Home Notizie Alliste
Ultime notizie da Alliste

Felline – Giunge al suo terzo appuntamento l’edizione 2018 della rassegna “Lù Mière – Calici di cinema”, dedicata al genio di Ermanno Olmi e curata da Antonio Manzo: venerdì 21 settembre, alle ore 20,30 presso l’enosteria Vite Colta in piazza Castello, spazio alla proiezione della pellicola “I fidanzati”. Come sempre, alla visione del film è abbinata una cena a base di piatti della cucina salentina e vini locali (menù a prezzo fisso. Info e prenotazioni al numero 348.7792184).

Girato nel 1963, “I fidanzati” fu presentato all’epoca al Festival di Cannes. I ruoli dei protagonisti sono affidati a Anna Canzi e Carlo Cabrini, che interpretano Liliana e Giovanni, due innamorati il cui rapporto comincerà a vacillare quando lui – operaio milanese – verrà mandato a lavorare in Sicilia, lasciando al Nord Liliana.

Gallipoli – Consiglio comunale convocato per il 24 settembre a Gallipoli (il 27 in seconda convocazione) per le ore 9 a Palazzo Balsamo. L’assise cittadina si dovrà occupare del nuovo Statuto del parco naturale Punta Pizzo – Isola di Sant’Andrea, del bilancio consolidato dell’anno 2017, di una variazione di bilancio per l’operazione Spiagge sicure estate 2018 e della costituzione dell’Osservatorio locale sull’imposta di soggiorno con la nomina dei componenti. Per iniziativa di quattro consiglieri comunali di opposizione – Sandro Quintana, Flavio Fasano, Giuseppe Cataldi, Caterina Fiore – si discuterà infine anche dell’appalto del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. (nella foto la riunione del 17 in Comune tra amministratori e sindacalisti)

Chiara la volontà dell’Amministrazione comunale guidata da Stefano Minerva di riprendere l’Osservatorio sull’imposta di soggiorno che era attivo durante la Giunta di Francesco Errico, naturalmente cambiandone i componenti. L’intenzione è quella di partire da una verifica della situazione – da qui il gruppo di “osservatori” – per poi intavolare una discussione nel merito con gli operatori della ricettività circa modalità dell riscossione (spesso si sono registrati ritardi da parte di albergatori e simili nel versare l’imposta nelle casse comunali) e consistenza della stessa.

Le modifiche del regolamento del parco sono  propedeutico invece alla definizione del primo piano di gestione da quando il Punta Pizzo- Isola è stato istituito, cioè nell’ormai lontano 2006. Finora l’area protetta è stata affidata ad “autorità provvisorie di gestione”; l’ultima è stata di Gianluca Barone di Nardò, dimessosi dopo pochi mesi.  Prima di lui se n’era occupato l’ingegnere comunale Giuseppe Cataldi, andato poi in pensione.

Grande dibattito ci si attende invece sull’argomento fatto inserire nell’ordine del giorno dalle minoranze. “Attuazione contratto di appalto del servizio di raccolta e gestione dei rifiuti solidi urbani per l’Aro 11 sottoscritto il 21 novembre 2017. Indirizzi per la cessazione del regime di proroga ed attuazione del contratto definitivo”. Com’è noto dal 17 scorso la Giunta comunale, in particolare il Sindaco Minerva e il suo vice ed assessore al bilancio Giuseppe Venneri insieme al presidente della commissione consiliare Ambiente,Cosimo Nazaro, sono impegnati in una trattativa con i sindacati, che rappresentano i 76 addetti, in una rimodulazione del servizio per cercare di assicurare l’impiego di tutti i lavoratori, L’ipotesi in fase di approfondimento esecutivo agisce sulla leva dei orari di lavoro differenziati tra i quattro mesi estivi e gli altri otto. In più sono previsti servizi aggiuntivi e collaterali a quelli già fissati nel contratto con Gial Plast e Colombo Biagio srl.

La linea di Fasano Uno dei firmatari della richiesta di Consiglio sulla questione, Fasano, ha prefigurato quale potrebbe essere la posizione degli oppositori. Su Facebook ha definito “un gioco di prestigio” quanto proposto dall’Amministrazione comunale. A suo parere, il surplus finanziario per tutelare “tutti  i lavoratori”, sottolinea, dovrebbe essere messo in conto del bilancio comunale e non “fatto pagare dai cittadini con loro soldi”. Infine lancia un “consiglio”: “Sindaco, coinvolgi la Corte dei conti se sei davvero convinto di quanto proponi”. Secondo Fasano la soluzione prospettata ed apprezzata da ditte e sindacalisti, resterebbe comunque “illegittima”.

Gallipoli – Si va verso un orario di lavoro rimodulato, differente nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre rispetto a tutti gli altri mesi dell’anno, degli addetti al servizio di nettezza urbana della città. Inoltre in aggiunta a quanto stabilito nel contratto d’appalto dell’Aro 11, di cui capofila è Gallipoli, verranno attivati altri servizi in materia ambientale. I dipendenti chiamati a percorrere la strada prevista dall’articolo 18 del contratto nazionale collettivo di lavoro circa “la ripartizione dell’orario di lavoro multiperiodale” sono i 76 attuali: nessuno, secondo questa ipotesi di lavoro avanzata dall’Amministrazione comunale ed apprezzata dalle aziende interessate e dalle organizzazioni sindacali, resterà dunque fuori in questo delicato passaggio tra vecchio e nuovo appalto che deve entrare in vigore a partire dall’1 ottobre.

Si deve procedere a tappe forzate Le parti tornano a riunirsi il 21 prossimo in Confindustria a Lecce, per “proseguire il confronto”. in altre parole si tratta di definire adesso quanti operatori saranno in carico della gial Plast di Taviano e quanti a carico dell’altra impresa associata, la lombarda Colombo Biagio.

Stiamo facendo dei progressi“, si limita a dire un prudente Paolo Taurino, rappresentante della Funzione pubblica Cgil che è impegnato a trovare una soluzione praticabile ai cosiddetti “esuberi” (intorno alle 25 persone) con i sindacalisti di Cisl, Uil, Ugl, Fiadel, Usb, Isa e i rappresentanti sindacali di base (Rsu) Giuseppe Carroccia e Cosimo Caiffa. Per la società di Taviano stanno seguendo le trattative Paolo Babbo e Fausto Viva. In attesa del prossimo incontro, intanto, è stato corretto l’inserimento di un addetto nuovo nell’elenco dei 76 lavoratori del cantiere di Gallipoli.

Altra novità importante messa a verbale nella riunione di ieri, 18 settembre, è la volontà dei sindacalisti di sottoporre a referendum consultivo l’accordo finale. Gli stessi rappresentanti hanno chiesto alle due aziende di procedere alla ripartizione degli operatori “con criteri oggettivi e condivisi”.

