Home Notizie Galatone
Ultime notizie dal Comune di Galatone

Francesco Afro De Falco

Palazzo Marchesale

GALATONESi è svolto nei giorni scorsi a Galatone, presso l’atrio del Palazzo Marchesale, la dodicesima edizione del festival nazionale del cortometraggio scolastico e per giovani videomaker “Gabriele Inguscio”. L’evento è stato organizzato come ogni anno dall’omonima associazione culturale istituita in ricordo del giovane galatonese, da cui prende il nome, scomparso nel 2003 a 19 anni. Questi i vincitori: “Maria” di Francesco Afro De Falco, migliore cortometraggio in assoluto, “Ari Ari, ciuco mio butta denari” dell’Istituto comprensivo Polo 2 “Renata Fonte” di Nardò, miglior cortometraggio della scuola primaria, “Salento life, dall’alba al tramonto” del Comprensivo “Don Bosco” di Cutrofiano, miglior cortometraggio della scuola secondaria di primo grado, “Generi” di sei scuole di Lucca e provincia, per la scuola secondaria di secondo grado. I premi speciali: premio Apulia Film Commission a “Salifornia” di Andrea Beluto, premio Salento Fiaip Lecce a “Stanza 8” di Mattia Riccio, premio Città di Galatone a “In Europa… da qui” dell’IIS “Ferraris-Brunelleschi” di Empoli, premio della critica “Emanuele Caracciolo” a “Che altri occhi ti guardino” di Fabio Leone. Inoltre vincono il premio come miglior sceneggiatura originale “Engine of time” di Fabio Loi e come miglior esordiente “Wake up” di Giulia Cavina. Infine menzione speciale per “Il nostro piccolo segreto” di Franco Montanaro e per “Fantascienza medievale” di Michele Alberto Chironi.

L'impianto di contrada Vignali-CastellinoGALATONE. Discarica d’amianto: dopo i sigilli le reazioni. Sono passati due giorni da quando il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce, Michele Toriello, ha sancito lo stop alle operazioni della “Rei srl”, in seguito alle indagini condotte dal pm Elsa Valeria Mignone e dal perito Francesco Fracasso. La notizia che l’impianto di contrada Vignali-Castellino, tra Galatone e Nardò, fosse sotto la lente d’ingrandimento della magistratura era già arrivata nel pieno della campagna elettorale galatea, già tema di confronto fondamentale tra l’eletto Filoni e lo sconfitto Nisi. Stando a quanto ipotizzato dai giudici, sarebbero diverse le prescrizioni non rispettate dall’azienda – di cui risulta indagato il rappresentante legale – a partire dalle modalità di stoccaggio (decine di balle tra quelle esaminate a campione sarebbero risultate danneggiate e non trattate secondo la legge) e quindi dalle dispersioni di materiale pericoloso nell’ambiente. L’impianto nel 2013 era ancora un centro di raccolta inerti, prima dell’ampliamento che portò la discarica da 13mila metri cubi a 80mila, cambiandone la destinazione d’uso: anche le autorizzazioni con cui la Rei ha operato queste modifiche sono passate al setaccio dei pm, insieme alla provenienza dei materiali da stoccare, che da delibera provinciale dovrebbero limitarsi al territorio del leccese. Non si è fatto attendere il commento del neo-eletto sindaco di Galatone Flavio Filoni, che a due settimane dal ballottaggio era stato il primo a dare notizia delle indagini sull’impianto: «Non possiamo che ritenerci soddisfatti dei sigilli posti dalla Magistratura alla discarica. Questo significa che per tutti questi mesi abbiamo avuto ragione nel portare avanti la nostra battaglia per avere finalmente una Galatone libera dalla schiavitù di questi impianti che hanno solo fatto del male a tutti i cittadini. C’è rammarico per i danni già fatti che si sarebbero potuti evitare”. A Filoni fa eco il sindaco di Nardò, Giuseppe Mellone: «Facevamo bene a chiedere chiarezza sulle inadempienze del gestore. Non bastarono purtroppo nemmeno le 3mila firme raccolte, c’è rabbia per il tempo perso». «In qualità di sindaco ho messo in atto tutte le misure necessarie a tenere alta l’attenzione sulla discarica – afferma dal canto suo l’ex primo cittadino di Galatone Livio Nisi  – e non è mai stato sottovalutato nulla, tant’è che da sindaco ho inviato alla Procura quanto affermato dal comitato. Più volte abbiamo sollecitato Arpa, Provincia, la stessa Procura a compiere i passi necessari per monitorare la salubrità dei luoghi».

