Home Notizie Racale
Ultime notizie dal Comune di Racale

RACALE – Donatello Pisanello è il polistrumentista atteso a Racale nell’ambito della rassegna “Visite d’artista” organizzata dalla Casa per la vita “Artemide”. Il nuovo appuntamento è martedì 21 novembre, alle 17, per un incontro che, come le altre “visite” vuole mettere in contatto diretto musicisti e artisti salentini con gli ospiti della comunità residenziale a carattere socio-sanitario gestita dalla “Domus vivens srl”. Durante gli incontri gli ospiti vengono seguiti dallo psicologo della struttura Massimiliano Macagnino e dal direttore artistico e ideatore del progetto, il sociologo Walter Spennato. Al fine di sensibilizzare e coinvolgere chi intende avvicinarsi a queste tematiche è possibile prenotarsi per assistere ad una “Visita d’Artista” chiamando in struttura: l’evento è aperto a 10 persone (info: 0833 908506 – info@domusvivens.it). Pisanello, storico fondatore di Officina Zoè, suona l’organetto, la chitarra e la mandola ed è tra i protagonisti della riscoperta e rivisitazione della musica popolare salentina negli ultimi anni. Sue le colonne sonore di alcuni film diEdoardo Winspeare, Giorgia Cecere, Paolo Pisanelli, Corrado Punzi e Pippo Mezzapesa. Dopo gli incontri con Carolina Bubbico, Maristella Martella e Cesare Dell’Anna, la rassegna proseguirà il 25 novembre con l’attore Ippolito Chiarello ed il 19 dicembre con il musicista Raffaele Casarano.

Ugento – Quattro anni e mezzo di galera a Pasquale Preite, 64enne di Ugento, tre  anni a Ines Stamerra, 26 anni di Salve, e due anni a Giordana Dalila De Leone, 23 anni di Racale: è finito così il processo di primo grado a carico di questo gruppo che ha tentato con mezzi anche brutali di “convincere” il titolare di un lido di Torre San Giovanni, di pagare il “pizzo”, tentando di farsi consegnare l’incasso completo riveniente da ombrelloni e sdraio. La vicenda ha avuto inizio nella tarda primavera del 2015. le indagini sono subito scattate grazie alla denuncia dell’operatore turistico, titolare anche di un ristorante. I carabinieri di Ugento ed il pubblico ministero Stefania Mininni hanno condotto le indagini, raccogliendo elementi e testimonianze, comprese quelle dei familiari del malcapitato ma coraggioso imprenditore. Alle minacce, portate avanti in un episodio brandendo un’ascia e cercando di colpire la vittima designata, aveva partecipato con incitamenti e insulti la Stamerra; con la De Leone, aveva aggredito anche la moglie e il figlio del titolare dello stabilimento. Calci e pugni erano gli altri “mezzi” usati per convincere la preda a pagare (richieste frequenti di 500 euro a “visita”) per non avere guai maggiori. A fine luglio la decisione di non cedere. Dopo poco più di due anni la sentenza di colpevolezza del trio.

by -
0 401

RACALE. Uno sguardo insolito del Salento notturno, di luoghi in cui la natura fa da cornice alle strade illuminate solo dalle stelle. A donare uno spettacolo inconsueto è il fotografo Ivano Gnoni con la mostra “Home, the Startrails”, ospitata dal Museo-Laboratorio dell’Emigrazione delle Serre Salentine di Racale. La personale potrà essere visitata gratuitamente domenica 19 novembre al 16 dicembre. Apertura straordinaria domenica, quindi, per il museo-laboratorio LABE, inaugurato nel 2015 e attualmente gestito dalla Società Cooperativa “Gli InDisciplinati”. 

Luogo del recupero della memoria storico-culturale dell’emigrazione della popolazione appartenente ai comuni del Gal Serre Salentine, il laboratorio è anche “nodo locale” della Rete Regionale del Progetto “Pugliesi nel Mondo” creata con il supporto del Servizio Pugliesi nel Mondo della Regione Puglia per la ricerca di documenti e materiali sull’emigrazione pugliese.

by -
0 534

TAVIANO. Primo step raggiunto per il “Premio nazionale teatrale”, progetto triennale presentato dall’associazione Teatrale Calandra in Ats (associazione temporanea di scopo) con il Comune di Taviano, Comune di Tuglie e Istituto di Culture Mediterranee. La proposta risulta tra le iniziative progettuali riguardanti lo Spettacolo dal vivo, Residenze artistiche e le Attività culturali selezionate dalla Regione Puglia, nell’ambito dell’avviso pubblico a sostegno di imprese creative e progetti a carattere triennale con l’obiettivo di favorire il rapporto fra tradizione e innovazione nella valorizzazione delle identità e del patrimonio culturale, storico e artistico. “Una prima tappa raggiunta – sottolinea il Sindaco di Taviano Giuseppe Tanisi – per concretizzare un programma che prevede fra l’altro la presenza, col ruolo di presidente di giuria, del giornalista e critico Vincenzo Mollica, che a Taviano terrà una masterclass di critica dello spettacolo e una mostra temporanea di arte visiva”. Nel frattempo, in attesa di conoscere gli esiti definitivi del sostegno finanziario da parte della Regione nell’ambito del “Patto per la Puglia”, è partita una parte del progetto “Sipari di periferia”, laboratori espressivo-teatrali per più piccoli a cura della Compagnia “La Busacca”.

