Home Notizie Tuglie
Ultime notizie dal Comune di Tuglie

by -
0 113

Tuglie – Sarà presentato giovedì 21 giugno alle ore 19.30, presso la Biblioteca Comunale “F. Gnoni” in via Risorgimento 19 a Tuglie, “Di tempo veloce, di flebile voce, d’amore fugace” l’ultimo libro di Piero Tafuro, pubblicato da Edizioni Esperidi. La serata, aperta dai saluti di Massimo Stamerra, sindaco di Tuglie e Silvia Romano, assessore alla Cultura, sarà coordinata da Antonio Rima, direttore onorario della Biblioteca di Tuglie. Dialogherà con l’autore il giornalista Antonio Imperiale, interverranno Antonio Maria Gabellone presidente della Provincia di Lecce, Giuseppe Serravezza, oncologo direttore del centro Ilma. Le letture sono a cura di Antonio Calò. I proventi del libro saranno interamente devoluti a LILT Lecce e destinati alla realizzazione del centro situato sulla provinciale che collega Alezio a Gallipoli.

Dopo “I treni che volano passano sempre all’alba” (Esperidi 2014) l’autore di San Pancrazio Salentino (Br) ritorna con una nuova silloge poetica: tema principe di questa raccolta è sicuramente l’amore, visto e descritto nelle sue tante sfaccettature.

Nardò – Buone notizie dalla Provincia di Lecce circa la riapertura al traffico della strada “174”, chiusa per lavori nel febbraio 2017. Le buone notizie arrivano dalla Provincia, direttamente dal presidente Antonio Gabellone (di Tuglie), che ha informato i due Sindaci di Nardò e Galatone: ancora una decina di giorni e il cantiere potrebbe dirsi concluso e l’ordinanza dell’Anas da mettere in archivio. Nel corso di un incontro informale avvenuto questa mattina – di cui dà notizia l’Ufficio stampa del Comune neretino – a Palazzo Personè il presidente della Provincia Antonio Gabellone, sulla scorta delle rassicurazioni ricevute dall’impresa, ha informato della novità il sindaco di Nardò Pippi Mellone e il sindaco di Galatone Flavio Filoni. (nella foto il passaggio a livello da scavalcare)

Attualmente è in corso il completamento della rotatoria in territorio di Galatone (con intervento di bitumazione sempre da parte dell’impresa Antonio Magno) che consentirà la riapertura dello svincolo della strada statale 101 e della vecchia viabilità tra Galatone e Nardò, gestita quest’ultima a senso unico alternato mediante semaforo di cantiere. Per la riapertura complessiva a due corsie bisognerà attendere la metà di luglio. “Ciò porrà fine – si legge nella nota – ai notevoli disagi ai pendolari tra le due città e ai problemi derivanti dal fatto che le soluzioni alternative non si sono rivelate sufficientemente adeguate. L’intervento complessivo sull’arteria, com’è noto, prevede la realizzazione del cavalcaferrovia e la sistemazione viaria della ex strada statale 174, i cui lavori continueranno comunque nelle prossime settimane. (nella foto da sinistra Filoni, Gabellone, Mellone).

Il commento dei due Sindaci “Siamo lieti – dice il sindaco Pippi Mellone – di poter annunciare quanto la Provincia ci ha riferito questa mattina con il presidente Gabellone e con il dirigente, l’ingegnere Corsini. È una novità molto importante per i tanti pendolari tra Nardò e Galatone, per tutti coloro che hanno ragioni di tipo lavorativo, commerciale e personale che la chiusura dell’arteria ha messo a dura prova. Parliamo di un intervento molto complesso e la tempistica inevitabilmente ha imposto una lunga chiusura, comunque nei tempi previsti”. “La riapertura della strada – aggiunge il sindaco Flavio Filoni – fa respirare le nostre imprese, che certamente in questi mesi hanno molto sofferto per la chiusura dell’arteria. Abbiamo fatto molte sollecitazioni per cercare di ridurre i tempi e alleviare i disagi di tutti. Un plauso alla Provincia di Lecce, ai tecnici dell’ente e alla direzione dei lavori, con la quale mi sono confrontato costantemente”.

Santa Caterina di Nardò – Novità rilevante in vista per il 37enne don Francesco Martignano di Parabita, che dal prossimo 8 luglio sarà parroco a Nardò, nella marina di Santa Caterina d’Alessandria. Lo ha stabilito in questi giorni l’ordinario diocesano mons. Fernando Filograna, che nei prossimi giorni ne ufficializzerà la nomina, firmando l’apposito decreto, col quale sarà sollevato dal precedente incarico di vicario parrocchiale a Maria Santissima Annunziata di Tuglie. Don Francesco Martignano prenderà il posto di don Piero Inguscio, che nei giorni scorsi è stato nominato parroco a Copertino, chiesa dei Santi Medici.

Al momento non è dato sapere di altri spostamenti di sacerdoti che sembrano comunque essere all’orizzonte, secondo fonti bene informate, e per le quali c’è quindi da aspettare.  dovrebbero esserci, ma saranno comunicate volta per volta. Ancorché piuttosto giovane, don Martignano è anche professore presso l’Istituto teologico pugliese di Molfetta, membro del Consiglio presbiterale e direttore dell’Ufficio liturgico e ministeri laicali diocesano, incarichi questi ultimi, che dovrebbe continuare a svolgere.

Galatone – L’ex ministro ai Beni culturali Dario Franceschini è il protagonista di giornata del Salento book festival, la “festa dei libri” promossa nell’ambito dell’ottava edizione del Festival nazionale del libro, manifestazione itinerante tra Gallipoli, Nardò, Corigliano, Galatina e Galatone. “Disadorna e altre storie” (edizioni La nave di Teseo) è il titolo dell’ultimo libro del politico e scrittore nato a Ferrara che verrà presentato stasera, giovedì 14 giugno, alle 20.30 nell’atrio del palazzo Marchesale (in caso di maltempo l’evento si sposta nel teatro comunale). Ad incontrare l’autore sarà Fernando D’Aprile, direttore di Piazzasalento.

Gianluigi Paragone a Nardò L’ottava edizione della manifestazione culturale, “figlia” dell’impegno portato avanti nel corso degli anni dall’associazione  Festival nazionale del libro presieduta da Gianpiero Pisanello (di Tuglie), torna venerdì 15, alle 21.30, in piazza Salandra a Nardò (in caso di maltempo nella sala conferenza del chiostro dei Carmelitani) per l’incontro con Gianluigi Paragone. L’ex conduttore della trasmissione della La7 “La Gabbia”, oggi senatore del Movimento 5 Stelle, insieme a Lara Napoli presenterà il libro “Noi no!” (Piemme) in cui racconta, dal suo punto di vista, il valore della ribellione. prima dell’incontro con Paragone, Annalaura Giannelli (autrice originaria di Parabita) insieme a Luigi Grasso presenterà i libri “Di terra e d’anima”, vincitore del premio Progresso e cultura” Provincia di Bari 2014, e “La figlia del destino”, entrambi pubblicati da Adda editore.

