Home Notizie Nardò
Le ultime notizie dal Comune di Nardò in provincia di Lecce

– Questi gli appuntamenti dei candidati del M5S per la giornata di domenica 25 febbraio: alle ore 11 a Calimera, presso piazza del Sole comizio cui prenderanno parte la senatrice uscente e candidata Barbara Lezzi, la candidata alla Camera nel collegio uninominale di Nardò, Soave Alemanno e Veronica Giannone, candidata alla Camera nel collegio di Lecce listino proporzionale. Alle ore 18 a Tricase, presso il viale stazione, Barbara Lezzi e la candidata alla Camera nel collegio uninominale di Casarano, Nadia Aprile, parleranno ai cittadini. Alle ore 16  a Otranto, si terrà il comizio del consigliere regionale Cristian Casili e della candidata Nadia Aprile. A seguire, alle ore 20, presso il Palazzo Baronale di Giurdignano, avrà luogo un altro comizio elettorale di Cristian Casili e Nadia Aprile.

Al Palazzo ducale di Presicce, domani iniziativa col candidato Antonio Raone per il centrodestra. Il programma prevede alle18,30 incontro con gli ospiti accolti da alcuni volontari che distribuiranno loro il materiale informativo e i gadget della campagna, insieme a video sul tema. Con la conduzione della giornalista Ilaria Lia, alle 19 vi sarà l’introduzione di Gianluigi del Sole, consigliere comunale di Presicce. Seguirà l’intervento di Mauro Ciardo, giornalista sull’impegno sociale e sportivo del candidato. Poi il dottor tratteggerà la figura di Antonio Raone, prima di passare la parola allo stesso Raone per l’appello al voto. Raone è candidato per la lista Noi con l’Italia-Udc.

La viceministro Teresa Bellanova, co n altri candidati del Pd, come annunciato anche ieri, sarà a Minervino alle 10; alle 10.30 a Casamassella di Uggiano la Chiesa; alle 11,30 a Corigliano d’Otranto; alle 17 a Martignano; alle ore 18.30 a  Carpignano Salentino.

Marcello Risi, candidato alla Camera all’uninominale nel collegio di Nardò, per Liberi e Uguali, terrà domattina alle 9.30 un incontro con i cittadini in piazza a Castrignano dei Greci, nei pressi del comitato LeU; alle 10.45 comizio in piazza Dante a Collepasso; alle 12 a Galatone incontro con i cittadini con la candidata Daniela Sindaco, nei pressi del comitato LeU in via XX settembre. Massimo D’Alema avrà un incontro ad Alezio presso la sala De Donno (zona artigianale) alle 11.

 

 

Casarano – Novità in vista, e anche di rilievo, per gli istituti scolastici per l’offerta formativa 2018-2019. Sono quelle previste dal  Piano regionale di dimensionamento adottato di recente dalla Giunta regionale. A Casarano gli Istituti comprensivi saranno soltanto due, con il Polo 3 di piazza San Domenico (foto) che assorbirà il Polo 1 di via Ruffano. Per garantire negli anni l’equilibro tra i due Istituti, però, la Regione ha autorizzato lo scorporo della  scuola dell’Infanzia di via Agnesi (in contrada Pigne) dal Polo 1 al Polo 2 di via Messina. La riduzione  viene giustificata dall’andamento (negativo) dei nuovi nati residenti in città che nel 2016 sono stati appena 157 contro i 181 dell’anno precedente. Considerato il limite di 600 alunni quale “soglia minima” per l’autonomia, fatto salvo il Polo 2 di via Messina, con un totale di 965 iscritti per l’anno corrente, il problema è da sempre legato al Polo 1, che infatti conta solo 553 iscritti, mentre il Polo 3 conta 618 alunni.

Una vera e propria rivoluzione è in vista tra Galatone, Seclì, Aradeo e Neviano: cesserà di esistere l’attuale istituto Comprensivo di Neviano e Seclì con la sede di Neviano accorpata al Comprensivo di Aradeo e quella la di Seclì che convergerà verso il Polo 2 di Galatone. Tale  decisione è scaturita dal mancato raggiungimento del numero minimo di alunni (600) nel Comprensivo di Neviano e Seclì, situazione che negli ultimi due anni aveva già portato alla perdita della dirigenza dell’istituto. In un primo momento il Consiglio d’istituto di Neviano aveva proposto l’accorpamento il Comprensivo di CollepassoTuglie, la Regione ha però considerando l’accorpamento ad Aradeo più proficuo per la distanza tra i due comuni e per il fatto che entrambi appartengono all’Ambito territoriale sociale di Galatina e allo stesso Distretto sanitario. Quanto alla sede di Seclì, si è deciso di accorparla al Polo 2 di Galatone su proposta dei Comuni interessati. Anche il Polo 1 di Galatone aveva avanzato la proposta di accorpamento, ma la Regione ha scelto il Polo 2 in quanto ciò assicura a quest’ultimo un aumento della popolazione scolastica e di conseguenza una maggiore stabilità nel tempo.

Altre novità per le scuole superiori con la soppressione della sede di Ruffano dell’Istituto “Bottazzi” (con sede centrale a Casarano) visto che l’indirizzo “servizi commerciali” registra ad oggi una sola classe quinta con appena 10 studenti. Per il “Salvemini” di Alessano, invece, viene autorizzata la riattivazione del corso serale ad indirizzo “elettronica ed elettrotecnica” e di “meccanica e meccatronica” con l’attivazione del primo anno di corso. Il “Medi” di Galatone acquista, invece, l’indirizzo “Industria e artigianato per il made in Italy”. Novità anche al “Vanoni” di Nardò, con l’istituzione dell’indirizzo “arti figurative”, ed al “Giannelli” di Parabita con l’indirizzo “industria e artigianato per il made in Italy” ed il corso antimeridiano “servizi culturali e dello spettacolo”.

(ha collaborato Silvia Resta)

 

Nardò – Pacchi alimentari del Comune che sarebbero stati donati ai bisognosi neretini dai militanti di CasaPound: dopo la denuncia in commissariato formalizzata dall’ex sindaco Marcello Risi e candidato di Leu alle prossime Politiche, la polemica naturalmente non si placa. È lo stesso Risi a tornare sull’argomento dopo che Palazzo Personè ieri con una nota ha provato (invano) a chiarire la situazione, affermando che i pacchi destinati a circa un migliaio di neretini sono consegnati da aziende private che mettono i propri mezzi a disposizione e da “una nutrita schiera di volontari”, preannunciando infine che Risi verrà querelato.

