Home Notizie Tuglie
Ultime notizie dal Comune di Tuglie

Gallipoli – Tutti in campo ormai, a incontrare gli elettori anche in forme e luoghi non convenzionali. Del resto i giorni passano e, al di là degli scontri in tv, occorre parlare con quanta più gente è possibile, in carne ed ossa.

La viceministro Teresa Bellanova  (Pd) stamattina è stata ad incontrare imprenditori e lavoratori presso l’azienda Ceramica Fratelli Colì a Cutrofiano. Alle ore 18 sarà a Felline con altri candidati del Pd; nella frazione di Alliste all’incontro parteciperanno anche la candidata Ada Fiore e il segretario provinciale del partito, Ippazio Morciano. Alle 19,30 a Neviano assemblea con gli iscritti e simpatizzanti. Domani 22 febbraio, giovedì, alle 17 sarà a Sternatia, presso il comitato elettorale alle ore 17; alle 18 a Maglie; alle ore 19.45 a San Cassiano in via Unità d’Italia, ex Minimarket, col segretario pd locale Donato Marzotta e con Lavinia Puzzovio, Ippazio Morciano, Stefano Minerva, Sindaco di Gallipoli. Alle 20.45 a Botrugno in via Pirandello per discutere pubblicamente sulle proposte di Governo.

Il centro destra si dà appuntamento oggi alle 20 a Miggiano, Theatrum di via Roma, con Rocco Palese, parlamentare uscente e candidato, Luciano Cariddi, candidato al Senato, Saverio Congedo (Camera), Paolo Perrone (Senato), Maria Rosaria Tucci (Camera), Ivana Vallone (Camera)Pierpaolo Signore (Camera) e il portavoce di Fratelli d’Italia, Donato Carbone. Organizzano FdI e Gioventù nazionale della provincia di Lecce. IL programma di Cariddi precede inoltre per oggi tappe a Martano (ore 17,30), Scorrano (18,30), Poggiardo (19,30) con Antonio Gabellone, presidente della Provincia, Francesco Bruni ed altri candidati di Udc-Noi per l’Italia; alle 20,15 sarà a Giurdignano.  Domani 22 Cariddi sarà a Tuglie per un incontro presso il frantoio ipogeo divia Trieste alle ore 18,30.

I candidati alla Camera Salvatore Piconese, Sindaco di Uggiano La Chiesa, Gabriele Abaterusso, Sindaco di Patù, Antonio De Donno, candidato al Senato, tutti per la lista Liberi e Uguali con Pietro Grasso, saranno oggi alle 19,30 a Giurdignano, presso l’osteria degli amici. Alle 18.30 a Leverano, in via Vittorio Veneto, incontro pubblico del candidato Marcello Risi, giù Sindaco di Nardò, e con Daniela Sindaco, candidata alla Camera, e Massimo D’Alema, candidato al Senato, insieme con Pierluigi Valentino (consigliere comunale Leverano) e Anna Inguscio (consigliere comunale Copertino).

Per il M5S Sempre oggi 21 febbraio alle ore 19 presso il Castello baronale di Collepasso, si terrà la presentazione dei candidati del collegio uninominale di Nardò. Interverranno il consigliere regionale Cristian Casili e la candidata alla Camera dei Deputati, Soave Alemanno di Nardò. Alle ore 18 presso la biblioteca comunale di Gagliano del Capo, presentazione dei candidati e del programma di governo per il Paese. Interverranno la senatrice uscente e candidata Barbara Lezzi, la candidata alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Casarano, Nadia Aprile di Taviano, Veronica Giannone, candidata alla Camera dei Deputati nel listino proporzionale del collegio di Lecce, i candidati Annalisa Urso e Leonardo Donno.

 

 

 

Maglie – La Podistica Magliese del presidente Stefano Rizzo (foto) ospiterà il Campionato provinciale individuale di Società, che si svolgerà domenica 18 febbraio presso la Tenuta Corte dei Droso, sulla strada provinciale 361 Maglie – Gallipoli. Centinaia di atleti sono pronti a gareggiare alla quarta edizione del “Cross della Corte” con raduno fissato alle 8 e prima partenza in programma per le 9.15. La corsa campestre verrà riservata alle categorie giovanili maschili e femminili e includerà gli Esordienti, i Ragazzi, i Cadetti e gli Allievi. La società organizzatrice si presenterà con il maggior numero di iscritti, nell’ambito di una manifestazione patrocinata dal comune di Maglie che si svolgerà sotto l’egida della Fidal Lecce. Oltre alla Podistica Magliese sono tante le associazioni a sud del Salento che prenderanno parte all’evento podistico: Atletica Taviano 97 (Sergio Perchia), Saracenatletica (Roberto Perrone), A 13 Alba Taurisano (Romeo Ciurlia), Podistica Parabita (Antonio Leopizzi), Amatori Corigliano (Lucio Donno), Podistica Tuglie (Fernando Cataldi Spinola), Atletica Tricase (Vittoria Fragola), Puc Salento Melissano (Francesco Musio), Atletica Salento Aradeo (Michele Spagna), Otranto 800 (Francesco Previtero) e Atletica Gallipoli (Claudio Polo).

Tuglie – “Etica. 9 dialoghi controcorrente”, pubblicato lo scorso anno per Editori Laterza, a cura della dirigente scolastica e Anna Rita Corrado e del giornalista Rosario Tornesello, è il volume che presentato venerdì 16 febbraio, alle ore 18 presso il frantoio ipogeo di Tuglie. Protagonisti del volume sono filosofi e storici, scienziati e giornalisti, medici e religiosi, magistrati e politici che si sono misurati nel ciclo di incontri presso il liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Maglie. La presentazione del libro fa tappa anche a Tuglie in una serata organizzata dall’associazione “Amici della Biblioteca” in collaborazione con il Sac “Salento di mare e di pietre”, il Comune di Tuglie e la Provincia di Lecce. L’appuntamento, coordinato dallo scrittore Elio Ria, vede la partecipazione dei curatori del libro, del vicepresidente del “Centro Studi Livatino” Alfredo Mantovano con i saluti del presidente della Provincia Antonio Gabellone, del sindaco di Tuglie Massimo Stamerra, della presidente dell’associazione “Amici della Biblioteca” Paola Sperti.