Rimane nel frattempo congelato lo stato di agitazione proclamato l’11 settembre scorso, alla luce di queste proposte del Comune illustrate l’altro ieri dal Sindaco Stefano Minerva e dal vicesindaco Giuseppe Venneri. presente il presidente della commissione ambiente Cosimo Nazaro, proposte che hanno visto interessate tutte le altre parti coinvolte nella delicata vicenda, al centro peraltro di scontri politici in Consiglio comunale e fuori. I servizi aggiuntivi cui hanno pensato gli amministratori comunali sono di igiene ambientale, attività complementari a quelle presenti nel contratto d’appalto, servizi accessori a richiesta già previsti nel capitolato dell’Ambito rifiuto ottimale e una maggiore frequenza di raccolta di rifiuti.

Oltre alla “piena soddisfazione per l’impegno espresso dall’Amministrazione comunale” venuto da più parti, da parte aziendale è stata manifestata una preoccupazione-raccomandazione: “La distribuzione dell’orario di lavoro prospettata non infici l’esecuzione dei servizi nei mesi di luglio e agosto”. In base allo schema su cui si sta lavorando, gli addetti avranno due ore in meno a settimana da ottobre a maggio e quattro ore in più a settimana da giugno a tutto settembre.

Taurisano-Alliste-Ugento – Cultura e sociale sono al centro dei progetti di servizio civile lanciati a Taurisano, Alliste e Ugento: in totale saranno reclutati 12 volontari di età compresa fra i 18 e i 28 anni, cittadini italiani o di uno degli Stati membri dell’Unione europea (per chi è cittadino di un paese esterno all’Unione europea, il requisito è di soggiornare regolarmente in Italia). Ciascun volontario presterà servizio per un anno, a fronte di un contributo mensile di 433,80 euro. Il termine per candidarsi è fissato al 28 settembre. Tutta la documentazione per la presentazione delle domande può essere scaricata dal sito dei Comuni interessati.

Assistenza minori a Taurisano – Qui, il progetto “Penso positivo” prevede l’impiego di 4 volontari che lavoreranno all’interno delle scuole e in attività a sostegno dei minori in carico ai servizi sociali. Referenti del progetto sono Rocco Schiavano (0833.626422 – comunicazione@comune.taurisano.le.it) e Marcella Rizzello (0833.626420 – assistentesociale@comune.taurisano.le.it). Le candidature vanno inviate all’indirizzo di posta certificata comune.taurisano.le@pec.rupar.puglia.it o consegnate al Comune.

Ad Alliste il progetto “Bibliotechiamo” impiegherà invece 6 volontari, chiamati ad animare la biblioteca Comunale e a gestirne i servizi ordinari. Referente del progetto è l’avvocato Luca Leone, che per ulteriori informazioni risponde al numero 0833.902753 o via mail all’indirizzo affari generali@comune.alliste.le.it. Le candidature possono essere inviate tramite posta elettronica certificata a affarigenerali.comune.alliste@pec.rupar.puglia.it oppure consegnate direttamente al Comune, a mano o con raccomandata con ricevuta di ritorno.

Volontari al servizio della Pro Loco Beach Gemini-Torre San Giovanni-Torre Mozza per il progetto “Il Salento dalla proclamazione della Repubblica italiana ad oggi”: saranno 2 le unità selezionate, che lavoreranno alla realizzazione di una raccolta sistematica di materiali inerenti il patrimonio storico, ambientale e demoetnoantropologico del Comune e delle aree limitrofe, con l’obiettivo di promuovere il turismo culturale. Le candidature possono essere inviate tramite pec a PROLOCOBEACH@PEC.IT, consegnate a mano o tramite raccomandata con ricevuta di ritorno alla Pro Loco (indirizzo: via Rocco Ciurlia n. 16 Cap 73059 – Gemini di Ugento).

 

 

 

Gallipoli – Cocaina per la movida del litorale di Gallipoli con ramificazioni nelle vicine Taviano, Racale, Alezio ed Alliste.  Sono undici gli arresti eseguiti nell’operazione antidroga, condotta alle prime luci dell’alba dai carabinieri, che ha permesso di sgominare un’organizzazione italo-albanese dedita al rifornimento, al taglio ed alla distribuzione della cocaina. Le indagini dei militari hanno documentato migliaia di cessioni di stupefacente, principalmente lungo il litorale gallipolino, ma non solo, su richiesta di molti noti professionisti della zona e pure di alcuni minorenni. In conferenza stampa a Lecce si è rimarcato con preoccupazione proprio il dato dell’entità della domanda dei consumatori. Una delle ordinanze di custodia cautelare ha colpito il 43enne di Taviano Vincenzo De Matteis, elemento di spicco del “clan Troisi”, affiliato alla Sacra corona unita ed operante a Racale e nei comuni limitrofi. L’uomo era già stato condannato nel 1998 per omicidio con sentenza divenuta irrevocabile nel 1999.

La tecnica delle “cipolline” La cocaina spacciata veniva ceduta all’interno di involucri della forma di “cipolline” che, nel corso delle tante intercettazioni captate, venivano indicate con il termine “amici”. Da qui il nome “Amici miei” dato dai militari all’operazione portata a termine su richiesta della Procura della Direzione distrettuale antimafia. Ciascuna “cipollina”, dal peso di 0,5 grammi, veniva poi ceduta al prezzo di 60 euro per un introito complessivo accertato nel corso delle indagini per oltre 350mila euro. L’indagine, avviata nel novembre del 2016, ha portato alla luce la tecnica del “drug & drive”, consistente nell’accostamento di due veicoli in una zona poco frequentata con il successivo rapido scambio di stupefacente. In due occasioni, nel gennaio e nell’aprile del 2017, i carabinieri del Nucleo operativo sono riusciti ad individuare i nascondigli della cocaina sequestrando rispettivamente 30 cipolline la prima volta e 400 grammi poi, con l’arresto di tre persone.

La prima volta dei “Cacciatori” Per la perfetta riuscita dell’operazione, con elicotteri a bassa quota nella zona di Gallipoli intorno alle 4, i carabinieri hanno potuto fare affidamento alle unità cinofile antidroga di Modugno, ad un elicottero del Nucleo di Bari ed allo Squadrone eliportato “Cacciatori Puglia” istituito dall’allora ministro Minniti del governo Gentiloni, con base a Vico del Gargano.

L’ultimo precedente Vincenzo De Matteis era stato arrestato anche nell’aprile del 2017 quando, in una campagna di Taviano, i carabinieri della Compagnia di Gallipoli lo fermarono nel cedere (sempre con la tecnica delle auto affiancate) un pacchetto in cellophane con all’interno ben 100 grammi di cocaina purissima a due acquirenti, entrambi di Taviano, ovvero il 32enne Pasquale Di Battista ed il 21enne Domenico Scala, entrambi coinvolti nell’operazione “Amici miei”.