 

Daniele Greco

Daniele Greco

GALATONE. Daniele Greco, triplista purosangue di Galatone, punta ai campionati del mondo di atletica leggera di Londra, ad agosto. Ultimo intoppo alcuni giorni di recupero per una lesione al muscolo adduttore breve. «Dopo la stagione indoor tutto è andato alla grande perché ho fatto una grandissima preparazione ed il motore era in gran condizione. Arrivato il periodo della gare ho, però, avuto alcuni intoppi muscolari. Niente a che vedere con i problemi ai tendini d’Achille, però sono intoppi che continuano a tenermi lontano dalle competizioni perché da inizio maggio non posso metterci più del 70/80% di intensità», racconta Greco. «Ho provato a fare una gara il 9 giugno scorso, a Lione, nonostante gli acciacchi ma se non si sta in forma al 100% si può fare ben poco. Ho provato – aggiunge il triplista allenato da Raimondo Orsini, tecnico e talent-scout di Matino – a non trovare alibi definendo quella competizione soltanto una gara andata storta. Dopo tre giorni, però, ho avuto una lesione all’adduttore breve e quindi sono fermo. Avrei dovuto gareggiare ai campionati italiani assoluti, ma riprenderò ad allenarmi solo in settimana». Per ora, dunque, nessuna data cerchiata in rosso sul calendario per il 28enne azzurro. Tranne quella relativa ai campionati del mondo di Londra, in programma dal 4 al 13 agosto: per poter calcare quella pedana occorre realizzare ad almeno 16,80 metri entro il 20 luglio. «Incrociamo le dita – conclude – e che Dio mi aiuti!».

Galatone - Flavio Filoni e la sua nuova Giunta
GALATONE. È stata ufficializzata ieri con l’attribuzione delle deleghe la nuova giunta del Comune di Galatone. Il sindaco Flavio Filoni ha tenuto per se’ la delega a cultura e turismo. Daniela Colazzo rivestirà anche la carica di vicesindaco e si occuperà di politiche urbanistiche e di rigenerazione urbana, pianificazione strategica del territorio, Galatone città educativa, materie relative alla pubblica istruzione; a Caterina Dorato andranno politiche sociali, politiche per la famiglia, emergenza abitativa, pari opportunità, servizio civile e attuazione programma elettorale; A Biagio Gatto sono stati affidati lavori pubblici, gestione e manutenzione del patrimonio, manutenzione stradale e illuminazione pubblica; a Maurizio Pinca sviluppo economico, attività produttive, politiche dell’energia, bilancio e tributi, formazione professionale; Roberto Bove si occuperà di ambiente, salute, verde pubblico, raccolta differenziata, polizia municipale, sport e personale, politiche comunitarie.

incendio galatone reggia (7)GALATONE. Dopo le fiamme, la conta dei danni. Oltre venti ettari di macchia mediterranea sono andati in fumo, ieri, tra la “Reggia” e la “Montagna spaccata”: l’incendio divampato tra le 14 e le 15 nel tratto costiero che collega Santa Maria al Bagno a Lido Conchiglie – tra i più splendidi costoni rocciosi del Salento ionico – ha impegnato per tutto il pomeriggio e poi di nuovo nella tarda serata due squadre di vigili del fuoco, otto di protezione civile (dai comuni di Galatone, Sannicola, Parabita, Matino, Seclì, Alezio, Taviano), il reparto forestale dei carabinieri e il Corpo di vigili urbani di Galatone e Sannicola. Sessanta uomini circa per le operazioni di spegnimento dei focolai, che sono continuate fino alle 19:30, quando il canadair dei vigili del fuoco aveva effettuato ben tre “lanci”, necessari in un’area che a tratti si è presentata impervia per i corpi di soccorso.

Le fiamme – stando alle ricostruzioni delle forze dell’ordine – avrebbero distrutto soltanto la parte bassa della vegetazione, per via del forte vento che le faceva avanzare con velocità: le pinete e gli alberi ad alto fusto si possono considerare sostanzialmente salvi. Il fuoco ha anche lambito il muro di cinta di un’abitazione privata nella zona, senza fortunatamente aggravare il bilancio di quello che ieri dal comandante dei vigili urbani di Galatone, il maggiore Agostino Terragno, era stato definito “un cataclisma”. Nella tarda serata alcune unità dei pompieri sono tra l’altro dovute tornare sul luogo, visto che i residenti di Lido Conchiglie continuavano a segnalare focolai e ingenti quantità di fumo: il lavoro di messa in sicurezza dell’area è terminato definitivamente intorno alla mezzanotte.

