Home Notizie Aradeo
Ultime notizie dal Comune di Aradeo

ARADEO – Cordoglio ad Aradeo per la scomparsa di Cosimo De Simone, padre del parroco della Chiesa Madre don Giuseppe. Sindaco, amministrazione comunale, circoli, associazioni civili e religiose, confraternite, gruppi di preghiera e tanti cittadini hanno voluto far sentire la loro vicinanza ed il loro affetto al sacerdote che guida la parrocchia con discrezione e preparazione e che gode la stima dell’intero paese. In molti raggiungeranno Nardò da Aradeo per prendere parte al rito funebre che si tiene questo pomeriggio nella cattedrale di Nardò, città di residenza della famiglia De Simone.

Nardò – Saranno la “Bianco Igiene ambientale” di Nardò, la “Gial Plast” di Taviano e la “Armando Muccio” di Taurisano in associazione temporanea ad occuparsi dei rifiuti – spazzamento, raccolta, trasporto dei rifiuti solidi urbani di Nardò e degli altri Comuni facenti parte dell’Aro (Ambito raccolta ottimale), cioè Alezio, Aradeo, Collepasso, Galatone, Neviano, Sannicola, Seclì, Tuglie.

Una procedura iniziata nel maggio 2013. Tolto il ribasso del 3,735% sull’importo globale per nove anni, le tre società hanno portato a casa un appalto da 102 milioni 986.734, 96, vale a dire 11 milioni 443mila euro annui. L’affidamento definitivo della gara con capofila Nardò e passata attraverso varie traversie ed un commissariamento (nel marzo scorso, da parte della Regione), è datato 20 novembre. Una data a suo modo storica, se si pensa che il primo passo verso questo traguardo è stato compiuto dal commissario ad acta dell’Aro 6 il 13 maggio 2013, con la costituzione del’associazione dei Comuni, come previsto dalle norme regionali del 2012.

I punteggi finali della gara dopo 51 verbali. “Bianco-Gial Plast-Armando Muccio” hanno messo insieme 91,332 punti; staccati i secondi classificati, “Ecotecnica-Igeco-Axa” con i loro 65,8655 punti. L’ampio divario forse metterà al riparo l’intero lungo procedimento – passato anche attraverso il dispositivo rettificato con conseguente ripubblicazione del bando sulle Gazzette ufficiali italiana ed europea – dai consueti ricorsi a firma normalmente di chi precede in graduatoria finale. Si contano ben 51 verbali stilati e firmati dai componente la commissione. E sono specificati in 21 capitoletti i motivi per cui sono stati proclamati i vincitori.

Concorrenti battuti sulle proposte migliorative del servizio. La qualità del progetto tecnico ha fruttato 12 punti all’Ati che entro 35 giorni dalla comunicazione ufficiale stipulerà il contratto. Ma hanno inciso anche le proposte migliorative rispetto a quanto richiesto dall’Aro, il sistema di “intercettazione” del rifiuto abbandonato; le modalità di gestione degli Ecocentri; la qualità del piano di informazione e comunicazione nella fase di avvio e nelle annualità successive, col servizio a regime; il sistema di assistenza ai cittadini e dei controlli; il miglioramento funzionale delle sedi aziendali  e della stazione da utilizzare per il servizio di trasporto della frazione umida. La commissione ha anche verificato la capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa come previsto dai requisiti contenuti nel bando.

I costi Comune per Comune. Iva esclusa, ecco quanto costerà annualmente il nuovo servizio paese per paese: Nardò 5 milioni 176.589 euro; Alezio 681.141; Aradeo 967.725; Collepasso 631.089; Galatone 1 milione 726.608; Neviano 582.208; Sannicola 856.584; Seclì 194.238; Tuglie 626.784.

 

