Home Racale Torre Suda
Articoli da Torre Suda, frazione del Comune di Racale

Guardia costieraTORRE SUDA. Emergenza in mare, ieri notte, al largo di Torre Suda. L’allarme è scatto intorno alle 22 quando la sala operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli ha ricevuto la segnalazione di un’avaria al motore da parte di un piccola unità con a bordo due persone: uniche indicazioni fornite sono state il porto di partenza, ovvero la marina di Torre Pali, e quello di destinazione, ovvero Gallipoli. Immediate sono scattate le procedure di ricerca e soccorso in mare con l’invio della , dotata di tecnologia avanzata, che, nonostante il buio, è riuscita ad individuare il piccolo natante a circa mezzo miglio al largo tra Torre Suda e Capilungo. Dopo aver accertato le buone condizioni di salute dell’equipaggio, la Guardia costiera ha provveduto al trasbordo dei due occupanti (un uomo ed una donna) a bordo della motovedetta rimorchiando l’unità in avaria nel porto di Gallipoli, raggiunto intorno alla mezzanotte e mezza.

TORRE SUDA. Jazz in riva al mare con la rassegna firmata dal maestro Fulvio Palese e realizzata dal Solatio a Torre Suda. Ogni domenica sera dalle 21,30, per tutto il mese, si alterneranno sul palco del noto locale del basso Salento sulla Costa Ionica alcuni dei più importanti artisti jazz.

“Domeniche in Jazz”, la rassegna giunta alla sua quarta edizione, è stata aperta proprio da Fulvio Palese con il suo trio Alètheia. Domenica 9 luglio sarà la volta di Anèt alla voce, accompagnata al piano da Gabriele Semeraro. Un viaggio-racconto entusiasmante alla riscoperta di grandi classici della storia della musica, dal Rock, al Jazz al Pop: i Queen, i Nirvana, Tom Jobim, Carlos Varela, i Beatles sono solo alcuni dei grandi nomi. Le domeniche proseguono con Latin Jazz duo il 19 Luglio, ovvero Valentina Grande e Aldo Natali (voce e chitarra).

Domenica 23 luglio, in occasione del 18esimo compleanno del Solatio, atteso il live di Carolina Bubbico. A chiudere, il 30 luglio, una serata speciale e un omaggio a Nina Simone firmato da Claudia Casciaro in voce e Luigi Botrugno al piano. Tutte le serate sono a ingresso libero. La prenotazione del tavolo per la cena è obbligatoria chiamando il 3394119891.

 

RACALE. Con l’arrivo di settembre si tirano i bilanci della stagione estiva di Torre Suda e dalle parole del presidente della Pro loco Roberto D’Alessandro (foto) emerge un quadro più che positivo: «Esprimo – commenta – la mia soddisfazione per la stagione estiva 2016. Numerosi sono stati gli impegni che ci hanno visto al lavoro come Pro loco, al fianco ad un’Amministrazione che, con investimenti attenti e mirati, ha reso Torre Suda una marina capace di rispondere alle esigenze dei suoi cittadini e dei suoi numerosi turisti». I buoni risultati, secondo D’Alessandro, sono frutto “del grande lavoro di squadra dei volontari e dell’Amministrazione”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

RACALE. Dalle 21,40 di domenica 28 agosto 2016, il Giardino costiero di Torre Suda è ufficialmente intitolato a Gabriele Toma. La cerimonia è stata contrassegnata dal ricordo e dalla commozione per la figura dell’ex amministratore di Racale ed ex presidente della Pro loco, molto attivo nel settore del volontariato, scomparso nel 2006 a 43 anni. Alla presenza delle autorità religiose e civili (provenienti anche dai paesi vicini), sono state scoperte le targhe ricordo in due punti della piazza. Dopo gli interventi del vicesindaco Frediano Manni e del consigliere con delega alla marina Daniele Renna, ha preso parola il sindaco Donato Metallo: «Non è facile parlare di Gabriele – ha detto – è stato uomo di chiesa, di politica e di volontariato. Ci ha svelato il bello e il buono, la compassione, la solidarietà e la comprensione, lasciando un suo frammento in ognuno di noi. Dedicargli questo luogo era la cosa più logica e naturale da fare». Valeria Marra, cugina di Gabriele Toma, ha ringraziato gli intervenuti a nome della famiglia.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Il parco giochi per bambini allestito in piazzetta don Tonino Bello a Torre Suda e inaugurato da poco assie- me a quello di piazzetta Esador

Il parco giochi per bambini allestito in piazzetta don Tonino Bello a Torre Suda e inaugurato da poco assie- me a quello
di piazzetta Esador

