Home Notizie Tuglie
Ultime notizie dal Comune di Tuglie

Tuglie – Polemica politica a Tuglie tra minoranza e Sindaco in merito alla convocazione dei Consigli comunali e non solo. “Bene Comune” (con Antonio Vincenti, Alessandra Moscatello, Giovanni Petruzzi  e Leonida Marzano) ha chiesto un incontro “urgente” con il Prefetto di Lecce, denunciando una serie di situazioni ritenute “critiche”. L’ultimo riferimento è al Consiglio comunale dello scorso 30 luglio. Gravi le accuse del gruppo di opposizione che parla di “dati falsi” inseriti in Bilancio “per canoni di locazione e aggiornamento Istat insussistenti attesa la mancanza di legittimi contratti di locazione”. «Dopo aver venduto immobili e mobili, aver contratto un nuovo mutuo, la situazione di Bilancio resta critica tanto che per pagare anche solo gli stipendi si continua a dover ricorrere allo strumento dell’anticipo di cassa», si legge in una nota. Oltre alle “irregolarità” nella convocazione dei Consigli e nell’accesso agli atti (”quali quelli legati ai contenziosi dell’Ente”), “Bene Comune” segnala pure una situazione di “conflitto di interesse” nella concessione (”a titolo gratuito”) del campetto di calcetto comunale al marito dell’assessore Solida.

La replica del Sindaco Nel replicare alle accuse, il sindaco Massimo Stamerra critica a sua volta la minoranza per non aver disertato i lavori in Consiglio. «Non è più l’aula consiliare il luogo in cui confrontarsi bensì l’aula giudiziaria  in cui rappresentare ipotetici abusi amministrativi”, afferma Stamerra ricordando gli importanti punti all’ordine del giorno affrontati, dal centro ludico per la prima infanzia, al capitolato per l’affidamento di un front-office bar presso la pista ciclopedonale, al Piano di zona 2018-2020 sino all’approvazione del rendiconto 2017.  Nel merito dei rilievi mossi, Stamerra garantisce la corretta convocazione del Consiglio così come la regolarità nella concessione del campetto di calcetto, “così come fatto per tante altre associazioni di Tuglie”.

by -
0 184

Tuglie –  Proseguono le serate musicali in programma a La Villetta (in Largo Fiera), nell’ambito del “Mipiaci Fest”: la rassegna, giunta al suo penultimo appuntamento, lunedì 13 agosto porta sul palco il gruppo degli Atollo13, per un concerto a ingresso libero che comincia alle ore 22,30. Info e prenotazioni al 340.5494368.

Gruppo composto da Francesco Cerra (chitarra, theremin e voce), Roberto Antonacci (chitarra e voce), Francesco Barruffa (basso e voce) e Francesco Quarto (batteria e voce), gli Atollo13 arrivano da Taranto. I loro brani sono all’insegna del surf ‘n’roll e di recente la band ha pubblicato il suo secondo lavoro discografico, dal titolo “Scimmie di mare”.

“Mipiaci Fest” terminerà sabato 25 agosto, con una festa di chiusura che vedrà le selezioni di Gigio Trash djset alla consolle.

Parabita – Il castello di Parabita apre le sue porte ai visitatori. L’apertura straordinaria, quanto mai attesa da parabitani e non, è fissata per il 20 agosto alle 17.30 ed è organizzata dall’associazione Rotaie di Puglia. L’iniziativa si chiama “Le Signorie del Salento” ed è un viaggio guidato alla scoperta del palazzo ducale di Tuglie e del castello angioino di Parabita, con un itinerario che si sposterà a bordo di un treno storico pugliese. Dopo la visita al palazzo tugliese, il tour arriverà su rotaia a Parabita e, dopo una visita alla Basilica della Madonna della Coltura, proseguirà alla volta del castello angioino, forse il momento più atteso dell’appuntamento. Il castello di Parabita, che con la sua maestosità domina Piazza Umberto I dal 1500, è di proprietà privata ed è chiuso da diversi anni, dopo un contenzioso legale tra eredi durato più di 50 anni.

La storia Qualcuno, soprattutto coi capelli bianchi, più o meno a metà del secolo scorso, ricorda di averlo visitato in gita scolastica o con la classe di catechismo, quando le famiglie Ravenna e Villani ne aprivano le porte per farlo conoscere soprattutto ai piccoli scolari. Poi un lungo periodo di chiusura, in attesa della definitiva definizione dell’asse ereditario. Il castello, confermano gli attuali proprietari, è oggi in vendita e si spera nell’arrivo di grossi capitali per poterlo rimettere in sesto e generare un indotto per tutta la città. La proprietà si estende su due piani per circa 3000 metri quadri, ha 54 vani più depositi, giardino, volte affrescate con motivi rinascimentali, chiesetta e corte all’interno, torri e terrazze che dominano tutto il golfo di Gallipoli. La visita guidata è su prenotazione e ha un costo di 10 euro

by -
0 327

Tuglie – “Apollineo e dionisiaco” è il tema e il titolo della mostra collettiva di pittori tugliesi che verrà inaugurata sabato 11 agosto alle ore 19 presso la biblioteca comunale “F. Gnoni” (in via Risorgimento 19), e sarà visitabile fino al 18 agosto. Orari di apertura dalle 19 alle 22,30.

L’evento inaugurale – Alla cerimonia di inaugurazione di sabato sera saranno presenti tutti gli autori dei dipinti in mostra: Antonietta Lande, Silvio Nocera, Cosimo Sponziello, Mino Stamerra, Adriano Imperiale, Gabriella Torsello, Francesca Testa, Luigi Danieli, Federica Cataldi, Claudio Micali, Maria Casarotti, Stefano Calò, Nunzia Mottura, Mino Calò, Giuseppe Solida, Viviana Matrangola. Dopo i saluti del sindaco di Tuglie Massimo Stamerra, dell’assessore alla Cultura Silvia Romano e del presidente della Provincia Antonio Gabellone, intervengono inoltre il professor Luigi Scorrano, Rita Argentiero, Paola Sperti (presidente dell’associazione “Amici della Biblioteca”, in foto) e il direttore onorario biblioteca di Tuglie Antonio Rima (in foto).

