali, culturali e teatrali, le esposizioni. «Avremo il calendario completo entro pochi giorni – afferma Graziano Greco – e siamo certi che gli appuntamenti, organizzati dalle associazioni e dal Comune in stretta sinergia, sapranno accontentare tutti».

by -
0 1209

GEMINI. Sarà una giornata da ricordare quella organizzata per i 100 anni di nonna Luce a Gemini, frazione di Ugento. “La più bella della mia vita”, così l’ha definita, secondo la nota di Giovanni D’agata dello Sportello dei diritti, la festeggiata, che è riuscita a radunare attorno a sé i suoi dieci nipoti e quindici pronipoti, alcuni giunti nel Salento da ogni angolo d’Italia e i suoi concittadini. Per la signora Luce Daniele, nata a cavallo della Grande Guerra, in programma per questa sera una festa, alle 19, presso la chiesa Regina della Pace a Gemini, nei pressi del mercato coperto. Un importante traguardo che sarà festeggiato anche dall’amministrazione comunale di Ugento, della quale fa parte anche Gianfranco Coppola, uno dei suoi nipoti, con la consegna di una targa commemorativa e un omaggio floreale.

by -
0 912

MONSIGNOR ANGIULIUGENTO. Importante incarico per mons. Vito Angiuli (nel riquadro), vescovo di Ugento-S.Maria di Leuca, presidente dell’Ufficio Pastorale Pugliese, e ora ai vertici della Cei, quale responsabile della “Commissione episcopale per il laicato”. Se per rivoluzionare la Chiesa c’è voluto uno che venisse “dall’altra parte del mondo”, Papa Francesco, c’è da credere che nemmeno monsignor Angiuli  gli sarà da meno, venendo anch’egli, “de Finibus Terrae”. La nomina è stata accolta con entusiasmo e favore  in tutto il Salento. E così la terra di don Tonino Bello non manca, ancora una volta, di dare i suoi frutti.

«La Chiesa ha bisogno di  laici impegnati per i quali è necessario individuare spazi appropriati: Papa Francesco  lo  raccomanda sempre  ai vescovi italiani» dichiara mons. Angiuli.  A novembre, l’appuntamento al convegno di Firenze, “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”: anche su questo tema, mons. Angiuli sta lavorando da tempo, assieme a tutto lo staff regionale. In almeno quattro convegni di altissimo rigore dottrinale e scientifico, ha infatti preparato a dovere i pugliesi che parteciperanno a quel convegno. Ed anche a Firenze, dall’interno  di quell’assise ci sarà mons. Angiuli, che del  laicato è ora  referente ed anche  la più autorevole espressione nella Chiesa italiana.

Angelo Minenna consigliere minoranza UgentoUGENTO. Nuove concessioni in arrivo a discapito di quelle già esistenti? Il consigliere Angelo Minenna (foto) vuole vederci chiaro e chiede spiegazioni al sindaco Massimo Lecci. Secondo l’esponente dell’opposizione, nelle scorse settimane ci sarebbero stati diversi incontri tra gli amministratori e i tecnici incaricati della redazione del Piano comunale delle coste. «Corre voce – dice Minenna – che  l’ingegnere Claudia Piscitelli, del Politecnico di Bari, abbia trasmesso al Sindaco una nota con oggetto “rimodulazione delle concessioni esistenti”». Nella lettera, continua il consigliere, “si formulano tre ipotesi di rimodulazione delle concessioni balneari esistenti, con riduzioni delle superfici concesse per l’installazione di chioschi e stabilimenti balneari del 10 per cento o del 20 per cento. Sembra che in tali ipotesi, inoltre, siano contenuti dispositivi per la riduzione delle concessioni balneari ‘a seconda dei casi’: ora solo per quelle che non fanno capo a strutture ricettive, ora per entrambi i casi. Sembrerebbe, infine, che lo scopo di queste proposte sia quello di “individuare nuove aree da dare in concessione per stabilimenti balneari”.

Della questione potrebbe discutersi nella prossima seduta del Consiglio comunale: Minenna, infatti, ha chiesto al primo cittadino di chiarire dinanzi all’Assise l’esistenza e il contenuto della lettera a cui si fa riferimento nell’interrogazione e di illustrare le intenzioni della Giunta e del gruppo di maggioranza sull’approvazione del Piano delle coste.

lungomare Torre San GiovanniTORRE SAN GIOVANNI. Malcontento a Torre San Giovanni per l’assenza di un piano traffico che regoli il flusso delle auto ora che il lungomare, con la riqualificazione, è divenuto zona pedonale. Nei giorni scorsi l’assessore al commercio Antonio Ponzetta ha convocato gli operatori della marina per un incontro con il tecnico incaricato della redazione del nuovo piano, Antonio Guida, il comandante della polizia municipale, Cosimo Musio, e il responsabile dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti, la Gialplast. Argomenti della riunione: il nuovo piano commerciale in corso di redazione, la proposta del nuovo piano traffico e il piano di gestione della raccolta dei rifiuti.
L’incontro non ha soddisfatto le aspettative di tutti gli operatori commerciali della marina. «Purtroppo – commenta il proprietario della “Trattoria Salentina”, Orazio Marra – la riunione non ha portato nessun risultato. Ci è stato chiesto di presentare la nostra idea di piano traffico, quando in realtà sappiamo che i vigili urbani hanno già preparato alcune proposte in tal senso. Sembra che chi ci amministra stia improvvisando: dovevamo arrivare a giugno per pensare al piano traffico? A stagione iniziata ormai c’è ben poco da fare».