Gli arrestati “Amici miei” ha portato a tre ordini di custodia cautelare in carcere e ad otto arresti domiciliari con il contestuale sequestro preventivo di cinque autoveicoli. I reati contestati sono quelli di detenzione ai fini spaccio ed associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Con De Matteis in carcere sono finiti anche gli albanesi Saimir Sejidini (27 anni) e Klodian Shehaj (36), entrambi residenti a Taviano. Si trovano, invece, ai domiciliari il 26enne Luca Di Battista, nato a Terlizzi e residente a Mancaversa, il 32enne Pasquale Di Battista, nato in Germania e residente sempre a Mancaversa, il 20enne Danel Gjoci, albanese residente a Taviano; il 27enne Roxhers Nebiu, albanese residente a Melissano, il 22enne Gilberto Perrone, nato a Gallipoli e residente a Taviano, il 21enne Domenico Scala, nato a Gallipoli e residente a Taviano, il 25enne Enri Shehaj, albanese residente a Rutigliano mentre il 25enne albanese Rrapush Tafa, residente a Racale, si trova all’estero perchè espulso dall’Italia lo scorso febbraio.

by -
0 471

Alliste – Sarà l’arte, nelle sue varie forme, a farla da padrona domenica 16 settembre nel centro di Alliste. Esposizioni, eventi teatrali e musicali, laboratori e altro ancora, dalle 19, per la prima edizione di Strauli, il festival delle arti organizzato dall’associazione DoubleMind Eventi con l’associazione Viavai e in collaborazione con il Comune di Alliste e la Consulta Giovani Alliste – Felline. L’idea è anche quella di accomunare le espressioni creavite all’arte culinaria: per questo ogni evento è affiancato al cibo all’arte della cucina salentina. Si parte da un aperitivo letterario durante il quale verrà presentato il libro “Dolore Minimo” di Giovanna Cristina Vivinetto sulla complessa condizione transessuale pronunciata con grande potenza poetica, volta a infrangere il muro del silenzioso tabù culturale. La sera si conclude con gli Avvocati Divorzisti, band salentina, in un singolare viaggio “dal meglio al peggio” della musica italiana, il tutto contornato dal buon bere. Non mancheranno le incursioni di danza contemporanea e hip hop, così come interventi a sorpresa di artisti di strada. Punti strategici per il Teatro, che verrà ospitato nel borgo con il famoso “Barbonaggio teatrale” di Nasca Teatri di Terra di Ippolito Chiarello.

Il festival è una manifestazione no-profit e autogestita nata con l’intento di dar voce e visibilità agli artisti, locali e non, professionisti e amatoriali, per stimolare culturalmente l’entroterra salentino. Il logo scelto per rappresentare il Festival è un occhio maldestro, contornato da ghirigori che stanno a determinare le curiose visioni delle diverse arti, mentre il colore scelto per rappresentare la prima edizione è il blu, “il colore del cielo, del mare, dell’infinito spazio” e pure quello delle ali dei Cherubini (come l’angelo che salvò i primi abitanti di Alliste).

Felline – Ancora incontri all’insegna del cinema d’autore in piazza Castello: prosegue la rassegna “Lù Mière – Calici di cinema” dedicata al genio di Ermanno Olmi e curata da Antonio Manzo. Nella serata di venerdì 14 (dalle ore 21), un nuovo appuntamento presso l’enosteria Vite Colta, dove sarà proiettato il film “Tickets”. Alla proiezione, viene come sempre abbinata una cena a base di sapori di una volta e degustazioni di vini locali. Menù a prezzo fisso. Info e prenotazioni al numero 348.7792184.

Il film – Pellicola del 2005, “Tickets” spazia dal dramma alla commedia sul filo conduttore del viaggio. I protagonisti si muovono in treno, attraversando l’Europa e arrivando a Roma, in un percorso scandito da incontri casuali che lasceranno un segno sulla vita di ognuno. Nel cast figurano Carlo delle Piane, Valeria Bruni Tedeschi e Silvana De Santis, che per quest’intepretazione ottenne la candidatura come attrice non protagonista ai Nastri d’argento 2006.

Marina di Mancaversa (Taviano) – Inaugurazione, questo pomeriggio alle 17.30, della nuova rotatoria nella Marina di Mancaversa intitolata alla memoria dell’ingegner Leonardo Manni. È stata la sua famiglia a cedere gratuitamente i terreni occorrenti alla costruzione del nuovo tratto stradale. Per realizzare questo progetto (nell’ambito della Riqualificazione Integrata dei Paesaggi costieri dei Comuni di Taviano, Alliste e Racale), si è, infatti, resa necessaria l’espropriazione di alcuni terreni ubicati nella zona interessata. La famiglia Manni, proprietaria delle aree in questione, le ha donate al Comune, sostenendo anche le spese notarili.

Il ricordo «È stato un gesto di grande generosità che ha permesso di velocizzare e snellire tutto l’iter per il completamento dell’opera. Pertanto – afferma il sindaco, Giuseppe Tanisi – nel Consiglio comunale del 30 luglio scorso, abbiamo deciso di rinominare il tratto di strada attualmente denominato via Cristoforo Colombo, compreso tra l’incrocio con corso Viareggio e l’incrocio con via Ischia, intitolandolo all’ingegnere Manni, deceduto il 13 settembre 2014». Personaggio molto conosciuto, e originario di Racale, Manni ha inciso positivamente sul territorio a sud di Gallipoli interessando Taviano, Racale, Alliste e Casarano. Durante la sua attività professionale, l’ingegnere ha progettato e realizzato gran parte della rete stradale che si utilizza tra questi centri.

Le sue opere In particolare,  per Taviano, ha realizzato la rete idrica, le opere di bonifica e irrigazione, l’urbanizzazione della lottizzazione “Gallari”, dando lavoro a molte persone. Ha poi completato il suo percorso imprenditoriale costruendo una importante rete di impianti di distribuzione carburanti, portando nella zona importanti compagnie come “Kuwait Petroleum Italia”, “Total Erg” e “Italiana Petroli”. È stato insignito di diverse onorificenze come il “Premio lavoro e progresso” (1989), “Gran croce al merito per l’ingegneria” (1991), “Ercole d’oro” (1992) e, per le attività imprenditoriali, il “Premio Barocco, Terra del Sole Award” (2006).

Gallipoli – Dal primo ottobre deve entrare in funzione il nuovo servizio rifiuti nell’Aro 11, di cui Gallipoli è capofila con Taviano, Alliste Racale e Melissano. La data è quella stabilita dal contratto. Ma molto probabilmente sarà un cambio piuttosto agitato, come preanunciano i sindacati dei dipendenti sul nodo non sciolto degli organici.