Serate a tema – Nel corso della settimana di apertura della mostra, a partire dalle 20,30 sono in programma serate di conversazione e commento delle opere, con la partecipazione degli artisti che espongono e di alcuni personaggi del mondo culturale, giornalistico e accademico. Domenica 12 agosto c’è lo scrittore e critico d’arte Maurizio Nocera; lunedì 13 lo scrittore, critico e giornalista della “Gazzetta del Mezzogiorno” Giuseppe Albahari; martedì 14 Elio Pindinelli, scrittore, studioso di storia patria ed esperto d’arte; giovedì 16 il giornalista e critico Antonio Imperiale; venerdì 17 il presidente dell’Accademia di Belle Arti di Lecce (già direttore dell’Accademia di Brera) Fernando De Filippi; e sabato 18 si chiude con Glauco Lendaro Camiless, docente dell’Accademia di Belle Arti.

La mostra è organizzata da Amministrazione Comunale, biblioteca “F. Gnoni”, servizio civile, associazione “Amici della Biblioteca”, e rientra nel calendario degli eventi estivi “Platea d’estate”, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tuglie.

Nardò – Nuove nomine da parte del vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli. Monsignor Fernando Filograna ha, infatti, ufficializzato i nomi dei parroci che saranno immessi nelle loro funzioni dal primo settembre, data di avvio del nuovo anno pastorale. Il neretino don Riccardo Personè (46 anni), cappellano ospedaliero a Nardò oltre che al Monastero di Santa Chiara nella stessa città e docente di religione, sarà il nuovo parroco nella chiesa della Beata Vergine Maria Addolorata alle “Cenate” di Nardò. L’altra nomina, invece, riguarda don Tommaso Semola (45 anni, di Casarano), sinora era stato vice parroco alla Santa Famiglia di Nardò, destinato alla parrocchia della Beata Vergine del Rosario al Villaggio Resta (Nardò).

I nuovi vice Questi, invece, i nuovi vice parroci: il gallipolino don Gabriele Cortese sarà nella chiesa di Santa Maria Addolorata ad Alezio; don Giovanni De Giorgi (Casarano) nella parrocchia di San Nicola ad Aradeo; don Luca Grande (Nardò) a Santa Maria ad Nives di Copertino; don Simone Napoli (Taviano) alla Santa Famiglia di Matino; don Emanuele Calasso (Copertino) a Santa Maria delle Grazie a Sannicola; don Emanuele Calabrese (Galatone) alla Santa Famiglia di Nardò; don Pietro De Lorenzis (Felline) all’Annunziata di Casarano; don Tommaso Tamborrini (Matino) nella parrocchia San Francesco di Paola a Nardò; don Mario Giannelli (Copertino) a Santa Maria ad Nives di Copertino; don Antonio Mergola (Casarano) al Sacro Cuore di Casarano; don Giuseppe Montenegro (Matino) all’Annunziata di Tuglie.

Gli altri incarichi Il neretino don Giuseppe Venneri sarà, inoltre, il nuovo direttore dell’Ufficio Caritas diocesano; suo vice il parabitano don Dario Donateo. Don Fabio Toma (Alezio) sarà il nuovo assistente diocesano dell’Azione cattolica ragazzi. Direttore della Scuola triennale di formazione teologico-pastorale sarà don Gianni Cataldo (Casarano) mentre don Giampiero Fantastico (Nardò), già direttore diocesano Caritas, andrà “fidei donum” (servizio temporaneo in territorio di missione) in una diocesi estera (ancora da stabilire) a proseguire la sua esperienza Caritas. E sempre “fidei donum” i seminaristi  Gabriele Chieppa e Stefano Manta proseguiranno i loro studi fuori diocesi: il primo a Parigi presso l’Institut supérieur de théologie de arts, ed il secondo a Roma, presso l’Accademia Alfonsiana.

Tuglie – Appuntamento alcolico mercoledì 8 e giovedì 9 agosto in località Montegrappa, per Beer Fest, festa della birra artigianale e dello street food, che apre i suoi stand dalle ore 19,30. Oltre al buon cibo e alle birre del birrificio Calènder di Tuglie, le due serate saranno arricchite dall’esibizione di artisti di strada, mercatini dell’artigianato locale e tanta musica.

Mercoledì 8 salgono sul palco i Mistura Louca (di Sannicola) e la KBM Folk Band, mentre giovedì 9 suonano il rock dei Ghigni Five e la musica popolare dei Kardiamundi (di Parabita). E dopo i concerti la festa continua con il dj set Tetrixx.

San Simone (Sannicola) – Appuntamento questa sera a San Simone, in piazza San Biagio alle 21, per lo spettacolo teatrale “4 di cuori” della compagnia “La Calandra” (di Tuglie). L’evento è organizzato dalla Polisportiva Mauro Fedele, presieduta da Fernando Leo e patrocinato dal Comune. Si tratta di una commedia brillante per la regia di Giuseppe Miggiano con Federico Della Ducata, Luigi Giungato, Patrizia Miggiano, Anna Rita Vizzi, le scenografie a cura di Piero Schirinzi e Andrea Raho e il service di Roberto Alfarano. «Pensiamo che sia molto importante passare delle serate divertenti in famiglia e in comunità per ricaricarci e avere la forza di affrontare le sfide della vita – spiega il presidente Leo – per questo abbiamo voluto portare nella nostra piazza questa divertente commedia che siamo sicuri farà divertire residenti e turisti» L’opera intreccia le storie amorose di due coppie di personaggi  «È un gioco degli equivoci – commentano gli autori – sulle dinamiche dell’amore e del tradimento in un mondo apparentemente ordinato e ben confezionato: un ping pong di mezze verità e piccole grandi bugie, che celano i desideri e le tentazioni assecondate di questi quattro personaggi contemporanei».

Sannicola – Gallipoli città bella, ma anche città “delle belle”. Sono tutte e tre gallipoline, infatti, le prime classificate nella seconda edizione del concorso di bellezza promosso Miss Store Auto, svoltosi recentemente a Sannicola.

Sul palco, le ragazze hanno dimostrato bellezza, eleganza e portamento esponendo anche sogni e desideri. Al primo posto la 19enne Lucia De Florio seguita sul podio dalla 16enne Alice Patricelli e dalla 17enne Sofia De Donno. Alla finale hanno partecipato Serena Mercuri, estetista e modella 25enne di Gallipoli, Francesca Latino, commessa 29enne di Porto Cesareo (col sogno di girare il mondo o di andare in missione in Africa), Alessia Marra, 17enne di Alezio (che sogna di entrare nei carabinieri), Manuela Pastore, infermiera 23enne di Sannicola (che sogna di lavorare in sala operatoria), Martina Caricato, 21enne di Alezio (che desidera diventare infermiera pediatrica), Nicoletta Chirivì, 18enne di Galatone (che vuole diventare psicologa), Cristina Quintana, 16enne di Gallipoli (ballerina che vuole diventare medico legale), Alessandra Inglese, 18 anni di Sannicola (con un futuro da psicologa), Lorena Stoppello, 21enne di Alezio (studia lingue per realizzare il suo sogno di viaggiare), Martina Petruzzi, 17enne di Sannicola (sogna di diventare architetto) e poi Paula Cernat, 20enne di Matino, Giada Greco, 14enne di Gallipoli e Elena Imperiale 20enne di Tuglie.