Secondo quanto emerge dalla determinazione dirigenziale della Sezione Economia della Cultura pubblicato lo scorso 7 novembre, Taviano risulta in buona compagnia: tra i soggetti candidati le cui proposte di attività culturali sono risultate ammesse figura, infatti, anche il Comune di Aradeo con il suo “Carnevale aradeino e delle Serre Salentine – In maschera 365”, il Comune di Matino con il progetto “Amiamo la Cultura – Il villaggio creativo dell’arte”, Patù con “La luna dei Borboni”, Ugento con il “Premio internazionale di archologia Zeus”, il Comune di Racale, che lo scorso 21 luglio aveva annunciato tramite il suo Sindaco Donato Metallo la presentazione del progetto “Città della follia”, finalizzato al racconto e alla valorizzazione della particolare creatività e intraprendenza di comunità attraverso una serie di concerti, spettacoli, laboratori. In quell’occasione come direttore artistico era stato scelto Roberto Vecchioni, il quale aveva accolto con entusiasmo la proposta avanzata dal primo cittadino. Ora bisognerà attendere che il progetto venga finanziato per tre anni con il bando cultura.

L’avviso pubblico ha infatti una dotazione finanziaria complessiva pari a 18 milioni di euro e prevede un contributo tra un valore minimo annuo (per i tre anni) di 10mila euro e un massimo di 500mila per lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche (teatro, musica, danza, cinema e audiovisivo, spettacolo viaggiante e circense); tra un valore minimo annuo di 6mila euro e un massimo di 80mila per le attività culturali (manifestazioni espositive, progetti editoriali e iniziative per la promozione della lettura, convegni, seminari, workshop, eventi e rassegne, ricerche e studi, premi).

 

 

RACALE – Riesce a truffare l’Inps, intascando circa 80mila euro, fingendosi a reddito zero e residente all’estero. A scovare a Montevideo l’uomo originario di Racale, ma di fatto residente con la sua famiglia sin dal 1957 nella capitale dell’Uruguay, è stata la Guardia di finanza della Compagnia di Gallipoli, sotto il coordinamento del Comando provinciale di Lecce. L’uomo percepiva indebitamente dal 2007 l’assegno sociale che l’Inps prevede per quanti abbiano compiuto 65 anni e siano residenti “effettivamente ed abitualmente in Italia” e si trovino in condizioni economiche disagiate. Pur all’estero dagli anni ’50, l’uomo in questione nel maggio del 2007, durante un breve periodo di rientro in Italia per le vacanze, si era iscritto nelle liste anagrafiche del suo Comune presentando all’Inps domanda per ottenere l’assegno sociale dichiarando falsamente di risiedere stabilmente in Italia e di avere un reddito familiare pari a zero, così come prescrive la legge. Subito dopo è però rientrato in Sud America, beneficiando regolarmente dell’assegno dell’Inps mediante accreditamento su di un conto corrente bancario.
Approfondimenti investigativi hanno tuttavia permesso di accertare che le uniche operazioni “in uscita” su tale conto corrente erano quelle riconducibili a prelevamenti internazionali eseguiti da Montevideo, la città dove l’anziano risiede. Nel corso degli anni, tra l’altro, il “pensionato” ha pure fatto pervenire all’Inps false autocertificazioni con le quali ha continuato ad attestare la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge per avere l’assegno sociale. L’intervento della Guardia di finanza ha permesso di scoprire la truffa con l’immediata sospensione del beneficio da parte dell’Ente previdenziale oltre all’avvio delle procedure di recupero delle somme indebitamente percepite. Conseguente la denuncia per truffa aggravata ai danni dello Stato e falso ideologico, oltre alla segnalazione alla Procura regionale della Corte dei conti per l’accertamento del danno erariale.

UGENTO. Preannunciato negli scorsi giorni, “Bentornato Orwell”, il nuovo singolo dei Camden, è accompagnato ora dal video diretto da Piernicola Mele. Un “ritorno” anche per la band nata nel 2009 con l’intento di rendere omaggio alla musica inglese dagli anni 60 ai nostri giorni in chiave acustica. Nuovo progetto ancora più impegnato e impegnativo dei precedenti due album e nuova formazione: accanto a Massimo Munitello al basso (Ugento) e Ester Ambra Giannelli alla voce e alla chitarra (Racale) si inserisce Vincenzo Zizzi  alla batteria (Gemini di Ugento), il quale prende il posto di Gabriele Turso alla batteria (Racale). Il nuovo brano, pubblicato a due anni di distanza da “Album Giallo”, è stato registrato, editato e mixato da Marco Ancona e masterizzato da Francesco “pizzetto” Guadalupi e rappresenta una sorta di inno dedicato al visionario Orwell e anticipa il terzo capitolo della carriera discografica della band, anch’esso interamente autoprodotto, come i precedenti.

