Home Notizie Presicce
Le notizie dal Comune di Presicce

xylellaPRESICCE. «Una produzione di olive diminuita del 50% ed un reddito per gli olivicoltori ridotto quasi a zero»: questo lo scenario drammatico causato dalla Xylella nel Salento e delineato da Roberto Moncalvo, presidente nazionale di Coldiretti, in occasione della sua recente visita a Presicce. Anche i terreni una volta olivetati hanno visto ridursi drasticamente il proprio valore di mercato, addirittura del 50%. Ma gli agricoltori salentini non si rassegnano a vedere distrutto il patrimonio incalcolabile rappresentato dai milioni di ulivi secolari e proprio tramite Coldiretti continuano ad esercitare le loro pressioni sull’Unione Europea affinchè venga abolita la norma che proibisce il reimpianto delle piante condannate a morte dal batterio della Xylella. Questa linea ha l’appoggio del commissario europeo all’Alimentazione, ma non ha ricevuto ancora il via libera dell’Ue. Nel frattempo vanno registrati i dati confortanti registrati di recente in merito ad una sperimentazione messa in essere proprio da Coldiretti su 12 ettari di uliveto individuati tra Presicce, Ugento e Castrignano del Capo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Riccardo-Monsellato-a-dxPRESICCE. Ancora un passo avanti nell’iter di fusione tra i comuni di Presicce e Acquarica Del Capo. Anche ad Acquarica è stata costituita la Commissione per la Fusione col Comune di Presicce. Il consiglio comunale, nella seduta del 13 febbraio scorso, infatti, facendo seguito a quanto già stabilito da Presicce, ha deliberato la costituzione di una “commissione volta alla valutazione delle questioni relative alla realizzazione del progetto di fusione tra i due comuni”. La commissione eletta all’unanimità dai 12 consiglieri presenti risulta composta da sei elementi, tre in rappresentanza della maggioranza e tre per la minoranza, oltre al sindaco. Ad affiancare Francesco Ferraro sono stati eletti Marco Duca, Adamo Verardo e Davide Luca per la maggioranza, Bruno Ricchiuto, Carlo Negro e Santo Carlo Cassiano per la minoranza.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

ACQUARICA. Nei prossimi giorni le strade saranno piene di coriandoli e allegria. Ormai manca poco per il secondo anno di “Carnevale insieme” organizzato dalle Pro loco, con il patrocinio dei due Comuni. La prima sfilata sarà il 26 (partenza alle 14,30 da piazza Pertini di Presicce per arrivare in piazza dell’Amicizia di Acquarica). Si replica martedì 28 (partenza da Acquarica, da piazza dell’Amicizia alle 14,30 per arrivare in piazza delle Regioni a Presicce). «Ci sono 12 gruppi maschera- ti regolarmente iscritti e a dare un voto sono stati scelti cinque giurati – spiega la consigliera delegata Ginetta Tonti. A partecipare due categorie: gruppo mascherato e maschera singola. Quest’anno si considera un’unica categoria il gruppo con o senza carro perché si parla di carri non eccessivamente grandi che fanno da scenografia al gruppo. Per quanto riguarda i premi si darà una coppa per i primi tre classificati. Per tutti, invece, sarà rilasciato un attestato di ricordo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

carnevale presiccePRESICCE. Mascherine, balli, coriandoli e tante risate in piazza il 26 e 28 febbraio per il “Carnevale insieme” organizzato dalle Pro loco di Presicce e Acquarica del Capo e con il patrocinio dei due Comuni. Come già sperimentato con successo l’anno scorso “Maschere e mascarani” e “Carnevale acquaricese – Uccio Ricchiuto” si uniscono per aumentare il divertimento e lo spettacolo. «Fino ad ora le associazioni che attualmente si sono iscritte e parteciperanno sono dieci, tra le presiccesi e le acquaricesi – afferma Ginetta Tonti, la consigliera del Comune di Presicce delegata all’organizzazione – senza escludere che se ne possano aggiungere delle altre, oltre ai consueti gruppi mascherati; tutti con temi diversi. La tradizionale quadriglia quest’anno si esibirà insieme con i colori caratteristici del proprio paese. C’è una continua collaborazione fra le due Pro loco e amministrazioni al fine di poter curare ogni particolare. Noi organizzatori siamo a disposizione per qualsiasi domanda».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

