Home Notizie

GALLIPOLI. Tanti auguri di buon compleanno alla signora Agata Buccarella, gallipolina classe 1915 che domenica 23 luglio festeggia l’ambito traguardo dei 102 anni. Madre di quattro figli: Antonio, Annarita, Michele e Luigi (Don Gigi De Rosa, rettore del Santuario del Canneto); nonna di sei nipoti e bisnonna di sei pronipoti (di cui il più piccolo di appena due mesi), la signora Agata è una donna forte e dalla vita intensa, della quale, grazie alla sua mente ancora lucidissima, ricorda tutto fin nei minimi particolari. << Mio padre, Emanuele Buccarella, partecipò alla Prima guerra mondiale e morì poco dopo il suo ritorno, quando ero ancora molto piccola-racconta la signora Agata- per questo purtroppo non lo ricordo bene. Mia madre invece faceva la sarta, si chiamava Marina Sogliano e aveva tantissime allieve a cui insegnava il cucito. Tra queste, c’era anche Clementina Metti, 102 anni come me, che ora vive ad Alezio con cui sono sempre rimasta amica. A me, in verità, non piaceva affatto cucire, solo ricamare: per questo non ho voluto seguire le orme di mia madre. All’epoca poi ricordo che la mia maestra di Catechismo era Lucia Solidoro, che fece un miracolo ad una mia amica e per la quale è iniziata la ricerca, affidata attualmente a mio figlio, Don Gigi, per vedere se si può iniziare processo di beatificazione>>. Tantissimi i ricordi che le vengono in mente: dai momenti passati sui banchi della scuola di Santa Chiara, nel centro Storico, dove a 13 anni conobbe per la prima Luigi, l’uomo che sarebbe stato suo marito; dalle lezioni di disegno che amava tanto alle recite scolastiche, dove interpretava la parte di una Miss inglese (di cui ancora ricorda qualche battuta); l’attivismo politico, diventata maggiorenne; il matrimonio con Luigi De Rosa a 27 anni e la partecipazione del marito alla Seconda Guerra Mondiale, dove racconta con orgoglio che lo stesso, mentre si trovava in Albania, salvò la vita ad un Alpino; il viaggio a Brindisi con il marito, sempre durante la seconda Guerra Mondiale, e i bombardamenti notturni durante i quali rischiarono la vita. E poi ancora, finita la guerra, il lavoro nell’alimentari di famiglia, in Via Antonietta De Pace, fino al 1975; e una vita dedicata ai figli ed ai nipoti.  Raccontano i figli e i nipoti che ancora oggi, ogni mattina la signora Agata passeggia nel giardino e ogni sera, con qualsiasi tempo, va alla messa che celebra il figlio nella Chiesa del Canneto. Inoltre, pochi giorni fa, ha voluto essere la prima ad entrare a vedere la Chiesetta di Santa Cristina, appena restaurata. << Il segreto per vivere a lungo è mangiare di tutto- conclude la signora Agata- come faccio io: pesce, carne, frutta e verdura. Ed un bicchiere di vino non mi è mai mancato a tavola. Ed anche se il dottore me lo ha sconsigliato, vado matta per i fritti, soprattutto i calzoni>>.

Edizione passata della Sagra del Diavolo

Antonio D’Aprile

GALATONE. È stata presentata ufficialmente ieri pomeriggio con una conferenza stampa del sindaco Flavio Filoni: l’edizione 2017 dell’Estate Galatea è già partita, con un calendario ricco di iniziative che animeranno vari nodi della città da qui alla fine di settembre. C’hanno pensato gli alunni e i docenti dell’istituto “Enrico Medi” ad aprire le danze: il Palazzo Marchesale ha ospitato la loro “Le allegre historie del Decamerone”, per la regia di Antonio D’Aprile, nell’ambito del progetto “A teatro insieme” (il “Medi” tornerà sul palco per “L’eremita galateo” di Antonio De Ferrariis). È stata invece il Chiostro dei Domenicani la cornice per la settima edizione di “Tempo di musica”, organizzata da “Piccolo Principe” e “A Levante”, quest’anno sulle note del musicista Raf Qu.
Numerosi gli appuntamenti religiosi in programma, così come gli itinerari paesaggistici in calendario tra agosto e settembre, ma a farla da padrone sono il teatro e la musica. Dal 16 al 20 agosto spazio alla rassegna in vernacolo “Vox Populi”, ideata dalla “Compagnia ti Santu Luca”, che torna per il quinto anno; tornano anche la Sagra del Carnevale (5 e 6 agosto), la Sagra del Diavolo (il 20 e il 21 agosto) e la “Corrida” itinerante, organizzata dalla parrocchia Santi Medici. Ben due eventi – poi – dedicati agli amici a quattro zampe, l’esibizione dell’ensemble “Tito Schipa”, gli incontri con gli autori organizzati dalle associazioni coinvolte, e diversi appuntamenti legati alla pizzica (12 agosto c’è la “sagra”, il 13 la presentazione del volume “Odino nella terra del rimorso”).
A inizio settembre chiacchierata con i parroci, mentre per la fine luglio ecco i “Galatonesi nel mondo” e “Galatone in giallo zafferano”, di Itaca Onlus. Soddisfatto il primo cittadino, che nella formazione della Giunta ha mantenuto la delega alla cultura: “Ringraziamo per la preziosa collaborazione le associazioni e le Parrocchie che hanno partecipato alla stesura del cartellone degli eventi – ha detto – stiamo lavorando a diversi bandi ed entrando con le associazioni in alcuni circuiti che permettano delle buone programmazioni. Quest’anno – ha sottolineato – abbiamo realizzato un calendario in pochi giorni, cominiciando subito dopo lo elezioni. In totale spenderemo circa 13.500 euro”.