L’ex sindaco neretino però non fa passi indietro e rincara la dose: «Le dichiarazioni del sindaco Mellone e dei suoi sostenitori sulla triste vicenda dei pacchi alimentari – afferma – fanno ridere. Non sono altro che la confessione che le schifezze che abbiamo denunciato sono tutte vere. Una ragione in più per liberare al più presto la città da questo personaggio affamato di potere che giorno dopo giorno sta trascinando Nardò nel baratro dell’indecenza. Si ripristini piuttosto la social card. Il bilancio del Comune consente di finanziarla per 3-400mila euro: vuol dire 3-400 social card da mille euro ciascuna ovvero 600-800 da 500 euro ciascuna».

La reintroduzione della “social card”, strumento soppresso dall’attuale Amministrazione sostituito proprio dai pacchi alimentari, ieri è stata invocata anche dalla minoranza consiliare perché ritenuta una forma solidaristica più discreta ed efficace, che farebbe evitare ai beneficiari “pellegrinaggi” in centro per ricevere i generi alimentari. Inoltre si annullerebbe alla radice una certa pubblicità dei dati personali dei soggetti interessati, fasce sociali deboli che le norme proteggono proprio tenendo riservate le generalità. Nel caso denunciato da Risi, queste generalità sarebbero finite in mano a persone diverse dagli addetti comunali preposti a questo servizio.

CasaPound resta accusata politicamente di aver strumentalizzato beni pubblici per scopi legati alla campagna elettorale. La formazione politica di estrema destra, va ricordato, alle prossime elezioni politiche candida nei collegi neretini Pierpaolo Giuri (uninominale Camera) e l’avvocato Felice Lecciso (uninominale e capolista nel listino proporzionale del Senato). Giuri, neretino, da diversi anni segue personalmente le problematiche delle case popolari della zona 167; Lecciso, di Trepuzzi, proprio tre mesi fa ha ottenuto dalla Giunta di Giuseppe Mellone un incarico diretto per la gestione di uno sportello comunale per gli alloggi popolari (foto).

Gallipoli – Quello in arrivo è l’ultimo week end elettorale; il prossimo infatti sarà contrassegnato dal silenzio e dalle riflessioni che porteranno alla decisione finale. S’intensificano quindi gli incontri, gli appuntamenti, le iniziative dei candidati ad un seggio in Parlamento.

Pieno di iniziative il programma diffuso dal viceministro Teresa Bellanova. Domani, sabato 24 febbraio, alle ore 18,30 nel teatro comunale di Miggiano “incontro con i candidati”, dopo il saluto di Antonio Coppola, segretario cittadino del Pd. Intervengono oltre alla Bellanova, Ada Fiore, On. Francesco Boccia, Lavinia Puzzovio, Sandra Antonica. Alle 19,30 nelle Scuderie di Palazzo Gallone a Tricase “Scegli la squadra, scegli il Pd. I Circoli del Capo di Leuca e i loro candidati”: introduce Gianluigi Forte, segretario cittadino del partito a Tricase; saluti di Andrea Ciardo, segretario provinciale Giovani democratici Salento, e Ippazio Morciano, segretario provinciale pd. Intervengono On. Francesco Boccia, Paola Povero, Ada Fiore, Dario Stefàno, Sandra Antonica. Domenica 25 febbraio alle 10 in piazza a Minervino “Caffè democratico” con l’on. Bellanova che incontra i cittadini; alle 10,30 a Casamassella, via per Uggiano La Chiesa, incontro pubblico con i candidati Teresa Bellanova, da Fiore, Dario Stefano, Lavinia Puzzovio. Intervengono Ippazio Morciano, Fritz Massa. Alle 11,30 a Corigliano_d’Otranto in piazzetta Vittime della mafia incontro su “La concretezza dell’azione politica dei rappresentanti del nostro Salento, contro il populismo dilagante”: introduce e coordina Gabriella Dimitri, Segretaria cittadina Pd. Intervengono Andrea Salvati, candidato “+ Europa” plurinominale Camera; Fritz Massa, deputato uscente del Pd; Teresa Bellanova, candidata Uninominale Senato, Alle 17 altra tappa a Martignano, centro Kafar Matta, con Bellanova e Sergio Blasi; . ncontro pubblico con Teresa Bellanova e Sergio Blasi. Introduce e coordina Simone De Riccardis, segretario cittadino pd; previsti i saluti anche del Sindaco Luciano Aprile.

Per il centrodestra prosegue il tour di Luciano Cariddi. Questo il suo programma per il 23 febbraio: incontro con gli elettori a Minervino di Lecce (ore 17), Sannicola (ore 18,30), Ugento (ore 19,30), Nociglia (ore 20,30).

Entrano in campo più visibilmente i candidati di “+Europa” lista ispirata a Emma Bonino. Domani, 24 febbraio alle ore 18, i candidati salentini di Camera e Senato inaugureranno il comitato di Galatina: appuntamento in corso Porta Luce,  16, Interverranno il capolista al collegio plurinominale alla Camera, Andrea Salvati, il capolista al Senato e coordinatore del gruppo di lavoro che ha redatto il programma di +Europa, Giordano Masini, la candidata al Senato Ilaria Donatio e i candidati alla Camera, Claudia Eleonora Stomeo ed Emanuele Paglialunga.

È prevista la partecipazione anche del candidato al collegio plurinominale Puglia 08 (Nardò) del Pd, Sergio BlasiInoltre, nel corso dell’inaugurazione sarà effettuata una diretta Facebook in collegamento con la maratona oratoria di +Europa.

Infine Massimo D’Alema, candidato al Senato con la lista Liberi e Uguali, prosegue domani il suo tour elettorale a Poggiardo. Alle ore 19.30 D’Alema sarà presso il Palazzo della Cultura (piazza Umberto I) per un’iniziativa pubblica. D’Alema sarà domenica mattina alle ore 11 presso la sala conferenze dello stabilimento De Donno di via Pirelli ad Alezio per un incontro pubblico: introdurrà l’assessore comunale Walter De Santis.

 

 

 

 

 

 

 

Casarano – Fa tappa a Casarano il set cinematografico del film “Un nemico che ti vuole bene” diretto da Denis Rabaglia. Dal pomeriggio di venerdì 23 febbraio e per tutta la notte il Villino Capozza di via Maggia (a ridosso della collina della Campana) sarà il quartier generale delle riprese per una produzione che ha già interessato, dallo scorso 22 gennaio, Acquaviva delle Fonti e Trani (quest’ultima quale località principale) così come Bari, Bisceglie, Lecce e alcuni centri del Salento tra i quali Tricase, Poggiardo, Cavallino, Monteroni, Copertino ed ora anche Casarano. Di tutto rilievo il cast degli attori ad iniziare da Diego Abatantuono con Antonio Catania, Ugo Conti, Massimo Ghini, Antonio Folletto, Roberto Ciuffoli e Sandra Milo. Il supporto logistico è assicurato da Apulia Film Commission. L’ultimo set del film sarà a Gstaad, in Svizzera. Tra gli autori del film (una commedia-thriller) anche lo sceneggiatore Luca De Benedittis (di Nardò e figlio dell’ex preside del liceo classico di Casarano Salvatore De Benedittis.