«Siamo molto felici della riuscita della serata – commentano Andrea Puce e Ada Negro, gli organizzatori – soprattutto perchè abbiamo visto il gradimento del pubblico e ancora ci fanno i complimenti. Volevamo offrire una serata di relax, eleganza e divertimento e abbiamo centrato l’obiettivo. Auguriamo a tutte le ragazze partecipanti un futuro radioso e la realizzazione di tutti i loro sogni». La serata è stata presentata da Ivan Bonetti (di Lecce) e Barbara Pisanello (di Sannicola) che si è esibita anche in intermezzi musicali con il giovanissimo Denis D’Amelio e l’artista affermato Antonio Ancora, che ha partecipato a X Factor (entrambi di Gallipoli).

La giuria era composta da Luca Caracciolo (di Lecce), Omar Mancino (di Parabita), Franco De Matteis (di Gallipoli), Imma Maggino (di Gallipoli), Mery Giaffreda (di Tuglie) e Maria Rita Schirosi (originaria di Gallipoli che vive a Novara) e presieduta da Andrea Puce e Ada Negro.

Tuglie – Dopo l’evento inaugurale del 23 luglio, prosegue la XIII edizione della rassegna teatrale “Premio Calandra”, con altri due spettacoli in piazza Garibaldi alle ore 21: mercoledì 25 va in scena la commedia “Tre sull’altalena”, mentre giovedì 26 è la volta di “Questa è casa mia”. Info ai numeri: 370.1236428 – 330.941441.

Organizzata dalla compagnia teatrale “La Calandra” di Tuglie (presieduta da Teresa Lombardi), la rassegna fonde teatro di ricerca e di narrazione. La manifestazione gode del sostegno dei Comuni di Tuglie e Taviano, della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e dell’Istituto di culture mediterranee della Provincia di Lecce. Dal 2018 il Premio Calandra entra in una fase nuova e avvia una serie di attività che abbracceranno tutto il triennio 2018-2021, coinvolgendo diversi centri del Salento.

I prossimi eventi in cartellone – Mercoledì 25 luglio, “Tre sull’altalena” mette il pubblico di fronte a tre personaggi maschili – un industriale, un capitano dell’esercito e un professore di lettere – che finiscono per ritrovarsi tutti, per motivi diversi, in un posto misterioso. Portata in scena dalla Compagnia teatrale Amici Nostri (di Castellana Grotte), la commedia è scritta da Luigi Lunari, per la regia di Adriana Coletta. 
Giovedì 26, con “Questa è casa mia – Dolor hic tibi proderit olim” (di e con Alessandro Blasioli), si ripercorre il dramma del terremoto che colpì l’Abruzzo nel 2009, in un parallelo fra la catastrofe naturale e l’inefficienza della macchina statale nel gestire la ricostruzione.
Per assistere agli spettacoli si richiedere un contributo all’ingresso di 2,50 euro.

 

 

 

Tuglie – Ha festeggiato recentemente il cinquantennale dalla sua fondazione il Circolo Tennis degli Ulivi di Tuglie. «Una cerimonia emozionante – commenta il maestro Mino Pino, che ha allenato e allena generazioni di tennisti – durante la quale abbiamo avuto modo di ricordare con affetto gli illustri ospiti e le tante manifestazioni sportive che si sono succedute negli anni oltre ai numerosi atleti allenatisi con noi». E di illustri ospiti il Circolo Tennis di Tuglie ne può annoverare tanti, dal  campione Adriano Panatta, amico personale del maestro Pino, ai reali di Belgio, passando per Franco Causio, Yuri Chechi, Bruno Conti, Jude Low, Andrea Lucchetta, Nicola Pietrangeli, Ion Tiriac e molti altri ancora.

La storia La struttura venne stata inaugurata nel 1968, costruita per volontà dell’imprenditore edile  Giuseppe Toma (detto Pippi), che ne è stato fondatore e proprietario. Il primo presidente è stato Isaia Pino cui sono succeduti Ennio Vergine, Bruno Caumo, Antonio Erroi, Giuseppe Toma e attualmente Cosimo Pino (detto Mino). Presenti ai festeggiamenti i figli di Pippi Toma, Emilio e Maria Grazia, il presidente della federazione regionale Francesco Mantegazza di Bari, il delegato provinciale Elio Pagliara di Lecce, il sindaco Massimo Stamerra e il presidente della provincia Antonio Gabellone. Di particolare rilievo la presenza di don Emanuele Pasanisi, già presente all’inaugurazione nel 1968 allora seminarista.

La passione del maestro Pino «La passione per il tennis è nata da bambino e ho voluto studiare per insegnare. Ho avuto un contratto in Sardegna e poi in Grecia – afferma Pino – dove sono restato vari anni, ma ad un certo punto della mia carriera ho avuto l’opportunità di tornare dove tutto era cominciato e ho voluto cogliere l’occasione. Di grande importanza nella mia vita professionale è stato il rapporto con Adriano Panatta che nel 2001 ha avuto un incontro con i tennisti salentini e con i soci del circolo e poi è venuto in tante altre occasioni». Attualmente maestri di tennis sono anche i figli del maestro Giacomo e Simone Pino, mentre tra le nuove promesse spicca il talento della 21enne (di Casarano) Andreina Pino.

by -
0 291

Tuglie – A La Villetta (in Largo Fiera) si continua a suonare: giovedì 19 luglio (ore 22:30) nuovo appuntamento della rassegna estiva Mipiaci fest, che porta sul palco artisti e band fra i più noti della scena musicale salentina. Questa volta tocca alla cantautrice Merifiore (di Leverano, in foto), che propone il suo repertorio in cui s’intrecciano electro e indie pop, dance e musica d’autore.
Ingresso libero. Info e prenotazioni al 340.5494368.