Luca Bianchini incontra Luciana Littizzetto La rassegna, quest’anno affidata alla direzione artistica di Luca Bianchini (conduttore degli eventi programmati dal 18 e il 24 giugno) propone in un mese e mezzo, fino al 22 luglio, oltre 60 appuntamenti con oltre 70 tra autori e artisti: il primo incontro insieme a Bianchini sarà quello con Luciana Littizzetto, lunedì 18 in piazza Salandra a Nardò.

Neviano – Tassa sui rifiuti, Unità cure primarie e scricchiolii in maggioranza: a Neviano il sindaco Silvana Cafaro interviene per dire la sua e per mettere i classici puntini sulle “i”. Dopo l’ultimo Consiglio comunale che ha varato l’aumento della Tari, il Primo cittadino commenta il discusso provvedimento (in questi giorni nuovamente contestato dalle opposizioni) ma dice la sua anche sulla “distanza” palesata dal vicesindaco Raffaele Birtele e sull’ormai conclusa vicenda del trasferimento dell’Unità cure primarie in via Tuglie.

L’aumento della Tassa sui rifiuti Un aumento, quello sulla Tari, che la maggioranza non avrebbe voluto. «Il problema spazzatura è stato seguito da Birtele – sottolinea la Cafaro – e se me ne fossi occupata io sin da subito avrei smontato tutto già dal primo momento. Mi sono trovata a trattare solo alla fine e mi hanno obbligato a firmare, altrimenti sarei stata denunciata. Secondo me il nuovo servizio non partirà nemmeno a ottobre, visto che la ditta ha già chiesto altri 180 giorni a partire dal 31 agosto». Una questione che vede coinvolti tutti i comuni dell’Aro 6, di cui, con Neviano, fanno parte anche Galatone, Seclì, Sannicola, Tuglie, Galatone, Collepasso, Aradeo e Nardò. «Stiamo convocando una riunione dei sindaci – continua il Sindaco – alla quale mi recherò accompagnata da un avvocato e da un tecnico: avevo dato disposizione perché il contratto non fosse firmato, ma siamo stati costretti, e per questioni di Bilancio abbiamo dovuto convocare il Consiglio per la Tari». Il punto all’ordine del giorno, che ha trovato l’opposizione della minoranza di piazza Concordia (dentro e fuori dal Palazzo), era stato ritirato dalla precedente assise: “Ero ancora in trattative e pensavo di non far firmare il contratto a nessuno, ma i sindaci hanno ceduto ingiustamente, come dice anche il presidente Gabellone”.

Capitolo Birtele Sembra destinata a far discutere ancora la posizione del vicesindaco e assessore al bilancio Birtele – il più suffragato alle amministrative di tre anni fa – da qualche tempo assente alle riunioni della Giunta e del Consiglio comunale. «Iniziare dal giorno dopo la mia elezione a parlare di prossima candidatura mi è sembrato eccessivo. È normale questo atteggiamento da parte di un vicesindaco? Per me – si chiede la Cafaro – non è rottura totale ma quando si fa parte di un’Amministrazione, da consigliere o da assessore, bisogna prendersi qualche responsabilità. Per il futuro politico non ho ancora in mente nulla. Questo è già il secondo mandato e quello che mi interessa è lasciare il paese in buone condizioni: da masseria, Neviano è diventata una cittadina».

Unità cure primarie In questi giorni, intanto, è andato definitivamente in porto il tanto discusso trasferimento dell’Unità cure primarie da via Dante a via Tuglie. «Per la questione sono stata dietro al presidente della Regione un’intera giornata, ottenendo garanzie sull’ordinanza», spiega il Sindaco. Il caso sta animando da tempo il dibattito in città anche perché tre consiglieri di minoranza su quattro (tra cui Luigi Stifani, uno dei medici del “supergruppo”) rivendicavano la destinazione d’uso della struttura di via Tuglie (casa-rifugio per donne vittima di violenza), in cui l’Ucp (già da stamattina) è ormai operativo. «Via Dante era un tugurio, non mi premono i medici ma i prelievi che si effettuano lì dentro, le visite cardiologiche e specialistiche, oltre al fatto che in quella sede i dottori prendessero il doppio dello stipendio. L’ex scuola Giovanni XXIII è una struttura nuova e non utilizzata», conclude il Primo cittadino.

Il Consiglio torna a riunirsi Intanto giovedì 14 giugno, alle ore 16, il Consiglio tornerà a riunirsi per discutere cinque punti all’ordine del giorno: tra questi l’approvazione del rendiconto di gestione 2017 e l’approvazione delle bozze dello statuto e della convenzione del Consorzio per la realizzazione del sistema integrato di welfare dell’Ambito territoriale sociale di Galatina.

Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) – Serata conclusiva a Leuca per il concorso internazionale di poesia e letteratura “De finibus terrae”. L’appuntamento è alle ore 20 di mercoledì 13 giugno presso l’Hotel terminal. L’iniziativa gode del patrocinio della Provincia di Lecce, del Comune di Gagliano del Capo e della Biblioteca “Tommaso Fiore Gnoni” di Tuglie. I premi speciali “Maria Monteduro 2018” andranno ad Aldo D’Antico (di Parabita, per la cultura), Ausilio Bertoli (alla carriera), Antonia Occhilupo (scrittrice di Acquarica del Capo), Elio Coriano (poeta di Martignano), Roberto Gaetani (per la ricerca, tecnologia e innovazione) e Salvatore Bianchini (per le discipline artistiche). Nel corso della serata l’intrattenimento musicale è garantito dal maestro Maria Fino.

