Home Racale Torre Suda
Articoli da Torre Suda, frazione del Comune di Racale

Torre Suda (Racale) – Mino Manca (di Nardò), Simone Sanasi (di Nardò) e Gianfranco Bottazzo (di Lizzano) sono stati i vincitori del “Trofeo Tropical – Amici del Mare”. La quattordicesima edizione della manifestazione di pesca sportiva si è svolta nei giorni scorsi a Torre Suda, con la partecipazione di 37 imbarcazioni, che hanno reso positivo il bilancio della competizione organizzata dall’associazione Amici del Mare di Racale, in collaborazione con Tropical Store e Cantiere Aperto di Racale e con la Pro Loco di Torre Suda.

Una gara densa e ricca di emozioni, durata per ben quattro ore, che ha appassionato gli amanti di questa pratica sportiva. Al termine della gara sono stati premiati i concorrenti giunti dal primo all’ottavo posto, e sono stati assegnati premi speciali al concorrente più anziano (Gino Palumbo), a quello più giovane (Francesco Fiore) e al pescatore della preda più grossa (Marcello Del Monte).

Torre Suda (Racale) – Ritorna l’appuntamento con la Passeggiata podistica di Torre Suda, giunta alla sua seconda edizione: dopo il successo dello scorso anno, le associazioni sportive Moving lab e Walking club di AllisteFelline, col patrocinio del Comune di Racale, riproporranno sabato 18 agosto una camminata non competitiva e a passo libero, su un percorso di 5 km.

La partecipazione è gratuita, con iscrizione da effettuarsi in orario di ritrovo, entro le 18,30, presso il Giardino costiero di Torre Suda. Da qui, alle 18,45 si avvierà la camminata per la costa e il lungomare, fiancheggiando campagne caratterizzate dai muretti a secco. Il percorso si concluderà in piazzetta di San Marco, nei pressi della chiesa Stella maris: da qui si godrà della vista del tramonto, tra suoni e sapori.

L’importanza di fare sport: il commento di Federica Marinosci – “Sarà un percorso itinerante tra il mare e la campagna, con l’obiettivo di sensibilizzare le persone alla pratica dell’attività fisica regolare – spiega l’organizzatrice, Federica Marinosci (in foto con il consigliere delegato per Torre Suda Daniele Renna). – Lo faremo tutti insieme: grandi e piccini, anche con i vostri amici a quattro zampe”. E conclude: “Sarà un’occasione per incontrarsi con i tanti appassionati di camminata della provincia. Voi mangiate, che dopo Ferragosto ci pensiamo noi”.

Torre Suda (Racale) – Per il quarto anno consecutivo il giardino costiero “Gabriele Toma” di Torre Suda si trasformerà, sabato 28 e domenica 29 luglio, nel “Giardino incantato di Anastasia”: un evento che celebra il ricordo, più vivo che mai, della piccola ginnasta (in foto) che appena undicenne, nel 2014, non riuscì a sconfiggere un male combattuto con tenacia.

Donare un sorriso ai più piccoli è l’obiettivo – Forza e tanto amore sostengono i genitori e tutti i soci dell’associazione onlus “Gli amici di Anastasia” (con il patrocinio del Comune di Racale) nell’intento di regalare ai bambini due serate interamente dedicate a loro e alla piccola stella Anastasia. “È tutto pronto, ciccia mia. Ansia di come andrà non ne abbiamo, perché sarai tu la guida di tutto – scrive la mamma di Anastasia sulla pagina dell’associazione. – Grazie a chi crede in noi e ci sostiene. Tanto divertimento per i bambini e per i ragazzi, dai quali andiamo per donare un sorriso: è una gioia averli qui e non ci sarà il diversamente abile, non ci sarà il debole di mente, non ci sarà nessun diverso, solo amici”. L’associazione è impegnata nella clown-terapia e anche questa IV edizione della manifestazione avrà come obiettivo la raccolta fondi per l’acquisto di attrezzature mediche da donare nei reparti oncologici.

Un paese dei balocchi che dura 2 giorni: il programma – Le due serate si apriranno alle 19:30 e avranno un programma fittissimo, che include: balli di gruppo, carretto dei gelati, zucchero filato e pop corn, postazione trucca bimbi e spettacolo pirotecnico. Sarà allestita un’area gonfiabili, che farà da contorno a varie esibizioni, con la scuola di ginnastica ritmica Asd Doria Gym di Racale; Marco Corsano e il suo oboe; la voce di Arianna Manfreda; i balli di Tropical Dance (di Taviano); l’animazione e la magia comica di Rocky di Maggio; la musica del duo “Il peccato di Eva”; lo spettacolo di bolle di sapone curato da Alessandra Manco (di Melissano); le canzoni di Niro da Area Sanremo 2017; Mimmo Lafera e Pino Fusco del Mudù. Presenteranno le serate Massimo Corvaglia e Daniela Stomeo. Ingresso gratuito.

Racale – Prosegue il servizio di disinfestazione e derattizzazione messo in campo dal Comune: i prossimi interventi sono in programma a Torre Suda nella notte fra il 23 e il 24 luglio, e a Racale nella notte fra il 25 e il 26.

Si tratta in entrambi i casi di interventi adulticidi, volti a eliminare gli esemplari adulti di insetti. La disinfestazione – eseguita da Sogea srl, la ditta incaricata del servizio – comincerà a partire dall’1 di notte. Durante tutto lo svolgimento del servizio si raccomanda di tenere chiuse porte e finestre, e di non lasciare all’aperto generi alimentari o indumenti.

