Home Notizie Ugento
Ultime notizie dal Comune di Ugento

IN EVIDENZA. C’è chi il Salento non lo esplora in auto ma camminando, passo dopo passo, tra mare ed entroterra. Torna infatti come ogni anno il trekking di primavera tra parchi, coste e sentieri rurali, chiodo fisso di escursionisti locali e non. Totò Inguscio, da anni con Emanuela Rossi alla guida dello studio ambientale “Avanguardie” di Nardò, racconta le attività di questo periodo: «Ogni domenica organizziamo dei percorsi di trekking. Da giugno in poi dedicheremo una manifestazione a settimana nei Parchi di Gallipoli, Ugento e Portoselvaggio. Per quanto riguarda Portoselvaggio sono previsti anche bici-tour con degustazione finale di prodotti tipici locali. Tra l’altro – prosegue la guida ambientale escursionistica – sta per partire un nostro progetto finanziato dalla Regione, grazie al quale ci occuperemo di salute e benessere nel Parco di Portoselvaggio. Si terrà una serie di incontri a partire dalla prossima settimana (da sabato 22 aprile, ndr) così distribuiti: due ore il sabato e due la domenica, un’ora di “teoria” e attività fisica (tango, cucina, geologia, archeologia».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

volley-casaranoCASARANO. Casarano e Ugento ospitano le Final four di volley per l’assegnazione del titolo di campione regionale di serie C. Sabato 15 aprile, accanto ai padroni di casa del Perle di Puglia Casarano, scendono in campo anche la capolista Erredi assicurazioni Taranto, la Fulgor Tricase ed il Sammichele di Bari. Alle ore 11, presso il palazzetto dello sport  di contrada Pietra Bianca, la sfida tra Perle di Puglia Casarano e Taranto. Nello stesso orario, ma al palazzetto di Ugento, l’altra semifinale tra Tricase e Sammichele. Alle 17 la finalissima a Casarano. «Con grande orgoglio ci apprestiamo ad ospitare una grande festa della pallavolo pugliese: grazie al prezioso supporto del nostro main sponsor “Perle di Puglia” – affermano dalla società casaranese – abbiamo voluto fare un grande regalo alla città di Casarano che, negli ultimi anni, ha dimostrato una smisurata passione e un’incredibile amore per la pallavolo ed i colori rosso-azzurri».

 

discarica ugentoUGENTO. Il progetto non ha visto il coinvolgimento della cittadinanza. È questo uno degli aspetti analizzati nella relazione con la quale il comitato “Burgesi 2017″ presenta le sue osservazioni sul nuovo impianto di trattamento di rifiuti speciali che la società di Acquarica «Ugentocava grandi lavori» vorrebbe realizzare a Ugento, in contrada Casino Arto. Il documento è stato redatto «pro bono publico» (quindi nell’interesse di tutti e senza percepire alcun compenso) dall’esperto ambientale Cristian Rovito su richiesta del referente del Comitato, Angelo Minenna. La relazione è stata inviata a Comune e Provincia affinché se ne tenga conto durante il procedimento di assoggettabilità a Via. Nel progetto, si legge nella relazione, sarebbero assenti le valutazioni sulla «desiderabilità sociale» dell’impianto: la cittadinanza di Ugento e di Gemini, «già socialmente e antropologicamente lacerata dall’esistenza della discarica Burgesi», non sarebbe stata messa a conoscenza degli effetti del nuovo impianto.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

