Home Notizie Parabita
Ultime notizie dal Comune di Parabita

Sannicola – Appuntamento stasera in piazza della Repubblica a Sannicola per “Food Art in piazza” organizzato alle 21 dall’associazione Novalba in collaborazione con Comune e Proloco. L’evento prevede la partecipazione della “Contur Band” una banda giovanile che si esibisce a passo di danza, di “Stranivari” laboratorio circense per bambini e l’esibizione della scuola di ballo “Victory dance” di Parabita. Spazio anche alla mostra mercato di artigianato e all’esibizione del percussionista e batterista “Brino”, nome d’arte di Michele Baldassarre di Ruffano che ha partecipato recentemente alla trasmissione televisiva “Italian’s got talent”. A ciò si aggiunge il fatto che le attività economiche che circondano la piazza presenteranno ciascuna un prodotto particolare tipicamente salentino. In particolare il Bar La Palma presenterà la frisa, il Bar Cristina il pasticciotto, il Segreto di Pulcinella il calzone fritto e al forno, Legumatto una degustazione di olio, il Bar Rodogallo la bruschetta, e il Bar Cafè Noir il cocktail Salento, realizzato solo ed esclusivamente con alcolici e prodotti locali.

Gallipoli – È entrato nel vivo il solenne novenario in onore della Madonna dell’Assunta, a Gallipoli venerata nella chiesa dell’omonima Confraternita di Santa Maria degli Angeli (priore Giuseppe Capoti). Ogni sera, dopo la recita del Rosario, alle 18,30 c’è la messa e la preghiera finale. La sera di martedì 14, vigilia di Ferragosto, alle 19,30 ci sarà la processione per le vie del centro storico, mentre l’indomani la messa viene celebrata alle 19 nella cattedrale di Sant’Agata (parroco monsignor Piero De Santis, di Copertino).

Il programma civile prevede lo sparo dei tradizionali colpi a salve alle prime luci dell’alba dei giorni 14, 15 e 16 agosto mentre a Ferragosto, alle 20, ci sarà un concerto bandistico per le vie del centro storico a cura dell’associazione culturale “Santa Cecilia”, che si esibirà poi sul sagrato della chiesa confraternale degli  Angeli. Sempre mercoledì 15, alle 23, lo spettacolo pirotecnico nel porto mercantile a cura della ditta “Pirotecnica napoletana” (di Matino). La sera di giovedì 16, alle 21, a conclusione del festeggiamenti, il gruppo musicale “Kardiamundi” (di Parabita) si esibirà sul bastione che si affaccia di fronte alla chiesa.

Parabita – Esplorare storia e leggenda per proteggere un sito noto per le sue bellezze naturalistiche. Questi gli obiettivi della  passeggiata al tramonto nel panoramico bosco di Parabita con visita guidata per ammirare la grotta della “Madonna du carottu”. L’iniziativa in programma domenica 12 agosto alle ore 18 è organizzata dall’architetto Alessandro Tornesello in collaborazione con l’associazione culturale “Progetto Parabita” e la Pro loco “Giovanni Vinci”. Il ritrovo dei partecipanti è previsto nell’area parcheggio dell’Heffort Sport Village nelle vicinanze della strada provinciale 361 (Gallipoli – Maglie). La serata vedrà pure la presenza di altre realtà associative parabitane mentre ad illustrare, “fra sacro e profano”, gli antichi riti tradizionali legati a questo costone roccioso della forma abbastanza inconsueta sarà il professor Aldo D’Antico.

Il censimento del Fai L’evento invita, inoltre, l’opinione pubblica a tutelare maggiormente questo sito, prendendo parte alla nona edizione del progetto de i “I luoghi del cuore”. Si tratta del censimento nazionale dei cosiddetti “posti italiani da non dimenticare” promosso dallo scorso 30 maggio, a cura del Fondo ambiente italiano in collaborazione con l’Istituto di credito “Intesa San Paolo”. In alcune attività commerciali di Parabita, sono già disponibili da diverse settimane i moduli cartacei sui quali è possibile apporre una firma per salvare la grotta e il bosco della “Madonna du Carottu”. Fino al prossimo 30 novembre, si può anche votare in rete, collegandosi al sito internet www.fondoambiente.it. «Avvertiamo la necessità di difendere questo bene che oggi risulta maggiormente legato all’identità dei parabitani», affermano i promotori.

 

Parabita – Il castello di Parabita apre le sue porte ai visitatori. L’apertura straordinaria, quanto mai attesa da parabitani e non, è fissata per il 20 agosto alle 17.30 ed è organizzata dall’associazione Rotaie di Puglia. L’iniziativa si chiama “Le Signorie del Salento” ed è un viaggio guidato alla scoperta del palazzo ducale di Tuglie e del castello angioino di Parabita, con un itinerario che si sposterà a bordo di un treno storico pugliese. Dopo la visita al palazzo tugliese, il tour arriverà su rotaia a Parabita e, dopo una visita alla Basilica della Madonna della Coltura, proseguirà alla volta del castello angioino, forse il momento più atteso dell’appuntamento. Il castello di Parabita, che con la sua maestosità domina Piazza Umberto I dal 1500, è di proprietà privata ed è chiuso da diversi anni, dopo un contenzioso legale tra eredi durato più di 50 anni.