ARADEO – L’associazione “Amici della musica” di Aradeo festeggia Santa Cecilia, patrona della musica, con un concerto al Teatro Modugno. Mercoledì 22 novembre, il Concerto musicale Città di Aradeo, diretto dal maestro Luigi Varallo, presenta in anteprima alcuni brani preparati per la prossima stagione concertistica: Beethoven’s Symphony no. 5 and Mambo no. 5, Tchaikovsky Valzer n.2 e brani di Pop music. L’idea di fondo è mettere insieme musica classica e musica elettronica, preparando un programma per e con i giovani per farli appassionare alla musica classica, essendo il “Concerto musicale” interamente formato da giovani musicisti. Nel corso della serata verrà, inoltre, dato spazio ai giovani che nell’ambito dell’associazione hanno formato il gruppo “Union of Sound”. Questi presenteranno “Imagine” di John Lennon, “La cura” di Franco Battiato e “Zombie” dei Cranberries. Sempre mercoledì sera, l’associazione consegnerà al sindaco Luigi Arcuti l“Omaggio speciale per la Comunità di Aradeo”, ricevuto dallo stato americano del Michigan in occasione del gemellaggio con la “Blue lake Southern winds della scorsa estate, durante il suo tour europeo. L’iniziativa fa parte di in un programma di scambio internazionale pensato “per creare più amicizia, comprensione e pace tra i cittadini del mondo attraverso il linguaggio universale delle arti”. L’esperienza ha segnato i musicisti delle due associazioni che continuano a scambiarsi esperienze, foto e mail attraverso internet.

by -
0 1428

ARADEO – Mattinata movimentata ad Aradeo, quella odierna, per il ritrovamento di quattro bombe e di una pistola. Nulla a che fare con la malavita, però, in quanto si tratta di residuati bellici risalenti all’ultimo conflitto mondiale, comunque sempre pericolosi. La pistola e gli ordigni, due  “Srcm” e due Breda, sono stati ritrovati nell’intercapedine di un muro di un’antica abitazione sita sulla via per Seclì, alla periferia del paese. Gli operai della ditta Scazzari, incaricati dai proprietari dell’immobile per un intervento di recupero, hanno fatto l’insolita scoperta nel corso della demolizione di un’intercapedine di un muro intero ed hanno subito allertato le autorità comunali e di polizia. Sul posto sono immediatamente giunti il maresciallo maggiore Vito De Giorgi, comandante della stazione dei carabinieri di Aradeo, ed il maresciallo maggiore della polizia municipale Nicola Manco. La Protezione civile ha, poi, chiuso al traffico la strada, presidiandola in attesa dell’arrivo degli artificieri, provenienti da Lecce. Questi hanno preso in consegna le bombe, trasportandole in un contenitore di sicurezza nelle vicine cave sulla via per Sannnicola, dove sono state fatte brillare in tutta sicurezza. Resta il mistero sul perché le quattro bombe e la pistola (tra l’altro perfettamente oliata ed avvolta in un fazzoletto) fossero state a suo tempo nascoste in quella casa, edificata alla fine della Seconda guerra mondiale, e da chi. Di certo il muro in questione era rimasto perfettamente intonacato, senza alcuna traccia che potesse far pensare all’esistenza di un simile nascondiglio. C’è da ricordare anche come i proprietari dell’abitazione fossero valenti “scalpellini” (sono opera loro alcune bellissime antiche tombe del cimitero monumentale) ed uno di loro ha anche lavorato alle sculture di Roma all’Altare della patria.

ARADEO – Nel fondo Luna, alla periferia di Aradeo, in questi giorni si raccoglie lo zafferano. L’antica coltura un tempo tipica del Salento, è stata seminata ad agosto. Già seicento anni fa l’umanista Antonio De Ferraris, nelle pagine del suo “De situ Japigiae” lo descriveva come una spezia coltivata in Terra d’Otranto da tempo immemorabile e molto probabilmente pianta spontanea di queste terre. Ne è conferma l’antica ricetta della “scapece” gallipolina. Ad Aradeo, l’iniziativa di recuperare questa antica spezia si deve a tre giovani del luogo: Sergio Minerba, Fausto Chirivì e Maurizio Bono. C’è in loro la volontà e la caparbietà di produrre nella loro tenuta agricola il puro zafferano biologico del Salento e per questo si affidano a laboratori. Sono loro che nell’aurora salentina raccolgono i fiori delicati prima che il sole si affacci e li schiuda. Lo stesso giorno li essiccano su una brace di legna d’ulivo, un’operazione che sprigiona nell’aria antichi odori e profumi. L’integrità degli “stimmi” è sinonimo di purezza ed di alta qualità del prodotto rispetto allo zafferano commercializzato in polvere. Oltre all’uso gastronomico, la spezia è utilizzata per le sue sorprendenti proprietà benefiche sull’organismo. È’ antidepressivo, influenza positivamente l’attività celebrale, favorisce le funzioni digestive ed è pure un afrodisiaco naturale.

by -
0 92

Aradeo – Voleva costringere con atteggiamenti persecutori l’ormai ex moglie a tornare da lui. Ma non aveva fatto i conti con la determinazione della donna che, non essendoci riuscita con le buone, alla fine ha sporto denuncia. Ed i carabinieri ieri sera sul tardi si sono presentati in casa dell’uomo – un 48enne del luogo – per notificargli un ordine di arresto (domicliare) del giudice per le indagini preliminari di Lecce, su richiesta dela Procura della Repubblica. Sono stati i militari dell’Arma ad indagare ed a rilevare atteggiamenti che prefiguravano chiaramente il reato di atti persecutori.