Parabita – Riconoscimento prestigioso per il Centro federale territoriale di Parabita, nell’ambito del progetto “Un goal per la salute” avviato dal settore giovanile e scolastico della Federazione italiana gioco calcio. Il secondo polo pugliese, guidato da Orazio Colazzo e operativo dallo scorso 23 ottobre presso la struttura Heffort, ha preso parte alla campagna 2017/18, per la sensibilizzazione dell’educazione alla salute e al rispetto delle regole. La manifestazione, ha visto la collaborazione della Commissione federale antidoping con il patrocinio e il supporto operativo del Comitato italiano per l’Unicef. La proposta di realizzare degli spot informativi sull’importanza di tale tematica, ha interessato tutti i Centri federali presenti sul territorio nazionale che oggi rappresentano dei poli di eccellenza per la valorizzazione e la formazione tecnico-sportiva di circa 20mila giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 15 anni. È stato il presidente della giuria Carlo Sica, membro della Commissione antidoping e tutela della salute della Figc Carlo Sica, ad analizzare i 30 video partecipanti premiando quelli prodotti dai Centri federali territoriali di Parabita, Casalnuovo di Napoli e San Giorgio di Nogaro (Udine).
«L’importanza dell’argomento ha entusiasmato i nostri ragazzi. In attesa di conoscere quale di questi tre video si aggiudicherà ufficialmente la vittoria, per il momento possiamo ritenerci soddisfatti dell’esito espresso da parte della commissione», afferma Milena Ciullo (di Tuglie), psicologa della struttura parabitana e referente del progetto. La programmazione delle attività laboratoriali è stata, inoltre, coordinata anche dal sociologo Danilo Coronese (di Racale). La premiazione ufficiale della terza edizione “Un goal per la salute” si svolgerà il prossimo 19 giugno, presso la sede centrale della Figc di Coverciano (Firenze).

Il Centro si presenta con l’Open day Intanto, giovedì 14 e venerdì 15 giugno, sempre alle 16, il Centro federale territoriale presso l’Heffort sport village si presenta alle società della provincia con l’Open day programmato “per far vivere ai giovani calciatori il clima che si respira all’interno di un Cft e le relative modalità di coinvolgimento”, affermano i promotori. L’invito a partecipare è rivolto a tecnici e dirigenti, nonché agli allievi e alle allieve nati nel 2005 e nel 2006 e alle loro famiglie. L’obiettivo è anche quello di “informare correttamente gli adulti coinvolti rispetto alle diverse attività del progetto, sia per quanto riguarda dal parte tecnica in campo che quella formativa e informativa in aula”. Gli organizzatori precisano, tuttavia, che l’iniziativa non ha alcuna finalità di selezione in vista della prossima stagione sportiva. Le società interessate a partecipare sono tenute a confermare la propria presenza entro il 12 giugno (email orazio.colazzo@alice.it – telefono 340/2963672)

Tuglie – Resta viva a Tuglie la tradizione degli “altarini” in onore del Corpus Domini, solennità liturgica istituita nel 1264 da papa Urbano IV, con lo scopo di celebrare la reale presenza di Cristo nell’Eucaristia. Per questo, domenica 3 giugno, come tradizione vuole, molti devoti realizzano con drappi, fiori e tessuti ricamati artigianalmente gli “altarini” che accoglieranno, durante la processione, la teca con l’ostia. Tra questi, si inserisce quello realizzato nella Cantina di Antonio e Annina Mottura, in via Nino Bixio al civico 85. Da sempre luogo nevralgico di incontri e di condivisioni, un tempo sede di produzione e vendita di vino e prodotti della terra, per molti anni nella cantina si è realizzato un altarino fino al 1998. Dallo scorso anno è stata ripresa questa tradizione con l’infiorata che sarà realizzata dal noto professionista di Galatone, Tommaso Filieri. Alle 20, dopo la messa, dalla chiesa matrice si snoda il corteo che giunge, verso le 21 circa, in via Nino Bixio. Al momento della benedizione con don Maurizio Pasanisi è previsto uno sparo di bengalate pirotecniche e il lancio di cinquemila bigliettini votivi e petali di fiori dal terrazzo dell’antica cantina.

 

 

Tuglie – Grande successo per la gita organizzata, domenica scorsa, dall’associazione culturale “Festival Nazionale del Libro” con sede a Tuglie, ma attiva su tutto il territorio provinciale. Oltre cento persone hanno preso parte per scoprire la maestosità di Castel del Monte, l’austerità di Trani e per una passeggiata nella turistica Polignano a Mare. Il percorso, curato da due guide turistiche, ha rappresentato l’occasione per scoprire le bellezze pugliesi all’interno dei cammini federiciani. Ora, oltre all’organizzazione del “Salento Book Festival”, in programma dal 7 giugno al 22 luglio tra Corigliano, Gallipoli, Galatone, Galatina e Nardò, l’associazione culturale è in procinto di organizzare una gita a Melfi, la penultima domenica di ottobre, per la sagra della castagna e, l’1 e 2 dicembre, un viaggio alla scoperta di Pompei, Napoli e delle meravigliose luminarie natalizie di Salerno.

Parabita – Sport e solidarietà a braccetto per la recente Partita del Cuore, tra ex glorie del Lecce, imprenditori salentini e ragazzi diversamente abili, presso l’Heffort Sport Village di Parabita per sostenere il progetto “Insuperabili”. Si tratta di una preziosa realtà nata nel 2016 per volontà di Pasquale Bruno, presidente onorario e cofondatore, insieme a Chevanton e mister Roberto Rizzo della Soccer Dream, il cui presidente è Tommaso Sabato. “Insuperabile” tra gli insuperabili è stato Marco Romano (originario di Tuglie) capace di segnare più gol di tutti condividendo questa sua prestazione speciale, con particolare entusiasmo, anche sul proprio profilo Facebook, oltre a ricevere applausi e complimenti dalla tribuna durante la partita. Lo stesso ragazzo, classe 1994, lo scorso anno, ha ricevuto un premio anche nell’ambito dell’iniziativa denominata “Sport per l’Inclusione”, con l’obiettivo di sensibilizzare studenti, associazioni e singoli cittadini. La Partita del Cuore è stata per Marco Romano e per tutti i partecipanti un’occasione unica per “mettersi in gioco” e condividere emozioni e sorrisi nel segno dell’inclusione.

Gallipoli – Cinque comuni uniti nella rete che il Salento Book Festival, arrivato alla sua ottava edizione, ha saputo tessere con sapienza e lungimiranza, per promuovere il territorio, la cultura e l’amore per i libri, in quella che è stata definita la “Movida del lettore”. I propositi e le particolarità del Festival sono stati presentati durante la conferenza stampa nella Mediateca regionale a Bari, durante la quale hanno preso parte l’ideatore e direttore organizzativo, Gianpiero Pisanello di Tuglie, il direttore artistico (al suo debutto) e presentatore degli eventi tra il 18 e 24 giugno Luca Bianchini, l’assessore regionale all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone e i Sindaci e assessori dei Comuni coinvolti. Dal 7 giugno al 22 luglio 2018 nelle piazze e nei principali punti attrattivi di Corigliano D’Otranto, Galatina, Galatone, Gallipoli e Nardò, non andranno in scena solo presentazioni di libri con ospiti d’eccezione, ci saranno anche musica, spettacoli teatrali per grandi e piccoli, laboratori creativi e la proiezione di un documentario.

