Home Notizie Galatone
Ultime notizie dal Comune di Galatone

Nardò – Plesso scolastico di via Marzano: per il Tar di Lecce si può finalmente procedere con i lavori. Rischiavano di allungarsi ulteriormente i tempi per vedere di nuovo attivo l’edificio scolastico di pertinenza del Polo 3, che nei prossimi mesi sarà abbattuto e ricostruito. Sarà la ditta “Alfa Impianti” di Galatone ad eseguire i lavori (per circa 1 milione 604mila euro tra fondi regionali e comunali) nonostante il ricorso avanzato nelle settimane precedenti davanti al Tribunale amministrativo regionale di Lecce dalla “De Pascali Pantaleo”, cui il giudice ha risposto picche dando l’ok a procedere con l’iter e disponendo all’azienda il pagamento delle spese processuali del Comune, difeso dall’avvocato Paolo Gaballo.

Già dall’ottobre di quest’anno, in previsione dell’intervento sulla struttura ormai fatiscente che sarà sostituita da una totalmente nuova, alunni e docenti della scuola diretta da Tommasa Michela Presta avevano trovato ospitalità presso la struttura di via Bologna, a sua volta ristrutturata (le dieci classi di scuola primaria) e presso quella di via Marinai d’Italia (le cinque classi di scuola dell’infanzia). “Sono molto felice di poter annunciare l’avvenuta firma del contratto e l’imminente avvio dei lavori – commenta il primo cittadino Giuseppe Mellone – grazie ai quali daremo a Nardò una struttura scolastica completamente nuova. Di questi tempi in cui l’edilizia scolastica è notoriamente piuttosto precaria un po’ dappertutto, è una notizia molto positiva”.

Nei giorni scorsi è stato quindi sottoscritto il contratto d’appalto con la vincitrice del bando del novembre 2016, che farà rinascere la “Don Bosco”, grazie ai fondi ottenuti dalla precedente Amministrazione comunale ed ora pronti per essere impiegati. L’opera dovrà essere completata entro i 600 giorni lavorativi previsti dal contratto.

GalatoneSeclì – Due paesi in festa per il secolo di vita di Benvenuto Rizzo. Il nonnino, di Galatone, ha spento le 100 candeline nella residenza socio-sanitaria Santa Laura di Seclì insieme al personale della struttura, ai parenti (l’uomo, vedovo da 13 anni, ha cinque figli) ed al sindaco Flavio Filoni che ha inteso porgergli gli auguri personali e dell’intera comunità galatinese consegnandogli una pergamena. Nonno Benvenuto è molto noto e apprezzato anche fuori regione per la sua attività di commerciante di candele: nel suo laboratorio di Galatone sono stati, infatti, prodotti ceri e candele per molte chiese di Puglia e non solo.

Galatone – Giornata di pulizie quella di domenica 18 febbraio a Galatone grazie all’impegno del comitato di quartiere “San Luca – Fulcignano – Serre”. Si tratta di un gruppo di residenti del rione situato a ridosso dell’antico castello di Fulcignano costituitosi  spontaneamente nel novembre scorso (presidente Enrico Spagna). In mattinata, dalle 9, è in programma la giornata “verde” (con raduno in via Gobetti) organizzata in collaborazione con il gruppo “Galatonesi a raccolta”. Al grido di “pulito è più bello”, residenti e volenterosi si armeranno di guanti e ramazze per ripulire alcune aree del quartiere dai rifiuti gettati in maniera indiscriminata, recuperando le aiuole disseminate nelle piazzette della zona e falciando le erbacce che invadono le strade. Una domenica mattina all’insegna dell’azione diretta sul territorio, in collaborazione con un’associazione – quella dei volontari di “Galatonesi a raccolta” – che negli scorsi mesi si è distinta per gli interventi nelle aree periferiche della città, ripulendo da rifiuti di ogni genere le campagne e i cavalcavia utilizzati come discarica a cielo aperto, oltre che sensibilizzando al rispetto dell’ambiente.

Le proposte per il traffico – Pochi giorni fa, inoltre, il comitato si è reso protagonista anche di un’altra importante iniziativa, redigendo alcune proposte di modifica alla circolazione stradale nel rione, partendo dall’esperienza diretta e dalle difficoltà che in alcuni tratti viari il traffico crea: con tanto di mappatura e materiale fotografico, i residenti hanno inoltrato all’Amministrazione comunale (in procinto di varare un nuovo Piano traffico) le osservazioni su alcuni sensi di marcia delle strade del rione, segnalando le eventuali modifiche da apportare alla viabilità, e anche ottenendo un incontro con l’assessore al ramo per discutere le criticità evidenziate. «L’invito alla partecipazione alle iniziative è aperto a tutti, nell’ottica del rilancio di un quartiere spesso dimenticato».

Gallipoli – Dove incontrare, ascoltare. dialogare i candidati alle prossime elezioni del nuovo Parlamento? Ecco un breve calendario per domani, venerdì 16 febbraio. La viceministro Teresa Bellanova sarà alle 18 a Presicce (sala convegni di piazza del Popolo); con lei Francesco Tomai, Ippazio Morciano, segretario provinciale pd, Andrea Monsellato, segretario pd di Acquarica del Capo. Alle 19 incontro col pubblico nell’auditorium Gino Pisanò di Casarano, con Ada Fiore, Dario Stefano, Gabriele Caputo.