ARADEO – Aradeo ritrova il suo Carnevale dopo il forfeit dell’edizione 2017. L’organizzazione si è già messa in moto e l’11 e 13 febbraio 2018 ritornerà la manifestazione che negli anni scorsi era via via cresciuta di importanza tanto da essere considerata fra le più importanti del Salento. Lo scorso 13 novembre, in un’affollata assemblea (presieduta da Michele Bovino) con più di 70 persone nel salone della Biblioteca comunale, si è votato il nuovo direttivo che, carico di un ritrovato entusiasmo, ha deciso di avviare subito la macchina perché la festa ritorni con l’importanza dei periodi migliori.

Successivamente il direttivo si è riunito per votare a scrutinio segreto le cariche sociali (la scheda è stata imbucata in un’urna in cartapesta creata per l’occasione dal piccolo Omar Negro). Nella funzione di presidente è stato scelto Damiano Mascello, vice Ilenia Stifani, tesoriere Stefano Marchese, segretario Nicola Cuna, consiglieri Tonino Giaracuni, Valentina Stefanelli e Clara Stifani. Il Collegio dei Sindaci è composto da Adalgisa Guido, Alessandro Falcinella e Nicola Martiriggiano. Fra gli intervenuti il sindaco Luigi Arcuti e Francesco Cuna (già presidenti del gruppo carnevalesco) ed altri esponenti del gruppo storico, fra i quali Simona Tramacere figlia di Oscar (uno dei fondatori, prematuramente scomparso, al quale è intestata per tradizione la festa). Fra gli amministratori, oltre ad Antonio Musardo e Franco Papadia, è intervenuta l’assessore alla Cultura Georgia Tramacere, che ha sottolineato l’importanza di dare attenzione alle politiche ambientali dell’Amministrazione, adoperando materiale riciclabile facilmente smaltibile ed ampliando il coinvolgimento sociale con apertura alle multietnie ed ai diversamente abili.

ARADEO – “Lotteria” sfortunata per un 45enne di Aradeo sorpreso dai carabinieri nell’intascare furtivamente alcuni “Gratta e vinci” da una cartolibreria. Giovedì 16 novembre, a finire in manette colto in flagranza di reato, è stato Massimiliano Pelà, disoccupato già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è entrato nell’esercizio commerciale di via Italia nuova, a Veglie, cercando di sorprendere il titolare che, invece, essendosi accorto del suo agire sospetto, ha chiamato i carabinieri della locale Stazione accorsi dopo pochi minuti. Nel corso del controllo, nelle tasche dell’aradeino sono stati ritrovati 21 tagliandi della lotteria istantanea per un valore complessivo pari a 145 euro. Secondo quanto disposto dal Pubblico ministero di turno, l’uomo è stato poi posto in regime di arresti domiciliari.

SECLì – Ubriaco, inveisce sulla moglie scagliandole contro una sedia e viene arrestato. A finire in manette il 51enne di Seclì Luigi Rainò, disoccupato e incensurato. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della Stazione di Aradeo, colto in evidente stato di ubriachezza. È stato un vicino di casa a sentire le urla della donna provenire dall’abitazione, nella notte tra giovedì 16 e venerdì 17 novembre. L’uomo ha percosso la consorte addirittura con una sedia causandole ferite al capo per le quali i medici del Pronto soccorso dell’Ospedale di Gallipoli hanno previsto una prognosi di dieci giorni. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e percosse.

ARADEO – Due ricorsi vinti (in pochi giorni) e l’Aradeo lascia l’ultimo posto in classifica nel campionato d’Eccellenza. Dopo aver ottenuto la ripetizione della gara contro il Vieste per un “errore tecnico” dell’arbitro, l’Asd Aradeo del presidente Luigi Colizzi porta a casa la vittoria “a tavolino” contro l’Otranto. Nella sfida del 22 ottobre, giocata fuori casa dai giallorossi guidati da mister Gianluca Politi e persa 2-0, l’Otranto ha, infatti, schierato il calciatore Drissa Diarra che però, dagli accertamenti fatti, ha avuto la certificazione del suo tesseramento da parte degli organi federali solo il 25 ottobre, ovvero dopo la giornata in cui si è svolta la gara. Dopo aver appurato l’irregolarità, il giudice sportivo ha così accolto il ricorso prodotto dall’Aradeo, assegnandogli la vittoria della partita. Un altro successo per la società ed in particolare per il segretario Marco Durante che ha prodotto i due ricorsi facendo valere le ragioni dell’Aradeo.