Sessanta appuntamenti In tutto sono 60 appuntamenti per oltre 70 tra scrittori, autori e artisti del calibro di Giovanni Impastato; Dario Franceschini; Serena Dandini; Albano Carrisi; Luciana Littizzetto; Piero Fassino; Marco Travaglio; Gino Castaldo e tanti altri ancora. tanti i temi che si tratteranno: dalla politica alla società; giornalismo e comunicazione; giustizia e legalità. Tutto ad ingresso gratuito. “Il Salento dell’industria turistica può investire nella nuova Movida del Lettore – ha detto Pisanello -. In una zona del Sud Italia record per flusso turistico vacanziero, trasformare i libri in star, attirare alla lettura migliaia di persone, spargere il seme della cultura nel vasto giardino dello svago e del tempo libero è un’operazione benefica per il tessuto sociale del paese”.

Oltre al mare e ai bei luoghi, quindi, il Salento si vuole distinguere anche per l’offerta culturale. “Quello che più mi piace del Salento è che tutti si tuffano nel suo mare turchese, mentre c’è un entroterra meraviglioso fatto di paesini con tradizioni millenarie, bella gente e piatti fantastici – ha affermato Luca Bianchini -. Mi piace l’idea che questi paesi abbiano costruito una rete per conoscersi e per farsi conoscere, e i libri siano il loro tramite. I libri come occasione per ritrovare le persone e per farle pensare. Dai piccoli scrittori alle grandi celebrità, tutti abbiamo qualcosa da dire e da imparare. E il Salento, con la sua calda bellezza, può essere una nuova meta per ritrovare se stessi”.

Vinto il bando, arrivati i contributi regionali Finanziato sempre dagli sponsor che hanno creduto nel progetto, quest’anno il “Salento Book Festival” si avvale anche dell’aiuto regionale. “Il sostegno che la Regione ha dato, tramite il bando triennale per le attività culturali vinto, è utile al territorio anche perché serve a rendere stabile la programmazione, investendo sempre più nella rete tra comuni – ha detto l’assessore Capone -. Vanno sostenute le occasioni in cui si crea un vero e proprio bacino culturale che richiama così fette consistenti di turismo anche in mesi non del tutto centrali della stagione estiva, puntando sull’appeal del Salento ben oltre il mare, puntando ai centri storici. Siamo la penultima regione per numero di lettori: è per noi un dato odioso ma stiamo lavorando per uno spostamento d’asse, riempiendo sempre più di contenuti i bei contenitori che abbiamo, attrezzando i comuni per il sostegno della lettura”. Non resta allora – come recita lo slogan – che “tuffarsi in un mare di storie”.

Tuglie – Un periodo intenso per il circolo “Tennis degli Ulivi” di Tuglie, da sempre un punto di riferimento per le migliori “racchette” salentine. Nei giorni scorsi, le ragazze del circolo si sono aggiudicate l’ultima giornata di campionato di serie C battendo (3-1) il Bisceglie. «Siamo felici di aver raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati, garantendo la permanenza in serie C. Non posso che ringraziare le ragazze, lo staff e un grande abbraccio va ai nostri sostenitori e ai nostri sponsor», afferma il maestro Cosimo Pino.

Trofeo Kinder Nei giorni scorsi, intanto. si è concluso il “Trofeo Kinder” (maschile e femminile) con sfide dagli under  9 agli under 16. Primi classificati nelle categorie maschili sono stati Iacopo Duma del Ct Galatina (under 9 e under 10), Filippo Avvantaggiato del Ct Tuglie (under 11), Federico Sanapo del Ct Tricase (under 12), Alessio Calabrese (under 13) e Francesco Costa (under 14 ) del Ct Tuglie e Sebastiano Micheli (under 16) del Ct Muro Leccese. Nella sezione femminile, invece, a trionfare sono state Giorgia Camilleri (under 10) di Brindisi, Ginevra Puce (under 11) del Ct Maglie, Beatrice Gerardi (under 12) del Ct Arnesano, Giorgia Sticchi (under 14 di Casarano) del Ct Lecce e, infine, Rebecca Greco (under 16) del Ct Tuglie.

Collepasso – Primo “Percorso culturale-naturalistico” sui gelsi domenica 27 maggio con l’associazione “Custodi del Salento”, in collaborazione con il Gruppo Trekking Collepasso e il Museo della Civiltà contadina di Tuglie, col patrocinio dei Comuni di Collepasso e Tuglie. L’escursione avrà inizio dal Palazzo Baronale di Collepasso alle ore 9,30, con messa a dimora di un “gelso moro” in ricordo di Roberto Malerba, fondatore di “Custodi del Salento”, nonché dell’associazione Salento-Gelsi, dedicando la sua vita alla valorizzazione e conoscenza di questa antica pianta. Il percorso proseguirà nel centro di Collepasso con la guida storiografica di Raimondo Rodia e quella botanica di Salvatore Colazzo, fino alla scoperta del gelso bianco e del bosco. Alle ore 12 è previsto il ritorno al Palazzo Baronale e partenza per Tuglie, dove ci si incontrerà al Museo della civiltà contadina in piazza Garibaldi. Visita del museo e della mostra presente su gelsi, bachi e coltura dedicata a Malerba. Qui si terrà il pranzo sociale, con di piatti tipici e pietanze speciali a base di gelsi (Info e prenotazione al numero: 3334155849 – Francesca). Alle ore 14.30/15.00 inizierà l’escursione storico-naturalistica del centro di Tuglie, con visita al secondo albero più grande del Salento. La passeggiata terminerà nel pomeriggio con la raccolta e degustazione dei frutti in un gelseto ad Alezio, a meno di tre km dal centro di Tuglie, fino alle ore 17.30. Alcuni spostamenti potranno essere completati in auto a seconda del tempo disponibile.

Gallipoli – Dal prossimo 1° giugno  i pullman di Salentoinbus cominceranno a percorrere le strade del Salento e a collegare il capoluogo con le località turistiche della costa ionica e adriatica. Il servizio, che fu inaugurato nell’estate del 1999 per iniziativa della Provincia di Lecce, ha costituito in questi anni un punto di riferimento non solo per i turisti, ma anche per i residenti che, per raggiungere il mare, scelgono di utilizzare un pullman pubblico, appunto. Salentoinbus, che durerà fino al 30 settembre, diventa indispensabile di domenica quando i treni della “Sud Est” rimangono fermi in deposito (per quanto ne sappiamo al momento; ma non si escludono novità).