UGENTO. Ugento si trasforma in una vera e propria Gerusalemme questa domenica, quado andrà in scena la dodicesima edizione della “Via Crucis vivente”. Nello scenario naturale nei pressi del santuario della Madonna della Luce (via Casarano), più di cento figuranti insceneranno il doloroso percorso di Cristo verso la crocifissione. Le scene si susseguiranno a partire dall’Annunciazione alla Natività, passando dalle Beatitudini all’ ingresso di Gesù a Gerusalemme con la guarigione del cieco nato. Seguono l’ Ultima Cena e lavanda dei piedi, la preghiera e l’arresto nell’orto del Getsemani, l’ incontro con Caifa, il tradimento di Giuda, l’arresto, il rinnegamento di Pietro, il Giudizio innanzi a Pilato, la flagellazione e la Crocifissione. La deposizione con il pianto della Madonna sarà una delle scene madri della manifestazione. Si concluderà con i monologhi del Cireneo e la Veronica e infine la Resurrezione che avverrà in mezzo ai bambini, la vera novità di questa edizione. L’edizione di quest’anno della via Crucis è accomagnata da suggestive e toccanti melodie, il tutto impreziosito dalle scenografie di Gianluca De Marco per la regia di Alberto D’Ambrosio. L’iniziativa è promossa dal Comitato via Crucis e la Proloco Ugento e Marine con il Patrocinio del Comune di Ugento. Appuntamento questa domenica alle 19.30. La locale Protezione Civile di Ugento effettuerà il servizio navetta a/r per dare la possibilità a tutti di poter vivere la bellissima rappresentazione. Il servizio avrà la precedenza verso le persone anziane, con problemi motori o disabili. I punti di fermata, dalle 18:00 alle 19:30, sono: Chiesa S. Cuore di Gesù, Porta S. Nicola e Chiesa S. Giovanni Bosco.

NARDÒ. Un altro “Trofeo Salento”, il 29°, va in archivio. Un altro successo per la Over Fishing Salento che ha organizzato l’evento fra il litorale jonico-salentino di Ugento (Torre San Giovanni, Torre Mozza, Lido Marini) e Salve (Marina di Pescoluse). Si è aggiudicato il classico appuntamento di surfcasting (pesca dalla spiaggia) il team Over Sea “Le Pilane” di Poggiardo, a seguire la squadra mista neretino- aletina Over Fishing-Salento Team 2002 e Black Marlin di Novoli. Il trofeo a box al gruppo com- posto da Andrea Tarantino (che si è aggiudicato anche il riconoscimento individuale) di Muro Leccese, Gianrocco De Santis (Santa Cesarea Terme) e Renato Carluccio (Poggiardo).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

WhatsApp Image 2017-02-03 at 07.31.23LEUCA. Segue gli antichi percorsi mariani della “perdonancia” l’escursione di “Trekking Natura Cultura” in programma nella giornata di domenica 2 aprile. Quello proposto dal gruppo aletino, presieduto da Claudio Marzo, è un percorso di devozione mariana, che segue quello tracciato dai pellegrini che nei secoli scorsi raggiungevano Gerusalemme. La camminata tra profumati sentieri e muretti a secco, lungo un percorso di 26 km, porterà sino a Leuca: da Madonna del Casale, a Ugento, alla volta di Madonna de Finibus Terrae, con tappe intermedie alla chiesetta della Madonna di Vereto e a quella di S. Maria di Leuca del Belvedere conosciuta col nome di Leuca Piccola. Il Santuario di Leuca, un tempo considerato culla della cristianità in quanto rifugio di pontefici, eremiti, crociati, fedeli, è simbolo geografico e religioso di accoglienza e incontro fra i popoli del Mediterraneo, tanto da essere chiamato anche “Madonna delle frontiere”. Il ritrovo è per le ore 8 di domenica 2 nei pressi del parco Don Tonino Belloin via Mariana Albina. (Disponibile il servizio navetta, info: 348 954 9964).

Salva

IN EVIDENZA. «Ugento è stato il precursore del turismo straniero nel Salento, ma siamo ancora troppo divisi». A parlare è il presidente del Consorzio delle attività ricettive di Ugento, Damiano Reale, che ricorda come “da circa trent’anni, ormai, i turisti tedeschi popolano le marine di Ugento. È proprio grazie alle strutture di Ugento che i nordeuropei hanno iniziato a frequentare e ad apprezzare anche le altre località della zona”. «Ugento – continua il presidente – più di ogni altra località turistica ha un rapporto privilegiato con i turisti tedeschi, svizzeri e austriaci. E il turismo nordeuropeo è importantissimo per i nostri bilanci». Il turista straniero, secondo Reale “ha ormai compreso che a Ugento può trovare tutto ciò che cerca per trascorrere una bella vacanza: il mare, la spiaggia, la cultura e la buona cucina”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

