Home Racale Torre Suda
Articoli da Torre Suda, frazione del Comune di Racale

Melpignano – Torna a fare tappa nel Salento “Buono a sapersi”, il programma di Rai Uno condotto da Elisa Isoardi che lunedì 9 aprile si collegherà dall’azienda “Pr.ali.na” di Melpignano. A partire dalle 11.05 si parlerà di piselli, tipico legume di stagione, e per questo l’inviato Ivan Bacchi avrà modo di illustrare il profondo legame con il territorio che caratterizza l’azienda di trasformazione agro-alimentare sorta nel 1991 (grazie all’iniziativa di un gruppo di giovani professionisti spinti da passioni e da esperienze comuni), con l’intento di “difendere e valorizzare il territorio e la sua agro-biodiversità”. Tre le “finestre” previste all’interno della nota trasmissione della Rai, dapprima per mostrare dove nascono i piselli (ovvero il tema centrale della puntata), poi per illustrare le modalità di trasformazione e chiudere con la presentazione del prodotto finale nell’ambito della degustazione di prodotti tipici.

All’estero il 60% del prodotto «Ancora oggi la nostra azienda mantiene le caratteristiche proprie di un laboratorio artigianale coniugando la scelta delle materie prime ed il rispetto della tradizione con la tecnologia ed i processi di controllo industriali», afferma Valentina Avantaggiato, figlia della fondatrice Lisella Dal Porto. Oggi la “Produzioni alimenti naturali” ha dodici dipendenti ed esporta all’estero, principalmente in Giappone, Australia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra e Irlanda, il 60% dei suoi prodotti tra sughi, condimenti, zuppe, conserve naturali e da poco anche marmellate. «Particolare attenzione è quella che poniamo  alla sostenibilità ambientale dell’intero ciclo produttivo», continua la giovane responsabile commerciale. Dello scorso novembre è la campagna di “equity crowdfunding” che,  puntando a sostenere i prodotti “made in Salento”, ha allargato la partecipazione societaria (tramite il portale WeAreStarting.it), “raggiungendo i 100mila euro prefissati addirittura in anticipo rispetto al previsto”, come conferma Avantaggiato. Ma come è avvenuto il contatto con la Rai?  «In realtà sono stati loro a cercarci, tramite un nostro cliente. Poi hanno preso informazioni sui nostri prodotti e hanno visto che, probabilmente, facevamo al caso loro».

La puntata di lunedì 9 aprile La puntata dedicata al pisello, “un legume leggero e digeribile, ricchi di fibre ed utili a chi soffre di patologie gastrointestinali”, prevede anche l’intervento dell’agronomo Augusto Tocci che spiegherà come riconoscere le varie specie e qualità, la dietista Lucia Bioletti, che ne illustrerà le proprietà benefiche  sottolineando il modo migliore per cucinarli, la mastra di cucina Maria Paola Carcaterra che preparerà un’insalata russa a regola d’arte mentre la collega Cristina Lunardini proporrà una crema di piselli con le mandorle ed il maestro gelatiere Dario Rossi mostrerà come fare il gelato di piselli. Spazio, infine, anche al “borsino” della spesa, con le quotazioni di “Mr. Prezzo”, Claudio Guerrini, dal mercato “Orientale” di Genova.

Il precedente con “Reho mare” Già lo scorso 14 dicembre le telecamere del programma condotto dalla Isoardi erano state tra Racale (Torre Suda) e Gallipoli per illustrare la coltivazione in mare e le fasi di produzione dell’allevamento “Reho mare” nell’ambito di una puntata dedicata alla spigola

Taviano – Si erano resi irreperibili dallo scorso 21 febbraio ma i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Gallipoli li hanno intercettati e arrestati all’aeroporto di Brindisi. Anche i 22enni Nicholas Lezzi e Mattia Greco, entrambi di Taviano, erano coinvolti nell’operazione “Alì Babà” con la quale nei giorni scorsi i carabinieri hanno sgomitato un’associazione  a delinquere specializzata  nel saccheggiare negozi e abitazioni (soprattutto estive) tra Taviano, Racale e Ugento e le marine di Mancaversa, Torre Suda e quelle limitrofe, sino a Torre Mozza e alle altre località sino al Capo di Leuca ed in alcuni casi anche in paesi vicino a Lecce. Oltre 250 sono gli episodi riconducibili alla banda che al momento ha portato all’arresto di otto persone e all’iscrizione di altre nove nel registro degli indagati. Lezzi è stato condotto nel carcere leccese di Borgo San Nicola mentre Greco è finito agli arresti domiciliari.