Tutto come lo scorso anno Confermate le linee e i percorsi dell’anno scorso, con una sola novità.  Come nelle precedenti edizioni Salentoinbus si articola su nove linee principali: 101( Lecce-Torre dell’Orso- Otranto); 102 (GallipoliMaglie); 103 ( Maglie-Santa Cesarea- Castro-Marina di Andrano); 104 (Lecce-Porto Cesareo-Gallipoli); 105( Otranto-Santa Cesarea-Castro-Santa Maria di Leuca); 106 (Lecce-Maglie-Otranto); 107 (Lecce- Maglie-Tricase-Santa Maria di Leuca); 108 (Lecce-Gallipoli-Santa Maria di Leuca); 110 (Porto Cesareo-Riva degli Angeli). La novità riguarda la linea 107 che da Lecce arriva fino a S. Maria di Leuca perché è prevista una tappa ad Alessano, paese natale di don Tonino Bello, con sosta al cimitero, per quanti vogliano andare a pregare sulla sua tomba. Il processo di canonizzazione, la recente visita del Papa, il sempre più consistente numero di turisti che nella rotta Lecce-Capo di Leuca fanno tappa ad Alessano, ha suggerito di inserire la nuova fermata nella linea 107. C’è un altro elemento da tenere presente: quest’anno è prevista una iniziativa che vedrà una grande affluenza a Leuca di giovani provenienti da tutte le diocesi. Dal 5 al 10 agosto, infatti, “Il cammino dei giovani per la convivialità di pace nel Mediterraneo” partirà da Brindisi e toccherà tutte le diocesi salentine: Lecce, Otranto, Nardò-Gallipoli, Ugento.  L’11 agosto, poi, numerosi pullman partiranno da Leuca per Roma per incontrare Papa Francesco in vista del sinodo dei giovani. Il prossimo 30 maggio, in sede di conferenza stampa in Provincia saranno forniti i particolari del servizio, con gli obiettivi che si vogliono raggiungere e con le difficoltà che si incontrano ogni anno.

Tratte “doppioni” e niente servizi nelle soste Anche quest’anno sembra che manchi il contributo della Regione che servirebbe per dotare le soste di pensiline e di servizi, specialmente nelle tappe più frequentate come Gallipoli. Sotto il sole di luglio e agosto, niente panchine, niente servizi che possano rendere più gradevole l’attesa del pullman. Ogni anno la Provincia, presieduta da Antonio Gabellone (di Tuglie)  chiede un contributo alla Regione, ma inutilmente. Nonostante qualche difficoltà, i numeri del 2017 sono da capogiro: circa un milione di persone si sono servite di Salentoinbus e ad agosto, per alcune tratte,  furono impiegati anche pullman doppi. Esiste poi il problema delle tratte “doppioni”, Ferrovia Sud Est e Salentoinbus. Sarebbe auspicabile che quest’ultimo venisse usato in maniera intensiva nelle tratte in cui non ci sono stazioni ferroviarie o almeno dovrebbero essere raccordati gli orari, cosa che non succede perché alcune corse su ferro e su gomma partono nel medesimo orario.  C’è invece integrazione con i mezzi a lunga percorrenza da e verso Lecce: infatti partenze e arrivi sono coordinati con  arrivi e partenze di treni e aerei (bus navetta da e per gli aeroporti di Brindisi e Bari).

Fra qualche giorno con le decisioni e gli impegni che dovrà assumere l’azienda ferroviaria (il 28 previsto un incontro per la decisione dei treni domenicali) e l’inizio di Salentoinbus si potrà capire che cosa il Salento può offrire a turisti e residenti oltre i famosi sole, mare e vento di cui non ha alcun merito.

 

 

Sannicola – Al via le selezioni per la seconda edizione del concorso Miss Store Auto organizzato dall’omonima concessionaria di Sannicola. Le iscrizioni sono riservate a ragazze tra i 18 e i 25 anni e si possono effettuare attraverso la pagina facebook storauto srl o tramite whatsapp al numero 328 3054385. Lo scorso anno è risultata vincitrice Debora Pellico, 21 anni di Parabita. Sul podio anche Antonietta Bianco di Gallipoli e Chiara Picciolo di Parabita. Alla finale del concorso, organizzato dai coniugi Ada Negro e Andrea Puce, erano giunte Lorenza Pellegrino di Galatina, Elena Imperiale  di Tuglie, Denise Abbate, Flo De Filippo, Marilena Greco, Mery Cacciatore, Antonietta Bianco e Grazia Barone, tutte di Gallipoli, Tamara Magnolo di Matino,  Antonella Gaetani ed Eleonora Bove di Parabita, Clelia Scalese di Cutrofiano, Emma Abbate di Taviano e Alessandra Martignano di Alezio.

Porto Cesareo – Andrà ai Sud Sound System, a Romina Power, all’associazione Giulia (giornaliste unite libere e autonome) e a Titti Tornesello (foto), l’oncologa di Alezio a capo del reparto di Oncoematologia pediatrica del “Fazzi” il premio “Virtù e conoscenza”. Questi i primi nomi che sono trapelati durante la presentazione del documentario omonimo fatto venerdì scorso in Provincia a Lecce e sabato a Porto Cesareo, alla presenza del presidente della Provincia Antonio Gabellone (di Tuglie), del Sindaco Salvatore Albano, dell’assessore all’Istruzione, Università, Formazione professionale e Lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo; il direttore del Polo biblio-museale per la Puglia Luigi De Luca, di rappresentanti Consiglio superiore dei Beni culturali e paesaggistici del Mibact e del Miur – Ufficio scolastico per la Puglia, della presidente di “Integra Onlus” e con la conduzione del giornalista Rai, Enzo Delvecchio.

Il documentario, con la regia di Agnese Correra e la colonna sonora composta da Gloria Arnesano con gli Euphonic, è stato realizzato grazie alla costituzione di una specifica Rete scolastica ed al patrocinio della Provincia di Lecce, Comune di Porto Cesareo, Regione Puglia, Ministero dell’Interno, MiBact, Ufficio scolastico regionale per la Puglia, Unione dei Comuni Union3 (otto Enti tra cui Porto Cesareo), Unimed (Unione delle Università del Mediterraneo), Università del Salento e Università degli Studi di Bari. L’opera filmica ha come obiettivo la promozione dell’integrazione interculturale, il dialogo interreligioso e l’interscambio delle conoscenze, la valorizzare delle diversità, la promozione del territorio con le sue risorse umane ed il suo inestimabile patrimonio paesaggistico, artistico e culturale.