Il libro – Nove dialoghi per non smarrire se stessi in un tempo di nuove angosce e antiche paure. Un cammino attraverso le tappe intermedie e le parole chiave che l’etica suggerisce e la vita reale impone, seguendo il filo logico che unisce (e non separa) passione e ragione, alla ricerca di un punto di fuga in cui tutto alla fine converge: l’uomo e la sua essenza, nel bene e nel male. Questi i temi affrontati da

Tuglie – Arresto in flagranza di reato per il 27enne Daniele Picciolo di Tuglie fermato dai carabinieri nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di stupefacenti. Il giovane è stato bloccato dai militari del Nucleo operativo radiomobile di Gallipoli alla guida di una Lancia Y all’interno della quale è stato trovato un involucro contenente 10,32 grammi di cocaina oltre a materiale utile per il confezionamento delle dosi. Lo stesso Picciolo ha pure cercato, ma invano, di disfarsi dello stupefacente alla vista dei carabinieri. Di rilievo anche l’esito della perquisizione condotta presso la sua abitazione dove, oltre ad altri due involucri contenenti 0,93 grammi ciascuno di cocaina ed un involucro con 36 grammi di marijuana, i carabinieri hanno trovato 1.720 euro in banconote di diverso taglio, somma ritenuta il probabile provento dell’attività di spaccio. In casa anche altro materiale utile per il confezionamento delle dosi ed un bilancino di precisione . Dopo le formalità di prassi in caserma, l’arrestato è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Gallipoli – Sono venuti a trovare i redattori di “Piazzasalento” in via Sigismondo Castromediano a Gallipoli ieri nel primo pomeriggio, alcuni partecipanti del percorso formativo intitolato “Tecnico per l’attività di incoming e della promozione del turismo sostenibile attraverso le applicazioni Itc (Information Communication Technology)”. Il corso, iniziato a fine gennaio terminerà il 10 marzo. Sono stati ricevuti dal direttore Fernando D’Aprile, col quale hanno dialogato a lungo, i tutor Antonio Tondo e Lorenzo Falangone, entrambi di Nardò, Chiara Apollonio, Chiara De Marco, Santo Stefania (tutte e tre di Nardò), Giorgia Chimaca di Galatone e Valentina Pinto di Copertino.

Al centro dell’incontro, notizie sul funzionamento di una redazione giornalistica, sulle novità in corso almeno a partire dal 2007, anno di nascita degli smarphone, sulle difficoltà editoriali tradizionali e la crisi dei lettori, sul futuro dei giornali di carta. Al centro le tecniche, ben diverse, tra articoli di giornale e comunicazione aziendale e istituzionale.

Il corso, a cura del’organismo formativo “Arnia,”, società cooperativa di Tuglie,  rientra nel programma “Garazia Giovani” (Youth Guarantee) che è il Piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. In sostanza l’Unione Europea ha stanziato dei finanziamenti per gli Stati con tassi di disoccupazione superiori al 25% e tra questi rientra anche l’Italia. Questi soldi devono essere investiti da ogni Paese con attività di formazione, politiche attive di orientamento, sostegno e aiuti per l’inserimento nel mondo del lavoro. Lo scopo è far sì che i giovani possano trovare un posto di lavoro o un percorso formativo entro pochi mesi.

Neviano – Appuntamento giovedì 15 febbraio alle ore 20, presso l’aula polifunzionale del Comune di Neviano, per la seconda edizione del “Gran premio Giovanissimi del Salento”, l’evento creato ed organizzato dall’omonima testata giornalistica sportiva diretta da Alessio Quarta. La manifestazione di quest’anno (con il patrocinio del comune di Neviano) vede la partnership di Musicaos Editore di Luciano Pagano, che presenterà al pubblico il romanzo del giornalista (di Nardò) Raffaele Pappadà “Senza Riserve” dedicato al mondo del calcio. Durante la serata, organizzata da Michele Giannotta e condotta da Fiorella Mastria, verranno premiate le “eccellenze” del calcio salentino che si sono contraddistinte non solo per importanti risultati agonistici ma anche per la dedizione alle tematiche sociali, nell’ambito del mondo del calcio giovanile.

I vincitori di ogni categoria: Tanti i premi conferiti a personaggi e realtà legate al mondo dello sport salentino. Ad Antonio Imperiale (di Tuglie) va il premio giornalistico alla carriera mentre al sindaco di Racale Donato Metallo il premio quale “miglior amministratore pubblico salentino. Al  gruppo Caroli Hotels di Gallipoli, impegnato a 360 gradi nella promozione dello sport, va un riconoscimento per l’Impresa sociale per lo sport e l’editoria sportiva. All'”Asd Fabrizio Miccoli” il premio per il miglior settore giovanile a all’Ssd brindisi quello per la “società nuove speranze”. “Migliore allenatore” ad Angelo Sanapo (di Tricase) e “migliore allenatrice” ad Alessia Bergamo. “Società calcistica per l’integrazione” all’Usd Spartak Lecce e  “Premio Etica Sportiva” all’Asd Capo di Leuca, “Personaggio sportivo maschile dell’anno” è Andrea Corallo, ex calciatore (Casarano, Lecce e Nardò) ed attuale direttore sportivo del Nardò calcio. “Personaggio sportivo femminile dell’anno” è Vera Indino, di Racale, allenatrice della Salento Woman. Il titolo di “Miglior dirigente dell’anno” va ad Alessandro Adamo, amministratore delegato dell’Us Lecce. Per l’Etica sportiva un premio va alla Fondazione “Banca Popolare Pugliese Giorgio Primiceri onlus” (con sede a Matino) che da tempo sostiene molte iniziative sportive. A Salento Sport va il premio quale migliore testata giornalistica sportiva salentina.  Altri riconoscimenti per il premio “Editoria solidale” a Radio Salentina e premio al giornalista dell’anno per Francesco Buja.