Alle 18 sempre di domani, venerdì, a Galatone  avrà luogo l’inaugurazione del comitato elettorale del Movimento 5 Stelle con la partecipazione annunciata di Barbara Lezzi, senatrice uscente e candidata, Cristian Casili, consigliere regionale, Veronica Giannone, candidata alla Camera nel collegio di Lecce e Soave Alemanno, candidata alla Camera nel collegio uninominale di Nardò. Alle 19.30, presso la sala Peppino Impastato del Castello De Gualtieris di Castrignano dei Greci, il consigliere comunale Sergio Zaminga introdurrà e presenterà i candidati. Parteciperanno Barbara Lezzi, Cristian Casili, Veronica Giannone, Soave Alemanno.

Alle 18,30 per la coalizione di centrodestra il candidato al collegio uninominale Nardò-Gallipoli Luciano Cariddi di Otranto parteciperà all’apertura della campagna elettorale a Collepasso, per “Noi con l’Italia – Udc”. Sarà presente anche Andrea Caroppo di Maglie ed altri candidati dello schieramento.

Gallipoli – Sono venuti a trovare i redattori di “Piazzasalento” in via Sigismondo Castromediano a Gallipoli ieri nel primo pomeriggio, alcuni partecipanti del percorso formativo intitolato “Tecnico per l’attività di incoming e della promozione del turismo sostenibile attraverso le applicazioni Itc (Information Communication Technology)”. Il corso, iniziato a fine gennaio terminerà il 10 marzo. Sono stati ricevuti dal direttore Fernando D’Aprile, col quale hanno dialogato a lungo, i tutor Antonio Tondo e Lorenzo Falangone, entrambi di Nardò, Chiara Apollonio, Chiara De Marco, Santo Stefania (tutte e tre di Nardò), Giorgia Chimaca di Galatone e Valentina Pinto di Copertino.

Al centro dell’incontro, notizie sul funzionamento di una redazione giornalistica, sulle novità in corso almeno a partire dal 2007, anno di nascita degli smarphone, sulle difficoltà editoriali tradizionali e la crisi dei lettori, sul futuro dei giornali di carta. Al centro le tecniche, ben diverse, tra articoli di giornale e comunicazione aziendale e istituzionale.

Il corso, a cura del’organismo formativo “Arnia,”, società cooperativa di Tuglie,  rientra nel programma “Garazia Giovani” (Youth Guarantee) che è il Piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. In sostanza l’Unione Europea ha stanziato dei finanziamenti per gli Stati con tassi di disoccupazione superiori al 25% e tra questi rientra anche l’Italia. Questi soldi devono essere investiti da ogni Paese con attività di formazione, politiche attive di orientamento, sostegno e aiuti per l’inserimento nel mondo del lavoro. Lo scopo è far sì che i giovani possano trovare un posto di lavoro o un percorso formativo entro pochi mesi.

Gallipoli – Conclusione nel centro storico, martedì 13 febbraio, per la 77^ edizione del Carnevale gallipolino. “Tivù tivà, il Carnevale è il nostro gioco” è il tema della manifestazione promossa dalla Fabbrica del Carnevale di Gallipoli, con il presidente Stefano Coppola, e dal Comune. Per l’ultima sfilata, a partire dalle 16 ci sarà la sfilata dei gruppi mascherati, con partenza da piazza Aldo Moro verso il centro storico con il tradizionale appuntamento de “ Lu Titoru”, maschera caratteristica della città carica di elementi grotteschi. I festeggiamenti del Carnevale si concluderanno poi alle ore 18  presso il sagrato della chiesa di San Francesco d’Assisi con la cerimonia solenne del “Campanone” e con l’apertura del tempo di Quaresima, con la riconsegna della chiave della città dai Regnanti del Carnevale, i gallipolini Martina Polo e Micheal Rizzo, alla confraternita di San Giuseppe che la custodirà fino al prossimo anno. Diversi i gruppi mascherati in gara che hanno già partecipato alle due sfilate di domenica 4 e 11 febbraio su corso Roma: dall’associazione per disabili “Nova Vita” di Casarano alla “Quadriglia Presiccese”, dal gruppo locale dell’oratorio San Lazzaro, che ha rivisitato lo Zecchino d’oro, alle Cheerleader dell’oratorio della Lizza di Alezio fino al gruppo di Alessano. E poi ancora gruppi da Galatone, Melissano (città gemellate), Taviano e Porto Cesareo. Tra i carri partecipanti a questa edizione, tutti ispirati al gossip e alla tivù, sono stati invece premiati a pari merito “Superealityshow” del team fratelli Coppola e “Disinformazione2.0” di Fideliter Excubat. In gara c’erano anche “Strisciando Ballando” di Franco Monterosso  e “Il Trono di spade” dell’omonimo carro de “I ragazzi di strada”.

Galatone – Coriandoli di lunedì, a Galatone, per la 61^ edizione del Carnevale.Tra le novità dell’edizione 2018 c’è il raduno dei partecipanti in piazza Pertini, da dove il 12 febbraio il colorato corteo partirà lungo un percorso di quasi un chilometro e mezzo per le principali arterie della città: viale Moro, via Savoia, via XX Settembre e viale XXIV Maggio per poi arrivare in piazza San Sebastiano, dove ci sarà la giuria. Anche quest’anno, la manifestazione organizzata dal Comitato Carnevale galatonese e dalla Società operaia “A. De Ferrariis”  è gemellata con la Fabbrica del Carnevale di Gallipoli e gli Amici del Piper di Melissano. Coinvolte anche Pro Loco e Fidas cittadine insieme al Polo 2 che sfilerà con docenti e alunni di tutte le età. Carri allegorici e gruppi mascherati sono preannunciati, oltreché da Gallipoli e Melissano, anche da Neviano, Carpignano, Casarano, Nardò e Melendugno. Tanti i momenti pensati durante l’allegro serpentone colorato: la musica di Alessandro Gatto, il cabaret di Zigo e il contributo del personaggio gallipolino della signora Vata Barba, con le majorette e le street  band ad aprire il corteo insieme a Carniale e Caremma, le due maschere storiche del Carnevale di Galatone, con ospiti Re Candellinu e Regina Mendula Riccia dal Carnevale di Gallipoli. Tra le altre novità il cambio della guardia alla guida del Comitato organizzatore la cui gestione è passata a Luigi Margiotta Casaluci dopo l’impegno di Alessandro Vinci nel biennio 2016-2017. A condurre la manifestazione, insieme a Casaluci, come nelle passate edizioni ci sarà anche il sindaco Flavio Filoni. Al termine della sfilata ci sarà, poi, l’atteso sorteggio dei premi abbinati alla tradizionale lotteria. Intanto il maltempo ha già fatto un primo scherzo agli organizzatori costringendoli a rinviare (a data da destinarsi) lo spettacolo “Bar Italia” e l’esibizione di Daniele Camisa previsti per la serata di sabato 10 febbraio.