Ultimata la gara bandita dall’allora commissario straordinario Guido Aprea tre anni fa; assegnato il servizio all’associazione temporanea d’imprese Gial Plast di Taviano e la lombarda Colombo Biagio dopo aver superato una interdittiva antimafia (alla Camassambiente di Bari) ed un ricorso della TeKneko abruzzese, si è alla vigilia di un nuovo sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani e della pulizia ambientale in generale, con interventi aggiuntivi e migliorativi rispetto a quanto accade oggi. La Navita di Modugno è uscita di scena nel luglio dell’anno scorso ed è subentrata la Gial Plast.

Tutto è pronto dunque per compiere finalmente il passaggio finale. Se non fosse per il problema su cui è scattato ieri lo stato di agitazione dei dipendenti addetti al servizio di Gallipoli proclamato dai loro sindacati: Cgil, Cisl, Uil, Fiadel e Ugl. La decisione è stata presa ieri durante la riunione nella sede di Confindustria di lecce. Al termine dell’incontro, cui non ha partecipato il Comune capofila, “le aziende dichiarano concluse le procedure di passaggio del personale ai sensi dell’articolo 6 del contratto collettivo nazionale di lavoro, senza alcuna notizia in merito agli elenchi dei lavoratori oggetto di modificazioni del proprio datore di lavoro come dichiarato in sede di riunione”,si legge nel verbale finale dell’incontro.

E il problema degli “esuberi” di cui si parla da tempo (da 21 a 25 persone)? E i criteri per suddividere il personale tra le due ditte? I sindacalisti non hanno tardato a prendere la decisione di chiedere un incontro urgente con gli amministratori di Gallipoli. La richiesta è partita ieri.”Il problema è sostanziale: non ci sono i soldi per pagare tutti quei dipendenti come già si sapeva. Allora che cosa si fa? Vogliamo che il Comune ce lo dica, tocca all’Amministrazione – dichiara Paolo Taurino Fp Cgil – battere un colpo ed in fretta: l’1 ottobre è arrivato”. E il nodo, su cui ci sono stati scontri accesi in Consiglio comunale tra la maggioranza di governo e la minoranza di Gallipoli Futura, torna in primo piano.

La risposta del Sindaco “Presto li convocheremo per decidere insieme il da farsi, entro breve tempo”, questa la risposta del Sindaco Stefano Minerva alla pressante richiesta dei rappresentanti dei lavoratori. E per la delicata situazione degli organici? “Il Comune ha una sua proposta, siamo pronti a fare dei sacrifici. L’obiettivo rimane quello di non lasciare nessuno a casa degli attuali addetti al servizio di nettezza urbana e verso quel traguardo si muove la nostra soluzione”.

 

Alliste – Si sono riaperte ieri le iscrizioni alla Sfilata della Solidarietà: la Band di Babbo Natale è alla ricerca di nuovi Babbi natale, elfi e majorettes che andranno ad animare quello che è ormai il più famoso evento itinerante tra i paesi del Salento. L’adesione alla manifestazione è del tutto gratuita: è possibile sottoscrivere la propria disponibilità presso la sede dell’associazione, sita in via Marangi (dietro la torre dell’Orologio), ad Alliste, dal lunedì al venerdì, tutte le sere dalle 19 alle 20,30.

Come da tradizione ben consolidata, l’appuntamento natalizio sarà finalizzato a continuare a sostenere economicamente l’associazione “Per un sorriso in più” che opera a supporto del reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce: un progetto solidale che, dal 2011 ad oggi, ha contribuito con una donazione di ben 200mila euro.

“Ricominciamo nuovamente ad organizzare il nostro Tour, ma prima di tutto occorre formare il corteo che costituirà la Sfilata della Solidarietà, motivo per cui invitiamo quanta più gente possibile a venire ad iscriversi – spiega il presidente della Band, Antonio Cimino, eletto alcuni mesi fa – e sarà ancora una volta un’esperienza che, oltre ad aiutare i bambini affetti da gravi patologie, contribuirà alla nostra crescita personale. Dieci piazze del Salento ci aspettano e noi siamo pronti!”.

Questo il programma, salvo imprevisti: 1 dicembre Aradeo; 2 dicembre Casarano; 7 dicembre Taurisano; 8 dicembre Lecce; 9 dicembre Calimera; 15 dicembre Vernole; 16 dicembre Taviano; 20 dicembre Matino; 22 dicembre Ruffano; 23 dicembre Alliste; 29 dicembre Palmariggi. Il curatore dei rapporti con le diverse realtà che vogliono ospitare la Band è il fondatore ed ex presidente Giorgio Adamo.

Racale – Due rinforzi di spessore per affrontare una stagione da protagonisti. La Volley Fusion Racale-Alliste ha ingaggiato il casaranese Antonio Fracasso e Andrea Battilotti, quest’ultimo schiacciatore di comprovata esperienza che vanta diverse presenze in serie A1, A2 e B. Il sodalizio nato dalla fusione tra Volley Racale e Asd Alliste Volley, disputerà il campionato regionale di serie C con due frecce in più nel proprio arco.

Fracasso si metterà a disposizione di coach Alessandro Marte, dopo le ultime tre stagioni vissute con la maglia del Casarano Volley e la breve parentesi in serie B con la casacca della Gap Volley Acquarica del Capo. “Antonio Fracasso lo scorso anno è stato il miglior centrale della serie C e sono certo che farà salire il livello tecnico del roster” – spiega il presidente della Fusion Cosimo Adamo -. Alto 187 centimetri, il pallavolista classe ’90 darà maggiore incisività all’attacco del team salentino e renderà più solido il muro in fase difensiva.

Batillotti invece non ha bisogno di presentazioni. Lo schiacciatore vicentino si è accasato alla Fusion Racale-Alliste dopo otto stagione disputate col Cuneo nella pallavolo che conta. Nel curriculum del classe ’78 figura anche un mondiale giocato con la nazionale Juniores e le esperienze sotto rete con le maglie di Alessano, Presicce e Taviano. “Alla pallavolo ho dato tanto, ma voglio togliermi altre soddisfazioni e intendo giocare il più possibile perché amo questo sport”, il commento dell’esperto Battilotti -.

Neviano – Farà tappa anche a Neviano e Felline il tour letterario dello scrittore romano Federico Pacifici (in foto), che arriva in Puglia per presentare il suo secondo romanzo, “Facciamo che ero io”, pubblicato dalla casa editrice leccese I libri di Icaro.

