Home Castrignano del Capo Giuliano di Lecce

Capo di Leuca – Il mare è al centro della III edizione della rassegna “Racconti di mezzanotte a Finisterrae”, che parte mercoledì 18 luglio e prosegue fino all’1 agosto. L’appuntamento è sempre alle ore 21, Leuca e Giuliano di Lecce le location (ingresso libero).
Curata da Tony De Veglia, Totò Vallo e Franco Ungaro, la rassegna abbina libri e teatro, con letture a cura degli attori di AMA-Accademia mediterranea dell’attore (foto).

Tutte le date – Villa Meridiana (su lungomare Cristoforo Colombo) ospita il primo incontro, mercoledì 18: Michele Rosafio (di Salve), autore del volume “Leuca, guerra e navi. Cento anni dalla Grande Guerra”, racconterà il primo conflitto mondiale con un focus sugli episodi che coinvolsero Leuca. Fra questi, l’affondamento dell’incrociatore francese Léon Gambetta (che oggi giace a circa 15 miglia al largo di Capo Santa Maria di Leuca) nella notte del 26 aprile del 1915: la vicenda balzò alla ribalta nazionale e provocò oltre 600 vittime. Nel corso della serata, inoltre, si affronterà il tema dello sbarramento del Canale d’Otranto, una delle più importanti opere di ingegneria marittima della prima guerra mondiale.
Mercoledì 25 luglio ci si sposta invece all’oratorio di Giuliano di Lecce, dove Federico Fuortes (di Giuliano) presenta “Solo un caso. Brevi racconti e pochi sonetti”. In chiusura, mercoledì 1 agosto, si torna a Villa Meridiana per l’appuntamento con don Gionatan De Marco (parroco di Miggiano) e il suo libro “Papa Francesco e don Tonino Bello: quando la profezia prende suono”.

 

Giuliano di Lecce (Castrignano del Capo) – Va in archivio il secondo torneo 24H di calcio a cinque organizzato da Asd Giuliano di Lecce in collaborazione con Centro Sportivo Italiano e il Comune di Patù, che si è svolto presso i campetti di San Gregorio il 16 e 17 giugno scorsi. «Un’occasione per stare insieme e condividere i valori veri dello sport – afferma Paola Venuti, presidente dell’associazione sportiva (in foto assieme ai premiati) – il ricavato del torneo sarà destinato alla realizzazione di un parco giochi e un’area sportiva in un terreno di Giuliano».

Competitivi ma con un unico intento, quello di promuovere lo sport come punto di incontro di appassionati e trampolino di lancio per giovani atleti, i ragazzi che si sono sfidati sul rettangolo di gioco. Sul podio di questa seconda edizione sono salite le squadre Itof Ardito, Dos Santos e Adovos Messapica Castrignano. I titoli di miglior portiere e capocannoniere sono andati rispettivamente a Alessio Ciardo e Osvaldo Chiffi. «Unire è la parola d’ordine di tutte le nostre iniziative», ha concluso la presidente Venuti.

Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) – Una passeggiata culturale e naturalistica tra le grotte marine e le ville di Leuca è quanto propone l’Open day organizzato dall’associazione Casello 72 di Giuliano di Lecce (presidente Cinzia Sarinelli), in collaborazione con “Spano signal” e “Terra Noscia”. L’appuntamento è per domenica 27 maggio con il via alle 9 presso la grotta del Drago e conclusione nei pressi della basilica. Per l’occasione ai partecipanti verrà offerto un rinfresco finale con degustazione di prodotti tipici. Durante il percorso culturale aperto e gratuito destinato a turisti, ai curiosi e agli appassionati verrà raccontata la storia fantastica di Leucasia scritta da Carlo Stasi. In entrambi i percorsi i partecipanti saranno affiancati da una guida che racconterà la storia dei luoghi. Si tratta del secondo appuntamento dopo quello del 29 aprile. Nuova data da ricordare quella di venerdì 1 giugno.