nuovi alberi a presiccePRESICCE. Lavori di giardinaggio e di restyling sul giardino pensile di palazzo Ducale, a cura dell’amministrazione comunale. Nei giorni scorsi gli operai hanno lavorato sodo: via gli alberi secchi per far posto a nuovi aranci e limoni, dissodato il terreno e, proprio lì dove era il precedente, è stato piantumato un nuovo “albero di pepe”, che per tantissimi anni è stato simbolo di Presicce e del suo bel giardino. «Inoltre sono già arrivati gli arredi – afferma il sindaco Riccardo Monsellato –, tra ombrelloni per il sole e dei funghi da esterno, in modo tale da poter fruire dei giardini al meglio e in molte più occasioni». Come ad esempio per le presentazioni dei libri. E a proposito di libri il sindaco informa che proprio in questi giorni sono stati consegnati nuovi volumi alla biblioteca comunale, che ha sede proprio nel palazzo.

Ginetta TontiPRESICCE. L’allegria del carnevale inizia ad intrufolarsi tra le associazioni e i gruppi, già impegnati nel decidere con quale costume e coreografia sorprendere il pubblico durante la sfilata.«Anche quest’anno il carnevale sarà organizzato insieme ad Acquarica e alla sua Pro loco – afferma la consigliera Ginetta Tonti -. Non c’è un tema da rispettare, ogni gruppo può proporre la sua idea. Stiamo definendo i premi, mentre sono stati già fissati i giorni delle sfilate: il 26 febbraio si parte da Presicce e si conclude ad Acquarica, mentre il 28, al contrario, si parte da Acquarica e si conclude in piazza del Popolo a Presicce. La novità di quest’anno è la festa in maschera, il 19, nel palazzo Ducale, aperta a grandi e piccoli». Tramite il profilo social del Comune verranno resi noti i dettagli e le informazioni principali; intanto, chi volesse partecipare alla sfilata non esiti a comunicarlo agli amministratori.

strada rovinataPRESICCE. Strade asfaltate da poco e già rovinate. O fatte male in corrispondenza dei tombini. I lavori sono andati avanti per un paio di settimane circa, ma i difetti sono emersi subito dopo e i cittadini, che da tanto aspettavano la sistemazione delle vie, non hanno perso tempo a far sentire il proprio malcontento. “La ditta ha giustificato l’accaduto affermando che il troppo freddo non ha permesso all’asfalto di aderire bene – riferisce il sindaco Riccardo Monsellato -. Proprio in questi giorni la direzione dei lavori è stata convocata dall’amministrazione con la quale ha effettuato i sopralluoghi. Ci hanno garantito che presto il manto stradale verrà rifatto”. I nuovi lavori dovrebbero iniziare non appena il tempo migliora. “Tutti i nuovi interventi non avranno costi aggiuntivi per il Comune – assicura il sindaco – e le strade verranno fatte a dovere, non ci saranno delle toppe”.

laboratorio di pasta presiccePRESICCE. Le mani in pasta e larghi sorrisi stampati sul volto. Alla fine, anche la soddisfazione di mangiare, e con gusto, ciò che si è preparato da soli. Imparare a fare la pasta non è stato mai tanto piacevole. Chili di farina, acqua e olio di gomito: il risultato, a vedere il numero dei partecipanti ai primi due appuntamenti dei laboratori delle tradizioni popolari organizzati dalla Pro loco, è stato oltre le aspettative. «Siamo soddisfatti della riuscita delle due serate durante le quali si è imparato a preparare le pittule e poi le orecchiette e cavatelli – affermano dall’associazione -. Ci ha fatto molto piacere vedere l’aula didattica di palazzo Ducale così pieno, in fondo i laboratori sono stati organizzati prima di tutto per creare dei momenti di aggregazione per i soci e non, e poi per mantenere vive e tramandare le nostre tradizioni, come appunto la pasta fatta in casa». Le maestre che si sono proposte fanno parte della Pro loco, tra i discenti, tante giovani e anche tanti uomini.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Burgesi ugentoUGENTO. Nessuna nuova commissione speciale, ma più poteri a quella ordinaria già esistente. Anche a Ugento, dopo Acquarica e Presicce, si è svolto il Consiglio comunale sulle recenti vicende della discarica di località Burgesi. Martedì sera, nella scuola media di Gemini, su richiesta dei consiglieri di opposizione l’assise si è riunita alla presenza di numerosi cittadini. La richiesta del gruppo di opposizione, guidato da Mario Paiano, di istituire una commissione speciale di indagine non è stata approvata dalla maggioranza. La minoranza aveva chiesto di creare un organismo indipendente dotato di autonomia economica per svolgere analisi parallele a quelle ufficiali, per esercitare il diritto di vigilanza e per analizzare tutti gli atti che riguardano la gestione della discarica. Il sindaco Massimo Lecci, però, ha affermato che «una commissione del genere oggi avrebbe pochi poteri: non possiamo avvalerci di poteri surrogatori né sostituirci alla Procura». La maggioranza ha poi deliberato di demandare alla terza commissione consiliare permanente lo svolgimento di tutte le indagini necessarie su Burgesi e sulla presunta presenza dei fusti di Pcb.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