Casarano – Otto arresti e nove indagati per quella che i carabinieri hanno chiamato una vera e propria “holding delinquenziale”. Ovvero un’associazione  a delinquere specializzata  nel saccheggiare negozi e abitazioni (soprattutto estive) tra Taviano, Racale e Ugento e le marine di Mancaversa, Torre Suda e quelle limitrofe, sino a Torre Mozza e alle altre località sino al Capo di Leuca ed in alcuni casi anche in paesi vicino a Lecce. Oltre 250 sono gli episodi riconducibili alla banda. La tecnica estorsiva spesso usata quella del cosiddetto “cavallo di ritorno”, ovvero con la proposta rivolta agli stessi derubati di riacquistare le loro cose. L’attività d’indagine dei carabinieri ha preso le mosse verso la fine del 2015 in seguito ai numerosissimi furti ai danni di abitazioni, spesso estive, nel corso dei quali i ladri dimostravano interesse soprattutto per condizionatori d’aria, elettrodomestici vari, giare in terracotta (antiche o di nuova fattezza), ma anche biciclette, televisori e persino posate: in genere ogni oggetto utile da poter piazzare con facilità sul mercato della ricettazione.

La tecnica d’azione: amici evitati e amici contattati – I carabinieri hanno pure appurato l’accortezza della banda nell’evitare di colpire le abitazioni di amici e parenti: i colpi venivano programmati soprattutto nelle ore serali e notturne, utilizzando auto di proprietà degli stessi componenti in sodalizio criminale. Spesso e volentieri, quand’era possibile risalire ai proprietari derubati, questi ultimi venivano contattati direttamente con la proposta di riavere indietro le loro cose dietro il corrispettivo di un pagamento. Il più delle volte, invece, la banda si rivolgeva ad acquirenti compiacenti, ben consapevoli del loro ruolo di ricettatori, attraverso vere e proprie indagini di mercato al fine di stabilire il possibile prezzo.

Otto arrestati e nove denunciati – Una volta individuato il gruppo d’azione, i carabinieri sono riusciti tramite le intercettazioni telefoniche ed ambientali ad intrecciare le posizioni dei diversi soggetti coivolti. Questa mattina, all’alba, i carabinieri della Compagnia di Casarano sono entrati in azione procedendo ad otto arresti nel corso dell’operazione  denominata “Alì Babà”, ai carabinieri del sesto Elinucleo di Bari e ad unità cinofile al fine di verificare la presenza di armi e droga. In carcere sono finiti Gianfranco Schito, custode del depuratore comunale di Taviano, Fabio Nobile, autotrasportatore di Taviano, ed il marocchino Zakaria Kadim. Gli arresti domiciliari sono stati disposti per Mattia Schito (figlio di Gianfranco) e Andrea Giannelli mentre al momento sono irreperibili altri tre destinatari dei provvedimenti cautelari, ovvero Nicolas Lezzi, Marco Danilo e Mattia Greco. A vario titolo, le accuse loro rivolte sono quelle di associazione delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio. Nello specifico il custode del depuratore comunale di Taviano avrebbe utilizzato un rudere nei pressi dello stesso impianto per il deposito degli oggetti rubati. Altre nove persone risultano denunciate con le accuse di minacce e tentato furto.

Torre Suda – Cittadini e villeggianti della prossima stagione estiva potranno contare su servizi sempre più efficienti con l’importante intervento portato a termine da Acquedotto Pugliese nella marina di Racale. Giunti a conclusione i lavori per il completamento delle rete idrica, il servizio è ora esteso all’intera marina, grazie al posizionamento di nuove condotte, per una lunghezza complessiva di 19 chilometri. L’intervento è costato 4,5 milioni di euro e rientra tra quelli previsti dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), nell’ambito del “Fondo per lo sviluppo e la coesione” – Settore idrico e si inquadra nei piani di ammodernamento e l’efficientamento della rete idrica realizzati da Aqp, che solo nel 2016 (ultimo dato consolidato) ha richiesto un impiego di risorse pari a 48 milioni di euro.