RACALE. Una marina a misura di bambino, di tutti i bambini, in nome dell’inclusione sociale e dell’integrazione. Su questi principi sono state allestite le giostrine in due punti di Torre Suda, in piazzetta Don Tonino Bello e in piazzetta Esador. La caratteristica che contraddistingue i due parchi giochi è che entrambi sono adatti a far giocare sia i bambini normodotati, sia i bambini diversamente abili, con l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale delle fasce più deboli e più bisognose di protezione. I due parchi giochi sono stati inaugurati da poco e rappresentano solo una parte del progetto globale di riqualificazione delle giostrine in diverse aree della cittadina e della marina come quelle dei Giardini del sole, di piazzetta del Monumento ai Caduti, della Città dei bambini e di piazzetta Montessori. Se, da un lato, non mancano le attrezzature per far divertire anche i bambini disabili, dall’altro, però, manca ancora un po’ di educazione civica in alcuni genitori. Il concorso “La cartellonistica è opera tua” – ideato dalla Commissione per le Pari opportunità (e, in particolare, da Aurelia Trianni) e sposato dall’Istituto comprensivo e dal Comune – altrimenti non avrebbe avuto ragione di esistere. L’idea, lanciata pochi mesi fa, mirava a stuzzicare l’inventiva dei bambini nella realizzazione di un cartello da applicare nelle vicinanze dell’altalena per disabili sita nei Giardini del Sole, spesso utilizzata anche da bambini normodotati. Il concorso ha avuto grande successo e tutti i disegni dei bambini sono stati esposti in una mostra allestita durante la festa patronale.

IN EVIDENZA. Che Torre Suda, marina di Racale, abbia cambiato volto negli ultimi anni, è sotto gli occhi di tutti. Ma è cambiata in meglio o in peggio? A sentire alcuni dei turisti abituali della marina il giudizio è più che positivo. Elisabeth e Aldo Ravanelli, lei di Taviano, lui della provincia di Foggia, vivono da anni a Seggiano di Pioltello, provincia di Milano, insieme alla loro piccola Ludovica. Quasi tutte le estati la famiglia Ravanelli torna a Taviano per trascorrere un periodo di vacanza insieme ad amici e parenti. «Ho notato diversi servizi in più rispetto a due estati fa – spiega Elisabeth – come la pista ciclabile, la passeggiata sulla litoranea, la nuova piazza costruita attorno alla torre e ho riscontrato che ci sono stati dei progressi anche dal punto di vista delle attività commerciali e ricettive. Il servizio è migliore e più celere rispetto agli anni scorsi, ciò significa che ci si sta abituando a ragionare con la mentalità del turista. Cosa migliorare? Si dovrebbe intervenire su parcheggi e traffico, magari per far defluire il flusso veicolare un po’ più in periferia rispetto alla litoranea. Mi ricordavo una Torre Suda selvaggia, ora si è capito che si ha a disposizione una buona risorsa da sfruttare. I prezzi sono accessibili e concorrenziali rispetto a località rinomate come Gallipoli e Torre San Giovanni di Ugento. Infine, una nota di merito “per i fuochi artificiali della notte di Ferragosto, davvero favolosi». Suo marito Aldo sottolinea “la gentilezza delle persone, in qualsiasi situazione” ma lamenta qualche disagio “sia nel trovare parcheggio, sia per il traffico che, specialmente nelle serate di festa, andrebbe regolato in maniera diversa”. Vivono a Monza, ma sono salentini doc, Daniele e Grazia De Marco, lui di Taviano, lei di Brindisi. Anche loro sono stati positivamente colpiti dai cambiamenti di Torre Suda: «Sono aumentati i servizi – commentano – c’è il Bancomat, ed è uno dei pochi che funziona nell’arco di diversi chilometri di litoranea». E poi “c’è la pista ciclabile, che unisce la zona dell’Arco a quella della Torre, finalmente visitabile da vicino; c’è la nuova fontana; la marina è pulita; c’è il bellissimo il Giardino costiero; ci sono il punto informativo e le giostre per i bambini; ci sono i chioschi di street-food». Quali i settori su cui intervenire? «Incentivare l’uso di mezzi elettrici, anche per sfruttare la nuova colonnina di ricarica, e il noleggio delle bici, così come già si fa nelle grandi città». In effetti la novità – la colonnina di rifornimento con la segnaletica orizzontale che si fa notare, incontra sguardi interessati e compiaciuti soprattutto da parte dei turisti che magari la prossima vacanza potranno attrezzarsi di conseguenza. È arrivata così anche nel Salento l’App per fare il pieno di energia direttamente dal proprio telefonino e viaggiare tranquilli. Torre Suda è Smart ed è, infatti, tra le 15 località balneari italiane ad essersi dotate del servizio di ricarica per auto elettriche. Lo sottolinea il vicesindaco di Racale, Frediano Manni. «Siamo l’unica piccola località marina del Sud Italia ad offrire questo servizio, una piccola Cenerentola nella Smart Grid italiana di Enel», prosegue Manni. La marina racalina, l’unica sul versante ionico pugliese, è in prima linea, insieme ad Alghero, Forte dei Marmi, Rimini, Lido di Ostia e Pomezia, per citarne solo alcune (in Italia sono 371 le colonnine). A Torre Suda la colonnina è stata installata nel giardino che si trova al centro della marina, ed ha consentito già ai primi turisti di fare il pieno di energia. Si potrà sostare a Torre Suda, dunque, prima di continuare la visita verso Gallipoli, Leuca e altre località del Salento.