La storia Qualcuno, soprattutto coi capelli bianchi, più o meno a metà del secolo scorso, ricorda di averlo visitato in gita scolastica o con la classe di catechismo, quando le famiglie Ravenna e Villani ne aprivano le porte per farlo conoscere soprattutto ai piccoli scolari. Poi un lungo periodo di chiusura, in attesa della definitiva definizione dell’asse ereditario. Il castello, confermano gli attuali proprietari, è oggi in vendita e si spera nell’arrivo di grossi capitali per poterlo rimettere in sesto e generare un indotto per tutta la città. La proprietà si estende su due piani per circa 3000 metri quadri, ha 54 vani più depositi, giardino, volte affrescate con motivi rinascimentali, chiesetta e corte all’interno, torri e terrazze che dominano tutto il golfo di Gallipoli. La visita guidata è su prenotazione e ha un costo di 10 euro

 Casarano – Maurizio Protopapa di Matino si è aggiudicato la seconda edizione di “Voci d’estate – Premio città di Casarano”. Seconda piazza per Matteo Fasano di Casarano, già vincitore della precedente edizione, e terza per Maria Pia Crusi di Parabita. La gara canora tra giovani talenti si è svolta giovedì 9 agosto, nel chiostro comunale,con l’organizzazione del “vulcanico” Gianni Pino. Quindici i concorrenti in gara, dal livello e della preparazione altissimi. Una serata di grandi emozioni e di ottima musica, impreziosita dalla partecipazione degli ospiti Marco Lacerenza, 18enne foggiano, tra i finalisti della trasmissione Rai “Ti lascio una canzone” nel 2015, ed Ester Del Popolo, 17enne di Miggiano, reduce dalla finalissima di Sanremo Rock, dove è stata insignita del prestigioso premio IT.

Non è stato facile per la giuria, presieduta da Alberto Nutricati e composta da Claudio Carbone, Tommaso Lupo, Fernando Stefanelli e Aldo Torsello, individuare i tre vincitori, vista la caratura dei concorrenti. La serata è stata magistralmente condotta da Gianni Pino, affiancato da Roberta Guida. «Non posso – commenta Pino – che complimentarmi con tutti i partecipanti, invitandoli a continuate a coltivare questa meravigliosa passione che è la musica, perché la musica è la medicina dell’anima».

Casarano – Musica e spettacolo in città con la seconda edizione di “Voci d’estate – Premio Città di Casarano”. Giovedì 9, alle 21 nel chiostro comunale, a sfidarsi a suon di note musicali saranno 16 artisti provenienti da diversi comuni del Sud Salento. A contendersi la vittoria finale saranno Manuela Longo e Simona Verardo di Acquarica del Capo, Giorgia Chezzi di Aradeo, Giada Sabato, Matteo Fasano e Veronica Ventura di Casarano, Chiara Marrocco e Dario Marra di Collepasso, Laura Saranelli di Corsano, Maurizio Protopapa, Giuseppe Toma e Francesco Grasso di Matino, Pasquale Napoli di Melissano, Maria Pia Crusi di Parabita, Manuela Ciardo di Tricase, Maira Memmi di Ugento.

Ospiti e giuria Ospiti della serata saranno due giovani ma già affermati talenti, il 18enne foggiano Marco Lacerenza, tra i finalisti della trasmissione Rai “Ti lascio una canzone” nel 2015, ed Ester Del Popolo (foto), la 17enne di Miggiano reduce dalla finalissima di Sanremo Rock, dove si è aggiudicata il premio IT. La giuria, presieduta da Alberto Nutricati, è composta da Claudio Carbone, Tommaso Lupo, Fernando Stefanelli e Aldo Torsello. A condurre la serata sarà il “matador” Gianni Pino, affiancato da Roberta Guida.

Parabita – Festa in basilica a Parabita, in onore di San  Domenico di Guzmàn. Ad organizzare il tradizionale appuntamento sono i frati domenicani del santuario della Coltura, guidati dal rettore padre Francesco Marino. Al termine del triduo di preparazione presieduto dal sacrista padre Ruggiero Strignano (dal 5 al 7 agosto), mercoledì 8  agosto nel cortile della basilica è in programma  la celebrazione della messa alle ore 20. La funzione sarà officiata dai frati minori francescani del santuario della Madonna delle Grazie di Galatone. «Nel segno della tradizione e in ricordo dell’incontro avvenuto a Roma tra San Domenico e San Francesco, siamo lieti di avere in mezzo a noi i confratelli francescani con i quali rifletteremo sulle opere di evangelizzazione compiute dal nostro fondatore», afferma padre Francesco Marino.

Subito dopo, intorno alle 21 nell’atrio del santuario lo spazio sarà poi dedicato alla riscoperta del canzoniere parabitano  “Rizzi…i ci ole Rizzi” con il gruppo musicale “I manculicani” di Parabita. L’iniziativa, si inserisce nell’ambito del trentesimo anniversario della fondazione del Centro di solidarietà “Madonna della Coltura”. Il repertorio sarà accompagnato da  Mavi Antonazzo, Giuseppe Caggiula, Giorgio Marsano e Francesco Monteanni. Durante la serata, Ortensio Seclì illustrerà l’evoluzione del “Giardino Grande”. Si tratta del progetto avviato qualche anno fa dalla Onlus parabitana per la realizzazione  de “Il Giardino del sorriso”, cioè lo spazio relax riservato ai malati di Alzheimer e quello “dell’incontro” messo a disposizione  degli ospiti della struttura e della collettività.