Torre Suda (Racale) – Continuano le ricerche dei poliziotti del commissariato di Gallipoli del conducente dell’auto intercettata venerdì pomeriggio nella marina di Racale, recuperata in aperta campagna e risultata poi rubata. Un equipaggio di una volante intorno alle 15.40 di venerdì intima l’alt all’uomo al volante di una Opel Corsa ma l’unico individuo a bordo anziché fermarsi accelera e cerca di far perdere con manovre pericolose le proprie tracce. I poliziotti lo inseguono a sirene spiegate mentre dalla centrale arriva la conferma della natura furtiva dell’automezzo. Lasciato i centro abitato, il veicolo è stato diretto dall’autista in campagna e lì abbandonato per poi proseguire di corsa a piedi. Il tentativo di dileguarsi è riuscito, nonostante l’inseguimento, operato dagli agenti a piedi tra i viottoli delle campagne. L’auto è stata restituita al proprietario, un uomo di Racale, che l’aveva vista sparire alcuni giorni prima proprio mentre era al lavoro nei campi. Nell’abitacolo i poliziotti hanno rinvenuto oggetti da provenienza ignota e dei documenti di identità e di circolazione di un  uomo di Matino che poco prima dell’inseguimento aveva subito il furto della sua borsa lasciata sul sedile di un Ape Piaggio parcheggiato di fronte alla propria casa. Non sono stati rinvenuti invece elementi utili alla identificazione del presunto ladro. L’indagine prosegue setacciando anche alcuni ambienti di “ladri seriali” ben noti alle forze di polizia e collegati allo spaccio di droghe.

Gallipoli – Un pezzo di Salento di pregio ha trovato spazio nella odierna mattinata televisiva nazionale, in particolare su RaiUno, programma “Buono a sapersi” condotto da Elisa Isoardi. Gli allevamenti di pesce della “Reho mare” al largo di Torre Suda (Racale) sono stati al centro dell’interesse e del desiderio gustativo di alcuni milioni di spettatori. La troupe televisva ha trovato anche una giornata di sole che ha fatto da degno cornice al racconto dell’inviato Umberto Salamone, tra un collegamento con lo studio e l’altro. Il padrone di casa, un emozionato Aldo Reho, ha raccontato dallo stabilimento del’area industriale di Gallipoli, come – in pochissime ore – dal mare aperto le sue spigole possono finire in padella, già bell’e sfilettate, nelle pescherie o nei centri della grande distribuzione. Il pesce viene meccanmicamente trattato in base alla pezzatura, finisce nelle cassette e qui viene marchiato: “Quel cartellino è la sua carta d’identità, garantisce che è prodotto in Italia e tutela i consumatori”, ha detto tra l’altro Reho. I conduttori hanno ringraziato le testate giornalistiche che hanno diffuso la notizia del loro arrivo e del loro servizio, tra queste “Piazzasalento”, che ha seguito passo passo questa speciale attività produttive, vero fiore all’occhiello di questo territorio.

Qui il video (dal minuto 24)

Gallipoli – Il mare di Gallipoli ed il suo apprezzato allevamento in mare aperto giovedì 14 dicembre saranno i protagonisti del noto programma “Buono a Sapersi”, alle 11.05 su RaiUno. La conduttrice Elisa Isoardi tratterà il tema della spigola, pesce delicato e ricco di preziosi nutrienti. Della partita saranno il biologo marino Claudio Brinati, il quale illustrerà le differenze esistenti tra le spigole pescate e quelle allevate, dando consigli pratici su come acquistarle e mangiarle in sicurezza. Valentina Galiazzo, biologa nutrizionista, parlerà dei principi nutrizionali di questo pesce ipocalorico e ricco di vitamine, fosforo e antiossidanti. Seguendo la scaletta del programma, vi è poi il professore Alfredo Sebastiani, responsabile dell’Unità operativa di Broncopneumologia all’Ospedale San Camillo – Forlanini di Roma, che illustrerà che cos’è l’asma e quali sono gli esami che consentono di diagnosticarlo. Intanto Viviana Varese, maestra di cucina, realizzerà dei carpacci di spigola, insaporiti da diverse marinature. Le farà eco la collega Velia De Angelis che preparerà una spigola al forno con crema di carciofi e di zucca gialla.
Non mancherà ovviamente un collegamento in diretta con l’inviato Umberto Salamone, che sarà ospite di un allevamento di spigole nel mare tra Gallipoli e Torre Suda di Racale, struttura riconosciuta da una ricerca della Regione particolarmente adatta per impiantare nelle vicinanze un insediamento per il ripopolamento ittico, secondo un programma operativo finanziato dall’Unione europea.

TORRE SUDA (RACALE) – Con l’estate ormai in archivio, malgrado le belle giornate d’autunno, prosegue il controllo delle forze dell’ordine sulla regolarità di lidi e stabilimenti, alcuni dei quali continuano a restare aperti potendo offrire un servizio al coperto. Da ultimo, i carabinieri hanno denunciato il gestore di un lido di Torre Suda, marina di Racale, per aver violato delle norme urbanistiche ed aver eseguito opere in assenza di autorizzazioni su zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Dai controlli effettuati dai militari è emerso che il 38enne S.S., nato a Casarano e residente a Racale, avrebbe costruito a Torre Suda quattro strutture in Pvc, dalle dimensioni di 3.5 metri per 1.5, in uso allo stesso stabilimento balneare.