 

Torre Suda – Domenica 15 luglio (alle ore 22) l’attore Ettore Bassi sarà al giardino costiero di Torre Suda, per portare in scena lo spettacolo “Il sindaco pescatore”: l’evento rientra nella programmazione del Festival per l’estate 2018 organizzato dall’amministrazione comunale. I biglietti (costo 5 euro) si possono acquistare presso l’ufficio di informazione e accoglienza turistica. Info ai numeri 327.4763535 – 0833.902352.

Coraggio e lotta per la legalità – In questo monologo per la regia di Enrico Maria Lamanna, Ettore Bassi racconterà la vita di Angelo Vassallo, sindaco del Comune di Pollica (in provincia di Salerno) ucciso il 5 settembre del 2010 in un attentato di cui si sospetta la natura camorristica, ma non sono mai stati individuati gli autori. Ambientalista convinto ed ex pescatore, Vassallo lottò per salvaguardare la bellezza della sua terra ed è ricordato – fra le altre cose – per aver emanato un’ordinanza che fissava multe fino a mille euro per chi veniva sorpreso a gettare a terra mozziconi di sigaretta.

Una sana follia – La scelta di portare in scena lo spettacolo “Il sindaco pescatore”, tratto dall’omonimo libro di Dario Vassallo (fratello di Angelo), nasce dalla volontà di riconfermare Racale come “Città della follia”, una sana follia. Il sindaco Donato Metallo afferma: “Iniziamo con una storia di ostinata follia, l’idea di rendere il mondo un posto migliore anche a costo della propria vita. La follia di sognare, lottare, costruire e sperare. Sperare in un orizzonte diverso, costruire un immaginario differente, la politica delle piccole comunità, dei grandi uomini”.

 

Taviano – Sono quattro le prime condanne a carico dei componenti della banda ritenuta responsabile di numerosi colpi ai danni di abitazioni ed esercizi commerciali nelle zone di CasaranoTavianoRacale e Ugento e marine tra la fine del 2015 e i primi mesi del 2016. L’associazione venne sgominata dai carabinieri della Compagnia di Casarano insieme ai colleghi del Nucleo investigativo di Lecce all’alba dello scorso 21 febbraio con l’operazione “Alì Babà” che portò al coinvolgimento di numerose persone: nel totale dieci furono gli arrestati e nove gli indagati a piede libero. Per quanti  hanno scelto la strada del patteggiamento, il Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Lecce ha inflitto 3 anni e  quattro mesi ciascuno al 45enne Gianfranco Schito e al 47enne Fabio Nobile (ritenuti i capi del sodalizio criminale), al 27enne Zakaria Kadim ed al 22enne Nicholas Lezzi, tutti residenti a Taviano ritenuti, a vario titolo, responsabili dei reati di associazione a delinquere finalizzata ai furti, ricettazione ed estorsione. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, dopo aver commesso i furti la banda proponeva ai legittimi proprietari l’acquisto di quanto gli era stato sottratto con la cosiddetta tecnica del “cavallo di ritorno”.

Racale – Rientra nell’ambito del progetto “Una campagna per le campagne”, finanziato dalla Provincia di Lecce, il cantiere sociale di cittadinanza attiva per la “Giornata ecologica” di domenica 8 luglio. Pochi mesi fa, infatti, l’amministrazione comunale di Racale, risultata tra quelle vincitrici del suddetto bando provinciale, ha ritenuto utile stanziare parte dei fondi, destinati secondo il bando alla pulizia dai rifiuti di campagne e periferie, anche nel territorio di Torre Suda.

Il perché è ravvisabile nella bellezza della propria marina: uno specchio d’acqua a ridosso di un paesaggio agreste caratterizzato da campi ricchi di macchia mediterranea e “caseddhri”. Una bellezza che, troppo spesso purtroppo, è vittima del vandalismo dell’uomo che ne fa delle discariche a cielo aperto. La pulizia del territorio partirà in mattinata, alle 7:30, dalla piazzetta Stella Maris e annovererà, oltre ai cittadini volontari, la collaborazione di Gial Plast (Taviano) e di diverse associazioni locali.

“È un’occasione per sensibilizzare i concittadini e i turisti che già animano la nostra marina di tutelare il paesaggio – spiega la consigliera comunale con delega all’Ambiente, Anna Toma – Sarà una mattinata innanzitutto all’insegna dell’ecologia, ma anche della socializzazione e dell’educazione ambientale per promuovere comportamenti virtuosi e corretti nei confronti dell’ambiente che è bene comune”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Racale – Sarà un’estate pazza a Racale e Torre Suda, dove la follia farà da filo conduttore: l’Amministrazione comunale e il Consigliere con delega allo spettacolo, Adriano Gravili, hanno ufficializzato il programma estivo che coi suoi appuntamenti animerà la stagione della “Città della follia” e della sua marina. E sarà un luglio ricco di eventi che spazieranno tra tutte le forme artistiche.