Parabita – Volge al termine l’esperienza internazionale maturata dall’istituto d’istruzione secondaria superiore “E.Giannelli” di Parabita, nell’ambito del progetto  formativo Erasmus, denominato “Note of Europe”. La macchina organizzativa avviata nel 2015, oltre ad essere stata guidata dal liceo diretto da Cosimo Preite, ha coinvolto varie scuole tra Spagna, Romania, Estonia, Lituania, Repubblica Ceca, Germania, Regno Unito e Turchia. A caratterizzare la fine dell’anno scolastico sarà pure l’undicesima edizione di “Art Happening”, una vetrina delle attività didattiche con progetti di respiro nazionale ed internazionale che sono state svolte dagli studenti attraverso l’alternanza scuola-lavoro. Dal 20 al 26 maggio, le otto delegazioni europee approderanno nella città delle Veneri, per far conoscere attraverso performance coreutiche, musicali e artistiche quanto è stato realizzato nel corso dei tre anni sui temi comuni della musica e della danza. Tra gli importanti traguardi raggiunti anche la costituzione (nel febbraio 2016) dell’orchestra “Noe-Notes of  Europe” ad Alicante, in Spagna.

Una settimana di eventi Il ricco programma degli appuntamenti prevede lunedì 21 maggio alle 18 il convegno internazionale “Erasmus Plus” nell’atrio di palazzo Ferrari. La sera successiva alle 21 seguirà il musical “Un sogno per la vita” a cura degli indirizzi musicale (con sede a Casarano) e artistico nel teatro Italia di Gallipoli. Mercoledì 23 maggio alle 17.30 gli allievi delle scuole partner proporranno il festival internazionale di musica “Contest Noe” presso il teatro comunale di Tuglie. Condurranno la serata i professori Valentina Iala e Vincenzo Sarinelli. Al termine dell’incontro, la professoressa Marilena De Pietro, comunicherà gli esiti di valutazione del progetto “Notes of Europe”. Nuovamente, il teatro Italia, ospiterà giovedì 24 maggio, il concerto “Notes of Europe” condotto da Jenny Van Den Broeck, con composizioni di musica barocca, brani scelti dalla produzione di Giuseppe Verdi e tributo a Nino Rota a cura dei professori Mauro Potenza, Enrico Tricarico e Francesco Protopapa. Venerdì 25 maggio alle 9.45, a chiudere il calendario degli eventi è il teatro di Tuglie, con la conferenza “Creatività, arte e dialogo interculturale” moderata dal giornalista del Tgr Puglia, Antonio Gnoni. A fare gli onori di casa saranno  il dirigente Cosimo Preite e la “proiect  designer” di Erasmus “Notes of Europe”, Jenny Van Den Broeck. Dopo i saluti istituzionali di alcune autorità politiche del territorio e dei rappresentanti delle delegazioni partner del progetto “Erasmus”, la parola passerà al regista Edoardo Winspeare, al coreografo Freddy Franzutti e al project manager di “Proàgò srl”, Ettore Bambi. Seguiranno gli interventi della giornalista del Messaggero, Donatella Bertozzi e del rettore della basilica della Coltura, padre Francesco Marino.

 

Gallipoli – “Non ci sono le condizioni per poter collaborare con questa Amministrazione comunale”. “Inizia una protesta civile e democratica contro l’inagibilità democratica nel Comune di Gallipoli”: Cambiano le parole ma il messaggio è simile, sia che lo esprima un adirato presidente dell’associazione, Luigi De Tommasi, sia che lo invii un convinto capogruppo, Flavio Fasano. Al Consiglio del 22 prossimo due sedie quindi rimarranno vuote, quella di Fasano e l’altra del consigliere Giuseppe Cataldi. Non vogliono condividere responsabilità “pesanti”- a seguito di precedenti che risalgono al Consiglio comunale di marzo sul piano economico e finanziario sulla gestione dei rifiuti ed a quello successivo sul bilancio di previsione 2018-20 – con altri conti, riguardanti questa volta il conto consuntivo finale dell’anno 2017.

I tre presunti danni arrecati al Comune e all’Erario Presentatisi con un mucchio di documenti (pareri di revisori e dirigenti del settore, verbali densi di dichiarazioni e controrepliche, raffronti di piani economico finanziari non combacianti, come nel caso della Tari), Fasano e De Tommasi hanno annunciato la denuncia presentata alla Corte dei conti di Bari (procuratore regionale e presidente sezione regionale di controllo), Ispettorato per la Funzione pubblica di Roma, al Ministero economia e finanza di Roma, alla Guardia di finanza nucleo polizia tributaria di Lecce, “tre aspetti di danno erariale”. I presunti illeciti riguarderebbero appunto il piano economico finanziario per il servizio rifiuti 2018 di marzo scorso , il bilancio di previsione e l’organizzazione e il finanziamento della manifestazione del Carnevale 2018. “Questi in estrema sintesi i tre gravi aspetti emersi a carico di quei Consiglieri comunali – Sindaco compreso – che con il loro voto espresso in Consiglio comunale, ignorando volontariamente ogni e qualsiasi approfondimento su quanto i sottoscritti Consiglieri avevano formalmente eccepito – sostengono da GF – hanno realizzato un “falso contabile” e “danno erariale” con la complicità di funzionari e dirigenti nonché con la responsabilità dell’Organo di revisione”. “I documenti parlano chiaro – affermano Fasano e De Tommasi – ed è nostro dovere esporre tutto quanto affinché vengano adottati, con la dovuta urgenza che il caso richiede, i doverosi provvedimenti tesi ad eliminare il “danno” ed a perseguire chi si è reso dolosamente (perché avvertito in tempo!) responsabile di quanto causato alla comunità cittadina”.

Capitolo Rifiuti Oltre ad un “illegittimo” regime di proroghe (quattro), l’accusa è quella di una “incidenza di ben 1 milione 300mila euro in più all’anno (a far data dal 21 novembre 2017 posta come Tari a carico dei cittadini con vantaggio solo per la ditta esecutrice dell’appalto”. “Falsità” o errore grave sarebbe la non corrispondenza tra il piano economico presentato dalla società vincitrice dell’appalto dell’Aro di cui fa parte Gallipoli (pari a 5 milioni 80mila euro) e il piano economico del Comune (4 milioni 560mila euro). “Se fosse già entrato in funzione il nuovo appalto Aro, il costo sarebbe sceso appunto di 1 milione 300ila euro”, è stato spiegato. Circa i 28 addetti in più in attesa di sistemazione affidando loro servizi e incombenze particolari (quindi in aggiunta a quanto previsto dall’appalto, “sono passati due anni e non si è fatto niente: noi eravamo d’accordo e siamo d’accordo”.