Salva

TAVIANO. Mentre si riavvia – dopo un piccolo periodo di attività a cavallo tra aprile e maggio scorsi – il cantiere di Gallipoli, tratto dallo stadio comunale al canale dei Samari, che ha subito qualche ritardo per via di questioni tecniche sorte col Demanio marittimo, anche il tratto più a sud di un unico progetto di valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri è ormai prossimo a cominciare i lavori. Il riferimento è al tratto che va dalla piazza di Mancaversa (Taviano) a Torre Suda di Racale, fino alla cala di Torre Sinfonò (Alliste). L’appalto – anche qui di circa 2 milioni di euro – era stato assegnato all’impresa “Geo impianti” di Taviano ma la seconda classificata nella graduatoria – la “Morello” di Caprarica di Lecce – aveva fatto ricorso al Tar contestando i risultati finali della gara. Il 2 ottobre i giudici amministrativi della sezione di Lecce hanno confermato invece le risultanze cui sono giunti i tecnici del Comune di Gallipoli capofila per questa progettazione intercomunale, valutando come effettivamente migliorative le proposte avanzate dall’impresa di Taviano. Alla fine dei cantieri, da Gallipoli alle marine di Alliste si potrà andare anche camminando o in bici, oltre che in auto.

Racale. “Il servizio, al secondo anno, è apprezzato, sia dai locali sia dai turisti che arrivano in Comune a chiedere particolari su come si fa”: la consigliere delegata Anna Toma, da poco in carica, segue questa raccolta particolare di rifiuti, quelli cioè che si lasciano nelle stanze e nelle abitazioni prese in affitto per la stagione o per una settimana. Si chiama “isola ecologica mobile” e si trova nella zona di largo Torre a Torre Suda; raccoglie appunto gli scarti di una vacanza ed è “aperta” ad operatori turistici, alle ditte di pulizie, ai proprietari degli alloggi. Il Comune, come altri ormai, si è dotato inoltre di telecamere per beccare i ”vandali” che gettano via i loro rifiuti per ogni dove. E l’ambiente ne guadagna.

RACALE. Pur con la fine di agosto ormai imminente, proseguono gli eventi estivi a Racale e Torre Suda. Il 24, con “Teatro in pillole” si renderà omaggio ai due grandi teatranti Dario Fo e Franca Rame: lo spettacolo, organizzato dall’associazione “Indisciplinati”, avrà luogo presso il “Giardino dei sensi e dell’arte” di Palazzo d’Ippolito, a Racale, a partire dalle ore 21. Nei giorni 26-27, il giardino costiero “Gabriele Toma” di Torre Suda ospiterà “La notte turchina dei bambini”: giornata di divertimento e fantasia per regalare ad ogni bambino la gioia di una storia ancora da raccontare. Appuntamento promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Pro loco. Per il 31 agosto, infine, gli “Indisciplinati” hanno ideato la “Notte in giallo nel centro storico”, che si aprirà alle ore 20:00 proprio nella centrale piazza San Sebastiano di Racale.

by -
0 468

TORRE SUDA. Serata all’insegna della buona musica quella di sabato 12 agosto, dalle 22, ad “Alegria Park” di Torre Suda, marina di Racale. Insieme alle specialità alla brace ed ai cocktail tipici del locale, la faranno da protagonista le selezioni viniliche di Max Nocco, personaggio chiave della scena underground salentina, tra elettronica, jazz, soul, dub, new wave, kraut, hip-hop, funk ed altro ancora. Esattamente quello che si può ascoltare in una sua selezione con i cari vecchi e nuovi vinili (informazioni al numero 393/2251728).

Pesca a bolentino

TORRE SUDAGara di pesca in barca a bolentino all’alba di domenica 6 agosto in zona Campore a Torre Suda. il 13° trofeo Tropical, con il patrocinio del Comune di Racale, è organizzato da Pro loco Torre Suda associazione Cantiere aperto in favore del progetto “Cuore amico”. Alle ore 5 il raduno: ogni equipaggio potrà avere al massimo tre concorrenti a bordo. premi con coppe per i primi classificati e riconoscimenti anche alla pesca per la preda più grossa ed al concorrente più anziano.   

by -
0 2230

TORRE SUDA. Agosto non-stop tra sapori, musica e fede per la marina di Racale. Il ricco calendario di eventi parte dalla sesta edizione della “Sagra della carne grigliata”, promossa dal comune di Racale e la Proloco di Torre Suda. Ben sei i giorni all’insegna dei sapori salentini con musica popolare salentina e gruppi locali di musica leggera: dal 5 il Giardino costiero “Gabriele Toma” ospiterà la lunga manifestazione che culminerà nella notte di San Lorenzo, giovedì 10. Nel menù piatti di carne grigliata, tagliata con rucola e grana, contorni con verdure grigliate prodotte a km 0, pittule, vino locale, angurie e spumoni. Musica in primo piano con “Tammurria” (sabato 5), “Indiano salentino Artetnica” (domenica 6), “Ariantica” (lunedì 7), “Papaveri Rossi” (martedì 8), “Cross Fire”, “La strana famiglia – cover band Gaber-Jannacci” (mercoledì 9), “Festival Bar Italia” (giovedì 10).