17353610_1884360188510054_2103046043289156517_nALLISTE. Anche nel periodo pasquale, l’attività de “La Band di Babbo Natale” sosterrà l’associazione “Per un sorriso in più”, operante a sostegno del reparto di Onco-Ematologia Pediatrica dell’ospedale “V. Fazzi” di Lecce. Per tre domeniche (26 marzo, 2 e 9 aprile), nelle piazze dei vari paesi, saranno allestiti dei banchetti per l’acquisto delle uova della “Pasqua di solidarietà”: ad Alliste, in P.zza San Quintino, ore 9-18 (info: 3313970210); a Racale, presso “Giardini del Sole”, P.zza Addolorata e Piazza San Sebastiano ore 9-18 (info: 3405075612); a Ugento, in P.zza Colonna, Lungomare Torre San Giovanni e P.zza Regina Elena (Gemini), ore 9-13 (info: 3899990185); a Melissano, presso Largo Gesù Redentore e sul sagrato della Chiesa “B.V.M. del Rosario”, ore 9-13 (info: 3402691694); a Taviano, in P.zza San Martino e in P.zza Don Luigi, ore 9-18 (info: 3884490039); a Felline, il 2 aprile, alle 10:30, nei pressi della Chiesa “San Leucio Martire” (info: 3496667789). Il 15 marzo scorso, la “Band” ha partecipato all’udienza generale di Papa Francesco in Piazza San Pietro, consegnandogli dei doni: un cappello di Babbo Natale, il gagliardetto con lo stemma associativo e un “Uovo della Solidarietà”.

UGENTO. Circa 183 kg di marijuana sono stati sequestrati nei giorni scorsi a Porto Miggiano (Santa Cesarea Terme). Ad agire sono stati i carabinieri di Poggiardo insospettiti dai movimenti di due persone nei pressi di un gommone a motore sulla banchina del porticciolo. Alla vista dei militari, infatti, i due si sono dati alla fuga a bordo del natante lasciando a terra otto involucri contenenti stupefacente. Ad Ugento, invece, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato il 19enne K.S. dopo aver ritrovato nella sua abitazione 100 grammi di marijuana, materiale utile per il confezionamento delle dosi e 480 euro in banconote di vario taglio. I domiciliari sono scattati dopo la perquisizione all’interno dell’abitazione del giovane, da dove poco prima un suo coetaneo era uscito con una dose.

 

burgesi-analisi-3UGENTO. Il Comune ottiene più controlli. E per la prima volta diventano obbligatorie le ricerche di Pcb nella discarica di località Burgesi. È il risultato della Conferenza dei servizi che si è svolta lunedì a Bari: obiettivo dell’incontro, così come chiesto dall’amministrazione comunale, era la revisione dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) relativa alla gestione della discarica. Dopo le notizie sulla presunta presenza di fusti di Pcb, il Comune ha chiesto di rivedere il documento, soprattutto per aumentare il numero di controlli e includere, nell’elenco degli inquinanti ricercati, anche il Pcb. Ora la Monteco, società che gestisce la discarica, dovrà effettuare tre campionamenti all’anno (contro i due del precedente documento) ed eseguire anche le ricerche di Pcb e di diossina. L’Arpa, invece, esaminerà non solo l’acqua di falda e quella di superficie, ma anche il percolato.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 25