Il grande coinvolgimento di mezzi di soccorso ha messo ancora una volta a dura prova il personale dei vigili del fuoco: le caserme ricevono centinaia di segnalazioni ogni giorno, mentre mezzi e personale sembrano non essere sufficienti. Da un anno a questa parte i pompieri hanno infatti recepito le funzioni e i compiti dell’ex “Guardia forestale”, inglobata dall’Arma dei Carabinieri, mentre le risorse economiche sono rimaste le stesse.

flavio filoniGALATONE. Il neo-eletto sindaco Flavio Filoni vestirà domani per la prima volta la fascia tricolore: il nuovo primo cittadino è atteso alle 18.30 a Palazzo dei Domenicani, per la cerimonia della proclamazione ufficiale ad opera del Prefetto, in una sala consiliare che già si prevede presa d’assalto dai supporters della coalizione “Costruiamo insieme”, sull’onda dell’entusiasmo per il recente trionfo. Entusiasmo tangibile già in occasione del comizio di ringraziamento di venerdì scorso, in cui Filoni e i suoi hanno avuto modo di festeggiare con la città e gli elettori: dal palco di piazza san Sebastiano – terreno di confronto dei sette candidati sindaco in competizione durante questa tornata amministrativa – prima le parole degli eletti della coalizione e poi quelle del sindaco in pectore. Un discorso improntato sulla volontà di avvicinarsi ai cittadini: “Già in questi giorni – ha detto Filoni – stiamo prendendo contezza di quali siano i problemi della città e le risorse a disposizione. Sposteremo simbolicamente – ha annunciato – l’ufficio del sindaco al piano terra di Palazzo dei Domenicani, perché sia facilmente accessibile a tutti”. Filoni ha anche annunciato le proprie dimissioni da segretario cittadino del Pd; bocche cucite invece circa indiscrezioni sulle nomine assessorili. “La piazza in festa” ha poi goduto delle note di Stefano Miglietta –  dei “Ligamemphis”, tribute band del cantautore emiliano, sottofondo abituale della campagna elettorale dell’esponente Pd – e del musicista Luigi Bruno, accompagnato da un largo ensemble.

GALATONE. “Un cataclisma!”: non usa mezzi termini il maggiore Agostino Terragno, comandante del Corpo dei vigili urbani di Galatone, per definire il vasto incendio che intorno alle 14 di oggi è divampato in località “La Reggia” (il tratto di costa del comune di Galatone tra Santa Maria al Bagno e Lido Conchiglie). “Stiamo ancora risalendo al punto di origine delle fiamme – dice – e per ora non possiamo sbilanciarci sulla presenza o meno di dolo. In ogni caso una grandissima parte della Reggia è andata distrutta, diversi ettari sono andati persi, questo è un funerale”, rimarca Terragno. Poco prima i vigili avevano disposto la chiusura al traffico della Provinciale, per intervenire sul luogo con i Vigili del Fuoco di Gallipoli, la polizia municipale di Sannicola e l’ausilio della Protezione civile di Galatone e Sannicola. La polizia comunale sta collaborando alle indagini con i Carabinieri di Galatone, mentre sul versante sannicolese ancora in questo momento continuano le operazioni di messa in sicurezza dell’area spegnendo gli ultimi focolai.
Quello che è un Sito di Interesse Comunitario per via della presenza di alcune specie vegetali sopravvissute qui e introvabili altrove, adesso è un paesaggio spettrale, in cui il nero predomina là dove c’era un verde lussureggiante e prezioso. L’area ora è una distesa di cenere. Il fuoco si è propagato dal punto della “Reggia”; poi, sospinto dal vento forte di oggi, ha iniziato a invadere la vegetazione più a sud, supenando infine persino la carreggiata e finire il suo “lavoro” annerendo completamente la Montagna spaccata. Evacuate per sicurezza  le attività della marina di Lido Conchiglie; le auto sono state fatte sgomberare in un contesto invaso dal fumo.