«Finalmente c’è un minimo di fortuna anche per l’Aradeo, che meritava già da prima di vincere una partita sul campo e che non è riuscito a farlo soprattutto per una serie di episodi sfortunati. Pur nell’ultima partita persa per 1 a 0 a Corato – afferma l’allenatore Politi – la squadra non ha assolutamente demeritato e la partita, molto equilibrata, è stata decisa da un’azione favorevole ai padroni di casa all’inizio della ripresa, mentre anche lì l’Aradeo ancora una volta non concretizzava quello che era riuscito a creare». Per i giallorossi si tratta di “un’iniezione di fiducia” da sfruttare già da domenica 12 novembre nel difficile incontro con l’Omnia Bitonto, squadra che naviga a metà classifica ma che è stata costruita per vincere il campionato.

 

ARADEO – Aradeo è alle prese con evidenti lavori di “restyling” per strade e monumenti. Su viale della Libertà è stato ripristinato (non senza qualche mugugno) il passaggio pedonale rialzato tra il Municipio ed il Teatro “Modugno”. «Il cosiddetto “dosso” – afferma il  consigliere con delega all’urbanistica Franco Papadia – è stato realizzato in conformità ai dettati normativi in materia ed assolve ad una evidente funzione di sicurezza, in particolare per i pedoni, su una strada che, soprattutto nelle ore serali, viene percorsa ad elevate velocità pur essendoci il limite di 30 km orari. Èsegnalato da entrambi i lati di percorrenza con segnaletica verticale ed orizzontale. Naturalmente, insieme agli uffici preposti, ne stiamo monitorando l’efficacia». Fra gli altri interventi di recupero attivati in questi giorni, da segnalare “l’adozione” di alcune aiuole per la riqualificazione (con cura dello spazio e piantumazione) da parte di AP Montaggi (Ingresso da via Cutrofiano e da via Neviano e zona Cimitero) e Hidrogreen Service (in piazza San Nicola). Ed ancora il restyling del Monumento dei Caduti, da parte di un gruppo di privati, e le tinteggiature dell’ingresso e della cancellata del Cimitero da parte dei ragazzi del Progetto Red. Si sta provvedendo infine a segnaletica orizzontale con fondi comunali derivanti da infrazioni al semaforo su via Cutrofiano. Per il sindaco Luigi Arcuti “l’efficienza di un’Amministrazione non si vede soltanto dalle grandi opere pubbliche, comunque, indispensabili per lo sviluppo del paese, ma anche dall’attenzione e dalla cura delle piccole cose della vita di ogni giorno”.

ARADEO – Una brutale aggressione per motivi di gelosia costa una condanna a tre anni e mezzo ciascuno per due giovani di Neviano e Seclì. Dei giorni scorsi la sentenza del giudice monocratico della prima sezione penale del Tribunale di Lecce, che ha pure disposto una provvisionale da 25mila euro per la vittima. I fatti risalgono al 17 febbraio del 2012 quando un 36enne di Aradeo si trovava  all’interno di un locale del suo paese insieme alla fidanzata, riconosciuta però dal suo ex, il 27enne di Neviano, Stefano Cuppone. Quest’ultimo, insieme all’amico e complice Francesco Negro, 33 anni di Seclì, trascinarono fuori dal locale il 36enne aradeino picchiandolo sino a procuragli lesioni permanenti con la frattura ad una gamba, come indicato dal referto dell’ospedale di Galatina dove fu poi trasportato dai soccorritori. “Lesioni personali aggravate” è stata l’accusa formulata per i due responsabili del pestaggio individuati grazie alle testimonianze dei diretti interessati e di quanti assistettero alla scena. Trattandosi del primo grado di giudizio, i due condannati potranno ora appellare la sentenza entro 60 giorni dal deposito delle motivazioni.

