Home Notizie Neviano
Notizie e aggiornamenti dal Comune di Neviano (Lecce)

by -
0 418

Don Vincenzo Antonazzo

NEVIANO. L’intera Neviano ha accompagnato questo pomeriggio il feretro di don Vincenzo Antonazzo, i cui funerali  sono stati officiati dal vescovo  Fernando Filograna nella chiesa di San Michele Arcangelo. Il rito è stato celebrato nella stessa parrocchia dove don Vincenzo ha svolto la sua missione pastorale per ben 63 anni, da quando (nel 1954) venne assegnato dopo una breve esperienza come vice parroco a Taviano. Originario di Copertino, avrebbe compiuto 91 anni il prossimo 12 novembre. A Neviano è stato parroco per 48 anni e poi, per sopraggiunti limiti di età,  come collaboratore della chiesa dal 2002. Nel corso del suo intenso ministero pastorale, don Vincenzo, tra le altre cose, ha realizzato anche nuovi locali parrocchiali, quali la casa catechistica e l’oratorio, ed le nuove chiese dei Santi Medici e di San Giuseppe da Copertino.

NEVIANO – Si svolge venerdì 15 settembre alle ore 19, presso piazzetta Padre Pio a Neviano, la presentazione dei libri “Agrodolce” e “Silenzio” dell’autrice Luana Troncanetti. La serata è organizzata dall’associazione nevianese “Inventiamo eventi” in collaborazione con l’associazione “ArciNeviano” e con il patrocinio del Comune di Neviano. Alla serata prenderà parte l’autrice, scrittrice e blogger romana, la psicologa e psicoterapeuta Francesca Prete, e Fiorella Mastria, rappresentante dell’associazione organizzatrice dell’evento. Quanto alla trama dei due libri presentati, “Agrodolce” è una raccolta di dieci racconti. “Storie buffe – dichiara l’autrice – che si mescolano ad altre dal sapore più aspro e spiazzante, dove lacrime e sorrisi si alternano in una narrazione accattivante e fluida”. “Silenzio” è invece una storia noir, “fatta non solo di morti reali e violente – spiega ancora l’autrice – ma anche di melma che copre il fondo dell’esistenza umana, di misteri e parole non dette, ma anche di amore, passione, risate e personaggi curiosi”.

NEVIANO. Dal primo settembre l’Istituto Comprensivo di Neviano e Seclì ha una nuova dirigente (preposta alla reggenza esterna). Ad Anna Antonica succede Ornella Castellano, dirigente del Comprensivo “Giovanni Falcone” di Copertino. La nuova reggente ha già incontrato il collegio docenti nelle riunioni organizzative che precedono l’avvio dell’anno scolastico che inizierà martedì 12 settembre, in anticipo di tre giorni rispetto al calendario scolastico regionale. La decisione è stata presa dal Consiglio d’Istituto per consentire di effettuare qualche giorno di vacanza durante il periodo del Carnevale (12-13-14 febbraio 2018).

Gli altri giorni di sospensione delle attività didattiche sono previsti in concomitanza con le feste patronali di Neviano e Seclì, rispettivamente il 29 settembre 2017, in occasione dei festeggiamenti per San Michele Arcangelo e il 25 gennaio 2018 nel giorno dedicato alla commemorazione della Conversione di San Paolo. Venerdì 8 settembre in programma il sorteggio pubblico per la formazione delle classi prime dei diversi ordini di scuola, che si terrà seguendo il seguente calendario: scuola dell’infanzia ore 9, scuola primaria ore 10 e scuola secondaria di primo grado ore 11.