 

Galatone – Si svolge a Galatone, sabato 10 febbraio, la “Giornata mondiale del malato” organizzata dall’Ufficio diocesano di Pastorale della salute, diretto dal cappellano ospedaliero di Gallipoli don Marcello Spada. La Giornata viene celebrata ogni anno nella ricorrenza della Madonna di Lourdes, ovvero  l’11 febbraio, ma quest’anno è anticipata per la coincidenza della domenica di carnevale. Negli anni scorsi si tenne nei  quattro comuni sede di presidio ospedaliero (Nardò, Gallipoli, Casarano e Copertino) mentre da quest’anno  si cambia pagina puntando a coinvolgere via via tutti i comuni della diocesi di Nardò-Gallipoli. “Mater Ecclesiae: «Ecco tuo figlio… Ecco tua madre». E da quell’ora il discepolo la prese con sé” è il tema della 26^ Giornata del malato ispirato da un passo evangelico dell’apostolo Giovanni.

Il programma a Galatone e Gallipoli – Questo  il programma di sabato 10: alle ore 16 è previsto il raduno nel Santuario del SS. Crocifisso per un breve momento di preghiera cui seguirà, alle 16.30, la processione verso la chiesa Madre dove, alle 17, ci sarà la messa concelebrata dal vescovo Fernando Filograna e dagli altri sacerdoti presenti. Come di consueto, oltre al vescovo e ai parroci, ci sarà una rappresentanza di i ministri straordinari dell’Eucarestia (che portano normalmente le Comunioni ai malati) insieme alle associazioni di volontariato socio-sanitario Oari, Avulss, Cvs, Unitalsi e Avo. Lunedì 12 invece, nell’ospedale di Gallipoli, alle 8 verrà celebrata la messa dal cappellano don Marcello Spada mentre alle 16 ci sarà la processione tra i vari reparti con la statua della Madonna di Lourdes e, al rientro, l’ adorazione eucaristica e il canto dei Secondi vespri in cappella.

Marcello Seclì

 Carpignano Salentino – Per diversi “elementi di criticità” riscontrati nel progetto presentato da realizzarsi nel territorio di Carpignano, Italia Nostra – Sud Salento si accinge a presentare le proprie obiezioni in sede di Valutazione di impatto ambientale (Via)  che la Sezione Sud Salento di Italia Nostra, “in linea con le valutazioni e le posizioni assunte sin dal 2002, allorquando nel Salento si delineò l’invasione del territorio con diverse decine di centrali eoliche, la maggior parte delle quali sono state poi bloccate”. L’associazione presieduta da Marcello Seclì (di Parabita) intende valutare pubblicamente quali “benefici o danni al territorio si potranno determinare con l’installazione delle mega-torri eoliche previste dal progetto che la Società “Tozzi Green” spa intende realizzare. Questo è il tema del convegno di oggi, 8 febbraio, alle ore 17.30 presso il salone della cooperativa agricola San Giorgio”(Strada provinciale 48). Introdurrà il presidente Seclì poi spazio alle relazioni dell’architetto Luigina Antonazzo, dell’ingegnere ed Energy manager Antonio De Giorgi (di Galatone) e dell’avv. amministrativista Donato Saracino. Seguiranno gli interventi degli amministratori comunali e dei rappresentanti delle forze politiche e sociali dei Comuni di Carpignano salentino, Martano, Calimera, Martignano e Melendugno, quali Comuni coinvolti direttamente o indirettamente dall’impianto. Per le conclusioni del convegno, che sarà condotto dal dott. Antonio Bonatesta, ricercatore dell’Università del Salento, sono stati invitati il Sindaco di Carpignano salentino Paolo Fiorillo e il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone (di Tuglie).
“L’impianto in questione, che va a collocarsi in contrada “Fischietti” ad alcune centinaia di metri dall’impianto eolico già esistente (costituito da  7 aereogeneratori della potenza di 2 MW e alti 145 m) su aree totalmente interessate da ulivi, anche secolari, dalla presenza di insediamenti rurali e in prossimità di aree boscate – si legge nella nota di Italia Nostra – , prevede l’installazione di 5 aereogeneratori della potenza di 3.45 MW che raggiungono l’altezza complessiva di 180 m. Da evidenziare che nelle vicinanze sono presenti alcune attività agrituristiche e significative testimonianze storico-culturali tra cui il Convento dei Cistercensi di Martano.
Per la realizzazione di tale impianto eolico si prevedono inoltre una serie di opere tra cui nuove strade e l’allargamento – fino a 5 m – di alcune strade rurali esistenti (fiancheggiate da muri a secco) per una lunghezza complessiva di circa 2 Km; 5 piazzole, in corrispondenza di ogni aereogeneratore, dalla superfice di 1500 mq; 5 fondazioni in cemento armato dal diametro di 20 m e dalla profondità di circa 4 m dal piano campagna; trincee, per la collocazione di cavidotti, per una lunghezza complessiva di circa 10 Km; una sottostazione a Martignano di circa 600 mq”. Queste torri eoliche di nuova generazione definite per le dimensioni “ciclopiche”, sono “enormemente fuori scala rispetto ad ogni altro elemento del territorio (basti pensare che sono alte circa 3 volte il campanile del Duomo di Lecce e 4 volte la Guglia di Soleto), verrebbero a trovarsi quasi in continuità con l’impianto eolico di Carpignano e con quello – poco più distante – di Vernole e Castrì, stravolgendo totalmente lo skyline dell’intero paesaggio salentino e – in particolare – quello dei Comuni di Martano, Carpignano, Calimera e Melendugno e determinando un effetto selva ed un “muro” non facilmente valicabile dalla fauna migratoria che transita dai vicini Laghi Alimini di Otranto e dalla zona umida delle “Cesine”, conclude la nota di Seclì.