costa-racaleRACALE. Come cambierà la costa di Torre Suda negli anni a venire? È ciò che si propone di regolare il Piano comunale delle Coste (Pcc), presentato nei giorni scorsi in sala consiliare. «Il Pcc – riferisce l’assessore all’Urbanistica Daniele Manni – sarà lo strumento di assetto, gestione e monitoraggio del territorio costiero comunale in termini di tutela del paesaggio, di salvaguardia dell’ambiente, di garanzia del diritto dei cittadini all’accesso e alla libera fruizione del patrimonio naturale pubblico, nonché di disciplina per il suo utilizzo eco-compatibile, fissando principi generali e dettando norme specifiche, con l’obiettivo di garantire uno sviluppo economico e sociale che contemperi gli interessi pubblici al godimento dell’ambiente naturale, alla sua salvaguardia e allo sviluppo del settore turistico». La costa di Torre Suda, interamente rocciosa, si estende per 5,60 km. Ci sono aree a rischio dissesto geomorfologico Pg2 (rischio elevato: parte di Tabarano e Canale della volpe, parte di Puzzacchio, Bagnarole, parte di zona Torre) e Pg3 (rischio molto elevato: Arco, Baia della Torre) per un totale di 565 metri.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Aurelia Trianni

Aurelia Trianni

RACALE. “La borsa di una donna pesa come se ci fosse la sua vita dentro”: a regalare un fotogramma a quel racconto sanremese di Noemi ci pensa il particolare esperimento di socio-fotografia realizzato da Aurelia Trianni (foto), in mostra il 4 e 5 agosto all’interno del Giardino costiero di Torre Suda, nell’ambito di “Artetica – Festival di talenti, creatività e gusto”. Il progetto è realizzato grazie al contributo di oltre 70 donne che, da ogni parte del web, hanno risposto all’invito di svuotare il contenuto della propria borsa, immortalarlo in una foto e condividerlo su un gruppo segreto di Facebook. Difficile voler interpretare dei piccoli grandi mosaici di colori e abitudini: il risultato è un racconto in bilico tra “l’essenziale” custodito gelosamente e pezzi di spicciola quotidianità riposti, quasi mai, a caso.

Torre Suda giorno 2Torre Suda (Racale) – Il fatto fa ancora parlare di sé, un po’ per la singolarità dell’accaduto, un po’ per il bilancio finale che poteva essere ben più pesante. Invece solo quattro feriti per lievi escoriazioni (due adulti e altrettanti ragazzi) a fronte della quindicina di persone in qualche modo coinvolte dall’irruzione sulla corsia ciclopedonale di una minicar guidata da una 42enne di Taviano. La guidatrice, per sorpassare l’auto davanti – siamo sul lungomare intorno alle 23 di sabato – non ha pensato di meglio che invadere la pista riservata a ciclisti e soprattutto pedoni, nella serata in cui si svolgeva una sagra di richiamo per la zona e per i turisti. Scene di panico e fuggi fuggi generale. Poi le chiamate al “118” e le cure, tranne per quei quattro più sfortunato che sono finiti in ospedale. Con un’appendice: l’investitrice si è data alla fuga ma è stata bloccata prima ancora che dai vigili urbani e dai carabinieri, dall’automobilista che intendeva superare a tutti i costi, un uomo di Alliste. In stato di evidente agitazione, la donna non ha voluto sottoporsi all’alcoltest. L’auto è stata sequestrata e la patente ritirata.

by -
0 476

TORRE SUDA. E’ arrivata anche nel Salento l’App per fare il pieno di energia direttamente dal proprio telefonino e viaggiare tranquilli. Torre Suda è Smart ed è, infatti, tra le quindici località balneari italiane ad essersi dotate del servizio di ricarica per auto elettriche. Lo annuncia con soddisfazione il Vicesindaco di Racale Frediano Manni, che sottolinea: “Siamo l’unica piccola località marina del Sud Italia ad offrire questo servizio, una piccola Cenerentola nella Smart Grid italiana di Enel!”. E così la marina racalina, l’unica sul versante ionico pugliese, è in prima linea, insieme ad Alghero, Forte dei Marmi, Rimini, Lido di Ostia e Pomezia, per citarne solo alcune, nelle azioni che favoriscono l’ecosostenibilità, puntando al miglioramento dei servizi turistici grazie alle nuove tecnologie.