 

 

 

 

 

 

by -
0 529

RACALE – Nuovo appuntamento a Racale con le “Visite d’artista” organizzate dalla Casa per la vita “Artemide”. Giovedì 9 novembre protagonista è Maristella Martella, danzatrice e coreografa di “Nuova danza popolare”, fondatrice insieme a Eugenio Bennato di una delle prime scuole di tarantella e per anni danzatrice e coreografa della Notte della Taranta. La danzatrice offrirà un esempio di “visita danzante” già proposto con successo al recente Womad di Peter Gabriel, a Londra, insieme ad Officina Zoè. “Premesse a Kore” è, invece, il suo ultimo spettacolo realizzato insieme alla Compagnia Tarantarte e Cantieri teatrali Koreja.

Protagonisti della rassegna (dal 27 ottobre sino al 19 dicembre) sono musicisti e attori salentini che attraverso la loro arte intendono creare momenti di contatto tra il mondo esterno e quello interno alla comunità residenziale. «Da qui muove la duplice valenza di “Visite d’Artista”: una terapeutica, che si innesca nello scambio umano ed emotivo tra l’artista e i nostri ospiti; di sensibilizzazione degli artisti e l’opinione pubblica sulle questioni legate alla “malattia mentale”», affermano i promotori. Durante le “Visite d’artista”, gli ospiti vengono seguiti dallo psicologo della struttura Massimiliano Macagnino e dal direttore artistico e ideatore del progetto, il sociologo Walter Spennato. Al fine di sensibilizzare e coinvolgere chi intende avvicinarsi a queste tematiche è possibile prenotarsi per assistere ad una “Visita d’Artista” chiamando in struttura: l’evento è aperto a 5 persone (info: 0833 908506 – info@domusvivens.it).

Dopo l’esordio con Carolina Bubbico ed ora con Maristella Martella, martedì 14 novembre sarà la volta del trombettista e compositore Cesare Dell’Anna, il 21 dal musicista e compositore Donatello Pisanello, il 25 dall’attore Ippolito Chiarello ed il 19 dicembre dal musicista e direttore artistico del Locomotiv Jazz Festival,Raffaele Casarano.

Racale – “Tu chiamale se vuoi… emozioni” e proprio di educazione all’affettività si parlerà domani 9 novembre alle 16,30 nell’aula magna della scuola di via Piemonte. L’iniziativa, che ha il sostegno del Comune, è promossa dall’Istituto comprensivo diretto da Stefania Manzo che aprirà l’incontro insieme al Sindaco Donato Metallo ed al’assessore regionale a Formazione e lavoro, Sebastiano Leo. Relatori su questo importante e troppo spesso trascurato tema saranno Chiara Lorenzoni, scrittrice; Anna Moschettini, Liliana De Maria e Isabella Bruno del’associazione “Il Melograno” di Parabita. L’iniziativa apre la strada ai corsi programmati e riguardanti i genitori degli scolari della scuola secondaria di primo grado secondo un calendario che verrà reso noto domani. L’iniziativa fa parte del programma regionale “Facciamo la differenza”, percorsi di prevenzione alla violenza di genere,

Racale – Solo per la sfilata sono stati “reclutati” 140 volontari; c’è la collaborazione di 109 gruppi e associazioni e quella di 17 Istituti scolastici; hanno dato il patrocinio undici Comuni: Galatone (apre la Sfilata della Band di Babbo Natale il 2 dicembre; Monteroni (3 dicembre); Specchia (8 dicembre); Sternatia (9); Maglie (il 10); Felline (14); Nociglia (16), Alliste (17); Melissano (20); Racale (21); Ugento (22); chiude Taviano il 23 dicembre.

Il programma edizione 2017 minuto per minuto. Per ogni tappa della raccolta benefica, a favore del Reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Lecce, già fissati luoghi, orari, iniziative e partecipanti extra: mercatini, artisti di strada, animazioni varie. Sono stati distribuiti i blocchetti per la riffa di Natale, come pure i  salvadanai. Presentatore in tutte le serate del tour sarà ancora Francesco Troisi.

Il programma è stato presentato domenica scorsa nella scuola di via Piemonte, alla presenza di tanti cittadini (posti in piedi) e dei Sindaci e amministratori comunali di Racale, Alliste, Ugento, Sternatia, Specchia, Nociglia, Taviano e Gallipoli, anche se quest’ultimo centro per quest’anno non fa parte della manifestazione. Ne ha parlato la segretaria generale della Band, Anna Del Tufo, dopo che in apertura Aurora Coppola di Taviano ha letto una breve poesia. Due filmati, curati da Marco e Daniele, hanno fatto vedere esponenti del mondo nazionale dello spettacolo, dello sport e della cultura lanciare appelli in favore dell’iniziative e il bilancio finora della raccolta della solidarietà che in sei anni ha messo insieme e “girato” all’associazione di genitori “Per un sorriso in più” oltre 120mila euro, tutto ovviamente documentato fino al centesimo.