Salve – Un ricordo del poeta Cosimo Russo a un anno dalla sua prematura scomparsa. “Per poco tempo” (Manni editore) è la raccolta di versi che viene presentata giovedì 15 febbraio, alle 17.30, presso la Biblioteca comunale di Salve. Alla serata prendono parte il sindaco Vincenzo Passaseo, Mario Carparelli del Presidio del Libro del Capo di Leuca, e Luigina Paradiso, madre del poeta e curatrice del volume. In chiusura letture di Elisa Maggio, della compagnia teatrale “Salve in scena”. Di recente, sempre al fine di ricordare la memoria di Russo (nato nel 1972 a Gagliano del Capo) c’è stata anche l’inaugurazione di una targa collocata fuori dalla stazione di Arigliano (frazione di Gagliano del Capo). «Al contrario di tutte le altre targhe commemorative, questa contiene un dettato di poesia che vuol risvegliare un messaggio d’amore che stiamo perdendo. Un messaggio per le genti, scritto fuori dall’ultima stazione d’Italia e consegnato idealmente ai viaggiatori che da ogni parte del mondo arriveranno qui», afferma la signora Paradiso.“L’hai sentito il treno delle nove e mezza di sera / […] / farti dimenticare gli avanzi e i disavanzi, / spingerti sulla portiera dei sogni nel vagone dell’irreale”: questi alcuni dei versi della poesia “Il treno della Sud Est”.  È sempre la madre dell’autore a spiegare come fu lo stesso figlio Cosimo a scegliere il titolo della raccolta, pubblicata postuma. «Lui era molto riservato, aveva tanti scritti nel cassetto e io, di nascosto, avevo già cominciato a mandarne alcuni alle case editrici. Poi, prima di andare via, Cosimo lasciò detto che gli sarebbe piaciuto veder pubblicate le sue poesie, così le ho tirate fuori e le ho spedite a Manni, che già conosceva il suo valore. Il titolo “Per poco tempo” l’ha scelto mio figlio: intendeva dire che la poesia era una passione che coltivava nel suo poco tempo sottratto agli impegni quotidiani, al lavoro, alla famiglia».

Il ricordo – Fra le parole che molti intellettuali hanno speso per Cosimo Russo, significative sono quelle pronunciate da Elio Ria (di Tuglie), che all’inaugurazione della targa commemorativa ha detto: «La cosa che mi ha colpito della poesia di Mimmo è che lui non ha avuto bisogno di sforzarsi di trovare lo straordinario in cose lontane: lo ha trovato invece nella quotidianità. Ha descritto il territorio e la sua gente con la capacità di cogliere la bellezza nella semplicità, senza mai cadere nel banale. E l’ha fatto con una precisione delle parole che solo i poeti hanno». In quella stessa occasione, Lara Savoia (di Salve), ha poi aggiunto: «Ho visto in Cosimo un poeta della luce. Le sue poesie mi ricordano le quattro stagioni di Vivaldi: un breve inverno mitigato dall’immenso sole dell’estate».

Il sindaco Stefano Minerva

Gallipoli – Tutto pronto per il varo, tra i primi in Puglia, del Red, il reddito di dignità che si ispira alle direttive europee per il contrasto della povertà e che ha visto la Puglia pronta ad operare in tale direzione. Ed ora si entra nella fase operativa con queste misure che puntano alla inclusione sociale attiva. E’ infatti stato fissato per lunedì 6 marzo, alle ore 10, presso il Palazzo di città nel centro storico, l’incontro che darà il via alla fase realizzativa della misura governativa e regionale Red. Gallipoli sale sul podio e conquista la medaglia d’oro in Puglia: l’Ambito sociale di Gallipoli, a cui appartengono i Comuni di Alezio, Alliste, Melissano, Racale, Sannicola, Taviano, Tuglie, sarà il primo a sottoscrivere i “patti di inclusione sociale attiva” per i primi beneficiari del nuovo strumento di politiche sociali. Ogni patto garantirà il sostegno al reddito con un’erogazione in denaro fino a un massimo di 600 euro mensili con tirocini della durata massima di 12 mesi, percorsi formativi di aggiornamento professionale o interventi sociali. Nell’Ambito con Gallipoli capofila sono oltre 600 le domande presentate: le prime 150 sono state accolte e valutate positivamente dall’Inps e dalla Regione Puglia, mentre sono più di 200 le adesioni da parte di enti ed aziende pronti ad accogliere i beneficiari. Per le restanti domande, è in corso la fase istruttoria relativa all’attivazione dei percorsi di inserimento.

“Un risultato decisamente positivo e che dimostra l’ottimo lavoro e il forte impegno di chi porta avanti questo progetto. Pensare alla misura Red solo come un beneficio economico è decisamente errato: la possibilità di inserimento permette ai beneficiari di migliorare le proprie competenze e valorizzarle e di trarre benefici anche dal punto di vista, quindi, professionale e sociale. Inoltre, sono notevolmente colpito dalle numerose Manifestazioni di Interesse da parte di soggetti pubblici e privati: si tratta di un’importante risposta ai cittadini che vivono in situazioni economicamente difficili e che il territorio è disposto a supportare”, sottolinea il Sindaco Stefano Minerva. Soddisfazione e plausi ai protagonisti per la parte amministrativa e burocratica anche dal Sindaco di Racale, Donato Metallo: “Grazie alla mia “assessora” Annamaria Errico; Grazie a Luana Sansone, Annalisa Giuranno, Grazia Troisi, Antonella Troisi, Elio Giannuzzi, staff che ha fatto un lavoro egregio. Un grazie immenso a tutti gli operatori del piano sociale di zona(Federica Piccinonno, Cosetta Sansó, Giuseppe Martucci) ed in particolare al motore di tutto, Maria Caiffa (dirigente responsabile del piano sociale del Comune di Gallipoli, ndr)”.

 

Gallipoli – Il binario della discordia; si potrebbe definire ormai così l’ultimo tratto della ferrovia di Gallipoli che dalla stazione centrale arriva nell’area portuale e nella città vecchia. Una fermata storica, testimone dal 1885 fino agli anni 70 del secolo scorso della fiorente attività commerciale del porto gallipolino e che oggi rappresenta, secondo l’opinione di molti, un grande potenziale turistico considerato che la strada ferrata arriva proprio ai piedi del castello, a due passi dai musei, dalla Purità, da quello scrigno di tesori che è considerato il centro storico gallipolino. Nei piani dell’Amministrazione comunale però c’è tutt’altro. Nell’ambito di un progetto di riqualificazione del lungomare Marconi, è in programma lo smantellamento del binario, in favore di un ampliamento della carreggiata, la realizzazione di una pista ciclabile e una grande rotatoria in prossimità del ponte per rendere più fluida la viabilità.