ugento analisi ambientaliUGENTO. Una ricerca ambientale con prelievi di materiali e ricampionature (già effettuati i primi il 7 e il 14 febbraio); subito dopo un tavolo di lavoro conl l’Asl per studiare le correlazioni tra i materiali trovati e alcune malattie tumorali; quindi il livello istituzionale con Regione e Comuni per i piani d’intervento: questo lo schema tracciato dal nuovo presidente dell’Arpa Puglia, dottor Vito Bruno, circa le indagini in corso di svolgimento sulla discarica – dismessa ufficialmente nel 2009 – di Burgesi. Nel corso di un collegamento con Telenorba, il dottor Bruno ha cercato di tranquillizzare quanti chiedono interventi risolutivi e chiarificatori circa lo stato dei luoghi di Burgesi, su cui grava l’autodenuncia di un imprenditore di Taurisano che si è detto pronto ad indicare l’area in cui sarebbero stati seppelliti arbitrariamente 600 fusti contenenti rifiuti cancerogeni. “Da quando abbiamo avuto il documento della Procura della Repubblica, sul finire di dicembre, abbiamo messo in moto tutte le procedure per arrivare ad individuare sostanze diverse da quelle autorizzate per quella discarica. Va ricordato – ha rimarcato il presidente dell’Agenzia regionale per l’ambiente – che la Procura ha scritto che non è stato possibile accertare le dichiarazioni dell’imprenditore per impedimenti tecnici”. Da parte dei cittadini presenti e dei comitati locali per la salute, è stato sottolineato che già nel 2011 da una indagine della Provincia e del Comune di Ugento, risultavano valori eccessivi di sostanze cancerogene in alcuni pozzi della zona  e che i casi di tumori (vescica, polmoni, tiroide) sopra la media sono un dato purtroppo incontrovertibile. L’obiettivo dell’Arpa è varare un nuovo piano di monitoraggio e controllo  per l’approvazione del quale è in arrivo in Regione una conferenza dei servizi.

Loris Bavone

Loris Bavone

UGENTO. Miglior difesa, miglior attacco, primo posto con un distacco a doppia cifra rispetto alle inseguitrici. Sono i numeri incontrovertibili dell’Asd Ugento che sta dominando il girone D del campionato di Prima categoria. «Il nostro punto di forza – spiega il ds Loris Bavone (foto) – è l’intero organico. Poi con l’esperienza di mister Oliva e del suo staff, abbiamo costruito un connubio vincente, anche perché noi siamo partiti per fare un campionato tranquillo, era quello che ci chiedeva la società. Il mister è riuscito a trasmettere la sua fame di vittoria all’intera rosa». Pochi movimenti nel mercato di riparazione dicembrino: «Oliva e la società – prosegue Bavone – avevano concordato di non intervenire sulla rosa che stava disputando un campionato d’alto livello. Finora posso dire che tutti gli acquisti sono stati azzeccati.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Carta di Leuca e federico massimo ceschinUGENTO. Non ha ancora un anno di vita il Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca-De Finibus Terrae”, ma ha già superato i confini nazionali, lasciando ben sperare per il futuro: il suo direttore Federico Massimo Ceschin (nella fotina), eletto a Bologna con voti unanimi, è ora anche segretario generale dei “Cammini d’Europa”. Già l’estate scorsa (a Ferragosto) la Fondazione radunò attorno a sè giovani provenienti da ogni latitudine del Globo per “abbattere muri e costruire ponti” e sottoscrissero la “Carta di Leuca” (foto). Poi, con la diocesi di Ugento-S.Maria di Leuca guidata dal vescovo mons. Vito Angiuli, “il prestito della speranza”, per giovani imprenditori e famiglie in difficoltà. A Natale, la mostra dei presepi, per valorizzare le peculiarità del territorio. E ora, appunto, il prestigioso riconoscimento: Federico M. Ceschin collabora con varie università, è consulente ministeriale e della Regione Puglia ed è anche ai vertici dell’Associazione europea delle “Vie Francigene”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Burgesi ugentoUGENTO. Nessuna nuova commissione speciale, ma più poteri a quella ordinaria già esistente. Anche a Ugento, dopo Acquarica e Presicce, si è svolto il Consiglio comunale sulle recenti vicende della discarica di località Burgesi. Martedì sera, nella scuola media di Gemini, su richiesta dei consiglieri di opposizione l’assise si è riunita alla presenza di numerosi cittadini. La richiesta del gruppo di opposizione, guidato da Mario Paiano, di istituire una commissione speciale di indagine non è stata approvata dalla maggioranza. La minoranza aveva chiesto di creare un organismo indipendente dotato di autonomia economica per svolgere analisi parallele a quelle ufficiali, per esercitare il diritto di vigilanza e per analizzare tutti gli atti che riguardano la gestione della discarica. Il sindaco Massimo Lecci, però, ha affermato che «una commissione del genere oggi avrebbe pochi poteri: non possiamo avvalerci di poteri surrogatori né sostituirci alla Procura». La maggioranza ha poi deliberato di demandare alla terza commissione consiliare permanente lo svolgimento di tutte le indagini necessarie su Burgesi e sulla presunta presenza dei fusti di Pcb.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Il sindaco Massimo Lecci e assessore alle Attivita produttive Graziano GrecoUGENTO. Nasce la consulta comunale delle attività produttive, che avrà il compito di collegare tra loro le categorie commerciali e artigianali e il Comune per favorire lo sviluppo economico e sociale del territorio. Il sindaco Massimo Lecci e l’assessore alle Attività produttive Graziano Greco (nelle foto) hanno invitato le associazioni di categoria, i commercianti, gli artigiani, gli operatori della pesca e dell’agricoltura e i liberi professionisti che esercitano la loro attività a Ugento a iscriversi al nuovo organismo entro il 31 gennaio. Diverse le funzioni della nuova consulta. Sarà, stando a quanto contenuto nel regolamento approvato all’unanimità dal consiglio comunale, uno strumento di indagine della realtà, dei bisogni locali e delle problematiche riguardanti le attività produttive.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