TeresaBellanova

Sarà un incontro per avvicinare le Istituzioni nazionali alle realtà locali quello di lunedì 24 luglio tra il viceministro Teresa Bellanova e gli enti che fanno parte del tessuto economico-sociale del Gruppo di azione locale (Gal) “Terra d’Arneo”. Durante la giornata, secondo il programma comunicato,  saranno visitate le aziende Duriplastic e Cantina Leone de Castris a Salice Salentino; Gelmar e N&C a Veglie; Cantina sociale Vecchia Torre e Azienda agricola Conti Zecca a Leverano. Cosimo Durante, presidente del Gal, di cui fanno parte anche Nardò e Gallipoli, accompagnerà l’on. Bellanova  durante la sua visita. “Ancora un’occasione per rendere protagonista il territorio – commenta Durante – con le sue aziende, vero lievito della nostra economia e del progresso che negli ultimi anni sta portando il Salento e la Terra d’Arneo ad essere riconosciuti come luoghi dalla rinnovata capacità produttiva e di rinomate. Il nostro auspicio, come GAL, è che aumenti la consapevolezza degli imprenditori locali, nel loro ruolo di creare valore economico e sociale, e l’incontro con il Vice Ministro non può che essere da stimolo in questo processo ”.

GALLIPOLI. Andava in giro con un fucile a canne mozze e cartucce il 42enne Stefano Della Rocca, arrestato nella notte dai poliziotti del commissariato di Gallipoli. Non è stato facile incastrare l’uomo, noto pregiudicato, che all’alt degli agenti ha risposto dandosi alla fuga e cercando di sbarazzarsi – invano – di un borsone contenente l’arma, con matricola cancellata e tre cartucce. Tutto è cominciato intorno alla mezzanotte scorsa quando un gruppo di giovani sul lungomare Galilei ha avvicinato la pattuglia della polizia per raccontare di aver udito, nei pressi dei furgoni ambulanti dediti alla vendita di cibi e bevande, due colpi di arma da fuoco. Ad un primo controllo Della Rocca, che stava bevendo una birra in uno di quei tavolini, se l’è cavata, non risultando alcunché a suo carico. Ma i poliziotti sono rimasti in zona per entrare in azione nuovamente quando l’uomo ha preso la Panda che solitamente usava per i propri spostamenti per dirigersi in via Udine; all’incrocio tra via della Provvidenza e via Arene è stato intimato l’alt a cui Della Rocca ha risposto iniziando una fuga disperata in ia Brindisi e quindi in via Gandhi; sul cavalcaferrovia prima dello stadio ha buttato dal finestrino un borsone con dentro il fucile marca Bernardelli e tre cartucce; il contenitore è stato subito recuperato dai poliziotti che hanno bloccato l’uomo nei pressi dello stadio comunale. Con l’arresto sono scattate le accuse di detenzione abusiva di arma clandestina e spari in luogo pubblico. Il pregiudicato guidava nonostante la patente gli fosse stata sospesa dalla Prefettura. L’operazione ha avuto il suo epilogo quando gli agenti, tornati nell’area retrostante il furgone dei panini hanno rinvenuto in un cestino dei rifiuti due cartucce già usate, i cui scoppi molto probabilmente erano stati uditi dai giovani che poi avevano dato l’allarme.

by -
0 274

Turisti nel centro storico

GALLIPOLI. Comuni mobilitati per partecipare al bando da 16 milioni della Regione per realizzare manifestazioni attraenti da ottobre a maggio prossimi, cioè in “bassa stagione” dal punto di vista turistico. Nei giorni scorsi Castrignano del Capo, con Leuca e Patù e Gagliano hanno sottoscritto un accordo per concorrere insieme a questa operazione di destagionalizzazione del flusso dei visitatori, finora troppo concentrato nei due mesi estivi. Gallipoli ha invece tenuto un incontro con i vertici di “Puglia promozione”, agenzia della Regione, per definire alcuni ambiti di fondo. Tutti i Comuni in gara devono però fare i conti con i tempi tecnici  necessari alla preparazione di progetti il più possibile adeguati allo scopo, mentre la Giunta regionale preme per varare l’avviso pubblico al più presto e poter iniziare il programma di eventi già da ottobre. Il cronoprogramma regionale, qualora venisse attuato, costringerebbe le macchine burocratiche comunali a funzionare a pieno regime in agosto, quando già la quotidianità assorbe molte delle risorse disponibili, come si può riscontrare nelle località turistiche più affollate tipo Gallipoli. Queste difficoltà sono state fatte presente ai dirigenti regionali che però premono per assegnare il prima possibile i fondi agli Enti locali che risulteranno vincitori. Un dilemma che denota, al di là dell’esito finale, una insufficiente programmazione su di un tema così delicato ed a lungo perseguito: spalmare i villeggianti che desiderano venire nel Salento lungo un arco di tempo che duri un intero anno.