Organizzazione trasparenza, tenacia e una grande capacità di coordinamento.   Ha sottolineato le caratteristiche più preziose del sodalizio Fernando D’Aprile, giornalista e presidente onorario della Band: “Questo appuntamento così faticoso (cominciano a lavorarci in piena estate) non è né dovuto né scontato: eppure loro ci sono sempre, puntuali; questa è la settima volta”. Tra le altre cose, la Band conquista anno dopo anno iniziative collaterali come quella del prossimo 26 novembre a cura dell’associazione “Walking club”: la presidente Federica Marinosci ha annunciato la manifestazione “Camminiamo per loro” ad Alliste. Anche il Sindaco padrone di casa, Donato Metallo, ha messo in rilievo “la meticolosa cura nella costruzione di una comunità sempre più grande, con una capacità ammirevole di passare dalle parole ai fatti”.

Il reparto ha finalmente l’organico completo. La presenza di quattro protagonisti del sistema sanitario, sia pure con ruoli diversi, ha fatto sì che sia venuto fuori un quadro aggiornato di alcuni settori. Il direttore del “Vito Fazzi” di Lecce, Gianpiero Frassanito, ha ricordato la nascita del polo oncologico che compie vent’anni e la stretta collaborazione subito nata con l’associazione “Per un sorriso in più”. “L’obiettivo che stiamo perseguendo è quello di ridurre al minimo i viaggi della speranza – ha detto il direttore – e grazie a loro il reparto ora è bello e funzionante”. Le buone notizie sono arrivate anche dal presidente dell’associazione di genitori Antonio Giammarruto: finalmente l’organico del reparto per durare i tumori dei piccoli (un primario e sei medici) ora è completo. Si va avanti con la telemedicina (consulti a distanza), costata 50mila euro come avvio; partono progetti su nutrizione e ricerca genetica; a breve sarà operativo anche un ambulatorio chirurgico oltre a numerosi corsi tra cui uno riservato a formare i volontari.

Il tumore al cervello il principale nemico. Il dottore Alessandro Cocciolo, dirigente dell’Unità operativa e oncologo ha tra l’altro presentato la ricerca per i tumori al cervello, presenti nel 25% dei casi dei malati in età pediatrica e dei considerevoli costi di progetti simili. L’oncologo ha fatto poi riferimento ad un altro percorso da fare con l’associazione di Lecce, per arrivare a modulare le esigenze e le risposte per fasce di età.

In campo anche per spingere verso il Polo pediatrico. Per “Tria Corda”associazione capofila della rete pro Polo pediatrico a Lecce, il presidente Antonio Aguglia ha ringraziato la Band per la cooperazione per un traguardo così importante: come segno visibile nelle Sfilate della solidarietà gli animatori porteranno un fioco appuntato sul petto. “Qui si vede la forza del volontariato”, ha detto tra l’altro Aguglia, che ha riconosciuto i meriti della dottoressa oncologa Titti Tornesello anche in questa operazione. A latere dell’incontro, al direttore Frassanito è stato chiesto se nel trasferimento al “Fazzi” di apparecchiature e personale dalla provincia, verrà salvaguardato il livello professionale raggiunto da alcune équipe come quella di Casarano: “Assolutamente sì – ha risposto – sono una ricchezza della Sanità salentina. Ma c’è un problema di cui poco si sa: molti dei nostri pediatri sono vicini alla pensione…”.  Il Polo di Lecce sarà l’unico dopo quello di Bari.

Solidarietà: la prima risposta c’è già. A chiudere l’intervento, emozionato come al solito, del presidente Giorgio Adamo: “Quando vai in quel reparto vedi i bambini sorridere; pure i loro genitori sorridono ma si sa che si sforzano: ecco, quando esci da lì capisci che non bisogna smettere, che non si può smettere”. Adamo ha indicato con motivato orgoglio la risposta di 140 volontari per dare vita alla Sfilata e alle tante repliche ed ha già annunciato la “prossima” tappa: a gennaio tutti di nuovo insieme per annunciare pubblicamente i risultati. In monete sonanti e sorridenti.

foto Emanuela Rizzo

RACALE. Sedici appuntamenti per riscoprire, assaggiare e ammirare il territorio: la formula è quella di “Salento autentico tra cibo, luoghi e arte”, il progetto realizzato dalla Società Cooperativa “Gli InDisciplinati” in collaborazione con RacaleCam e approvato da Puglia Promozione nell’ambito del programma “InPuglia365 – Sapori e colori d’autunno”. L’obiettivo del percorso di arte e gusto che prenderà il via durante questo fine settimana è quello di valorizzare le risorse materiali e immateriali del territorio attraverso attività, itinerari, performance, reading, allestimenti d’arte e laboratori con degustazione realizzati in luoghi caratteristici, strutture di valore storico, culturale e ambientale di 13 Comuni della Provincia di Lecce: Squinzano, Nardò, Taviano, Racale, Alliste, Ugento, Patù, Gagliano del Capo, Salice Salentino, Copertino, Specchia, Trepuzzi, Palmariggi. Due mesi, quelli di novembre e dicembre, per appassionare e coinvolgere, secondo due ambiti sinergici: il sabato sarà dedicato a un target turistico che verrà coinvolto in attività culturali, la domenica a famiglie e bambini. 