Sono 371 le colonnine di energia installate ad oggi in Italia e tramite appositi contratti e abbonamenti da sottoscrivere con un Energy Vendor, consentono l’utilizzo illimitato di ricariche. A Torre Suda la colonnina è stata istallata nel giardino che si trova al centro della marina, ed ha consentito già ai primi turisti di fare il pieno di energia. Si potrà sostare a Torre Suda, dunque, prima di continuare la visita verso Gallipoli, Leuca e altre località del Salento.

ImmagineTORRE SUDA – RACALE. Tre piccoli eroi salvano un anziano che sta per annegare nel mare di Torre Suda. Si tratta di due fratelli di 12 e 10 anni, Samuele e Paolo Mastrobisi, e della loro amica Martina Spennato, anche lei di 10 anni. I tre ragazzi, tutti di Racale, hanno sentito le richieste di aiuto del pensionato, un 86enne originario di Racale ma residente in Canada, e non ci hanno pensato due volte: si sono tuffati e lo hanno trascinato a riva.

Tutto è avvenuto martedì mattina in località Campore. L’anziano aveva già bevuto molta acqua e aveva gli occhi chiusi: i ragazzi lo hanno salvato dall’annegamento. Il pensionato è stato subito accompagnato al pronto soccorso della marina e poi al «Francesco Ferrari» di Casarano, dove è stato sottoposto a tutti i controlli necessari. È stato dimesso dopo alcune ore.

Il sindaco di Racale, Donato Metallo, ha telefonato alle famiglie dei ragazzi per complimentarsi a nome dell’amministrazione comunale. La giunta sta valutando l’opportunità di chiedere al Ministero dell’Interno il conferimento di un attestato di benemerenza: il giusto riconoscimento per un atto di coraggio spontaneo che ha salvato una vita umana e che ha reso Samuele, Paolo e Martina «eroi» agli occhi non solo dell’anziano e della sua famiglia, ma anche dell’intera cittadinanza.

La Torre nella bella foto di Michela Muia

La Torre nella bella foto di Michela Muia

Il governatore della marina Daniele Renna

Il governatore della marina Daniele Renna

RACALE. Torre Suda entra nella classifica delle “Vele Blu” di Legambiente e Touring Club per la prima volta nella sua storia, conquistando tre “Vele” su cinque. La notizia è stata, ovviamente, accolta con entusiasmo dal sindaco Donato Metallo e dal governatore della marina, Daniele Renna: «Notizia storica – dichiara quest’ultimo – anche perché non si valuta solo il mare, ma anche la valorizzazione del territorio. L’obiettivo a lungo termine è la conquista delle cinque “Vele”. I nostri sforzi sull’accoglienza turistica sono stati premiati, nonostante i lavori di acquedotto e fognatura non siano ancora completati. Sul premio di Legambiente – prosegue Renna – pesano molto i 22 km della pista ciclabile, che spinge verso una mobilità lenta cosicché l’utente possa godersi le bellezze del territorio. Sono importanti anche gli accessi al mare per disabili nelle località Campore e Scalo».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Donato Metallo

Donato Metallo

Alle porte dell’estate, le Amministrazioni comunali che hanno uno sbocco sul mare cercano di ridurre al minimo gli inconvenienti per villeggianti e turisti in arrivo. A Torre Suda sono stati sospesi i lavori per la costruzione della rete idrica e di quella fognaria. A detta del sindaco Donato Metallo (foto), il grado di avanzamento dei lavori è circa all’80%. I cantieri riapriranno a ottobre, al termine della stagione turistica. In questi giorni le maestranze stanno ripristinando l’asfalto stradale danneggiato dagli scavi. Una volta completate, le reti raggiungeranno circa il 90% del territorio della marina di Racale. Stessi problemi di acquedotto e fognatura si registrano per le marine di Alliste. Il nuovo esecutivo guidato da Renato Rizzo, sulla scorta del progetto avviato nella precedente amministrazione Renna, darà precedenza al completamento dei lavori sulle condutture che faranno defluire i reflui dei centri abitati di Alliste e Felline verso il depuratore di Ugento. Per ampliare la rete idrica nella marina di Alliste, così come per quella di Ugento, si è avuto accesso ad un finanziamento regionale di circa 2,7 milioni che saranno impiegati nella posa di una conduttura in raddoppio di quella esistente, per una lunghezza complessiva di 7,5 chilometri.