L’appuntamento di apertura ha visto protagonista il teatro nello sfondo di piazza San Sebastiano, dove Pippo Franco e Marta Scelli hanno inscenato, il 30 giugno scorso, “Il tempo di Federico II e Dante Alighieri”. Dopo lo spettacolo “Per fare un albero ci vuole un pazzo” del 1° luglio, andrà in scena stasera l’altra rappresentazione curata da Liliana Putino de “Gli Indisciplinati”: “Atti unici di Raffaele Protopapa”, alle 21, a Palazzo D’Ippolito nel “Giardino dei Sensi e dell’Arte”. Sabato 7 e domenica 8, il Giardino costiero “Gabriele Toma” di Torre Suda accoglierà “Il villaggio dei Bambini”, colorandosi di gonfiabili, giochi e laboratori didattici per bambini. L’indomani, sempre nel Giardino, è programmato in mattinata l’appuntamento con “Una campagna per le campagne” in occasione della giornata ecologica.

Sabato 14 sarà una serata dinamica e ricca di sogni con lo spettacolo di ginnastica ritmica dell’associazione “Colibrì”, dal titolo “Dreams”. Un appuntamento di teatro contemporaneo è fissato per il 15 luglio: a partire dalle 22, l’attore Ettore Bassi interpreterà “Il Sindaco Pescatore”, tratto dall’omonimo libro di Dario Vassallo, dedicato ad Angelo Vassallo, il primo cittadino pescatore di Pollica ammazzato dalla mafia.

Altro appuntamento di cultura e di bellezza musicale con il concerto di Roberto Vecchioni, che col suo tour farà tappa a Torre Suda giovedì 19 luglio, dalle 22. Venerdì 20, l’Associazione degli artisti allieterà piazza San Sebastiano, a Racale, con “Colori a tavola”. Sempre nel centro città, l’associazione culturale la “Saratumbula” inscenerà la commedia in vernacolo “1948”: appuntamento per sabato 21 alle 21. L’indomani, Doria Gym presenterà nella marina lo spettacolo di chiusura anno di ginnastica ritmica, alle 21.

Una notte per i bambini Il 23, il gruppo teatrale amatoriale “Compagnia dei Castellani” rappresenterà “Eutanasia – La morte bella”. Mercoledì 25, in piazza Stella Maris a Torre Suda, si vivrà la “Notte Turchina”: una notte per i bambini con gonfiabili, giochi e mascotte. Venerdì 27 sarà di nuovo la volta dell’Associazione degli Artisti che, in Piazza San Sebastiano, presenterà il “Biocampus estivo 2018 – I colori a tavola”. Per il 28 e il 29 si ritorna nel Giardino costiero della marina, dove l’associazione “Amici di Anastasia” allestirà “Il giardino incantato di Anastasia”, ricco di gonfiabili e giochi per ragazzini. Lunedì 30, infine, “Gli Indisciplinati” porteranno in scena “Kepos: Filosofia è follia simposi”, a Palazzo d’Ippolito, alle 21.

“Potevamo stupirvi con effetti speciali, ma abbiamo preferito essere Folli – commenta il sindaco, Donato Metallo (foto)  – grazie a tutte le associazioni che hanno deciso di esserci, di creare manifestazioni e serate di divertimento, grazie ai volontari che come ogni estate saranno il cuore di tutta l’attività, grazie a tutti i commercianti che ci daranno una mano”.

Torre Suda – Ritornano anche quest’anno le “Domeniche in jazz” del Solatio di Torre Suda. La rassegna, giunta alla sua sesta edizione, si svolgerà come sempre sotto la direzione artistica del maestro Fulvio Palese (di Racale) e vedrà la partecipazione di musicisti italiani e stranieri di indiscusso valore.
Ad aprire questo 2018, domenica 1 luglio, alle ore 22 sarà proprio lo “Special trio” del saxofonista salentino con un concerto incentrato su ritmi funk e latin che prendono spunto dal suo recente lavoro discografico “Alétheia” (AlfaMusic). La band, composta da Fulvio Palese saxofoni, Pietro Vincenti tastiere, Francesco Pennetta batteria, è reduce dalla lusinghiera esperienza del Jazzit Fest #6: un expo/meeting di settore ideato dall’editore Luciano Vanni, nato come occasione di confronto tra musicisti e addetti ai lavori di ambito jazzistico, che quest’anno per la prima volta si è tenuto in Puglia a Montegrosso di Andria.
Si proseguirà poi l’8 luglio con il trio della vocalist Elisabetta Guido con un concerto incentrato sui grandi classici del jazz dal titolo “Swinging lady”, il 15 luglio con un omaggio alle celebri canzoni italiane rivisitate in chiave jazz proposto da Serena Spedicato, il 22 luglio con un quartetto internazionale capitanato dalla vocalist Valentina Grande che propone un percorso fra gli standard della musica brasiliana. Infine, il 29 luglio chiuderà la rassegna il “Metropolitan project” di Giusy Colì con una performance che spazia dal jazz, al blues, al funk. L’ingresso è gratuito, per info 3394119891 – 0833582402.

Racale – “Si dà atto, quindi, del raggiungimento dell’obiettivo di cui al comma 6, art. 22, L.R. 8/2018, e quindi dell’applicabilità, ai sensi della previsione legislativa, della sottoindicata aliquota di tributo speciale per il conferimento in discarica (ecotassa) per l’anno 2018, ai sensi della L.r. 8/18, pari all’ammontare minimo fissato dal comma 29, articolo 3 della legge n. 549 del 1995, e dal comma 1 – 3-bis- art. 32 della legge 28 dicembre 2015, n. 221, per i Comuni indicati nella seguente tabella riassuntiva: Ecotassa 2018 (euro/tonnellata)   5,17″: in queste righe di stampo burocratico vi è il riconoscimento della vittoria conseguita da sette Comuni (su 97) della provincia di Lecce. Racale, unico de Sud Salento, Campi, Lequile, Novoli, Squinzano, Trepuzzi Veglie hanno raggiunto – certifica la Regione con i suoi controllori – quota 65% dei rifiuti solidi domestici differenziati. Da qui il crollo dell’ecotassa dal 25,82 euro a tonnellata di rifiuti conferiti in discarica a 5,17. 