Gli esempi positivi: il trenino della Valle dei Templi. A sollevare dubbi sulla opportunità o meno di portare a compimento questa rivisitazione urbana è stata nelle scorse settimane la Soprintendenza di Lecce che ha notificato un provvedimento in cui si riserva quattro mesi di tempo per valutarne la valenza storica e culturale e quindi la possibilità di tutelare e vincolare al mantenimento il tratto ferrato interessato, che peraltro è una tra le due ferrovie ancora esistenti in Italia a collegare la terraferma con un isola (insieme a quella di Venezia). Soddisfazione per tale iniziativa è stata subito espressa dall’associazione “Rotaie di Puglia”: “Ci sono ferrovie storiche – commenta il presidente del sodalizio, Luigi Migali di Tuglie – che sono diventate una vera ricchezza; penso alla Ferrovia della Valle dei Templi di Agrigento, ad esempio, che muove ogni anno in bassa stagione 3-4 mila turisti o quella in Irpinia. Lo scorso agosto il governo ha Istituito le Ferrovie turistiche, oggetto del provvedimento 20 linee in tutta Italia che saranno dunque valorizzate e promosse ai fini del trasporto turistico. Fino a fine febbraio è ancora possibile fare richiesta per entrare in questo circuito e noi chiederemo alla regione di poter inserire quattro linee pugliesi. Sarebbe auspicabile ci fosse anche Gallipoli”.

L’assessore Alemanno: “Il progetto va avanti, ci sono quasi tutti i pareri”. Qualcuno avanza l’ipotesi di una possibile coesistenza della ferrovia, con l’installazione di binari a fungo con pavimentazione continua, e di una pista ciclabile ma Migali chiarisce l’argomento. “E’ assurdo pensare ad una coesistenza poiché non esiste una norma che disciplina una simile situazione e i requisiti di sicurezza. Al contrario a settembre è stata approvata la prima norma Uni che definisce il ferrociclo”. Della metropolitana di superficie d’altronde si parla da tempo e i pochissimi e vecchi tentativi effettuati di attivare la fermata Gallipoli porto insieme a quelle Lido San Giovanni e Baia Verde sono falliti. Il Comune dunque ritiene di andare avanti secondo il progetto stabilito: “Quel progetto – spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Cosimo Alemanno – è già avviato. Abbiamo il nulla osta delle Ferrovie Sud Est alla dismissione e questo dimostra che si tratti di una porzione di ferrovia inutilizzabile e abbiamo già acquisito la maggior parte dei pareri. E’ nostra ferma intenzione proseguire nei programmi prefissati perché crediamo che ai fini turistici e per il bene della città sia molto più utile ripulire e mettere in sicurezza tutta quell’area e collegare la stazione al borgo antico attraverso una pista ciclabile. La Soprintendenza tenga conto nella valutazione della volontà e dell’investimento fatto dal comune”.

Tuglie – Sanremo chiama, Salento risponde. Sono ormai nove le edizioni del Festival della canzone italiana che registrano la presenza, dietro le quinte, del giornalista Gianpiero Pisanello (di Tuglie), collaboratore di PIazzasalento. L’ideatore del “Salento Book Festival” è nella città dei fiori nel ruolo di opinionista (La vita in diretta e il Dopo Festival) e membro della giuria dei giornalisti. Tanta passione e una postazione privilegiata dalla quale cogliere umori e novità nel vasto mondo dello spettacolo ed allacciare contatti utili per le iniziative da proporre nel Salento. «Posso dire che buona parte dei nomi che ho poi il piacere di ospitare nel mio festival hanno origine in situazioni del genere, non solo  Sanremo ma anche il festival del libro di Torino, o quello del giornalismo a Perugia. Sono momenti di confronto imperdibili, dei veri e propri “corsi di formazione”», afferma il giornalista.

Sobriety blog – È lui a curare “Sobriety blog”, ovvero la finestra sempre aperta sull’Ariston e dintorni – con molte dirette e tante foto – “per far vedere il festival e il dietro le quinte così come io stesso vorrei vedere”. Big in primo piano, dunque, salentini e non. Il picco con gli attesissimi Negramaro e Giuliano Sangiorgi. «Per loro l’attesa è stata forte. Giuliano ha fatto pure due conferenze stampa, facendo uscire allo scoperto i tanti giornalisti salentini sparsi per l’italia». Ma gli agganci possono essere ovunque. «Con la Nannini, ad esempio, c’era  Mylious Johnson, batterista di New York, già nella band di Madonna, che vive a Galatina». Di origini tugliesi (grazie alla nonna) è, invece, Andrea Delogu, speaker di Radio Due Rai, protagonista della lunga maratona radiofonica che accompagna il festival. «Posso dire che il prodotto televisivo, pur curatissimo, è tutt’altra cosa rispetto all’atmosfera che si può respirare dal vivo. Quest’anno, poi, con la direzione artistica di Baglioni la musica è proprio al centro della scena».

Teatro Italia come modello – Altri punti di contatto che non t’aspetti con il Salento? «Nel 2010 al Teatro Italia di Gallipoli nell’allestire il Premio Barocco c’era Pippo Balistreri, direttore dei grandi eventi Rai, oggi a Sanremo, che rimase colpito dalla bellezza e dalla capienza della sala gallipolina. “Magari l’avessimo a Sanremo” disse in quell’occasione, dove, infatti, sono alle prese con il problema di dover trovare una location alternativa». Ma alla fine, il festival chi lo vince? «Se la giocano Ermal Meta e Fabrizio Moro, Stato Sociale e  Diodato & Roy Paci. Ma sul podio potrebbero salirci anche Ornella Vanoni o Annalisa». Parola d’esperto.

Sannicola – Appuntamento sabato 10 febbraio alle 15.30 presso il palazzetto dello sport a Sannicola per il torneo di calcetto organizzato dalla polisportiva Mauro Fedele di San Simone e dalla Scuola calcio. Si tratta del sesto memorial dedicato a Biagio Leo, indimenticato consigliere comunale tragicamente scomparso a causa di una terribile malattia. Al torneo, patrocinato dal Comune, parteciperanno le squadre dei “piccoli amici” di Alezio, Sannicola, Tuglie ed Evergreen Gallipoli.

Gallipoli – Firmato nel dicembre scorso, è diventato adesso operativo il decreto del Ministero del’Istruzione per rendere sicure le scuole italiane e quindi anche salentine. In provincia di Lecce sono 26 gli interventi finanziati per un totale di 13 milioni 901mila euro, assegnati con la legge di bilancio 2017, come puntualizza in una nota la viceministro Teresa Bellanova. Questo l’elenco delle scuole del Centro-Sud Salento: Morciano di Leuca, 700mila euro per la primaria “Pascoli” e 602mila per la secondaria “Don Bosco”; Montesano Salentino, per una nuova scuola un milione e mezzo; per la primaria di Ortelle 698mila euro; Alezio, alla scuola di via Dante Alighieri 435mila euro; al plesso di via De Pace a Gallipoli 500mila euro; Matino, alla “Gentile” 650mila euro; alla “Mazzini” di Miggiano 150mila; Muro Leccese, alla “Maresciallo D’Amore 500mila; all'”Aldisio” di Nociglia 60mila e alla “Don Bosco” 100mila; al Comprensivo di Patù 462mila; alla primaria di via Mazzini a Racale 532mila; all’Elementare di Ruffano 550mila; a Tricase, scuola “Roberto Caputo”, 200mila euro; a Tuglie, alla Battisti” 52mila euro.