Se la sono vista brutta anche i ragazzi del “Km Zero”, il chioschetto a ridosso delle falesie della “Reggia”: “Eravamo qui quando abbiamo visto pian piano le fiamme avanzare – dicono – e arrivare dall’altro lato della carreggiata. Qui vicino c’è il nostro generatore di corrente: abbiamo rischiato”.

by -
0 376

stadio gigi rizzo galatoneGALATONE. Dopo anni di continue promesse e rinvii, sembra sia arrivato il momento per il campo sportivo comunale “Gigi Rizzo”(nella foto) di vedere l’inizio dei lavori di ammodernamento e riqualificazione. È stato, infatti, approvato il progetto che vede stanziati circa 3mila euro per il primo lotto di lavori che consisterà nell’installazione di un manto in erba sintetica. L’intervento sarà finanziato per 534.793 euro con il mutuo già contratto con la Cassa depositi e prestiti e per 2.279 euro con fondi del bilancio comunale. Questa prima tranche di lavori consentirà l’utilizzo del rettangolo di gioco in attività non agonistiche, e pertanto potrà essere utilizzato solo a tale scopo. Il completamento dell’opera, e la piena funzionalità ed agibilità dell’intero complesso sportivo, potrà aversi esclusivamente solo dopo il completamento delle strutture complementari (spogliatoi, servizi, tribune, recinzione, ecc.), le quali verranno realizzate con il secondo lotto d’intervento, ammontante a 253.080 euro. In attesa dell’inizio dei lavori, il calcio a Galatone continua comunque la sua attività. È stato, infatti, confermato sulla panchina del Real Galatone Maurizio De Pace, che era succeduto a Sergio Patera nelle ultime giornate della passata stagione. Secondo quanto riferito dalla dirigenza, la società starebbe anche pensando di presentare domanda per il ripescaggio in Prima categoria, ma in ogni caso, anche in Seconda, è in progetto l’allestimento di una rosa che punta alla vittoria finale del campionato.

 

santuario CrocifissoGALATONE. Dall’1 luglio al 30 settembre “Venite e vedete”, iniziativa dell’Insigne Collegiata parrocchia S. Maria Assunta  in collaborazione con “Ipso facto”. Si tratta di un tour nelle chiese del centro storico cittadino e nei santuari “per contemplare e pregare”. Le chiese apriranno alle visite guidate dalle 10 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 21,30. I templi coinvolti sono il Crocifisso, la chiesa della parrocchia promotrice, di San Pietro Apostolo, di San Giovanni Battista, di San Sebastiano, di S. Maria Odegitria, santuario Madonna della Grazia.

Medi a nuovoGALATONE. Diciassette studenti su 19 non hanno superato – ma neanche sfiorato, per la verità – la sufficienza nella terza prova d’esame. E’ accaduto all’Industriale “Medi”, l’istituto superiore retto da Davide Cammarota, dove quasi un’intera classe – la V E dell’indirizzo Elettrotecnico – ha visto assegnati punteggi di valutazione prossimi allo zero, con molti 2, 3 e 4. I ragazzi non avrebbero praticamente risposto a nessuna delle quattro domande della terza prova (dopo aver preso 10/15 alla seconda) su materie quali inglese, matematica, sistemi, tecnologia e progettazione. “Una strage”, ha commentato più d’uno alla vista dei risultati pubblicati ieri. Per i 17 si può parlare praticamente già di bocciatura; chi ha preso 3 o 4, anche se prendesse il massimo alla prova orale del 4 luglio (cioè 30), ugualmente resterebbe molto lontano dal 60 che è il minimo per il diploma. “Eppure avevano fatto due simulazioni di esame”, dice un docente abbastanza sorpreso, anche se poi aggiunge che “la classe era piuttosto fragile, lo si sapeva…”. Ora toccherà agli organi scolastici riuscire a trovare il modo di recuperare il recuperabile proprio per non far pensare più che “al Medi c’è stata una strage”.

Medi a nuovoGALATONE. Nessun candidato della quinta E dell’Industriale “Medi” è già escluso dalla possibilità di raggiungere il punteggio sufficiente a diplomarsi, vale a dire il 60. Lo affermano i commissari d’esame a seguito della notizia secondo cui 17 studenti su 19 della classe citata hanno preso voti bassissimi alla terza prova (dal 2 al 4; si tenga presente che la sufficienza è 10). Il presidente della commissione, prof. Paolo Malinconico, cita l’ordinanza ministeriale n. 257 di quest’anno, che all’articolo 30 specifica che “il voto finale complessivo in centesimi è il risultato della somma dei punti attribuiti dalla commissione d’esame alle prove scritte e al colloquio e dei punti relativi al credito scolastico acquisito da ciascun candidato”. Vi è insomma per tutti i ragazzi interessati dalla prova andata male, ancora l’opportunità di rimediare con una buona prova orale. Insomma la partita è ancora aperta, anche grazie ai punti accumulati durante l’anno scolastico con i crediti.