daniele rennaTORRE SUDA. Nascerà domani mattina 13 marzo, alle 10, in piazzetta Marco Polo a Torre Suda (marina di Racale), il Comitato territoriale per il “Sì” al referendum del 17 aprile in cui i cittadini saranno chiamati ad esprimersi sul quesito che riguarda le imprese specializzate nell’estrazione d’idrocarburi liquidi e gassosi che già operano entro le 12 miglia marine. Nella fattispecie: se consentire, o no, agli impianti già esistenti entro la fascia costiera consentita, di continuare nell’estrazione di petrolio e metano sino all’esaurimento del giacimento, anche oltre la scadenza della concessione. Nel corso del dibattito interverranno esperti di Legambiente e di altre associazioni territoriali che sposano la causa del “Sì”.

Il consigliere comunale e governatore della marina Daniele Renna (foto), referente per il comitato del “Sì”, lancia un appello all’intera cittadinanza, “dal mondo dell’associazionismo, per riaffermare il diritto alla partecipazione dal basso alle scelte che interessano noi tutti e per inaugurare una nuova stagione di solidarietà ed emancipazione politica e culturale; alle forze politiche, chiamate, trasversalmente, a sostenere la campagna referendaria contro le trivelle e a farsi portatrici, operose e concrete, delle istanze nei luoghi della rappresentanza; agli operatori del mondo della scuola, formatori delle menti del presente e del futuro, sulle cui capacità d’inventiva e sulla cui operosità facciamo affidamento; inoltre, mi rivolgo a qualsiasi cittadino che voglia impegnarsi in questa battaglia”.

TORRE SUDA. Al termine di un’indagine veloce e mirata, i carabinieri della Stazione di Racale hanno sottoposto agli arresti domiciliari il 25enne M.C. di Ugento. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è ritenuto il responsabile dei due furti messi in atto nella serata di ferragosto nella marina di Torre Suda ai danni di due abitazioni. Approfittando dell’assenza dei proprietari, il ladro si è messo in azione introducendosi negli appartamenti per portar via una piccola somma di denaro, nel primo caso, ed un tablet del valore di circa 350 euro, nel secondo. L’allarme, dopo i furti, è stato dato da uno dei proprietari che poco prima aveva notato il giovane aggirarsi nella zona. Una volta intercettato dai militari, è stato lo stesso 25enne a consegnare la merce rubata ai carabinieri. Nel weekend di ferragosto, intanto, i carabinieri della Compagnia di Casarano sono stati impegnati nel controllo del territorio tra la città, Collepasso. Matino, Melissano, Ruffano, Supersano, Parabita e lungo la litoranea tra le marine di Taviano, Racale, Alliste ed Ugento. Oltre 170 sono state le persone controllate su 130 autoveicoli e ciclomotori. Trenta sono state le contravvenzioni elevate per violazioni al Codice della strada che hanno portato al ritiro di due patenti e al sequestro di quattro autovetture. C’è stata anche una denuncia per tre giovani sorpresi alla guida senza aver mai conseguito la patente di guida.

Trenta sono stati gli esercizi pubblici controllati, soprattutto nelle fasce serali e notturne, al fine di verificare il rispetto della normativa sugli orari di apertura e di chiusura e per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. 41 le persone controllate perché sottoposte a limitazioni della libertà personale: tre di loro (tra Melissano e Ugento) non rispettavano le prescrizioni imposte. A Racale due persone sono state denunciate per furto e ricettazione mentre tre persone, tra i 24 e i 35 anni, sono state denunciate perché trovate alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o in stato di alterazione correlato all’assunzione eccessiva di alcolici. Sei giovani tra i 18 ed i 35 anni sono stati segnalti alla prefettura di Lecce per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti con il recupero di cocaina, mdama, marjiunana ed hashish in modiche quantità. Alla Questura di Lecce sono state avanzate diciannove proposte di fogli di via nei confronti di persone scoperte a delinquere lontano dal paese natale.

by -
0 2228
cuccagna 2014 foto 02 sebastiano marzano

Cuccagna 2014 (foto Sebastiano Marzano)