“La sicurezza nelle Scuole, così come gli interventi di restauro, manutenzione e nuove realizzazioni – sottolinea il viceministro Bellanova – sono state in questi anni una costante del nostro Governo. Dal 2014 ad oggi abbiamo stanziato circa 10 miliardi di euro con cui siamo intervenuti su ristrutturazione, antisismica, messa in sicurezza degli edifici scolastici e realizzazione di strutture innovative. Abbiamo aperto oltre 7mila cantieri e realizzato 333 nuove scuole. Abbiamo sostenuto il Piano nazionale scuola digitale e per il Piano di azione nazionale per la promozione del sistema integrato di istruzione e formazione da 0 a 6 anni abbiamo investito 700 milioni per potenziare nidi e scuole dell’infanzia. Investimenti e attenzione mai registrati prima in dosi così rilevanti e con una così evidente centralità”.

 

Marcello Seclì

 Carpignano Salentino – Per diversi “elementi di criticità” riscontrati nel progetto presentato da realizzarsi nel territorio di Carpignano, Italia Nostra – Sud Salento si accinge a presentare le proprie obiezioni in sede di Valutazione di impatto ambientale (Via)  che la Sezione Sud Salento di Italia Nostra, “in linea con le valutazioni e le posizioni assunte sin dal 2002, allorquando nel Salento si delineò l’invasione del territorio con diverse decine di centrali eoliche, la maggior parte delle quali sono state poi bloccate”. L’associazione presieduta da Marcello Seclì (di Parabita) intende valutare pubblicamente quali “benefici o danni al territorio si potranno determinare con l’installazione delle mega-torri eoliche previste dal progetto che la Società “Tozzi Green” spa intende realizzare. Questo è il tema del convegno di oggi, 8 febbraio, alle ore 17.30 presso il salone della cooperativa agricola San Giorgio”(Strada provinciale 48). Introdurrà il presidente Seclì poi spazio alle relazioni dell’architetto Luigina Antonazzo, dell’ingegnere ed Energy manager Antonio De Giorgi (di Galatone) e dell’avv. amministrativista Donato Saracino. Seguiranno gli interventi degli amministratori comunali e dei rappresentanti delle forze politiche e sociali dei Comuni di Carpignano salentino, Martano, Calimera, Martignano e Melendugno, quali Comuni coinvolti direttamente o indirettamente dall’impianto. Per le conclusioni del convegno, che sarà condotto dal dott. Antonio Bonatesta, ricercatore dell’Università del Salento, sono stati invitati il Sindaco di Carpignano salentino Paolo Fiorillo e il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone (di Tuglie).
“L’impianto in questione, che va a collocarsi in contrada “Fischietti” ad alcune centinaia di metri dall’impianto eolico già esistente (costituito da  7 aereogeneratori della potenza di 2 MW e alti 145 m) su aree totalmente interessate da ulivi, anche secolari, dalla presenza di insediamenti rurali e in prossimità di aree boscate – si legge nella nota di Italia Nostra – , prevede l’installazione di 5 aereogeneratori della potenza di 3.45 MW che raggiungono l’altezza complessiva di 180 m. Da evidenziare che nelle vicinanze sono presenti alcune attività agrituristiche e significative testimonianze storico-culturali tra cui il Convento dei Cistercensi di Martano.
Per la realizzazione di tale impianto eolico si prevedono inoltre una serie di opere tra cui nuove strade e l’allargamento – fino a 5 m – di alcune strade rurali esistenti (fiancheggiate da muri a secco) per una lunghezza complessiva di circa 2 Km; 5 piazzole, in corrispondenza di ogni aereogeneratore, dalla superfice di 1500 mq; 5 fondazioni in cemento armato dal diametro di 20 m e dalla profondità di circa 4 m dal piano campagna; trincee, per la collocazione di cavidotti, per una lunghezza complessiva di circa 10 Km; una sottostazione a Martignano di circa 600 mq”. Queste torri eoliche di nuova generazione definite per le dimensioni “ciclopiche”, sono “enormemente fuori scala rispetto ad ogni altro elemento del territorio (basti pensare che sono alte circa 3 volte il campanile del Duomo di Lecce e 4 volte la Guglia di Soleto), verrebbero a trovarsi quasi in continuità con l’impianto eolico di Carpignano e con quello – poco più distante – di Vernole e Castrì, stravolgendo totalmente lo skyline dell’intero paesaggio salentino e – in particolare – quello dei Comuni di Martano, Carpignano, Calimera e Melendugno e determinando un effetto selva ed un “muro” non facilmente valicabile dalla fauna migratoria che transita dai vicini Laghi Alimini di Otranto e dalla zona umida delle “Cesine”, conclude la nota di Seclì.

Tuglie – Nonostante le classifiche mettano in evidenza come in Italia e particolarmente in Puglia si legga sempre meno, sono diverse le iniziative in campo per avvicinare quanti più lettori possibili verso il mondo dei libri e delle sue storie. Come la biblioteca di Tuglie che, nei suoi locali di via Risorgimento, ha inaugurato ufficialmente “La scatola dei desideri”. Una scatola di cartone dove ognuno può indicare il libro che desidera leggere (qualora mancasse) che poi, una volta acquistato dallo staff della biblioteca comunale, resterà sugli scaffali a disposizione della comunità. Intanto, il progetto “Biblioteca di Tuglie, Biblioteca di Tutti”, con il quale l’Amministrazione comunale ha partecipato al bando regionale per le Community Library, non è stato ammesso a finanziamento per esaurimento delle risorse.

Per commemorare le vittime dell’Olocausto, anche quest’anno tante le iniziative che celebrano il Giorno della Memoria, in concomitanza della storica giornata del 1945 in cui il campo di concentramento di Auschwitz venne liberato.