Sabato 4 novembre alle 19,30 si parte dalla performance musicale del gruppo salentino Desperados – Acoustic Trio presso “Conv. M della Visitazione”, Salice Salentino. Per l’occasione sarà allestita anche una mostra fotografica sulle “Tradizioni culinarie”, a cura dell’associazione “Photosintesi” di Casarano. Domenica 5 alle ore 9 itinerario e degustazione presso l’orto sinergico di Felline di Alliste, a cura dell’associazione di Promozione Sociale Staiterraterra. La partecipazione è gratuita ed è rivolta a tutti. La prenotazione agli eventi è obbligatoria e si potrà effettuare chiamando i numeri: 346.0870870 – 350.5090981 o tramite email: indisciplinati@libero.it.

RACALE. Avverrà domenica 5 novembre la presentazione ufficiale dell’evento di solidarietà, nonché l’apertura della raccolta fondi allestita, da anni ormai, da “La Band di Babbo Natale”. L’evento si svolgerà a Racale, presso l’Istituto Comprensivo di via Piemonte, a partire dalle ore 17, quand’è previsto il momento iniziale della consegna dei protocolli d’intesa ad associazioni e rioni (nella foto di Emanuela Rizzo la presentazione dello scorso anno). A seguire, i saluti del sindaco di Racale, Donato Metallo. Tanti gli ospiti che interverranno nel corso della presentazione: Anna Del Tufo (segretaria intercomunale della Band), Federica Marinosci (presidente Walking club), Luigi Russo (presidente C.V.S. Salento), Giampiero Frassanito (direttore ospedale “Vito Fazzi” di Lecce), Antonio Aguglia (presidente di Tria Carda, associazione capofila della rete Soloxloro a sostegno del nascente Polo Pediatrico del Salento), Assunta “Titti” Tornesello (Primario del Reparto di Onco-Ematologia Pediatrica del “Vito Fazzi” di Lecce), Antonio Giammarruto (presidente dell’associazione “Per un sorriso in più”), Giorgio Adamo (presidente de “La Band di Babbo Natale”). Modererà l’incontro il direttore di Piazzasalento e presidente onorario della Band, Fernando D’Aprile. Come ogni anno l’intero ricavato del tour natalizio e della raccolta fondi sarà devoluto all’associazione “Per un sorriso in più”, che opera a sostegno del Reparto di Onco-ematologia pediatrica di Lecce. “La Sfilata della Solidarietà 2017” toccherà i seguenti paesi: Galatone, Monteroni di Lecce, Specchia, Sternatia, Maglie, Nociglia, Felline, Alliste, Melissano, Racale, Ugento e Taviano.

RACALE – Si aprono le porte del carcere di Borgo San Nicola, a Lecce, per il 36enne di Racale Gianluca Manni. Nella tarda serata di domenica 29 ottobre, l’uomo (insieme ad un complice ancora da individuare) si era reso protagonista di una rocambolesca fuga trainando un gommone a bordo di un Fiat Panda e “gettando la spugna” solo al termine di un lungo inseguimento dei carabinieri. Non si sarà trattato, propriamente, di una bravata se ora il Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Lecce ha tramutato gli arresti domiciliari in detenzione dietro le sbarre. Martedì 31 ottobre alla sua porta hanno bussato, infatti, i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile per dare esecuzione all’ordinanza di applicazione della nuova misura cautelare. Il quadro accusatorio nei confronti dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, non è dei migliori. Occorre capire a cosa fosse finalizzato l’originale furto dell’imbarcazione dall’interno di un deposito di Martano servendosi, per giunta, dell’utilitaria rubata a Casarano. Altro interrogativo è quello legato all’identità del complice fuggito tra le campagne intorno alla tangenziale di Lecce, protetto dall’intervento a “mano armata” di Manni il quale, fermato dai carabinieri, ha provato a difendersi puntando contro i militari una Beretta a salve (ma priva del tappino rosso). Una volta fermato, non senza fatica a causa della sua strenua resistenza, l’uomo è stato poi condotto presso il proprio domicilio su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Lecce con le accuse di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale. Nei suoi confronti, già da tempo, si sono puntati i sospetti dei carabinieri in relazione ad alcuni furti perpetrati nella zona.

by -
0 306

RACALE. Si “svela” il 3 novembre in tutti i negozi di dischi “Alétheia”, il nuovo lavoro discografico del sassofonista Fulvio Palese, su etichetta AlfaMusic, distribuito da Egea/Believe. Le registrazioni dell’ultimo disco del musicista racalino sono state effettuate presso la Corrado Productions Studio di Supersano, e hanno visto la partecipazione di diversi artisti. L’“Alétheia” di Palese (“verità” in greco, nel senso di qualcosa di mitico che è a fondamento di ogni tradizione) ha avuto origine dall’incontro con i musicisti Pietro Vincenti (pianoforte e tastiere), Francesco Pennetta (batteria) e Paolo Romano (basso). Carolina Bubbico ha offerto la sua personale interpretazione di “Guarda che luna”, unico brano non originale del disco, appositamente riarrangiato. Altri ospiti presenti nell’album sono: Lucia Ianniello, flicorno nel brano “Mandelina”, il chitarrista Marco Ancona, Carlo Marzo alle percussioni, Francesco Leone e Alessandro Dell’Anna rispettivamente trombone e tromba nel brano “Cuba blues”. Gli arrangiamenti sono di Fulvio Palese in collaborazione con Piero Vincenti. Qui una preview del disco