Gallipoli – Di trasformare l’ex mercato rionale di viale Europa (foto) in un centro sociale per attività teatrali e ricreative tipo “la città dei ragazzi” si occuperà la ditta Pantaleo De Pascali di Nardò. L’impresa neretina l’ha spuntata su altri 18 concorrenti che hanno partecipato al procedimento per l’appalto dei lavori il cui ammontare a base d’asta era di 922.140 euro. La “Pantaleo De Pascali” l’ha spuntata col miglior ribasso pari al 23,19% per un importo finale di 731.295 euro. Al secondo posto si è classificata la ditta Soledil Group di Matino (ribasso dell’11,33%).

I lavori di riconversione ed ampliamento della struttura di viale Europa rientrano nel programma Pruacs (Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile) del protocollo d’intesa datato settembre 2016 tra Regione Puglia, Comune di Gallipoli e Arca Sud Salento che mette a disposizione complessivamente circa 6 milioni 650mila euro. L’appalto è stato seguito burocraticamente dal centro unico di committenza dei Comuni di Casarano, Ruffano, Galatone, Gallipoli con il sistema della  procedura aperta. L’aggiudicazione definitiva ha fatto seguito a quella provvisoria del 9 marzo scorso.

Tra le imprese in lizza ve ne sono di Forlì, Napoli, Caserta, Massafra, Trani e di Parabita, Galatone, Lecce, San Pietro in Lama, Martano, Taurisano.

 

Parabita – Archiviato con successo l’evento “I parabitani nati nel 1948…si raccontano” organizzato dal Centro di solidarietà “Madonna della Coltura”.  Sabato 4 agosto, la Onlus guidata da Fiorentino Seclì, in occasione del trentesimo anniversario della sua  fondazione, ha radunato i settantenni di Parabita nell’atrio della basilica della Coltura. La serata è stata presentata da Rosy Piccinno mentre ad interpretare un monologo sulla “giovinezza che passa” è stato il 32enne Jacopo Fracasso, attore originario di Parabita ma da tempo residente a Milano.  Dopo la proiezione di un video-ricordo, è toccato al prof. Aldo D’Antico illustrare gli anni della “gioventù”. Ad immergersi con un tuffo nel passato anche Rocco Piccinno, parabitano doc ma da anni domiciliato nella provincia di Lecco il quale ha  rievocato le figure e i personaggi di una volta. Dopo gli intermezzi musicali curati da Mavi Antonazzo è seguito  un momento di convivialità caratterizzato dal taglio della torta. A coloro che sono nati nel 1948 sono stati anche donati i volumi “Tirittuppiti” e “Rizzi … ci ole rizzi”. Per l’occasione, venerdì 3 agosto presso la parrocchia San Giovanni Battista è stata celebrata la messa in memoria dei 70enni defunti. La funzione è stata officiata da don Antonio Verardi (di Racale, oggi parroco a Felline) compagno di liceo e coetaneo del presidente Fiorentino Seclì.

 

 

Gallipoli – Un centinaio di pali di legno alti cinque metri e con lampade in cima illuminerà la litoranea sud dopo annunci, consultazioni, sopralluoghi e trattative tra Comune, Provincia di Lecce, Soprintendenza e Prefettura. I lavori sono cominciati stamattina a cura della ditta di Parabita Giannotta Elettroimpianti (invitate due aziende, l’altra era di Calimera) e dovranno terminare entro otto giorni. Costo dell’intervento: 20mila euro più iva.

Trattandosi di zona vincolata, si sono dovuti trovare i giusti compromessi tra tutela del paesaggio e dell’ecosistema e le esigenze di sicurezza pubblica, evidenziate dal Sindaco Stefano Minerva in una ordinanza dei giorni scorsi contenente “misure di sicurezza urbana litoranea sud”.. L’arteria, soprattutto nelle ore serali e notturne è molto frequentata da giovani per via dei locali d’intrattenimento della Baia verde.

L’altro scoglio da superare è stato la persistenza sullo stesso tratto costiero del progetto di “Valorizzazione e riqualificazione paesaggistica” in corso di realizzazione (nel tratto seconda uscita di Baia verde – Samari). Il nuovo impianto – che ha comportato persino una perizia di variante per questo motivo – sarà dunque provvisorio e, una volta realizzato quello previsto nel progetto citato, verrà spostato più a nord, così si legge nella determinazione del tecnico comunale, a tutela dei lidi, della zona parco e della pineta.

Ha collaborato Amleto Abbate

 

Sannicola – Gallipoli città bella, ma anche città “delle belle”. Sono tutte e tre gallipoline, infatti, le prime classificate nella seconda edizione del concorso di bellezza promosso Miss Store Auto, svoltosi recentemente a Sannicola.

Sul palco, le ragazze hanno dimostrato bellezza, eleganza e portamento esponendo anche sogni e desideri. Al primo posto la 19enne Lucia De Florio seguita sul podio dalla 16enne Alice Patricelli e dalla 17enne Sofia De Donno. Alla finale hanno partecipato Serena Mercuri, estetista e modella 25enne di Gallipoli, Francesca Latino, commessa 29enne di Porto Cesareo (col sogno di girare il mondo o di andare in missione in Africa), Alessia Marra, 17enne di Alezio (che sogna di entrare nei carabinieri), Manuela Pastore, infermiera 23enne di Sannicola (che sogna di lavorare in sala operatoria), Martina Caricato, 21enne di Alezio (che desidera diventare infermiera pediatrica), Nicoletta Chirivì, 18enne di Galatone (che vuole diventare psicologa), Cristina Quintana, 16enne di Gallipoli (ballerina che vuole diventare medico legale), Alessandra Inglese, 18 anni di Sannicola (con un futuro da psicologa), Lorena Stoppello, 21enne di Alezio (studia lingue per realizzare il suo sogno di viaggiare), Martina Petruzzi, 17enne di Sannicola (sogna di diventare architetto) e poi Paula Cernat, 20enne di Matino, Giada Greco, 14enne di Gallipoli e Elena Imperiale 20enne di Tuglie.