Gallipoli – Non potevano passare inosservati quei giovani che in modo del tutto inusuale stanno ripulendo le Mura del centro storico e il Castello, da tempo infestati di erbacce: è il loro modo di procedere che sta suscitando la curiosità, anche di chi è solito raggiungere il mare direttamente dalle mura scendendo dalle cosiddette “patate” (che non vanno confuse coi gustosi tuberi, ma sono delle rientranze appositamente scavate a mo’ di scala a pioli che, come si diceva consentono ai più audaci di utilizzarle).

Gli ospiti di questi giorni, invece, stanno lavorando su incarico del Comune. “Dopo essersi assicurati con robuste funi , si calano utilizzando tecniche speleo-alpinistiche e così con l’ausilio di particolari decespugliatori, recidono a raso la vegetazione spontanea disseminata lungo le mura, che poi trattano con diserbanti ecologici, lavorando in piena sicurezza e nel rispetto delle norme antinfortunistiche”: così descrive l’operazione di questi giorni il presidente della commissione consiliare Ambiente Sandro Quintana, promotore dell’iniziativa. “Li avevo visti all’opera a Perugia, con ottimi risultati”, conclude il presidente. Così, dopo averne parlato in Commissione e fatto a fine giugno un sopralluogo congiunto tra un loro incaricato e il vicesindaco Cosimo Alemanno, lo stesso Quintana e il dirigente dell’ufficio tecnico, con una determina dirigenziale dei primi di luglio, per 3mila euro sono stati affidati i lavori all’associazione sportiva dilettantistica “Estrema Outdoor” di Lecce.

Mauro Gaetani

TAVIANO. “Creare una rete articolata e organizzata tra i circoli Pd e realizzare una grande assemblea di comunità itinerante che faccia tappa in tutti i comuni del Salento e coinvolgere le diverse comunità della provincia”: questo il progetto politico e sociale, finalizzato ad accrescere la partecipazione politica, chiamato “Uniti per crescere”, e ideato dal segretario democratico Mauro Gaetani, del Circolo cittadino “Antonio Gramsci”. Ma da dove nasce questa idea? “Bisogna non fermarsi – risponde Gaetani – e ricominciare a porre le basi di un nuovo progetto politico territoriale, nell’attesa della fase congressuale per gli organi provinciali e di circolo. Occorre ridurre quella spaccatura sempre più ampia fra i cittadini e il partito, avviando un’opera di riconnessione con la base e i giovani”. Operativamente l’attività dovrebbe concretizzarsi nell’organizzazione di tavoli tematici con la compartecipazione di cittadini ed esperti. In questo contesto dovrebbero essere elaborate  proposte programmatiche migliorative di criticità specifiche che richiedono un adeguato approfondimento politico e una seria interlocuzione con il partito provinciale, regionale e nazionale. Gaetani parla di “giornate della partecipazione in cui ogni cittadino diventerà il sindaco della propria città e offrirà una panoramica delle tematiche e delle problematiche che intenderebbe affrontare”. Gaetani ha creato anche un esecutivo rinnovato con la delega per un raccordo con i circoli limitrofi, di cui fanno parte Alberto Longo, Giuseppe Gianfreda, Nadia Cortese e la consigliera comunale Barbara D’Argento.

PRESICCEFa tappa al palazzo Ducale di Presicce la mostra di pittura “Trans Oppidum” con le opere di Sophia Cull. La personale è allestita da domenica 23, alle 20, presso la Sala del trono in piazza del Popolo. Si possono ammirare oli su tela e lavori su organza realizzati dall’artista tedesca di recente apprezzata anche a leuca (presso le Scuderie di Villa la Meridiana). «È dal 1978 che torno in Puglia, a Morciano di Leuca, diventata per me una seconda patria. Amo questi luoghi per gli amici di gioventù e per la loro natura sempre affascinante. Anche l’idea dei miei quadri su organza è nata qui. Si tratta di successivi strati di organza lavorata con stampa e pittura, in cui sullo strato di stoffa iniziale ne viene sovrapposto un altro che nasce per questo dalla trasparenza di ciò che si intravede», afferma l’artista.