  • A Casarano prima iniziativa dell’appena costituita commissione comunale Pari opportunità che venerdì 26 alle 17 presso l’auditorium “Gino Pisanò” presenta il libro “Crudeltà nascoste” di Donato Maglio, e saranno proiettati filmati e immagini dei lager con la testimonianza straordinaria di Enrico Vanzini e Nicola Santoro. Alla manifestazione collaborano gli istituti comprensivi della città ed collettivo fotografico Xima che, nell’occasione, inaugurerà una mostra fotografica.
  • Ad Alezio venerdì 26 gennaio alle ore 18 presso l’auditorium di via Dante Alighieri va in scena “Grappolo sotto torchio” di Edith Stein. Lo spettacolo di Luigi Tommasi e epr la regia di Pino Della Rocca della compagnia teatrale “Talianxa” è promosso dal Comune di Alezio e dall’Istituto Comprensivo aletino.
  • Sabato 27 gennaio alle ore 10 presso il Teatro Comunale di Tuglie la Compagnia teatrale Calandra ripercorre la storia del popolo ebraico con lo spettacolo “Jewish_essere ebrei”, con Manuela Marella, Ester De Vitis, Luca Morciano, Patrizia Miggiano, Luigi Giungato. Il viaggio si incaglia nella lettura di 12 lettere (dodici come le tribù capostipiti del popolo ebraico) ritrovate nei lager di Auschwitz e Birkenau. 
  • Il Comune di Galatone propone il concerto “Sacrificio – Naufragi dell’umanità”, quale evento speciale all’interno della programmazione del Teatro Comunale, sabato 27 gennaio alle ore 21. Sul palco l’Orchestra di fiati “Jonico Salentina”, diretta da Diego Gira, con le voci di Salvatore Della Villa, Gabriella Monteduro. Consulenza Letteraria di Maria Domenica Muci, regia di Salvatore Della Villa. Info e prenotazioni: 327.9860420 salvatoredellavilla.teatro@gmail.com
  • Dopo l’appuntamento dello scorso 20 gennaio, prosegue a Salve il racconto della Shoah attraverso cinema e filosofia con “Tre storie per non dimenticare”, con momenti di approfondimento e riflessione sull’Olocausto, promossi dalla Biblioteca comunale, Imago Cooperativa e Comune di Salve. Sabato 27 gennaio alle ore 10,30 presso palazzo Carida Ramirez videoproiezione del film “Storia di una ladra di libri”. Lunedì 29 alle 17,30 lectio magistralis del prof. Mario Castellana dell’Università del Salento su “Hélène Metzger, una scienziata e filosofa ebrea ad Auschwitz” (evento realizzato in collaborazione con la biblioteca comunale di Patù e il Presidio del libro del Capo di Leuca). Info: tel. 0833.520550 – biblioteca@comune.salve.le.it.
  • Sabato 27 gennaio alle ore 11, al Museo della Memoria di Nardò inaugurazione de La bicicletta di Bartali, mostra di illustrazioni di Roberto Lauciello, tratta dall’omonimo libro di Simone Dini Gandini (edizioni Notes). Il racconto narra l’eroica impresa di Gino Bartali che, nella Firenze del 1943 e del 1944, accettò di nascondere nella canna della bicicletta dei documenti falsi per far espatriare un gruppo di ebrei nascosti. Domenica 28 gennaio è in programma l’Autobus della Memoria, sull’itinerario Lecce-Nardò alla scoperta delle testimonianze della presenza ebraica nel Salento. L’evento è a cura del museo ebraico di Lecce, Palazzo Taurino – Medieval Jewish, in collaborazione con i Comuni di Lecce e Nardò, il Museo della Memoria e dell’Accoglienza e Chiriatti Tour. Per info: 0832 247016.
  • Comune di Andrano e IAT ospitano lo spettacolo “#39”, creato dalla scuola di teatro MaldEstro di ALIBI Artisti Liberi Indipendenti e realizzato nel 2015 nell’ambito del progetto SAC Porta d’Oriente nel Parco Otranto-Leuca. L’appuntamento è per sabato 27 gennaio alle ore 18.30, presso la Biblioteca Don Giacomo Pantaleo di Andrano, in via Michelangelo 25 (sede municipale). L’ingresso è gratuito. Interpreti dello spettacolo saranno: Anna Marra, Patrizia Casto, Anna Maria Marra, Rocco Longo, Lucio Della Villa, Rosanna Valente, Sebastiano Chiarello, Walter Prete e Gustavo D’Aversa. Info: Tel. 0836 926695 – infopointandrano@gmail.com
  • Sabato 27 gennaio il Comune di Corigliano d’Otranto e il Castello Volante di Corigliano d’Otranto ricordano le vittime dell’Omocausto, una pagina troppo spesso dimenticata dello sterminio nazista nei confronti degli omosessuali. L’appuntamento – organizzato in collaborazione con CoreACore, Cinema del reale, Salento Rainbow Film Fest e LeA- Liberamente e Apertamente – prenderà il via a partire dalle 20.00 (ingresso libero) nel Castello de’ Monti con la proiezione di Paragraph 175, documentario del 2000 diretto da Rob Epstein e Jeffrey Friedman. Alle 22.30, nel cortile del Castello, spazio alla performance musicale “Chitarra e Corpo in Rosa” di Naima, a seguire il dj-set “Memorie sonore” di Tobia Lamare.
  • Due le iniziative della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo di Neviano: il 17 gennaio, presso l’aula polifunzionale del Comune, gli alunni del plesso Marconi e quelli di Seclì hanno assistito allo spettacolo “Shoah. Frammenti per una ballata” della compagnia Ura Teatro Saccomanno-Pugliese, con Fabrizio Saccomanno e Rocco Nigro alla fisarmonica. Quattro le voci che hanno dato vita a questa performance, quelle di quattro adolescenti che raccontano la Shoah dal proprio punto di vista. Sempre presso l’aula polifunzionale si è svolta, inoltre, la manifestazione “Tessitori di dialogo. Riallacciare i fili della Memoria contro ogni forma di intolleranza”. Oltre a cantare insieme al gruppo musicale “Vento del Nord” alcuni brani dei Nomadi, preparati con il prof. Cosimo Resta, gli studenti hanno proposto proiezioni, riflessioni, letture, contributi sulla tematica della Shoah ma anche sul dialogo tra culture: tra le altre cose, la presenza ebraica nei campi di Santa Maria al Bagno e di Tricase Porto.