«Siamo molto felici della riuscita della serata – commentano Andrea Puce e Ada Negro, gli organizzatori – soprattutto perchè abbiamo visto il gradimento del pubblico e ancora ci fanno i complimenti. Volevamo offrire una serata di relax, eleganza e divertimento e abbiamo centrato l’obiettivo. Auguriamo a tutte le ragazze partecipanti un futuro radioso e la realizzazione di tutti i loro sogni». La serata è stata presentata da Ivan Bonetti (di Lecce) e Barbara Pisanello (di Sannicola) che si è esibita anche in intermezzi musicali con il giovanissimo Denis D’Amelio e l’artista affermato Antonio Ancora, che ha partecipato a X Factor (entrambi di Gallipoli).

La giuria era composta da Luca Caracciolo (di Lecce), Omar Mancino (di Parabita), Franco De Matteis (di Gallipoli), Imma Maggino (di Gallipoli), Mery Giaffreda (di Tuglie) e Maria Rita Schirosi (originaria di Gallipoli che vive a Novara) e presieduta da Andrea Puce e Ada Negro.

Parabita – Il Comune di Parabita è alla ricerca di un professionista cui affidare la direzione del settore Lavori pubblici e servizi alla Città: da ciò la selezione avviata tra architetti, ingegneri o tecnici, purché di “elevata professionalità”. Lo specialista che verrà selezionato si occuperà di progettazione, partecipazione a bandi comunitari e regionali per reperire fondi da utilizzare a servizio della comunità parabitana, affidamento lavori, appalti e gestione rifiuti. Il contratto avrà durata semestrale e, presumibilmente, prenderà il via già a settembre, a termine della procedura di selezione. I candidati dovranno essere in possesso della laurea in architettura, ingegneria o equipollente e dovranno inviare domanda di partecipazione al bando entro il 27 agosto. La scelta della figura da implementare nell’organico comunale sarà effettuata dopo valutazione comparativa dei curricula e dopo un colloquio con la commissione straordinaria.

I carabinieri di Casarano

Casarano – Ha portato al controllo di circa 500 soggetti, all’elevazione di 150 contravvenzioni al Codice della strada e a numerose denunce l’attività di controllo del territorio operata negli ultimi giorni dai carabinieri della Compagnia di Casarano. In città, nell’abitazione del 21enne A.I., i militari hanno ritrovato tre piante di cannabis alte circa 50 centimetri mentre 31enne P.R. è stato denunciato perchè trovato in auto con un manganello in legno da 42 centimetri. Ad Alliste è stato denunciato il 48enne G.C., residente a Racale, nella cui auto è stato trovato un altro manganello con manico in legno lungo 30 centimetri (l’uomo si è pure rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sanitari per verificare l’uso di sostanze stupefacenti).

Liti per “futili motivi” Sempre a Casarano il 37enne J.A. è stato denunciato in stato di libertà per aver minacciato il proprio vicino di casa, a quanto apre per futili motivi, con una sciabola lunga 42 centimetri mentre a Taviano stessa denuncia per il 47enne A.C. che, sempre per futili motivi, ha minacciato il padre con un coltello danneggiando una sedia all’interno dell’abitazione.

Lite in un bar A Mancaversa (marina di Taviano), invece, un ipovedente 40enne residente a Taviano ha denunciato il 53enne W.C. il quale, lavorando in un bar della marina, lo avrebbe colpito alla testa con un piattino. La vittima è stata soccorsa e trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Sacro Cuore di Gallipoli dove è stata curata e dimessa con alcuni giorni di prognosi.

Si schianta contro un muro: è ubriaca Per aver provocato un incidente stradale sotto l’effetto di sostanze alcoliche (1,4 grammi per litro al controllo) è stata denunciata a Matino la 25enne M.V., residente a Casarano, che, in via Saluzzo, ha perso il controllo della Lancia Y di proprietà del padre del convivente (nato a Gallipoli) andando a sbattere contro un muro. Per essersi rifiutati di sottoporsi agli accertamenti sanitari (per alcol o droga) sono stati, invece, denunciati ben 11 soggetti tra Casarano, Taurisano, Racale, Matino e Alliste.

Allacci abusivi alla rete elettrica A Parabita il 44enne R.G.I. e la 41enne G.H. (quest’ultima rumena) sono stati denunciati per furto aggravato di energia elettrica per aver realizzato un allaccio abusivo alla rete di distribuzione alterando la lettura del contatore. A Taviano è stato denunciato il 30enne G.D. di Rossano Calabro per essersi allontanato dalla comunità terapeutica nella quale era ristretto per raggiungere i propri genitori nel paese calabrese. Il 43enne G.F. è stato sorpreso in piena notte nella vicina Taviano malgrado l’obbligo di dimora nel suo paese, ovvero Racale. A Taviano, invece, il marocchino 22enne Z.K., già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso in compagnia di persone non autorizzate in violazione degli obblighi che gli erano stati imposti. Stessa violazione per  il 47enne F.N. mentre, sempre a Taviano, il 32enne B.P.D., sottoposto a libertà vigilata con obbligo di dimora nel suo comune dalle 20 alle 7, ad un controllo delle 23.30 è stato trovato lontano dalla propria abitazione.  Malgrado fosse ai domiciliari, anche il 24enne di Casarano L.C. è stato sorpreso in compagnia di persone non autorizzate. A Melissano il 39enne F.M., residente a Gallipoli, è stato intercettato in via dei Campi a bordo della propria autovettura malgrado il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Melissano per la durata di tre anni.