PRESICCE. Nel mese di febbraio, il Comune di Presicce si prepara ad attivare presso il consultorio il Centro di ascolto per le famiglie, in collaborazione con la cooperativa San Franceso di Ugento. «Nel mese di dicembre sono già partiti i progetti di sostegno alla genitorialità in collaborazione le istituzioni scolastiche – spiega Marisa Stivala – il centro di ascolto, di prossima attivazione, va a completare un servizio estremamente utile per le famiglie e di supporto a chi vive situazioni di difficoltà, partendo dai risultati di un progetto conclusosi nel mese di giugno 2016, anno in cui è stata valutata l’esigenza di attivare un sostegno per i genitori al fine di affrontare meglio l’educazione e la crescita dei propri figli». Spesso le persone vivono situazioni di depressione, ansia, mal di vivere, accompagnate da condizioni economiche precarie che non permettono loro di curarsi. «Grazie alla disponibilità competente di alcuni professionisti abbiamo desiderato dar vita a questo Centro di ascolto – prosegue l’assessore Stivala – per sorreggere in maniera adeguata coloro che vivono situazioni difficili, dolorose e che spesso si trovano soli senza trovare un aiuto concreto».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

allievi Vito CorsanoPRESICCE. Ancora un successo degli allievi della palestra Karate Kai di Presicce. La scuola di arti marziali diretta dal maestro 7° Dan Vito Corsano ha fatto incetta di medaglie in occasione della 9^ Coppa Italia Città di Fasano. Alla manifestazione hanno partecipato oltre 200 atleti, dai quattro anni in su, provenienti da tutte le regioni d’Italia. I partecipanti erano divisi sia per età che per specialità (singole e a squadre), dal kata, al kumite, al kick-boxing. Questi i nomi dei campioncini che hanno confermato una tradizione che a Presicce si va consolidando sempre di più nel tempo. Lorenzo Luca (9 anni) ha ottenuto tre medaglie d’oro, due d’argento e una di bronzo, Maurizio Bellisario (10 anni) due medaglie d’oro e una d’argento, Mario Cazzato (14 anni) cinque medaglie di bronzo e due d’argento, Vito De Nicoli (18 anni) due medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo, Alessandro Frivoli (14 anni) una medaglia d’oro, una d’argento e cinque di bronzo, Edoardo Cusanno (7 anni) due medaglie di bronzo, Daniele Pignataro (12 anni) due medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo, Matteo De Medici (10 anni) tre medaglie di bronzo, Luigi Raeli (6 anni) una medaglia d’argento e una di bronzo, Edoardo Ratta(6 anni) due medaglie d’oro, due d’argento e una di bronzo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

discarica-Burgesi-UgentoIN EVIDENZA. I Comuni di Acquarica del Capo e Presicce danno mandato ad un legale e ad un tecnico perché tutelino gli interessi delle due comunità in merito alla vicenda dei presunti 600 fusti di policlorobifenile che, secondo l’imprenditore di Taurisano Gianluigi Rosafio, sarebbero stati interrati all’interno della discarica Burgesi. È quanto hanno stabilito all’unanimità i due Consigli comunali riunitisi in seduta congiunta il 2 gennaio scorso presso la sala consiliare di Acquarica. I Sindaci Francesco Ferraro e Riccardo Monsellato hanno manifestato la ferma volontà di conoscere con esattezza lo stato dei fatti, considerato che da più parti si collega l’alto tasso di mortalità per malattie tumorali che si registrano nella zona con il livello di inquinamento di un territorio che pure non registra insediamenti industriali particolarmente inquinanti. Ferraro e Monsellato hanno anche sottolineato la necessità che si provveda con la massima tempestività alla bonifica delle aree interessate. Il sindaco di Acquarica ha stigmatizzato il comportamento evasivo dell’Arpa, che non avrebbe mai fornito dati chiari sul livello di inquinamento dell’aria e dell’acqua nella zona. «Comunque rigettiamo chi vuole presentare il nostro territorio come una seconda “Terra dei fuochi” – ha detto il Sindaco di Presicce – abbiamo già subito un danno incalcolabile con la Xilella e non siamo disposti a subire altri danni in settori strategici come il turismo».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

