Note libere ma siano di qualità

by -
0 925

Taviano. Un evento dedicato alle voci emergenti del panorama pugliese, ai ragazzi di talento che hanno poche occasioni per mettersi in mostra. Il prossimo 5 agosto, presso il Parco Jonico di Mancaversa, si terrà “Una voce per Note libere”, manifestazione canora patrocinata dalla regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dal Comune di Taviano e dalla società GiEsse – Gestione Sinistri di Taviano. «L’associazione musicale e culturale Note Libere – afferma il responsabile organizzativo Daniela Toma -(foto) mediante  percorsi progettuali culturali e divulgativi, perfettamente in linea con i propri scopi statuari, persegue l’obiettivo principale di offrire, e lo fa da 12 anni, soprattutto ai ragazzi, sani momenti di incontro e di confronto, attraverso l’organizzazione e la proposta di attività e di manifestazioni, finalizzate a concorrere alla crescita sociale e alla promozione musicale e culturale di tutti coloro che desiderino condividere tali percorsi formativi e che scelgano di partecipare a tali iniziative» Nasce così “Una voce per note libere”, manifestazione che vuole offrire l’opportunità, attraverso il canto, di esprimersi e di confrontarsi. «Lo stesso Platone sosteneva che la musica è la parte principale dell’educazione perché il ritmo e l’armonia sono particolarmente adatte a penetrare l’anima – continua Toma – e dal momento che, come invece affermava Maria Montessori, la musica apre le porte del cuore e penetra l’anima, “Una voce per note libere” rappresenta un mezzo idoneo a tale scopo». La competizione in se stessa ha, quindi, un’importanza marginale, ma allo stesso tempo può risultare una interessante vetrina per chi possiede buone capacità canore e interpretative. Uno degli obiettivi, infatti, di questo concorso è anche quello di consolidarsi come appuntamento annuale per ricercare nuovi e bravi interpreti canori.“Una voce per note libere” infine ha anche uno sfondo benefico. Il ricavato della manifestazione, detratte le spese di allestimento, sarà infatti interamente devoluto, per il tramite del sindaco di Taviano, alle popolazioni dell’Emilia recentemente colpite dal terremoto.

CAP

Commenta la notizia!