Home Notizie

CASARANO. Divertimento assicurato con la Corrida organizzata a Casarano dalla parrocchia Santi Giuseppe e Pio. L’appuntamento con la risata è sabato 23 settembre, alle ore 20.30, presso l’oratorio per la serata condotta da Gianni Pino. “Casaranesi (e non) allo sbaraglio” è il motto della manifestazione, giunta all’ottava edizione, per la quale gli organizzatori invitano il pubblico a dotarsi di fischietti, campanacci e pentole per accompagnare le esibizioni dei concorrenti.

GALLIPOLI. Non è stato abolito il divieto di piantare alberi di ulivo al posto di quelli uccisi dalla Xylella fastidiosa, batterio da quarantena. La decisione n. 789 del 2015 resta in piedi, a conclusione della “due giorni” di lavori del Comitato fitosanitario europeo, che si tenuta ieri e oggi a Bruxelles.

Tutti d’accordo a Bruxelles ma non sui rimedi. La deludente notizia viene giustificata col fatto che “non è stato possibile mettere ai voti la proposta di modifica della decisione n. 789/2015 sulla Xylella fastidiosa, atto lungamente atteso e su cui la Regione Puglia da tempo si sta spendendo in ogni sede”, come si legge nella nota della Regione, nonostante che, nel corso della discussione tenutasi a Bruxelles, si sia registrato consenso pressoché unanime da parte di tutte le delegazioni sulle tre modifiche che sono di estremo rilievo per il nostro territorio: autorizzazione al reimpianto dell’ulivo, tutela degli alberi monumentali non infetti nei 100 metri da pianta infetta, liberalizzazione della movimentazione delle tre varietà di vite resistenti alla Xylella (Negroamaro, Primitivo, Cabernet Sauvignon). Le divisioni sono emerse sul “che fare”: l’assenza di soluzioni condivise ha bloccato ogni cosa, senza che si completasse l’analisi di tutti gli articoli del testo e senza quindi poterlo votare.

“Delusione grande, dopo tanto ritardo accumulato. “La delusione è grande – affermano il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore Leo di Gioia – per una notizia che, ancora una volta, priva gli agricoltori e tutto il territorio salentino della possibilità di immaginare un futuro economicamente sostenibile e di restaurare il paesaggio agrario gravemente compromesso dalla Xylella. Questo stop si aggiunge al ritardo accumulato negli scorsi mesi, in cui avevamo già assistito a diversi rinvii pur in presenza di una bozza di decisione utile alla causa del territorio pugliese. Già prima dell’estate, infatti, avevamo denunciato questa situazione che – nei fatti – penalizza esclusivamente il territorio pugliese, poiché negli altri Stati membri il problema non ha questa vastità e portata, anzi in alcuni di essi è del tutto assente. Per questo, già in occasione del primo rinvio avevamo indirizzato al Ministero una nota per segnalare la necessità di giungere con urgenza al voto e di innescare, grazie all’eliminazione del divieto di impianto dell’ulivo in zona infetta, un meccanismo virtuoso di estirpazione delle piante e di riconversione colturale supportata dai finanziamenti del PSR Puglia misure 5.2 e 4.1, che avrebbe comportato anche una riduzione della pressione di inoculo cioè la riduzione del rischio di espansione della malattia”,

Due giorni di Comitato fitosanitario europeo “utili ma non sufficienti”. E’ ritenuto positivo ma non sufficiente dai governanti pugliesi, il fatto che “gli Stati membri abbiano raggiunto il consenso sulle modifiche di interesse per il territorio pugliese, ma ciò non basta: occorre arrivare all’adozione della decisione formale, per poter attuare in concreto queste previsioni”.

Lunedì Regione dal ministro per preparare nuove mosse. “Nel frattempo non staremo con le mani in mano e già da lunedì avvieremo un confronto col Ministero – assicurano Emiliano e Di Gioia – per iniziare a preparare gli atti nazionali che sono necessari per rendere operativo il diritto di impianto di ulivi in zona infetta, affinché esso possa divenire realtà appena la decisione europea entrerà in vigore. Chiederemo inoltre a Roma di far presente alla Commissione europea che qualora le divergenze di vedute tra gli stati membri sui punti contestati della decisione dovessero protrarsi, sarebbe saggio dividere il testo in due parti, portando così al voto in Ottobre gli articoli su cui vi è unanime consenso”.

GALLIPOLI. Malgrado alcuni precedenti “poco edificanti” gli avessero già procurato il divieto di avvicinarsi alla madre ed ai luoghi da lei frequentati, il 39enne Cristian Negro è stato arrestato questa mattina dai carabinieri di Gallipoli. L’uomo, originario della Svizzera, era indagato per i reati di minacce e maltrattamenti in famiglia commessi nei confronti della madre a partire dall’aprile 2016 e già sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare. I carabinieri hanno eseguito un altro ordine di carcerazione emesso nei suoi confronti dal Tribunale di Lecce in aggravamento delle misure alternative non rispettate e condotto presso la casa circondariale di Lecce.