Il taglio sulle cartelle esattoriali dei cittadini per il 2018 non è di poco conto. E il successo conseguito, proprio con l’apporto fondamentale degli utenti, non viene sminuito dal fatto che in altre sedi, quelle giudiziarie alcuni Comuni con l’avvocato Pietro Quinto hanno impugnato e vinto il primo round di una battaglia legale che, per l’anno in corso, porta a 5,17 euro/tonnellata l’importo a carico di tutti i Comuni. La ragione sta in un vizio contenuto nella legge regionale relativa che, una volta superato in aula a Bari, porterà i buoni tra i buoni e i cattivi a lavorare sodo per risalire la china. “Siamo strafelici – commenta intanto la consigliera con delega all’Ambiente, Anna Toma – e questo ci incentiva a fare sempre di più. Tolleranza zero per chi non conferisce correttamente e impegno massimo per la tutela dell’ambiente”. (Anna Toma con Donato Metallo)

Un centro di analisi e ricerca sui rifiuti  Il “Faremo sempre di più” lo spiega il Sindaco Donato Metallo. “Adesso siamo già a 75% – premette – con un ulteriore balzo negli ultimi tre mesi in cui abbiamo iniziato a differenziare anche l’organico”. Prima di questo passaggio, i racalini erano attestati al 37%. Nei programmi dell’Amministrazione comunale, proprio per andare oltre, ci sono un nuovo ecocentro anche nella marina di Torre Suda ((finanziato con 300mila euro dalla Regione); altri 30mila euro di fondi comunali sono destinati – il bando pubblico sta per partire; un solo precedente in Italia – alla creazione di un centro di ricerca sui rifiuti con analisi dei flussi, del contesto ambientale, degli eventuali errori. Tra l’altro, 50mila euro di finanziamento regionale saranno spesi per smantellare e smaltire amianto; 11mila euro dalla Provincia dal progetto “Una campagna per le campagne” alimenteranno un laboratorio didattico e una bonifica di discariche abusive. “Certo, noi abbiamo fatto la nostra parte – conclude Metallo – ma senza il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini non avremmo avuto questo risultato”.

Va detto infine che altri Comuni hanno sfiorato il traguardo. Si tratta di Melpignano, Bagnolo del Salento, Minervino di Lecce, Monteroni, Salice, Lecce, Carmiano. Fuori anche Surbo per documentazione incompleta.

Gallipoli – Bontà (ed aziende) salentine ancora una volta in vetrina su Rai 1 nel programma “Buona a sapersi” condotto da Elisa Isoardi. Questa mattina le telecamere della nota trasmissione dedicata alla salute e all’alimentazione hanno illustrato le qualità delle melanzane con l’inviato Ivan Bacchi in collegamento diretto dall’azienda “Natura Salentina” di Gallipoli. Sono stati Dario e Alessandro Manzo (padre e figlio, di Taviano) a spiegare i segreti della coltivazione del prodotto  ortofrutticolo così come le modalità di commercializzazione. Non è mancato il momento culinario con la presentazione della ricetta light, ovvero le melanzane con latte e origano cotte al forno senza uova. L’azienda “Natura Salentina” si trova nel territorio di Gallipoli, in località Li Foggi, ed ha raccolto l’eredità della precedente azienda, condotta dagli stessi imprenditori originari di Taviano, che già negli anni ’70 iniziò a coltivare fiori per poi “convertirsi”, dopo la crisi del settore, su ortaggi, erbe aromatiche e primizie.

Questa appena iniziata è l’ultima settimana della programmazione stagionale di “Buono a sapersi” che ha visitato il Salento quattro volte, tra a Gallipoli e Torre Suda (Racale) per la coltivazione della spigola con Reho Mare, presso l’azienda “Pralina” di Melpignano per parlare di piselli e nella masseria Le Stanzie di Supersano.

Gallipoli – Nuovo appuntamento con il Salento per il programma di Rai Uno “Buono a sapersi” condotto da Elisa Isoardi. Lunedì 28 maggio, a partire dalle 11.05, la nota trasmissione dedicata alla salute e all’alimentazione illustrerà le qualità delle melanzane con l’inviato Ivan Bacchi in collegamento diretto dall’azienda “Natura Salentina” di Gallipoli. «Coltiviamo prodotti ortofrutticoli ma la nostra storia inizia negli anni ’70 con la produzione dei fiori. È stata la crisi del settore, negli anni 2007-08, a farci orientare su ortaggi, erbe aromatiche e primizie», fa sapere Alessandro Manzo che conduce l’azienda insieme al padre Dario. I due sono, infatti, di Taviano, storica piazza del mercato floricolo, mentre l’azienda si trova nel territorio di Gallipoli, in località Li Foggi. “Buono a sapersi” li ha contattati perché questo è il periodo giusto per la raccolta delle melanzane (“in realtà già da marzo”). Nel corso del collegamento verrà mostrata la fase della coltivazione e della raccolta in serra e del controllo qualità in magazzino e non mancherà la preparazione di alcuni piatti tipici a base di melanzane realizzati per l’occasione.