Si prosegue il 13 agosto con la “Sagra dello spumone”, in occasione dell’undicesimo Memorial Gabriele Toma, compianto presidente della Proloco Torre Suda scomparso prematuramente nel 2016, al quale è dedicato il Giardino costiero che ospiterà l’evento. Protagonista il tipico gelato artigianale salentino in diversi gusti: crema e cuore con  mousse al cioccolato aromatizzato alla cannella e chiodi garofano, cassata Siciliana, nocciole e cioccolata, mandorle e pan di Spagna e diverse altre varianti.  Durante la serata è previsto l’intrattenimento con artisti di strada e spettacoli pirotecnici.  Nell’area antistante gli eventi saranno presenti parcheggi con sosta gratuita, colonnina per la ricarica di veicoli elettrici, bancomat, dispensario farmaceutico e servizio di Guardia Medica.

Gli eventi estivi fanno sosta in piazza Stella Maris il 14 e 15 agosto in occasione dei festeggiamenti civili e religiosi in onore della Beata Vergine Maria “Maris Stella” . Lunedì 14, dopo la Santa Messa alle 19,30, la processione raggiungerà le strade della marina con la statua posizionata su una barca spinta a mano dai fedeli. Alle ore 21,30 in piazza Stella Maris il “Gran concerto bandistico Città di Casarano”, mentre martedì 15 Agosto alle ore 21,30  ancora musica con  ”Una Serata Con Pinuccio”, live con: Tony Esposito, Joe Amoruso, Lino Priota e band. A mezzanotte grande spettacolo pirotecnico con le mille luci colorate che  si rifletteranno nello specchio d’acqua antistante  alla piazza Stella Maris.

Anastasia Protopapa

TORRE SUDA, RACALE. È più vivo che mai il ricordo di Anastasia Protopapa, la piccola ginnasta scomparsa prematuramente nel 2014, a soli undici anni, dopo aver combattuto contro la malattia. Anche quest’anno, per il terzo di fila, l’associazione  “Amici di Anastasia onlus”, fondata da mamma Antonella, ha fatto risplendere la luce di Anastasia con l’ennesima edizione de “Il giardino incantato di Anastasia”, nelle serate del 29-30 luglio. Col patrocinio comunale, il giardino costiero di Torre Suda si è trasformato in un sentiero di colore e magia (realizzato con fiori, girandole, farfalle e cuori colorati) verso il largo Torre, dov’è stato allestito un vero e proprio parco giochi di gonfiabili, balli di gruppo e animazione varia.

«Avrei voluto dire tante cose – ha commentato la madre – ma a volte le parole non servono. Due serate piene d’amore e di sorrisi: un incanto. Grazie a chi ci sostiene e ci sosterrà per fare sempre di più». Nel corso delle serate, infatti, è stato proiettato un video con quanto l’associazione realizza grazie al contributo delle donazioni ricevute, per regalare un sorriso in più e una forza maggiore a quei bambini, che come Anastasia, sono chiamati ad affrontare troppo presto la sfida più importante. Le due serate, presentate da Daniela Stoneo e Massimo Corvaglia, sono state interamente dedicate ai bambini, con una grande rassegna di spettacoli e sorprese: l’esibizione dell’Asd Doria Gym e dell’Asd Le stelle danzanti, di Dj Michi Jay e del duo “Il Peccato di Eva”, di Arianna Manfreda e di Monsieur Coco, la partecipazione dei ragazzi di Casa Amata, lo spettacolo con le bolle di sapone e quello pirotecnico, le postazioni di calcetto, trucco, l’animazione baby dance, il teatrino, il carretto dei gelati, dello zucchero filato e dei pop corn. Un incanto e tanti amici, per Anastasia.

by -
0 1367

TORRE SUDA. Accanto alla tradizione e al folklore, c’è anche chi guarda altrove e ha voglia di proporre una rinfrescante serata dall’atmosfera tropicale. Tra le iniziative “originali” dell’estate salentina trova un posticino di tutto rispetto quella di Alegria Park di Torre Suda, sulla litoranea che collega Gallipoli a Torre San Giovanni. In programma mercoledì 2 agosto a partire dalle 21 “Aloha fest”, il party che accoglie le colorate atmosfere delle Isole Hawaii. Oltre a grigliate di carne e cocktail, previsti anche vinili, mercatino e la partecipazione di alcuni gruppi di surfisti locali, con tavole e paraffina. La festa ad ingresso gratuito sarà accompagnata dalle selezioni musicali tropicali in vinile a cura di Joao Capoca DJ e il live surf rock degli Atollo13.