L’artista – Nata nel 1992, Merifiore muove i primi passi nella musica dal 2013, e da quel momento colleziona esperienze su palchi importanti: dal concerto del Primo Maggio a Taranto all’Arezzo Wave Love Festival, dal CMJ Music Marathon di New York allo Sziget Festival di Budapest e al Reeperbahn Festival di Amburgo. “Tell me”, il suo primo singolo uscito nel 2016, è stato scelto come sigla del programma televisivo “#SocialFace” (su SKY1), dedicato alle webstar italiane.

Tuglie – Tuglie in festa per la Beata Vergine del Carmelo. Lunedì 16 luglio l’apertura ufficiale dei festeggiamenti che, in serata, prevedono l’accensione delle luminarie all’uscita del simulacro della Madonna per la processione. Il concerto bandistico Città di Matino, che presterà servizio nel corso della processione, martedì 17 sarà protagonista del “matinée musicale” dalle 11 in piazza Garibaldi. Sempre martedì, dalle 20 c’è il mercatino dell’artigianato e alle 20.30 lo spettacolo per i più piccoli con il gruppo Animazione salentina. A seguire la prima edizione del “Folk fest” (ingresso libero in piazza Largo Fiera) con i ritmi popolari del gruppo Alla Bua (con Gigi Toma e la figlia Irene di Casarano e gli altri componenti di Torrepaduli, Collepasso, Racale e Sternatia) ed il “punk.folk” degli “Io, te & Puccia” (con Marco Perrone, Manu Pagliara a Mike Minerva, Gabriele Blandini, Gianmarco Serra ed Edo Zimba  . Al fine di ricreare l’atmosfera delle feste di quartiere di una volta, posto delle classiche luminarie, il comitato festa ha deciso di utilizzare le “catenarie”, allestite dalla ditta “Illumina” di Rocco Micolani di Giurdignano, reduce dal successo ottenuto con l’allestimento nel centro storico di Presicce per lo spot della Ferrero.

by -
0 253

Tuglie – Nel ricordo di don Dante Garzia (foto), domenica 15 luglio il collettivo Le Officine e il Comitato 1° maggio tugliese, con il patrocinio del Comune, organizzano “Checa canta allu Raona”: l’appuntamento è in via Aragona alle ore 21.

Nel corso della serata, pensata per tenere vive le tradizioni del quartiere e la memoria di un prete battagliero, illustrazioni storiche dei siti del rione Aragona e interviste a cura dell’operatore turistico Raimondo Rodia. Interviene monsignor Gino Ruperto, vicario generale della diocesi di Nardò. A seguire, il concerto del gruppo Liberi, tribute band dei Nomadi.

by -
0 246

Tuglie – Nuovo appuntamento per la rassegna musicale estiva Mipiaci fest organizzata da La Villetta di Tuglie in Largo Fiera (nei pressi del Comune): stasera alle ore 22,30 salgono sul palco i Cafè Chinaski (foto), band di Matino composta da Andrea Melileo (chitarra e voce), Francesco Verdicchia (piano), Matteo (batteria) e Francesco Paco Fersini (basso). Nel loro repertorio si mescolano brani inediti e omaggi al cantautorato italiano, da Dalla a De Gregori, da Mannarino a Rino Gaetano, fino alla Bandabardò, il tutto riarrangiato in chiave folk, raggae e balkan. Ingresso libero. Info e prenotazioni al 340.5494368.

La rassegna – Mipiaci fest proseguirà fino al 25 agosto e si propone di portare a Tuglie alcuni fra gli artisti e le band più amati del panorama musicale salentino. I prossimi appuntamenti per il mese di luglio prevedono i concerti della cantautrice Merifiore (di Leverano) giovedì 19, e dei Natural Mystic (di Copertino) giovedì 26.

Castrignano del Capo –  Presentata stamattina in Prefettura la “Carta di Leuca 2018” “Step by step, face to face”. Diverse le novità per questa terza edizione, e non poteva andare diversamente nel venticinquesimo del dies natalis di don Tonino Bello, profeta della “convivialità delle differenze”, gsulla cui tomba – si ricorderà- in aprile scorso ha sostato in preghiera anche Papa Francesco. Innanzitutto non più il tragitto di pochi chilometri in notturna da Alessano a Leuca prima della sottoscrizione del documento finale, ma – secondo un programma più articolato  in via di definizione – un più lungo percorso, dal 5 al 10 agosto,  lungo le vie “sallentina”, “traiana-calabra e “leucadense”, con il conseguente coinvolgimento delle diocesi del territorio metropolitano di Lecce, cioè le arcidiocesi di Brindisi-Ostuni, Lecce e Otranto e le diocesi di Nardò-Gallipoli e Ugento Santa Maria di Leuca.

Un maggiore coinvolgimento del territorio pugliese – dice il vicepresidente del Parco culturale ecclesiale, don Lucio Ciardo – in cui non mancherà la fatica del cammino da Brindisi ad Alessano, fino a Leuca,  per i giovani pugliesi e i ragazzi provenienti da ogni parte del mondo occasione propizia per conoscersi meglio e condividere, strada facendo, i principi sanciti nella Carta di Leuca all’insegna dell’incontro di persone di Paesi diversi che si affacciano sul Mediterrraneo: non mancherà lo studio e lo svago e, la sera, il giusto riposo con momenti di  spettacolo e di festa”.

Altra novità per questa terza edizione: il santuario “De finubis terrae” non sarà la tappa finale, che l’11 e 12 agosto si sposterà a Roma, allorché i giovani incontreranno Papa Francesco, per ricambiargli la visita di Alessano: “E chissà che quest’anno la Carta di Leuca non avrà anche la firma del Santo Padre”, confida speranzoso don Lucio. “Al Meeting della pace 2018 inviteremo tutti i sindaci di Puglia, perché, con indosso la fascia tricolore,  portino il saluto delle proprie comunità”.

Alla conferenza-stampa di oggi erano presenti il prefetto di Lecce Claudio Palomba, l’arcivescovo metropolita di Lecce mons. Michele Seccia, il vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca mons. Vito Angiuli, l’assessore regionale Loredana Capone, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone (di Tuglie), il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, il Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, gen. Mauro Prezioso, il presidente dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”  Gabriele Abaterusso (di Patù), il presidente della Fondazione “Notte della Taranta” Massimo Manera, il vicepresidente nazionale del Csi (centro sportivo italiano) Marco Calogiuri, il coordinatore delle pastorali giovanili delle diocesi partecipanti a Carta di Leuca, don Pasquale Fracasso, e numerosi  altri rappresentanti istituzionali e imprenditoriali del territorio.