La scaletta del programma La scaletta del programma darà, poi, spazio all’agronomo Marco Valerio Del Grosso che illustrerà le principali varietà di melanzane spiegandone le caratteristiche e gli usi in cucina, all’esperta di sicurezza nutrizionale Stefania Papa che ne descriverà le proprietà benefiche, consigliando le cotture e gli abbinamenti più salutari. Sarà poi il direttore di Oncologia del Policlinico Umberto I di Roma a spiegare come le melanzane (soprattutto la buccia) possa tornare utile per la prevenzione del tumore allo stomaco. Toccherà poi al maestro di cucina Fabio Tacchella illustrare la preparazione di tre varianti delle melanzane ripiene mentre il collega Guerrino Maculam proporrà i gustosi involtini di melanzane. Alla fine tradizionale “borsino” della spesa”, con le quotazioni di “Mr. Prezzo”, Claudio Guerrini direttamente dai banchi del “mercato delle erbe” di Bologna.

“Buono a sapersi” di casa nel Salento Il programma condotto dalla Isoardi ha visitato di recente la Masseria Le Stanzie di Supersano, l’azienda “Pr.ali.na” di Melpignano (per parlare di piselli) e, lo scorso 14 dicembre, l’azienda “Reho mare” per la coltivazione della spigola a Torre Suda (Racale) e per le fasi di produzione a Gallipoli.

 

Supersano – È ormai di casa nel Salento il programma di Rai Uno “Buono a sapersi” condotto da Elisa Isoardi che giovedì 26 aprile sarà in collegamento con “Masseria le Stanzie” di Supersano.  A partire dalle 11.05, la nota trasmissione del mattino Rai tratterà l’argomento delle torte rustiche con l’inviato Umberto Salamone ospite dell’azienda di Donato Fersino che dal 1980 si caratterizza per la tutela dell’ambiente, la conservazione del paesaggio e la valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio. Quella delle Stanzie è tra l’altro una delle location più gettonate del  Salento per set cinematografici, matrimoni per vip, cortometraggi  e varie trasmissioni televisive: da Sereno Variabile a Linea Verde, passando per Gambero rosso e Alle falde del Kilimangiaro e Eat Parade, con c’è programma che non sia giunto nelle campagne di Supersano per raccontare il Salento vissuto e conservato in masseria. Già lo scorso 9 aprile il programma condotto dalla Isoardi è stato a Melpignano (nell’azienda “Pr.ali.na”) per parlare di piselli mentre lo scorso 14 dicembre aveva visitato l’azienda “Reho mare” per la coltivazione della spigola a Torre Suda (Racale) e per le fasi di produzione a Gallipoli.

La scaletta del programma La trasmissione di giovedì 26 aprile si soffermerà, invece, sulle torte rustiche, “gustose, nutrienti e, se fatte con farina integrale, adatte a chi soffre di pesantezza allo stomaco”. Elisa Azzimondi, storica dell’alimentazione, ne illustrerà le principali varianti  dando preziose indicazioni su come riconoscere le migliori mentre Stefania Papa,  esperta di sicurezza nutrizionale, ne descriverà le proprietà benefiche, consigliando i ripieni più salutari. Sarà poi il gastroenterologo del Policlinico Gemelli di Roma, Giovanni Cammarota, a spiegherà come la farina integrale sia una valida alleata per chi soffre di pesantezza allo stomaco mentre la maestra di cucina Antonia Di Stasi mostrerà come realizzare tre salse di accompagnamento per le torte rustiche. Le farà eco la collega Anna Maria Palma che, invece, proporrà una “pizza rustica alla parmigiana”. Spazio, infine, al “borsino” della spesa, con le quotazioni di “Mr. Prezzo”, Claudio Guerrini direttamente dai banchi del mercato “Testaccio” di Roma.

 

Melpignano – Torna a fare tappa nel Salento “Buono a sapersi”, il programma di Rai Uno condotto da Elisa Isoardi che lunedì 9 aprile si collegherà dall’azienda “Pr.ali.na” di Melpignano. A partire dalle 11.05 si parlerà di piselli, tipico legume di stagione, e per questo l’inviato Ivan Bacchi avrà modo di illustrare il profondo legame con il territorio che caratterizza l’azienda di trasformazione agro-alimentare sorta nel 1991 (grazie all’iniziativa di un gruppo di giovani professionisti spinti da passioni e da esperienze comuni), con l’intento di “difendere e valorizzare il territorio e la sua agro-biodiversità”. Tre le “finestre” previste all’interno della nota trasmissione della Rai, dapprima per mostrare dove nascono i piselli (ovvero il tema centrale della puntata), poi per illustrare le modalità di trasformazione e chiudere con la presentazione del prodotto finale nell’ambito della degustazione di prodotti tipici.