cava-burgesi-1UGENTO. “Ho convocato subito la commissione consiliare dell’Ambiente ed ho scritto ai Sindaci di Acquarica del Capo e Presicce ed ho interessato le autorità regionali e provinciali”: il Sindaco ugentino Massimo Lecci racconta alle tv che sono subito piombate a Ugento, le prime mosse. È visibilmente preoccupato. Ha vissuto gran parte di questi anni che hanno tenuto una comunità sulle spine dal Comune, prima come assessore poi come vicesindaco e, da più di cinque anni come Sindaco. La notizia, con tenuta in una comunicazione di archiviazione di indagini su Gianluigi Rosafio, genero dell’ergastolano Pippi “Calamita” Scarlino, entrambi di Taurisano, ha avuto l’effetto di una bomba. Una bomba ecologica lo era già, potenzialmente, da quando cioè so sospettava che ci fossero interrati da qualche parte fusti contenenti materiali altamente cancerogeni. Adesso, dopo le rivelazioni di Rosafio agli uomini della Procura della Repubblica di Lecce, se n’è avuta certezza tanto che nell’atto citato la Procura chiama Ministero dell’Ambiente, Regione e Comune a bonificare l’area. Nion è cosa da poco. I fusti intercettati sono 600 circa; è sicuro che contengano policlorobifenili che negli anni hanno interessato l’area sottostante ma – a quanto è acclarato ad oggi – non la falda acquifera. La località del ritrovamento è tristemente nota. Si chiama Burgesi ed è la stessa per cui si sono battute una decina di anni fa persone e associazioni (e anche un prete poi trasferito altrove). Quando fu ucciso colui che rappresentativa la punta di diamante di questi movimenti di denuncia sociale, il consigliere Pippi Basile (Idv), se ne parlò molto: Basile invocava in ogni sede di andare a vedere seriamente cosa ci fosse interrato in quella zona, più vicina all’abitato di Acquarica che a quello ugentino. La clamorosa conferma dei traffici illegali da industrie del Nord e gli “smaltitori” locali è arrivata adesso, inequivocabile, ma gli anni a molti di questi criminali consegnerà la prescrizione per cui non pagheranno nulla alla giustizia. Ora si dovrà mettere in salvo nel più breve tempo possibile, la salute pubblica, di coloro che ci vivono oggi in queste comunità più prossime e di coloro che arriveranno domani.

Guido Maria FerilliSIMU SALENTINI. Se Domenico Modugno è stato definito “Mister volare”, allora l’appellativo per Guido Maria Ferilli (al centro nella foto) dovrebbe essere “Mister un amore così grande”. Il brano scritto dal musicista originario di Presicce, infatti, come egli stesso sottolinea, “contende a ‘Nel blu dipinto di blu’ il primato di canzone italiana più popolare al mondo”. Due successi planetari di due pugliesi: roba di cui essere fieri. «Il brano mi venne richiesto da Detto Mariano. Mi aveva già fatto scrivere “Hei, hei hei” per Claudia Mori», racconta Ferilli. «Mi spiazzò, ma dall’alto della sua esperienza aveva capito che era nelle mie corde scrivere un pezzo del genere». L’espressione “Un amore così grande” nacque «insieme alla melodia, ancor prima di chiedere ad Antonella Maggio di scrivere il testo» afferma compiaciuto. La vicenda del brano è materia da manuale di storia della musica. Inciso e portato al successo da Mario Del Monaco nel ’76, venne cantato “fuori gara” da Claudio Villa al Festival di Sanremo del 1984 e successivamente ripreso da Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli, Il Volo, fino alla recente versione dei Negramaro divenuta inno ufficiale della nazionale di calcio ai mondiali del Brasile. Al netto delle versioni di artisti stranieri.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