Salva

Salva

luigi mariano con neri marcoreSIMU SALENTINI. A quasi un anno dalla sua pubblicazione e dopo il “Premio Lunezia doc” 2016 ritirato a luglio a Marina di Carrara, “Canzoni all’angolo” (Esordisco/Audioglobe), il secondo cd del cantautore di Galatone Luigi Mariano, riceve un secondo, inaspettato, riconoscimento: il Premio Civilia “Zingari felici”, giunto quest’anno alla sua seconda edizione. Di fatto, il premio conferito al miglior album di un artista salentino 2016. Nella prima edizione la targa era andata a Carolina Bubbico con il suo “Una donna”. L’associazione Civilia, molto attiva nel valorizzare la canzone d’autore a partire dagli artisti del territorio, ha ideato da un po’ di tempo il Premio Civilia, all’interno del quale nasce (l’anno scorso, appunto), il Premio “Zingari felici” riservato ai dischi.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Ballottaggi a Casarano e Galatone, sindaci già eletti a Racale, Matino e Aradeo. Questa la sintesi della giornata elettorale di ieri nei centri dell’area ionico-salentina. A Casarano il sindaco uscente di centrodestra Gianni Stefàno sfiora l’impresa attestandosi intorno al 47%. Ardua sarà l’impresa di Mauro Memmi (centrosinistra) al ballottaggio del 25 giugno dovendo risalire dal 28%. Per i 5Stelle Enrico Giuranno è al 14% mentre Emanuele Legittimo, con le sue tre civiche, intorno all’11%. Sfida supplementare anche a Galatone con Flavio Filoni (centrosinistra) intorno al 42% che dovrà vedersela con l’uscente Livio Nisi al momneto intorno al 30% delle preferenze. Il quadro generale, sempre in attesa dei dati definitivi, vede Giovanni Alemanno al 10%, Sebastiano Zenobini al 6.6%, Claudio Botrugno al 5%, Franco Miceli al 3.5% e Salvatore Bruno al 2,7%. Nei centri dove non è previsto il doppio turno trionfa Donato Metallo (c-sx) che a Racale lascia a Massimo Basurto solo le briciole: 81.32% contro il 18,67%, ovvero 4.974 voti contro 1.142. A Matino Giorgio Toma (56.56%) sconfigge la lista del sindaco uscente Tiziano Cataldi guidata da Giorgio Caputo (34,46%) e l’ex sindaco Mario Romano (8.96%). Cambio di colore anche ad Aradeo dove il centro sinistra vince nettamente con Luigi Arcuti (54,73%) sugli assessori uscenti Rocco Conte (28.82%) e Giuseppe Menallo (8%) e sul 5Stelle Stefano Colizzi (8.34%).  Da segnalare a Ruffano l’affermazione di Antonio Cavallo (41%) su Maria Rosaria Orlando (39%), Luigi Fiorito (15,5%9 e Fernando Cazzato (4%) mentre a Tricase carlo Chiuri (44%) e Fernando Dell’Abate (20,7%) vanno al ballottaggio così come a Galatina Gianpiero De Pascalis (34%) e Marcello Pasquale Amante (22%).      

 

GALATONE. Galatone in bella evidenza al “Palio dei Comuni” di Roma, manifestazione collaterale che si svolge  nell’ambito del Golden Gala di atletica “Pietro Mennea”. Alle 17 in punto, la delegazione cittadina si è aggiudicata l’ultima batteria di giornata sulla pista dello stadio Olimpico con il tempo di 6 minuti e 16 secondi. «I ragazzi sono contentissimi, c’è grande soddisfazione e siamo felicissimi tutti quanti del risultato ottenuto, anche se – afferma a caldo il tecnico Daniele De Martinis, alla guida della delegazione con i docenti Giovanni Spinola e Luca Errico – non siamo qualificati per la finale perché non nei migliori nove primi tempi. Ma portiamo a casa questo 6’ e 16’’ come un grande risultato». Il team annovera (tra i due Poli comprensivi della città) cinque alunni di prima media (Mariarita Epifani, Giorgia Felline, Laura Bellafronte, Giovanni Russo, Andrea De Paola), cinque di seconda (Rebecca Palermo, Sara Greco, Letizia Filoni, Sara Malerba, Filippo Nico) e quattro di terza Martina Calò, Silvia Cirignaco, Paolo Imperiale e Alberto Filoni.