San Mauro

SANNICOLA“Fotografando sotto le stelle a San Mauro” è l’appuntamento di domenica 23 luglio promosso dalla Pro loco di Lido Conchiglie con il patrocinio del Comune di Sannicola. L’obiettivo è quello di “promuovere il territorio tramite l’arte della fotografia”, fanno sapere i promotori. Si tratta di un workshop fotografico, promosso in collaborazione con il team Milkywayhunters, presso l’abbazia di San Mauro. Durante la serata sarà pure possibile osservare il cielo tramite telescopi. Nell’iscrizione (informazioni ai numeri 349/7774344 o 0832/209019) è inclusa una cena a buffet presso la “Braceria Casolare”.

La Busacca

CASARANOAl via a Casarano la prima edizione della rassegna “ViviAmo il teatro”, organizzata dalla Scuola paritaria internazionale San Giovanni elemosiniere e curata della compagnia “La Busacca”. Si parte domenica 23 luglio con “La Fortuna con la effe maiuscola”, commedia in tre atti composta da Eduardo De Filippo nel 1942. Il 27 agosto, invece, andrà in scena “L’isola degli schiavi”, commedia in due atti, scritta nel 1725 da Pierre de Marivaux. Il cartellone sarà chiuso il 2 settembre dallo spettacolo «Caro Totò», un omaggio al principe della risata. Tutti gli appuntamenti si terranno nell’atrio della scuola di via Cavour, con sipario alle 21 ed ingresso libero.

 

Sara Vita Felline

I Malfattori

MATINODivertimento e solidarietà per la serata organizzata domenica 23 luglio,alle 21, presso il Villaggio del fanciullo di Matino. Anspi e Triacorda propongono il cabaret dei Malfattori e altre sorprese, tra le quali la prevista partecipazione del talento di casa Sara Vita Felline, per sostenere l’ospedale pediatrico del Salento. “Insieme per regalare un sorriso” è il titolo della manifestazione. Il biglietto (tre euro in prevendita, quattro all’ingresso) comprende il posto a sedere durante lo spettacolo e la partecipazione all’estrazione dei premi messi in palio grazie alla disponibilità di alcuni sponsor.   

CASARANOTra Palazzo De Donatis e la chiesetta di Santa Maria della Croce le serate musicali estive proposte a Casarano dall’associazione culturale “Archeo Casarano”, in collaborazione con Comune e Pro loco. Il via domenica 23 luglio, alle 22, presso la storica dimora di via Roma con i Daltonic Blue (Chiara Fersini, Antonio Pappadà, Emanuele Piccinni, Ruggero Maglie, Giuseppe Maglie), giusto equilibrio tra “new wave” e “trip-hop” con venature Rock Indie. Insieme a loro i Camden, nel ruolo di special guest, che presenteranno alcuni brani del loro terzo album in uscita nei prossimi mesi. Il 13 agosto, sempre a Palazzo De Donatis, di scena “La municipàl” ed il 25 agosto, a Casaranello, il concerto d’arpa di Angela Cosi.

Davide Barletti

Matteo Greco

Fabrizio Saccomanno

TAVIANOPrende il via nel centro storico di Taviano la rassegna “Girodicorte” organizzata dalle associazioni Vittorio Bachelet, la Piazza e Terre Bruciate. Tanti gli eventi e le serate in programma fino a settembre. Di fila le prime tre serate. Si inizia domenica 23 luglio, alle 21 presso corte Melica, con “Da grande voglio fare il Meridione” concerto poetico di Matteo Greco  con lo stesso autore e Daniele Vitali. Lunedì 24, alla 21 in corte Garibaldi, altra serata con il film “La guerra dei cafoni” di Davide Barletti  e Lorenzo Conte cui seguirà il dibattito con il regista Barletti. Martedì  25, sempre alle 21 in corte Garibaldi, teatro con “Gramsci, Antonio detto Nino”, di Fabrizio Saccomanno e Francesco Niccolini. Le serate prevedono mostre fotografiche, consultazione di libri su Taviano e dintorni, dirette streaming e “la piazza web” oltre a visite guidate nel centro storico.

SANNICOLA. Tre cuccioli da salvare, due femminucce ed un maschietto, sono “ospiti” dell’associazione Quattrozampe a Sannicola. «Siamo alle solite: sono stati abbandonati in una scatola nelle campagne. Siamo intervenuti su richiesta – affermano i volontari – ma non avendo stallo disponibile possiamo solo alimentarli. Li abbiamo sverminati e spulciati. Cerchiamo per loro una adozione seria e le due femminucce dovranno essere sterilizzate. Chi voglia adottarli può contattare l’associazione tramite il profilo facebook». Intanto l’associazione Quattrozampe Sannicola ha organizzato un burraco per beneficenza domenica 23 luglio alle 19.30 presso il parco di Chiesanuova.