RACALE – Tenta di seminare i carabinieri trainando un gommone rubato con una Fiat Panda, ovviamente rubata. Nella tarda serata di domenica 29 ottobre, protagonista del rocambolesco inseguimento è stato il 36enne Gianluca Manni, di Racale e già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato bloccato e arrestato sulla tangenziale di Lecce non prima di aver puntato contro i militari una “Beretta 98”, “a salve” ma priva del tappo rosso, ed aver tentato di fuggire tra i campi. La dinamica a dir poco originale del colpo non ha provocato incidenti solo per puro caso: l’uomo, infatti, una volta “braccato” dai carabinieri ha iniziato a sbandare paurosamente con il suo carico al fine di seminarli. Bravi i militari gettatisi al suo inseguimento a scongiurare altri pericoli anche, e soprattutto, quando si son visti puntare contro  la pistola.

L’uomo, dopo aver rubato la Fiat Panda da Casarano, ha continuato la sua azione prelevando il natante da un deposito di Martano. Intorno alle 21, è stato un conoscente del proprietario del gommone a notare il passaggio dell’auto con il singolare rimorchio (ben più lungo della stessa auto) e a permettere il successo intervento dei carabinieri. Lo stesso amico ha iniziato a seguire il ladro (nella Panda insieme a un complice) aggiornando i militari sulla posizione dell’autovettura. Il vero e proprio inseguimento è iniziato quando una pattuglia dei carabinieri di Maglie ha intercettato il convoglio coadiuvata, subito dopo, dai colleghi della Compagnia di Lecce. Vistisi alle strette, i due ladri si sono fermati e mentre Manni è sceso dall’auto puntando la pistola (caricata a salve) contro i carabinieri, il complice è riuscito a dileguarsi tra i campi favorito dall’oscurità della notte. Stessa cosa ha tentato di fare il racalino fermato, però al termine di un breve inseguimento tra i terreni circostanti la tangenziale e ammanettato non prima di aver opposto una strenua resistenza. L’arrestato è stato poi condotto presso il proprio domicilio su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Lecce: a suo carico pendono le accuse di  rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale.

by -
0 578

RACALE. L’arte come terapia emotiva, a base di sensazioni, stimoli positivi e – soprattutto – senza effetti collaterali. A prescriverla sono degli “esperti” d’eccezione, senza camice e stetoscopio. Musicisti e attori salentini saranno i protagonisti delle “Visite d’artista” organizzate dalla Casa per la vita “Artemide” di Racale, dal 27 ottobre al 19 dicembre. Attraverso i linguaggi della musica, del teatro e l’arte in generale il progetto intende creare momenti di “contatto” tra due mondi, quello “esterno” alla struttura, la società, e quello “interno” della comunità residenziale, fatta di persone che hanno bisogno di fare esperienze sempre nuove. Da qui muove la duplice valenza di “Visite d’Artista”: una terapeutica, che si innesca nello scambio umano ed emotivo tra l’artista e i nostri ospiti; di sensibilizzazione degli artisti e l’opinione pubblica sulle questioni legate alla “malattia mentale”.

Da apripista agli altri artisti impegnati nel progetto sarà la pianista, cantante e compositrice Carolina Bubbico, venerdì 27 ottobre. Poi toccherà, il 9 novembre, a Maristella Martella, danzatrice e coreografa di Nuova Danza Popolare. Il 14 novembre il centro ospiterà il trombettista e compositore Cesare dell’Anna, seguito il 21 dal musicista e compositore Donatello Pisanello, fondatore degli Officina ZOÈ e il 25 dall’attore, agitatore culturale e barbone teatrale Ippolito Chiarello. A chiudere il percorso sarà il musicista, compositore e direttore artistico del Locomotiv Jazz Festival Raffaele Casarano, il 19 dicembre. Gli ospiti saranno seguiti, durante le “Visite d’Artista”, dallo psicologo della struttura Massimiliano Macagnino e dal direttore artistico e ideatore del progetto, il sociologo Walter Spennato. Al fine di sensibilizzare e coinvolgere chi intende avvicinarsi a queste tematiche è possibile prenotarsi per assistere ad una “Visita d’Artista” chiamando in struttura: l’evento è aperto a 5 persone. (Info: 0833 908506 – info@domusvivens.it)

RACALE. “Rogo tossico” di rifiuti speciali nelle campagne di Racale. Ad appiccare il fuoco, in un fondo agricolo di loro proprietà, due uomini di Alliste, P.C. di 58 anni e G.C. di 31 anni, rispettivamente padre e figlio. I carabinieri della locale stazione, in perlustrazione nelle campagne, hanno “pizzicato” i due, intendi a distruggere col fuoco i rifiuti speciali di vario materiale plastico, dopo averli scaricati all’interno del fondo agricolo. Per padre e figlio è scattata la denuncia.

TAVIANO –  Taviano e Racale insieme per un unico Distretto urbano del commercio. L’innovativo strumento promosso dalla Regione Puglia per la promozione e il potenziamento del commercio, e non solo, è stato finanziato con 70mila euro ed rappresentato da una vasta area comprendente i due territori. Le istituzioni e le aziende pubbliche e private coinvolte avranno come obiettivo quello di offrire nuovi servizi al cittadino tramite la riqualificazione e il potenziamento del commercio.