SAN CASSIANO. Arte e itinerari “turistico-culturali” per  tutelare il paesaggio. È quanto si propone, da sabato 23 settembre nel “Parco dei Paduli (5500 ettari nel cuore del Salento), il progetto “La Terra Matta” a cura dell’associazione “Lua”, il “Laboratorio urbano aperto” con sede a San Cassiano. Le varie iniziative sono finanziate dalla Regione Puglia nell’ambito di InPuglia365 – Estate e sostenute dai Comuni dell’Unione delle Terre di Mezzo (Nociglia, Botrugno, San Cassiano, Sanarica, Giuggianello, Surano e Supersano), Abitare i Paduli, Legambiente e dall’Unione nazionale delle Pro-Loco d’Italia.

«“La Terra Matta” nasce dalla rilevazione del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, forte elemento detrattore del paesaggio ed ostacolo alla fruizione a 360 gradi del Parco e dei suoi sentieri», fanno sapere i promotori. Da ciò l’esigenza di avviare “un vero e proprio esperimento collaborativo che attraverso la conoscenza, il camminare, la narrazione e la pratica artistica ha l’obiettivo di costruire una riflessione collettiva”.

Si inizia sabato 23, alle ore 15, con la passeggiata a piedi nel giardino megalitico, con ritrovo presso il frantoio ipogeo di via Montello a Giuggianello. Il 24, sempre alle 15, l’appuntamento è invece presso l’ex scuola media di San Cassiano, in via Apulia, per l’uscita “In bici nel bosco di ulivi dei Paduli” (informazioni al numero 377/5341053). Dal 26 al 30, dalle ore 10 alle 19, è invece in programma la residenza d’artista con le opere “Tutto si trasforma” e “Assalto al cielo”, rispettivamente di Fabrizio Bellomo e Cyop&Kaf. Nel corso della “residenza” si avvieranno le operazioni di pulizia di alcune micro-discariche per trasformarle in “piazze agricole” mediante interventi di arte pubblica. Il 27, alle ore 18, la presentazione dei progetti presso il Museo del Bosco di Supersano (informazioni al numero 339/1687199). Per “grandi e piccini” c’è pure il laboratorio creativo degli Spauracchi, con Ruggero Asnago ed Elena Campa, artisti e illustratori che racconteranno (il 29 e 30 settembre dalle 16.30 alle 19.30) le fantastiche storie delle “creature dei Paduli” presso la chiesa di San Solomo a Botrugno (laboratorio aperto ad un massimo di 15 iscritti, con informazioni e prenotazioni al 339/1687199).

Del primo ottobre, dalle 17.45, la passeggiata teatrale notturna “Creature dei Paduli” arricchita dalla presenza degli attori Stefania Semeraro, Gianluca Carrisi ed Eleonora Loche (informazioni al 377/5341053)

Daniele Greco operato a Pavia nell’agosto 2014

GALATONE. Quarta operazione in tre anni per il campione europeo indoor 2013 di salto triplo Daniele Greco. Come anticipato da piazzasalento.it, l’atleta galatonese  lo scorso 15 settembre è stato operato dal prof. Franco Benazzo presso il Policlinico San Matteo di Pavia. «L’intervento – spiega la dott.ssa Antonella Ferrario della struttura medica Fidal – si è reso necessario a causa di una piccola lesione alla faccia anteriore del tendine d’Achille della gamba destra. L’operazione che ha comportato anche la pulizia della guaina tendinea è perfettamente riuscita ed ora la stima dei tempi di recupero per l’atleta è di tre mesi».Per il 28enne delle Fiamme Oro è trascorso esattamente un anno dall’ultimo intervento,avvenuto sempre a Pavia. «Ormai qui a Pavia sono di casa ma onestamente – afferma Greco – spero che la prossima volta che ci vedremo con lo staff del prof. Benazzo sarà per festeggiare magari un bel risultato». Di certo c’è la grande voglia di tornare a “volare” e di archiviare una stagione tormentata. «Dopo il 16,41 indoor che prometteva molto bene – spiega Greco – ci si è messa pure una lesione all’adduttore destro che mi ha costretto a rivedere i programmi all’aperto. La condizione c’era e così il 15 luglio a Livorno sono riuscito a saltare 16,38 con un paio di nulli che valevano quasi mezzo metro di più. Il dolore purtroppo ha continuato a non darmi pace e così dopo l’ultima prova da 16,02 a Sestriere ho deciso che era il caso di fermarsi e approfondire il problema. Da qui la decisione di operarmi di nuovo». Greco in carriera ha all’attivo un primato personale di 17,70 – secondo italiano di sempre – con cui nel 2013 ha conquistato il titolo europeo in sala a Goteborg. Nel 2012 era stato quinto ai Mondiali Indoor di Istanbul e quarto ai Giochi Olimpici di Londra.

Il nuovo Consiglio

LECCE. Rosario Centonze è stato rieletto (all’unanimità per acclamazione) quale presidente dell’Ordine dei dottori agronomi e dei dottori forestali della provincia di Lecce per il quadriennio 2017-2021. L’insediamento è avvenuto ieri sera, nel corso della prima seduta di Consiglio dopo le elezioni convocate per il rinnovo delle cariche. Con il presidente Centonze (di San Cesareo di Lecce), del nuovo Consiglio fanno parte Alessandro Giannone (vicepresidente), Alessandro Ponzetta (segretario), Giovanni Muia (tesoriere), Eugenio Manieri, Fabio Lazzari, Cristina Rugge, Carmelo Buttazzo e Antonio Polimeno (consiglieri).