Castrignano del Capo – Un bus navetta da 56 posti per portare a destinazione quanti arrivano alla stazione ferroviaria più a sud-est del Salento, quella di Gagliano del Capo: è l’idea prossima alla realizzazione su cui stanno lavorando da qualche settimana l’associazione dei commecianti di Castrignano e quella Amministrazione comunale. Visto che il vecchissimo problema dei trasporti e dei collegamenti locali appare tuttora di là da venire, gli operatori locali con le Istituzioni si danno una mossa e provano a farcela da sole. “La creazione di un servizio di trasporto pubblico locale estivo è un valore aggiunto per la stagione turistica del nostro territorio. Il “Bus Viva Leuca” nasce dall’esigenza di trovare soluzioni costruttive a problematiche che impediscono il reale sviluppo economico turistico della località”, si legge nel progetto a cura dell’associazione commercianti presieduta da Rizieri Siciliano. “Leuca non è una destinazione legata ad un’economia industriale, commerciale o artigianale – si rimarca – Leuca e le zone limitrofe sono luoghi ricchi di storia, tradizioni, vita quotidiana, mare e cultura, paesaggi rimasti incontaminati, che richiamano i turisti ammaliati dalle loro bellezze e peculiarità”.

I dati degli arrivi degli ultimi anni preoccupano Turisti che arriverebbero in numero ben maggiore di quello attuale solo se “arrivati qui potessero poi muoversi con facilità”. E’ l’obiezione che si raccoglie ovunque, quella sulla mobilità locale e che sicuramente incide sui numeri, appunto, quelli ufficiali dell’Osservatorio regionale sul turismo. Per Gagliano del Capo l’andamento appare ondivago rispetto agli ultimi tre anni (5.214 arrivi nel 2015, 4.904 nel ’16 e 5.498 l’anno scorso); per Castrignano, sia pure con numeri decisamente più importanti, si registra un analogo risultato: gli arrivi sono stati 18.781 nel 2015, 19.486 nel ’16 e 17.892 nel ’17. Si tratta ovviamente di dati ufficiali che non tengono conto della fetta, piuttosto consistente anche qui, di “nero” e di sommerso nel settore ricettivo. Ma le preoccupazioni, ben motivate, ci sono. “Abbiamo fatto diverse riunioni e da parte nostra c’è il massimo di disponibilità – afferma Santo Papa, Sindaco di Castrignano del Capo – dobbiamo risolvere il problema dei turisti che arrivano qua e poi non sanno come potersi muovere anche per andare al mare”.

Il percorso tappa per tappa Ecco allora il bus navetta, per cui si stanno valutando le possibili forme di gestione (in concessione, costi coperti dal cambio con la pubblicità assicurata e simili), ma che ha già il suo percorso: stagione Fse di Arigliano-Gagliano, camping S. Maria di Leuca, spiazzo Messapia Hotel, basilica di S. Maria di Leuca, Hotel Approdo, Hotel Terminal e porto turistico, piazzetta in paese, Torre dell’Omomorto, Punta Ristola, spiazzo Tatanka, Marina di Felloniche e San Gregorio (Marine di Patù), Patù e Giuliano, Castrignano, stazione ferroviaria. Il Comune sta lavorando anche per individuare gli stalli per la sosta della navetta, per ubicare delle pensiline alle fermate indicate. “In un mese – dice Papa – potremmo aver finito tutto ed il servizio pronto per entrare in funzione”. “Il supporto del Comune è essenziale – conclude il presidente dei commercianti – presto avremo anche l’atto ufficiale della collaborazione”.

Secondo il piano strutturato con vari capitoli, “Bus Viva Leuca” potrebbe effettuare quattro corse in collegamento con gli orari ferroviari e sei nei mesi di luglio e agosto, alleggerendo non poco i problemi di traffico e di parcheggio per i visitatori.

Giuliano di Lecce – Domenica 29 aprile si svolgerà l’open day organizzato dall’associazione culturale Casello 72 di Giuliano di Lecce (presidente Cinzia Sarinelli), in collaborazione con “Spano signal” e “Terra Noscia” che, per l’occasione, offriranno ai partecipanti un rinfresco finale con degustazione di prodotti tipici. Il programma prevede una passeggiata culturale nei luoghi simbolo del Capo di Leuca con partenza alle ore 9 da Barbarano del Capo (complesso di Leuca piccola) ed arrivo alle 12 a Santa Maria di Leuca con sosta all’Erma votiva del pellegrino e alla basilica Finibus Terrae. Il tour durerà circa 3 ore e attraverserà i paesi di Giuliano di Lecce, Patù e Salignano soffermandosi nei luoghi che impreziosiscono l’apparato storico culturale e architettonico della zona del Capo: a Giuliano la chiesa di San Pietro, il pozzo e la chiesa di San Giovanni Crisostomo; a Patù le Centopietre; a Salignano la chiesa di San Giuseppe. Un percorso culturale aperto e gratuito destinato ai turisti, ai curiosi e agli appassionati.