by -
0 674

ARADEO – La partita Aradeo-Vieste va ripetuta per “errore tecnico” commesso dal direttore di gioco. È quanto deciso dalla Corte di appello territoriale in merito alla gara disputala lo scorso 15 ottobre per la sesta giornata del campionato di Eccellenza. In pratica, con l’Aradeo già in vantaggio per 1 a 0, al 20° del secondo tempo l’arbitro Montonaro (della sezione di Taranto) dopo aver concesso un rigore ai locali (realizzato da Mattia Negro) lo ha poi annullato per aver visto un giocatore dell’Aradeo entrare nell’area di rigore prima che il calcio venisse battuto. Però,  come ha rilevato il segretario dell’Aradeo Marco Durante (ex presidente del Soleto calcio) che ha scritto il ricorso, ai sensi del regolamento se un rigore viene segnato e c’è un’infrazione, lo stesso  rigore va ripetuto. L’arbitro, invece, dopo aver annullato ha decretato una punizione a favore del Vieste incappando in un clamoroso “errore tecnico” che ha portato il Giudice sportivo a far ripetere la gara, evidentemente “falsata” anche perché, dopo quanto accaduto, due giocatori dell’Aradeo (Stefano De Razza e Diego De Giorgi) sono pure stati espulsi  per proteste ed il Vieste, in netta superiorità numerica, ha avuto via facile per il pareggio. Malgrado la prima vittoria nel campionato sia sfuggita in questo modo per l’Aradeo di Mister Politi non è venuta meno la voglia di riscatto anche perché la classifica, al momento, non rispecchia né le prestazioni della squadra, né la voglia di fare della società e dell’intero staff tecnico. Come sottolinea il direttore sportivo Marcello De Paolis: «Sia in casa che in trasferta le prestazioni hanno fatto vedere una squadra viva. Purtroppo per sfortuna e soprattutto per non aver concretizzato le situazioni create, ci ritroviamo con soli due punti in classifica. Dopo la trasferta di Corato del 5 novembre, prossima gara interna sarà quella del 12 novembre contro l’Omnia Bitonto.

by -
0 366

ARADEO – Anna Francesca Cascione ha presentato nei giorni scorsi a Lecce, presso la Fondazione Palmieri, il suo romanzo di esordio “L’armata delle cipree” (Ed. ArgoMenti). L’autrice, originaria di una famiglia della buona borghesia di Aradeo, vive da tempo a Lecce dove svolge la professione di avvocato dopo essersi specializzata in diritto minorile. Donna poliedrica, ama la musica (suona pianoforte) e la sua passione per  lo sport, e la corsa in particolare, l’ha portata a gareggiare in molte parti del mondo, dalla maratona in Polinesia, all’ultra maratona di Boa Vista in Brasile, a Fisherman’s (gara con percorso ad ostacoli) in Belgio e pure nel deserto del Sahara.

Questi viaggi (spesso in solitaria) l’hanno aiutata a ritrovare se stessa e a riconciliarsi con la vita. L’infinita passione per il mare l’ha portata a doppiare Capo Horne in barca a vela. Ha messo mano al suo racconto tornando da un viaggio in Indonesia. Il libro, fortemente autobiografico, racconta le vicende di Diamante e ripercorre in un lungo flashback le tappe che l’hanno portata a diventare una donna forte e consapevole, dagli studi universitari ai compagni di strada, all’agonismo, la malattia, il calore degli amici. La ciprea, mollusco marino con conchiglia ovoidale, è vista come involucro protettivo dell’essere vivente ed è associata alla fecondità ed alla capacità di rinnovamento della donna. Ad ogni passo, la protagonista (e con lei l’autrice) si chiede qual è il vero senso del suo agire e delle vicende che, nel bene e nel male segnano la sua vita. La scrittura “si muove sinuosa fra presente e passato” e coinvolge il lettore portandolo ad identificarsi con la protagonista e con gli eventi narrati.