«La priorità numero uno del territorio resta l’emergenza xylella. Abbiamo intenzione – preannuncia Centonze – di istituire un “laboratorio permanente” ad hoc,  che coinvolgerà anche i colleghi delle altre province pugliesi, al fine di analizzare la problematica della fitopatia a 360 gradi. Un team di studio che proverà ad elaborare proposte anche in vista della necessità, a quattro anni dalla scoperta del batterio nel Salento, di ricostruire il paesaggio agricolo e rurale».

Gli agronomi condannano “il vile atto criminale” perpetrato ai danni del presidente del Consorzio dop Terra d’Otranto, Giovanni Melcarne con la distruzione degli innesti che ha compromesso il lavoro di sperimentazione avviato nell’aprile 2016, “a conferma del clima di tensione che si è venuto a creare attorno alla xylella”.

L’Ordine (Ente di diritto pubblico che opera sotto l’egida del Ministero della Giustizia) punta, inoltre, “sulla qualità dell’offerta formativa professionale, in considerazione del fatto che il dottore agronomo è una figura multidisciplinare che opera a favore delle aziende agricole, dei gestori pubblici e privati del territorio agricolo, dei gestori delle aree verdi (parchi e giardini), dei trasformatori dei prodotti agro-alimentari”.

 

Centro storico di Gallipoli

GALLIPOLI. Gallipoli è fra le cinque località più economiche per farvi le vacanze in luglio e in agosto: è quanto emerge da uno studio in cui sono state esaminate circa 500mila richieste di prenotazione di alloggi per vacanze. Il costo notte nella città jonica è stato di 70 euro, contro gli 80 dell’Isola d’Elba e 82 del Lago di Garda. Più “risparmiose” di Gallipoli definita “capitale del divertimento e della vita notturna”, risultano secondo questo campione Trapani (57) e Riccione (49).

L’indagine è stata condotta dall’agenzia di comparazione di affitti di alloggi per vacanze “Likibu” ed è vasata sulle prenotazioni di italiani ed europei. Il budget per una settimana almeno è stato di 1.078 euro, che scende per gli italiani 943 euro e sale per francesi (1.107), inglesi (1.190) e tedeschi (1.227 euro). Novantadue giorni è il tempo di prenotazione medio; 81 per gli italiani. Destinazioni preferite? L’Italia per il 32% degli italiani, ma la meta preferita dei turisti dell’Ue è invece la Spagna (27%), secondo anche tra le mete degli italiani. Per i prezzi più convenienti comunque l’Italia non la batte nessuno sempre in tema di costo di un tetto per la vacanza. Infine il soggiorno medio degli italiani è di nove notti.

Davide e Gabriela Greco

GALLIPOLI. Sabato 23 settembre, alle ore20 presso il salone polifunzionale San Lazzaro, il coro polifonico “Agregada” dei fratelli Davide e Gabriela Greco si esibirà in “Suggestioni d’opera”. Ricco il repertorio proposto, da “Elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, a ”Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini e al “Nabucco” di Giuseppe Verdi. Voci soliste quelle di Davide Greco (tenore), Ludovica Casilli (soprano) e Gabriela Greco (maestro concertatore). Voce recitante e regia Francesco Del Sole.

GALLIPOLI. E’ dedicato ai sapori pugliesi l’appuntamento di domenica 24 con l’iniziativa “99 Borghi – #raccontodiPuglia” promossa da Confcommercio Puglia in collaborazione con Confguide Puglia, Regione Puglia e Pugliapromozione. E tra i 99 borghi protagonisti domenica brilleranno anche Gallipoli, Ugento, Tricase, Supersano, Galatina e – naturalmente – Lecce. Il progetto, giunto alla quarta edizione, ha lo scopo di far riscoprire i borghi di Puglia spesso turisticamente dimenticati ma ricchi di storie e tradizioni, grazie alle guide turistiche abilitate dalla Regione Puglia, organizzate da Confguide – Confcommercio, le quali saranno ambasciatori del territorio, dello stile di vita e dell’immagine turistica del territorio e della comunità. Nelle sue tre edizioni ha coinvolto nel tempo più di 90 comuni della Puglia, con un riscontro di pubblico notevole: più di 5mila prenotazioni online per le visite guidate e quasi 13mila partecipanti in tutto.

La partecipazione all’evento è gratuita e le visite guidate si svolgeranno durante la mattina con inizio alle ore 10. A Gallipoli il punto di ritrovo sarà il piazza Aldo Moro, con visita a: Santuario del Canneto, chiesa di Santa Cristina e Fontana Antica; Cattedrale dedicata a Sant’Agata tra barocco e carparo. Sosta in piazza per scoprire la lavorazione del giunco, arte antica di intreccio per realizzare le nasse, attrezzi da pesca. La visita alla Chiesa della Madonna della Purità permetterà ai fruitori di conoscere le confraternite e i riti della Settimana Santa. Gli appuntamenti negli altri borghi da visitare: Galatina (punto di ritrovo corso Porta Luce, 1);  Supersano (punto di ritrovo piazza Quattro Fontane); Lecce (punto di ritrovo Porta Napoli – piazzetta Angelo Rizzo); Tricase (punto di ritrovo piazza Giuseppe Pisanelli); Ugento: (punto di ritrovo piazza Colosso n. 10).