gino-sasso-presidente-associazione-vittime-stradaRACALE. Domenica 16 agosto alle ore 16 dagli scogli antistanti Lido Solatìo ritorna uno degli appuntamenti clou dell’estate di Torre Suda, quello con la “Cuccagna a mare”. L’evento, da otto anni a questa parte, è organizzato dall’associazione “Vittime della strada”, rappresentata da Gino Sasso (nel riquadro), ed è finalizzato a sensibilizzare ad una guida stradale prudente e responsabile. L’associazione è dedicata a Giuseppe Sasso, fratello di Gino, che proprio il 16 agosto di 42 anni fa perse la vita in un incidente stradale a Torre Suda. «La Cuccagna – spiega Angelo Stamerra, che insieme a Sasso organizza l’evento – non è solo un gioco ma è fortemente voluto dall’associazione per ricordare chi ha perso la vita a causa d’incidenti stradali. Vogliamo sensibilizzare, soprattutto i giovani, ad una guida più sicura e attenta, visti, soprattutto, gli ultimi tragici eventi che si sono verificati sulle nostre strade. Invitiamo anche le Amministrazioni e gli Enti locali ad aver maggiore cura di asfalto e guardrail. Purtroppo, anche per una buca si può perdere la vita in un istante». E poi chiosa: «È inaccettabile morire perché ci si distrae col telefonino mentre si guida oppure perché si è abusato di sostanze alcoliche o stupefacenti. Chi guida deve capire che ha tra le mani sia la propria vita, sia la vita degli altri».

La sfida per raccogliere le bandierine poste sul lungo palo unto di grasso sarà presentata da Prisca Manco insieme ad Angelo Stamerra e sarà animata dalla musica di Gianni Palmisano e di Kaikko dj, dalle “intemperanze” di Giuseppe Spennato e dalle “cuccagne”. In programma ci sono, inoltre, le esibizioni acquatiche dei “flyboard” (moto d’acqua a propulsione), cabaret con “Zigo Mania” e l’intermezzo musicale con la violinista Chiara Conte. Per le iscrizioni rivolgersi presso Cafè del Mar e Solatìo. Info: 328-7513059. Tutto è pronto per far emozionare (ma anche riflettere considerato il motivo di fondo che è alla base dell’iniziativa) le migliaia di persone che vi parteciperanno.

by -
0 1213

torre suda giardino costieroTORRE SUDA. Si entra nel clou del programma estivo curato dalla Pro loco di Torre Suda. La sera del 13 si rinnova l’appuntamento col Memorial Gabriele Toma e lo spettacolo di fontane danzanti con annessa sagra dello spumone. Venerdì 14 e sabato 15 si celebra la solennità della B.V.M. Maris Stella con la be- nedizione del mare in barca, la processione e la messa serale di Ferragosto celebrata dal vescovo mons. Fernando Filograna. Il programma civile prevede l’esibizione del concerto bandistico Città di Casarano (il 14) e musica in piazza (il 15) con Dino Bruno di M2O. Alla mezzanotte l’attesissimo spettacolo di fuochi artificiali. Il pomeriggio del 16, grande appuntamento con la Cuccagna a mare sugli scogli antistanti al Solatìo, in memoria delle vittime della strada. Il 17 e il 19, presso il giardino costiero (foto), riprendono gli appuntamenti per i più piccoli curati dalla Commissione Pari Opportunità. La sera del 19, poi, ci sarà l’esibizione del coro “De Finibus Terrae” di Racale insieme all’Orchestra filarmonica “Valentè”. Il 20 e 21 è in calendario la sagra del vino e della pizzica con il concerto degli “Indiano salentino”. Per i ragazzi, il 24 ci sarà uno spettacolo di magia comica e il 26 la serata “Giocare insieme per divertirsi” orga- nizzata dal centro ludico Giocogiocando. Chiude il cartellone estivo “Artetika – Festival di talenti, creatività e gusto”, previsto per il 29 e 30 agosto.

Tra gli eventi dei locali privati si segnalano le serate al Tsb il 13 (“Profumo di donna” con Fernando Proce e Carletto di Rtl 102,5), il 19 (serata con Davide Tarantino e il concerto del jazzista Mario Rosini), il concerto dei 3Accordi il 16 al Ban- zay Bar, gli appuntamenti fissi del giovedì con Paolo Mele, del sabato con dj Morris e della domenica con la musica live al Solatìo, e gli aperitivi con dj set al Mahja e al Kampurè.

Le fontane danzanti

Le fontane danzanti

RACALE. Si terrà la sera di giovedì 13 agosto, a partire dalle ore 21, nell’area eventi del Giardino costiero di Torre Suda, la nona edizione del Memorial Gabriele Toma, in ricordo dell’ex presidente della Pro loco (ente organizzatore della manifestazione) e amministratore del Comune di Racale, scomparso precocemente nel 2006 e molto amato dalla comunità, anche per il suo fervido impegno del settore del volontariato. Dopo il successo riscontrato nella scorsa edizione, ritorna lo spettacolo di “Fontane danzanti” con spruzzi d’acqua, fiamme colorate e raggi di luce che interagiscono a ritmo di musica creando strabilianti effetti scenici per oltre tre quarti d’ora. Oltre allo spettacolo è in programma anche la Sagra dello spumone, il gelato tipico racalino sempre più apprezzato dai turisti. L’attuale referente della Pro loco, Roberto D’Alessandro, lancia una proposta: «A nove anni di distanza dalla sua scomparsa, chiederemo all’Amministrazione comunale d’intestare alla sua memoria il Giardino costiero. Noi lanceremo l’appello e raccoglieremo delle firme tra i nostri concittadini. Ci teniamo a ricordare, ancora una volta, l’amico presidente Gabriele, simbolo della Pro loco di Torre Suda».