NEVIANO. Domenica scorsa Luigi Stomeo ha vinto la tappa del “Challenge Bike Salento” a Neviano, rendendosi protagonista di una gara entusiasmante e ricca di emozioni per larghi tratti. Il bikers di Martano, tesserato per gli Amici del Velodromo, si è imposto con il tempo di 01:28:11 sbaragliando la concorrenza di oltre cento ciclisti a margine di un circuito di cinque chilometri ripetuto per ben cinque volte. La competizione organizzata dalla Società Ciclistica Aradeina del presidente Stefano Colizzi di Aradeo, si è svolta in occasione della quinta edizione del Trofeo Li Scorpi, nell’ambito di un tracciato molto tecnico ed immerso nelle campagne di Masseria Donna Laura tra dirupi, rocce, discese e salite. Immediatamente alle spalle di Stomeo si è fatta rispettare la prestazione di Cosimo Quarta di Lecce facente parte del Team Amici di Simone, che ha chiuso la gara fermando il cronometro a 01:29:02. Degna di nota anche l’ottima prova di Manuele Greco di Martignano, compagno di squadra del vincitore Stomeo e abile a conquistare il terzo gradino del podio in virtù di un buon 01:29:14. La prossima e penultima tappa del “Challenge Bike del Salento” è fissata per il 17 settembre prossimo a Galatina.

by -
0 198

NEVIANO. Bikers a raccolta per la nuova tappa del “Challenge Bike Salento” in programma domenica 3 settembre a Neviano. Dopo l’ultima gara tenutasi il mese scorso a Spongano, i bikers più esperti del territorio salentino si raduneranno alle ore 9 presso l’area mercatale, in attesa della partenza fissata per le 9.30 tra le campagne di “Donna Laura”. Per le iscrizioni c’è tempo sino alle ore 12 di sabato 2 settembre. I ciclisti si impegneranno su un tracciato movimentato e molto tecnico tra salite, discese, dirupi e rocce, nell’ambito di un circuito che si sviluppa sulla distanza di cinque chilometri da ripetere sei volte. La competizione organizzata dalla Società ciclistica Aradeina, presieduta da Stefano Colizzi di Aradeo, sarà valevole per la quinta edizione del “Trofeo Li Scorpi”. L’evento sportivo che promuove la cultura della mountain bike a tutto tondo, sarà l’occasione per provare ad insidiare la leadership di Manuele Greco della Asd Amici del Velodromo. Il martignanese guida la classifica assoluta del Challenge Bike Salento con 1150 punti, seguito dal compagno di team Luigi Stomeo di Martano con 1110 e da Gianmauro Prato di Campi Salentina tesserato per la Asd Amici di Simone con 937.

NEVIANO. Grande successo, anche quest’anno, per il concorso “Addobba e illumina nella tradizione la tua Neviano”, giunto all’ottava edizione e promosso dall’associazione “Ecomuseo del Paesaggio delle Serre di Neviano” in occasione dei tradizionali festeggiamenti in onore della Madonna della Neve. La commissione di valutazione, composta dall’architetto Giovanna Calò, il docente di Storia dell’arte Franco Mazzotta e l’archeologa Maria Federica Stifani, ha esaminato le composizioni in concorso sulla base di vari criteri: artistico (il manufatto doveva presentare originalità e creatività), tradizione (l’addobbo doveva rappresentare soggetti legati alla figura della Madonna) e artigianalità (il manufatto doveva essere stato realizzato mediante l’utilizzo di tecniche tradizionali, con l’impiego di materiali poveri, quali carta velina, canne, spago, ecc.). Sulla base di ciò, il primo premio è andato alla composizione di Maria Luisa Buia, sito in via Papa Giovanni, il secondo posto a Emanuele Maruccia, per la realizzazione posta in via Manzoni, ed il terzo a Michele De Giorgi, per il manufatto in vico Piazza.

Abbazia di Macugno a Neviano

NEVIANO. Torna a Neviano, per la seconda edizione, il “Respiro della Serra”, l’iniziativa promossa dall’associazione “Ciaula” intorno allo scenario naturalistico dell’Abbazia di Macugno (strada per Collepasso). Il via alle ore  16 con i vari laboratori: attrazione ludica, anche in quest’edizione, la gara di orienteering attraverso la “serra” nevianese, con gruppi di partecipanti che si cimenteranno in una sorta di caccia al tesoro con cartina e bussola alla mano (iscrizioni al 328/3012455). Partirà contemporaneamente l’intrattenimento per bambini “Mery & Cat”, con il mercatino di “Salento km0” a fare da cornice.