È possibile seguire l’iniziativa sui social tramite la pagina Facebook e il profilo Instagram “99 borghi”. Per informazioni: www.99borghi.it

GALLIPOLI. Torna come sempre per l’ultima settimana di settembre, l’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo”, che quest’anno compie 25 anni. In questi giorni e fino a domenica 24 settembre infatti, sono migliaia i volontari che in tutta Puglia, da San Giovanni Rotondo a Gallipoli, si stanno occupando della pulizia di parchi, strade, spazi urbani e aree verdi per liberarli dai rifiuti abbandonati. Quest’anno l’iniziativa è dedicata all’economia circolare, per sottolineare l’importanza di creare il problema dei rifiuti in una possibilità di economia e occupazionale. Queste il calendario di “Puliamo il mondo” in provincia di Lecce: a Porto Cesareo, il circolo Legambiente , dopo la pulizia effettuata lo scorso 16 settembre nelle “spunnulate” sul litorale di Torre Castiglione, organizza per sabato 23, alle ore 18, un convegno dal titolo “Spunnulate: approfondimenti morfologici, speleologici ed ecologici”, presso la torre costiera di Torre Lapillo. A Leverano, il circolo Legambiente “Leverano e della Terra d’Arneo”, in collaborazione con le associazioni “Inakis” e “ASD Salento Orienteering”, partecipa a “Puliamo il Mondo” sabato 23 e domenica 30 settembre. Nella mattinata del 23 si terrà un incontro con gli alunni dei poli didattici “Don Milani” e “Geremia Re”. Il 30, invece, l’appuntamento con i volontari è alle ore 9: si procederà con la pulizia della Villa comunale di Leverano, dell’Area Mercatale e del Tratto Area contrada “Padula Cupa”.

A Salve, i volontari del circolo Legambiente “Giglio delle Dune” ripuliranno dai rifiuti la strada comunale vecchia Presicce-Salve. L’appuntamento è alle ore 9 presso la stazione di Ruggiano. A Nardò, il “Gruppo Speleologico Neretino”, con il patrocinio dell’Assessorato all’Ambiente di Nardò, aderisce alla campagna “Puliamo il Mondo” nell’ambito dell’iniziativa “Puliamo il buio”: domenica 24 settembre i volontari procederanno con la pulizia della vora “Lu Nanni”. A Melendugno, i volontari del circolo Legambiente in collaborazione con la comunità “Narconon”, a partire dalle ore 9, ripuliranno Contrada Sentinella. A Casarano, domenica 24 settembre i volontari del circolo Legambiente “Colibrì”, in collaborazione con i comuni di Casarano e Parabita, e con il gruppo scout di Parabita, a partire dalle ore 9.00, libereranno dai rifiuti la piazzetta Antonio Toma, a Casarano, e le vie S. Tommaso D’Aquino, De Gasperi, Vaglio e Notaio Vinci​, a Parabita. A Gallipoli infine, sempre domenica 24 settembre, i volontari del circolo Legambiente “A. Cederna” di Gallipoli, dalle ore 8,30 alle ore 12, si mobiliteranno per ripulire dai rifiuti l’Isola di S. Andrea, la Zona Speciale di conservazione (ZSC) e il sito di nidificazione “Il Gabbiano corso”. Il ritrovo è presso il molo S. Giorgio.

Daniele Piccione, Lorenzo Siciliano, Marcello Risi e Roberto My

Nardò – A Boncore “apriremo nuovi uffici a servizio della comunità, ritenuti più corrispondenti ai bisogni dei cittadini”. Con questa lettera firmata dal dirigente comunale Gabriele Falco e datata 18 settembre, l’Amministrazione comunale invita la Pro loco di Boncore a lasciare l’immobile di via Santa Chiara che da molti anni ospita l’associazione presieduta da Antonio Parente. La piccola frazione neretina torna quindi a far parlare di sé a pochi giorni dal “caso scuolabus”, dove ad alcune famiglie della località ad oggi non è ancora garantito il trasporto scolastico per i bambini iscritti negli istituti di Porto Cesareo dopo la chiusura del plesso di Boncore. C’è chi ritiene però che le due questioni – proteste per lo scuolabus che non c’è e sfratto della Pro loco – siano collegate. «Il Sindaco – scrivono i consiglieri comunali dem Daniele Piccione e Lorenzo Siciliano – sfratta la Pro Loco perché ha ospitato i genitori degli alunni di Boncore, che in maniera sacrosanta portavano avanti una battaglia per il riconoscimento di un diritto loro e dei loro figli, quale il servizio di trasporto pubblico scolastico. Lo fa nello stesso giorno (lunedì 18) in cui le madri dei piccoli alunni della frazione si recano in Municipio per far sentire la propria voce. Molto probabilmente – concludono i due consiglieri comunali – la colpa della gente di Boncore, della Pro Loco e di chi la guida è stata quella di chiedere sostegno alla parte politica “sbagliata”, quella a lui avversa».