cabina di libriRACALE. A Torre Suda, Racale, nel Giardino costiero,  la prima Bibliocabina del Salento (foto). Non si entra per fare una telefonata (le cabine telefoniche sono ormai dei reperti storici, una tappa nel percorso della comunicazione), ma comunque per trovare un contatto, con i libri, gli scrittori e in ultima analisi con se stessi.  Una cabina piena di libri, naturalmente timbrati per evitare che possano essere rivenduti: ognuno può prenderli liberamente e dopo la lettura riporli, a disposizione di altri lettori. La Bibliocabina è molto diffusa nei paesi anglosassoni e ora sta prendendo piede anche in alcune città italiane come Roma. E, prima nel Salento Torre Suda.

by -
0 1956
Torre Suda serata della sagra della carne vista dall'alto 22 08 2012

Sopra l’affollata “Sagra della carne” dello scorso anno; in basso “Miss Moda Salento” 2014

Miss moda nel salento 2014RACALE. Si entra nel mese clou per l’estate di Torre Suda e gli eventi in programma nella marina s’infittiscono. Sabato 1° e domenica 2 agosto (Giardino costiero) le serate saranno dedicate alla memoria della piccola Anastasia Protopapa con lo spettacolo “Il giardino incantato di Anastasia”, organizzato dall’associazione onlus “Amici di Anastasia” voluta dalla madre Antonella. Si esibiranno le cantanti Costanza Rainò, il duo canoro “Il peccato di Eva” e la ginnasta Giulia Pala.  Ci saranno animazioni per bambini, gonfiabili, palloncini, dolci e zucchero filato.
Sempre sabato 1 in piazza Stella Maris, “Un sogno per Area Sanremo”, serata organizzata dall’associazione “Artemisia”. Lunedì 3 e mercoledì 5, alle ore 18.30, nell’ambito del progetto “Estate ragazzi” promosso dalla commissione Pari opportunità, andranno in scena due spettacoli per bambini a cura di “Temenos – Recinti teatrali”, referente Liliana Putino. Giovedì 6 ancora teatro con lo spettacolo “Mariscantus” della Compagnia “Teatrarte” e “Salento Ballet Art Studio”.

Sabato 8 e domenica 9 ritorna la “Sagra della carne” organizzata dalla Pro loco. Nelle due serate si esibiranno i gruppi di pizzica “I Calanti” e i “Tammurria”.
Domenica 9, dalle 16, in zona Campure, 9° Trofeo BabyTropical, gara di pesca a canna fissa per bambini, organizzato da “Cantiere aperto”. Lunedì 10, alle 19.30, ancora bambini protagonisti con lo spettacolo “Arcobaleni” ispirato alle fiabe di Gianni Rodari. Referente Francesco Ferramosca.
La sera dell’11 la bellezza e la moda diventano protagoniste assolute con la 5ª edizione di “Miss moda nel Salento”, ideato e curato da Michele Casto. Le modelle indosseranno abiti disegnati da sarti e stilisti salentini doc. Appuntamento in piazza Stella Maris alle ore 21. Durante la serata si esibiranno “Gli Scemifreddi”, già noti al pubblico televisivo di Colorado su Italia Uno.

28 luglio 2015

by -
0 1064
COLIBRI

Il sindaco Metallo (a sinistra) e il governatore di Torre Suda Daniele Renna (a destra)

RACALE. È andato in scena il 21 luglio, presso la piazzetta “Stella Maris” di Torre Suda, lo spettacolo di ginnastica artistica, danza e acrobazie curato dall’Asd Colibrì di Taviano. “L’evento – animato da Robertino clown – ha dimostrato l’emozione di vivere quotidianamente a contatto coi bambini”, spiegano i responsabili dell’associazione, i quali “ringraziano l’amministrazione comunale di Racale per l’ospitalità, il presidente associativo Lorenzo Cellamare, i genitori e lo staff”.