comuneIN EVIDENZA. Come e perchè è riscoppiato improvvisamente l’interesse sull’inquietante – per diversi motivi – discarica di Burgesi a Ugento? Ecco, passo per passo, accelerazioni, richieste e frenata della vicenda.

23 dicembre 2016
Ugento, Acquarica,Presicce e tutto il Salento si trovano davanti all’ennesimo “caso-Burgesi”: esce la notizia che il sostituto procuratore Angela Rotondano e il procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone hanno firmato la richiesta di archiviazione dell’inchiesta nei confronti dell’imprenditore di Taurisano, Gianluigi Rosafio. Quest’ultimo insiste nel dichiarare di aver conferito, nel 2000, oltre 600 fusti contenenti Pcb nel terzo lotto della discarica di località Burgesi, gestita dalla Monteco. La Procura invita la Regione, la Provincia e il Comune di Ugento a predisporre tutte le attività necessarie alla bonifica del sito inquinato.

24 dicembre
I Sindaci dei tre Comuni chiedono alla Regione di convocare al più presto un incontro tecnico. Le associazioni di Ugento che da anni seguono con attenzione le vicende di Burgesi intervengono e chiedono con forza di verificare le correlazioni tra gli inquinanti presenti nella zona e l’alta incidenza di malattie.
27 dicembre
Il presidente della Regione, Michele Emiliano, raggiunge la discarica insieme al dirigente regionale del dipartimento Ambiente Barbara Valenzano e al capo di gabinetto Claudio Michele Stefanazzi. Insieme ai Sindaci, il governatore visita il sito inquinato e assicura alle comunità interessate il massimo supporto. Allo stesso tempo, Emiliano si scaglia contro chi avrebbe dovuto controllare che nella discarica non avvenissero illeciti. Nello stesso giorno, l’assessore regionale all’Ambiente Domenico Santorsola annuncia ai Comuni l’imminente convocazione del tavolo tecnico, al quale dovranno partecipare anche l’Arpa e la Asl.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Domenica di festa e sport a Torre San Giovanni per il Cross del Salento 2017 con i campionati italiani Master di corsa campestre individuali e di società riservati agli over 35 dell’atletica, sia uomini che donne. La manifestazione di caratura nazionale è organizzata dall’associazione Ads Atletica Capo di Leuca guidata da Luca Scarcia e dopo il 2011 è tornata ad Ugento; di fronte a centinaia di appassionati accorsi oltre 800 atleti si sono sfidati sul percorso erboso del ristorante Morfeo che ha ospitato la gara; circa 131 società provenienti da tutta Italia e tanti volti noti della corsa campestre a contendersi il titolo italiano valevole per due anni. La giornata si è aperta con la gara dei cadetti, categoria esordienti A, B e C dai 6 ai 10 anni. A seguire cerimonia ufficiale di apertura a cura della scuola di ballo Oistros salento danza di Felline con una coreografia sull’inno di Mameli e poi le batterie femminili e maschili, dai 35 agli 80 anni, suddivise in cross km 4: SF 35, Sf 40, Sf45, SF 50; cross km3: SF60, SF65; SF70, SF 75, SF 80; cross km 6 SM35, SM 40, SM 45, SM50, SM 55, cross 4km SM60, SM65, SM70, SM 75, SM80. Tra i tanti nomi blasonati e conosciuti e i podisti di tutta Italia, buoni anche i piazzamenti per le gallipoline Gabriella Stea dell’Ads Atletica Anxa quarta nella categoria SF55 e Luana Boellis della La Mandra Calimera settima nella SF40; Camassa Alessandra GPDM Lecce terza nella SF60, Michele Galati GPDM Lecce sesto fra gli SM65. Venti maglie tricolori assegnate: Quaglia Emma, Scionti Gaetana, Tisi Patizia, Carrara Enrica, Fustella Elena, Bolognesi Silvia, Martini Gabriella, Torcoli Donata, Mariani Ofelia, Mazzotta Maria Luisa, Minerva Francesco, Landi Antonello, D’Arco Prisco, Brignone Valerio, Cacciamani Marco, Bonvecchi Maurizio, Ronchi Guerino, Puglisi Salvatore, De Vita Pasquale, Lippolis Vitantonio.