Della stessa opinione il titolare del negozio di abbigliamento “Dimensione Sport”: «Con la riqualificazione del lungomare – dice – sono stati soppressi 500 parcheggi che non sono stati rimpiazzati da altri posti auto. Siamo già in estate e non c’è ancora un piano traffico che regoli la viabilità. A giugno vogliamo lavorare, non programmare. I programmi si fanno nel periodo invernale. Il piano traffico e la realizzazione di nuovi parcheggi dovevano far parte del progetto del lungomare, e non venire dopo.
Già a Pasqua il Comune avrebbe dovuto sperimentare nuove idee per la viabilità. Ora è troppo tardi».
Non risparmia critiche il proprietario della “Pescheria Maggio”: «La situazione attuale mi penalizza fortemente. Le strade che portano al mio negozio sono tutte con divieto di accesso. Diverse volte ho chiesto di apportare delle modifiche, ma non sono stato ascoltato». E sul nuovo piano traffico afferma: «Avrebbero dovuto pensarci prima, così come avrebbero dovuto pensare a creare spazi per far parcheggiare le auto che ora non troveranno più posto sul lungomare.

Societa operaiUGENTO. La Società operaia di mutuo soccorso “Cavaliere Massimo Colosso” ha spento cento candeline. Nata ufficialmente il 20 maggio 1915, a pochi giorni dall’ingresso dell’Italia nei combattimenti della prima guerra mondiale, ha offerto assistenza ai soci e alle vedove dei caduti in guerra e dei morti sul lavoro.
Le celebrazioni per il centenario sono iniziate sabato 23 maggio, con la messa celebrata dal parroco della cattedrale, don Rocco Frisullo, nella cappella cimiteriale sociale. Domenica 24 maggio la fanfara dei bersaglieri di Altamura ha sfilato su via Messapica e accompagnato il corteo per la deposizione delle corone di fiori vicino ai monumenti dedicati ai Caduti. Dopo la messa in cattedrale hanno preso la parola il vescovo mons. Angiuli, il sindaco Lecci e il presidente della Società operaia Biagio Marchese. La giornata si è conclusa con l’esibizione dei bersaglieri  e con il pranzo sociale, al quale hanno preso parte le associazioni di mutuo soccorso di Matino, Taviano, Nardò, Taranto e Fasano.

Sono state ricordate le persone che diedero vita alla Società: Amedeo Passaseo, Biagio Scala, Vincenzo Mauramati, Mosè Congedi, Oronzo Mauramati, Alessandro D’Ambrosio, Cosimo Corsano, Luciano Corsano, Vito Pezzulla, Angelo Mauro, Luigi Fiorito, Luigi Macera, Antonio Stocco, Pietro Giannuzzi, Giovanni Scarascia, Luigi Monsellato, Luigi Russo, Pasquale Cimino, Giuseppe D’Amico, Vincenzo Cairo, Rocco Franza, Antonio Mangia, Santo Bocco, Cosimo Congedi, Antonio Cavalera, Salvatore Coletta, Antonio Viva, Antonio Corvaglia e Stefano Macagnino. «La celebrazione del centenario – ha detto il presidente – è un’occasione per la valorizzazione dei principi di solidarietà e mutualità che  oggi si dovrebbero riscoprire».

canale-intasato-16dicembre2012-3 (2)TORRE SAN GIOVANNI. Quello dei canali sporchi è un problema che, a Torre San Giovanni, con l’inizio della stagione estiva si presenta puntualmente e in tutta la sua gravità. E come ogni anno partono le proteste di cittadini e titolari di attività commerciali e ristorative. A farsi portavoce delle lamentele, qualche giorno fa, è stato il “Comitato per Torre San Giovanni”: i soci, rappresentati dal presidente Gigi Te Nuzzo, hanno inviato un esposto ai carabinieri di Ugento e a quelli del Nucleo operativo ecologico di Lecce, oltre che al sindaco Massimo Lecci.
I canali, di proprietà del consorzio di bonifica “Ugento Li Foggi”, collegano i bacini e il depuratore al mare e attraversano il centro abitato della marina. Da diverse settimane sono intasati dalle alghe e le acque stagnanti generano inevitabilmente cattivi odori e presenza di insetti. Una situazione che con l’aumentare della temperatura finirà per peggiorare. Il tutto sotto gli occhi dei primi turisti che hanno raggiunto la marina.

«Non c’è bisogno di molte parole – si legge nell’esposto del comitato  – per descrivere quello che è sotto gli occhi di tutti». Il Comitato si è fatto portavoce “delle sempre più veementi proteste da parte dei cittadini, degli operatori e dei primi turisti che hanno iniziato le loro vacanze nella nostra rinomata località turistica. Non stiamo a elencare i termini e le frasi usate: ci vergogneremmo troppo”.
L’innalzamento delle temperature, chiude il Comitato, ha peggiorato la situazione “tanto da farci gridare a quella che è già diventata da giorni una vera e propria emergenza”.

Voce al Direttore

by -
L'ecotassa, per quelle comunità che non avessero raggiunto le soglie minime indicate nella raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in casa, era fissata a partire...