Galatone – Finisce in carcere, per reati legati a ricettazione e traffico di stupefacenti, il 43enne di Galatone Andrea Calamaio  L’uomo, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per altro reato, è stato catturato dai carabinieri della Stazione di Galatone in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Lecce. La condanna scaturisce da un reato commesso a Sannicola il 24 giugno del 2011 per il quale dovrà scontare una pena di un anno e mezzo di reclusione e pagare pure una multa da 8.000 euro. Dopo le formalità di rito seguiti all’arresto, i carabinieri della Stazione di Galatone lo hanno condotto nel carcere leccese di Borgo San Nicola. Lo stesso Calamaio, insieme al 33enne Sebastiano Zenobini (sempre di Galatone) è pure stato condannato a sette anni di reclusione per la rapina compiuta il 25 aprile del 2015 nell’abitazione di un anziano del paese in via Pacifico Nico.

Galatone – “Industria e artigianato per il Made in Italy” è il nuovo indirizzo di istruzione professionale attivato dall’istituto di istruzione superiore “Enrico Medi” di Galatone. A presentarlo, lo scorso 31 gennaio, un incontro tematico dal titolo “Dal nostro territorio al marchio Made in Italy”, presso il palazzo marchesale, con la partecipazione del sindaco Flavio Filoni, del dirigente scolastico Davide Cammarota, del docente Gianluigi Antonaci e dell’assessore alla formazione professionale Maurizio Pinca. A seguire anche gli interventi dell’assessore regionale Sebastiano Leo e del vice presidente di Confindustria Augusto Romano. A moderare la serata il giornalista Andrea Papa, mentre a concludere i lavori il vice sindaco Daniela Colazzo. L’attivazione del nuovo indirizzo rappresenta un percorso nuovo per creare un’efficace sinergia tra la scuola ad indirizzo professionale, le istituzioni e il sistema produttivo territoriale. L’intento è di formare figure professionali con capacità e competenze auto-imprenditoriali, capaci di valorizzare le economie tipiche del Salento, facendo emergere soprattutto i prodotti delle aziende galatonesi, a vantaggio dell’occupazione del Salento, del rilancio di arti, mestieri e professioni appartenenti alla tradizione locale.

Silvia Coronese

Gallipoli – E’ nata anche in Puglia l’Associazione  di Comuni per costituire l’ossatura di una rete che diffonde notizie e informazioni su programmi di ricerca e innovazione sostenuti da fondi dell’Unione europea, del governo e della Regione. La vicepresidenza della neonata associazione è stata assegnata al Comune di Gallipoli, rappresentato nell’occasione dall’assessore Silvia Coronese (foto). “Sono orgogliosa di aver rappresentato la città di Gallipoli  nell’incontro tenutosi a Bari, nel quale la nostra città  ha ottenuto la vicepresidenza all’ interno del progetto della Rete dei  comuni – Antenna Pon. Una carica importante perché ci permetterà di  avere un rapporto diretto con tutti i paesi della nostra regione, al  fine di progettare insieme ad essi e valorizzare i rispettivi territori”, il commento dell’assessore.

La finalità principale della Rete Antenna Pon Puglia  è infatti quella di coinvolgere il più possibile i  cittadini  nella conoscenza dei fondi strutturali in ricerca e innovazione e, in co-design,  nella partecipazione attiva alla definizione di “nuove politiche pubbliche a partire dalla domanda diffusa  dei loro   territori e  comunità”. I Comuni associati firmatari  dell’accordo sono  Gioia del Colle (Ba), Comune capofila, Noci (Ba), Noicattaro (Ba), Rocchetta Sant’Antonio (Fg), Fasano (Br), Cisternino (Br), Mesagne (Br), Grottaglie (Ta), Melpignano,  Campi Salentina, Galatone, oltre a Gallipoli. Altri Comuni sono in procinto di aderirvi formalmente, come Taranto, Triggiano (Ba), Cassano (Ba), Troia (Fg), Candela Fg). Il direttivo della associazione è composta inoltre dagli amministratori  comunali di Mesagne e Grottaglie. Al percorso di preparazione seguito fin qui hanno partecipato anche le associazioni imprenditoriali pugliesi.

 

 

 

 

 

Taviano – Con una citazione dell’etica dello sguardo, come specchio non ingannevole, tratto da don Tonino Bello, ieri sera nell’auditorium della Media di Taviano si è svolto il rendiconto ufficiale della campagna di raccolta fondi 2017 da parte della band di Babbo Natale a favore del reparto di Oncoematologia pediatrica del “Vito Fazzi” di Lecce. Locale gremito da persone che hanno potuto fare il pieno di soddisfazione – per un altro record raggiunto – ed anche di emozioni peri pensieri rivolti a piccoli e ragazzi che lottano contro i tumori.