Capitolo Bilancio 2018-20 La “peggior situazione in cui io, che ho una esperienza ormai quasi quarantennale, mi sia trovato” sarebbe costituita dal bilancio di previsione per quest’anno, ha rilevato Fasano che, insieme al presidente De Tommasi, non ha lesinato valutazioni negative circa il dirigente dell’ufficio che se ne occupa. La “mostruosità” sarebbe rappresentata dalle somme che ruotano intorno al Piano sociale di zona, qualcosa di “impossibile da non denunciare”: “Ben 356.954 euro di somme a destinazione vincolata (piano sociale di zona, ndr) sono state impropriamente destinate a “spese correnti” e ciò pone gravissimi dubbi sulla “fedeltà” di questo bilancio”. Il dirigente, durante il Consiglio comunale, ha fatto riferimento “ad una fase in cui stiamo chiudendo la programmazione 2014-16” con proroga nel 2017: “L’anno prossimo, con la programmazione 2018/2020 o forse appena verrà approvata, ci sarà l’entrata, una variazione complessiva derivante dall’approvazione del nuovo piano di zona 2018/2020 che mi dicono che è in cottura”, Il dirigente ha aggiunto che alcuni Comuni non stanno corrispondendo le somme dovute; c’è inoltre un Comune in dissesto (Melissano) Questa risposta ha convinto Sindaco e consiglieri di maggioranza ma non l’opposizione che adombra il reato di falsità in atti pubblici.

Capitolo Carnevale 2018  “Non abbiamo niente contro le associazioni, anzi; ma proprio perché le rispettiamo, vorremmo che tutto si svolgesse in modo trasparente e serio”: con questa premessa Fasano ha aperto un altro capitolo spinoso per il Comune, a suo dire. La tassa sulle affissioni “affidata” all’associazione per il Carnevale gallipolino sarebbe del tutto illegittima e “ad ogni modo, è impossibile delegare ad una associazione la riscossione di una tassa come quella per la pubblicità e il suolo pubblico: si volevano dare 40mila euro al Carnevale” Lo si poteva fare senza fare giri fuori dalle norme”.  “Succederà lo stesso per la festa di Santa Cristina”, ha chiosato De Tommasi. “Siamo di fronte ad una palese incapacità politica del Sindaco, degli assessori che si è scelto e dei variegati e saltellanti suoi consiglieri comunali. Ad una Amministrazione che si autodefiniva eccezionale, avremmo preferito una Amministrazione semplicemente normale”, la chiusa ironica infine di Fasano.

 

 

.

 

.

Gallipoli – Il caso della storica scuola del centro storico “Santa Chiara” che rischia di chiudere per mancanza di bambini (appena nove per la prima classe) ha tenuto banco, in apertura, della conferenza stampa indetta da “Gallipoli futura” sui conti comunali e su altri argomenti spinosi. Il fuoriprogramma è stato imposto dagli ultimi eventi riportati dalla cronaca cittadina, con i genitori allarmati e con gli amministratori di via Pavia, l’assessore Silvia Coronese in particolare, in campo per cercare di trovare difficili vie d’uscita. Non si sono pronunciati sui possibili sviluppi o  eventuali deroghe che spettano alle autorità scolastiche i consiglieri comunali Flavio Fasano e Giuseppe Cataldi, al tavolo con il presidente Luigi De Tommasi. Hanno puntato l’indice, durante l’incontro con i giornalisti e con numerosi loro sostenitori, sui diversi progetti e non del tutto coerenti tra loro che si sono susseguiti intorno all’edificio di via De Pace, nel cuore della città vecchia, a cominciare dal piano integrato di rigenerazione urbana risalente alla Giunta Francesco Errico (2014) con un cambio di destinazione d’uso e di ristrutturazione edilizia della scuola per consentire la creazione di aloggi-parcheggio. Poi nel febbraio 2017, Sindaco Stefano Minerva secondo la ricostruzione fatta dal capogruppo Fasano, ecco un altro progetto chiamato “Ricominciamo dal centro storico” che introduceva delle “integrazioni” al precedente piano con un protocollo d’Intesa con i Comuni di Alezio e Tuglie e come obiettivo il Por sulla rigenerazione urbana sostenibile; altra tappa in luglio (avviso pubblico per intervento di riqualificazione per edifici scolastici) e poi lo scorso 19 gennaio è stata deliberata la partecipazione ad un bando del Miur (Ministero istruzione ricerca università)  per ottenere finanziamenti da utilizzare per i lastricati solari della scuola.

“L’Amministrazione comunale deve dirci una volta per tutte che cosa intendere fare della scuola di Santa Chiara – ha attaccato Fasano – perché non sempre chiedere e magari ottenere finanziamenti è indice di efficienza e di lungimiranza. Semmai il contrario”.

Alezio – Si è riunita presso l’Hotel President di Lecce, l’assemblea annuale dei soci dell’ “Associazione Antonio Maglio”, dal nome del noto e stimato giornalista originario di Alezio, che ha approvato il bilancio consuntivo 2017 e quello preventivo 2018 e la relazione del presidente on. Giacinto Urso. Si è poi proceduto al rinnovo del direttivo per il triennio 2018-2021 che i risultato così composto: confermato alla presidenza l’on. Giacinto Urso; vicepresidente vicario Adelmo Gaetani, tesoriere Guido Maglio (di Alezio), segretario Antonio Imperiale (Tuglie), consiglieri Giulia Valzano, Lino De Matteis, Antonio Corcella, Fernando D’Aprile (direttore di piazzasalento, di Alezio), Michele Dodde e Marcello Favale. Presidente onorario rimane il prefetto Carlo Schilardi. L’assemblea ha inoltre programmato la cerimonia conclusiva per la settima edizione del “Premio Giornalistico Antonio Maglio”, che si terrà il 4 agosto prossimo ad Alezio.
Sino al prossimo 30 giugno è possibile partecipare al Premio giornalistico inviando gli articoli al seguendo indirizzo: “Associazione Antonio Maglio” c/o Museo civico messapico, via Kennedy – 73011 Alezio (Lecce) o all’indirizzo e-mail info@associazioneantoniomaglio.it.
Sono ammessi al concorso articoli e inchieste pubblicati su quotidiani, periodici e testate giornalistiche on-line che abbiano come oggetto temi di attualità e di rilevanza sociale. Possono partecipare al concorso i lavori inviati dall’autore medesimo o segnalati da terzi, facendo pervenire copia della pagina di giornale o della pagina web su cui è stato pubblicato l’articolo, recanti l’indicazione della testata e la data di pubblicazione. All’articolo va allegato un breve curriculum professionale dell’autore, con le sue generalità, luogo e data di nascita, indirizzo, e-mail e telefono.
Tra i lavori segnalati, a insindacabile giudizio della Giuria, sarà premiato il migliore articolo, al cui autore sarà assegnato un premio di mille euro. Altri due premi di 500 euro ciascuno saranno assegnati agli autori di altrettanti elaborati di particolare interesse. Fuori concorso, la Giuria assegnerà un “Premio alla Carriera” ad un giornalista meritevole di tale riconoscimento. (nella foto un convegno a Lecce sulla figura di Antonio Maglio)
https://www.facebook.com/AssociazioneAntonioMaglioA