by -
0 192

ARADEO – L’incontro di animazione teatrale dal titolo “Matilde, la balena ecologica” ha fatto da prologo, sabato 30 ottobre, alla rassegna “Bagliori d’ombra 2017/18” a cura del “Teatro le Giravolte”. Una tendo-struttura a forma di balena, costruita sul piazzale antistante il Teatro comunale “Modugno”, ha ospitato il laboratorio sul “riciclo creativo” che ha coinvolto bambini e adulti. A seguire lo spettacolo di Amelia Sielo e Francesco Ferramosca “Matilde, la balena mangiaspazzatura”, dove Matilde dà una bella lezione ad uno Scazzamureddhu sporcaccione che getta in mare di tutto. Come per magia, da piatti bottiglie e buste, la balena costruisce giocattoli per bambini. Lo stesso è accaduto “realmente” nell’incontro-laboratorio della tendostruttura. Anche qui, Sielo e Ferramosca, insieme ad Alessia De Blasi e Francesco Siliberto, hanno aiutato i ragazzini intervenuti ad utilizzare oggetti di plastica (bottiglie, bicchieri, cannucce) e di carta, destinati alla spazzatura, per dare loro nuova vita sotto forma di pupazzi, burattini, marionette, sagome, giocattoli e quant’altro la loro fantasia ha spinto a creare. Attraverso il gioco, il “Teatro le Giravolte” punta a porre l’accento sul problema ambientale sempre drammaticamente attuale, un argomento che pone tutti di fronte al bivio dell’’indifferenza o del cambiamento. Dopo l’Ecogame 2017 dei giorni scorsi, il progetto legato alla rassegna teatrale, nato dalla collaborazione con il Comune, la Regione Puglia ed il Teatro Pubblico Pugliese, conclude le iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale per sensibilizzare i ragazzi e le loro famiglie. Prossimo incontro con il teatro per ragazzi sarà domenica 12 novembre con “Il Piccolo principe sei tu” a cura della Compagnia Salvatore Della Villa.

by -
0 208

ARADEO – Prende il via al Teatro comunale “Modugno” di Aradeo la rassegna teatrale per ragazzi “Bagliori d’ombra”. Primo appuntamento domenica 29 ottobre, alle 17.45 con “Matilde, la balena mangiaspazzatura”, di e con Amelia Sielo e Francesco Ferramosca. Lo spettacolo a tema ecologico (per bambini dai tre anni in su) è preceduto, alle 15 sul piazzale del teatro, dal laboratorio gratuito sul “riciclo creativo” con la tendo-struttura. La rassegna, organizzata dal “Teatro le Giravolte”, prevede cinque spettacoli al “Modugno” (fino al 4 gennaio 2018) ed altrettanti all’auditorium di Casarano, dal 21 gennaio al 18 marzo.

by -
0 1042

ARADEO – Per la prima volta nella storia locale del Calcio a 5, l’Asd Aradeo del presidente Mauro Cardinale disputa il campionato di C2.  L’esordio di sabato 28 ottobre sul difficile campo del Taranto potrà già dire molto sulle ambizioni dei bianco-verdi di mister Alessandro Leopizzi.  Nel girone C molte altre città di grandi tradizione e prestigio in questa specialità quali Lecce, Fasano, Martina, Mesagne, Noci, Carovigno, San Pietro Vernotico. Capitan Enrico Zizzari, uno dei “senatori” della squadra ed autore del primo gol stagionale nella gara di andata dei sedicesimi di Coppa Puglia del 14 ottobre, ha le idee chiare in merito: «Conosciamo le difficoltà di questo campionato ma siamo convinti di avere una buona rosa che si farà rispettare anche quest’anno, dopo i successi ottenuti nella passata stagione. Siamo una squadra nuova con numerosi innesti e tutti abbiamo la voglia di metterci in gioco e dimostrare di poter fare bene contro chiunque, anche in una categoria superiore». Tutte le partite casalinghe saranno disputate il sabato pomeriggio presso il Palazzetto dello Sport. Esordio in casa sabato 4 novembre, nella seconda giornata di campionato contro il Martina Futsal Academy. Al momento la squadra si gode gli ottimi risultati conseguiti nelle due gare contro il Lecce in Coppa Puglia, che hanno permesso di ottenere il pass per gli ottavi. Nel match di andata l’Aradeo ha vinto per 4 a 2 (reti di Zizzari, Masciullo, Ciullo e Tundo) rimontando l’iniziale doppio svantaggio. Nella gara di ritorno, ulteriore successo per 3 a 2, con reti di Pantaleo, M. Riso e Tundo.

by -
0 5517

ARADEO – Il serbatoio di gasolio non “tiene” ed è allarme ambientale ad Aradeo. Quest’oggi, infatti, il sindaco Luigi Arcuti ha firmato un’ordinanza con la quale vieta di estrarre acqua dai pozzi che ricadono nell’arco di 300 metri dall’impianto di distribuzione carburanti dell’Eni di piazza Osanna (non lontano dal cimitero sulla via per Galatina). È stata la stessa società petrolifera a comunicare la “mancata tenuta di un serbatoio di gasolio” e, pertanto, una situazione di potenziale “contaminazione ambientale”. Sono state poi le analisi condotte dall’Arpa Puglia ad alcuni campioni di acqua sotterranea a confermare la presenza di valori “non conformi” delle Concentrazioni soglia di contaminazione (Csc). Il sindaco, avvalendosi del potere di emanare provvedimenti “con tingibili e urgenti” al fine di prevenire gravi emergenze sanitarie, nonché pericoli per la salute pubblica, ha dunque emanato l’ordinanza in questione rivolgendosi a proprietari e utilizzatori di tutti i pozzi (provvisti o meno di autorizzazione) anche per il solo fine irriguo. Il provvedimento è stato trasmesso al Servizio bonifica e rifiuti della Regione, al Settore Territorio ed ambiente della Provincia, all’Arpa Puglia, alla Asl di Lecce, all’Acquedotto pugliese ed anche a carabinieri e polizia municipale.