GALLIPOLIBen 14 violazioni nell’occupazione di suolo pubblico sono state rilevate a Gallipoli, nella sola giornata di ieri e lungo il solo corso Roma, dalla locale Polizia municipale. I vigili intervenuti hanno riscontrato varie anomalie fino all’occupazione senza titolo autorizzativo per alcuni locali  commerciali. Un controllo che proseguirà con regolarità, anche in altre zone della città, come garantito dal sindaco Stefano Minerva: «Sono veramente orgoglioso dell’ottimo lavoro che il corpo di Polizia  Municipale sta svolgendo in un periodo così critico e in cui è più  facile, più del solito, puntare il dito. Sono state riscontrate anomalie  in molti locali e ciò mi lascia perplesso. L’occupazione del suolo  pubblico illecita mi sconforta, nonostante tutti i ripetuti appelli ad  attenersi alle regole». L’invito rivolto agli esercenti commerciali è quello di “attenersi alle regole e alla legge”. Intanto per la festa patronale di Santa Cristina, dal 23 al 25 luglio, entra in vigore l’ordinanza che vieta la vendita di alcolici e altre bevande nelle bottiglie di vetro nelle aree interessate dalla festa e nel raggio di 500 metri dalle stesse. La zona in questione è quella compresa tra corso Roma, via Foggia, viale Bari e l’area sterrata a fronte del parcheggio del cimitero. La finalità è quella di garantire il decoro della città, con riferimento alla prevedibile dispersione delle bottiglie vuote, e la sicurezza per possibili “usi impropri” delle stesse. Per tale motivo sarà vietata agli esercenti (anche con distributori automatici) e agli  operatori autorizzati all’esercizio del commercio su area pubblica. Tali direttive sono contenute nella circolare dello scorso 6 luglio emanata dal Ministero degli Interni.

La motozappa rubata e poi ritrovata

La Stazione dei Carabinieri a Tricase

Carabinieri di Tricase

TRICASE. Furto di motozappa con finale a sorpresa a Tricase Porto. I carabinieri della locale Stazione sono, infatti, riusciti a rintracciare l’attrezzo agricolo che era stato rubato all’alba del 19 luglio da un’abitazione della marina. Dopo la denuncia del proprietario, i militari si sono orientati sul 52enne (del posto) P.M. il quale nei giorni precedenti il furto era stato notato nei pressi dell’abitazione in questione. Con somma sorpresa del legittimo proprietario della motozappa, quest’ultima non solo è stata ritrovata dai carabinieri ma gli è stata restituita pure con gli ingranaggi perfettamente oliati. Altro intervento dei militari a Miggiano dove il 44enne del posto D.S.D. nel corso dell’attività di volantinaggio si è impadronito di un cellulare (270 euro il suo valore) distrattamente lasciato incustodito all’interno di un furgone. A riprendere il furto è stata, però, la telecamera di un impianto di videosorveglianza e così i carabinieri hanno potuto identificare l’autore del colpo. L’uomo, però, immaginando che qualcosa non fosse andato per il verso giusto, si è disfatto del telefonino. A risarcire il derubato ci ha pensato il proprietario della ditta dove lavora il 44enne che, venuto a conoscenza dell’episodio, ha voluto risarcire la vittima del danno economico subito.  

Capitan Rosciglione

L’entusiasmo dei tifosi del Casarano

Da sinistra Franco Bellante, Fernando Totaro, Antonio Filograna Sergio, Pietro Sportillo e Dario Primiceri

CASARANONuovo volto per il Casarano Calcio ai nastri di partenza del campionato di Eccellenza. La società rossoazzurra si è presentata alla cittadinanza ieri sera in un auditorium comunale gremito di tifosi e sportivi, tra cori e applausi. Tante le novità che caratterizzeranno la nuova stagione agonistica, a cominciare dall’impegno economico di Antonio Filograna Sergio, nipote dell’indimenticabile presidente Antonio Filograna che portò il Casarano a sfiorare la serie cadetta. È probabile che la Leo Shoes, presieduta da Filograna junior, sarà il main sponsor del Casarano. Da registrare anche il cambio di presidenza, con Fernando Totaro che prende le redini societarie, affiancato dall’ex presidente Dario Primiceri, in qualità di suo vice. Graditissimo ritorno quello di Franco Bellante, in qualità di segretario. Non mancano le conferme. Una su tutti quella del tecnico Pietro Sportillo. Del resto dopo la scorsa stagione, nella quale è riuscito a portare il Casarano ai play-off al suo esordio da allenatore, non poteva non essere riconfermato. Sciolto anche il nodo stadio. Proprio ieri, il sindaco Gianni Stefàno – presente all’incontro – ha confermato la disponibilità del “Capozza” per la prossima stagione. L’entusiasmo è alle stelle e pare essersi ricreata l’alchimia dei vecchi tempi, ma per poter aspirare a grandi imprese è necessario l’impegno di tutti. Da qui l’appello di Totaro e Primiceri a rispondere compatti alla campagna abbonamenti che partirà nei prossimi giorni. Se lo scorso anno gli abbonati sono stati circa 250, quest’anno si punta a superare quota 500. Un ricordo particolare è stato rivolto all’ex capitano Luca Rosciglione che dopo 276 presenze con la casacca del Casarano ha dato l’addio al calcio giocato, non mancando di salutare con affetto i suoi tifosi: «Ho sempre desiderato finire la mia carriera calcistica nel Casarano e così è stato, dando tutto me stesso per questa maglia fino al mio ultimo allenamento. Sono stati undici anni fantastici e porterò con me dentro il mio cuore tutto: sia gioie che dolori. Con questo vorrei ringraziare tutte quelle persone che dal mio primo giorno qui mi hanno apprezzato sia come calciatore ma soprattutto come uomo,perché nella vita il calcio finisce l’uomo rimane».