Attore di teatro, cinema e tv, Pacifici ha lavorato fra gli altri con i registi Gianni Amelio, Marco Bellocchio e Daniele Vicari. In “Facciamo che ero io” l’autore crea un romanzo che – si potrebbe dire – ruota intorno al gioco dei se, con il protagonista Italo che immagina come sarebbe la sua vita se lui fosse diverso da quello che è. Sullo sfondo l’Italia preda della crisi politica, economica e di valori, dove la vera sfida è sopravvivere mentre vengono meno ideali e prospettive per il futuro.

Le date a Neviano e Felline – Dopo le tappe a Lecce (il 6 e 8 settembre), Campi Salentina (il 7) e Bari (il 9), l’autore incontrerà il pubblico di Neviano lunedì 10, alle ore 19,30 presso la villetta della scuola media Guglielmo Marconi. Per Felline, invece, l’appuntamento (organizzato in collaborazione con l’associazione culturale La Saratambula, presieduta da Sofia Schito) è martedì 11: location il castello, dove alle 19,30 l’autore e la cantante e attrice Selenia Stoppa (originaria del brindisino, vive a Felline) saranno protagonisti di un reading teatrale tratto dal libro.

 

Felline – Buon vino locale, piatti della tradizione salentina e film d’autore, sullo sfondo del castello: questi gli ingredienti della quarta edizione della rassegna “Lù Mière – Calici di cinema”, che parte venerdì 7 settembre e prosegue per tutti i venerdì del mese, a cura di Antonio Manzo. L’appuntamento è sempre presso l’enosteria Vite Colta (in piazza Castello) alle ore 21, con la proiezione di un film del maestro Ermanno Olmi e una cena pensata per riscoprire i sapori di un tempo.

Prospettiva Olmi: l’uomo dalle visioni infinite – Questo il titolo e la traccia tematica della rassegna, che nel primo appuntamento di venerdì 7 propone “Il segreto del bosco vecchio”, pellicola del 1993 tratta dall’omonimo libro di Dino Buzzati, con un inedito Paolo Villaggio nel cast. Il calendario della rassegna prosegue poi il 14 settembre con “Tickets” (del 2005), il 21 con “I fidanzati” (1963), e infine il 28 con “Il villaggio di cartone” (2011).

Cena con menù a prezzo fisso. Info e prenotazioni al numero 348.7792184.

Corigliano d’Otranto – Sarà il “Castello volante” a ospitare la prima presentazione della nuova raccolta di poesie di Vito Adamo, dal titolo “La costanza delle maree”, edita da Musicaos: l’appuntamento è fissato per domenica 2 settembre a partire dalle 20,30. Dialogano con l’autore Elisabetta Donno e Luciano Pagano. Nel corso della serata intermezzi musicali a cura di Franco Simone e Gianluca Milanese. Letture dello stesso Adamo e di Silvia Gennaro, giovane poetessa di Casarano che firma alcuni componimenti inseriti nella seconda parte della raccolta.

Una poesia sul tempo e sulla natura – La nuova silloge del poeta allistino, che in una versione inedita si è già aggiudicata il premio “Città di Sarzana” edizione 2018, giunge dopo l’esordio dell’autore con il volume “Antica Terra. Viaggio sentimentale nel Salento” (uscito nel 2014). “Sono particolarmente felice per questa mia nuova pubblicazione, che rappresenta per me la continuazione di un meraviglioso viaggio attraverso la poesia – commenta Adamo. – Ringrazio chi mi è stato vicino e mi ha affiancato nella realizzazione di questo libro, in particolar modo il mio caro amico Luciano Pagano, che fin da subito ha accolto con entusiasmo il progetto editoriale. Grazie anche alla delicatezza dei versi di Silvia Gennaro, con la quale siamo riusciti a dare vita a un dialogo emozionale tra due generazioni diverse, che sentono allo stesso modo la bellezza della vita”. “La costanza delle maree” ospita riflessioni sul tempo e sul paesaggio, sull’alternarsi delle stagioni, riflesse nel lavoro dell’uomo e nei ritmi della natura. La costanza è vissuta come attesa paziente di ciò che cresce e diminuisce. Filo conduttore dell’opera è la sperimentazione quotidiana del paesaggio, in un percorso che dalla terra conduce al mare. Al centro di queste poesie, forte è l’attenzione dell’autore per una terra che soffre e cerca di risollevarsi dal vituperio e dallo scempio.

Taviano – Dopo il ripescaggio, la Pag Volley Taviano del presidente Mauro Gaetani punta a conservare il posto nel prestigioso campionato di A2. «Ci siamo mossi da subito – assicura Gaetani – quando abbiamo avuto la certezza di poter giocare di nuovo tra i cadetti. Il nostro obiettivo principale è disputare un bel campionato e tenere alto il nome di Taviano e del Salento. Taviano è una piazza importante per il volley, ha una storia gloriosa alle spalle e i tifosi sono fantastici e ci seguono ovunque. Stiamo lavorando per portare avanti una campagna acquisti soddisfacente». Tra i primi nomi di peso quello dello schiacciatore Matej Cernic, 39 anni con 233 presenze e tanti trofei con la Nazionale Italiana, ma anche uno scudetto russo, una coppa e una supercoppa greca. «Sono entusiasta di vestire la maglia di una squadra del Salento – ha dichiarato il giocatore goriziano – terra a cui sono legato non soltanto per il mare. Tra qualche settimana mi metterò a disposizione del riconfermato coach Fabrizio Licchelli per avviare la preparazione atletica».

Nomi nuovi nel roster In vista dell’avvio del campionato (il 14 ottobre alle 18 la prima gara in casa contro il Castellana), nel taccuino del direttore sportivo Massimo Portaccio vi sono anche altri nomi, dallo schiacciatore siciliano Alessandro Caci, 2 metri di altezza, al bulgaro Dimitrov Dobromir, che coprirà la regia, il libero Gianluigi Bisci, prelevato dall’Alessano e l’iraniano Vali Vahid. A questi altri se ne aggiungeranno nei prossimi giorni.

Alleanza con Racale e Alliste Sul fronte giovanile, la Pag punta a formare un vivaio di giovani atleti, con una vera e propria “Scuola di volley”, insieme a Genus Volley Racale e Volley Alliste, squadre che militano nelle serie minori giovanili. «È un progetto ambizioso – afferma il vice presidente Stefano Gaetani – che vede la Pag Taviano mettere a disposizione un team tecnico per seguire tutte le attività giovanili di Taviano, Racale e Alliste con l’obiettivo di formare gli atleti che, in futuro, potranno trovare spazio nella squadra maggiore. Siamo convinti che intraprendere un nuovo percorso di partecipazione farà bene al volley salentino, sport che offre molto ai giovani in disciplina e crescita personali».