Gallipoli – Appuntamento giovedì 17 maggio alle ore 21 al Teatro Schipa di Gallipoli per lo spettacolo “C.o.n.g.i.u.r.a Purificazione” messo in scena dalla compagnia “Alii Somnia”  per la regia di Paride Caricato con la partecipazione del cantante Michele Cortese (di Gallipoli), del pianista Daniele Vitali (di Gagliano del Capo) e l’attrice Valentina Piccolo (di Lecce) in collaborazione con Témenos Recinti Teatrali di Gagliano del Capo. «Lo spettacolo – commenta il regista di Tuglie – intende sensibilizzare verso un’umanità migliore, rappresentando il male inteso variamente inteso come la guerra, l’inquinamento, la povertà. L’intento è quello di risvegliare le coscienze di tutti verso il cambiamento». La compagnia è composta da 17 ballerini, allievi di Caricato. Al contempo, si affianca anche ad artisti operativi da anni nell’ambiente culturale del Salento quali la scuola di danza Victory Dance di Parabita e la compagnia teatrale Témenos Recinti Teatrali. «”Alii Somnia”  – continua Caricato – significa “Sogni d’altro” e nasce con l’obiettivo di selezionare danzatori e danzatrici senza la necessità di attingere all’estero».

 

Tuglie – Via libera, da parte del Consiglio comunale di Tuglie,  all’ampliamente del cimitero comunale. Dopo alcuni anni di attesa, sono previsti nuove strutture e servizi su 2.500 metri quadrati nelle adiacenze dell’attuale cimitero, tra i pochi nel Salento a svilupparsi all’interno del centro cittadino. «Il nuovo cimitero – afferma il sindaco Massimo Stamerra – sarà dotato dei più moderni servizi cimiteriali e di campi di inumazione che consentiranno una razionalizzazione di spazi e costi». Secondo le previsioni, l’opera pubblica finirà per non gravare sulle casse comunali perché la spesa da 90mila euro sarà coperto dall’acquisto della cappelle e delle edicole funerarie da parte dei cittadini.

Noha (Galatina) – La gestione delle società di calcio quale leva per conquistare il consenso sociale: quella che la Direzione distrettuale antimafia considera una delle chiavi di lettura del fenomeno malavitoso, trovava da anni concretezza a Galatina. L’operazione “offside” condotta dalla polizia ha portato all’arresto di Luciano (ai domiciliari) e Danilo Pasquale Coluccia, padre e figlio di 69 e 38 anni, appartenenti al noto clan di Noha (costola storica della sacra corona unita) che sin dagli anni ’70 è un preciso punto di riferimento della malavita locale. A vario titolo, altri sette sono i soggetti indagati  piede libero: tra di loro due dirigenti (uno di loro con trascorsi in molte “piazze” locali, tra le quali anche Casarano), un presidente, un calciatore, un allenatore e un imprenditore (originari di Maglie, Nardò, Tuglie, Torchiarolo e Copertino).Il clan riusciva ad accordarsi, in un modo o nell’altro, con gli avversari per comprare le partite o per convincere gli avversari che sarebbe stato meglio desistere, ovvero tirare indietro la gamba. Pena pesanti ritorsioni.

Il campionato vinto nel 2016 Di certo al termine della stagione 2015-16 il Galatina riuscì a compiere il salto nel campionato di Eccellenza vincendo il torneo di Promozione dopo lo spareggio con il Salento Football di Leverano. Questa è una delle tante sfide finite sotto la lente (e le intercettazioni) degli investigatori. In quel girone tante altre squadre salentine, dal Maglie all’Atletico Tricase, dal Galatone al Racale e all’Uggiano. L’indagine promette ora di avere anche dei risvolti dal punto di vista della giustizia sportiva.

Noha e Casal di Principe Quelli legati al calcio erano soltanto alcuni degli affari  portati avanti dal clan visto che le accuse svariano su droga, estorsione e tentativi di condizionare l’attività amministrativa locale. Nelle intercettazioni, i capi del sodalizio si dicevano pronti a far saltare in aria il Comune di Galatina, per problemi legati alla gestione dello stadio, così come amavano definirsi “come quelli di Casal di Principe”, in grado cioè, così come la mafia del paese campano, di condizionare la vita sociale.

Casarano – “Eroe o invasore? Processo a Garibaldi” è il tema dell’originale “processo” instaurato, a Casarano dall’associazione “L’Astronave verde”. Domenica 13 maggio, alle ore 19, è in programma nell’auditorium comunale il “dibattito-processo” all'”eroe dei due mondi”. In discussione viene messa non solo la figura di Garibaldi ma l’intera storia del Risorgimento italiano. Per l’accusa sono pronti gli “avvocati” Aldo D’Antico (storico di Parabita) e Salvatore Marra mentre per la difesa si schierano Maurizio Nocera (scrittore di Tuglie) e Giovanni Bellisario (avvocato e scrittore di Casarano). Nel ruolo di giudice-mediatore Stefano Pennetta, docente dell’Istituto superiore “Montalcini”. «L’evento ha il solo scopo di sollevare curiosità, promuovere riflessioni e stimoli sulle nuove e vecchie generazioni, uscendo dai luoghi accademici e creando interazione sul territorio. Tra le verità della ricerca storica e la sua divulgazione e polarizzazione c’è un divario enorme», affermano gli organizzatori. La stessa associazione “L’astronave verde” ha, di recente, indetto pure un sondaggio su facebook invitando i cittadini a scegliere un nome nuovo per la piazza della città intitolata a Giuseppe Garibaldi e il nome alternativo più gettonato è risultato quello dell’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Tuglie – Doppio appuntamento con la compagnia Calandra ed “Edipo Re” nel Frantoio ipogeo di Tuglie sabato 12 e domenica 13 maggio alle 21. Il capolavoro di Sofocle  viene proposto per regia di Giuseppe Miggiano e l’interpretazione di Donato Chiarello, Federico Della Ducata, Luigi Giungato, Annarita Vizzi e Patrizia Miggiano (prenotazione obbligatoria al numero 327/5784806, costo del biglietto 5 euro).

Premio Calandra Premiata nel 2017 come migliore Compagnia teatrale non professionistica in Italia, la compagnia presieduta da teresa Lombardi propone quest’anno la tredicesima edizione del “Premio nazionale teatrale Calandra”, per partecipare al quale c’è tempo sino al 6 giugno. Destinatarie del bando sono le compagnie teatrali, nazionali o straniere con testi di nuova drammaturgia o adattamenti originali. A luglio è in programma la fase finale in piazza Garibaldi.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...