Dalle 20 scorpacciata di musica: si parte con “Eat Sleep Jazz”, poi sul palco “Le guerre di Faber”, “Cafè Chinaski” e dj Zolla. «Una giornata piena di attività, musica, sport e condivisione, durante la quale cercheremo di vivere, conoscere, riscoprire e valorizzare insieme il nostro territorio» chiosano i giovani di Ciaula.

Silvana Cafaro

NEVIANO. L’impianto di compostaggio “non s’ha da fare”. Adesso ne è certa anche il primo cittadino di Neviano Silvana Cafaro, che con un manifesto pubblico affisso per le strade del paese informa i cittadini del nuovo parere negativo rilasciato dall’ufficio tecnico del Comune, e dell’intenzione di portare il “no” al progetto della “Fg Ecologia” nella conferenza dei servizi convocata per il prossimo 21 settembre. «Ho cercato di perseguire l’interesse di Neviano – scrive il sindaco – mettendo al primo posto la salute dei cittadini, pertanto dopo tutte le valutazioni e con la coscienza serena, in qualità di rappresentante del Comune, dirò no al progetto e chiederò che nessun impianto analogo sia autorizzato nei territori limitrofi».
La decisione arriva dopo tre mesi di intenso dibattito in cui i residenti riuniti nel “Comitato nevianese a tutela del territorio” hanno dato battaglia all’Amministrazione che inizialmente si era detta favorevole all’impianto, in considerazione degli eventuali ristori economici che potevano derivarne. Oggi i cittadini tirano un sospiro di sollievo: «Questa potremmo considerarla come una piccola vittoria – commentano gli attivisti – ma mai abbassare la guardia perché quello che sta per uscire dalla porta non entri dalla finestra. Il Comitato continuerà a vigilare e ad informare».
Il parere negativo dell’ufficio tecnico comunale è il secondo nel giro di dodici mesi: la prima volta fu nell’agosto del 2016, con un progetto poi decaduto, che venne ripresentato dall’azienda a maggio di quest’anno, per essere bocciato nuovamente. «L’intervento non è compatibile con la destinazione prevista dal Pug», hanno sentenziato in entrambi i casi i tecnici nevianesi.

Salva

by -
0 485

NEVIANO. Ritorna a Neviano, dopo il successo della prima edizione, “Enjoy run Salento”, la corsa ad ostacoli in mezzo alla natura che punta a far divertire partecipanti e spettatori. L’evento è in programma domenica 20 agosto (partenza alle 17) ma il termine per le ultime iscrizioni è fissato per giovedì 17 (sul sitocronogare.it). Dopo la partenza dall’oratorio di via Leonardo Da Vinci, il percorso si sviluppa tra i boschi dei “Campi Latini”. La manifestazione è organizzata  dall’associazione “Sviluppo & Territorio” in collaborazione con la Pro loco di Neviano. La gara, affiliata alla federazione Italiana Obstacle course race, è suddivisa in una batteria competitiva ed in una “goliardica” sullo stesso percorso di circa 10 km con la presenza di divertenti ostacoli naturali ed artificiali. La corsa è aperta a tutti, uomini e donne di età superiore ai 15 anni per la goliardica e 18 anni per la competitiva. A termine della gara ci sarà festa con attrazioni, musica dal vivo e degustazione di prodotti tipici locali.