Gallipoli – Ancora pochi giorni e Gallipoli si tingerà di rosa per due notti. E’ infatti iniziato il conto alla rovescia per la prima edizione della Notte rosa denominata Il canto delle Sirene, che si terrà nel weekend di sabato 7 e domenica 8 luglio. L’evento è creato dalla Commissione pari opportunità, presidente Filomena Micale, insieme agli assessorati del Comune di Gallipoli, ai Comuni dell’ambito sociale e territoriale di Gallipoli come Tuglie, Racale e Melissano; e infine, alle associazioni culturali del territorio tra cui Fidapa, Pro loco , Mater Lab, Emys, Amart, e Agap.

Mettere in mostra opere di donne Scopo della manifestazione è favorire la promozione del talento e della creatività delle donne del territorio, offrendo visibilità a coloro che si occupano di arte, cultura, spettacolo, musica e artigianato, stimolando l’interesse verso le professionalità e le capacità creative femminili e concorrendo alla promozione turistica del territorio, mettendo appunto in mostra gli aspetti culturali e dell’identità territoriale. “Gli eventi che costelleranno la lunga notte al femminile sono davvero numerosi – afferma la presidente Micale – ed i visitatori potranno avventurarsi alla scoperta seguendo un percorso strutturato nelle vie del centro storico di Gallipoli, durante il quale potranno ammirare mostre di quadri e fotografiche, assistere agli spettacoli di artisti di strada e a monologhi di compagnie teatrali, esposizioni del gusto e dell’artigianato e ascoltare esibizioni canore come quelle del coro della Pro loco e delle Lendinelle, formato da donne che hanno recuperato i canti della tradizione gallipolina e che suonano con svariati strumenti di fantasia. Per tutta la notte, inoltre, le attività commerciali esibiranno vetrine in rosa, mentre i ristoranti che hanno aderito all’iniziativa proporranno per l’occasione un menù a tema”.

Questo il programma del primo giorno L’inaugurazione si terrà sabato 7 Luglio alle ore 19:00 in piazza Castello, con i saluti di apertura del sindaco Stefano Minerva e delle altre autorità locali, tra cui la consigliera regionale di Parità Anna Grazia Maraschio (di Patù ma residente a Lecce) e la consigliera provinciale di Parità Filomena D’Antini (di Surbo). Interverranno inoltre l’assessore Anna Sergi, l’avvocato Angela Stasi di Alezio e la dottoressa Daniela Fusco (Lecce). Si entrerà dunque nel vivo della manifestazione con il primo evento targato Fidapa alle ore 20 e 30, che porterà in scena una sfilata di abiti della nota stilista salentina Carol Cordella. Alle ore 21, inizio poi del tour nel centro storico: in piazzetta Santa Teresa, le Associazioni Off limits e A Cumbriccula metteranno in scena “A pezza a culore”; presso il Municipio, ci sarà invece una mostra di quadri di Tonia Romano e Maria Scilla. Alla Biblioteca Sant’Angelo, mostre di Luciana Bianco e Paola Marzano, in via De pace (Palazzo Grassi) si terrà invece la mostra “Falsi d’Autore” di Anna Pisanello. Proseguendo poi per le vie Ferrai, Catalano, Rosario si raggiungerà il Chiostro di San Domenico dove Patrizia Chiriacò esporrà le sue opere. Coreografia della serata a cura di Anna Rizzello.

Domenica 8 luglio L’8 tutte le mostre saranno attive fino a sera: si continuerà poi alle ore 19 con una visita guidata teatralizzata a cura di Agap; ; mentre alle 21 in piazza Aldo Moro, si proseguirà con le premiazioni del concorso di poesia e narrativa “Aspasia”, del Concorso “Vetrine in Rosa” ed infine delle “Eccellenze femminili salentine” in cui saranno premiate cinque donne del territorio che si sono distinte per talento e creatività: Carol Cordella (nata a Copertino ma residente a Lecce), Marina Ricci Buttiglione (di Gallipoli ma residente a Roma), Maria De Giovanni (di Borgagne), Gianna Trianni (nata a Gallipoli a residente a Londra) e le sorelle Anna e Sonia Verardi (entrambe di Racale). Alla premiazione saranno presenti il presidente della Provincia Antonio Gabellone (di Tuglie) e la consigliera di Parità Filomena D’Antini. L’evento si concluderà con un concerto dedicato a due grandi donne: Maria Callas ed Edith Piaf a cura del Maestro Enrico Tricarico. Durante queste due serate, tutte le chiese del centro storico rimarranno aperte e visitabili.

 

 

 

 

Gallipoli – Luciano Violante e Piero Fassino a Gallipoli per il Salento Book Festival. Questa sera, a partire dalla 20.30 nei pressi del Santuario del Canneto, la presentazione del libro “Giustizia e mito” (Il Mulino) con l’ex presidente della Camera e la vicepresidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia, i due autori del volume presentati da Annarita Corrado. A seguire, intorno alle 21.30, Piero Fassino presenta (insieme a Marco Cataldo) il suo “Pd davvero” (La nave di Teseo) con il quale il deputato dei Democratici riflette sul rinnovamento della sinistra italiana. I due incontri saranno preceduti, dalle 18.30, dal laboratorio di lettura e teatro dedicato ai piccoli dai 5 agli 11 anni, “Tuttaunaltrastoria” a cura di Zeromeccanico teatro con Francesco Cortese e Ottavia Perrone.

A Corigliano d’Otranto, sabato 30 giugno, l’appuntamento con il libro di Caterina Chinnici dal titolo “E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte” (Mondadori), dedicato al padre Rocco Chinnici, il giudice ucciso da Cosa nostra nel 1983. L’incontro è in programma alle 20.30 in piazza Vittime di mafia, nei pressi del Castello. Con l’autrice dialoga Lara Napoli.

Domenica primo luglio, a Galatone, ci sarà, invece, la serata dedicata al teatro ed in particolare alle storie salentine interpretate dal cantautore Mino De Santis e dall’autore e attore Fabrizio Saccomanno (entrambi di Tuglie) in “Trapule”, alle 20.30 nell’atrio del Palazzo Marchesale.

La festa dei libri, organizzata dall’associazione culturale Festival nazionale del libro, prevede appuntamenti e incontri sino al 22 luglio tra Gallipoli, Corigliano d’Otranto, Galatina e Nardò. la manifestazione è ideata da Gianpiero Pisanello con Luca Bianchini nel ruolo di direttore artistico.