Marcello Risi

Il sindaco Giuseppe Mellone

Nardò – La campagna elettorale per il Parlamento, in una città in cui non è mai finita quella comunale, finisce in Questura. A bussare al locale commissariato di via Duca Degli Abruzzi è stato in mattinata Marcello Risi, candidato alla Camera dei Deputati nella lista “Liberi e Uguali”. Le accuse lanciate dall’ex sindaco neretino non sono “leggere”: «Estesa attività clientelare nel Comune, con pacchi alimentari per le famiglie disagiate distribuite dai militanti di CasaPound. Sono perciò ipotizzabili gravi fattispecie di reato. La democrazia e i princìpi costituzionali presi a sputi». Va ricordato che nel collegio uninominale per la Camera dove è candidato Marcello Risi, per CasaPound corre Pierpaolo Giuri (anch’egli neretino), accusato di aver presenziato ieri 21 febbraio alle operazioni di “carico merce” a Palazzo Personè.

Risi: “Prelevati decine di pacchi dal Comune, a uffici chiusi”. «I militanti di CasaPound – accusa Risi – hanno prelevato decine di pacchi alimentari, senza effrazione. L’azione, dunque, è stata presumibilmente favorita da amministratori comunali ed è molto probabile che il sindaco Mellone ne fosse a conoscenza. Parte dei pacchi è stata consegnata a cittadini recatisi in Comune nonostante il mercoledì sia un giorno di chiusura degli uffici, e dunque presumibilmente convocati in precedenza. Decine di pacchi alimentari sono stati poi caricati su automezzi e consegnati a domicilio. L’operazione ha una connotazione meramente elettorale, tipica di censurabili pratiche clientelari. Molti gli aspetti riconducibili al fenomeno criminoso del voto di scambio, alla corruzione elettorale e altre ipotesi di reato». Risi tira dritto, fa sapere che della vicenda sarà informato anche il Prefetto di Lecce e nel frattempo si domanda: «Qual è in questa assurda e tristissima vicenda il ruolo del sindaco? Quali funzionari del Comune hanno omesso ogni controllo sulla gestione dei pacchi alimentari? Quali funzionari del Comune (se ve ne sono) possono considerarsi complici dell’operato dei militanti di CasaPound? Risultano atti amministrativi adottati contro le legge e tali da ipotizzare il reato di abuso d’ufficio? Il prelevamento dei pacchi alimentari dalla sede del Comune può ritenersi regolare oppure concretizza il reato di furto? Emergono ipotesi di appropriazione indebita? Ancora: a chi vengono concretamente destinati i pacchi? Perché i militanti di CasaPound agiscono come fossero i padroni del Comune? Come è possibile che fatti così gravi si svolgano nella sede comunale con le istituzioni (politici e funzionari) che lasciano fare, voltandosi dall’altra parte e fingendo di non vedere?».
Dall’Amministrazione: “Non militanti ma volontari benefattori”. Poche ore e arriva la replica del Comune. «Da circa 12 mesi l’amministrazione comunale distribuisce mensilmente pacchi alimentari a un migliaio di neretini, in virtù di un accordo siglato con il Banco delle Opere di Carità, associazione nazionale che coinvolgendo anche altri Comuni italiani si occupa del recupero dello spreco alimentare. Il Comune di Nardò, grazie alla collaborazione di imprese private (trasporti, frigorifero, ecc.) e ad una nutrita schiera di volontari, distribuisce centinaia di pacchi alimentari forniti alle famiglie indigenti selezionate con apposito bando in base all’Isee. Questa distribuzione avviene solitamente il mercoledì ma le esigenze particolari di alcuni beneficiari inducono ad assicurare la consegna anche in giornate diverse. I neretini che hanno bisogno, hanno bisogno anche durante la campagna elettorale, le cui dinamiche non dovrebbero intaccare la bontà di una iniziativa sociale così importante». Questa dunque la versione fornita da Palazzo Personè, che definisce quindi i “fattorini-benefattori” non “militanti di CasaPound” ma “nutrita schiera di volontari”. «Le offese e le dichiarazioni gravemente diffamatorie intorno a questa iniziativa, contenute in ricostruzioni molto lontane dalla verità – conclude la nota del Comune – saranno attentamente valutate dall’Amministrazione comunale per ogni iniziativa conseguente nei confronti della persona che le ha firmate».
Non mancano altre reazioni politiche. “Andare Oltre”, partito del sindaco Giuseppe Mellone, tramite il suo segretario cittadino Luigi Maritati va all’attacco frontale di Marcello Risi, definito tra l’altro “candidato di un partitino del 3%” e attribuendo all’ex sindaco una “strumentalizzazione elettorale” e una “ricostruzione cinematografica che avrà conseguenze non solo politiche”, con chiaro riferimento alle aule giudiziarie; le eventuali carte a favore di una versione dei fatti diversa restano però al momento coperte.
Le opposizioni: “Tra i “volontari” anche il candidato alle elezioni di CasaPound; Sindaco compiacente”. Si fa sentire anche l’opposizione con i consiglieri comunali di minoranza Lorenzo Siciliano, Daniele Piccione, Carlo Falangone, Roberto My e Giancarlo Marinaci. «Quanto si sta continuando a verificare a palazzo Personé – scrivono i cinque – rappresenta un fenomeno spregevole non più tollerabile. Quella della distribuzione dei pacchi alimentari è un’offesa alla dignità delle persone. Nel corso della serata di ieri è stata effettuata la distribuzione delle derrate alimentari e alla stessa hanno preso parte diversi aderenti all’organizzazione politica CasaPound, nonché il locale referente e candidato alle elezioni politiche del 4 Marzo. Il Sindaco Mellone è silenziosamente compiacente e dunque corresponsabile di questo fenomeno. La social card, che permetterebbe a ogni avente diritto di recarsi in maniera autonoma presso i supermercati autorizzati, è stata volutamente abolita per costringere i cittadini che versano in condizioni disagiate a questo umiliante e grottesco pellegrinaggio nel pieno centro della Città». Come preannunciato da Marcello Risi, la cui denuncia ha fatto scoppiare il caso, anche la minoranza consiliare dichiara infine che della vicenda informerà Procura della Repubblica e Prefetto, producendo un’interrogazione consiliare urgente.