Tempo di vacanze per studenti grandi e piccini, ma calendari già pronti per il prossimo anno scolastico. Il programma varato dalla Regione nel maggio scorso indica la data di venerdì 15 settembre per l’inizio delle lezioni, ma i vari Consigli d’istituto negli ultimi giorni ha deliberato la data del via per le proprie sedi, di in genere anticipando di qualche giorno la partenza per poi recuperare durante l’anno brevi vacanze in concomitanza di feste locali e ponti. A Nardò gli studenti del Polo 1 e del Polo 3 saranno tra i banchi già lunedì 11 settembre, mentre i loro coetanei del Polo 2 prenderanno in mano le cartelle mercoledì 13. Anche gli istituti “Ezio Vanoni” (commerciale, geometri, liceo artistico) e “Galileo Galilei” (classico, scientifico, scienze umane) cominceranno l’11 settembre, con i ragazzi del “Nicola Moccia” (alberghiero, servizi socio-sanitari, manutenzione e assistenza) che invece sentiranno la prima campanella il giorno dopo, martedì 12 settembre. A Galatone entrambi gli Istituti comprensivi apriranno i cancelli il 13 settembre, e anche l’“Enrico Medi” (scientifico, industriale, professionale) partirà nella stessa data. Il Comprensivo di Neviano e Seclì, invece, sarà al lavoro a partire da martedì 12 settembre, in ritardo di un giorno rispetto all’istituto di Aradeo, in cui le lezioni cominceranno lunedì 11.

Comune di Sannicola

SANNICOLASi mette in moto la macchina organizzativa per il progetto di rigenerazione urbana sostenibile “Dalla costa jonica alle Serre salentine”. Ne sono coinvolti i Comuni di Sannicola, Aradeo, Neviano, Seclì e Collepasso. Venerdì 4 agosto alle 18,30 presso l’Aula consigliare di Sannicola (Comune capofila) è in programma il primo incontro di partecipazione con l’obiettivo di illustrare obiettivi e strategie.  Il progetto intende partecipare al bando pubblico per la selezione delle Aree urbane nell’ambito dei fondi regionali 2014/2020. Accanto ai soggetti pubblici sono chiamati a dire la loro anche i privati: si punta, a titolo di esempio, all’efficientamento energetico di edifici e infrastrutture pubbliche, al riuso di immobili pubblici per finalità di inclusione sociale, alla realizzazione di aree verdi e all’eliminazione di barriere architettoniche. Per partecipare all’incontro occorre iscriversi all’indirizzo email: ufficio.tecnico@comune.sannicola.it o sottoscrivere la lista dei partecipanti presso l’Ufficio tecnico comunale.  

NEVIANOSi avvicina il periodo più atteso dell’anno per i nevianesi: la festa della Madonna della Neve. Anche quest’anno, il Comitato è già al lavoro da settimane per preparare al meglio la tre giorni in programma dal 4 al 6 agosto. Ad aprire idealmente i festeggiamenti ci pensa, però, la Sagra dei sapori locali organizzata dalle varie associazioni del paese domenica 29 luglio in oratorio. Anche quest’anno, inoltre, l’associazione “Ecomuseo del Paesaggio delle Serre di Neviano”, al fine di far rivivere l’antica tradizione delle luminarie artigianali ed artistiche organizzano l’ottava edizione del concorso “Addobba e illumina nella tradizione la tua Neviano”. I lavori saranno valutati da una giuria qualificata il prossimo 3 agosto e premiati la sera del 6 in piazza Concordia. Ai primi tre classificati sarà consegnata una coppa (informazioni al numero 333/5359193). La festa vera e propria prevede la tradizionale processione di venerdì 4 agosto, accompagnata dal concerto bandistico Città di Squinzano, che dopo la processione eseguirà in piazza Concordia un concerto blues. Il 5, giorno della festa, i concerti bandistici che si alterneranno sulla cassa armonica e per le vie del paese saranno la stessa Città di Squinzano e Città di Rutigliano. Domenica 6, infine, alle 21.30 in piazza Concordia ci sarà lo spettacolo del comico Piero Ciakky e a seguire la musica travolgente dei dj del Bar Italia.

 

Luigi Cuppone al Pisa

NEVIANO. Nuova meta per il promettente attaccante nevianese Luigi Cuppone. Dalla prossima stagione, l’attaccante classe ’97, proveniente dalla Primavera del Vicenza, sarà a titolo definitivo un calciatore del Pisa, compagine militante nel campionato di Lega Pro. Dopo importanti esperienze nei settori giovanili del Lecce, del Carpi e del Lugano, e un’avventura in Serie D con la Triestina, ora per Cuppone la nuova avventura in nerazzurro (il contratto è firmato sino al 2020) sotto la guida di mister Carmine Gautieri, con la prospettiva di ritornare presto in Serie B.