 

Otranto – Venerdì 29 e sabato 30 avrà luogo a Otranto la sentitissima festa dei santi Pietro e Paolo organizzata dall’associazione Hydro con il patrocinio del comune, all’insegna del divertimento, gastronomia e cultura. Sarà l’occasione buona per visitare il borgo antico e conoscere da vicino i riti legati a questa festa, tra prodotti tipici, pesce fritto e pittule. Saranno, infatti, allestiti dei “punti sagra” convenzionati con la manifestazione e con un semplice ticket sarà possibile assaggiare i vari prodotti a scelta. Non mancherà il divertimento con vari musicisti nelle due giornate tra cui Antonio Castrignanò, Canaglia Ensamble con ospite Alessia Tondo (dell’orchestra de “La notte della taranta”), Paolo Ricciardi e l’Orchestra popolare otrantina insieme a Claudio Cavallo ed altri ancora.

“La sagra del centro storico di Otranto, in occasione della festa dei santi Pietro e Paolo ha una lunga storia – afferma Andrea Angelini, presidente dell’associazione Hydro – e nonostante tutte le difficoltà degli anni passati, è sempre stata un momento di socializzazione, di collaborazione e di aggregazione. L’associazione Hydro è da nove anni che porta avanti questa antica tradizione. Doverla riadattare ai tempi attuali è stata una sfida, cercando un giusto compromesso tra ciò che era e ciò che potrebbe essere oggi ma sempre con il preciso obiettivo di tornare a far rivivere quello spirito di comunità che mai e poi mai dovrà perdersi nel corso del tempo. La sagra appartiene al nostro passato – conclude Angelini – da li proveniamo e non dobbiamo dimenticarlo. Questo paese ha un anima che non può permettersi di perdere”.

In questi due giorni la cultura sarà un punto di riferimento importante, infatti. Dalle ore 18 alle 21 si svolgeranno in Piazza Castello a Otranto una serie di eventi con protagonisti d’eccezione come scrittori, intellettuali, artisti, imprenditori e docenti universitari per raccontare e condividere sentimenti, storie, emozioni e temi sociali. L’evento, organizzato dall’Ics (istituto di cultura salentina della Provincia di Lecce) e condotto dalla giornalista Prisca Manco (di Taviano), mira a valorizzare e potenziare la cultura e l’identità del Salento mettendo in collegamento e in relazione i vari protaganisti di questa terra.

Tra gli ospiti ci saranno artisti come Cosimo Russo con la raccolta di versi “Per poco tempo”; Angelo Donno (di Taviano) con il suo romanzo storico; il professore Oronzo Trio con l’opera di analisi socio imprenditoriale “Imprese oltre la crisi; Nunzia Mottura (Tuglie) con la sua pittura. Non mancheranno testimonianze di vita vissuta degli imprenditori salentini come Luciano Barbetta di Nardò e Salvatore Tafuro. “Il contesto popolare non è un limite ma un valore aggiunto, quanto mai adeguato per affermare che il Salento è prima di tutto storia e tradizione, cultura e passione artistica- dichiara il presidente dell’Ics, Annalaura Giannelli (di Parabita) – daremo voce all’anima più nobile del Salento, certi di trovare il riscontro favorevole della gente, quello che sempre la luce della bellezza che l’arte sa esprimere, induce naturalmente”.

La serata del 30 giugno si chiuderà con una ratifica del protocollo di intesa tra l’Ics e il Consolato greco, nella persona del console onorario di Brindisi, avv. Antonella Mastropalo, per avviare un percorso di collaborazione internazionale sul fronte culturale tra i due Paesi.

M.M.

Silvia Coronese

Gallipoli – Mobilitati tutti i parroci e tutti i medici di base: il piano sociale di zona, con una dotazione milionari da spendere in servizi ai soggetti deboli e in difficoltà, cambia passo col pieno appoggio dell’Asl di Lecce. Su impulso dell’assessore del Comune capofila, la gallipolina Silvia Coronese, e della responsabile locale di Cittadinanzattiva – Tribunale dei diritti del malato, Agata Coppola, è stato inserito nel patto di partecipazione – sottoscritto, oltre che dai Comuni di Alezio, Alliste, Melissano, Sannicola, Taviano, Racale, Tuglie – l’impegno “ad assicurare attraverso strumenti moderni e innovativi quale il portale dedicato e i social network più utilizzati, la comunicazione e la diffusione nonché la partecipazione attiva di tutte le organizzazioni sociali”.

Quante persone sanno dei servizi a portata di mano? “Ci siamo resi conto – afferma Agata Coppola – che dei tanti servizi sociali di cui il Piano dispone, fuori, nei paesi, tra gli utenti, si conosce ben poco. E spesso si verificano casi di richieste di aiuto captate anche per caso, quando c’è un diritto che non è noto. Abbiamo quindi cominciato a pensare a cosa fare per arrivare ai diretti interessati, come rompere un muro che li separa dall’Ambito sociale di zona”. Si è pensato così ai parroci “che per la prima volta sono venuti tutti alle riunioni”; poi anche ai medici di base “che da noi svolgono ancora un ruolo di collegamento diretto con la gente”. “I nostri parroci – dice l’assessore Coronese, riferita a Gallipoli – possono essere preziosi soprattutto nei confronti degli anziani, direttamente o tramite il centro di ascolto della Caritas della parrocchia di Sant’Agata”. Dopo la serie di incontri per la programmazione partecipata, c’è ancora da fare un ultimo passaggio dal coordinamento istituzionale (il 28 prossimo a Gallipoli) per poi passare dai Consigli comunali degli otto Comuni.

Il dépliant informativo pronto entro ottobre. “Ma non è stato facile” Subito dopo il Piano sociale 2018-2020 diverrà operativo. La Carta dei servizi potrebbe essere pronta entro ottobre, secondo le previsioni. Restano due le linee di fondo del programma di interventi sociali nel triennio: i minori e gli anziani con gli annessi e connessi quali l’integrazione sociosanitaria, l’inclusione sociale e le famiglie, il welfare di accesso per immigrati, le disabilità e la violenza di genere. “Non è stato facile giungere alla migliore conclusione possibile nell’elaborazione del piano – conclude Coronese – anche perché le situazioni nei vari Comuni non sono omogenee: c’è un Comune, ad esempio, che ha solo l’assistente sociale dell’Ambito e preferisce i contributi ‘tradizionali’; un altro ha problemi di dissesto”. Ma la sintesi, con una interessante novità, alla fine si è trovata.