Giuliano di Lecce (Castrignano del Capo) – Ad anticipare la visita del Papa ad Alessano ci hanno pensato i clown della “Squadra del sorriso” che lo scorso 28 marzo, muniti di camici colorati e palloncini, hanno fatto il percorso al contrario recandosi in piazza San Pietro per assistere all’udienza del mercoledì. «Abbiamo regalato al Pontefice un camice dipinto da una delle nostre clown e tantissimi palloncini colorati ai bambini presenti. Era vicinissimo a noi ed è stata un’esperienza unica, difficile da descrivere. Le sue parole ci hanno riempito di speranza e di gioia», afferma Erida Buffelli, in arte Clown Cucù.  La “Squadra del sorriso” è un’associazione di Giuliano, presieduta da Nunzio Calabrese, impegnata in numerose attività di sostegno e clown terapia.

Tricase – Si cambia, in tema di rifiuti, nell’Aro 8. Il servizio di Igiene urbana nei Comuni di Tricase(capofila), Alessano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Morciano di Leuca, Patù, Salve, Tiggiano, è pronto a partire con la differenziata “porta a porta” per utenze domestiche e non e con una novità assoluta in provincia: il trattamento dei rifiuti domestici “umidi” (resti di pranzi, scarti di verdure o di altri alimenti nella preparazione dei pasti…). L’Ambito rifiuti ottimale, che conta circa 50mila abitanti, ha avviato in questi giorni (fino al 30 aprile) la distribuzione di materiali, informazioni e attrezzature utili per realizzare “un sistema avanzato di raccolta dei rifiuti”, come si legge nel volantino (reperibile anche sul sito arolecce8.it), a firma dell’associazione temporanea d’imprese (Ati) che ha vinto la gara e composta da Gial Plast Taviano e Bianco Igiene ambientale Nardò.

Gli utenti possono ritirare quanto previsto dalle  9-13 e dalle 16-18 presso i luoghi segnalati da ciascun Comune dell’Ambito: sala convegni del Comune di Alessano; in piazza Indipendenza a Castrignano del Capo, a S. Leuca in piazza Savoia angolo via IV Novembre, a Giuliano sul prolungamento di via Panzera presso ex edificio scolastico; a Corsano in via Campania (centro polivalente); a Gagliano del Capo in piazzetta Maria Luisa De Marillac (centro diurno polivalente); a Morciano in piazza Berlinguer di Barbarano del Capo (ex Media); a Patù in via Giuseppe Romano 5; a Salve via P. P. Cardone (sala convegni); a Tiggiano in via XX Settembre; a Tricase in via Vittorio Emanuele II, 21.Gli intestatari delle bollette della Tari al punto di distribuzione del proprio Comune devono fornire la carta d’identità ed il tesserino sanitario. Tra i bidoni classici, i citatdini troveranno appunto quello riservato alla frazione umida organica; tolta la quale dal materiale conferito in discarica, si abbassa il peso complessivo e quindi anche in prospettiva il costo dello smaltimento.

“Il nuovo servizio di Igiene urbana all’interno dell’Ambito di raccolta ottimale Aro Lecce 8 inizierà immediatamente dopo la fase di distribuzione delle attrezzature, già partita il 3 marzo scorso – dicono i gestori del servizio – in tutti i Comuni interessati. Fino all’effettivo avvio del servizio, la cui data sarà comunicata prossimamente, i cittadini dovranno continuare ad utilizzare le vecchie attrezzature e le vecchie modalità di conferimento”. Tra le innovazioni in arrivo, particolare attenzione è rivolta anche a molteplici azioni finalizzate al coinvolgimento dell’intera utenza e alla separazione in alta qualità delle diverse tipologie di rifiuti differenziati da avviare a riciclo o recupero. Telefoni utili: per i cittadini di Tricase, Tiggiano, Salve, Alessano e Morciano 800 303333 e 370 1037842; per i cittadini di Castrignano del Capo, Gagliano, Corsano, Patù 800 363623 e 345 3411504.