Evasioni e maltrattamenti in famiglia Per evasione è stato denunciato il 28enne M.M.C. il quale, residente a Trepuzzi, era agli arresti domiciliari nel suo paese con il solo permesso di recarsi a Matino per lavorare mentre è stato fermato in contrada Dote a Melissano. Per maltrattamenti in famiglia sono stati denunciati a Racale il 18enne N.I.G. (la madre e la sorelle le sue vittime, quest’ultima colpita con uno schiaffo, è stata giudicata guaribile in tre giorni), e a Ruffano il 45enne M.L., residente a San Cesario di Lecce, responsabile per aver colpito la propria compagna 45enne in via D’Azeglio procurandole un ematoma al braccio destro e graffi in varie parti del corpo.

In casa polvere da sparo non “autorizzata” A Matino il 64enne M.P. è stato denunciato perchè nella propria abitazione i carabinieri hanno trovato 500 grammi di polvere da sparo acquistata otto mesi prima in una armeria di Cutrofiano senza averne dato comunicazione al competente Comando di pubblica sicurezza.

Parabita – Denso di appuntamenti il calendario religioso e civile per i festeggiamenti di Sant’Anna e San Pantaleone, dal 25 al 29 luglio. A stilare il programma 2018 sono il parroco don Gianni Cataldo (di Matino) e il Comitato festa, guidato per il secondo anno consecutivo da Manuele Caggiula.
Il solenne triduo è stato avviato lo scorso 23 luglio, con la giornata dedicata alle mamme in attesa e a quelle che hanno partorito nel corso dell’anno. Il giorno seguente è stato invece dedicato ai nonni e alle nonne.

Appuntamenti con la fede – Mercoledì 25, la messa delle ore 20 sarà presieduta in piazza Sant’Anna dal vescovo diocesano Fernando Filograna. Subito dopo, per le strade del rione Sant’Anna si snoderà la solenne processione, animata dal gruppo bandistico parrocchiale “Sant’Antonio” di Parabita. Il 26 luglio, in occasione della solennità di Sant’Anna, le messe in parrocchia saranno alle 8,30, 10,30 e 19. Venerdì 27, giorno in cui la chiesa ricorda la figura di San Pantaleone, le funzioni religiose sono previste alle 8,30 e alle 20.

Ricco e variegato pure il programma civile – Giovedì 26 luglio, alle 21, c’è grande attesa per lo show del duo di imitatori-cabarettisti “Alto e basso” (Gli imitatori del Salento), mentre alle 21,30 sale sul palco Con Voi, la cover tribute band di Claudio Baglioni. Venerdì 27 si terrà poi lo spettacolo Vega80, con musica dance anni 80 italiana e straniera.

Giochi d’estate e altre novità – Dopo quasi due anni di pausa, tornano anche i “Giochi d’estate”, in programma per i prossimi 28 e 29 luglio: protagonisti i bambini, che si divertiranno in varie prove previste dalla prima serata (dalle 19,30 circa in poi). La location di tutti gli eventi civili, come per le passate edizioni, resta sempre piazza Sant’Anna. Un’altra novità di quest’anno riguarda Il simulacro di San Pantaleone: quello che verrà portato in processione è stato messo a disposizione della parrocchia, da parte di una famiglia di Parabita.

Giovanni Coluccia

Parabita – Scende in campo la sezione cittadina dell’Adovos Messapica “Fiorentino Greco” per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza, soprattutto d’estate, della donazione del sangue. Dal 25 luglio al 3 agosto, dalle 22 alle 24 presso l’Heffort Sport Village di Parabita, torna la seconda edizione del torneo “Il calcio nel sangue”. Alle prime quattro squadre classificate l’organizzazione assegnerà diversi premi, ed alle prime tre pure una medaglia. Sono previsti anche trofei individuali per il miglior giocatore, portiere e capocannoniere. «D’estate il bisogno di sangue aumenta e proprio per questo  abbiamo il dovere di compiere un gesto di solidarietà quanto mai importante», afferma il presidente dell’Adovos Messapica, Giovanni Coluccia (foto).

Casarano – Cambia radicalmente , dal prossimo primo agosto, il servizio di raccolta dei rifiuti a Casarano. La novità è legata al subentro di una nuova azienda, la Tradeo srl di Altamura, che si è aggiudicata la cosiddetta “gara ponte” sempre in attesa del completamento delle procedure per l’avvio del servizio dell’Ambito di raccolta ottimale numero 9 che, con Casarano, comprende anche Matino, Miggiano, Parabita, Ruffano, Montesano  Salentino e Specchia.

Frazione secca e umida Il servizio punta ad incentivare la raccolta differenziata soprattutto con il conferimento della frazione umida che, sempre dal primo agosto, occorrerà dividere tra frazione “organica” (umida), che comprende i rifiuti compostabili  (genericamente gli scarti alimentari) da destinare agli impianti di compostaggio, e “frazione secca”, parte residuale rispetto alla prima, che comprende quella parte di rifiuti indifferenziati non rientranti nella frazione organica, né in altre categorie, e  che resterà l’unica parte di rifiuti a continuare ad essere conferita nelle discariche tradizionali.

Il nuovo calendario Dal primo agosto cambierà completamente anche il calendario e la frequenza della raccolta. Da lunedì 23 luglio, intanto, verranno consegnati direttamente presso le singole utenze i nuovi calendari sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche insieme alla consegna dei sacchetti della frazione organica.