Non c’è solo il Pd a stigmatizzare il comportamento di Mellone ed a sospettare una sorta di rappresaglia. Per il suo predecessore, Marcello Risi, la città vive in “un rosario senza fine”, con l’ennesimo sfratto dopo quelli “della Società operaia, delle associazioni ‘Emigranti’ e ‘Finanzieri’ e altri sodalizi”. Per quanto riguarda Boncore, secondo Risi l’attuale Amministrazione comunale “ha contribuito alla chiusura della scuola elementare, soppresso gli scuolabus per i ragazzi della frazione e ordinato lo sfratto alla Pro Loco (considerata troppo autonoma)”. Altro attacco arriva dal consigliere comunale Roberto My (Art.1): «L’Amministrazione precedente (di centrosinistra) – ricorda My –  in stretta sintonia con i dirigenti scolastici aveva posto in essere provvedimenti necessari a garantire il servizio di pre e post scuola, con proficue relazioni istituzionali e deroghe che avevano consentito il mantenimento delle classi elementari nel Villaggio Boncore (pur se con l’accorgimento delle pluriclassi). In quel periodo gli alunni residenti nel comprensorio di Boncore usufruivano anche del servizio di scuolabus. Una Amministrazione che, invece, sottrae progressivamente servizi alle comunità più disagiate perché più lontane dal centro cittadino, viene giustamente percepita da quelle comunità come insensibile e distante. E nessuno deve recriminare se i cittadini di Boncore hanno preferito iscrivere i loro figli nelle scuole di Porto Cesareo». Il Sindaco Giuseppe Mellone, interpellato, al momento non ha inteso replicare; dal suo staff fanno sapere che sabato 23 settembre la vicenda avrà una risposta in una conferenza stampa. C’è infine chi sottolinea un dato politico: alle elezioni amministrative del 2016 Boncore si rivelò un piccolo feudo del centrosinistra, al primo turno la coalizione di Risi conquistò il 61% e al ballottaggio superò il 70%.

Gallipoli – “Un incontro con Dante nei castelli e nelle antiche dimore” è il nome dello spettacolo teatrale che si svolgerà al Castello aragonese di Gallipoli sabato 23 settembre alle 19,45. Lo spettacolo, tratto dalla “Divina Commedia” con la regia di Agostino De Angelis, si svolgerà presso l’area esterna delle antiche mura adiacenti il Rivellino. L’evento è promosso dal Comune di Gallipoli e rientra nelle “Giornate europee del Patrimonio 2017” indette dal Ministero dei beni e delle attività culturali. L’organizzazione è a cura di Desirée Arlotta (foto), presidente dall’associazione “ArchéoTheatron” in collaborazione con associazione “Extramoenia”. Lo spettacolo sarà la seconda tappa del Progetto nazionale 2017/2018 sulla “Divina Commedia” dopo Castrocaro Terme.
Protagonista della serata sarà un viaggio immaginario tra Inferno, Purgatorio e Paradiso e andranno in scena, oltre allo stesso Agostino De Angelis (direttore artistico della compagnia teatrale “Scena Muta” di Copertino), anche Ivan Raganato, Cristina Prenner, Fabrizio Rollo, Maria Antonietta Vacca e Mauro Martina. Gli intermezzi musicali saranno a cura della la scuola di danza “Art Mood Ballet” di Gallipoli con le coreografie di Anna Rizzello e Tania Stamerra e con la partecipazione della giovane Giulia Manco. A fare da cornice alla serata a tema saranno alcune opere dell’artista Lorenza Altamore.

MONTESARDO (ALESSANO). I carabinieri hanno fatto ritorno, nelle ultime ore, presso l’abitazione del 17enne reo confesso dell’omicidio di Noemi Durini, a Montesardo, per una nuova ispezione. Alla luce degli esiti dell’autopsia compita lo scorso martedì, gli inquirenti cercano il coltello utilizzato dal giovane (ora detenuto in Sardegna) per l’omicidio. Nell’appartamento si cerca la parte mancante dell’arma, visto che la punta è stata ritrovata nella nuca della 16enne di Specchia di cui ieri si sono celebrati i funerali. Questo agghiacciante particolare sarebbe stato rilevato dallo stesso 17enne nel corso dell’interrogatorio in cui aveva confessato il delitto. Il ragazzo ha poi affermato di aver nascosto il coltello in una zona di campagna, salvo non riuscire poi ad indicarla. Secondo la sua ricostruzione, il coltello in questione gli sarebbe stato fornito da Noemi, nel giorno della sua scomparsa e (a quanto pare) anche del suo omicidio, per mettere in atto l’esecuzione dei genitori del ragazzo.

Salva

NARDÒ. Neretini (e non) nei guai per l’abbandono dei rifiuti. Dall’inizio dell’anno le “foto trappole” impiegate dal Corpo di Polizia locale di Nardò, guidato dal comandante Cosimo Tarantino, hanno “incastrato” 70 soggetti (non tutti della città) intenti a commettere reati ambientali. Per molti di loro, in seguito alle verifiche effettuate, è anche scattata la segnalazione per il mancato pagamento della Tassa sui rifiuti, a conferma che quanti gettano dove capita i rifiuti (spesso gli “ingombranti”), lo fanno proprio perché non pagano la Tari. Gli accertamenti sono resi possibili dalle telecamere di ultima generazione, autoalimentate e dotate di memoria rimovibile e sensori notturni. I controlli continueranno anche in futuro, con nuove telecamere, monitorando le zone considerate più a rischio del vasto territorio comunale.