Ugento – Turismo e fede a braccetto grazie all’iniziativa “Sepolcri” promossa dalla Fondazione Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae” e dalla diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca. Lo scopo è quello di valorizzare, in adesione al progetto “Chiese aperte” promosso dalla Regione Puglia con il Fondo speciale cultura e patrimonio culturale, gli allestimenti sacri realizzati all’interno delle chiese e dei calvari delle 18 comunità della diocesi retta da monsignor Vito Angiuli in occasione della Settimana santa e meta del pellegrinaggio del giovedì e del venerdì santo. «S’intende mettere a fuoco quest’appuntamento della tradizione religiosa, molto sentito e vissuto dalle comunità locali, attraverso l’organizzazione di un convegno in cui verranno invitati alcuni esperti, la realizzazione di materiale informativo, promozionale e divulgativo e l’apertura straordinaria delle chiese e del Museo diocesano nei periodi di maggior afflusso di pellegrini e turisti. Verrà anche bandito un concorso tra le confraternite che volessero partecipare e alla confraternita vincitrice sarà restaurata una suppellettile sacra. Il Museo diocesano prolungherà, inoltre, tale iniziativa con una mostra sul tema», fanno sapere gli organizzatori.

Le confraternite interessate dal progetto sono le seguenti: Madonna Assunta in cielo e Sant’Antonio – SS. Trinità a Specchia, Madonna Santissimo Rosario a Gemini (Ugento), Sant’Antonio a Castrignano del Capo, Assunta ad Acquarica del Capo, Carmine e Trinità a Ruffano, Confraternita dell’Immacolata a Sant’Eufemia a Tricase, Confraternita dell’Immacolata Sant’Angelo a Tricase, Santi Medici a Ugento, Confraternita dell’Immacolata a Supersano, Immacolata e San Nicolò a Tutino (Tricase), confraternita dell’Immacolata e Santo Stefano a Taurisano, Cuore eucaristico a Patù, confraternita dell’Immacolata a Corsano, confraternita dell’Immacolata a Giuliano di Lecce (Castrignano del Capo), Madonna delle Grazie e Sacramento a Torre Paduli (Ruffano), confraternita dell’Immacolata – Santissima Eucaristia – San Francesco di Paola a Gagliano del Capo, confraternita dell’Immacolata e SS, Sacramento a Caprarica del Capo, Madonna Assunta e San Luigi Gonzaga a Presicce e confraternita di Sant’Antonio a Ugento.

Capo di Leuca – Il Carnevale del Capo 2018 chiude la sua prima edizione caratterizzata da una ritrovata “unione di intenti”. Dopo che Patù e Castrignano del Capo hanno già sfilato insieme (domenica 11 a Santa Maria di Leuca), le  avverse condizioni meteorologiche dei giorni scorsi  portano ora i carri allegorici e i gruppi mascherati a Morciano di Leuca sabato 17 febbraio e Castrignano del Capo domenica 18 febbraio (recuperando la data del 12). Patù ha, invece, chiuso in anticipo la kermesse carnascialesca premiando, lunedì 12 febbraio, il carro “Si salvi chi può” con protagonisti Trump e Kim Jong-un i due giganti della scena mondiale che si contendono il potere a colpi di insulti e minacce. «Io e tutti i ragazzi del gruppo abbiamo voluto dedicare il carro e la vittoria a Carmine Pedone e Vincenzo Greco, due giovani amici che facevano parte del nostro gruppo e che purtroppo non possono festeggiare con noi questo successo», afferma Giuseppe De Nuccio, l’ ideatore, insieme al fratello Francesco, del carro premiato e portavoce del gruppo “SGS”. Ad animare il Carnevale del Capo,  con delle realizzazioni in cartapesta molto apprezzate dal pubblico, sono stati “Kung fu panda”,  Valentino Rossi (per l’occasione in “ape car”), la tradizione popolare con “lu purgianella”, “lu cuzziddu”, “la putea de lu mieru” e “le turri de Cascignanu”, la politica con le immancabili allegorie verso gli amministratori locali, la lotta contro il gioco d’azzardo con “ludopatia”, i leggendari “Asterix e Obelix” e la solidarietà con il carro dei donatori Avis di Patù e quello dell’Adovos messapica. Un bilancio positivo e un successo condiviso grazie all’impegno di tutti i ragazzi di Castrignano, Salignano, Giuliano, Leuca e di Patù. Si chiude così la prima edizione del Carnevale del Capo con l’appuntamento al prossimo anno e l’auspicio degli organizzatori di riuscire a coinvolgere altre amministrazioni e altre comunità del Capo di Leuca.

Castrignano del Capo – Era intento a liberare il proprio carico di melma in aperta campagna quando è stato sorpreso e denunciato dai carabinieri della Forestale di Tricase. L’episodio è avvenuto lo scorso giovedì 25 gennaio, alle 15.30, in località “Spisse” a Giuliano, frazione di Castrignano del Capo. I forestali hanno deferito all’autorità giudiziaria in stato di libertà per “abbandono incontrollato di rifiuti” il 57enne A.B., nato e residente a Tiggiano.