«Il “Duc” – afferma il sindaco di Taviano, Giuseppe Tanisi – serve a promuovere progetti condivisi tra Regione, Comuni e associazioni di categoria maggiormente rappresentate a livello regionale per valorizzare il commercio attraverso il marketing territoriale o promuovere l’attrattività dei territori, le eccellenze turistiche ed eno-gastronomiche. Ma anche a favorire la ripresa degli investimenti e dei consumi e stimolare la creazione di organismi collettivi fra operatori e migliorare gli spazi pubblici attraverso la riqualificazione urbana».

Il prossimo passo implicherà la costituzione di un’associazione autonoma a cui potranno aderire imprenditori, associazioni culturali e associazioni di cittadini con lo scopo di fruire e partecipare alle iniziative del Distretto. «Continuiamo a programmare il futuro della nostra città – dichiara Tanisi – cercando di conquistare ogni finanziamento per valorizzare il commercio e le occasioni di lavoro».

«Siamo impegnati – aggiunge il Primo cittadino di Racale, Donato Metallo – per avviare il progetto come previsto dal programma di finanziamento a beneficio di tutti gli operatori commerciali dei nostri Comuni».

RACALE. Nella serata del 16 ottobre si è celebrato a Racale il congresso del circolo cittadino del Partito democratico. Riconfermata all’unanimità la segretaria uscente Anna Toma; per il congresso provinciale del 24 prossimo, i due delegati da eleggere sono stati entrambi per la mozione di Stefano Minerva “Che bella storia il futuro”. Accanto ad Anna Toma faranno parte del direttivo Emanuela Rizzo, Valerio Antonio Alfarano, Stefania Rosemary Sansone e Davide Schiavone. Ma il momento più emozionante della riunione è stata la consegna di un attestato di merito “al compagno Luigi Manco, per la storica militanza nel partito”. Luigi Manco era ancora un adolescente quando ha ritirato la prima tessera. “Un giusto riconoscimento per chi in tanti anni ha fatto della militanza politica una passione concreta – hanno affermato i dirigenti dem – attraverso la partecipazione attiva sul territorio, ma soprattutto per un uomo che ha inteso la politica solo come donare e mai come ricevere, diventando esempio per tutti i militanti”.

Vigili del fuoco (foto d’archivio)

RACALE. Un autocarro “Iveco Daily” è finito in fiamme la scorsa notte a in  via Isonzo a Racale. Le indagini dei carabinieri della locale Stazione puntano a capire se si sia trattato di un evento doloso. L’incendio è divampato intorno alle 3 e le fiamme sono state solo parzialmente domate dai vigili del fuoco del distaccamento di Ugento. Il veicolo è risultato danneggiato per un importo stimato, al momento, in circa 6mila euro.

TORRE SUDA (RACALE) – Con l’estate ormai in archivio, malgrado le belle giornate d’autunno, prosegue il controllo delle forze dell’ordine sulla regolarità di lidi e stabilimenti, alcuni dei quali continuano a restare aperti potendo offrire un servizio al coperto. Da ultimo, i carabinieri hanno denunciato il gestore di un lido di Torre Suda, marina di Racale, per aver violato delle norme urbanistiche ed aver eseguito opere in assenza di autorizzazioni su zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Dai controlli effettuati dai militari è emerso che il 38enne S.S., nato a Casarano e residente a Racale, avrebbe costruito a Torre Suda quattro strutture in Pvc, dalle dimensioni di 3.5 metri per 1.5, in uso allo stesso stabilimento balneare.

Salva

TAVIANO. Mentre si riavvia – dopo un piccolo periodo di attività a cavallo tra aprile e maggio scorsi – il cantiere di Gallipoli, tratto dallo stadio comunale al canale dei Samari, che ha subito qualche ritardo per via di questioni tecniche sorte col Demanio marittimo, anche il tratto più a sud di un unico progetto di valorizzazione e riqualificazione integrata dei paesaggi costieri è ormai prossimo a cominciare i lavori. Il riferimento è al tratto che va dalla piazza di Mancaversa (Taviano) a Torre Suda di Racale, fino alla cala di Torre Sinfonò (Alliste). L’appalto – anche qui di circa 2 milioni di euro – era stato assegnato all’impresa “Geo impianti” di Taviano ma la seconda classificata nella graduatoria – la “Morello” di Caprarica di Lecce – aveva fatto ricorso al Tar contestando i risultati finali della gara. Il 2 ottobre i giudici amministrativi della sezione di Lecce hanno confermato invece le risultanze cui sono giunti i tecnici del Comune di Gallipoli capofila per questa progettazione intercomunale, valutando come effettivamente migliorative le proposte avanzate dall’impresa di Taviano. Alla fine dei cantieri, da Gallipoli alle marine di Alliste si potrà andare anche camminando o in bici, oltre che in auto.