 

Laboratorio Rurale LunaIN EVIDENZA. Un’esperienza lungimirante nata tra le campagne di Seclì e Galatone: la storia del Laboratorio Rurale Luna comincia circa tre anni fa, quando cinque donne di Galatone – provenienti da di- versi mondi professionali – prendono in comodato d’uso questa struttura che un tempo era un centro di recupero per tossicodipendenti, collocata proprio nella strada vicinale “Luna”, formalmente in territorio secliota, con la cappelletta della Madonna di Luna (che risponde alla Matrice di Galatone) a pochi metri di distanza. Oggi quello del Laboratorio è un gruppo di lavoro ormai allargato, che opera su diversi fronti: «Abbiamo cominciato quest’avventura – dice l’agronoma Fabiana Fassi, una delle coordinatrici di quest’esperienza – perché crediamo che dalla terra bisogna ripartire per rilanciare il territorio a più livelli».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

polizia-municipaleGALATONE. Incontro finale, oggi alle 16 presso il comando del Corpo della polizia municipale galatea, in via Quinto Ennio, nei pressi di via del Mare, del progetto di educazione stradale rivolto ai più piccoli della città di Galatone (classi seconde, terze e quarte elementari; seconde e terze medie dei poli 1 e 2) realizzato dalla polizia locale e dai volontari del Servizio civile. I partecipanti illustreranno cartelloni, disegni e slogan frutto dei vari incontri del progetto prima di esporli, poi, in appositi spazi in paese con l’obiettivo di sensibilizzare al rispetto delle norme stradali e alla cura della città. Qualche giorno fa, si è vissuta anche l’ultima tappa del laboratorio “Storie per tutti…tanti modi per leggere ed ascoltare” relativo alla lettura ad alta voce in biblioteca; gli appuntamenti, ai quali hanno partecipato diversi bambini dai 3 ai 10 anni, sono stati gestiti dai volontari del Servizio Civile, gli stessi che negli ultimi mesi hanno accolto le classi di alunni delle scuole cittadine in visita presso la biblioteca comunale “Antonio De Ferrariis”. «Al loro arrivo raccontiamo la storia della biblioteca, nata grazie alle donazioni di Angelo Primitivo e Giuseppe Susanna; poi passiamo ad illustrare la struttura (sezione generale, sezione ragazzi, postazioni internet) – dicono a tal proposito dal gruppo di volontari -. I bambini visitano poi il piano superiore della biblioteca, lì si può ammirare l’archivio storico, un tuffo nel passato tra i vari documenti custoditi». «Oltre allo stupore alla vista della struttura di palazzo Lercaro, e pure nel vedere tantissimi libri, bambini e ragazzi ci chiedono “come riuscite a trovare i libri richiesti?”, ed è così che spieghiamo loro anche la “tecnica” della catalogazione».

La-Reggia-GalatoneGALATONE. “Un mare d’amare” è la manifestazione organizzata domenica 28 maggio, dalle 10 alle 13, dall’associazione culturale “Rifugio Uruz” per la pulizia del tratto di costa denominato “La Reggia” a Galatone. I volontari, in collaborazione con scuole di sub professionisti, saranno impegnati nel recupero dei rifiuti gettati non solo sulla scogliera ma anche nei fondali marini immediatamente adiacenti.«È davvero un piacere per noi dare un contributo alla comunità rendendo pulito l’unico tratto di costa che ci appartiene e vorrei ringraziare non solo i nostri associati – afferma il neo presidente Matteo Vaglio – ma anche tutti i cittadini volontari e le attività commerciali di Galatone che da tre anni danno il loro importante contributo per la buona riuscita della manifestazione. Allo stesso modo non posso non ringraziare le squadre di sub professionisti, che attraverso la loro passione ed amore per il mare, riportano in superficie tutti quei rifiuti abbandonati nell’acque marine dall’inciviltà umana». L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio gratuito del Comune di Galatone e si avvale della presenza dell’autoambulanza con relativi volontari della Protezione civile di Galatone, personale medico specializzato e di uno scarrabile, portato sul luogo dalla ditta Cave Marra, per depositare i rifiuti raccolti.