IN EVIDENZA. La gioia del Natale è, da sempre, per i bambini un’occasione per scambiarsi dei regali. Le nuove tecnologie – smartphones, consolle, tablets sono di solito tra le più richiesti. Tra quelli consigliati dagli esperti i giochi interattivi capaci di stimolare l’apprendimento in relazione alla fascia di età. Accanto alla scelta di questi regali bisogna coniugare un corretto uso delle tecnologie specie per quanto riguarda gli smartphones e i computer connessi alla rete. Da una recente ricerca svolta nell’ambito del progetto “Io non dipendo” realizzata dalla Cooperativa S. Francesco di Ugento in collaborazione con l’Istituto compresivo scolastico di Acquarica del Capo e di Presicce ed i Servizi sociali dei rispettivi Comuni, è emerso che il controllo dei ragazzi durante la navigazione nella Rete è indispensabile. I ragazzi, infatti, durante le fasi di incontro con le esperte hanno raccontato che durante la navigazione su alcuni siti di giochi per ragazzi avevano avuto sospetti che si nascondessero dei pedofili. In un recente convegno realizzato ad Acquarica del Capo da parte del Coordinamento internazionale associazioni per la tutela dei diritti dei minori (Ciatdm) la presidente Aurelia Passaseo, che da anni si occupa di cyberbullismo e pedopornografia, ha affermato che tali fenomeni sono in notevole aumento ed ha messo in guardia sulla necessità di una maggiore informazione da parte dei genitori sull’argomento come forma di prevenzione.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

bocciofila presiccePRESICCE. Da due settimane è stato eletto il nuovo direttivo e due squadre sono pronte per affrontare i nuovi impegni in campionato in programma a partire da sabato 10. L’associazione bocciofila di Presicce lancia la sfida per raggiungere alti traguardi. Il nuovo presidente è Giuseppe Lia, il vice Luigi Legittimo, cassiere Gerardo Sergi, responsabile dei giocatori Maurizio Potenza, responsabile tecnico Nicola De Nigris, il segretario Salvatore Schiavano. Saranno in carica per quattro anni. Per quanto riguarda la partecipazione ai campionati, la prima formazione debutterà in prima categoria (o categoria libera) con sei atleti: Nicola De Nigris, Cosimo Contaldi, Vito Negro, Salvatore Schiavano, Franco Tornese, Salvatore Vitali.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Da sinistra i sindaci di tre dei Comuni che hanno sottoscritto la convenzione: Riccardo Monsellato (Presicce), Francesco Ferraro (Acquarica), Massimo Lecci (Ugento)

Da sinistra i sindaci di tre dei Comuni che hanno sottoscritto la convenzione: Riccardo Monsellato (Presicce), Francesco Ferraro (Acquarica), Massimo Lecci (Ugento)

PRESICCE. Pensare al sud Salento per come lo si vorrebbe in futuro. Si potrebbe riassumere così la convenzione tra i comuni del sud Salento per “Lo svolgimento in forma associata della funzione di programmazione unitaria dello sviluppo territoriale finalizzata a dotare gli Enti aderenti di un Piano Speciale d’Area”, approvata all’unanimità nell’ultimo consiglio comunale di Presicce alla quale ha aderito anche il comune di Acquarica del Capo. Già firmata tra tutti gli altri comuni (Alessano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Morciano di Leuca, Patù, Ruffano, Salve, Specchia, Tiggiano, Tricase e Ugento) ora tutti insieme lavoreranno per la definizione del “Piano speciale d’area finalizzato alla tutela naturalistica e ambientale”. In pratica, sono a disposizione dei fondi da utilizzare per le aree disagiate, la Regione Puglia dovrà scegliere tra le tre candidate (le altre due sono nel foggiano e nel barese) in base anche ai progetti che l’unione dei comuni riesce a proporre per la riqualificazione di tutta l’aera.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Confermato il "Villaggio di Babbo Natale" promosso lo scorso anno dall'associazione Pro Kids

Confermato il “Villaggio di Babbo Natale” promosso lo scorso anno dall’associazione Pro Kids