GALLIPOLI. Arriva il potenziamento del servizio rifiuti che durerà fino al 15 settembre. Nelle prossime ore la Giunta dovrebbe dare il via libera ufficiale alla nuova concessionaria del servizio, la “Gial Plast srl” di Taviano con partner lombardo, che ha fatto presente queste necessità per la stagione estiva, quantificando la somma necessaria in 106mila euro circa. Con questi soldi la ditta assumerà 12 operatori ecologici nei mesi di luglio e settembre e 21 in agosto; inoltre per l’intero periodo s’impiegheranno altri cinque automezzi tra compattatori e vasche-costipatori. Come si ricorderà, i vincitori della gara per il servizio rifiuti nell’Aro 11 di cui Gallipoli è capofila opereranno in via provvisoria fino alla sottoscrizione del contratto da parte dello stesso Ambito rifiuti ottimale. Il potenziamento di cui si occuperà presto la Giunta guidata dal Sindaco Stefano Minerva, prevede un aumento pari al doppio della frequenza dello svuotamento dei cassonetti a caricamento laterale per plastica e carta mentre sarà triplicato in agosto; la raccolta di vetro e del “porta a porta” sarà di tre giorni la settimana in luglio e in settembre, ma ad agosto sarà di sei giorni (era previsto solo un intervento settimanale); le “campane” saranno svuotate del litorale sud per il vetro saranno liberate dal loro carico appena risulteranno sature. Infine i servizi pomeridiani sulla litoranea nord  saranno svolti da un autocompattatore; un altro automezzo simile opererà sulla litoranea sud e a Baia verde. Lo svuotamento dei cestini in centro città sarà quotidiano nella fascia oraria dalle 18 alle 22.

CASARANO. Nuova serata di disinfestazione a Casarano. A causa della rottura del mezzo nebulizzante, l’intervento programmato nella notte tra giovedì e venerdì è stato interrotto e, dunque, la prevista disinfestazione contro mosche, zanzare e blatte sarà effettuata questa sera a partire dalle ore 23. Resta sempre valido il consiglio di chiudere porte e finestre della abitazioni e di ritirare i panni stesi. Il calendario  messo in atto dalla Igeco costruzioni spa, la società che svolge il servizio di igiene urbana in città, prevede il prossimo intervento sul territorio comunale e le aree verdi nella notte tra il 10 e l’11 agosto.

 

Occupavano abusivamente porzioni di demanio marittimo gli ombrelloni e i lettini sequestrati ieri a Torre Lapillo e Torre Vado dalla Guardia costiera. Nel primo caso i militari sono intervenuti con due distinti sequestri a carico di chi aveva occupato vaste aree demaniali marittime con oltre 100 arredi balneari di vario tipo. L’intervento della Guardia costiera, congiuntamente a carabinieri e polizia municipale, ha permesso di rendere di nuovo fruibile decine di metri quadrati di spiaggia libera. A carico dei trasgressori si configurano i reati di occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo oltre al deturpamento del cordone dunale nonché la modifica dello stato dei luoghi operata mediante la posa degli arredi sulla pregiata e protetta fascia di arenile sulla quale insistono rare specie vegetali. Analogo intervento quello svolto nella medesima giornata dai militari dell’ufficio locale marittimo di Torre Cesarea in altra porzione del litorale, sempre a Torre Lapillo e dai colleghi dell’ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca nei pressi della “Spiaggetta del milanese” a Torre Vado. Anche in questi casi, oltre alle denuncie per le condotte illecite, i militari hanno posto sotto sequestro diversi ombrelloni e sdraio mediante i quali erano stati sottratti alla pubblica fruizione vaste aree di demanio.

NARDÒ. Alba particolarmente movimentata quest’oggi al campo dei braccianti migranti di località Boncuri. Alle prime luci del mattino sul posto dove ci sono oltre 300 lavoratori censiti (non si sa quanti siano quelli non registrati) sono arrivate numerose pattuglie di poliziotti, alcuni anche in borghese, e sono cominciati i controlli a tappeto. Lo scopo evidentemente è quello di individuare eventuali rapporti di lavoro anomali – al limite della schiavitù  come accertato in una recente sentenza riguardante gli anni intorno al 2010 – o presenze estranee al mondo del lavoro ma che di quello di nutrono incrociando persone con assoluto bisogno di lavoro e richieste di manodopera. L’operazione è andata avanti fino a dopo mezzogiorno. Non si conoscono altri particolari che sicuramente la Questura di Lecce renderà noti nelle prossime ore. Il massiccio intervento viene dopo alcuni giorni in cui prima il camper per la legalità della Cgil, poi  una commissione del Consiglio italiano per i rifugiati hanno riscontrato nel campo poco lontano da Masseria Boncuri una situazione ormai al limite e addirittura “terra di nessuno”, con presenze quotidiane di persone conosciute come caporali.