All’estero il 60% del prodotto «Ancora oggi la nostra azienda mantiene le caratteristiche proprie di un laboratorio artigianale coniugando la scelta delle materie prime ed il rispetto della tradizione con la tecnologia ed i processi di controllo industriali», afferma Valentina Avantaggiato, figlia della fondatrice Lisella Dal Porto. Oggi la “Produzioni alimenti naturali” ha dodici dipendenti ed esporta all’estero, principalmente in Giappone, Australia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra e Irlanda, il 60% dei suoi prodotti tra sughi, condimenti, zuppe, conserve naturali e da poco anche marmellate. «Particolare attenzione è quella che poniamo  alla sostenibilità ambientale dell’intero ciclo produttivo», continua la giovane responsabile commerciale. Dello scorso novembre è la campagna di “equity crowdfunding” che,  puntando a sostenere i prodotti “made in Salento”, ha allargato la partecipazione societaria (tramite il portale WeAreStarting.it), “raggiungendo i 100mila euro prefissati addirittura in anticipo rispetto al previsto”, come conferma Avantaggiato. Ma come è avvenuto il contatto con la Rai?  «In realtà sono stati loro a cercarci, tramite un nostro cliente. Poi hanno preso informazioni sui nostri prodotti e hanno visto che, probabilmente, facevamo al caso loro».

La puntata di lunedì 9 aprile La puntata dedicata al pisello, “un legume leggero e digeribile, ricchi di fibre ed utili a chi soffre di patologie gastrointestinali”, prevede anche l’intervento dell’agronomo Augusto Tocci che spiegherà come riconoscere le varie specie e qualità, la dietista Lucia Bioletti, che ne illustrerà le proprietà benefiche  sottolineando il modo migliore per cucinarli, la mastra di cucina Maria Paola Carcaterra che preparerà un’insalata russa a regola d’arte mentre la collega Cristina Lunardini proporrà una crema di piselli con le mandorle ed il maestro gelatiere Dario Rossi mostrerà come fare il gelato di piselli. Spazio, infine, anche al “borsino” della spesa, con le quotazioni di “Mr. Prezzo”, Claudio Guerrini, dal mercato “Orientale” di Genova.

Il precedente con “Reho mare” Già lo scorso 14 dicembre le telecamere del programma condotto dalla Isoardi erano state tra Racale (Torre Suda) e Gallipoli per illustrare la coltivazione in mare e le fasi di produzione dell’allevamento “Reho mare” nell’ambito di una puntata dedicata alla spigola

Taviano – Si erano resi irreperibili dallo scorso 21 febbraio ma i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Gallipoli li hanno intercettati e arrestati all’aeroporto di Brindisi. Anche i 22enni Nicholas Lezzi e Mattia Greco, entrambi di Taviano, erano coinvolti nell’operazione “Alì Babà” con la quale nei giorni scorsi i carabinieri hanno sgomitato un’associazione  a delinquere specializzata  nel saccheggiare negozi e abitazioni (soprattutto estive) tra Taviano, Racale e Ugento e le marine di Mancaversa, Torre Suda e quelle limitrofe, sino a Torre Mozza e alle altre località sino al Capo di Leuca ed in alcuni casi anche in paesi vicino a Lecce. Oltre 250 sono gli episodi riconducibili alla banda che al momento ha portato all’arresto di otto persone e all’iscrizione di altre nove nel registro degli indagati. Lezzi è stato condotto nel carcere leccese di Borgo San Nicola mentre Greco è finito agli arresti domiciliari.

Casarano – Otto arresti e nove indagati per quella che i carabinieri hanno chiamato una vera e propria “holding delinquenziale”. Ovvero un’associazione  a delinquere specializzata  nel saccheggiare negozi e abitazioni (soprattutto estive) tra Taviano, Racale e Ugento e le marine di Mancaversa, Torre Suda e quelle limitrofe, sino a Torre Mozza e alle altre località sino al Capo di Leuca ed in alcuni casi anche in paesi vicino a Lecce. Oltre 250 sono gli episodi riconducibili alla banda. La tecnica estorsiva spesso usata quella del cosiddetto “cavallo di ritorno”, ovvero con la proposta rivolta agli stessi derubati di riacquistare le loro cose. L’attività d’indagine dei carabinieri ha preso le mosse verso la fine del 2015 in seguito ai numerosissimi furti ai danni di abitazioni, spesso estive, nel corso dei quali i ladri dimostravano interesse soprattutto per condizionatori d’aria, elettrodomestici vari, giare in terracotta (antiche o di nuova fattezza), ma anche biciclette, televisori e persino posate: in genere ogni oggetto utile da poter piazzare con facilità sul mercato della ricettazione.

La tecnica d’azione: amici evitati e amici contattati – I carabinieri hanno pure appurato l’accortezza della banda nell’evitare di colpire le abitazioni di amici e parenti: i colpi venivano programmati soprattutto nelle ore serali e notturne, utilizzando auto di proprietà degli stessi componenti in sodalizio criminale. Spesso e volentieri, quand’era possibile risalire ai proprietari derubati, questi ultimi venivano contattati direttamente con la proposta di riavere indietro le loro cose dietro il corrispettivo di un pagamento. Il più delle volte, invece, la banda si rivolgeva ad acquirenti compiacenti, ben consapevoli del loro ruolo di ricettatori, attraverso vere e proprie indagini di mercato al fine di stabilire il possibile prezzo.