Coordinata dal direttore di “Piazzasalento” e presidente onorario dell’associazione, Fernando D’Aprile, hanno preso la parola il Sindaco di Taviano, Giuseppe Tanisi, anche per conto degli altri amministratori dei Comuni coinvolti in questa campagna, cioè Monteroni, Sternatia, Maglie, Galatone, Specchia, Alliste, Felline, Melissano, Racale, Ugento, Nociglia; Michael Stamerra, il tesoriere che ha presentato i conti davvero importanti: sono stati messi insieme ben 38.700 euro; l’anno scorso erano stati 26mila euro. Dal 2011, anno della prima esperienza. la Band ha consegnato alla consorella “Per un sorriso in più”, l’associazione animata da genitori dei bambini malati, ben 169mila euro, con iniziativa tra Natale e Pasqua. Sono state ringraziate le Amministrazioni comunali e le tantissime associazioni (un centinaio) e scuole coinvolte e collaboranti sia per organizzare logisticamente le sfilate della Band, che per incentivare le donazioni e la vendita dei biglietti della lotteria (6.500), fino a sommette venute da un matrimonio e da un battesimo.

Insomma, un ben collaudato meccanismo lodato dal presidente di “Per un sorriso in più” Antonio Giammarruto, che dalla primaria del reparto Assunta Titti Tornesello (di Alezio), i quali hanno indicato la destinazione di questa somma: telemedicina (consulti a distanza senza faticosi spostamenti dei pazienti e dei loro familiari), l’impiego di uno psicologo e di un assistente sociale, aiuti alle famiglie che ne hanno bisogno. “Ci sono altri progetti in arrivo – ha detto la dottoressa Tornesello – e grazie a voi li potremo realizzare: bello farlo con voi”. In platea anche il dottor Alessandro Cocciolo, suo collega, e le volontarie del reparto Prisca e Maria Assunta.

Poi è toccato ai responsabili delle sedi originarie della band presentare relazioni su quanto fatto: Rosa Ricchiello (Alliste), Marilena Caroli (Melissano), Rosanna Manni (Racale), Alessandra Ricchiuti (vicepresidente, di Ugento), Maria Chiara Olimpio (Taviano). A nome dei numerosi testimonial coinvolti quest’anno (da Massimiliano Rosolino ai Litfiba, da Selvaggia Lucarelli ai Sud Sound System) ha seguito, con grande emozione la serata l’attrice Francesca Antonelli, che ha predisposto i suoi impegni di lavoro e familiari pur di esserci: a lei una targa consegnatale da Alessandra Ruicchiuti e dal vicepresidente vicario Antonio Cimino.

Di particolare impatto emotivo è stato arrivo del piccolo Rocco, protetto da una mascherina e la breve parentesi teatrale di Marco Cosentino (Compagnia degli ultimi) e Soave Napoli (Alitzai, entrambe associazioni di Alliste) che hanno introdotto il video riepilogativo del gran lavoro messo in campo, nonostante la pioggia che ha intralciato non poco il programma, comunque portato a conclusione.

Infine è toccato A Giorgio Adamo, definito da molti il “motore” di questa realtà che ogni anno si segnala per efficienza e trasparenza, come ha sottolineato egli stesso indicando le copie dei versamento e tutti gli altri documenti che attestano le comunicazioni ufficiali ai Comuni dei risultati raggiunti. “Abbiamo iniziato a lavorare in settembre. Ed ora sotto con le uova di Pasqua”, ha esortato i volontari, Che non si tireranno indietro neanche questa volta. C’è da scommetterci.

Parabita – “Memoria” e commozione lunedì 29 gennaio nel Salone degli specchi della Prefettura di Lecce. Nel corso delle celebrazioni per la Giornata in ricordo delle vittime dell’Olocausto nazista sono stati, infatti, ricordati alcuni concittadini benemeriti. Tra questi tre parabitani. L’ufficiale dell’esercito italiano Rosario Serino nel settembre del 1943 si trovava in Kosovo quando fu rapito  dai tedeschi e condotto nei campi di concentramento di Austria, Polonia e Germania. Dopo due anni di prigionia venne liberato dalle truppe britanniche facendo ritorno a Parabita nell’agosto del 1945. Dopo un breve periodo nel Comando di Lecce, Serino ricominciò a vivere la sua vita da “civile”  facendo l’insegnante di scuola elementare e poi il segretario presso l’edificio scolastico di via Roma. Padre di cinque figli, l’uomo è deceduto nel 2002 all’età di 90 anni. In mattinata è stato il procuratore generale  presso la Corte d’Appello di Lecce, Antonio Maruccia, a  consegnare la medaglia d’onore “alla memoria”  al nipote dell’ex prigioniero di guerra, il quale dopo aver  riscoperto il diario di guerra del nonno, ha pensato di scrivere al Presidente della Repubblica, ricevendone riscontro lo scorso fine dicembre.

I fratelli Garzia – Giovanni e Pasquale Garzia, invece, vennero fatti prigionieri a Rodi. Imbarcati sul piroscafo Oria per essere deportati nei campi di concentramento, persero la loro vita nella notte tra l’11 e il 12 febbraio 1944 a causa del naufragio della nave. La nipote Irene Giaffreda, grazie anche agli studi condotti dal professor Ippazzio  Luceri, è riuscita a ricostruire la vita militare dei suoi due zii e ad inviare la richiesta di un riconoscimento al Capo dello Stato. A conferirle le due medaglie d’onore sono stati l’onorevole Teresa Bellanova e il presidente della Corte di Cassazione di Lecce, Alfonso Giordano. Durante la cerimonia, gli studenti hanno letto alcuni passi tratti dall’opera di Primo Levi, “Se questo è un uomo” e degli articoli relativi alle durissime leggi razziali promulgate dal regime fascista.