NEVIANOTorna anche quest’anno nel cuore dell’estate nevianese la “Notte bianca”, la lunga maratona d’intrattenimento che tra il 31 luglio ed il primo agosto terrà tutti svegli fino all’alba con cibo, musica e spettacoli per tutte le età e per tutti i gusti. Gli organizzatori sono già al lavoro per preparare al meglio la nuova edizione dell’evento, che ogni anno riscuote un grande successo. Ricchissimo come sempre il cartellone di iniziative, tra arte, musica, spettacoli, enogastronomia, artisti di strada, mercatini, iniziative culturali e ludiche. Tra gli ospiti attesi la Stella Band Serenade, una band itinerante che animerà con divertenti spettacoli le strade del paese, il Lambretta club Finibus Terrae, le note al pianoforte di Marcello Remo, lo spettacolo degli Agro- pedi circensi, e molto altro ancora. Pezzo forte dell’edizione di quest’anno sarà inoltre lo “Street food Salento”, il festival del cibo di strada, che impreziosirà coi i suoi numerosi stand le strade nevianesi, offrendo specialità salentine e birre artigianali, ma anche gustosi stuzzichini provenienti da ogni regione italiana. L’evento è organizzato dall’associazione culturale nevianese “Notte bianca” e “5a Generazione”, in collaborazione con gli enti locali e le attività commerciali del territorio, che per l’occasione rimarranno aperte per tutta la durata della manifestazione. Per qualsiasi informazione: nottebiancaneviane@ libero.it.

 

NEVIANO.Ha lasciato il reparto di Rianimazione del “Vito Fazzi” di Lecce il 15enne che sabato sera aveva sbattuto la testa sull’asfalto  candendo dalla sua bicicletta tra via Graziani e via Dante a Neviano. Questa mattina i sanitari di Rianimazione ne hanno disposto il trasferimento in Neurochirurgia, dove il ragazzo resterà per altre tre giorni in osservazione. L’incidente, causato a quanto pare da una buca nell’asfalto, aveva causato uno stato comatoso al 15enne tanto da consigliarne l’immediato trasporto all’ospedale di Lecce. Ancora alcuni controlli precauzionali e poi potrà tornare a casa.

by -
0 831

NEVIANO. Avevano promesso di dare battaglia e così faranno già stasera: i cittadini riuniti nel “Comitato nevianese a tutela del Territorio”, formatosi circa tre mesi fa dopo che la “Fg Ecologia” ha avviato l’iter per la realizzazione di un impianto di compostaggio in località Carcarone, si sono dati appuntamento nella centralissima piazza Concordia, per un’assemblea pubblica che prenderà il via alle 20:30. Le perplessità del comitato – che per stasera attendono anche gli interventi di alcuni cittadini dalla vicina Tuglie, altrettanto interessata al progetto – si erano già manifestate dopo (e durante, con dure contestazioni) il consiglio comunale di venerdì scorso, che ha visto l’ordine del giorno dell’opposizione bocciato dalla maggioranza del sindaco Cafaro: “Raccoglieremo le firme per un referendum popolare” avevano annunciato i cittadini.

Si registra intanto la posizione di Vito Iasi, l’unico consigliere di maggioranza che ha votato a favore delle proposte di delibera della minoranza: “Non sono favorevole all’impianto, che sicuramente sarà impattante – fa sapere – è una responsabilità che non voglio prendermi. Ne ero convinto già prima della seduta di venerdì e ancor di più dopo la relazione del professor Zurlini. Ognuno vota secondo coscienza” conclude Iasi.