Alliste – Serata movimentata quella di ieri ad Alliste dove il 43enne Massimiliano Calò (foto) ha tentato la fuga sui tetti di alcune abitazioni prima di essere bloccato e arrestato dai carabinieri. L’uomo, di Lecce, si era allontanato senza alcun motivo da una struttura di Carovigno, dov’era in regime di arresti domiciliari. Ieri sera l’intervento ad Alliste dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Casarano che, conoscendo la sua storia, lo hanno individuato in un’abitazione di Alliste. Alla vista dei militari, il 43enne ha tentato la fuga a piedi sui terrazzi di alcune abitazioni adiacenti alla sua prima di essere bloccato e condotto presso la casa circondariale di Lecce.

Gallipoli – Si riunisce il 30 agosto alle ore 10 nella sala delle riunioni del Comune in via Pavia, la conferenza dei servizi  per l’ok definitivo al piano sociale di zona 2018-20 dell’Ambito territoriale sociale di Gallipoli, di cui fanno parte anche Alezio, Alliste, Melissano, Racale, Sannicola, Taviano, Tuglie. Il passaggio tecnico amministrativo, con il più che certo via libera, renderà il piano immediatamente esecutivo in tutte le sue parti e libererà risorse per gli interventi pari, per la prima annualità, a 5 milioni 490.126 euro di cui 1 milione 330.364 euro rivenienti dal precedente piano di zona come residui.

Questo Piano ha però alcune caratteristiche innovative tali da farsi apprezzare anche oltre lo stretto ambito del distretto gallipolino; le stesse organizzazioni sindacali del settore lo hanno giudicato “storico”. Sembra destinato infatti a fare scuola l’accordo tra l’Ambito sociale territoriale e la direzione generale dell’Asl di Lecce che ha partecipato con i suoi referenti alla stesura della nuova programmazione per il triennio appena cominciato. Insieme all’Ambito ed all’Asl si sono trovate le modalità per coinvolgere anche – oltre agli Enti locali direttamente interessati – gli organi periferici delle amministrazioni scolastica, giudiziaria e penitenziaria con l’obiettivo primario di rendere più incalzante ed efficace la lotta al disagio, sia esso manifestato in sede scolastica o tra le mura di casa, con un lavoro intrecciato di educatori, operatori e personale sociosanitario.

Silvia Coronese

L’impronta su cui si muoverà la fase che sta aprirsi è quella del’ex assessore (fino a metà agosto) Silvia Coronese. Il risultato finale del lavoro corale è la messa in rilievo dei servizi Adi (assistenza domiciliare integrata), Sad (case con anziani e disabili) e integrazione scolastica (disturbi comportamentali). “Abbiamo fatto un lavoro comune di grande rilievo, coordinato dalla responsabile dell’Ufficio di Piano, Maria Caiffa – commenta oggi la dottoressa Coronese, dopo aver passato il testimone al nuovo assessore Angelo Mita – anche sul versante della comunicazione, fondamentale per ottenere buoni risultati. Abbiamo chiamato in campo i parroci, spesso destinatari di richieste di aiuto, il centro ascolto, Cittadinanzattiva con la dottoressa Agata Coppola, il centro antiviolenza di Sannicola: la platea dei comunicatori diventa così più ampia e capillare, per raggiungere prima i destinatari finali”. La conseguente Carta dei servizi (con specificata nei dettagli tutta la “rosa” degli interventi possibili, dovrebbe essere pronta per dicembre. “E’ necessario – si legge infatti nell’accordo stretto con l’Asl – abbattere gli ostacoli che gli utenti incontrano lungo i percorsi burocratici”.

Diciassette assistenti sociali in più L’altra novità è rappresentata dai finanziamenti ottenuti partecipando al bando Pon Inclusione 2014-20, ottenendo nuovo risorse umane da impiegare da subito e fino al dicembre del 2019. Si tratta di un responsabile amministrativo e di ben 17 assistenti sociali prelevati da una graduatoria compilata dalla Regione (circa due anni sono durate le procedure). Il Programma operativo nazionale ha come obiettivo esplicito quello di sostenere “l’implementazione del sostegno all’inclusione attiva, quale politica di prevenzione e contrasto alle povertà”. Alla riunione di dopodomani sono attesi i componenti del coordinamento istituzionale Comuni ed altri Enti) e della cabina di regia territoriale (sindacati ed associazioni del Terzo settore); l’Asl di Lecce; la Provincia di Lecce, la Regione Puglia. Presidente della conferenza è il Sindaco Stefano Minerva.

 

 

 

 

Alliste-Felline – Arte, cultura e tradizione a contatto con la natura sabato 1 settembre saranno alla base dell’appuntamento “Aria di masseria”, organizzato dalla Masseria didattica Adamo. Sarà una festa per vivere con famiglie e bambini un’esperienza alla scoperta delle qualità benefiche dell’olio extravergine d’oliva e conoscerne la storia, dagli utilizzi in una sana alimentazione all’impiego per l’illuminazione come olio lampante.

Laboratorio sensoriale, teatro e assaggi – Si partirà alle 17,30 con la visita guidata e animata nel frantoio ipogeo di Felline. A seguire ci si sposterà ad Alliste, nella sede della Masseria didattica Adamo (via Vicinale Chianche 1 Z.A.): qui, la passeggiata tra gli ulivi farà da spunto per informarsi sulle macchine utilizzate un tempo per il lavoro nei campi e l’estrazione dell’olio. La visita al frantoio della masseria permetterà poi di scoprire i metodi innovativi con cui le olive vengono trasformate in olio Evo. E non finisce qui: verrà allestito un laboratorio sensoriale che consentirà ai partecipanti di cogliere i pregi e i difetti dell’extravergine d’oliva, con un premio in palio per chi saprà descriverne al meglio le caratteristiche olfattive e gustative. Seguirà uno spettacolo teatrale tratto dal racconto “L’avventuroso viaggio di Cellina e Nocciolino”, curato dai ragazzi della scuola di teatro “Bachelet” di Taviano, diretti da Liliana Putino. E infine olio, pane e fantasia, con bruschette e crostoni per tutti, da condire con ortaggi e pecorino locale.

Il commento dell’organizzatrice – “Sarà un modo alternativo e divertente di fare didattica: non mancheranno emozioni, arte, cultura e buon cibo – spiega l’organizzatrice ed operatrice didattica, Enza Portoghese (in foto). – Una festa voluta dalla Regione affinché tutte le masserie didattiche di Puglia aprano contemporaneamente le porte alle famiglie, turisti e non, per diffondere passione, amore e rispetto per la terra”.

Il costo per la partecipazione è di 15 euro per gli adulti e di 5 euro per i bambini fino a 12 anni. Prenotazione obbligatoria al numero 389.1612638.

Felline (Alliste) – Il centro storico sarà la location di un romantico incontro estivo a lume di candela, reso ancor più suggestivo dagli artisti, dalla musica e dal buon vino: questa la cornice della serata di sabato 25 agosto, quando si terrà la seconda edizione del percorso culturale ed enogastronomico a cielo aperto “Controluce”.