Nella foto, è presente il sindaco Metallo (il primo a sinistra) e il governatore di Torre Suda Daniele Renna (ultimo a destra)

matrimonioRACALE. Primo matrimonio celebrato con rito civile nella Torre così come previsto dal regolamento approvato a suo tempo dal Consiglio comunale. A scegliere il luogo del cuore in cui pronunciare il “sì”, una coppia di fidanzati, lui originario della Campania, lei di Rimini, da anni turisti affezionati del Salento e in particolare della marina di Torre Suda. A officiare il rito il sindaco Donato Metallo; ad attendere gli sposi, oltre ai parenti e amici, anche la banda e numerosi turisti.
Nella Torre, che suscita un innegabile fascino su quanti la conoscono,   sono possibili anche i matrimoni “in notturna “con incremento della tariffa che varia dai 150 ai 300 euro.

residence Torre Sudaresidence RacaleTORRE SUDA. Sarebbero stati costruiti abusivamente i nove miniappartamenti del “Residence degli ulivi” (foto) di Torre Suda, sequestrato lunedì 23 febbraio dai vigili urbani di Racale. La struttura, alla quale sono stati apposti i sigilli su disposizione del sostituto procuratore Maria Vallefuoco, della Procura di Lecce, si trova sula strada che collega il paese alla marina, a circa 800 metri dall’ingresso alla località balneare. Il controllo della municipale è scattato in seguito a una segnalazione dei carabinieri del Nas di Lecce. Ad eseguire materialmente il sequestro preventivo sono stati il comandante e il vicecomandante dei vigili urbani, Giovanni Schirinzi e Franco Corvaglia. Insieme con loro sul posto si sono recati i tecnici comunali.Secondo gli accertamenti effettuati nell’ufficio tecnico, i nove appartamenti e le due piscine presenti nella struttura, immersi in un terreno di circa un ettaro, sono stati costruiti senza le necessarie autorizzazioni. Le piccole abitazioni indipendenti sono dotate di accessori e di pertinenze esterne. E avrebbero già ospitato i turisti durante le stagioni estive. È risultata regolare, invece, l’abitazione dei proprietari, che si trova sullo stesso terreno e che non è finita sotto sequestro.
Le posizioni dei proprietari della struttura, due fratelli originari di Racale, uno dei quali residente in Francia, sono ora al vaglio dell’autorità giudiziaria, che si occuperà di accertare eventuali ipotesi di reato. Gli agenti della municipale hanno effettuato controlli anche presso l’ufficio Commercio del Comune, per le successive verifiche di carattere contributivo e fiscale.

Racale.inddGianluca SpiriTORRE SUDA. Nascondeva in casa droga e armi. Già conosciuto alle forze dell’ordine per reati sempre legati ad armi e traffico di droga, Gianluca Spiri (foto), 40 anni, è stato arrestato qualche giorno fa nella sua casa di Torre Suda. Una prima perquisizione in casa aveva permesso  ai  carabinieri della stazione di Racale e dai colleghi del Norm della compagnia di Casarano di trovare otto boccette di metadone, circa 33 grammi di mannite (sostanza da taglio), un coltello con residui di stupefacente e due forbici, due nastri da imballaggio, uno di colore marrone e l’altro trasparente, vari ritagli di buste. L’ispezione dei carabinieri non si è fermata qui. Usciti nel giardino retrostante si sono accorti della posizione di un tavolo in plastica e di una scala in alluminio  addossati al muro. Ad allertare maggiormente gli agenti delle forze dell’ordine una serie di impronte che li hanno portati dritti dritti a scoprire un ripostigluio sottotetto ben coperto da tegole. Ancora droga e anche armi. In particolare  679 grammi di eroina, suddivisa in più involucri e poi armi: un fucile monocanna calibro 12, con calciolo e canna mozzati e con matricola abrasa, una bascula per doppietta con calciolo mozzato con canna calibro 12; una pistola scacciacani calibro 7.65 con matricola abrasa completa di caricatore e 5 colpi, una pistola scacciacani starter calibro 8; una pistola di fabbricazione spagnola calibro 6.35 completa di caricatore e dodici colpi, nonché 20 proiettili di vario calibro (tra cui 7.65, 12 e 22).
Tutto il materiale (foto) è stato sequestrato e Gianluca Spiri è stato accompagnato in carcere. I carabinieri continuano a indagare.

Torre Suda. Una ricciola di 34 chili  si aggirava poco prima di mezzogiorno del 27 novembre scorso tra le gabbie di ombrine, orate, spigole e saraghi di “Maricoltura Reho” al largo di Torre Suda, marina di Racale. Aveva deciso di fare un bel pranzetto, molto probabilmente, ma a farle cambiare idea ci hanno pensato Aldo Maria Reho, uno dei titolari, e alcuni suoi collaboratori che hanno deciso di buttarsi in acqua per allontanarla dalle gabbie. Niente da fare! Tutto è stato inutile! La ricciola ha resistito decisa ad abbuffarsi. Alla fine è stata catturata. Eccola alla fine della battaglia.

Voce al Direttore

by -
Da luglio il vostro giornale andrà più in là, per diventare una “piazza” grande - in prospettiva - quanto il Sud Salento. Abbandoniamo perciò...