 

liste galatoneGALATONE. Sono sette i candidati sindaco in campo per le elezioni comunali del prossimo 11 giugno (uno in più rispetto al 2012) con 25 liste (sei in più rispetto all’ultima competizione) per un totale di 386 aspiranti consiglieri. Diversi i giovani e i volti nuovi. In lizza c’è Salvatore Bruno, ex sindacalista e docente di lingue straniere in pensione sostenuto dalle civiche “Liberazione e Partecipazione” e “Ragione Popolare”. Con la civica di sinistra “Galatone Bene Comune”, in campo Sebastiano Zenobini, 54 anni docente di lettere. Flavio Filoni, 36 anni, consigliere d’opposizione uscente e titolare di un’agenzia viaggi, è invece il candidato sindaco della coalizione allargata di centrosinistra: Pd, “Insieme per Galatone”, Udc, “CambiaMenti”, Galatone protagonista e “#La meglio gioventù”; candidati al consiglio tra le fila della coalizione, i consiglieri d’opposizione uscenti Caterina Dorato, Biagio Gatto e Roberto Bove.

Sul nostro giornale le liste complete di Galatone

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Antonio ColopiGALATONE. Condanna in primo grado a 14 anni di carcere per il 22enne galatonese Antonio Colopi (foto) per l’omicidio dello chef ferrarese Ugo Tani. La sentenza è stata pronunciata del giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Ravenna al termine del processo celebrato con il rito abbreviato. I fatti risalgono al 10 aprile del 2016 quando il 55enne romagnolo venne ucciso con un colpo di mannaia al collo nell’abitazione di Pinarella (frazione di Cervia) che condivideva con Colopi.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

GALATONE. L’arte, la cultura, la campagna. Si chiama “Azioni di AgriCultura” il progetto che in questa settimana va realizzando l’associazione AttivArti, sodalizio nato nel 2011 che in collaborazione col Laboratorio Rurale Luna, l’associazione Verdesalis, il comune di Galatone e il Gal “Terra d’Arneo”, curerà fino a domenica le iniziative inserite nel programma della Regione 2016-2018, promosse con l’obiettivo di valorizzare la ruralità e i beni monumentali salentini. Dal 22 maggio alcuni artisti sono ospiti di Luna, il laboratorio che ha trovato casa nelle campagne tra Seclì e Galatone, sull’iniziativa di cinque donne: “in residenza” l’artista britannico Paul Chirnside e quelli locali, Gianle Lametà, Chiara Spinelli, Cristian Calignano, con i fotografi Valentina Piccinni e Jean-Marc Caimi, produrranno delle opere ispirate dalle attività che saranno svolte fino al 28. Ad accompagnarli per un tour rurale sarà l’agrotecnico Massimo Vaglio, che illustrerà loro le caratteristiche di paesaggi umanizzati e beni monumentali. «In programma in questi giorni ci sono anche due mostre degli ospiti – dice Chiara Miglietta, responsabile del progetto – ed entrambe saranno allestite il 26. ‘This land is my land’, un reportage sul paesaggio e sulla xylella relizzato dai due fotografi, che sarà alla vetrina del gusto, e ‘The universe is our land’, di Chirnside, all’Arci di Nardò». Il 27 sarà invece il laboratorio urbano di Luna, quello allestito nel palazzo ducale di Seclì, ad ospitare il workshop di fotografia tenuto dai due esperti coinvolti; il 28 grande conclusione: “Il paesaggio umanizzato del Salento tra il suggestivo e il funzionale” si intitola il dibattito in programma a partire dalle 18:30, che anticiperà l’aperitivo al tramonto sulle note de “La Municipal”. A relazionale il docente barese Leonardo Palmisano, Antonio Muci di “Slow Food Neretum”, l’architetto e paesaggista Tiziana Lettere e la docente d’arte Marinilde Giannandrea. Ci saranno anche gli alunni dell’istituto “Enrico Medi” di Galatone, presenti per illustrare il progetto “Le vie del Galateo”.

 

 

Foto di gruppo tra studenti e dipendenti comunali

Foto di gruppo tra studenti e dipendenti comunali

GALATONE. Un’alternanza scuola-lavoro che funziona: è un esempio virtuoso quello appena portato a termine all’“Enrico Medi” di Galatone. L’istituto diretto da Davide Cammarota ha mandato negli scorsi mesi i propri ragazzi ad affiancare i dipendenti comunali: coordinati dall’esperto informatico Pierpaolo Paolicelli, gli studenti che sono stati coinvolti nel progetto “open class” hanno lavorato alla digitalizzazione di una grossa fetta dei dati e della documentazione nelle mani del Municipio. “La scuola risorsa del territorio”: questo lo slogan utilizzato dai docenti responsabili del progetto, che insieme all’Amministrazione hanno presentato i risultati martedì scorso al Palazzo Marchesale.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