Guardia costieraTORRE SUDA. Emergenza in mare, ieri notte, al largo di Torre Suda. L’allarme è scatto intorno alle 22 quando la sala operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli ha ricevuto la segnalazione di un’avaria al motore da parte di un piccola unità con a bordo due persone: uniche indicazioni fornite sono state il porto di partenza, ovvero la marina di Torre Pali, e quello di destinazione, ovvero Gallipoli. Immediate sono scattate le procedure di ricerca e soccorso in mare con l’invio della , dotata di tecnologia avanzata, che, nonostante il buio, è riuscita ad individuare il piccolo natante a circa mezzo miglio al largo tra Torre Suda e Capilungo. Dopo aver accertato le buone condizioni di salute dell’equipaggio, la Guardia costiera ha provveduto al trasbordo dei due occupanti (un uomo ed una donna) a bordo della motovedetta rimorchiando l’unità in avaria nel porto di Gallipoli, raggiunto intorno alla mezzanotte e mezza.

TORRE SUDA. Jazz in riva al mare con la rassegna firmata dal maestro Fulvio Palese e realizzata dal Solatio a Torre Suda. Ogni domenica sera dalle 21,30, per tutto il mese, si alterneranno sul palco del noto locale del basso Salento sulla Costa Ionica alcuni dei più importanti artisti jazz.

“Domeniche in Jazz”, la rassegna giunta alla sua quarta edizione, è stata aperta proprio da Fulvio Palese con il suo trio Alètheia. Domenica 9 luglio sarà la volta di Anèt alla voce, accompagnata al piano da Gabriele Semeraro. Un viaggio-racconto entusiasmante alla riscoperta di grandi classici della storia della musica, dal Rock, al Jazz al Pop: i Queen, i Nirvana, Tom Jobim, Carlos Varela, i Beatles sono solo alcuni dei grandi nomi. Le domeniche proseguono con Latin Jazz duo il 19 Luglio, ovvero Valentina Grande e Aldo Natali (voce e chitarra).

Domenica 23 luglio, in occasione del 18esimo compleanno del Solatio, atteso il live di Carolina Bubbico. A chiudere, il 30 luglio, una serata speciale e un omaggio a Nina Simone firmato da Claudia Casciaro in voce e Luigi Botrugno al piano. Tutte le serate sono a ingresso libero. La prenotazione del tavolo per la cena è obbligatoria chiamando il 3394119891.

 

RACALE. Con l’arrivo di settembre si tirano i bilanci della stagione estiva di Torre Suda e dalle parole del presidente della Pro loco Roberto D’Alessandro (foto) emerge un quadro più che positivo: «Esprimo – commenta – la mia soddisfazione per la stagione estiva 2016. Numerosi sono stati gli impegni che ci hanno visto al lavoro come Pro loco, al fianco ad un’Amministrazione che, con investimenti attenti e mirati, ha reso Torre Suda una marina capace di rispondere alle esigenze dei suoi cittadini e dei suoi numerosi turisti». I buoni risultati, secondo D’Alessandro, sono frutto “del grande lavoro di squadra dei volontari e dell’Amministrazione”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

RACALE. Dalle 21,40 di domenica 28 agosto 2016, il Giardino costiero di Torre Suda è ufficialmente intitolato a Gabriele Toma. La cerimonia è stata contrassegnata dal ricordo e dalla commozione per la figura dell’ex amministratore di Racale ed ex presidente della Pro loco, molto attivo nel settore del volontariato, scomparso nel 2006 a 43 anni. Alla presenza delle autorità religiose e civili (provenienti anche dai paesi vicini), sono state scoperte le targhe ricordo in due punti della piazza. Dopo gli interventi del vicesindaco Frediano Manni e del consigliere con delega alla marina Daniele Renna, ha preso parola il sindaco Donato Metallo: «Non è facile parlare di Gabriele – ha detto – è stato uomo di chiesa, di politica e di volontariato. Ci ha svelato il bello e il buono, la compassione, la solidarietà e la comprensione, lasciando un suo frammento in ognuno di noi. Dedicargli questo luogo era la cosa più logica e naturale da fare». Valeria Marra, cugina di Gabriele Toma, ha ringraziato gli intervenuti a nome della famiglia.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Il parco giochi per bambini allestito in piazzetta don Tonino Bello a Torre Suda e inaugurato da poco assie- me a quello di piazzetta Esador