 

by -
0 244

Tuglie – Sarà presentato giovedì 21 giugno alle ore 19.30, presso la Biblioteca Comunale “F. Gnoni” in via Risorgimento 19 a Tuglie, “Di tempo veloce, di flebile voce, d’amore fugace” l’ultimo libro di Piero Tafuro, pubblicato da Edizioni Esperidi. La serata, aperta dai saluti di Massimo Stamerra, sindaco di Tuglie e Silvia Romano, assessore alla Cultura, sarà coordinata da Antonio Rima, direttore onorario della Biblioteca di Tuglie. Dialogherà con l’autore il giornalista Antonio Imperiale, interverranno Antonio Maria Gabellone presidente della Provincia di Lecce, Giuseppe Serravezza, oncologo direttore del centro Ilma. Le letture sono a cura di Antonio Calò. I proventi del libro saranno interamente devoluti a LILT Lecce e destinati alla realizzazione del centro situato sulla provinciale che collega Alezio a Gallipoli.

Dopo “I treni che volano passano sempre all’alba” (Esperidi 2014) l’autore di San Pancrazio Salentino (Br) ritorna con una nuova silloge poetica: tema principe di questa raccolta è sicuramente l’amore, visto e descritto nelle sue tante sfaccettature.

Nardò – Buone notizie dalla Provincia di Lecce circa la riapertura al traffico della strada “174”, chiusa per lavori nel febbraio 2017. Le buone notizie arrivano dalla Provincia, direttamente dal presidente Antonio Gabellone (di Tuglie), che ha informato i due Sindaci di Nardò e Galatone: ancora una decina di giorni e il cantiere potrebbe dirsi concluso e l’ordinanza dell’Anas da mettere in archivio. Nel corso di un incontro informale avvenuto questa mattina – di cui dà notizia l’Ufficio stampa del Comune neretino – a Palazzo Personè il presidente della Provincia Antonio Gabellone, sulla scorta delle rassicurazioni ricevute dall’impresa, ha informato della novità il sindaco di Nardò Pippi Mellone e il sindaco di Galatone Flavio Filoni. (nella foto il passaggio a livello da scavalcare)

Attualmente è in corso il completamento della rotatoria in territorio di Galatone (con intervento di bitumazione sempre da parte dell’impresa Antonio Magno) che consentirà la riapertura dello svincolo della strada statale 101 e della vecchia viabilità tra Galatone e Nardò, gestita quest’ultima a senso unico alternato mediante semaforo di cantiere. Per la riapertura complessiva a due corsie bisognerà attendere la metà di luglio. “Ciò porrà fine – si legge nella nota – ai notevoli disagi ai pendolari tra le due città e ai problemi derivanti dal fatto che le soluzioni alternative non si sono rivelate sufficientemente adeguate. L’intervento complessivo sull’arteria, com’è noto, prevede la realizzazione del cavalcaferrovia e la sistemazione viaria della ex strada statale 174, i cui lavori continueranno comunque nelle prossime settimane. (nella foto da sinistra Filoni, Gabellone, Mellone).

Il commento dei due Sindaci “Siamo lieti – dice il sindaco Pippi Mellone – di poter annunciare quanto la Provincia ci ha riferito questa mattina con il presidente Gabellone e con il dirigente, l’ingegnere Corsini. È una novità molto importante per i tanti pendolari tra Nardò e Galatone, per tutti coloro che hanno ragioni di tipo lavorativo, commerciale e personale che la chiusura dell’arteria ha messo a dura prova. Parliamo di un intervento molto complesso e la tempistica inevitabilmente ha imposto una lunga chiusura, comunque nei tempi previsti”. “La riapertura della strada – aggiunge il sindaco Flavio Filoni – fa respirare le nostre imprese, che certamente in questi mesi hanno molto sofferto per la chiusura dell’arteria. Abbiamo fatto molte sollecitazioni per cercare di ridurre i tempi e alleviare i disagi di tutti. Un plauso alla Provincia di Lecce, ai tecnici dell’ente e alla direzione dei lavori, con la quale mi sono confrontato costantemente”.

Santa Caterina di Nardò – Novità rilevante in vista per il 37enne don Francesco Martignano di Parabita, che dal prossimo 8 luglio sarà parroco a Nardò, nella marina di Santa Caterina d’Alessandria. Lo ha stabilito in questi giorni l’ordinario diocesano mons. Fernando Filograna, che nei prossimi giorni ne ufficializzerà la nomina, firmando l’apposito decreto, col quale sarà sollevato dal precedente incarico di vicario parrocchiale a Maria Santissima Annunziata di Tuglie. Don Francesco Martignano prenderà il posto di don Piero Inguscio, che nei giorni scorsi è stato nominato parroco a Copertino, chiesa dei Santi Medici.

Al momento non è dato sapere di altri spostamenti di sacerdoti che sembrano comunque essere all’orizzonte, secondo fonti bene informate, e per le quali c’è quindi da aspettare.  dovrebbero esserci, ma saranno comunicate volta per volta. Ancorché piuttosto giovane, don Martignano è anche professore presso l’Istituto teologico pugliese di Molfetta, membro del Consiglio presbiterale e direttore dell’Ufficio liturgico e ministeri laicali diocesano, incarichi questi ultimi, che dovrebbe continuare a svolgere.

Galatone – L’ex ministro ai Beni culturali Dario Franceschini è il protagonista di giornata del Salento book festival, la “festa dei libri” promossa nell’ambito dell’ottava edizione del Festival nazionale del libro, manifestazione itinerante tra Gallipoli, Nardò, Corigliano, Galatina e Galatone. “Disadorna e altre storie” (edizioni La nave di Teseo) è il titolo dell’ultimo libro del politico e scrittore nato a Ferrara che verrà presentato stasera, giovedì 14 giugno, alle 20.30 nell’atrio del palazzo Marchesale (in caso di maltempo l’evento si sposta nel teatro comunale). Ad incontrare l’autore sarà Fernando D’Aprile, direttore di Piazzasalento.