politica galatoneGALATONE. Trovano conferma i grandi numeri previsti per le elezioni amministrative dell’11 giugno Sette i candidati sindaco di sicuro in lizza, almeno 24 liste a loro supporto sempre in attesa che dallo staff centrale di M5S giunga la risposta alla richiesta di certificazione avanzata dalle due liste con candidati Sebastiano Moretto e Sonia Rizzello. Da ultimo, ha annunciato la propria discesa in campo Sebastiano Zenobini con la civica “Galatone Bene Comune”, ”che raccoglie l’eredità di cinque anni di battaglie sostenute dal circolo politico-culturale 1° Maggio su ambiente, legalità e trasparenza. Occorre recuperare il dialogo con i cittadini attraverso una maggiore trasparenza nell’azione amministrativa, una rendicontazione periodica e un bilancio partecipato», sostiene il 54enne Zenobini.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Qui sopra, e a seguire in senso orario, C. Botrugno, F. Filoni, Livio Nisi, G. Alemanno, F. Miceli, S. Moretto, Sonia Rizzello e S. Bruno

Qui sopra, e a seguire in senso orario, C. Botrugno, F. Filoni, Livio Nisi, G. Alemanno, F. Miceli, S. Moretto, Sonia Rizzello e S. Bruno

GALATONE. A poco più di 70 giorni dal voto (l’11 giugno la data prescelta), mentre si continua a lavorare su liste e coalizioni, per le vie del paese spuntano i primi comitati elettorali. Si allunga l’elenco dei candidati sindaco e si ingrossano le fila degli aspiranti consiglieri. In lizza per la carica più alta di Palazzo dei Domenicani c’è Salvatore Bruno sostenuto da due liste civiche (“Liberazione e partecipazione” e “Ragione popolare”). In lizza anche Flavio Filoni sostenuto da una coalizione allargata di centrosinistra (Partito democratico, Unione di centro, Insieme per Galatone, Galatone protagonista, CambiaMenti, La meglio gioventù). Centrodestra frammentato ancor di più rispetto alla passata tornata elettorale. In corsa ci sono l’attuale sindaco Livio Nisi (Direzione Italia, Fratelli d’Italia, Livio Nisi sindaco, Impegno politico, Galatone attiva); Giovanni Alemanno (Andare oltre, Meritocrazia-Giovanni Alemanno sindaco, Alleanza galatea per la sovranità popolare, Azzurro popolare); l’ex primo cittadino Franco Miceli sostenuto da tre liste civiche; e l’ex vicesindaco – dimessosi qualche giorno fa dalla giunta di Nisi – Claudio Botrugno (Forza Italia).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

La Passione vivente del 2014 foto Federica PanoGALATONE. Si rinnovano gli appuntamenti con le rappresentazioni della Passione di Cristo. Si svolge domenica 9 aprile a partire dalle 17, la Passione vivente itinerante organizzata dall’associazione “La Compagnia ti Santu Luca”. La manifestazione viene riproposta dopo una pausa di tre anni e giunge quest’anno alla quinta edizione. Oltre 120 i personaggi impegnati, per le vie del borgo antico, nella riproposizione del dramma delle ultime ore di vita di Gesù. La prima scena in piazza San Sebastiano con l’entrata in Gerusalemme; l’Ultima cena sul sagrato del santuario del Crocifisso; la preghiera nell’orto degli ulivi in piazza Padre Pio; l’interrogatorio di Caifa in piazza Costadura; il processo di Pilato al portale d’ingresso del Marchesale; la Crocifissione in periferia.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

SIMU SALENTINI. Dopo Melissano e Parabita, ecco il “Caffè in redazione” itinerante, con tappa a Galatone. Centro storico, locale storico, nei secoli tribunale, ospedale, asilo e fabbrica di bibite gasate più di recente. è la culla di “Open yuor mind”, un’associazione che predica menti aperte e pratica idee, intuizioni, attività varie. Il sodalizio di Federica Pano di Nardò, Donato Manisco e Giovanni Cuppone spazia dalle visite guidate all’organizzazione del concerto di beneficienza della festa del Crocifisso (su delega del parroco don Angelo Corvo, ultima raccolta 5.800 euro), dal turismo religioso da maggio a tutta l’estate con mete il famoso Santuario e la chiesa della madonna della Grazia alla partecipazione a fiere turistiche come quella di San Gallo (Svizzera, con titolari di b&b e produttori di vino). Senza tralasciare il proprio contributo alla Banca della solidarietà ed all’assistenza dei randagi.

Voce al Direttore

by -
Da luglio il vostro giornale andrà più in là, per diventare una “piazza” grande - in prospettiva - quanto il Sud Salento. Abbandoniamo perciò...