by -
0 1656

Casarano – Casarano festeggia quest’oggi il patrono San Giovanni elemosiniere. Come ogni anno, il 23 gennaio rappresenta la prima delle tre date nelle quali il santo di Cipro viene onorato dalla città. Momento solenne della giornata sarà la tradizionale processione intorciata che dalle 17,30 porterà la seicentesca statua lignea del Santo per le principali vie della città. Al rientro in chiesa Madre, alle 18,30 ci sarà la messa solenne, concelebrata da tutti i sacerdoti di Casarano e quest’anno presieduta da don Maurizio Pasanisi, parroco dell’Annunziata di Tuglie (fino allo scorso settembre alla Santa Famiglia di Matino). La giornata di festa e la processione saranno animate dal Concerto bandistico municipale Città di Casarano “Don Otello De Benedictis”. In serata, in piazza San Giovanni, la tradizionale “Pittulata te San Giuvanni” a al termine la spettacolare “Fiaccolata pirotecnica”. Secondo tradizione, ai fedeli verranno distribuiti i “panitteddhri” di San Giovanni, piccoli panetti biscottati, benedetti durante le celebrazioni patronali, che ogni famiglia casaranese conserva gelosamente per la protezione dai temporali. Alla festa odierna faranno seguito quella della terza domenica di maggio e quella del 31 dello stesso mese nella ricorrenza del miracolo del Santo (avvenuto nel 1842) al quale la tradizione attribuisce il prodigio di aver fatto cessare una pioggia incessante che da settimane cadeva in città.

Tuglie – La scuola elementare e la villetta di via Aragona, sulla strada che conduce a Sannicola, sono oggetto di due interrogazioni a firma del gruppo consigliare di minoranza “Bene Comune” da affrontare nella prossima riunione del Consiglio comunale. La prima è inerente all’assenza di una copertura che permetta ai bambini di proteggersi dalla pioggia entrando o uscendo dall’intero complesso della scuola elementare, sito in via Genova, oggetto nel corso degli anni di numerosi finanziamenti per il suo miglioramento. La seconda, invece, fa riferimento all’assenza di illuminazione e allo stato di degrado della villetta di via Aragona. Le richieste, protocollate nei giorni scorsi dai consiglieri di minoranza Antonio Vincenti, Alessandro Moscatello, Giovanni Petruzzi e Leonilda Marzano, non solo denunciano le due situazioni, ma chiedono anche al Primo cittadino Massimo Stamerra i motivi di tale criticità e i provvedimenti che lo stesso intende prendere al fine di porre rimedio, “quanto prima possibile”, alle due situazioni indicate. Per le risposte e le motivazioni, quindi, bisogna aspettare la prossima seduta del Consiglio comunale.

Tuglie – Il 2018 è l’anno in cui in Italia si ricordano i cento anni della conclusione della Prima guerra mondiale, . Anche Tuglie, in particolare la collina di Montegrappa, non dimentica i dolorosi avvenimenti in cui persero la vita molti giovani concittadini e, soprattutto, non dimentica il legame con Cima Grappa, nel Veneto, ed il culto della “sua” Madonna. In particolare, il 14 gennaio 1918 è la data della distruzione del sacello, di cui uno simile fu costruito sulla collina dal dottore Cesare Vergine, e della “mutilazione” della statua della Madonna. In questa data, il parroco don Maurizio Pasanisi ha celebrato una messa mattutina in ricordo della mutilazione alla presenza anche dell’“Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Bari – Gruppo Salento”. In risposta a chi ha evidenziato l’assenza, per l’occasione, di una commemorazione ufficiale capace di coinvolgere l’intera comunità, il sindaco Massimo Stamerra ricorda che tale ricorrenza si terrà in aprile, in occasione della festa patronale in onore della Madonna Annunziata, ed in occasione della festa di Montegrappa del prossimo 4 agosto, data in cui ricorre il ricordo della ricollocazione, il 4 agosto del 1921 appunto, della statua della Madonna “riparata” all’interno della nuova chiesa su Cima Grappa.

Tuglie – Scade giovedì 18 gennaio il termine utile presentare la domanda di partecipazione al viaggio a Trieste, Praga e Vienna nell’ambito delle iniziative messe in atto dall’Amministrazione comunale di Tuglie nell’ambito del progetto “La Memoria e il Ricordo”. In particolare, il viaggio è proposto e realizzato dalla Provincia di Lecce in collaborazione con l’associazione culturale Arnia, al fine di sensibilizzare i giovani sugli orrori perpetrati dai regimi totalitari nel Novecento. Oltre alle tre città, si visiterà anche la Risiera di San Sabba (foto), le Foibe di Basovizza, Monte Grisa ed il campo di concentramento di Terezin. Il viaggio, che si svolgerà dal 15 al 21 febbraio, vedrà la partecipazione di tre giovani tugliesi di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Una parte dei costi per la partecipazione all’iniziativa saranno sostenuti dal Comune di Tuglie e ogni partecipante dovrà versare solo una quota di 160 euro. Gli interessati dovranno far pervenire all’ufficio Protocollo del Comune, entro e non oltre giovedì 18 gennaio alle ore 17, la domanda di partecipazione conforme al modello disponibile presso l’ufficio o scaricabile dal sito internet del Comune.

Tuglie – Anche quest’anno non può mancare nelle case dei tugliesi il calendario “Progettiamo”, a sostegno del progetto delle Suore oblate dei poveri “Santa Gianna Beretta Molla” di Tuglie. «Il progetto di solidarietà nasce dal grande sogno della nostra fondatrice, madre Rita Piccinno, che è quello di farsi prossimo a chiunque si incontri, a ogni uomo o donna che ci passa accanto», fanno sapere dalla fraternità delle suore, attualmente guidata da suor Paola De Francesco (nella foto), quotidianamente impegnate nell’aiuto del prossimo. Dopo la grande mobilitazione dello scorso anno, il calendario  è stato realizzato anche per il 2018 (in collaborazione con il negozio di abbigliamento “Girotondo” ed il fotografo Francesco Caputo”. Uno strumento che accompagna la comunità tugliese (ma anche dei paesi limitrofi) lungo il nuovo anno con l’obiettivo non solo di aiutare i più bisognosi, ma anche i giovani del paese. Con i fondi raccolti verranno, infatti, sostenuti quanti che non possono permettersi il percorso di studi, attraverso l’acquisto dei libri, l’acquisto dei biglietti per il bus, le varie tasse e iscrizioni. Oltre al calendario, è possibile sostenere l’intensa attività delle suore con la donazione del 5 per mille da intestare ad “Associazione S. Gianna B. Molla” (il codice fiscale da indicare è 91020600754).