Tutto il programma – A partire dalle ore 20, il borgo si trasformerà in un grande palcoscenico e accoglierà, tra lumi di candela e le installazioni luminose di Gianle Lametà e “Luminterra” di Gustavo Scarcella, le opere di alcuni tra gli artisti più affermati del tacco d’Italia, le performance di Enrica Ciurli e la musica travolgente di Michele Cortese e Gli Avvocati Divorzisti. Ma non solo: saranno presenti lo scultore Massimo Tempesta, i fotografi Ilenia Tesoro e Gabriele Albergo, le illustratrici Maria Marzano e Giorgia Prontera, Mauro Marinosci con il body painting, e l’associazione “Infiorata di Felline”, che comporrà una realizzazione di sale e di luce. Ad animare la serata contribuiranno poi lo spettacolo della Compagnia Piccolo teatro di pane, le esibizioni di Monsieur Coco & Fly nuvole bianche, della bubble artist Alessandra Manco, del Teatro d’ombre con Silvio Gioia e di Piovono poesie. Giorgia Abatelillo curerà i calici di luce. Alla postazione vini, numerose le aziende presenti: Cantine Apollonio, Torre Ospina, Dei Agre, Cantine Scholasarmenti, Cantina donna Palma, Unione Agricola Melissano e Vinoli. Per il cibo e i cocktail saranno presenti Salento Street Food, Koko-Street cocktail bar, Arom Thai-Fruit street, Olio extravergine Azienda Agricola Adamo, Zucchero filato di Emanuela Portaccio, Spumoni artigianali Melissano. Grazie al Gruppo Astrofili del Salento, sarà inoltre possibile effettuare l’osservazione astronomica del cielo.

Il commento dell’assessore Rega – “Rispetto alla sua edizione d’esordio, questa è stata programmata e organizzata con tempistiche più ampie, con l’obiettivo di accrescere la risonanza dell’evento – spiega l’assessore Maria Luce Rega. – Il mio personale innamoramento per il centro storico di Felline mi ha da sempre indotta a pensare che un evento del genere si sposasse alla perfezione con la finezza e l’eleganza del luogo, da qui l’interesse a organizzarlo, grazie anche al supporto costante del sindaco Renato Rizzo”.

“Controluce” è un evento ideato dall’assessorato alla Cultura e allo Spettacolo del Comune di Alliste, nelle persone di Maria Luce Rega e Antonio Ermenegildo Renna, in collaborazione con la Consulta Giovani, il consigliere a essa delegato, Angelo Catamo, e l’Infopoint di Alliste-Felline.

Alliste – Prosegue ad Alliste la rassegna culturale “Il Cortile dei Libri parlanti” con un nuovo appuntamento, quello di venerdì 24 agosto, che rievoca, attraverso un romanzo intriso di avventura, amore e passione, il periodo storico dell’unificazione d’Italia vissuto nel contesto di un piccolo centro dell’allora Terra d’Otranto, ovvero la vicina Taviano. La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, è diretta da Vito Adamo, ideatore e fondatore della stessa assieme a Luciano Pagano, in collaborazione con Musicaos Editore, col patrocinio del Comune di Alliste e col contributo dell’assessorato allo Spettacolo e alla cultura e della Consulta dei Giovani di Alliste-Felline. Ospite dell’incontro di venerdì 24, a partire dalle 20.30 nel cortile di Antica Terra di piazza Municipio 14, sarà lo scrittore e sociologo tavianese Angelo Donno, che col suo romanzo storico “L’ultimo Re” intende “consapevolizzare il popolo salentino di essere un grande popolo e una grande terra”. Dialogheranno con l’autore l’assessore comunale Marilù Rega e l’organizzatore Vito Adamo.

L’organizzatore Vito Adamo «L’intento della rassegna è di valorizzare le risorse del territorio, sostenere la circolazione della lettura e della cultura, favorire il contatto tra diverse realtà sociali, economiche e associative. L’edizione 2018 – spiega Adamo – intende confermare questi presupposti perché ritengo che divulgare la cultura sia un modo per potersi fermare e riflettere su quello che accade intorno a noi e accorgersi della bellezza che esiste».

Alliste – Rapina il supermercato armato di una pistola scacciacani ma viene ben presto rintracciato e arrestato dai carabinieri. Protagonista, ad Alliste, il 27enne del posto Giglio Salvatore Alfarano che, armato di pistola e con il volto travisato da un passamontagna, ha fatto irruzione nel supermercato di generi alimentari surgelati di via Carducci facendosi consegnare l’incasso di giornata contenuto nel registratore di cassa. nella sua fuga, tra l’altro, il giovane è stato pure ostacolato dal titolare dell’esercizio commerciale che lo ha spintonato facendolo cadere a terra. La breve fuga è stata vanificata dai carabinieri della Stazione di Racale che hanno arrestato il 27enne, già noto per alcuni suoi precedenti, per il reato di rapina aggravata. I militari hanno pure ritrovato il passamontagna e la pistola, marca Rohm e priva di tappo rosso, usata per il colpo. Dopo le formalità di prassi in caserma, è stato condotto nel carcere leccese di Borgo San Nicola.

 

Gianni Vantaggiato

Melissano – Una conferma della validità delle indagini; un’auto in fiamme appartenente ad uno degli arrestati. Tiene ancora banco  l’indagine sul clan dedito allo spaccio e con uno scontro intestino in atto per la gestione della “piazza” dopo due uccisioni, a marzo (Manuel Cesari, 37 anni, e lo scorso luglio (Francesco Fasano di 22 anni). Una branca dell’attività della magistratura e delle forze di polizia si va svolgendo ormai nelle aule giudiziarie da cui dipendono le sorti dei dieci arrestati, tra cui gli accusatori dell’omicidio di Fasano, Daniele Manni e Angelo Rizzo, di 39 e 23 anni, entrambi di Melissano. Loro ed altri cinque hanno presentato istanza al Tribunale della libertà per la cancellazione dei fermi decretati in prima istanza dalla Procura della Repubblica di Lecce e già vagliati e ritenuti idonei dal giudice delle indagini preliminari.

Dello stesso avviso sono stati i tre magistrati del Tribunale del riesame che hanno confermato sia gli arresti che le ipotesi di reato, basate su solide intercettazioni ed altri riscontri, circa l’esistenza di un’associazione a delinquere per lo smercio di droga: restano dentro quindi anche Antonio Librando, 52 anni; Gianni Vantaggiato, 48; Maicol Manni, 27; Luca Piscopiello, 37; Luca Rimo, 35 anni. Completano il gruppo malavitoso Pietro Bevilacqua (scampato ad un primo tentativo di uccisione di Fasano con lui presente in auto), 32 anni; Luciano Manni, 65 anni; Biagio Manni, 60 anni, questi ultimi due i contendenti con un palio il controllo dello spaccio a Melissano e in paesi vicini come Racale, Alliste, Taviano e Gallipoli (nei mesi della movida).