Utenze domestiche Per le utenze domestiche il lunedì, mercoledì e sabato sarà la volta dell’organico (i pannolini solo il sabato), il martedì dell’indifferenziato, a giovedì alterni della plastica e della carta, a venerdì alterni del vetro e dei metalli. Per ciò che riguarda il vetro occorrerà, poi distinguere tra quello “chiaro” e gli altri perché il primo tipo verrà raccolto a parte una volta al mese. Nessun altro tipo di rifiuto potrà essere conferito ed i contenitori dovranno essere posti fuori dalle abitazioni dalle 21 alle 5.30 del mattino seguente.

Utenze non domestiche Ancora più elaborato il calendario della raccolta differenziata porta a porta per le utenze non domestiche (tipo negozi, uffici e fabbriche) che prevede anche la novità della raccolta pomeridiana (per la quale il conferimento dovrà avvenire dalle 12 alle 13.30). In questo caso il lunedì mattina c’è l’organico ed il pomeriggio vetro e plastica; il martedì mattina l’indifferenziato; il mercoledì mattina l’organico ed il pomeriggio carta e vetro; il giovedì mattina plastica e carta e al pomeriggio l’organico; il venerdì pomeriggio vetro e metalli; il sabato mattina l’organico ed il pomeriggio plastica e carta.

L’assessore De Nuzzo «Col nuovo servizio è stata notevolmente aumentata la frequenza della raccolta e si punta molto a fare raccolta  differenziata», afferma l’assessore all’Ambiente Ottavio De Nuzzo nell’invitare i cittadini “a prestare molta attenzione su questo punto perché le nuove normative oltre a fissare i tetti minimi di differenziata premiano la qualità del rifiuto”. Una elevata “qualità” della differenziata (a maggio pari al 28,47%), dovrebbe, infatti, portare ad una riduzione della tariffa a carico dei cittadini. «Fare differenziata è fondamentale per il rispetto dell’ambiente e della salute. In questa fase di passaggio del servizio ai cittadini verrà fornita da parte dell’azienda e degli uffici comunali tutta l’assistenza necessaria per agevolare il cambiamento», conclude De Nuzzo.

 

 

Casarano – Per gli studenti è tempo di vacanze ma le scuole hanno già programmato il prossimo anno. Se la Regione Puglia ha indicato il 20 settembre per il ritorno tra i banchi, grazie all’autonomia scolastica, i vari Consigli d’istituto hanno apportato piccoli adattamenti per meglio conciliare i giorni di lezione tra vacanze e ponti. A Casarano sia il Polo 1 di via Ruffano che il Polo 3 di piazza San Domenico (istituti con la dirigenza accorpata) hanno scelto di anticipare la campanella a giovedì 13 settembre, fermo restando il 12 giugno 2018 quale termine delle lezioni (il 29 giugno per la scuola dell’infanzia). Il Polo 2 di via Messina partirà, invece, lunedì 17 settembre per terminare sempre il 12 giugno. Per tutti sarà già festa con il ponte “lungo” dall’1 al 4 novembre. Altri giorni di riposo dal 24 dicembre al 6 gennaio per le vacanze di Natale, dal 4 al 6 marzo per carnevale (solo il 4 e il 5 per il Polo 2), dal 18 al 25 aprile per le vacanze pasquali che si allungano con il ponte del 25 aprile, il 29 aprile per la festa della Madonna della Campana, il 20 maggio per la festa del Santo patrono.

Gli istituti superiori Tra gli istituti superiori è il liceo scientifico-linguistico “Vanini” ad anticipare tutti facendo suonare la campanella già giovedì 13 settembre. A seguire il liceo “Montalcini” (nelle sedi di via Ruffano e viale Stazione) e gli istituti “Bottazzi” e “Meucci” che hanno scelto lunedì 17 settembre, così come il liceo artistico e musicale “Giannelli” (anche per le sedi di Parabita, Gallipoli e Alezio). Per ultimo il “De Viti e Marco” che riprende le lezioni mercoledì 19.

Parabita – Coinvolge i ragazzi nati dal 2000 al 2008  lo stage formativo promosso dalla “Soccer Dream 2000” di Parabita. Da lunedì 23 al 27 luglio, a partire dalle 17.30, i partecipanti potranno prendere parte alle partite che verranno giocate  presso la struttura parabitana “Heffort Sport Village”. A caratterizzare l’“Open stage” sarà la supervisione degli ex calciatori Pasquale Bruno, Roberto Rizzo ed Ernesto Javier Chevantón. Particolare rilevanza l’ultimo incontro in programma venerdì 27 per la presenza del portiere campano Andrea Panico (in serie A con il Lecce e a Gallipoli per la promozione in B), la cui vita è segnata dall’infarto subito alcuni anni fa nel corso di una seduta di allenamento: a salvarlo fu il tempestivo uso del defibrillatore. Panico oggi è tornato a  calcare il manto erboso e ad indossare i guantoni, divenendo preparatore dei portieri e anche una figura di spicco per i campus estivi promossi dalla Juventus.

Parabita – Festa con sorpresa quella per la Madonna delle Anime di domenica 22 luglio a Parabita. Il programma dei festeggiamenti prevede, infatti, la presentazione del primo lavoro discografico del gruppo di musica popolare salentina “Kardiamundi“ dal titolo “Jentu te Maràculi”. Ad allietare l’atteso appuntamento delle ore 21, nella piazzetta antistante l’omonima confraternita, saranno il fondatore Alessio Russo e il suo staff composto da Agostino Reho (di Matino), Lidia Cuppone (di Neviano) e dai parabitani Luigi Tornesello e Gioacchino de Filippo.