PRESICCE. Le prime due riunioni tra amministratori ed esponenti delle associazioni, per discutere ed organizzare le iniziative natalizie, si sono già tenute nei giorni scorsi e non mancherà una terza per definire meglio il calendario e le attività. in cantiere c’è la seconda edizione di “Presepi in mostra” che coinvolgerà tutto il centro storico: come l’anno scorso ogni associazione interpreterà la natività nella zona del centro presa in affidamento e ne curerà l’allestimento. «L’idea è quella di far crescere l’iniziativa – afferma Gianluigi Del Sole, delegato allo spettacolo – e di far diventare Presicce una meta nel circuito del turismo natalizio. Già nella riunione svoltasi l’anno scorso sono state individuate delle piccolezze da migliorare e credo che quest’anno potremo fare meglio». Le associazioni dell’anno scorso hanno già dato conferma di partecipazione. «Ci sarà anche quest’anno il Villaggio di Babbo Natale della Pro Kids con la sfilata dei Babbi Natale, il mercatino solidale, il concerto del coro Santa Maria degli Angeli il 26 dicembre.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Piazza-didel-popolo-e-palazzo-baronale-PresiccePRESICCE. Un avanzo di bilancio pari a circa 100mila euro. L’amministrazione comunale gioisce del risultato raggiunto, senza aver dovuto aumentare imposte o tasse comunali, così spiega nel manifesto reso noto anche sui social, e nonostante i finanziamenti da parte del Governo si siano ridotti. Inoltre si è riusciti a garantire una somma per i debiti che pendevano sulle casse comunali. La somma in avanzo verrà utilizzata per affrontare eventuali urgenze cittadine ma prima di tutto per sistemare le strade e per il progetto di video sorveglianza nel centro storico che prevede l’installazione di circa 16 telecamere in determinati punti strategici.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Marisa-StivalaPRESICCE. Nei giorni scorsi, durante una conferenza presso l’Ambito di Gagliano del Capo (foto), è stato presentato il programma antiviolenza “Wangari Maathai”, finanziato dalla Regione Puglia per “il consolidamento della rete dei servizi per la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere”; tra gli obiettivi principali da raggiungere ci sono: la creazione di percorsi sperimentali di accoglienza temporanea di donne con minori; percorsi formativi e informativi per insegnanti e genitori; laboratori per alunni e studenti; corsi di formazione e corsi di perfezionamento. “A breve verranno indicate le date di avvio delle attività – afferma l’assessora ai Servizi alla Persona, Marisa Stivala (nella fotina) – inoltre, tutto quanto verrà presentato pubblicamente in ogni paese appartenente all’Ambito, durante l’incontro verranno descritti tutti i dettagli dei servizi offerti. A Presicce si terrà il primo degli incontri informativi, atto dovuto perché è l’unico paese ad avere un’associazione di donne “Spazio donna” che da anni si mobilita contro la violenza e che purtroppo, da quando è stata istituita continua ad intervenire su casi di violenza”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

PRESICCE. Una furia cieca insieme alla bramosia di denaro. Questa sembra essere, al momento, la spiegazione degli atti compiuti nella chiesa di Sant’Andrea. Attratti dalla prospettiva di un furto che ritenevano a basso rischio evidentemente, V.V. e R.T. due 25enni del posto, hanno forzato la porta della chiesa affacciata su via Matteotti e hanno razziato le offerte dei fedeli. Ma i due, per sovrappeso, oltre a rubare in un luogo sacro, hanno scatenato la loro furia su candelabri, panche,  arredi sacri e persino sull’organo: tanti e gravi i danni contati alla fine dal parroco, don Francesco Cazzato. In ultimo. Non è sfuggita al raid vandalico neppure la statua in cartapesta risalente al 1930 raffigurante il “Sacro Cuore di Gesù”, gettata a terra con violenza. L’intervento dei carabinieri, che si trovavano nelle vicinanze, è stato immediato ed hanno preso i due che cercavano di scappare nelle vie vicine; addosso avevano quanto rubato, tra cui alcune chiavi. Poco dopo è arrivato don Francesco, che non ha potuto fare altro che constatare i danni materiali, che si aggirano intorno ai 7.000 euro. La coppia di ladri è stata dapprima condotta in caserma e poi consegnata alle rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari. La pesante bravata è stata filmata dalle telecamere presenti nella chiesa, già oggetto di furti in passato.