TAVIANO – Taviano accoglie l’invito del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e ospita, in una  struttura di Mancaversa, dieci bambini provenienti dalle zone contaminate dalla centrale nucleare di Chernobyl e affetti da gravi patologie oncologiche in fase remissiva. A farlo, con grande disponibilità, sono i soci dell’associazione Gabb (Gruppo accoglienza bambini Bielorussia) di Taviano e Racale,  che stanno curando sia l’arrivo che il soggiorno dei minori, accolti insieme ad un medico specialista e un’interprete proveniente dalla Bielorussia. “Siamo stati disponibili ad attuare questa accoglienza – dichiarano Mauro Giannì e Dino Panico, genitori referenti dell’associazione regionale Gabb di Modugno – per venire incontro alle esigenze di questi bambini ammalati. Questo soggiorno marino in un ambiente salubre e accompagnato da un’alimentazione sana e nutriente, consentirà loro di accelerare il processo di guarigione, rinforzandone le difese immunitarie. Per questo progetto, di grande impatto sociale –concludono i due genitori – e dall’alto valore umanitario, si ringraziano la dottoressa  Federica Carluccio che ha messo a disposizione la propria struttura ricettiva “Stelle del Salento” a Mancaversa e tutte le associazioni che, durante il soggiorno, coinvolgeranno questi ragazzi in attività di gruppo e di animazione”. Tra queste le associazioni di Racale “Misericordia”, “Amici di Anastasia” e il gruppo delle Majorette di Taviano guidato dalla professoressa Antonella Manni.

by -
0 141

I Giardini del Sole in piazza Beltrano

RACALE. Sportivi in festa domenica 24 a Racale con una giornata ricca di iniziative per tutti. La prima edizione della “Giornata dello sport racalino”, promossa dall’assessorato allo sport del Comune di Racale, avrà inizio alle ore 9 con la partenza dei gruppi di cammino dai Giardini del Sole, dove per tutta la mattinata saranno allestiti gli stand informativi delle associazioni. Dalle 11 alle 12,30 presentazione e discussione sul piano comunale del diritto allo sport. Dopo la pausa dalle 13, a partire dalle 16 fino alle 20 dimostrazioni delle associazioni sportive racaline. Serata in musica dalle 20,30 con Fausto Cota, Dario Cota e Paolo Colazzo e premiazione delle associazioni partecipanti.

RACALE-ALLISTE. Sospesa la normale erogazione idrica nella giornata di mercoledì 20 settembre nei centri abitati di Racale, Alliste e Felline. Lo stop temporaneo è dovuto ad alcuni interventi per il miglioramento del servizio da parte di Acquedotto Pugliese, impegnato nella riparazione di una perdita sulla condotta adduttrice. Per consentire l’esecuzione di tali lavori, la sospensione durerà otto ore circa, a partire dalle 9 fino alle 17. Consigliata ai residenti dell’area interessata la razionalizzazione dei consumi, per evitare eventuali disagi.

RACALE. Due importanti appuntamenti saranno ospitati dagli spazi di Staisinergico, associazione di promozione sociale che ha sede in alcuni locali di Palazzo D’Ippolito a Racale. Domani sera, 16 settembre, dalle ore 19.30, sarà presentata la nuova opera in ferro di Pierpaolo Gaballo, illustratore e designer nativo di Galatina. La serata (“Foglia Simmetria Cuore”) vedrà Federica Sgrazzutti dialogare con Gaballo e con Staisinergico, con cui l’artista ha collaborato per la realizzazione dell’opera che allestirà la sala principale di Palazzo D’Ippolito. Il lavoro della realizzazione della creatura di Gaballo (firmato dall’azienda di Melissano “Palese Taglio Laser”), sarà documentato dalla regista Federica D’Ippolito con un breve video-reportage. A seguire un buffet offerto da Staisinergico e dalle aziende Agricole Vallone, Trattoria Le Macare, Salumificio Santoro e Tenuta Bianco.

Venerdì 22 e sabato 23 settembre, poi, sempre nei locali di Staisinergico, si terrà la 7ª edizione di Espresso Coworking, la non-conferenza nazionale che, ogni anno, mette insieme realtà diverse provenienti da tutta Italia. Il tema di quest’anno sarà “Coworking e Imprese, una sinergia possibile e necessaria”. Nella due giorni si susseguiranno incontri, tavoli tematici e una serata conclusiva nel giardino di Palazzo D’Ippolito, aperti a tutti, in cui i salentini e i turisti presenti nelle nostre zone potranno conoscere meglio i temi legati alle nuove forme di lavoro, all’economia collaborativa e alla rigenerazione urbana, direttamente dalla voce di chi li pratica ogni giorno in tutta Italia. Quella di quest’anno sarà un’edizione mediterranea e rurale: “Da qualche anno – spiegano da Staisinergico – cerchiamo di portare avanti un’idea di ruralità che vada al di là della definizione legata all’agricoltura o alla campagna e che contenga anche il turismo come momento di co-progettazione di sviluppo locale. A Racale, dopo aver ascoltato molto la comunità, abbiamo disegnato un piccolo modello nostro di coworking che, in realtà, è ancora in costruzione. Per questo abbiamo fortemente voluto qui questa importante occasione di confronto”. Espresso Coworking è organizzato da Staisinergico, Warehouse Coworking Factory, Multiverso, Lab121 e Mod-on, col patrocinio del Comune di Racale. L’evento rientra nel programma “Mettici le mani”, finanziato dalla Regione Puglia.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...