I riconoscimenti I “Kardiamundi”, nati nel 2014 grazie all’impegno di un gruppo di amici di Parabita e dintorni, uniti dalla passione per la musica, ha ricevuto già alcuni importanti riconoscimenti, dal “Premio Luigi Stifani” del 2015 a Santa Maria al Bagno sino all’esibizione dell’anno successivo a Cursi sul palco del Festival itinerante de “La Notte della Taranta”. Da ultimo si sono pure esibiti a Milano  per la “Notte di San Martino”. Il loro cd contiene sette tracce e si apre con il brano “Maràculi già utilizzato come colonna sonora lo scorso febbraio, per la pubblicazione del videoclip di presentazione del gruppo, le cui riprese sono state girate tra Parabita, Collepasso e Felline.

Tradizione e contaminazioni Durante la serata, si alterneranno dei brani inediti scritti e arrangiati dai componenti della band che riprendono lo stile della musica tradizionale ma al tempo stesso contaminati da influenze provenienti dal genere classico alle sonorità orientali e spagnoleggianti. Inoltre, particolare attenzione sarà pure rivolta a due arrangiamenti di canzoni tradizionali, quali “Lu Rusciu te lu mare” e “Pizzica Indiavolata”. Altri repertori della tradizione salentina saranno accompagnati da Mavi Antonazzo e dalle ballerine Irene Scarlino (di Alliste) e Serena Pellegrino (di Torrepaduli – Ruffano), del corpo di ballo de “La Notte della Taranta”. Un omaggio speciale sarà pure rivolto al compianto maestro Franco Corlianò, pittore, poeta e artista di Calimera  che prima della sua morte avvenuta nel 2015,  ha inteso ribattezzare il gruppo con l’appellativo di “Cuore nel mondo”. Il prossimo 28 luglio,  i cantori e i musicisti guidati da Alessio Russo, approderanno  al parco Amendola di  Modena, per una tappa straordinaria de “La Notte della Taranta”  e il 13 agosto per il “Taranta Sicily Fest” che si svolgerà in Sicilia.

Parabita – Oltre 150mila euro in arrivo dal Ministero dell’Interno per realizzare opere pubbliche e sostenere l’economia locale. Anche Parabita beneficia così del fondo statale riservato ai Comuni sciolti per mafia, provvedimento contenuto nell’ultima manovra finanziaria dello scorso dicembre. Il decreto è a firma della Direzione centrale del Dipartimento della Finanza locale del Viminale e sosterrà i Comuni italiani (con particolare attenzione a quelli inferiori ai 15mila abitanti) dov’è stato applicato lo scioglimento per infiltrazioni della criminalità organizzata previsto dall’articolo 143 del Testo unico enti locali (Tuel).

Parabita seconda in Italia Cinque le Regioni italiane interessate, per un totale di 44 enti: Sicilia (con 7 Comuni), Calabria (22), Puglia (6), Campania (8) e Liguria (un Comune). Dei sei Comuni pugliesi, ben tre appartengono alla Provincia di Lecce. Con Parabita ci sono, infatti, anche Surbo e Sogliano Cavour, gli ultimi, in appena due anni, ad essere finiti sotto la lente d’ingrandimento di Prefettura, Viminale e Consiglio dei Ministri per infiltrazioni malavitose. Per Parabita, dove il Consiglio comunale è stato licenziato il 17 febbraio 2017, il Ministero ha stanziato 151.724 euro, seconda cifra per importanza in tutta la graduatoria nazionale. Parabita, oggi amministrata dai commissari straordinari Andrea Cantadori, Gerardo Quaranta e Sebastiano Giangrande, è dietro solo a Cirò Marina, in provincia di Crotone, dove arriveranno 156mila euro. A Surbo e Sogliano Cavour, invece, rispettivamente 45.600 e 121.800 euro.

Parabita – Per il terzo anno consecutivo, ritorna a Parabita la rassegna “Metti, una sera a teatro” patrocinata dal Comune e organizzata dall’associazione culturale “Progetto Parabita”. Giovedì 19 luglio a portare in scena lo spettacolo “Su per giù”, sul  palco allestito nell’atrio antistante la basilica della Coltura, saranno l’attore campano Enzo Casertano e la parabitana Alessandra Merico. Martedì 31 luglio, la compagnia “Gli Armonuati” di Gallipoli,  intratterrà il pubblico con la  rappresentazione “Una coppia aperta quasi spalancata”  ispirata a Dario Fo e Franca Rame. A chiudere l’edizione 2018 sarà l’appuntamento di  giovedì 9 agosto, con lo spettacolo “La Locandiera” di Carlo Goldoni a cura degli “Alibi astisti indipendenti” di Corigliano d’Otranto. Le serate avranno inizio alle 21, con ingresso gratuito. «Ci apprestiamo a vivere questi incontri ricordando i  grandi personaggi del panorama teatrale italiano», afferma la presidente della “Progetto Parabita”, Flora Della Rocca.