IN EVIDENZA. «La nostra Amministrazione ha sempre cercato di tenere alta l’asticella della legalità. In questo campo continuiamo a lavorare ogni giorno, affinché l’andamento della macchina amministrativa sia conformato ai principi essenziali di diritto amministrativo, come quello dell’imparzialità»: risponde così il Sindaco Massimo Lecci, a chi gli chiede un commento sulla persistente presenza di Ugento tra i paesi del Basso Salento a più alto rischio infiltrazioni mafiose. «Mettiamo in essere una serie di azioni, coordinate e disciplinate da appositi regolamenti che abbiamo approvato – prosegue Lecci – per contrastare ogni forma di abuso. Speriamo che queste azioni siano sufficienti a distogliere qualunque eventuale tentativo illegale. Siamo sempre attenti e continueremo ad esserlo». Il recupero e l’utilizzo dei beni confiscati a elementi mafiosi è uno degli argomenti di discussione tra gruppi di cittadini e l’Amministrazione. «Stiamo lavorando per il recupero dei beni confiscati – replica il Sindaco – e voglio ricordare che il nostro Comune è stato uno tra i primi della Regione a ottenere finanziamenti in questo senso.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Get Sport MediaUGENTO. È passata anche da Gemini la Caroli Hotels Basketball Cup, torneo itinerante di basket under 14 che la settimana scorsa ha ospitato nel Salento una rappresentativa di squadre provenienti da tutta Europa per decretare la migliore formazione maschile e femminile. Insieme a Casarano, Alezio, Galatina e Lecce (eccezionalmente, viste le proibitive condizioni meteo, una partita è stata disputata anche a Gallipoli), Gemini ha contribuito all’organizzazione della quarta edizione del torneo, che ormai si è ritagliato un posto di tutto rispetto nell’ambito delle manifestazioni sportive giovanili. Nello specifico, si sono giocate nella frazione di Ugento le partite Famila Schio (Vicenza) contro San Martino di Lupari (Padova) per le femminili (nella foto di di Giada Chetta per Get Sport Media) e Auxilium Fiat Torino contro Helios Domzale (Slovenia) e Promitheas Patrasso (Grecia) contro NBL Lecce per le maschili.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