 

cons com neviano - a destra della cafaro il prof zurliniNEVIANO. Nessuno stop al progetto, nessun referendum comunale. A Neviano, la maggioranza del sindaco Silvana Cafaro blocca le proposte dell’opposizione sulla questione compostaggio. Dopo il tanto teso quanto partecipato consiglio comunale monotematico di venerdì sera, richiesto dai consiglieri di minoranza, resta la concreta possibilità che l’impianto a biogas che la “Fg Ecologia” vorrebbe mettere in piedi il località “Carcarone” possa essere realizzato: i consiglieri Cosimo Pellegrino e Luigi Stifani hanno richiesto che l’Assise deliberasse per un parere negativo da portare in conferenza dei servizi sulla questione, evidenziando la pericolosità della “digestione anaerobica” (per ben 50mila tonnellate annue) e le incongruenze sulla scelta del sito. La maggioranza ha, però, bocciano la proposta, con l’unica eccezione del consigliere Vito Iasi, oltre che di Pellegrino, Stifani e dell’altra consigliera di minoranza Margarita Grassi (assente Anna Chiara Tundo).

Nervi a fior di pelle sia prima che dopo il parere espresso dal professor Giovanni Zurlini, del Dipartimento di Scienze biologiche e ambientali dell’Unisalento, coinvolto dalla Cafaro per un conforto tecnico. “Il progetto presentato è lacunoso – ha detto senza mezzi termini Zurlini – e potrebbe dare grossi problemi dal punto di vista ambientale e sanitario. La valutazione d’impatto ambientale, per diversi aspetti, non è fatta bene. C’è però la possibilità di aggiungere un sistema di raffinazione per il riutilizzo del biogas in maniera pulita, facendolo diventare metano: è più costoso ma dà garanzie notevoli, ne esiste uno simile in provincia di Salerno”. Il Sindaco aveva anticipato quale sarebbe stata la linea della maggioranza già pochi secondi prima che Zurlini riassumesse le conclusioni dello studio, allegato agli atti del consiglio solo pochi minuti prima del via: “Abbiamo obblighi di natura politica e senso di responsabilità nei confronti dei cittadini. Anche se la relazione mette in luce le molte criticità, invito comunque a respingere la proposta dei consiglieri a prescindere, perché strumentale”.

E la contestazione è servita: la platea si è agitata (tantissimi i cittadini che nelle scorse settimane hanno aderito al “Comitato Nevianese a tutela del territorio”), il battibecco e le urla sono arrivati tra i banchi del Consiglio e la presidente Carla De Giorgi ha disposto la sospensione ad appena mezz’ora dall’inizio. Al rientro, dopo l’intervento di Zurlini, la votazione: la bocciatura della proposta di delibera ha portato Pellegrino e Stifani a una mozione per l’istituzione di un referendum popolare sul tema. Bocciata con gli stessi numeri anche questa soluzione, l’Assise si è chiusa tra l’agitazione generale, con la Cafaro contestata dai cittadini anche all’uscita dalla sala consiliare di piazza Concordia. “Nonostante il parere di un professore universitario chiamato da loro stessi – commenta a caldo Valentino Simone, uno dei portavoce del Comitato di cittadini – che ha detto che il progetto così com’è sarebbe dannoso, la maggioranza ha votato in questo modo e non  ha nemmeno accettato il referendum. Non si capisce che senso abbia. La prossima mossa – annuncia di già – sarà la raccolta firme per poterci esprimere sulla questione”.

La Cafaro, da parte sua, è convinta: «Abbiamo il dovere di valutare se questo impianto ci consente di abbassare i costi della spazzatura che si stanno divorando il Bilancio comunale. Ma per prima cosa dovevamo valutare se questo presentava dei rischi per la salute dei cittadini. Non potevamo di certo dare retta ad ogni ciarlatano che dice la sua. Ci siamo rivolti all’Università di Lecce per avere un parere espresso in forma ufficiale, un parere autorevole da parte di una istituzione pubblica. Nel parere, che abbiamo avuto, sono state rilevate diverse criticità, informeremo subito la ditta e la provincia, se queste criticità non saranno rimosse, noi non daremo il nostro assenso. I cittadini stiano tranquilli, e coloro che stanno speculando per attaccare l’amministrazione si mettano il cuore in pace, noi andremo avanti con la coscienza serena». Il sindaco ha preannunciato un pubblico comizio sulla delicata questione.