 

Seclì – Il centro “Santa Laura” di Seclì mette la firma sulla trentesima edizione del Carnevale di Aradeo, conclusosi domenica 18 febbraio. I ragazzi che frequentano la residenza socio-sanitaria, che dal 2013 si occupa di disabili e anziani, si sono infatti aggiudicati il secondo posto nella classifica dei carri allegorici di seconda categoria con il carro intitolato “Il Piccolo Principe”, ispirato al famoso romanzo di Antoine de Saint-Exupéry. Ragazzi “fortemente abili”, li ha definiti il dottor Roberto Fulgido, responsabile del centro. Grazie all’aiuto delle educatrici e alla collaborazione del liceo artistico di Nardò, i ragazzi hanno così conquistato la “medaglia d’argento” in questa festosa competizione. «Un’esperienza fantastica – fanno sapere dalla struttura – in cui i ragazzi, attori principali, hanno dimostrato che attraverso tenacia ed entusiasmo, si può vincere sempre e comunque. Un ringraziamento particolare va alla proprietà del centro “Santa Laura”, la famiglia Apollonio, che credendo fortemente nei nostri progetti, ci ha permesso tutto ciò».

 

Nardò – Fanno una breve sosta in Messico gli appuntamenti con lo street food dal mondo targati “La Fabbrica”. Sabato 24 a partire dalle 20,30, la “casa delle arti” di via Giosuè Carducci ospita un nuovo evento dedicato al cibo di strada, con diverse specialità messicane (nachos tipici, tortillas, chili, burritos, torte desiderio e torte fredde) accompagnate dalla tipica birra messicana. Tre le opzioni di degustazione in stile Street Food Tex Mex tra cui scegliere. La serata sarà accompagnata dall’allegria e dalle selezioni musicali di Jorge. (Info e prenotazioni : 0833 579371 – 329 4422099)

Nardò – Plesso scolastico di via Marzano: per il Tar di Lecce si può finalmente procedere con i lavori. Rischiavano di allungarsi ulteriormente i tempi per vedere di nuovo attivo l’edificio scolastico di pertinenza del Polo 3, che nei prossimi mesi sarà abbattuto e ricostruito. Sarà la ditta “Alfa Impianti” di Galatone ad eseguire i lavori (per circa 1 milione 604mila euro tra fondi regionali e comunali) nonostante il ricorso avanzato nelle settimane precedenti davanti al Tribunale amministrativo regionale di Lecce dalla “De Pascali Pantaleo”, cui il giudice ha risposto picche dando l’ok a procedere con l’iter e disponendo all’azienda il pagamento delle spese processuali del Comune, difeso dall’avvocato Paolo Gaballo.

Già dall’ottobre di quest’anno, in previsione dell’intervento sulla struttura ormai fatiscente che sarà sostituita da una totalmente nuova, alunni e docenti della scuola diretta da Tommasa Michela Presta avevano trovato ospitalità presso la struttura di via Bologna, a sua volta ristrutturata (le dieci classi di scuola primaria) e presso quella di via Marinai d’Italia (le cinque classi di scuola dell’infanzia). “Sono molto felice di poter annunciare l’avvenuta firma del contratto e l’imminente avvio dei lavori – commenta il primo cittadino Giuseppe Mellone – grazie ai quali daremo a Nardò una struttura scolastica completamente nuova. Di questi tempi in cui l’edilizia scolastica è notoriamente piuttosto precaria un po’ dappertutto, è una notizia molto positiva”.

Nei giorni scorsi è stato quindi sottoscritto il contratto d’appalto con la vincitrice del bando del novembre 2016, che farà rinascere la “Don Bosco”, grazie ai fondi ottenuti dalla precedente Amministrazione comunale ed ora pronti per essere impiegati. L’opera dovrà essere completata entro i 600 giorni lavorativi previsti dal contratto.

Nardò – Per il terzo anno consecutivo alla Bushido Durante stage multidisciplinare di arti marziali e sport da combattimento. Il prossimo 11 marzo, a partire dalle ore 8.30, il “Pala Andrea Pasca” di Nardò ospiterà maestri ed atleti provenienti dai comuni delle province di Lecce e Taranto per praticare jujustu, karate shotokan (uno stile moderno nato dall’incontro di varie arti marziali), aikido (praticato in Giappone sia a mani nude che con armi bianche tradizionali), kick boxing e krav maga (sistema di combattimento ravvicinato e di autodifesa di origine israeliano).

Lo stage sarà diretto come di consueto dal maestro neretino Gregorio Durante, con la sua esperienza e i suoi titoli (7° dan jujustu, 6° dan karate shotokan, 6° dan kick boxing e istruttore krav maga), e sarà aperto non solo agli atleti ma anche a chiunque intenderà cimentarsi ed apprendere tali discipline. Lo stesso Durante curerà le fasi di jujustu assieme ai maestri Patrizia Colao (Taranto) e Antonio Martano (Nardò), entrambi 4° dan; di karate shotokan si occuperanno Aldo Garofalo (Taviano, 7° dan) e Michele Lanave (Lecce, 4° dan); di aikido Mario Delle Foglie (Taranto, 6° dan); di kick boxing i maestri neretini di 6° dan Walter e Riccardo Guagnano; di krav maga Dino Frascella (Taranto) ed Ezio Manzone (Lecce). Lo stage è patrocinato dal Comune di Nardò, dal Coni e dallo Csen (ente di promozione sportiva con cui la Bushido Durante è affiliato).

Inoltre, alcuni giorni fa una folta rappresentanza della Bushido Durante (composta dai maestri Durante, Martano e Delle Foglie, dagli istruttori Mariangela Falconieri e Andrea Martano, dall’allenatore Marcello Cazzato e dagli allievi Paola Cordella, Luca Spagna, Antonietta Martignano, Guido Muci, Christine De Paola, Annalisa Lupo e Antonio Sambati, tutti di Nardò) ha presenziato presso la sede del comitato provinciale Csen al corso con abilitazione all’utilizzo del defibrillatore: la sicurezza e il primo intervento sono argomenti da sempre posti in primo piano dall’associazione del maestro Durante.

Nardò – C’è la Tav Jonico Salentina sul tetto regionale nella specialità Percorso caccia in pedana. La società neretina nei giorni scorsi in quel di Veglie, col risultato di 129/150, si è laureata campione d’inverno, imponendosi sulle due compagini di San Donaci, Shooting Club e “Passione e Natura”, che hanno chiuso rispettivamente con 128/150 e 127/150 + 53; quarto posto per i padroni di casa della Tav Veglie (127/150 + 43).