Altri attestati – Nel corso della stessa cerimonia sono stati premiati anche il tenente di Polizia municipale, Mario Cavalera di Galatone, al quale è stato consegnato l’attestato di benemerenza al merito civile motivato dal salvataggio di una donna all’interno di un appartamento in fiamme. Trentotto sono stati i diplomi di onorificenza al merito della Repubblica italiana conferiti: tra i beneficiari anche Enrico Carmine Ciarfera di Nardò e  Silvano Errico di Collepasso.

 

 

Galatone – Giovani, agricoltori, “pionieri di idee”. Il premio per l’innovazione del concorso nazionale Oscar Green di Coldiretti nelle categoria Agri-You è andato all’associazione “Itaca” di Galatone. A ritirarlo a Roma la presidentessa Fabiana Fassi. Il riconoscimento è stato conferito per l’iniziativa “Luna laboratorio rurale”, il primo co-living contadino che punta sull’esperienza della coabitazione di diversi gruppi sociali provenienti da più parti del mondo, nel quale sono ospitati un gruppo di richiedenti asilo.

In passato Luna era una comunità di recupero per tossicodipendenti in agro di Seclì. Dopo diversi anni di abbandono, la parrocchia Maria Santissima Assunta di Galatone l’ha assegnata nel 2014 a un gruppo di donne – oltre a Fabiana, Arianna Tosi e Rossella Filoni anch’esse galatonesi e Sara Ottaviani originaria di Livorno. La struttura si occupa oggi di agricoltura con un’attenzione particolare al recupero delle antiche varietà locali e dell’identità territoriale. Produce zafferano, di tradizione a Galatone, canapa, l’albicocca locale e piante officinali. Inoltre, sta realizzando un orto internazionale in collaborazione con i richiedenti asilo. «Luna vuole essere soprattutto innovazione sociale – ha spiegato la presidentessa – in esso progettiamo e realizziamo scambi giovanili e seminari europei, eventi culturali ed artistici, co-living per chi vuole visitare il Salento e vivere una esperienza di comunità. Una piazza immersa nella natura ed uno spazio per chi vuole proporre progetti. Non abbiamo mai usufruito di alcun tipo di finanziamento – continua – ma contiamo molto sulla partecipazione e sulle proposte».

Non è mancato il commento di Gianni Cantele, presidente di Coldiretti Puglia: «Sono stati scovati giovani agricoltori che con tenacia e lungimiranza stanno cambiando il modo di fare impresa in Puglia. Sono un intero esercito – ha aggiunto – hanno preso in mano un settore considerato vecchio e saturo per immaginare prospettive future. Ed è così che possiamo assistere alla nascita di un movimento di innovatori ed attivisti impegnati nel costruire un mondo migliore». Insieme alle donne di Luna, il premio Oscar Green nella categoria Fare Rete, è stato accordato anche a Donato Mercadante di Altamura (Bari) il quale, con Filippo Clemente di Pecore Attive, ha messo a punto i primi occhiali tattili in lana di pecora.

Galatone – Un convegno sul tema dell’informazione intorno al problema “xylella” è quello in programma sabato 27 gennaio, alle ore 17,30, al Palazzo Marchesale di Galatone. A promuoverlo, insieme al Comune di Galatone e al Centro servizi volontariato Salento, è l’Ordine dei giornalisti della Puglia nell’ambito degli eventi formativi (vale tre crediti). Chiamati a confrontarsi sull’importante argomento sono i giornalisti Michele Peragine (Rai), Laura Margottini (Science Magazine – Il Fatto quotidiano), Luigi Russo e Pino Ciociola (Avvenire) insieme al consigliere comunale Crocifisso Aloisi. «L’argomento del disseccamento degli ulivi – affermano i promotori – è diventato ormai un problema sociale, territoriale ed economico che riguarda tutti ed è opportuno parlarne senza creare allarmismi, sterili polemiche ed incomprensioni. L’opinione pubblica, negli ultimi tre anni, tra social e tradizionali mezzi di comunicazione, è stata investita da un’informazione non sempre lineare e coerente con l’impostazione scientifica che ha determinato forti contrasti anche nel tessuto sociale».

 

Sannicola – Sarà il campione di salto triplo Daniele Greco il testimonial d’eccezione della serata organizzata dall’associazione Cygling a Sannicola il 26 gennaio alle 19 presso il centro culturale di via Oberdan. “L’approccio multidisciplinare nella prevenzione degli infortuni del giovane atleta” è il tema dell’incontro per affrontare il quale l’atleta di Galatone può (purtroppo) fornire la propria ricca esperienza (malgrado la giovane età) alla luce dei non poco infortuni che si è trovato ad affrontare. L’idea nasce da un’esperienza personale del presidente della Cycling (operato a Milano per un problema al ginocchio) e consiste nel proporre di creare nel Salento un centro integrato di professionisti altamente qualificati per gestire l’approccio multidisciplinare per la prevenzione degli infortuni di ogni atleta. L’idea suffragata dal dottor Corrado Bait, chirurgo ortopedico che opera a Como e Milano, è stata successivamente condivisa da Lucia Varra, biologa nutrizionista, Antonio Faita, fisiatra, Graziano  Scorrano,  fisioterapista, Marcello Grimaldi, preparatore atletico e riabilitatore ed Ernesto Malorgio, specialista in medicina dello sport. “Con  questa iniziativa – commenta Ermanno Albanese, presidente Cycling –  si gettano le basi in modo che che professionisti impegnati nel mondo dello sport e della riabilitazione in genere possano insieme, partendo da una piccola realtà come Sannicola, interagire e supportare i bisogni dell’atleta impegnato agonisticamente o amatorialmente in ogni disciplina sportiva. L’auspicio che l’idea abbia successo e che si possano coinvolgere altri professionisti di elevato profilo presenti sul territorio con una nuova logica di progettazione integrata e di consulenza collettiva specialistica”.