 

 

PRESICCE. Dolore, commozione e tanta partecipazione ai funerali del giovane Claudio Baglivo a Presicce. Nel pomeriggio di lunedì  17 ottobre, amici e conoscenti si sono stretti attorno alla famiglia del 38enne rimasto vittima, lo scorso 10 ottobre, di un incidente stradale a Osteria Nuova, frazione di Sala Bolognese. Il corteo funebre è partito dall’abitazione di famiglia di Baglivo, in via Aquila, per giungere nella chiesa di Sant’Andrea apostolo. Durante l’omelia il parroco, padre Francesco Lia, cugino di Claudio, ha letto un brano a cui il 38enne teneva molto, tratto dal film “Ogni maledetta domenica”, in cui il protagonista Tony D’Amato, interpretato da Al Pacino, parla alla sua squadra prima della partita decisiva dei play off.
Il giovane viveva a Bologna, dove lavorava ed era pure allenatore di una squadra di pallavolo. L’incidente è avvenuto per uno scontro tra la sua Fiat Panda ed una Renault Clio condotta da un 18enne del posto.

 

Totò Sponsiello

Totò Sponsiello

PRESICCE. “A dieci anni di distanza dalla mia richiesta e dalla delibera del Consiglio comunale, ancora lo spazio dedicato a Lucio Battisti non ha una targhetta commemorativa – fa sapere Totò Sponsiello (nella foto con Mogol) – e così tre settimane fa ho lanciato una petizione online su Change.org”. Totò, riconosciuto fan del cantante, dieci anni fa aveva chiesto all’amministrazione dell’epoca di omaggiare Battisti intitolando una strada. Dopo diverse insistenze, con delibera n 15 del 2006, l’amministrazione di allora, guidata da Antonio Luca, era entrata in merito nell’intitolazione dei nuovi spazi urbani e delle nuove strade, formate con il piano di urbanizzazione.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Claudio Baglivo

Claudio Baglivo

PRESICCE. Si svolgeranno lunedì 17 ottobre alle ore 16, presso la chiesa di Sant’Andrea apostolo a Presicce, i funerali di  Claudio Baglivo, il 38enne rimasto vittima dell’incidente stradale del 10 ottobre a Osteria Nuova, nel bolognese. A dare la notizia delle esequie sono i genitori Antonio e Concetta ed i parenti tutti nel manifesto funebre affisso a Presicce. Il corteo partirà dall’abitazione di famiglia di Baglivo, in via Aquila 44. Il giovane, molto conosciuto e apprezzato in paese, viveva di recente a Bologna, dov’era molto ben voluto e doveva aveva avuto modo di dedicarsi alla pallavolo, la sua grande passione, allenando una squadra giovanile femminile. Era alla guida della sua Fiat Panda quando, per cause in corso di accertamento, si è scontrato con una Renault Clio condotta da un 18enne del posto.

Claudio Baglivo

Claudio Baglivo

PRESICCE. Un incidente d’auto a pochi metri da casa, un frontale nella frazione di Osteria Nuova di Sala Bolognese, e per il 38enne presiccese Claudio Baglivo (foto) non c’è stato nulla da fare. La notizia della morte ha gettato nello sconforto la famiglia e l’intera Presicce. Poco chiare, a distanza di ore dall’accaduto le dinamiche dell’incidente: intorno alle 13.30 di lunedì 10 ottobre, Claudio era alla guida della sua Fiat Panda quando è avvenuto l’impatto con la Renault Clio guidata da un 18enne del posto. Fatale lo sbalzo dall’abitacolo che ha provocato le gravissime lesioni che hanno portato alla morte. E mentre i fratelli Gianni e Giuseppe sono partiti per il riconoscimento ufficiale della salma il paese si è stretto intorno ai genitori Antonio e Concetta rimasti a casa. Era un giorno di lavoro come tanti, Claudio stava rientrando a casa per mangiare, poi sarebbe ritornato al lavoro, e poi via di corsa ad allenare le sue ragazze. L’amore per la pallavolo, oltre a quello per le moto, lo ha accompagnato sempre nella sua vita e anche a Bologna era riuscito a diventare coach e ad allenare una squadra femminile, raggiungendo importanti risultati, di cui andava fiero.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Voce al Direttore

by -
Sono trascorsi quattro anni da quando si sono avuti i primi sentori che qualcosa non andava per il verso giusto: gli ulivi erano malati,...