localita Carcarone nevianoNEVIANO. Non dà tregua sulla questione compostaggio il neonato “Comitato nevianese a tutela del territorio”: i cittadini continuano a tenere alta l’attenzione sulle richieste avanzate dalla società “Fg Ecologia” per l’installazione di un “mega-impianto” di compostaggio (50mila tonnellate l’anno) in località Carcarone (la mappa). In questi giorni hanno continuato ad informare a suon di volantinaggi e condivisioni social, con una precisa richiesta rivolta al sindaco Silvana Cafaro: «Non si ostini a pensare a probabili benefici per il territorio. Dopo le motivazioni addotte dagli esperti e il secco no del presidente della provincia, non dovrebbe avere più dubbi».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

NEVIANO. Edifici da vendere o da comprare, finanziamenti, traslochi: a cavallo tra il primo e il secondo mandato amministrativo, il sindaco Silvana Cafaro ha tentato di ridisegnare il volto del paese attraverso la cessione o l’acquisto di immobili presenti sul territorio comunale. Provocando non poche prese di posizione da parte degli esponenti della minoranza in Consiglio, e addirittura riuscendo a far sorgere una spaccatura al suo interno, con la consigliera Margarita Grassi che spesso ha votato in disaccordo con i suoi colleghi.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 769
Premiazione "Neviano in fiore" del 2016

Premiazione “Neviano in fiore” del 2016

NEVIANO. Il “Gruppo Donne Neviano”, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune organizza per la settimana dal 14 al 21 maggio la seconda edizione di “Neviano in fiore”, il concorso di addobbo floreale che premia la composizione più originale di balconi, logge e verande. Il concorso è aperto a tutti, e si può partecipare singolarmente o per nucleo familiare. Le composizioni floreali potranno essere realizzate fino alle 12 del 19 maggio e dovranno restare allestite fino al 21 maggio.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 218

vescovo Fernando FilogranaNEVIANO. Si svolge sabato 6 maggio a Neviano la festa organizzata dall’Azione cattolica della diocesi di Nardò-Gallipoli per festeggiare i 150 anni dell’associazione. L’evento, denominato “AC-versario” riporta nella diocesi salentina la grande festa organizzata a Roma lo scorso 30 aprile, dove a fare da filo conduttore, un po’ come in tutti i compleanni e gli anniversari, è stato l’importanza della memoria del passato e la progettazione proficua del futuro. Anche nell’evento di Neviano, perciò, si ripercorreranno le tappe fondamentali compiute dall’associazione sul territorio, con lo scopo di “rinnovare e rimotivare la vocazione associativa” si legge nel comunicato del Consiglio diocesano, presieduto da Andrea Bove.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Bianca MarzoNEVIANO. Funerali a Neviano (quest’oggi alle ore 15) per Bianca Marzo, 102 anni,  fondatrice del Centro italiano femminile di Neviano, attiva nell’associazione fino al 2003, finché gliel’hanno permesso le forze fisiche. Insegnante elementare, impegnata negli anni di ricostruzione  nel dopoguerra, si rese subito conto del ruolo che le donne stavano assumendo nella nuova realtà sociale e dei nuovi bisogni. Negli anni Cinquanta/Sessanta, cominciavano a lavorare fuori casa e ad avere difficoltà a gestire i bambini. Bianca Marzo si mise all’opera, non a parole, e organizzò la prima scuola dell’infanzia a Neviano (prima che lo Stato intervenisse con l’istituzione delle scuole materne pubbliche) utilizzando case private messe a disposizione gratuitamente da privati benestanti. Negli anni Sessanta cominciò a prendere corpo , in via Bellomo 256, un sogno di Bianca, quello di realizzare una struttura ad hoc, una scuola materna che fu costruita con un contributo pubblico e con l’impegno fattivo delle socie del Cif che offrivano il loro lavoro volontario, realizzavano con le loro abili mani lavori di artigianato che poi vendevano e il cui ricavato costituiva un tassello della realizzazione dell’immobile.  Nel 1978 fu finalmente inaugurata la scuola materna del Cif “Madonna delle Nevi” che ha ospitato nel corso degli anni tanti bambini. Dal 2001 la struttura, che conserva il medesimo nome, è un asilo nido, ristrutturato con cura e gestito con dedizione dal Cif. «L’esempio di Bianca Marzo – dice Maria Rosaria De Lumé, presidente provinciale del Cif – è un faro che da anni illumina l’associazione.  A lei va il grato ricordo di tutto il Cif provinciale che proprio nella generosa operosità delle sue fondatrici vuole rinnovare i principi della sua identità pure in un contesto storico completamente cambiato. Al Cif locale di Neviano, alla sua presidente Ilenia Mighali e alle socie,  l’augurio che la figura di  Bianca Marzo possa guidare il loro percorso di solidarietà a sostegno dei piccoli e delle loro famiglie. Alla comunità di Neviano l’auspicio che il ricordo di Bianca Marzo e del suo operato trovi un adeguato riconoscimento».