Il parco giochi per bambini allestito in piazzetta don Tonino Bello a Torre Suda e inaugurato da poco assie- me a quello
di piazzetta Esador

RACALE. Una marina a misura di bambino, di tutti i bambini, in nome dell’inclusione sociale e dell’integrazione. Su questi principi sono state allestite le giostrine in due punti di Torre Suda, in piazzetta Don Tonino Bello e in piazzetta Esador. La caratteristica che contraddistingue i due parchi giochi è che entrambi sono adatti a far giocare sia i bambini normodotati, sia i bambini diversamente abili, con l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale delle fasce più deboli e più bisognose di protezione. I due parchi giochi sono stati inaugurati da poco e rappresentano solo una parte del progetto globale di riqualificazione delle giostrine in diverse aree della cittadina e della marina come quelle dei Giardini del sole, di piazzetta del Monumento ai Caduti, della Città dei bambini e di piazzetta Montessori. Se, da un lato, non mancano le attrezzature per far divertire anche i bambini disabili, dall’altro, però, manca ancora un po’ di educazione civica in alcuni genitori. Il concorso “La cartellonistica è opera tua” – ideato dalla Commissione per le Pari opportunità (e, in particolare, da Aurelia Trianni) e sposato dall’Istituto comprensivo e dal Comune – altrimenti non avrebbe avuto ragione di esistere. L’idea, lanciata pochi mesi fa, mirava a stuzzicare l’inventiva dei bambini nella realizzazione di un cartello da applicare nelle vicinanze dell’altalena per disabili sita nei Giardini del Sole, spesso utilizzata anche da bambini normodotati. Il concorso ha avuto grande successo e tutti i disegni dei bambini sono stati esposti in una mostra allestita durante la festa patronale.

IN EVIDENZA. Che Torre Suda, marina di Racale, abbia cambiato volto negli ultimi anni, è sotto gli occhi di tutti. Ma è cambiata in meglio o in peggio? A sentire alcuni dei turisti abituali della marina il giudizio è più che positivo. Elisabeth e Aldo Ravanelli, lei di Taviano, lui della provincia di Foggia, vivono da anni a Seggiano di Pioltello, provincia di Milano, insieme alla loro piccola Ludovica. Quasi tutte le estati la famiglia Ravanelli torna a Taviano per trascorrere un periodo di vacanza insieme ad amici e parenti. «Ho notato diversi servizi in più rispetto a due estati fa – spiega Elisabeth – come la pista ciclabile, la passeggiata sulla litoranea, la nuova piazza costruita attorno alla torre e ho riscontrato che ci sono stati dei progressi anche dal punto di vista delle attività commerciali e ricettive. Il servizio è migliore e più celere rispetto agli anni scorsi, ciò significa che ci si sta abituando a ragionare con la mentalità del turista. Cosa migliorare? Si dovrebbe intervenire su parcheggi e traffico, magari per far defluire il flusso veicolare un po’ più in periferia rispetto alla litoranea. Mi ricordavo una Torre Suda selvaggia, ora si è capito che si ha a disposizione una buona risorsa da sfruttare. I prezzi sono accessibili e concorrenziali rispetto a località rinomate come Gallipoli e Torre San Giovanni di Ugento. Infine, una nota di merito “per i fuochi artificiali della notte di Ferragosto, davvero favolosi». Suo marito Aldo sottolinea “la gentilezza delle persone, in qualsiasi situazione” ma lamenta qualche disagio “sia nel trovare parcheggio, sia per il traffico che, specialmente nelle serate di festa, andrebbe regolato in maniera diversa”. Vivono a Monza, ma sono salentini doc, Daniele e Grazia De Marco, lui di Taviano, lei di Brindisi. Anche loro sono stati positivamente colpiti dai cambiamenti di Torre Suda: «Sono aumentati i servizi – commentano – c’è il Bancomat, ed è uno dei pochi che funziona nell’arco di diversi chilometri di litoranea». E poi “c’è la pista ciclabile, che unisce la zona dell’Arco a quella della Torre, finalmente visitabile da vicino; c’è la nuova fontana; la marina è pulita; c’è il bellissimo il Giardino costiero; ci sono il punto informativo e le giostre per i bambini; ci sono i chioschi di street-food». Quali i settori su cui intervenire? «Incentivare l’uso di mezzi elettrici, anche per sfruttare la nuova colonnina di ricarica, e il noleggio delle bici, così come già si fa nelle grandi città». In effetti la novità – la colonnina di rifornimento con la segnaletica orizzontale che si fa notare, incontra sguardi interessati e compiaciuti soprattutto da parte dei turisti che magari la prossima vacanza potranno attrezzarsi di conseguenza. È arrivata così anche nel Salento l’App per fare il pieno di energia direttamente dal proprio telefonino e viaggiare tranquilli. Torre Suda è Smart ed è, infatti, tra le 15 località balneari italiane ad essersi dotate del servizio di ricarica per auto elettriche. Lo sottolinea il vicesindaco di Racale, Frediano Manni. «Siamo l’unica piccola località marina del Sud Italia ad offrire questo servizio, una piccola Cenerentola nella Smart Grid italiana di Enel», prosegue Manni. La marina racalina, l’unica sul versante ionico pugliese, è in prima linea, insieme ad Alghero, Forte dei Marmi, Rimini, Lido di Ostia e Pomezia, per citarne solo alcune (in Italia sono 371 le colonnine). A Torre Suda la colonnina è stata installata nel giardino che si trova al centro della marina, ed ha consentito già ai primi turisti di fare il pieno di energia. Si potrà sostare a Torre Suda, dunque, prima di continuare la visita verso Gallipoli, Leuca e altre località del Salento.