«Le “fototrappole” ci consentono di individuare solo una parte dei trasgressori, ma ritengo siano un ottimo deterrente. Purtroppo – afferma l’assessore alla Polizia locale Ettore Tollemeto – c’è una tendenza perversa di chi deve liberarsi di rifiuti e lo fa abbandonandoli indiscriminatamente ignorando, non so se consapevolmente o meno, il fatto che Bianco Igiene Ambientale offra un servizio gratuito di ritiro a domicilio, oltre alla disponibilità del centro di raccolta presso cui è possibile conferire qualsiasi cosa. Spesso si tratta di evasori che per fortuna tramite gli accertamenti riusciamo a far emergere per la prima volta».

Flavio Filoni

GALATONE. Partecipazione: a Galatone arrivano le Consulte comunali. È un provvedimento dell’ultimo Consiglio comunale quello che approva il nuovo regolamento per gli organismi che coinvolgono i cittadini nelle decisioni municipali. Saranno nove le Consulte da attivare nelle prossime settimane, alle quali si può richiedere l’iscrizione (attraverso i moduli che saranno messi a disposizione sul sito istituzionale dell’ente) a partire dal prossimo 2 ottobre: la prima è quella per le “politiche dell’energia e dell’innovazione”, poi “artigianato, industria,agricoltura,commercio”, “giovani e politiche giovanili”, “territorio, turismo e valorizzazione del patrimonio artistico,storico e culturale”. E ancora “sanità, ambiente e sicurezza”, “partecipazione e vita sociale”, “periferie e contrade”, “sport” e “politiche sociali e pubblica istruzione”.
Si realizza così uno dei punti cardine della campagna amministrativa del sindaco Flavio Filoni e dei suoi: il regolamento è stato approvato con gli undici voti favorevoli della maggioranza, mentre le forze di opposizione si sono astenute (assenti Roseto e Alemanno): prevede che possano richiedervi l’accesso tutti i residenti a partire dai sedici anni (non meno di sette membri per ogni raggruppamento). Potranno esprimere pareri – richiesti o di propria iniziativa – su vari temi, e a parte la prima convocazione che avverrà ad opera del Sindaco (che farà parte – di persona o tramite un delegato – del “pool”) eleggeranno al proprio interno chi guiderà i lavori.

Maria Nuccio

CASARANO. La casaranese Maria Nuccio è il nuovo segretario del distretto Sud-Est della Fidapa per il biennio 2017-2019.Un ruolo importantissimo per la Nuccio, in carica dal primo ottobre, visto che il distretto comprende Puglia, Molise, Abruzzo e Basilicata. La nomina è avvenuta a Bari, lo scorso 10 settembre, nel corso dell’assemblea ordinaria distrettuale della Fidapa svoltasi all’interno del palazzo del Teatro Petruzzelli. Si tratta di un riconoscimento di prestigio per la farmacista e socia fondatrice della sezione di Casarano, nella quale ha ricoperto i ruoli di revisore dei conti, vice presidente, segretaria e presidente.

«Con orgoglio e soddisfazione – fanno sapere dalla sezione di Casarano – vantiamo questo prestigioso e autorevole incarico ottenuto all’unanimità e auguriamo a Maria Nuccio e al nuovo direttivo un percorso gratificante e ricco di soddisfazione».

Intanto, il 23 settembre si terrà a Roma il congresso nazionale della Fidapa per eleggere il nuovo comitato di presidenza nazionale. Le candidate del distretto Sud-Est sono tre: Fiammetta Perrone di Lecce, presidente uscente del distretto, per la carica di segretaria nazionale; Giulia Galantino di Bisceglie, per l’incarico di tesoriera; Ida Giannelli della sezione di Casarano, come componente del collegio delle garanti.

UGENTO. In gennaio aveva asportato da un auto un portafoglio con due carte postapay, prelevando poi la somma di 150 euro; due mesi dopo una analoga operazione gli aveva fruttato 500 euro in contanti da una vettura parcheggiata in località Punta Ristola (Castrignano del Capo); in aprile stesso sistema per un bottino di 150 euro e un iPad Apple: sono i colpi il cui autore è, per i carabinieri certo. Ma gli  investigatori che sono stati dietro per tre mesi a questa serie di furti da automobili in sosta (con la tecnica della rottura del vetro), potrebbe averne fatti altri, oltre quelli che avrebbe messo a segno a Marina di Pescoluse e Gallipoli. È stato per questo arrestato ai “domiciliari” Luigi Pizzi di Ugento; in casa sua è stato ritrovato l’iPad, restituito poi al legittimo proprietario. Pedinamenti, accertamenti presso sportelli postali, riprese da telecamere hanno portato sulle tracce dell’ugentino, che ora è a disposizione dell’autorità giudiziaria.

GALLIPOLI. Deve scontare 12 anni di carcere per tentato omicidio, rapina aggravata e porto e detenzione di armi da sparo: per questo motivo un leccese, Emanuele Nocco di 42 anni, è stato condotto in prigione a Lecce. Il pregiudicato era agli arresti domiciliari a Gallipoli. È stata la Procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Brescia a spiccare l’ordine di arresto notificato all’uomo dai carabinieri di Gallipoli. Il 42enne il 12 gennaio del 2013 aveva fatto irruzione in un negozio di Cortenuova (Bergamo) esplodendo colpi di arma da fuoco verso il titolare.