monsignor Vito AngiuliUGENTO. «Ricordatevi che Steve Jobs costruì il primo computer nel garage dei suoi genitori, per poi crescere in tutto il mondo, come le vostre le attività, che hanno le possibilità di crescere e consolidarsi notevolmente»: cita il genio visionario di Cupertino monsignor Vito Angiuli (foto), vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca, nell’incontro con i giovani imprenditori della sua diocesi, beneficiari dei sostegni economici nati dall’esperienza del microcredito. Per Progetto Policoro, Prestito della Speranza e Progetto Tobia, iniziative a contrasto della crisi economica e la disoccupazione giovanile, è arrivato il momento di un primo bilancio. Tante le richieste presso il Centro Servizi diocesano Progetto Policoro, operativo ad Alessano, per l’avvio di nuove attività lavorative, 700 in tutta Italia. Prestito della Speranza e Progetto Tobia, agevolazioni finanziarie rivolte a soggetti privi di garanzie reali o personali, prevedono l’erogazione di prestiti a sostegno di nuove idee imprenditoriali e una garanzia “morale” da parte del sindaco e del parroco. Si conta che da febbraio 2013 con il Progetto Tobia, dopo la stipula della convenzione tra la Fondazione Mons. Vito De Grisantis e la Banca Popolare Pugliese, sono stati erogati 13 finanziamenti, pari a 130mila euro e l’avvio di altrettante attività economiche.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

giuseppe caraffaUGENTO. Cinquantotto chili di nervi che concentrano velocità, potenza ed energia. Dal prodotto di questa formula si ricava il nome di Giuseppe Carafa. Il pugile professionista in forza alla scuderia Opi 2000 sta scollinando il ranking italiano in virtù di una striscia positiva che lo proietta verso l’eldorado della Lega Pro Boxe. Dalla piccola Ugento sino ai palcoscenici più prestigiosi della scena pugilistica tricolore, il 22enne tira il bilancio del 2016 e mette nel mirino gli obiettivi dell’anno nuovo: «Dopo un 2015 indimenticabile suggellato dalla cintura nazionale Neo Pro Boxe – spiega -, ho vissuto un’annata che mi ha regalato altre emozioni molto forti.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Katia Scarcia, presidente di “Attivamente”, e a seguire in senso orario, Angelo Minenna del comitato “Burgesi 2017”, Vito Rizzo, presidente del comitato “Io conto”, e Oronzo Ricchiuto, presidente della Pro loco beach di Gemini

Katia Scarcia, presidente di “Attivamente”,
e a seguire in senso orario, Angelo Minenna del comitato “Burgesi 2017”, Vito Rizzo, presidente del comitato “Io conto”, e Oronzo Ricchiuto, presidente della Pro loco beach di Gemini

IN EVIDENZA. Torna la mobilitazione di persone, gruppi, cittadini e associazioni tra dubbi, sospetti, certezze e voglia di vederci chiaro una volta per tutte. Il 29 dicembre 2016, alcune associazioni di Ugento (Pro loco beach di Gemini, Pro loco di Ugento, Band di Babbo Natale, Terraferma, Granelli di sabbia, Combattenti sezione Ugento, Fidas, Attivamente, Uxentum Team, Missionari della pace e Comitato civico “Io conto“), a seguito delle dichiarazioni di Gianluigi Rosafio su “600 fusti di sostanze inquinati interrate nella discarica Burgesi”, hanno inviato una lettera al Sindaco di Ugento, Massimo Lecci e al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. La richiesta delle associazioni è quella di un incontro per comprendere la reale situazione dei fatti e come si intende procedere per scongiurare l’ennesima emergenza ambientale che potrebbe ripercuotersi sulla salute dei cittadini. «Crediamo che dopo tanti anni sia arrivato il momento di affrontare seriamente la questione della Burgesi e di passare ai fatti – dichiara il presidente della Pro loco beach di Gemini, Oronzo Ricchiuto – ora speriamo che si passi alla bonifica, che la magistratura non faccia sconti e che siano adotti finalmente la strategia “rifiuti zero”». Lo stesso parere è espresso dalla presidente dell’associazione Attivamente, Katia Scarcia: «Il problema era a conoscenza di tutti da diversi anni, ora si spera che si possano trovare delle soluzioni serie al fine di tutelare la salute di tutti». Accanto alle associazioni anche il Comitato “Io Conto” che per molti anni si è occupato della vicenda.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