Il movimento guidato dal presidente Flavio Maglio, neretino, brilla anche nelle classifiche individuali: medaglia d’argento per Antonio Dollorenzo (Cutrofiano) e bronzo per lo stesso Maglio (2ª categoria). Fra le “Lady”, argento anche per la figlia di Flavio, Sofia Maglio – campionessa mondiale di tiro a volo – e bronzo per la leccese Claudia De Luca. La Tav Jonico Salentina è stata rappresentata anche da Michael Rimo (Racale), Nicola Giuseppe Mauro ed Elio De Luca (Lecce), Flavio Leone (Veglie), i neretini Giancarlo Paglialunga e Antonio Corvo, e Stefano Longo (Cutrofiano).

Per la Tav Jonico Salentina è solo uno splendido inizio di un calendario ricco di appuntamenti: nella notte a cavallo tra venerdì 23 e sabato 24 febbraio, Sofia Maglio, Michael Rimo, Paolo Mezzi, Claudia ed Elio De Luca prenderanno parte al Grand prix nazionale di double trap, nelle categorie individuale, a squadre e mixed team (coppie neretine Maglio-Rimo e padre e figlia De Luca). Il 25 febbraio a Torre Santa Susanna sarà tempo di fossa olimpica. Non solo: il prossimo 4 marzo Nardò ospiterà il campionato regionale di double trap e contemporaneamente a Scorrano si disputerà il campionato regionale di fossa universale. Ci sarà tempo e modo per nuove soddisfazioni.

Gallipoli – Tutti in campo ormai, a incontrare gli elettori anche in forme e luoghi non convenzionali. Del resto i giorni passano e, al di là degli scontri in tv, occorre parlare con quanta più gente è possibile, in carne ed ossa.

La viceministro Teresa Bellanova  (Pd) stamattina è stata ad incontrare imprenditori e lavoratori presso l’azienda Ceramica Fratelli Colì a Cutrofiano. Alle ore 18 sarà a Felline con altri candidati del Pd; nella frazione di Alliste all’incontro parteciperanno anche la candidata Ada Fiore e il segretario provinciale del partito, Ippazio Morciano. Alle 19,30 a Neviano assemblea con gli iscritti e simpatizzanti. Domani 22 febbraio, giovedì, alle 17 sarà a Sternatia, presso il comitato elettorale alle ore 17; alle 18 a Maglie; alle ore 19.45 a San Cassiano in via Unità d’Italia, ex Minimarket, col segretario pd locale Donato Marzotta e con Lavinia Puzzovio, Ippazio Morciano, Stefano Minerva, Sindaco di Gallipoli. Alle 20.45 a Botrugno in via Pirandello per discutere pubblicamente sulle proposte di Governo.

Il centro destra si dà appuntamento oggi alle 20 a Miggiano, Theatrum di via Roma, con Rocco Palese, parlamentare uscente e candidato, Luciano Cariddi, candidato al Senato, Saverio Congedo (Camera), Paolo Perrone (Senato), Maria Rosaria Tucci (Camera), Ivana Vallone (Camera)Pierpaolo Signore (Camera) e il portavoce di Fratelli d’Italia, Donato Carbone. Organizzano FdI e Gioventù nazionale della provincia di Lecce. IL programma di Cariddi precede inoltre per oggi tappe a Martano (ore 17,30), Scorrano (18,30), Poggiardo (19,30) con Antonio Gabellone, presidente della Provincia, Francesco Bruni ed altri candidati di Udc-Noi per l’Italia; alle 20,15 sarà a Giurdignano.  Domani 22 Cariddi sarà a Tuglie per un incontro presso il frantoio ipogeo divia Trieste alle ore 18,30.

I candidati alla Camera Salvatore Piconese, Sindaco di Uggiano La Chiesa, Gabriele Abaterusso, Sindaco di Patù, Antonio De Donno, candidato al Senato, tutti per la lista Liberi e Uguali con Pietro Grasso, saranno oggi alle 19,30 a Giurdignano, presso l’osteria degli amici. Alle 18.30 a Leverano, in via Vittorio Veneto, incontro pubblico del candidato Marcello Risi, giù Sindaco di Nardò, e con Daniela Sindaco, candidata alla Camera, e Massimo D’Alema, candidato al Senato, insieme con Pierluigi Valentino (consigliere comunale Leverano) e Anna Inguscio (consigliere comunale Copertino).

Per il M5S Sempre oggi 21 febbraio alle ore 19 presso il Castello baronale di Collepasso, si terrà la presentazione dei candidati del collegio uninominale di Nardò. Interverranno il consigliere regionale Cristian Casili e la candidata alla Camera dei Deputati, Soave Alemanno di Nardò. Alle ore 18 presso la biblioteca comunale di Gagliano del Capo, presentazione dei candidati e del programma di governo per il Paese. Interverranno la senatrice uscente e candidata Barbara Lezzi, la candidata alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Casarano, Nadia Aprile di Taviano, Veronica Giannone, candidata alla Camera dei Deputati nel listino proporzionale del collegio di Lecce, i candidati Annalisa Urso e Leonardo Donno.

 

 

 

Nardò – Maltratta la moglie per farsi dare i soldi con i quali comprare la droga e finisce in carcere. Il 39enne Francesco Montefusco, nato a Nardò e residente a Gallipoli, è stato arrestato dai carabinieri della locale Stazione in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Lecce. Secondo quanto appurato nel corso delle indagini, l’uomo avrebbe maltrattato e percosso ripetutamente la donna al fine di ottenere somme in denaro per acquistare sostanza stupefacente. Dopo le formalità di rito in caserma, Montefusco è stato condotto presso la casa circondariale di Lecce.

Nardò – Due arresti per droga lunedì 19 febbraio a Nardò. I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile, nell’ambito di un servizio di prevenzione e repressione dei reati relativi allo spaccio di stupefacenti, hanno fermato i cugini Angelo Zopazio e Nico Zopazio, rispettivamente di 33 e 21 anni entrambi di Nardò, che nel garage avevano oltre 70 grammi di marijuana, soldi (355 euro in contante) e materiale utile per il confezionamento delle dosi. I carabinieri hanno trovato anche un bigliettino con le generalità di alcuni acquirenti con indicata anche la quantità di droga fornita. All’interno della loro Smart Fortwo, inoltre, c’erano altri tre involucri contenenti complessivamente 3,38 grammi dello stesso stupefacente oltre ad altro materiale per il confezionamento,