La dirigente scolastica Filomena Giannelli

MELISSANO. Sembra tutto pronto per la consegna della nuova ala della Scuola media di Melissano. E’ di lunedì scorso il sopralluogo effettuato dal Sindaco Conte e dai tecnici comunali per prendere visione dello stato dei lavori. L’Istituto comprensivo  di Melissano ha infatti aperto i cancelli della scuola tra diversi disagi, ma da subito il nuovo dirigente alla guida dell’Istituto comprensivo, la prof.ssa Filomena Giannelli, proveniente dall’istituto comprensivo di Alliste,  si è messo in moto per sollecitare la consegna dello stabile agibile.  Il Sindaco si è dimostrato conscio della necessità urgente di consegnare lo stabile alla cittadinanza per permettere ai ragazzi di seguire le lezioni in maniera dignitosa: “Sono perfettamente consapevole che un’azione formativa degna di questo nome passi non solo dalla qualità umana degli operatori scolastici, ma anche dalla quella degli istituti e degli ambienti di apprendimento. Per questo provvederemo in breve tempo alla consegna, sia pure parziale, del piano superiore dell’Istituto sede del Comprensivo in via Felline, sfidando una burocrazia lenta e macchinosa grazie alla disponibilità del Settore tecnico del nostro Comune”. Saluti di benvenuto sono poi giunti al nuovo dirigente: “Alla dottoressa Giannelli (esemplare l’approccio pratico e la tendenza al miglioramento) do il nostro benvenuto, confidando – ha concluso Conte – nella piena collaborazione tra gli Enti, non come si dice di solito in queste circostanze, ma realmente e lealmente. Il prossimo 28 ottobre scadrà il termine per partecipare ad un bando che ci consentirà di terminare le opere di consolidamento strutturale e di efficientamento energetico dei nostri plessi: saremo presenti all’appuntamento con una progettazione adeguata allo scopo”.

In effetti la nuova dirigente scolastica ha trovato al suo arrivo una situazione costellata da problemi: la struttura della scuola secondaria di primo grado non è ancora idonea, l’intero primo piano è interdetto all’uso, un intero corso è stato spostato nella sede della primaria; mancano le palestra sia alla primaria sia alla secondaria. “Parto animata dal desiderio di svolgere il mio compito con la serietà e la professionalità di sempre – ha dichiarato la prof.ssa Giannelli – anche perché sono stata accolta a braccia aperte dall’intera comunità. I problemi sono tanti, ma insieme cercheremo di risolverli”.

Giuseppe Mellone

NARDÒ. Prima festa del tesseramento di “Andare oltre” fuori Nardò quest’anno. È stata infatti scelta la città di Lecce per rinnovare le iscrizioni nei centri in cui si è già presenti (come Galatina e Copertino) ma anche – negli auspici – nel resto della provincia. L’appuntamento è per sabato 23 settembre alle 11 in via D’Aragona (piazzetta  de I Merli). Si annunciano anche iniziative in arrivo.

“Siamo onorati – commenta Massimo Fragola, consigliere comunale a Lecce in maggioranza pro Sindaco Salvemini – di ospitare i militanti di Andare Oltre provenienti da tutta la provincia, con Pippi Mellone e gli altri giovani amministratori del movimento, in questa giornata che sarà speciale per il nostro gruppo: durante l’incontro, infatti, verrà commentato anche il Manifesto dell’Idea, che è il manifesto politico di Andare Oltre”.

La scelta di Lecce viene spiegata infine così da Gigi Maritati, segretario cittadino di Nardò: “Per la prima volta abbiamo passato il testimone in occasione di un evento che consideriamo fondamentale come la festa del tesseramento”. Aggiunge Melone: “Nell’occasione lanceremo il Manifesto dell’Idea: abbiamo avvertito l’esigenza di dotarci di una carta d’identità con la quale chiarire ai cittadini qual è l’identità di Andare oltre”.

GALLIPOLI. Si svolgerà sabato 23 settembre a Gallipoli il convegno nazionale dal titolo “Jung e la coincidentia oppositorum tra simbolo e archetipo”. A partire dalle 9, e per l’intera giornata, medici, psicologi e psichiatri si riuniranno nella Galleria dei Due Mari del Castello Angioino per discutere dell’attualità dell’opera junghiana. La giornata di studio è organizzata dall’Associazione culturale junghiana salentina “Kyklos”, fondata dagli psicologi analisti Rosario Puglisi e Loredana Benvenga e dal medico Cassio Scategni, attuale presiedente dell’associazione. «Il convegno – spiegano i promotori – si propone di coniugare la teoria della ricerca junghiana con la prassi clinica e vedrà la partecipazione di illustri relatori». L’appuntamento si colloca sulla scia delle analoghe iniziative promosse allo scopo di diffondere sul territorio salentino il pensiero junghiano. Il convegno nazionale è patrocinato dal Centro Italiano di Psicologia analitica meridionale, dal Comune di Gallipoli, dalla Provincia di Lecce, dall’Ordine degli Psicologi, dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e dalla Pro Loco di Gallipoli (informazioni al numero 327/8208247 e all’indirizzo email: centrojunghianosalentinokyklos@gmail.com).