Tuglie – Strage di gattini a Tuglie. La segnalazione arriva da contrada Mazzuchi, ovvero da quanti risiedono nella nuova zona che da via Tito Schipa si sviluppa fino alla circonvallazione. Sono stati loro, nei giorni scorsi, ad imbattersi in almeno un paio di cucciolate fatte brutalmente fuori quasi sicuramente in seguito ad avvelenamento. In particolare, ad essere trovati senza vita sono stati dei micetti nati sicuramente tra novembre e dicembre che alcuni abitanti della zona curavano come “gatti di quartiere”. Chissà cosa è andato storto a chi si è reso protagonista di questa che più che una bravata rappresenta un reato penalmente perseguibile. Sta di fatto che quasi tutti i gatti della zona sono stati avvelenati nel giro di qualche giorno. «Purtroppo – fanno sapere dal “Comitato per la tutela dei randagi di Tuglie” – non è la prima volta che si verificano questi reati nei confronti degli animali. Vogliamo ricordare a tutti i cittadini che le colonie feline sono tutelate dalla legge e che sono stanziali quindi è assolutamente vietato spostare, maltrattare e uccidere gli animali. In seguito alle segnalazioni degli abitanti del quartiere è stato fatto un esposto. I volontari chiedono controlli e che si prendano provvedimenti nei confronti di chi uccide gli animali. Chiediamo, infine, che l’Amministrazione comunale di Tuglie proponga iniziative per sensibilizzare i cittadini, a partire dalla scuola, sulla tutela degli animali, anche in collaborazione con i volontari del nostro comitato».

Alezio – Inaugura sabato 13 gennaio “Zagazù”, il Centro semiresidenziale diurno per minori ospitato presso l’ex municipio di via Matteotti ad Alezio. A dare nuova vita all’immobile di proprietà comunale, ristrutturato in parte con fondi regionali a specifica destinazione, in parte con fondi comunali, è la Cooperativa Sociale “Solidarietà” di Parabita, vincitrice del bando pubblicato nella primavera scorsa. Inserito nelle schede progettuali del Piano sociale di zona come “infrastruttura sociale”, l’immobile ora si rivolgerà ai minori degli otto comuni facenti parte dell’Ambito territoriale di Gallipoli (Alliste, Alezio, Gallipoli, Melissano, Racale, Sannicola, Taviano, Tuglie), di età compresa tra i 6 e i 18 anni, appartenenti a nuclei familiari in situazione di svantaggio sociale, culturale, ambientale e relazionale.

«L’obiettivo prioritario è quello di sostenere e promuovere percorsi di crescita attraverso l’individuazione e l’utilizzo delle risorse personali di ognuno, le esperienze di gruppo e del “fare insieme”», sottolinea l’avvocato Claudia Nicoletti, legale rappresentante della Cooperativa. Un luogo di espressione e relazione aperto alla famiglia e al territorio, con diversi servizi: sostegno scolastico, attività laboratoriali, ricreative, sportive e di animazione, formative, informative e di consulenza pedagogica oltre che di supporto psicologico, potendo contare sulla stretta collaborazione con i servizi territoriale e le realtà culturali, formative, religiose e di socializzazione.

Tuglie – Ladri in azione la notte scorsa sulla circonvallazione Tuglie-Parabita con le modalità dello sfondamento con autovettura. L’episodio si è verificato intorno all’1,30. Ignoti al momento i protagonisti, giunti sul posto con un’auto monovolume che di lì a poco ha preso la mira ed è diventata un proiettile scagliato contro la vetrata del bar annesso alla stazione di servizio Q8. Il cristallo, anche se rinforzato, è andato in frantumi, agevolando l’ingresso dei malviventi nei locali.

I carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Gallipoli sono giunti sul posto pochi minuti dopo, allertati da una segnalazione. Dei ladri nessuna traccia; uguale il destino del registratore di cassa, scomparso col suo contenuto quantificato dai gestori del distributore in 350 euro. Più consistente il valore dei tabacchi lavorati esteri trafugati insieme ad altri beni. A conti fatti, il valore dei danni è ammontato a circa 10mila euro. Ora le indagini sono affidate ai carabinieri di Sannicola. Scarso l’aiuto che potrebbe venire dalle telecamere dell’impianto di videovigilanza: oltre al color scuro dell’automezzo usato per lo sfondamento, non hanno registrato neanche il numero di targa (Nella foto l’apertura fatta dai ladri risopreta con un pannello) .

Tuglie – Torna a Tuglie il tradizionale appuntamento con l’antica “Cantina della solidarietà”, venerdì 22 dicembre, dalle ore 15 alle 21. Il civico 85 di via Nino Bixio ridiventa, per l’occasione, centro di raccolta di alimenti a lunga conservazione da destinare alle famiglie bisognose di Tuglie, grazie all’impegno della Caritas parrocchiale. Sarà, inoltre, possibile visitare il tradizionale presepe salentino mentre, dalle 17 alle 19, Babbo Natale consegnerà caramelle a tutti i bambini ed mentre un gruppo di musicisti animerà la cantina con nenie tradizionali. Intorno alle 17.15 sarà, inoltre, di passaggio la “Carovana di Maria e Giuseppe” a cura dell’Azione cattolica per un momento conviviale e per raccogliere gli alimenti da destinare in beneficenza.

Tuglie – «Che cosa turba, a volte profondamente, la vita degli uomini? Che cosa la conforta e rassicura? Due domande che sembrano non offrire risposte certe o qualche illusoria consolazione. C’è una risposta? Forse giova narrare, narrarsi». Questi gli interrogativi che accompagnano il nuovo lavoro editoriale di Luigi Scorrano (nella foto), pubblicato da Edizioni Grifo per la collana “Prosa poesia”. “Con un piede nel nulla e altre narrazioni” è il nuovo contenitore ricco di racconti e scritti, alcuni anche inediti e datati nel tempo, come “Con un piede nel nulla”, “L’uomo che guarda le stelle e altre storie di Natale”, “I rimasti” e tanti altri ancora. In copertina, invece, si trova l’opera pittorica di Gabriella Torsello, “Terra rossa 2016”. Giovedì 21 dicembre la presentazione ufficiale del volume alle ore 18.30, presso il Teatro comunale di Tuglie, per una serata organizzata da “Gli Amici della Biblioteca”, il “Nido del colore” di Gabriella Torsello, il “Gruppo incontri” con la collaborazione dell’assessorato alla Cultura del Comune di Tuglie. Ad intervenire, oltre all’autore, anche i professori Luca Isernia e Antonio Resta, con i saluti istituzionali del sindaco Massimo Stamerra e dell’assessore Silvia Romano. A leggere alcuni racconti del libro sarà l’attore Antonio Calò.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...