 

Galatone – Un viaggio “emozionale” alla scoperta di Galatone, tra riti, tradizioni, paesaggio, architettura ed enogastronomia tipica. Il press tour “Galatone e San Sebastiano. Racconti di riti e tradizioni”, organizzato dall’Amministrazione comunale con il finanziamento dell’assessorato all’Industria culturale e turistica della Regione Puglia, ha entusiasmato la stampa internazionale, ospite nella cittadina dal 19 al 21 gennaio. Cile, Germania, Cina, Austria e Croazia i Paesi di provenienza dei giornalisti che hanno visitato, accompagnati da una guida turistica e sotto il coordinamento del giornalista Gianpiero Pisanello, il centro storico, la chiesa matrice, il frantoio ipogeo, il museo delle “Macchine di Leonardo Da Vinci”, il palazzo Marchesale, il santuario della Grazia, il Museo della Memoria e l’Acquario di Santa Maria al Bagno. Non è mancato il bagno di folla in occasione del tradizionale “Sparu ti la freccia”, in onore del patrono San Sebastiano.

 

Gallipoli – Le agenzie di scommesse, ormai disseminate in ogni angolo delle città, devono (o meglio dovrebbero) rispettare dei criteri anche in relazione alla loro collocazione. La legge prevede almeno 500 metri di distanza da edifici scolastici, luoghi di culto e di aggregazione. Per questo i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Gallipoli hanno sanzionato cinque esercizi del circondario che non rispettavano tale normativa. Sono intervenuti a Gallipoli in via Granmsci, Aradeo in via Frigino, a Sannicola in via Grassi, a Galatone in via XXIV Maggio e ad Alezio in via Perrella elevando altrettante sanzioni da 3.333,33 euro nei confronti dei rispettivi gestori. Oltre a ciò è pure partita la segnalazione ai rispettivi Comuni ed alla Questura di Lecce perché si proceda con la sospensione o con il ritiro della licenza.

Galatone– Il Real Galatone riparte da mister Dario Mauro (foto). Sulla decisione della società giallorossa di esonerare Maurizio De pace pesa la sconfitta per 4-1 con il Salve, nell’ultima trasferta del girone C di Seconda categoria, espressione di un periodo particolarmente sfortunato che ha caratterizzato il girone d’andata, concluso comunque con la vittoria nell’ultima giornata contro il Collepasso per 2-0, nella quale ha diretto la squadra l’allenatore in seconda Francesco Terragno. Per Mauro (che ha firmato un contratto fino al termine della stagione) la prima panchina sarà quella di domenica 28 gennaio in casa contro la capolista Zollino, pur potendo contare su una squadra decimata dagli infortuni. Il Real è attualmente  sesto in classifica, dopo aver riposato nella prima giornata del girone di ritorno (le squadra sono 13).

«Voglio comunque ringraziare mister De Pace per tutto quello che ha fatto da agosto ad oggi con estrema professionalità per il Real Galatone e mi scusa con lui  – afferma il presidente della società giallorossa, Leo Martiriggiano, per non essere stati in grado di mantenere le aspettative che ci eravamo prefissati. Personalmente ho conosciuto una persona che ha dato il massimo e di questo lo voglio ringraziare, augurandogli tanti successi futuri».

Galatone – Nuovo appuntamento, il primo del nuovo anno, con “Teatri dell’agire”, la stagione di prosa del Comunale di Galatone. Sabato 20 gennaio (sipario ore 21) va in scena “Xanax” di Angelo Longoni con Mario Antinolfi e Claudia Ferri per la regia di Marco Cavallaro (biglietti da 7 a 15 euro, botteghino aperto dalle ore 19). Sul palco la compagnia “Attori&Company” in un testo divertente e attuale ispirato alle nevrosi del mondo moderno. Prossimo appuntamento con la rassegna curata da Salvatore Della Villa sarà il 3 febbraio con “Ludus in fabula” con Mario Zucca e Marina Thovez.

Galatone -Festa di San Sebastiano con il tradizionale “Sparu ti la freccia” a Galatone. Venerdì 19 alle 17.30 ci sarà la solenne concelebrazione con i sacerdoti della città al termine della quale la processione porterà la sacra reliquia e la statua del santo per le vie del paese. Sabato 20, alle ore 21, lo “sparo” dal quale trarre buoni auspici per l’anno appena entrato: appuntamento in piazza San Sebastiano dove il grande dardo, quale segno beneaugurante, dovrà colpire la campana al centro della piazza. In piazza le note della “Sugar boy band”, con il tributo a Zucchero Fornaciari. Nella due giorni sfilerà per le vie della città il Concerto bandistico della “Nuova associazione musicale S. Gira”. Per l’occasione sono presenti in città alcuni giornalisti stranieri (giungono da Cile, Austria, Cina, Croazia e naturalmente anche dall’Italia) nell’ambito del “press tour” organizzato dall’Amministrazione comunale con il contributo dell’assessorato all’Industria culturale e turistica della Regione Puglia. “Galatone e San Sebastiano. Racconti di riti e tradizioni” è il nome dell’iniziativa che, da venerdì 19 a domenica 21 gennaio, porterà gli ospiti alla scoperta della città partendo proprio dai riti e dalle celebrazioni, come la processione ed il tradizionale “Sparu ti la freccia”. Ma il gruppo visiterà anche il centro storico, la chiesa matrice, il frantoio ipogeo, il museo delle “Macchine di Leonardo Da Vinci”, oltre a Palazzo Marchesale, Museo della Radio e i santuari della Grazia e del Ss. Crocifisso. Una tappa sarà anche nella marina di Galatone e, infine, al Museo della Memoria e all’acquario di Santa Maria al Bagno.