ARADEO. – Successo ad Aradeo per le iniziative ambientali. Da registrare la partecipazione “bipartisan”, ovvero dei consiglieri di maggioranza e di minoranza, alla giornata conclusiva del 22 ottobre del progetto “Ecogame 2017”, il concorso che ha coinvolto i ragazzi di elementari e medie. Per la seconda volta in un mese (dopo il  7 ottobre) gran parte dell’Amministrazione comunale con in testa il sindaco Luigi Arcuti, l’assessore all’Ambiente Giovanni Mauro ed i consiglieri di minoranza Emanuela Stifani (SiAmo Aradeo) e Stefano Colizzi (Mov. 5 Stelle) hanno dato luogo ad una giornata di sensibilizzazione sull’importanza economica ed ambientale della raccolta differenziata dei rifiuti domestici, raccogliendo e pesando personalmente, nello spiazzo antistante il cimitero, carta, vetro, plastica e alluminio portati dai ragazzi e dai loro genitori. Data l’affluenza è stato necessario prendere in prestito dai fruttivendoli del paese tre bilance. In tutto pesati e raccolti oltre 8000 chili di materiale differenziato. Sabato 7 ottobre avevano partecipato circa 350 alunni, domenica scorsa sono saliti a 500. Un’ulteriore dimostrazione dell’efficacia di una sensibilizzazione che parte dai più giovani del paese.

Un’altra significativa iniziativa ambientale a tutela della salute dei cittadini si è svolta martedì 23 ottobre. La ditta Econova ha eseguito la rimozione di vari manufatti in amianto sparsi lungo alcune strade periferiche: via delle Magnolie, via Pietro Micca, via La Corte, Via Isonzo, via Palladio e zone adiacenti a via Salvo ed Oliveto. Per l’assessore Mauro l’augurio è che “quanto appena fatto, insieme ad altre iniziative che verranno assunte a breve, aiuti a promuovere un paese più civico e pulito”.

by -
0 200

ARADEO – Nuova emozionante avventura per il giovane calciatore galatonese Edoardo Tundo, che da qualche settimana si è accasato nell’Atletico Aradeo, squadra militante nel campionato di Eccellenza pugliese. Il centrocampista 22enne, cresciuto nelle giovanili del Lecce, dopo aver calcato i campi di Matera in Serie D, Melfi e Lamezia in Serie C, passa alla Virtus Francavilla, vincendo il campionato di Serie D e disputando nuovamente la terza serie nazionale. Ottimo supporto, dunque, per i giallorossi del tecnico Gianluca Politi, che potranno contare su un calciatore giovane, determinato e di sicura esperienza. Tundo è stato tra i protagonisti in campo dell’ultima sfortunata trasferta dell’Atletico sul campo dell’Otranto per la settima giornata di campionato. Prossima sfida dell’Aradeo quella del 29 ottobre in casa contro il Casarano.

Aradeo – Per una rapina compiuta il 7 giugno del 2005, è stato prelevato dalla sua abitazione dagli agenti del commissariato di Nardò e trasportato in carcere Osvaldo Graziano Giustizieri, di 38 anni. Dovrà scontare una pena, ora che la condanna è definitiva, di quattro anni di reclusione. Giustizieri è però noto agli inquirenti per trascorsi tutt’affatto trascurabili. Nei primi anni 2000, insieme ad alcuni familiari stretti, ha fatto parte del clan dei Coluccia, con base a Noha, frazione di Galatina. Era stato arrestato insieme ad altri del sodalizio nel 2005 per traffico e spaccio di droga (si parlò di un vero e proprio spaccio tanta era la varietà dello stupefacente che riuscivano a immettere sul mercato). Nel frattempo si era allontanato dal clan galatinese. L’ordine odierno di carcerazione è a firma della Procura della Repubblica di Lecce. Sconterà la pena nel carcere di Borgo San Nicola a Lecce.