Otto arrestati e nove denunciati – Una volta individuato il gruppo d’azione, i carabinieri sono riusciti tramite le intercettazioni telefoniche ed ambientali ad intrecciare le posizioni dei diversi soggetti coivolti. Questa mattina, all’alba, i carabinieri della Compagnia di Casarano sono entrati in azione procedendo ad otto arresti nel corso dell’operazione  denominata “Alì Babà”, ai carabinieri del sesto Elinucleo di Bari e ad unità cinofile al fine di verificare la presenza di armi e droga. In carcere sono finiti Gianfranco Schito, custode del depuratore comunale di Taviano, Fabio Nobile, autotrasportatore di Taviano, ed il marocchino Zakaria Kadim. Gli arresti domiciliari sono stati disposti per Mattia Schito (figlio di Gianfranco) e Andrea Giannelli mentre al momento sono irreperibili altri tre destinatari dei provvedimenti cautelari, ovvero Nicolas Lezzi, Marco Danilo e Mattia Greco. A vario titolo, le accuse loro rivolte sono quelle di associazione delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio. Nello specifico il custode del depuratore comunale di Taviano avrebbe utilizzato un rudere nei pressi dello stesso impianto per il deposito degli oggetti rubati. Altre nove persone risultano denunciate con le accuse di minacce e tentato furto.

Torre Suda – Cittadini e villeggianti della prossima stagione estiva potranno contare su servizi sempre più efficienti con l’importante intervento portato a termine da Acquedotto Pugliese nella marina di Racale. Giunti a conclusione i lavori per il completamento delle rete idrica, il servizio è ora esteso all’intera marina, grazie al posizionamento di nuove condotte, per una lunghezza complessiva di 19 chilometri. L’intervento è costato 4,5 milioni di euro e rientra tra quelli previsti dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), nell’ambito del “Fondo per lo sviluppo e la coesione” – Settore idrico e si inquadra nei piani di ammodernamento e l’efficientamento della rete idrica realizzati da Aqp, che solo nel 2016 (ultimo dato consolidato) ha richiesto un impiego di risorse pari a 48 milioni di euro.

Torre Suda (Racale) – Continuano le ricerche dei poliziotti del commissariato di Gallipoli del conducente dell’auto intercettata venerdì pomeriggio nella marina di Racale, recuperata in aperta campagna e risultata poi rubata. Un equipaggio di una volante intorno alle 15.40 di venerdì intima l’alt all’uomo al volante di una Opel Corsa ma l’unico individuo a bordo anziché fermarsi accelera e cerca di far perdere con manovre pericolose le proprie tracce. I poliziotti lo inseguono a sirene spiegate mentre dalla centrale arriva la conferma della natura furtiva dell’automezzo. Lasciato i centro abitato, il veicolo è stato diretto dall’autista in campagna e lì abbandonato per poi proseguire di corsa a piedi. Il tentativo di dileguarsi è riuscito, nonostante l’inseguimento, operato dagli agenti a piedi tra i viottoli delle campagne. L’auto è stata restituita al proprietario, un uomo di Racale, che l’aveva vista sparire alcuni giorni prima proprio mentre era al lavoro nei campi. Nell’abitacolo i poliziotti hanno rinvenuto oggetti da provenienza ignota e dei documenti di identità e di circolazione di un  uomo di Matino che poco prima dell’inseguimento aveva subito il furto della sua borsa lasciata sul sedile di un Ape Piaggio parcheggiato di fronte alla propria casa. Non sono stati rinvenuti invece elementi utili alla identificazione del presunto ladro. L’indagine prosegue setacciando anche alcuni ambienti di “ladri seriali” ben noti alle forze di polizia e collegati allo spaccio di droghe.

Gallipoli – Un pezzo di Salento di pregio ha trovato spazio nella odierna mattinata televisiva nazionale, in particolare su RaiUno, programma “Buono a sapersi” condotto da Elisa Isoardi. Gli allevamenti di pesce della “Reho mare” al largo di Torre Suda (Racale) sono stati al centro dell’interesse e del desiderio gustativo di alcuni milioni di spettatori. La troupe televisva ha trovato anche una giornata di sole che ha fatto da degno cornice al racconto dell’inviato Umberto Salamone, tra un collegamento con lo studio e l’altro. Il padrone di casa, un emozionato Aldo Reho, ha raccontato dallo stabilimento del’area industriale di Gallipoli, come – in pochissime ore – dal mare aperto le sue spigole possono finire in padella, già bell’e sfilettate, nelle pescherie o nei centri della grande distribuzione. Il pesce viene meccanmicamente trattato in base alla pezzatura, finisce nelle cassette e qui viene marchiato: “Quel cartellino è la sua carta d’identità, garantisce che è prodotto in Italia e tutela i consumatori”, ha detto tra l’altro Reho. I conduttori hanno ringraziato le testate giornalistiche che hanno diffuso la notizia del loro arrivo e del loro servizio, tra queste “Piazzasalento”, che ha seguito passo passo questa speciale attività produttive, vero fiore all’occhiello di questo territorio.