Nardò – “La Dispensa del Salento” si immerge tra storia, arte e cultura. Presso l’attività in via De Viti De Marco, grazie alla passione di Marcello Fracella ed Antonella Colazzo, si parlerà della città di Nardò e delle ragioni che nel tempo l’hanno resa meta attrattiva. In collaborazione con l’associazione culturale “Le Luci del Barocco” e la Pro loco Nardò e Terra d’Arneo, il prossimo venerdì 23 febbraio, alle ore 18, il punto di riferimento neretino dei prodotti tipici agroalimentari apre le porte a tutti: dopo i saluti di rito del sindaco Giuseppe Mellone, dell’assessore alla Cultura Ettore Tollemeto e dello stesso Marcello Fracella, interverranno l’esperta in archeologia Antonietta Paglialunga sul tema “Tesori dal passato”, a seguire l’avvocato Giovanni Montinaro su “Nardò e i segni delle culture”, infine il presidente della Proloco Nardò e Terra d’Arneo, Carlo Longo, che approfondirà il tema della cultura come valore attrattivo. Modererà il convegno Giovanni Malacari, direttore di Oltreme.it. A seguire una degustazione con prodotti tipici enogastronomici del territorio, per un viaggio tra passato e presente, cultura e gusto.

by -
0 289

Nardò – “Il calcio, lo scatto e la gioventù”, il concorso fotografico dedicato al calcio giovanile neretino e organizzato da Tony De Paola e Tiziano De Pirro (presidente e vice della Juventus Nardò Bianconera) volge verso il gran finale. Sabato 24 febbraio, alle ore 17.30, presso l’associazione di via Generale Cantore, si terrà la premiazione del contest che si è svolto interamente a colpi di “like” sulla pagina Facebook Calcio Junior. Verranno premiate le cinque foto che hanno raggiunto il maggior numero di “mi piace”, più una foto speciale che, ad insindacabile giudizio della Juventus Nardò Bianconera, sarà valutata come la più originale. Assisteranno alla premiazione anche il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo, Maurizio Fiorentino dell’AC Nardò e Carlo Durante, presidente della Frata “Andrea Pasca” Nardò. Fra i premi in palio un completo granata dell’AC Nardò, una maglia della Frata Nardò, un borsone da calcio e una doppia consumazione di pizza e birra.

«Sarà una vera festa – afferma De Paola – da parte nostra siamo orgogliosi del riscontro avuto dai ragazzi. Numerose sono le foto che hanno aderito al concorso gratuito e non mi resta che ringraziare l’AC Nardò, la Frata Nardò e tutte le attività commerciali – conclude De Paola – che hanno supportato la nostra idea garantendo graditi premi».

Taurisano –  Un cane da guardia con le orecchie amputate e scattano il sequestro e la denuncia. Ad intervenire presso l’abitazione di un noto pregiudicato, alla periferia di Taurisano, sono state le guardie zoofile del Nucleo “Agriambiente” di Nardò, coordinate da Antonio Russo, unitamente a personale del Commissariato di Polizia di Taurisano. L’ispezione sui due cani detenuti dall’uomo ha permesso di accertare come uno degli animali presentasse l’amputazione delle orecchie non supportata da alcun tipo di certificazione medico veterinaria. Il cane è stato posto sotto sequestro mentre il proprietario è stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali. Il taglio delle orecchie, infatti, se non supportato da motivi di salute certificati dal veterinario, configura un reato che prevede la pena di reclusione da tre mesi a un anno con la multa da 3mila a 15 mila euro.

Gallipoli – Continua l’azione di monitoraggio sullo sfruttamento delle risorse marine ad opera della Guardia costiera. Nel corso di due distinte operazioni, i militari della Capitaneria di porto di Gallipoli hanno posto sotto sequestro un migliaio di esemplari di riccio di mare. Circa 700 ne sono stati catturati da pescatori di frodo, già noti alle forze dell’ordine, all’interno della “zona C” dell’area marina protetta di Porto Cesareo: in questo caso la Guardia costiera, oltre al avvalersi del sistema di videosorveglianza denominato “Le Torri fortificate vedette della legalità”, ha pure impiegato un battello pneumatico con l’ausilio dei militari appostati lungo il litorale. Oltre al sequestro dei ricci (poi rigettati in mare perché ancora in stato vitale), i militari hanno deferito all’autorità giudiziaria sia il sub quanto il soggetto che gli forniva assistenza a bordo della barca appoggio.

Nei pressi dello scalo d’alaggio del porticciolo di Santa Caterina (Nardò), invece, un’ulteriore attività ispettiva ha permesso di individuare un pescatore sportivo con circa 300 ricci a bordo del suo natante: anche in questo caso è scattato il sequestro del prodotto ittico (superiore al quantitativo catturabile al giorno per pesca sportiva) e l’applicazione di una sanzione amministrativa  di importo pari a 4.000 euro.

Nardò – Sarà il musicista e scrittore Giorgio Doveri, autore del romanzo “Sirena” (Musicaos Editore) l’ospite del nuovo appuntamento con “Incontri allʼora del tè”, la rassegna organizzata dalla libreria “I volatori”, con il coordinamento di Loredana Giliberto, in collaborazione con il B&B “Antica Dimora” e Musicaos Editore. Si parlerà di scrittura, musica e tanto altro domenica 18 febbraio alle ore 17,30 presso la storica libreria  “I Volatori”, alla presenza di Loredana Giliberto e Luciano Pagano di Musicaos. “Sirena” trova la sua ambientazione, tra gli anni ottanta e i giorni nostri, nel Salento, nella zona costiera e interna attorno a Tricase, in Grecia, e prima ancora a Roma e Istanbul. Al centro la vicenda di Marina, una giovane adolescente che vive insieme ai nonni, che si troverà ad affrontare rapidamente tutto il suo passato e, insieme al lettore, vivrà vicende misteriose e avvincenti. Info: http://www.musicaos.org –  tel. 0836.618232 – info@musicaos.it

Nardò – Pensieri, parole, musica per uno spagnolo salentino. Torna in scena la poesia di Vittorio Bodini a Nardò. Domani, sabato 17 febbraio, alle 20,30, il Centro studi Vittorio Bodini propone al Teatro comunale “Quasi Spagnolo: Italiano del Sud” una serata in musica e parole sull’opera e la figura del letterato e intellettuale salentino. L’evento si inserisce nel solco delle iniziative bodiniane già avviate lo scorso agosto con l’inaugurazione della mostra permanente “Viviamo in un incantesimo. Vittorio Bodini tra letteratura e vita” nelle sale del Castello degli Acquaviva d’Aragona.