MATINO. Con la processione di venerdì 22 settembre, alle ore 20, si aprono a Matino i festeggiamenti in onore di San Pio. Via Modigliani (zona Bosco) è già pronta ad ospitare il palco e tutti gli appuntamenti della due giorni dedicata al Santo di Pietralcina. Lo scorso 16 settembre, intanto, si è già svolta la baby gimkana “Bici Peppicello” dedicata ai piccoli dai 6 ai 12 anni e curata dall’associazione Mountain Bike di Matino, giunta ormai alla 16ª edizione. Le premiazioni della manifestazione si terranno sabato  23 settembre nel corso della serata che avrà per protagonisti ancora una volta i ragazzi. Dalle ore 20 in via Modigliani ci saranno le esibizioni della scuola di canto “Dove c’è musica” del maestro Tony Frassanito. La serata proseguirà con lo spettacolo pirotecnico curato dalla ditta Dario Angelo di Matino e gran finale con Antonio Amato che porterà in scena pizzica e canti popolari.

 

 

by -
0 675

Benedetta Zacà, Reyer Venezia

NARDÒ. Da Brindisi a Venezia: fanno tappa nella laguna i sogni della giovanissima cestista neritina Benedetta Zacà, non ancora 14enne (compleanno il 28 ottobre), da tempo seguita nei  palazzetti della Puglia da osservatori delle società nazionali più quotate. L’ha spuntata la prestigiosa Reyer Venezia  che si è assicurata le prestazioni della giovane atleta per la stagione 2017-18. La Reyer è campione d’Italia nel basket maschile e quest’anno punta a bissare il successo anche nel torneo femminile (ai nastri di partenza è fra le favorite).

Il cartellino della promessa salentina resta di proprietà della società brindisina Aurora, dove Benedetta Zacà ha giocato fino a giugno (in alcune partite è stata chiamata a dare manforte alla  rappresentativa maschile). Arriva  a Venezia dopo cinque anni di sacrifici e di soddisfazioni. I primi canestri con la maglietta della Devils Basket Nardò. Poi a fare esperienza (con annessa scorpacciata di titoli) fra Brindisi (Aurora, Bozzano, Volo Rosa e ancora Aurora) e Monopoli (Action Now). Nel curriculum diverse convocazioni nelle rappresentative regionali di categoria.

Per la talentuosa playmaker di Nardò comincia ora un’esperienza nuova. Il salto nell’under 16 del basket veneto (fra i più duri e competitivi) la chiama all’appuntamento con il percorso che conduce alla maturità: chi la conosce bene giura che “Benedetta lo affronterà con l’entusiasmo e la concentrazione  che hanno fatto di lei una delle promesse più interessanti del basket pugliese”. Ma per non perdere il contatto col mondo tipico della sua età, la cestista è fra i banchi del Liceo scientifico Luigi Stifanini di Mestre, a due passi della foresteria della Reyer. Con sempre accanto il  papà Giuseppe e la mamma Gabriella Greco.

GALLIPOLI. “Denuncio ed invito alla denuncia. Molto probabilmente per filiazione da un ormai insopportabile clima antiscientifico, oscurantista e credulone, questa notte a Presicce sono stati distrutti quattro innesti su ulivi nell’ambito di un progetto di ricerca Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche, ndr) finalizzato a rendere le piante resistenti alla Xylella”: la denuncia è del presidente della Commissione regionale bilancio, Fabiano Amati e arriva proprio nelle ore in cui a Bruxelles si decide se concedere il permesso di reimpianto nella zona colpita dal batterio da quarantena. Entro domani infatti il Comitato fitosanitario permanente europeo si pronuncerà in merito, sotto la pressione degli olivicoltori salentini delle loro associazioni e dei parlamentari pugliesi, in prima fila con Raffaele Fitto e Paolo De Castro, e la Regione Puglia col presidente Emiliano e l’assessore Di Gioia.
“Ritengo che tale danneggiamento – prosegue nella sua nota Amati – sia frutto di un piano preordinato perché conosco il movimentismo antiscientifico che ruota intorno all’epidemia Xylella; all’inizio attestato sulla contrarietà alle eradicazioni e alla formazione delle fasce di contenimento ed oggi evolutosi nella contrarietà alle prove di innesto per preservare, a loro dire, le specie autoctone. Senza accorgersi, purtroppo, che così facendo potrebbero al più concorrere alla creazione del nuovo paesaggio lunare pugliese. Esprimo solidarietà al proprietario degli ulivi Giovanni Melcarne (produttore di una Dop del Capo di Leuca, ndr) che ha sporto formale denuncia, e ai ricercatori del Cnr”.
“Qualora venisse ritirato il divieto di impiantare ulivi – ha dichiarato il portavoce del comitato degli olivicoltori salentini, Cosimo Primiceri di Casarano– non ci sarà da festeggiare perché si comincerà soltanto un nuovo lungo percorso”. Il comitato è animato da quanti contestano anche le proprie associazioni di categoria, giudicate poco incisive e determinate in questa battaglia. Il 12 scorso si è tenuta su loro iniziativa una manifestazione di protesta a Lecce.

Voce al Direttore

by -
Le immagini che scorrono e scorreranno sugli schermi fino a sera tardi ed in parte anche domani, sono le ultime che hanno il sapore...