Che qualcosa covi ancora sotto la cenere – come confidato a Piazzasalento a canna di pistola ancora calda da un investigatore – lo ha  chiaramente dimostrato un altro episodio accaduto in paese nella notte de 16 agosto scorso. Alle 2,30 circa in via Edmondo De Amicis si sono alzate le fiamme da un’auto posteggiata davanti ad una abitazione. Domato l’incendio, si è appurato che si tratava di una Nissam Qashquai intestata ad un 48enne che figura tra gli arrestati del blitz dei carabinieri di Lecce e Casarano: era l’auto di Gianni Vantaggiato, residente a Tonco in provincia di Asti; quella adiacente è la casa dei suoi genitori. Danni alla parte anteriore dell’auto e ad alcuni infissi dell’abitazione.

Cosa ci sia dietro a questo “avvertimento” è ora un altro scorcio su cui fare luce da parte di coloro – con il procuratore aggiunto Guglielmo Cataldi in prima linea – che stanno dipanando i fili e gli spunti emersi dalle massicce intercettazioni prima durante e immediatamente dopo l’assassinio di Francesco Fasano, ucciso con un colpo di pistola alla tempia ed abbandonato sul ciglio della strada provinciale per Ugento. E’ dato per scontato che un territorio storicamente attivo in fatto di spaccio di stupefacenti ed altre attività criminose, faccia gola a diversi gruppi operanti in quella zona ed in quelle limitrofe che, dopo l’uscita di scena dei boss di Casarano e Taurisano, stanno progettando nuovi assetti operativi con gerarchie nuove e ben definite.

 

Gallipoli – Gran da fare per le motovedette della Guardia costiera in questi ultimi due giorni per soccorrere in mare quanti sono stati sorpresi da repentini cambi meteorologici con aumento del moto ondoso e raffiche di vento. Oggi il fenomeno chiamato “flash flood” (improvvisa alluvione) si è concentrato tra le 13 e le 15 circa ma, con una temperatura più bassa rispetto a ieri, gli scontri di masse d’aria sono stati più attenuati. Con effetti più sopportabili ma che hanno messo in crisi – in almeno quattro casi – diportisti in mare in quel momento e con difficoltà a rientrare in porto. Nella giornata odierna i centri più colpiti dalle violente precipitazioni sono stati Sannicola (79 millimetri d’acqua), Alezio (70), Gallipoli (53,9), Felline di Alliste (42,8), Morciano di Leuca (33), Porto Cesareo (28,5).

Oggi gli agenti della Guardia costiera sono dovuti intervenire dalle parti di San Gregorio di Patù e nel versante gallipolino. Due in particolari i soccorsi di una certa delicatezza, trattandosi di natanti con persone a bordo non in grado più di manovrare. L’intervento delle motovedette ha risolto per il meglio la situazione. Altri particolari sugli eventi meteo do oggi si sapranno nelle prossime ore. Ieri invece è stata davvero una mattinata campale per gli agenti ed i mezzi della Guardia costiera di Gallipoli.

Sei motovedette sono state impiegate per fare fronte a dieci richieste di soccorso tra Castro, Santa Maria di Leuca, Ugento, Gallipoli e Porto Cesareo. Le difficoltà causate dal repentino cambiamento delle condizioni meteorologiche, sono state accresciute dal fatto che le chiamate in alcuni casi sono state contemporanee. Gli appelli alla Guardia costiera sono arrivati da pattini, sub, natanti con passeggeri a bordo, bagnanti. Le emergenze più delicate si sono verificate a Torre Lapillo (Porto Cesareo); nella prima le due persone a bordo sono state trasbordate sulla motovedetta; nel secondo caso i diportisti erano tre  (tra i quali una bambina): dal natante non si riusciva a salpare l’ancora ed era cominciata ad accumularsi acqua. La tensione delle persone soccorse è calata solo quando sono arrivate in tutta sicurezza nel porto di Gallipoli.

 

 

Casarano – Le piazze del centro diventano delle “isole” dove gustare rossi, rosati, bianchi, frizzanti e dolci: questa l’idea di fondo dell’edizione 2018 di “Vini & vinili”, il percorso tra “gusti e note” proposto a Casarano dall’associazione “Libertà è partecipazione”.  L’appuntamento è per venerdì 17 agosto dalle 21 in piazza Garibaldi. Saranno circa 40 le etichette presenti mentre le degustazioni saranno curate da “Su Casteddrhu”, “De Gustibus”, “Valente”, “Pasticceria da Ugo”, e “Salumeria Walter Vergari” che troveranno posto nelle varie “isole” a tema realizzate nelle piazze del centro storico. Della “Be Dixie band” la musica che accompagnerà la serata nel corso della quale sarà possibile acquistare i vinili dai collezionisti presenti, visitare le mostre fotografiche curate dal Collettivo Xima e pure il Museo del Minatore e quello della Civiltà contadina, così come partecipare alle osservazioni astronomiche curate da Gianluca Belgrado. Le storie “dietro e dentro” al bicchiere sono quelle del Museo del vino di Aldo D’Antico (di Parabita).

Tra le cantine presenti: Greco Romaldo (Seclì), Unione agricola di Melissano, Consorzio produttori Vini Manduria, L’Astore (Cutrofiano). Le “isole” proporranno i “rossi” Dei Agre (Felline), Bonsegna (Nardò), Cupertinum (Copertino), Statti (Lamezia Terme) e Vinoli (Casarano); i “bianchi” Trullo di Pezza (Torricella), Palamà (Cutrofiano), Castello Monaci (Salice Salentino), Statti e Vinoli; i “rosati” Palamà, Trullo di Pezza, Bonsegna, Cupertum e Vinoli; i “dolci” Cantele (Guagnano) e Castello Monaci  e i “frizzanti” Cantina della Volta (Bomporto, Modena), Palamà, Cantele, Cupertinum.

Capilungo (Alliste) – Una “Notte magica salentina” è in programma stasera nella marina di Alliste, in località Pilella: lunedì 13 agosto, nei pressi del Bar Fabio, dalle 22 si terrà uno spettacolo di magia, con le illusioni e i giochi di prestigio del mago Alex, che promettono di stupire grandi e piccini. A seguire, si balla con la musica popolare dei Tammurria, in concerto dalle ore 22,45. Durante la serata, inoltre, sarà allestito sul posto un percorso enogastronomico per degustare alcune specialità della cucina salentina.

L’evento è organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Alliste, in collaborazione con Tammurria, Consulta Giovani e InfoPoint, e rientra nel calendario degli appuntamenti estivi promossi dall’amministrazione comunale.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...