 

Sharon Orlandi

Sharon Orlandi

NEVIANO. Stanno per partire le nuove produzioni e Ciaula lancia l’appello per una nuova sede. La giovane associazione nevianese si rivolge ai suoi concittadini per riuscire a trovare un luogo – con affitto basso o in comodato d’uso gratuito – adatto alla conservazione dei vecchi prodotti (un quintale e mezzo di vino “Santu Nicola” e sedici litri di mirto), oltre che per riunirsi una volta alla settimana. «Abbiamo anche protocollato una richiesta per una stanza nell’ex scuola di via Dante- confida l’attivista Sharon Orlandi (foto) – ma sappiamo che ci sono altre associazioni in attesa e comunque quello non sarebbe un posto adatto alla conservazione del vino, ma utilizzabile solo come sede delle riunioni».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

La sede del Palazzo comunale, poco distante dall'immobile appena acquistato come sede di poste, carabinieri e vigili urbani

La sede del Palazzo comunale, poco distante dall’immobile appena acquistato come sede di poste, carabinieri e vigili urbani

NEVIANO. Un palazzo per tre inquilini, se non più. È già passato dal Consiglio comunale il provvedimento con il quale il comune ha sancito l’acquisto di un immobile in piazza Concordia, a due passi dalla sede municipale, per 570mila euro. Obiettivo primario quello di risolvere le difficili situazioni di Carabinieri e Poste, con il progetto già al vaglio dei tecnici comunali e quasi pronto. I militari da qualche mese hanno trovato sede provvisoria nell’ex plesso scolastico “Dante Alighieri”, dopo che nel maggio del 2016 prefettura e ministero avevano invitato la locale Stazione a trovare una sede di proprietà comunale, a causa dei noti tagli nelle spese. «Non possiamo permetterci di perdere i carabinieri», disse allora il sindaco Cafaro, che consegnerà alle forze dell’ordine parte degli oltre 1.200 metri quadri dell’edificio ora acquistato.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Stefano Marra - NevianoNEVIANO. La gelosia degenera in stalking e per il 33enne Stefano Marra scatta l’arresto. L’uomo, di Neviano, è stato raggiunto ieri mattina da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per aver reiterato nel tempo, ovvero dallo scorso novembre, atti persecutori nei confronti della ex convivente. La situazione, nel tempo, è divenuta insostenibile per la donna costretta ad alterare le proprie abitudini di vita per evitare di imbattersi nell’uomo. La paura ed il timore per l’incolumità propria e dei suoi familiari le hanno causato, inoltre, un perdurante stato d’ansia. Alla base dell’arresto ci sono le continue scenate per la fine della relazione sentimentale, gli appostamenti nei pressi dell’abitazione e del luogo di lavoro della donna, le gravi minacce verbali o con il telefonino e le chat,e  e le continue lesioni personali subite dalla donna. Ad arrestare Marra, e a trasportarlo nel carcere di Lecce, sono stati i carabinieri della Stazione di Neviano dopo averlo rintracciato in casa di un amico.

Voce al Direttore

by -
Le immagini che scorrono e scorreranno sugli schermi fino a sera tardi ed in parte anche domani, sono le ultime che hanno il sapore...