Patù – Allegria, colori e tradizioni sono gli ingredienti del Natale da trascorrere a Patù, con le iniziative messe in campo quest’anno dalla Pro loco. La mattina di Santo Stefano, per sportivi o semplici amanti delle camminate, l’occasione di smaltire un po’ di calorie del pranzo di Natale arriva con la Christmas Run del Capo di Leuca, corsa/camminata non competitiva aperta a tutti, anche ai bambini: il ritrovo è in piazza Indipendenza alle ore 8,30, con il riscaldamento, il ritiro del pacco di gara e la successiva partenza alle 9,30. Il percorso – lungo circa 10 chilometri – attraversa i Comuni di Patù, Giuliano, Castrignano del Capo e Salignano, con arrivo sul lungomare di Santa Maria di Leuca, dove ci saranno gli elfi del Salento Santa Claus Village. Una sola regola: per i partecipanti, maglietta rossa e cappello da Babbo Natale. Le iscrizioni si possono fare prima della partenza, allo stand dell’evento (quota 5 euro, info ai numeri 331.8395476 – 389.0710699).
Venerdì 29, dalle ore 18:30, nuovo appuntamento in piazza Indipendenza, con visita ai palazzi storici di Patù, tappa della manifestazione “Presepi itineranti”, mostra fotografica dei ragazzi della scuola media, mercatino dell’artigianato e ricche degustazioni di pittule e piatti tipici. Dalle 19:30 spazio poi alla musica dal vivo, con intermezzo del trio comico “Ciciri e tria”, direttamente da Zelig.Si chiude sabato 6 gennaio, aspettando l’arrivo della Befana nella sala polivalente di piazza Indipendenza (sede della Pro loco): per i bambini e non solo tanto divertimento fra karaoke, animazione e spettacolo di bolle.

 

CAPO DI LEUCA – Da Barbarano del Capo a Patù, da Alessano a Poggiardo, anche in autunno il Capo di Leuca si anima di iniziative pensate per valorizzare arte, paesaggi, enogastronomia e tradizioni: sabato 11 e domenica 12 novembre tanti gli appuntamenti cui partecipare gratuitamente (fra escursioni, degustazioni e musica), nell’ambito del progetto regionale “InPuglia365 autunno”, lanciato dall’agenzia Puglia Promozione per migliorare l’attrattività turistica anche in bassa stagione.

Con “Hospitalia – la via dei pellegrini”, l’associazione Archés propone escursioni che partono dal complesso monumentale di Santa Maria del Belvedere (o “Leuca piccola”) a Barbarano del Capo ed esplorano il territorio circostante (Giuliano, Arigliano, San Dana, Macurano e Ruggiano), scoprendo chiese, cripte e vore: sabato 11 il ritrovo è alle ore 15 per una passeggiata a piedi che durerà fino alle 18; mentre domenica 12 (ore 9:30-16) percorso misto in bici e a piedi, con rinfresco e visita all’azienda biologica a km 0 “Leuca piccola”. Prenotazione obbligatoria entro le 14 di sabato al 327/8410214.

Dal complesso monumentale di Leuca piccola partono anche le “esperienze d’autunno” organizzate per la mattinata di sabato 11 da Terra Archeorete del Mediterraneo: ritrovo alle 9:15, con visita alle aziende agricole locali e pranzo-show cooking. Dalle 16, invece, ci si sposta alla chiesa di Sant’Antonio ad Alessano per un laboratorio gastronomico esperienziale. A seguire, degustazione presso Palazzo Romano, a Patù, che sarà aperto con possibilità di visitare la mostra archeologica qui allestita. Ancora, domenica 12 alle 9:15 si parte alla scoperta di Vereto, con ritrovo al santuario di Santa Marina, a Ruggiano. Info e prenotazioni al 347/2535235 e 338/7441468.

Storie, canti e piatti popolari sono gli ingredienti delle iniziative di Liquilab per il week end: sabato 11, alle ore 10:30, ritrovo al Parco Guerrieri di Poggiardo per una camminata meditativa, fra yoga e alimentazione, con l’esperta Daniela Scozzaro. Domenica 12, invece, tappa a Giuliano di Lecce (ritrovo al laboratorio urbano giovanile, presso l’ex scuola materna), che a partire dalle 16 ospita un itinerario alla scoperta della cultura popolare, fra giochi di una volta, assaggi di pittule, la proiezione del documentario “Taglia corto” e i canti di Anna Cinzia Villani. Prenotazione obbligatoria al 348/3467609.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...