La serata è articolata in diversi momenti. Si partirà dalla premiazione delle tesi di laurea e di dottorato più meritevoli sulla figura e l’opera di Bodini. Il bando lanciato lo scorso ottobre ha raccolto adesioni da  prestigiose università italiane e straniere e ha portato alla premiazione di Carolina Tundo dell’Università del Salento, di Maya Battisti dell’Università di Firenze e del dottore di ricerca Pantaleo Luceri dell’Università di Madrid. Sarà l’occasione, inoltre, per presentare finalmente al pubblico gli atti del Convegno internazionale di studi che si è tenuto nel 2014 a Lecce e a Bari in occasione del centenario della nascita del grande poeta. Curati da Antonio Lucio Giannone, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università del Salento, e pubblicati dall’editrice Besa in due tomi, gli atti ora sono a disposizione del pubblico e degli studiosi che vogliono conoscere ancora di più le vicende che hanno segnato la produzione letteraria e l’esperienza sociale di una delle figure più particolari del Novecento italiano ed europeo. Non mancherà naturalmente la presenza di Bodini attraverso le sue opere: ogni momento sarà infatti scandito e ritmato dalla lettura di alcune delle poesie più belle, curata dall’attore Antonio Minelli, regista della serata, e dalla musica degli Ecovanavoce, ensemble romano che ha messo in musica proprio i componimenti lirici di Bodini. I brani saranno eseguiti da Fabio Lorenzi, Paolo Fontana, Carlo Gizzi, che per l’occasione saranno accompagnati da Alessandra Caiulo, Ninfa Giannuzzi e Valerio Daniele. Luisa Ruggio condurrà la serata, che avrà un prologo alle 18 con l’apertura straordinaria della mostra al Castello e un piccolo buffet di accoglienza (dalle 19) per i visitatori. Alle 20,15 ingresso in sala al teatro con inizio della cerimonia alle 20,30.

L’evento è promosso dal Centro Studi Vittorio Bodini con il patrocinio e la collaborazione della Regione Puglia, del Comune di Nardò, dell’Università del Salento, del Rotary Club Nardò Distretto 2120, del Presidio del Libro di Nardò, del Liceo Galileo Galilei e di Besa editrice (nella foto Valentina Bodini e Lucio Giannone).

Gallipoli – Comincia a prendere quota la campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento. S’intensifica il lavoro degli uffici stampa, gli incontri e gli appuntamenti; s’intrecciano temi da sempre importanti come il turismo, l’agricoltura, i trasporti. Ma anche presentazioni e convention. Quella del centrodestra è stata fissata per domani 17 febbraio alle ore 28 a Casarano, auditorium comunale. Il giorno successivo, domenica, la convention si terrà a Tricase presso il cinema Aurora alle ore 10,30. L’apertura della campagna, come ricorda il coordinatore Fi di Casarano, Bruno Papaleo, era stata il 2 febbraio mentre il 10 si era inaugurato il comitato elettorale in via Dante con il candidato Rocco Palese di Acquarica del Capo, parlamentare uscente. Luciano Cariddi, ex Sindaco di Otranto e candidato al collegio uninominale Nardò-Casarano per il Senato, sarà domenica alle 11 a Maglie per un incontro con gli elettori nel cinema Moderno; vi parteciperà anche Raffale Fitto.

Sempre riguardo al centrodestra, da registrare la presa di posizione di Roberto Tundo di Melissano e del suo Movimento nazionale per la sovranità che ha scelto la Lega Nord: “Fratelli d’Italia non ha voluto avere nessun rapporto con noi (ordine della Meloni); con Forza Italia non abbiamo voluto noi alcun accordo; con la Lega di Matteo Salvini abbiamo raggiunto una intesa per queste elezioni politiche: in nome della Sovranità Nazionale, Prima gli Italiani”, afferma Tundo.

Sabato 17 e domenica 18 febbraio arriva in Puglia “Il futuro in programma”, il tour in camper di Alessandro di Battista del M5S. Cinque le tappe previste il primo giorno tutto nel Barese. Domenica 18 febbraio il tour farà tappa nel Salento. Alle 17 Alessandro Di Battista sarà a Casarano in piazza San Giovanni, mentre l’ultimo appuntamento della due giorni pugliese sarà alle 19  a Nardò in Piazza Salandra. Domani invece la parlamentare uscente e ricandidata Barbare Lezzi sarà al’Hotel Bellavista di Gallipoli con Soave Alemanno di Nardò, candidata all’uninominale della Camera e Cristian Casili, consigliere regionale pentastellato di Nardò. Appuntamento alle ore 19.

Incontro con gli imprenditori di Porto Cesareo sempre domani per la viceministro Teresa Bellanova, candidata del Pd al Senato, alle ore 12. Nel pomeriggio incontro a Lecce, Politeama Greco, dal titolo “Portiamo avanti la nostra terra” con Michele Emiliano, presidente della Regione, Carlo Salvemini, Sindaco di Lecce e Dario Stefàno candidato al Senato. Domenica il suo programma prevede tappe a Martano, Calimera e alle 19 a Maglie, presso il circolo del partito democratico.

 

 

 

 

Nardò – È stata una settimana intensa quella vissuta dal Nardò. La doccia fredda è arrivata dalla Corte sportiva di Appello che, sovvertendo le positive sensazioni del club granata, ha rigettato il ricorso – circa la presunta posizione irregolare del calciatore potentino Cosentino – relativo alla gara Nardò-Picerno (0-1 sul campo) dello scorso 2 ottobre. Il Toro ha già fatto sapere che ricorrerà al Collegio di garanzia del Coni per ottenere tre punti a tavolino che sarebbero vitali per la corsa play off.

Proprio gli spareggi-promozione sono il grande obiettivo degli uomini di Roberto Taurino, la salvezza, del resto, è ormai in cassaforte. Reduci da 12 risultati utili consecutivi, i granata proprio con il Picerno si ritrovano appollaiati a quota 38 punti, a -7 dall’ultimo posto utile per i playoff, occupato dal Taranto, ospite al “Giovanni Paolo II” il prossimo 4 marzo in una gara che, assieme a quella col Gravina del 25 febbraio, si prospetta fondamentale per le sorti del Toro.

«Il discorso permanenza è praticamente archiviato – dichiara il tecnico Taurino – ed ora possiamo guardare oltre con la consapevolezza che sarà durissima. Sarebbe una soddisfazione incredibile raggiungere i playoff. I ragazzi sono gli artefici di questa striscia positiva e se loro continueranno a non accontentarsi potremo toglierci ancora grandi soddisfazioni». I cavalli in più del Toro arrivano dagli under, per tre volte in gol nel recente 4-1 sul Francavilla in Sinni.