SANTA CATERINA. Preghiera, sport, sagre e teatro nell’estate 2017 della parrocchia di Santa Caterina di don Piero Inguscio. Oltre al ricco programma strettamente liturgico e delle adorazioni eucaristiche, i momenti da segnare di rosso sul calendario sono principalmente quattro: il 22 luglio monsignor Fernando Filograna, vescovo della diocesi Nardò-Gallipoli, terrà la celebrazione del sacramento della Confermazione; il 13 agosto la giornata di sensibilizzazione pro parrocchia; due giorni dopo la solenne assunzione B. V. Maria al cielo; il 24 agosto i grandi festeggiamenti in onore di Santa Caterina d’Alessandria. E poi le sagre: il 30 luglio la fiera del dolce e del salato, nonché giornata pro carità con raccolta di alimenti a lunga conservazione a cura del gruppo Caritas della parrocchia; il 3 agosto la sagra della pettola, il 21 del pesce.

Per gli amanti del teatro l’agenda è piena: dopo l’esordio il 15 con “Pensaci Giacomino” di Pirandello, la compagnia “La Busacca” di Francesco Piccolo si esibirà il 29 luglio (“Caro Totò”), 12 agosto (“La Mandragola” di Macchiavelli) e 26 agosto (“L’isola degli schiavi” di Marivaux); il 5 agosto il concerto corale “G. Gallo”, il 9 il recital musicale “L’amore è una cosa meravigliosa”, il 19 Gregorio Caputo in “Ridendo sotto le stelle”. Infine lo sport sotto la direzione del professore Tommaso Vergari: luglio e agosto (nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì) in movimento con calcetto, mini basket, mini volley, tennistavolo e zumba kids.

Foto di archivio

Foto di archivio

GALLIPOLI. Una “accensione musicale” tutta nuova ed originale sarà lo spettacolo di apertura – che poi si replicherà nel corso delle tre serate con scansioni di un’ora – della 150ma festa di Santa Cristina, compatrona di Gallipoli. Si chiama “Firmamento”  ed è una favola ispirata alla “Steddha te santa Cristina” con protagonista Sirio, la stella più luminosa che corona la costellazione del Canis major. Un astronomo la segue e la studia da anni. Nella sua ricerca viene abbagliato proprio dalla sua luce, che lo fa sentire parte di sé, fino a trasformarlo nella silente notte astrale in un essere umano al quale Sirio regalerà il potere che gli permetterà di entrare nel mistero del creato e della via luminosa delle stelle. A tale richiamo risponderanno altre costellazioni che doneranno alla terra la luce magica delle stelle e daranno il via al periodo di Gran caldo sul pianeta.
Partiti col proposto di rispolverare gli “antichi fasti”, i componenti il comitato  hanno cominciato da qui. “Abbiamo voluto dare nuova vita alle luminarie, che già danno spettacolo di sè qui nel Salento – dicono – creando uno spettacolo per l’ occasione della festa di Santa Cristina, in maniera da rendere la nostra festa tutta nuova e differente da altre. Nella speranza che  questo momento diventi un appuntamento fisso sempre in crescita e magari con nuovi stimoli artistici che caratterizzeranno la Festa di Gallipoli per antonomasia”. Col direttore artistico Alberto Greco, il presidente Benito Carrozza e gli altri membri ne hanno parlato in una conferenza stampa questa mattina, una volta superati gli ultimi intoppi dettati dalle nuove norme di sicurezza e antiterrorismo, riguardanti la viabilità sul tratto terminale di corso Roma. Il Sindaco Stefano Minerva e l’assessore Emanuele Piccinno li hanno ringraziati, senza dimenticare i responsabili dei vari settori del Comune che si sono attivati in merito, il comandante della Capitaneria di porto, fino al sostegno di don Piero De Santis e don Gigi De Rosa. “Sarà la festa più bella degli ultimi dieci anni”, ha detto Minerva, ricordando che in pratica dietro c’è quasi un anno di lavoro.
Tra le altre novità, che ovviamente s’incastrano con la forte devozione verso la santa, c’è il ritorno dei fuochi a mezzogiorno e quelli spettacolari dal molo del porto  la sera del 25. “Abbiamo colmato un vuoto con l’accensione personalizzata e adeguata a Gallipoli”, afferma il presidente Carrozza, che racconta come persino cambiare il palo della Cuccagna (“rottosi dopo 25 anni, era di mio nonno”), ha incontrato difficoltà inattese; alla fine ne ha trovato uno adeguato in Calabria, undici metri di castagno che anche quest’anno vedrà tra gli animatori lo “storico” Giuseppe Siciliano. La “villa” irrorerà di luci tutto il corso quest’anno e nel centro storico cinque balconi antichi saranno addobbati con fiori e piante. La processione tradizionale sosterà vicino alla chiesetta appena restaurata; lì il coro intonerà una preghiera scritta da Andrea Casole dal titolo “Salve, dolce Cristina”.
“Speriamo che vada tutto bene”, l’augurio finale. Non senza un piccolo rimprovero ai concittadini dal braccino corto (“ma l’80% dei commercianti ci ha sostenuti”) e qualche gesto di rabbia fuori luogo per gli inevitabili disagi durante il montaggio delle parazioni luminose da aprte della “Massimo Mariano luminarie”.

