Nonna Maria, preghiere e prediche a figli e nipoti

di -
0 1508

Alliste. È una donna “d’altri tempi” Maria Barlabà (foto), la vecchietta di Alliste che il 29 ottobre ha festeggiato il suo centoduesimo compleanno. E non lo è certo per la sua età secolare, al contrario perché in controcorrente rispetto alle sue coetanee “superstiti”.

Chiunque “osi” immaginarsela come la tipica nonnina che racconta per ore, in quel dialetto arcaico e quasi incomprensibile, aneddoti e vicissitudini ai propri nipoti, beh, dovrà desistere dal farlo.

Innanzitutto lei le ore le trascorre a cucire, leggere libri di preghiera e recitare rosari. E quando non è impegnata nell’ascolto di prediche religiose, alla radio o in Chiesa, le prediche non manca di farle lei: spaziano da un argomento all’altro i rimproveri che Maria riserva ai suoi due figli, Rita e Giuseppe, e ai suoi 6 nipoti e 8 pronipoti. Zero i rischi di non comprenderla…e di poter fare, dunque, l’“orecchio da mercante”: l’ultracentenaria parla un italiano perfetto.

Niente di più verosimile. Basta conoscere la sua storia: maestra in una fabbrica di tabacco ad Alliste, educata dalle suore fino a trent’anni.

È il “curriculum” a giustificare, perciò, il suo moralismo e rigore. Nel rapporto col cibo: nessun eccesso e pasti consumati sempre agli stessi orari (e forse proprio questo è anche uno dei segreti della sua longevità).

Nel rapporto col marito, morto vent’anni fa e conosciuto proprio all’interno di quella fabbrica di tabacco dove lei, allora residente a Casarano, lavorava. Si sposa a trent’anni, “troppo tardi” per quei tempi, e non è la moglie dimessa che vive all’ombra del marito.

Ha sempre messo tutti in riga e continua farlo. Ha sempre fatto “la festa” a tutti, ma questa volta sono stati gli altri a festeggiarla alla grande.

E non è mancato il classico taglio della torta: nessuna difficoltà per Maria che, da oltre un secolo, è abituata ad avere il coltello dalla parte del manico.

                                                                RR

Commenta la notizia!