Galatone – I commercianti a Galatone tornano a far sentire la propria voce: è fissata per giovedì 18 gennaio, alle ore 16,30 al Palazzo Marchesale, l’assemblea per la ricostituzione dell’Unione commercianti Galatone, l’associazione che riunisce gli esercenti e i fornitori di servizi della città portandone le istanze e proponendone le iniziative. Tra gli altri, è il titolare di un negozio di calzature, Pierpaolo Pinca, a promuovere la ricostituzione del gruppo, con tanti temi già sull’agenda. «Negli ultimi anni – afferma Pinca – l’associazione si è mossa ben poco e altri commercianti sono venuti a chiedermi, vista la lunga esperienza, di rimetterla in moto. Per l’assemblea di giovedì sono state convocate tutte le “partite Iva” della città, non solo i commercianti ma anche gli albergatori, i ristoratori e tutti i fornitori di servizi». L’associazione viene fuori da un periodo di “dispersione” (è l’assicuratore Rossano Gira il presidente uscente che ha ufficialmente convocato l’assemblea) che ha registrato il disimpegno di molti membri: obiettivo primario della riunione di giovedì sarà, infatti, mettere in piedi un direttivo nuovo che cominci a lavorare già da subito. «Ci sono temi importanti come le strisce blu e la chiusura al traffico del centro storico che a molti di noi stanno a cuore – dice Pinca – ma vogliamo anche aprire l’associazione alle organizzazioni culturali con momenti pensati insieme ad esse. Vorremmo anche preparare una serie di incontri tematici utili a chi gestisce un’attività, e poi ci sono le questioni legate alle luminarie e alle iniziative estive da promuovere. All’incontro – conclude l’esercente – per nostra scelta non sarà presente l’Amministrazione, con cui contiamo di dialogare nel prossimo futuro».

Gallipoli – Primo appuntamento ufficiale per il Carnevale 2018 a Gallipoli con la “Festa del fuoco”. Sarà festa già da mercoledì 17 gennaio, dalle ore 17 presso largo Francesco Zacà, con l’accensione della tradizionale “focareddhra” e l’elezione della Regina Mendula Riccia e di Re Candellino, i “regnanti” della  77esima edizione della manifestazione più colorata dell’anno. Seguirà l’animazione degli artisti di strada, dei mangiafuoco e del gruppo “Animagique” con la musica di “Kiss & the gang”. La manifestazione è organizzato dalla Fabbrica del Carnevale di Gallipoli, con presidente Stefano Coppola, e dall’assessorato al Turismo del  Comune di Gallipoli. Rinnovato, anche quest’anno, il gemellaggio con il Carnevale di Galatone e con quello di Melissano, insieme alla collaborazione con l’Istituto scolastico “Giannelli” di Parabita. I temi di questa edizione saranno il gossip e la tivù, come spiegato durante la conferenza stampa di lunedì 15 gennaio, dove, alla presenza del sindaco Stefano Minerva, del presidente della “Fabbrica” Stefano Coppola e dell’assessore Emanuele Piccinno, è stato definito il programma ufficiale delle sfilate dei carri di cartapesta e dei gruppi mascherati. Le sfilate si terranno su corso Roma nelle giornate di domenica 4 e 11 febbraio per concludersi nel centro storico il 13 febbraio.

“Tivù tivà? Il nostro gioco è il Carnevale” è dunque pronto per partire: tre i carri in gara quest’anno (non vi prende parte Giovanni Pacciolla per motivi personali, come ha affermato il presidente Coppola), più uno di apertura, che si sta ultimando in questi giorni. La kermesse verrà come sempre trasmessa da TeleNorba e sarà presentata da Luigi Mba Pì Tricarico insieme ad Alessia Cuppone, ed al termine delle sfilate si ballerà con la musica di Bar Italia e Balla Italia. Per la manifestazione 2018 il contributo del Comune è pari a 35mila euro; i gruppi mascherati in gara invece sono circa una decina, provenienti da Gallipoli (da qui l’appello del Sindaco a scuole, parrocchie e associazioni varie a prendervi parte), Melissano, Galatone,  Alezio e Castrì; verranno premiati i primi quattro gruppi nel centro storico il 13 febbraio, nella giornata di Martedì grasso. Verrà infine organizzato un “Educational” rivolto a giornalisti stranieri nelle giornate del Carnevale per far conoscere le tradizioni locali. Si è poi accarezzata per il futuro l’idea di una sfilata sul lungomare (rimandata quest’anno per problemi logistici) e si è discusso di un protocollo d’intesa tra “Fabbrica” e Comune per programmare in tempo le prossime edizioni. Grande successo, intanto, per “Capannopen”, l’open day negli hangar dove si realizzano i carri che domenica 14 gennaio ha ospitato i tanti curiosi hanno potuto ammirare in anteprima i giganti di cartapesta in preparazione. «Un grazie particolare – afferma Stefano Coppola – va a chi sta lavorando da 40 giorni nei capannoni. Ci sono persone anche grandi di età che ancora danno il cuore a questa manifestazione e stanno con noi fino a tarda ora e noi le ringraziamo».

Galatone – “Concerto per il nuovo anno” questa sera, alle 19,30, nel santuario del Crocifisso a Galatone. L’Orchestra di fiati jonico salentina diretta dal maestro Diego Gira (foto) eseguirà musiche di Sostakovic, Bernstein, Piazzolla, Piovani, Molinelli, Caccini, Paganini e Gounod. Voce soprano quella di Alessia Mariagrazia Vantaggiato Terragno.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...