by -
0 265

Gallipoli – “Ho sempre avuto grande fiducia nella giustizia, anche nei momenti più difficili. Dopo tre anni in cui qualcuno ha provato ad insinuare dei dubbi, si deve rassegnare. Anche quel campionato è stato vinto alla grande”: il commento di Luigi Dimitri postato sul proprio profilo Facebook, ha il sapore dell’urlo liberatorio. L’ex direttore sportivo del Gallipoli dei miracoli, che nella stagione 2008/09 colse la storica promozione in Serie B, si è espresso attraverso il social network dopo la sentenza del Tar Lazio in cui era difeso dall’avvocato Gianluigi Pellegrino. Il tribunale amministrativo laziale ha sospeso infatti la sanzione dell’inibizione di tre anni di Dimitri, che era stato squalificato dagli organi di giustizia sportiva della Figc, con conferma da parte di quelli del Coni.

L’uomo che contribuì alla favola del Gallipoli dell’era Barba, era stato squalificato per illecito sportivo dopo la presunta combine della partita Gallipoli – Real Marcianise. Ora il Tar ha accolto l’istanza dell’avv. Pellegrino con cui si rinvia tutto sino alla decisione della Corte costituzionale. Alle parole di Dimitri sono seguite quelle di Generoso Rossi, portiere di quell’annata che ha commentato: “Perché, c’erano dei dubbi? Sappiamo noi cosa abbiamo passato quell’anno direttore”.

Piano sicurezza e viabilità “pre-concerto” attivo da stamattina in occasione di Battiti Live

Nardò. Piano sicurezza e viabilità “pre-concerto” attivo da stamattina. In attesa del “Battiti Live” di domenica 23 luglio, amministrazione comunale e forze dell’ordine danno il via alle misure per far sì che la serata musicale targata Radionorba in programma in piazza Diaz si svolga in sicurezza e armonia. Dalle 12 a mezzanotte di domenica 23 sarà vietata la vendita di alcolici in bottiglie di vetro e lattine; nella stessa fascia oraria vietata somministrazione di superalcolici, a prescindere dal contenitore. Sempre domenica 23 luglio dovranno essere rimossi cartelli, panchine, dehors, tavolini, sedie, ombrelloni e simili nell’area dell’evento. Operai e maestranze al lavoro da stamattina: palco che comincia a “prendere forma” davanti a piazza Castello ma anche alberi potati, buche riempite con sabbia e vigili urbani che presidiano l’area.

A proposito di vigili urbani, presso il comando di Polizia locale di via Crispi è stato attivato il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile e via XXV Luglio è già da stamattina in parte interdetta al traffico (percorribile solo dall’ingresso da Galatone fino all’incrocio con via Fiume e via Firenze), in attesa della chiusura completa a transito e sosta nelle prossime ore. La zona-concerto sarà off limits per ben quattro giorni (da oggi a lunedì), un test non semplice soprattutto per le numerose attività commerciali, che naturalmente sperano di “rifarsi” la sera del concerto. Stamattina le prime “avvisaglie” via Facebook: “Informiamo la nostra clientela – ha scritto il titolare di un’attività tra via Volta e via Vetere, invitando i propri clienti a non rinunciare a fargli visita – che il divieto di transito in via Vetere sarà attivo da domani!!!”. L’azienda di trasporto passeggeri “Marozzi” ha comunicato che in questi giorni la fermata neretina dei propri autobus si sposta da via XXV Luglio a via Galatone (distributore carburanti Ip). Il sindaco Giuseppe Mellone ha invitato i neretini a sopportare qualche temporaneo disagio. La “psicosi terrorismo” ha così fatto capolino anche a Nardò.

Intanto domani, sabato 22 luglio, alle ore 17:30 si terrà a Palazzo Personè un incontro di benvenuto alla presenza del sindaco Pippi Mellone, del presidente di Radionorba Marco Montrone e dei conduttori dello show, Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci.

Voce al Direttore

by -
Da luglio il vostro giornale andrà più in là, per diventare una “piazza” grande - in prospettiva - quanto il Sud Salento. Abbandoniamo perciò...