 

 

Matino – Seconda giornata di festa, a Matino, in onore della compatrona Maria Santissima del Monte Carmelo. Questa sera, alle ore 21.30, musica in piazza San Giorgio con la storica band dei Camaleonti, dopo la fiaccolata piromusicale delle 21 prevista in piazza Giorgio Primiceri a cura della ditta “Mega Francesco” di Scorrano (domenica sera c’è stato il cabaret dei Malfattori). L’illuminazione artistica di piazza San Giorgio e della stradina adiacente l’antica chiesa del Carmine è curata dalla ditta “Perrotta luminarie” mentre la chieda di San Giorgio è addobbata a cura di Piero Romano. Dopo le messe del mattino, lunedì 16 luglio le altre celebrazioni sono alle 18 e alle 19.30 (con la partecipazione dei confratelli e delle consorelle). Nei giorni di festa, così come durante il triduo di preparazione, la parola di Dio viene proclamata da padre Francesco Marino, superiore del convento di Parabita.

 

 

Parabita – Cuccagna, angurie fresche, “carezze” gelato e “grattatachecca”: tutto pronto per la festa di Santa Marina, nell’omonimo quartiere di Parabita. Martedì 17 luglio il paese sarà in festa per onorare la santa ritenuta protettrice contro il pallore (‘u culore te Santa Marina) o il colorito giallo-oro indicante una possibile itterizia, malaria o anemia. Alle 19.30 la messa celebrata all’aperto da don Albino De Marco (di Casarano), proprio davanti alla cappella dedicata a Santa Marina, un ipogeo con affreschi basiliani che per l’occasione potrà pure essere visitato. Alle 21, poi, l’ambito assalto della cuccagna, un palo ricoperto di grasso da scalare in squadra per prendere la bandiera e aggiudicarsi premi in natura ed una piccola somma in denaro messa in palio. Al termine della cuccagna, spazio alla musica popolare con la pizzica del Gruppo terapeutico salentino. Durante la serata sarà possibile degustare angurie fresche, le “carezze”, gelato tradizionale parabitano preparato dalla pasticceria Charlie, e ghiaccio grattato al gusto di limone, menta e orzata.

La tradizione A Santa Marina in passato era anche dedicato il rito della “pietra benedetta”: giunti vicino alla chiesetta, si scendevano i pochi gradini che immettevano nell’ipogeo dove veniva esposta alla venerazione la statua e si strofinava un fazzoletto su una pietra incastonata nel muro, per passarlo poi sul volto, a protezione dal brutto colorito foriero di malattie.

Parabita – Arrivano 50mila euro per mettere in sicurezza la torre centrale degli ossari nel nuovo cimitero comunale di Parabita. Solai in avanzato stato di degrado con ferri corrosi ed un rischio più che imminente di crollo o caduta calcinacci, hanno reso urgente un intervento di manutenzione della torre, ad oggi già transennata e segnalata per la sua pericolosità. Per farlo, la commissione straordinaria composta dai viceprefetti Andrea Cantadori, Sebastiano Giangrande e Gerardo Quaranta ha stanziato 50mila euro, 30mila euro in più, dunque, dei 20mila già stanziati dall’Amministrazione Cacciapaglia poco prima del fermo disposto dal Consiglio di Stato. Una cifra, questa, ricavata mettendo in stand-by il progetto di riqualificazione del prato del parco comunale Aldo Moro, cui era stata destinata dalla Giunta.

Revocata la delibera a firma di Cacciapaglia, quei 30mila euro passeranno dalla riqualificazione del parco comunale a quella del cimitero. Il perché, secondo i commissari, è anche in un criterio di “maggiore economicità” di questa scelta. L’indirizzo dell’Amministrazione, contenuto in un atto datato 23 maggio 2018, era stato quello di garantire immediata fruibilità del parco entro l’inizio dell’imminente stagione estiva. E, per farlo in così breve tempo, si stabiliva l’utilizzo di un prato a rotoli d’immediato utilizzo, una soluzione più veloce ma anche più costosa. «Visto che la procedura di affidamento, dopo la comparazione dei preventivi, si è completata solo il 25 giugno e ad oggi, nel pieno dell’estate, non è ancora stata redatta nemmeno la determinazione d’incarico – spiegano i commissari – non appare più giustificato l’esborso di ulteriori somme per il più costoso sistema del prato a rotoli, potendo optare per il più economico sistema della semina». La procedura per rimettere in sesto il parco ripartirà a breve, assicurano gli uffici che stanno avviando ulteriori indagini di mercato, anche attraverso il Mepa (Mercato elettronico della pubblica amministrazione) per individuare le condizioni più economicamente vantaggiose per l’Ente.

Matino – Hanno vinto il divertimento e l’integrazione nella terza edizione del Mundialito giovanile organizzato dalla Polisportiva Virtus Matino. La manifestazione, quest’anno primo Torneo Silver Hotel, è stata ideata dal tecnico Antonio Toma ed ha coinvolto, oltre alla polisportiva della presidente Cristina Costantino, anche i ragazzi della Fondazione Filograna Casarano, dell’Asd Football Parabita, della Polisportiva Supersano e di Ascla. L’ente di formazione (con sede a Casarano) , in particolare, ha preso parte al torneo con una propria squadra oltre a sponsorizzare dell’evento. Il Mundialito (rivolto a ragazzi dai 5 ai 16 anni) ha rappresentato una sorta di campus estivo per i ragazzi che hanno frequentato la scuola calcio della Virtus. Per la categoria “Piccoli amici” ha vinto la Fondazione Filograna, per i “Primi calci” e per i “Giovanissimi” la Polisportiva di casa e per i “Pulcini” l’Asd Football Parabita”.

Voce al Direttore

by -
Ci siamo. Puntuale come ogni anno, il balletto delle cifre è qui tra noi: quanti ne mancano all’appello? “Almeno il 40%”. “Macché! Siamo al...