costa-racaleRACALE. Come cambierà la costa di Torre Suda negli anni a venire? È ciò che si propone di regolare il Piano comunale delle Coste (Pcc), presentato nei giorni scorsi in sala consiliare. «Il Pcc – riferisce l’assessore all’Urbanistica Daniele Manni – sarà lo strumento di assetto, gestione e monitoraggio del territorio costiero comunale in termini di tutela del paesaggio, di salvaguardia dell’ambiente, di garanzia del diritto dei cittadini all’accesso e alla libera fruizione del patrimonio naturale pubblico, nonché di disciplina per il suo utilizzo eco-compatibile, fissando principi generali e dettando norme specifiche, con l’obiettivo di garantire uno sviluppo economico e sociale che contemperi gli interessi pubblici al godimento dell’ambiente naturale, alla sua salvaguardia e allo sviluppo del settore turistico». La costa di Torre Suda, interamente rocciosa, si estende per 5,60 km. Ci sono aree a rischio dissesto geomorfologico Pg2 (rischio elevato: parte di Tabarano e Canale della volpe, parte di Puzzacchio, Bagnarole, parte di zona Torre) e Pg3 (rischio molto elevato: Arco, Baia della Torre) per un totale di 565 metri.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Aurelia Trianni

Aurelia Trianni

RACALE. “La borsa di una donna pesa come se ci fosse la sua vita dentro”: a regalare un fotogramma a quel racconto sanremese di Noemi ci pensa il particolare esperimento di socio-fotografia realizzato da Aurelia Trianni (foto), in mostra il 4 e 5 agosto all’interno del Giardino costiero di Torre Suda, nell’ambito di “Artetica – Festival di talenti, creatività e gusto”. Il progetto è realizzato grazie al contributo di oltre 70 donne che, da ogni parte del web, hanno risposto all’invito di svuotare il contenuto della propria borsa, immortalarlo in una foto e condividerlo su un gruppo segreto di Facebook. Difficile voler interpretare dei piccoli grandi mosaici di colori e abitudini: il risultato è un racconto in bilico tra “l’essenziale” custodito gelosamente e pezzi di spicciola quotidianità riposti, quasi mai, a caso.

Torre Suda giorno 2Torre Suda (Racale) – Il fatto fa ancora parlare di sé, un po’ per la singolarità dell’accaduto, un po’ per il bilancio finale che poteva essere ben più pesante. Invece solo quattro feriti per lievi escoriazioni (due adulti e altrettanti ragazzi) a fronte della quindicina di persone in qualche modo coinvolte dall’irruzione sulla corsia ciclopedonale di una minicar guidata da una 42enne di Taviano. La guidatrice, per sorpassare l’auto davanti – siamo sul lungomare intorno alle 23 di sabato – non ha pensato di meglio che invadere la pista riservata a ciclisti e soprattutto pedoni, nella serata in cui si svolgeva una sagra di richiamo per la zona e per i turisti. Scene di panico e fuggi fuggi generale. Poi le chiamate al “118” e le cure, tranne per quei quattro più sfortunato che sono finiti in ospedale. Con un’appendice: l’investitrice si è data alla fuga ma è stata bloccata prima ancora che dai vigili urbani e dai carabinieri, dall’automobilista che intendeva superare a tutti i costi, un uomo di Alliste. In stato di evidente agitazione, la donna non ha voluto sottoporsi all’alcoltest. L’auto è stata sequestrata e la patente ritirata.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...