Fra questi anche Gaetano Palmisano, stabilmente convocato nella Rappresentativa Serie D, col sogno di essere convocato per la Viareggio Cup, prestigiosa vetrina di calcio giovanile: «Con il nostro mister nessuno è titolare – sostiene l’attaccante classe ’99 originario di Taranto – e questa circostanza mi sprona a dare il 100%. Se ho attirato le attenzioni della Rappresentativa è per merito dei miei compagni e della società; in granata sto imparando anche a curare la fase difensiva e sarebbe un sogno poter far parte della selezione che disputerà la Viareggio Cup». Il Nardò tornerà in campo domenica, alle ore 14.30, quando renderà visita alla Frattese, impelagata nelle zone rosse della classifica.

Nardò – Con il “Darwin Day” il mondo celebra a febbraio lo scienziato britannico Charles Darwin. Anche Nardò celebrerà il padre dell’evoluzionismo con un calendario di conferenze ed escursioni, tutti ad accesso gratuito, tra centro storico e Portoselvaggio. Le iniziative hanno inizio sabato 17 febbraio. Alle 16.30 al Museo della Preistoria di piazzetta Sant’Antonio incontro sul tema “Gli animali selvatici del Salento di ieri e di oggi” a cura dell’archeozoologo Francesco Colopi e laboratorio di paleontologia rivolto a ragazzi in età scolare.

Il 23 febbraio alle 9.30, sempre al Museo della Preistoria, attualmente in gestiore alla società “Nomos” di Salice salentino, in programma la conferenza “Attenti al lupo? La presenza di Canis lupus nel Pleistocene del Salento” a cura del professor Raffaele Sardella del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università “La Sapienza” di Roma. Per l’occasione è previsto un saluto da parte delle autorità cittadine e della soprintendente Maria Piccarreta. Sabato 3 marzo alle 9, infine, si terrà un’escursione nel Parco di Portoselvaggio e Palude del Capitano, con laboratori di geologia e paleontologia intitolati “A spasso con Darwin. Viaggio nell’evoluzione di Portoselvaggio”, a cura dell’archeozoologo Francesco Colopi e dei geologi Francesca Lagna e Andrea Vitale.

Anche quest’anno a organizzare il “Darwin Day” sono “R.eTe. Ricerca e Territorio” e Museo della Preistoria con il patrocinio e la collaborazione della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio Brindisi di Lecce e Taranto e dell’assessorato ad Ambiente, Parchi e Musei del Comune di Nardò (nella foto una escursione a Portoselvaggio a cura del Museo della Preistoria).

 

Nardò – Potrebbe segnale una svolta la sentenza del Giudice del lavoro di Lecce a proposito di uno dei “precari” del “Nardò Technical center” di Porsche Engineering  (gruppo Audi-Volkswagen) che da anni vi lavorano ma solo con contratti temporanei, “somministrati” cioè all’azienda che gestisce la pista di collaudo da società e agenzie specializzate. Nel caso specifico, il collaudatore interessato ha sottoscritto oltre 110 contratti di questo tipo in cinque anni. “Con sentenza del 14 febbraio 2018, il Giudice del lavoro di Lecce ha riconosciuto in favore di un lavoratore somministrato da Obiettivo Lavoro spa (oggi Ranstad Italia spa) e Manpower srl la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato alle dipendenze dell’utilizzatore Nardò Technical Center srl sin dalla data del primo contratto di somministrazione (settembre 2011)”. Come conseguenza della sentenza, il lavoratore tornerà al lavoro presso la sede di Nardò di Ntc srl dopo quasi tre anni dall’ultimo contratto di lavoro in somministrazione (aprile 2015) e riceverà un’indennità risarcitoria pari a dodici mensilità dell’ultima retribuzione globale di fatto.

Ricorso promosso da un lavoratore e dal sindacato. Con il ricorso al Giudice del lavoro di Lecce il lavoratore, che aveva prestato la propria attività lavorativa dal 2011 al 2015, intervallata da periodi di inattività inferiori a 60 giorni, ha chiesto al Tribunale di Lecce di “accertare l’illegittimità dei contratti di somministrazione a tempo determinato e la nullità del termine ivi apposto per violazione delle norme di legge in materia”, con l’assistenza dell’avvocato della Cgil Francesca Cursano; si è rilevata inoltre “la mancanza delle ragioni giustificatrici della somministrazione a termine, l’abuso del ricorso a tale tipologia contrattuale, la mancata effettuazione della valutazione dei rischi da parte dell’utilizzatore e la violazione dei limiti imposti dal contratto collettivo nazionale di lavoro”. Il magistrato ha stabilito che il diretto interessato ha diritto alla costituzione di un rapporto di lavoro alle dipendenze di Ntc srl con effetto dall’inizio della somministrazione “per aver, la società, violato il divieto imposto dall’art. 20 del d.lgs. 276/2003, che vieta il ricorso alla somministrazione per le aziende che non abbiano effettuato la valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 4 del d.lgs 19 settembre 1994, n. 626, e successive modifiche. Non avendo Ntc srl provato l’adempimento del precetto normativo, il contratto di lavoro in somministrazione è stato convertito a tempo indeterminato alle dipendenze dell’utilizzatore ai sensi dell’art. 27 del d.lgs. 276/2003. Per i motivi suesposti il Giudice del Lavoro ha dichiarato sussistere un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato tra il lavoratore ed NTC srl a far data dal 2011, condannando la società anche al pagamento di una indennità risarcitoria”, si legge in una nota del sindacato.

Dipendenti 136, “a tempo” oltre 100. Ma in Ducati e Lamborghini non è così. «Siamo contenti che il Tribunale di Lecce abbia riconosciuto la validità di una battaglia per la stabilizzazione di questi precari che la Cgil combatte da diversi anni. I lavoratori che hanno deciso di affidarsi alla nostra strategia sindacale hanno ottenuto i risultati sperati. Ne è dimostrazione questa sentenza dalla quale si evince che molto spesso dietro rapporti di lavoro a tempo determinato si nascondano rapporti di lavoro in realtà stabili. Inoltre riteniamo grave la certificata assenza del Documento unico per la valutazione rischi da interferenze (Duvri) evidenziata dal giudice del lavoro”, è il commento del segretario generale del Nidil Cgil Lecce (il sindacato che tutela i lavoratori interinali e con contratti atipici), Alessio Colella e la segretaria generale della Fiom Cil Lecce, Annarita Morea. In base a dati del 2016, la Ntc srl occupa stabilmente 136 dipendenti ed oltre cento “precari”, impegnati in collaudi di mezzi sulla pista di Nardò in qualità di drivers. Il sindacato Cgil da tempo chiede che anche a Nardò siano applicate le norme in materia di contratto di lavoro già introdotte in altre aziende italiane del gruppo tedesco, come Ducati e Lamborghini.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...