by -
0 1313

ARADEO. Cinque giorni di interessanti iniziative per la parrocchia San Nicola retta dal parroco don Giuseppe De Simone. Dopo la “Giornata per la custodia del creato” di sabato 21 ottobre, domenica 22 alle ore 11 celebrazione eucaristica di don Antonio Minerba, cittadino di Aradeo ma parroco nella Chiesa di S. Maria Addolorata di Alezio. Sarà una bella occasione per tutto il paese per incontrare il concittadino che in questi giorni ha festeggiato il 25° anniversario della sua ordinazione sacerdotale. Da lunedì 23 a mercoledì 25 ottobre, infine, alle ore 19,45 nella salone parrocchiale “dott. Luigi Minerba” si terrà la settimana sociale sul tema: “Il battezzato, testimone dell’Amore di Dio nella storia”.

ARADEO – “Viaggiatori sulla terra di Dio” è il tema dell’incontro promosso ad Aradeo dall’Ufficio diocesano per la pastorale sociale e del lavoro di Nardò-Gallipoli (direttore don Francesco Marulli di Copertino)  in occasione della 12^ giornata diocesana per la custodia del Creato di sabato 21 ottobre. Appuntamento alle ore 20 presso la parrocchia S. Nicola Vescovo (parroco don Giuseppe De Simone di Nardò). Ospite della serata sarà il filosofo e saggista torinese Diego Fusaro, docente presso l’Istituto Alti studi strategici e politici di Milano (“Assp”) nonché membro del progetto “Eticonomia”, noto intellettuale “dissidente e non allineato”, o come lo stesso si definisce“allievo indipendente di Hegel e di Marx”. Seguirà una veglia di preghiera presieduta dal vescovo Fernando Filograna. Da lunedì 23 a mercoledì 25 ottobre, alle 19.45, sempre a cura dell’ufficio diocesano di pastorale sociale e del lavoro, ci sarà nella stessa chiesa di S. Nicola la Settimana sociale sul tema “Il battezzato, testimone dell’Amore di Dio nel mondo”.

ARADEO. Esordio stagionale sabato 14 ottobre per la squadra dell’Aradeo calcio a 5 per i sedicesimi d’andata di Coppa Puglia contro il Lecce (sfida di ritorno il 21). La formazione che affronterà la nuova avventura nel Campionato federale di Serie C2 – girone C, dopo i successi della passata stagione, è stata presentata domenica scorsa al Palazzetto dello Sport cittadino. Insieme al Lecce, si tratta dell’unica formazione provinciale in questa categoria. Tutte le altre provengono dalle zone di Brindisi, Taranto e Bari e sono società di grande tradizione del futsal pugliese. Il gruppo, ampiamente rinnovato e rinforzato con ben 10 nuovi innesti, sarà guidato da Alessandro Leopizzi. Rimane nella formazione il bomber Gianluigi Tundo che nella passata stagione realizzò ben 40 gol in 13 partite.  Tutte le partite casalinghe si giocheranno il sabato pomeriggio nel Palazzetto dello Sport.

«La squadra saprà sicuramente ben figurare in questa prima partecipazione nel campionato di Serie C, perché il ds Inguscio ha fatto un ottimo lavoro. Siamo la matricola del torneo, ma ci faremo rispettare», afferma il presidente Mauro Cardinale. Sulla stessa lunghezza d’onda Marcello Minerba, dirigente e fondatore della società nel 2015: «Il futsal sta diventando una realtà ad Aradeo e questa è una delle soddisfazioni maggiori. L’anno scorso il palazzetto era sempre pieno ed anche quest’anno il pubblico potrà darci una grossa mano a superare le difficoltà che il salto di categoria comporta».

ARADEO. Una serata di buona musica, giovedì 12 ottobre ad Aradeo, con il primo appuntamento della “Stagione d’autunno” organizzato al Teatro Modugno dalla nuova Amministrazione comunale. Di scena (ore 20.30 con ingresso gratuito) l’“Orchestra sinfonica di Lecce e del Salento” (la “Oles” nata dalle ceneri dell’Orchestra Tito Schipa), con la direzione artistica di Giandomenico Vaccari e il coordinamento artistico di Maurilio Manca, che suonerà musiche di Mozart e Brahms. Sul podio, a dirigere l’orchestra, il direttore austriaco Günter Neuhold. A promuovere l’evento, nell’ambito del progetto regionale “Valorizzazione della cultura e della creatività territoriale” affidato al Teatro pubblico pugliese,  è l’assessorato alla Cultura diretto da Georgia Tramacere.

 

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...