Gianluigi Paragone a Nardò L’ottava edizione della manifestazione culturale, “figlia” dell’impegno portato avanti nel corso degli anni dall’associazione  Festival nazionale del libro presieduta da Gianpiero Pisanello (di Tuglie), torna venerdì 15, alle 21.30, in piazza Salandra a Nardò (in caso di maltempo nella sala conferenza del chiostro dei Carmelitani) per l’incontro con Gianluigi Paragone. L’ex conduttore della trasmissione della La7 “La Gabbia”, oggi senatore del Movimento 5 Stelle, insieme a Lara Napoli presenterà il libro “Noi no!” (Piemme) in cui racconta, dal suo punto di vista, il valore della ribellione. prima dell’incontro con Paragone, Annalaura Giannelli (autrice originaria di Parabita) insieme a Luigi Grasso presenterà i libri “Di terra e d’anima”, vincitore del premio Progresso e cultura” Provincia di Bari 2014, e “La figlia del destino”, entrambi pubblicati da Adda editore.

Luca Bianchini incontra Luciana Littizzetto La rassegna, quest’anno affidata alla direzione artistica di Luca Bianchini (conduttore degli eventi programmati dal 18 e il 24 giugno) propone in un mese e mezzo, fino al 22 luglio, oltre 60 appuntamenti con oltre 70 tra autori e artisti: il primo incontro insieme a Bianchini sarà quello con Luciana Littizzetto, lunedì 18 in piazza Salandra a Nardò.

Neviano – Tassa sui rifiuti, Unità cure primarie e scricchiolii in maggioranza: a Neviano il sindaco Silvana Cafaro interviene per dire la sua e per mettere i classici puntini sulle “i”. Dopo l’ultimo Consiglio comunale che ha varato l’aumento della Tari, il Primo cittadino commenta il discusso provvedimento (in questi giorni nuovamente contestato dalle opposizioni) ma dice la sua anche sulla “distanza” palesata dal vicesindaco Raffaele Birtele e sull’ormai conclusa vicenda del trasferimento dell’Unità cure primarie in via Tuglie.

L’aumento della Tassa sui rifiuti Un aumento, quello sulla Tari, che la maggioranza non avrebbe voluto. «Il problema spazzatura è stato seguito da Birtele – sottolinea la Cafaro – e se me ne fossi occupata io sin da subito avrei smontato tutto già dal primo momento. Mi sono trovata a trattare solo alla fine e mi hanno obbligato a firmare, altrimenti sarei stata denunciata. Secondo me il nuovo servizio non partirà nemmeno a ottobre, visto che la ditta ha già chiesto altri 180 giorni a partire dal 31 agosto». Una questione che vede coinvolti tutti i comuni dell’Aro 6, di cui, con Neviano, fanno parte anche Galatone, Seclì, Sannicola, Tuglie, Galatone, Collepasso, Aradeo e Nardò. «Stiamo convocando una riunione dei sindaci – continua il Sindaco – alla quale mi recherò accompagnata da un avvocato e da un tecnico: avevo dato disposizione perché il contratto non fosse firmato, ma siamo stati costretti, e per questioni di Bilancio abbiamo dovuto convocare il Consiglio per la Tari». Il punto all’ordine del giorno, che ha trovato l’opposizione della minoranza di piazza Concordia (dentro e fuori dal Palazzo), era stato ritirato dalla precedente assise: “Ero ancora in trattative e pensavo di non far firmare il contratto a nessuno, ma i sindaci hanno ceduto ingiustamente, come dice anche il presidente Gabellone”.

Capitolo Birtele Sembra destinata a far discutere ancora la posizione del vicesindaco e assessore al bilancio Birtele – il più suffragato alle amministrative di tre anni fa – da qualche tempo assente alle riunioni della Giunta e del Consiglio comunale. «Iniziare dal giorno dopo la mia elezione a parlare di prossima candidatura mi è sembrato eccessivo. È normale questo atteggiamento da parte di un vicesindaco? Per me – si chiede la Cafaro – non è rottura totale ma quando si fa parte di un’Amministrazione, da consigliere o da assessore, bisogna prendersi qualche responsabilità. Per il futuro politico non ho ancora in mente nulla. Questo è già il secondo mandato e quello che mi interessa è lasciare il paese in buone condizioni: da masseria, Neviano è diventata una cittadina».

Unità cure primarie In questi giorni, intanto, è andato definitivamente in porto il tanto discusso trasferimento dell’Unità cure primarie da via Dante a via Tuglie. «Per la questione sono stata dietro al presidente della Regione un’intera giornata, ottenendo garanzie sull’ordinanza», spiega il Sindaco. Il caso sta animando da tempo il dibattito in città anche perché tre consiglieri di minoranza su quattro (tra cui Luigi Stifani, uno dei medici del “supergruppo”) rivendicavano la destinazione d’uso della struttura di via Tuglie (casa-rifugio per donne vittima di violenza), in cui l’Ucp (già da stamattina) è ormai operativo. «Via Dante era un tugurio, non mi premono i medici ma i prelievi che si effettuano lì dentro, le visite cardiologiche e specialistiche, oltre al fatto che in quella sede i dottori prendessero il doppio dello stipendio. L’ex scuola Giovanni XXIII è una struttura nuova e non utilizzata», conclude il Primo cittadino.

Il Consiglio torna a riunirsi Intanto giovedì 14 giugno, alle ore 16, il Consiglio tornerà a riunirsi per discutere cinque punti all’ordine del giorno: tra questi l’approvazione del rendiconto di gestione 2017 e l’approvazione delle bozze dello statuto e della convenzione del Consorzio per la realizzazione del sistema integrato di welfare dell’Ambito territoriale sociale di Galatina.

Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) – Serata conclusiva a Leuca per il concorso internazionale di poesia e letteratura “De finibus terrae”. L’appuntamento è alle ore 20 di mercoledì 13 giugno presso l’Hotel terminal. L’iniziativa gode del patrocinio della Provincia di Lecce, del Comune di Gagliano del Capo e della Biblioteca “Tommaso Fiore Gnoni” di Tuglie. I premi speciali “Maria Monteduro 2018” andranno ad Aldo D’Antico (di Parabita, per la cultura), Ausilio Bertoli (alla carriera), Antonia Occhilupo (scrittrice di Acquarica del Capo), Elio Coriano (poeta di Martignano), Roberto Gaetani (per la ricerca, tecnologia e innovazione) e Salvatore Bianchini (per le discipline artistiche). Nel corso della serata l’intrattenimento musicale è garantito dal maestro Maria Fino.

Voce al Direttore

by -
Ci siamo. Puntuale come ogni anno, il balletto delle cifre è qui tra noi: quanti ne mancano all’appello? “Almeno il 40%”. “Macché! Siamo al...