cava-burgesi-1UGENTO. “Ho convocato subito la commissione consiliare dell’Ambiente ed ho scritto ai Sindaci di Acquarica del Capo e Presicce ed ho interessato le autorità regionali e provinciali”: il Sindaco ugentino Massimo Lecci racconta alle tv che sono subito piombate a Ugento, le prime mosse. È visibilmente preoccupato. Ha vissuto gran parte di questi anni che hanno tenuto una comunità sulle spine dal Comune, prima come assessore poi come vicesindaco e, da più di cinque anni come Sindaco. La notizia, con tenuta in una comunicazione di archiviazione di indagini su Gianluigi Rosafio, genero dell’ergastolano Pippi “Calamita” Scarlino, entrambi di Taurisano, ha avuto l’effetto di una bomba. Una bomba ecologica lo era già, potenzialmente, da quando cioè so sospettava che ci fossero interrati da qualche parte fusti contenenti materiali altamente cancerogeni. Adesso, dopo le rivelazioni di Rosafio agli uomini della Procura della Repubblica di Lecce, se n’è avuta certezza tanto che nell’atto citato la Procura chiama Ministero dell’Ambiente, Regione e Comune a bonificare l’area. Nion è cosa da poco. I fusti intercettati sono 600 circa; è sicuro che contengano policlorobifenili che negli anni hanno interessato l’area sottostante ma – a quanto è acclarato ad oggi – non la falda acquifera. La località del ritrovamento è tristemente nota. Si chiama Burgesi ed è la stessa per cui si sono battute una decina di anni fa persone e associazioni (e anche un prete poi trasferito altrove). Quando fu ucciso colui che rappresentativa la punta di diamante di questi movimenti di denuncia sociale, il consigliere Pippi Basile (Idv), se ne parlò molto: Basile invocava in ogni sede di andare a vedere seriamente cosa ci fosse interrato in quella zona, più vicina all’abitato di Acquarica che a quello ugentino. La clamorosa conferma dei traffici illegali da industrie del Nord e gli “smaltitori” locali è arrivata adesso, inequivocabile, ma gli anni a molti di questi criminali consegnerà la prescrizione per cui non pagheranno nulla alla giustizia. Ora si dovrà mettere in salvo nel più breve tempo possibile, la salute pubblica, di coloro che ci vivono oggi in queste comunità più prossime e di coloro che arriveranno domani.

piazza SaccotiTAURISANO. Il 22 e 23 dicembre dalle 18,30 alle 19,30, l’associazione “Piccoli Angeli”, organizza in via Orazio Flacco un mercatino di beneficenza, il cui ricavato sarà devoluto per l’acquisto di un tappetino antinfortunistico per piazza Saccoti (foto). All’origine dell’iniziativa la sicurezza dei propri figli: «I bambini devono giocare in sicurezza – dichiara la presidente Sonia Primogeri – l’idea è partita da una mamma che aveva notato che i ragazzi durante i giochi nella piazzetta potevano farsi male a causa della brecciolina; allora si è pensato che per Natale, tale acquisto destinato alla sicurezza sarebbe stato un bel dono per loro che sono il futuro della nostra comunità». Gli oggetti sono interamente realizzati a mano dall’associazione, ed è previsto anche un mercatino dell’usato. Inoltre, la serata del 22 sarà allietata dall’arrivo di Babbo Natale.

stanstreet-6-band-di-babbo-natale-bisUGENTO. Per l’ottavo anno consecutivo, il centro storico ospita la rassegna di appuntamenti natalizi organizzata dall’assessorato allo Spettacolo in collaborazione con la Pro Loco, la protezione civile e l’associazione «AttivaMente». Dopo l’inaugurazione di domenica 11 dicembre, con l’accensione del maestoso albero di piazza San Vincenzo, domenica 18 in Cattedrale si è svolto il concerto «Ecce Ancilla Domini». Venerdì 23 la «Band di Babbo Natale» “invaderà” il centro storico per raccogliere fondi da destinare all’associazione genitori oncoematologia pediatrica «Per un sorriso in più» di Lecce. Sabato 31 a partire dalle 23, poi, la vera novità di quest’anno: la notte di San Silvestro in piazza con i dj di Ciccio Riccio e con Giorgio Rude, Luca Bad, Valentina Molfetta, Ziza e le Special Girl Animation.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Voce al Direttore

by -
Sono trascorsi quattro anni da quando si sono avuti i primi sentori che qualcosa non andava per il verso giusto: gli ulivi erano malati,...