Qui il video (dal minuto 24)

Gallipoli – Il mare di Gallipoli ed il suo apprezzato allevamento in mare aperto giovedì 14 dicembre saranno i protagonisti del noto programma “Buono a Sapersi”, alle 11.05 su RaiUno. La conduttrice Elisa Isoardi tratterà il tema della spigola, pesce delicato e ricco di preziosi nutrienti. Della partita saranno il biologo marino Claudio Brinati, il quale illustrerà le differenze esistenti tra le spigole pescate e quelle allevate, dando consigli pratici su come acquistarle e mangiarle in sicurezza. Valentina Galiazzo, biologa nutrizionista, parlerà dei principi nutrizionali di questo pesce ipocalorico e ricco di vitamine, fosforo e antiossidanti. Seguendo la scaletta del programma, vi è poi il professore Alfredo Sebastiani, responsabile dell’Unità operativa di Broncopneumologia all’Ospedale San Camillo – Forlanini di Roma, che illustrerà che cos’è l’asma e quali sono gli esami che consentono di diagnosticarlo. Intanto Viviana Varese, maestra di cucina, realizzerà dei carpacci di spigola, insaporiti da diverse marinature. Le farà eco la collega Velia De Angelis che preparerà una spigola al forno con crema di carciofi e di zucca gialla.
Non mancherà ovviamente un collegamento in diretta con l’inviato Umberto Salamone, che sarà ospite di un allevamento di spigole nel mare tra Gallipoli e Torre Suda di Racale, struttura riconosciuta da una ricerca della Regione particolarmente adatta per impiantare nelle vicinanze un insediamento per il ripopolamento ittico, secondo un programma operativo finanziato dall’Unione europea.

TORRE SUDA (RACALE) – Con l’estate ormai in archivio, malgrado le belle giornate d’autunno, prosegue il controllo delle forze dell’ordine sulla regolarità di lidi e stabilimenti, alcuni dei quali continuano a restare aperti potendo offrire un servizio al coperto. Da ultimo, i carabinieri hanno denunciato il gestore di un lido di Torre Suda, marina di Racale, per aver violato delle norme urbanistiche ed aver eseguito opere in assenza di autorizzazioni su zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Dai controlli effettuati dai militari è emerso che il 38enne S.S., nato a Casarano e residente a Racale, avrebbe costruito a Torre Suda quattro strutture in Pvc, dalle dimensioni di 3.5 metri per 1.5, in uso allo stesso stabilimento balneare.

Salva

TAVIANO. Mentre si riavvia – dopo un piccolo periodo di attività a cavallo tra aprile e maggio scorsi – il cantiere di Gallipoli, tratto dallo stadio comunale al canale dei Samari, che ha subito qualche ritardo per via di questioni tecniche sorte col Demanio marittimo, anche il tratto più a sud di un unico progetto di valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri è ormai prossimo a cominciare i lavori. Il riferimento è al tratto che va dalla piazza di Mancaversa (Taviano) a Torre Suda di Racale, fino alla cala di Torre Sinfonò (Alliste). L’appalto – anche qui di circa 2 milioni di euro – era stato assegnato all’impresa “Geo impianti” di Taviano ma la seconda classificata nella graduatoria – la “Morello” di Caprarica di Lecce – aveva fatto ricorso al Tar contestando i risultati finali della gara. Il 2 ottobre i giudici amministrativi della sezione di Lecce hanno confermato invece le risultanze cui sono giunti i tecnici del Comune di Gallipoli capofila per questa progettazione intercomunale, valutando come effettivamente migliorative le proposte avanzate dall’impresa di Taviano. Alla fine dei cantieri, da Gallipoli alle marine di Alliste si potrà andare anche camminando o in bici, oltre che in auto.

Racale. “Il servizio, al secondo anno, è apprezzato, sia dai locali sia dai turisti che arrivano in Comune a chiedere particolari su come si fa”: la consigliere delegata Anna Toma, da poco in carica, segue questa raccolta particolare di rifiuti, quelli cioè che si lasciano nelle stanze e nelle abitazioni prese in affitto per la stagione o per una settimana. Si chiama “isola ecologica mobile” e si trova nella zona di largo Torre a Torre Suda; raccoglie appunto gli scarti di una vacanza ed è “aperta” ad operatori turistici, alle ditte di pulizie, ai proprietari degli alloggi. Il Comune, come altri ormai, si è dotato inoltre di telecamere per beccare i ”vandali” che gettano via i loro rifiuti per ogni dove. E l’ambiente ne guadagna.

RACALE. Pur con la fine di agosto ormai imminente, proseguono gli eventi estivi a Racale e Torre Suda. Il 24, con “Teatro in pillole” si renderà omaggio ai due grandi teatranti Dario Fo e Franca Rame: lo spettacolo, organizzato dall’associazione “Indisciplinati”, avrà luogo presso il “Giardino dei sensi e dell’arte” di Palazzo d’Ippolito, a Racale, a partire dalle ore 21. Nei giorni 26-27, il giardino costiero “Gabriele Toma” di Torre Suda ospiterà “La notte turchina dei bambini”: giornata di divertimento e fantasia per regalare ad ogni bambino la gioia di una storia ancora da raccontare. Appuntamento promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Pro loco. Per il 31 agosto, infine, gli “Indisciplinati” hanno ideato la “Notte in giallo nel centro storico”, che si aprirà alle ore 20:00 proprio nella centrale piazza San Sebastiano di Racale.

by -
0 622

TORRE SUDA. Serata all’insegna della buona musica quella di sabato 12 agosto, dalle 22, ad “Alegria Park” di Torre Suda, marina di Racale. Insieme alle specialità alla brace ed ai cocktail tipici del locale, la faranno da protagonista le selezioni viniliche di Max Nocco, personaggio chiave della scena underground salentina, tra elettronica, jazz, soul, dub, new wave, kraut, hip-hop, funk ed altro ancora. Esattamente quello che si può ascoltare in una sua selezione con i cari vecchi e nuovi vinili (informazioni al numero 393/2251728).

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...