Non li vuole nessuno: asta deserta

by -
0 687

Alliste. Un’asta senza “astanti”. Non si è tenuta la seduta pubblica, prevista per martedì 13 settembre, che avrebbe dovuto comunicare gli esiti della vendita dei 28 immobili comunali.

Nessuna offerta, nessun acquirente. Per ora quei beni rimangono al loro posto e presto sarà emanato un altro avviso identico al primo, tranne che per un ribasso del 10 per cento degli importi alla base dell’asta. Dovrebbe aggirarsi intorno a 1.444.500,00 euro (invece di 1.605.000,00) il nuovo valore complessivo dei beni di proprietà del Comune di Alliste. Ne fanno parte cinque suoli edificabili, diciassette terreni (nove ad Alliste ed otto ad Ugento), quattro relitti stradali e due fabbricati. Gli stabili all’asta sono l’ex sede degli uffici sanitari e della biblioteca comunale, in via Marangi, e l’ex deposito automezzi sulla via per Felline.

Proprio la vendita della vecchia rimessa non mette tutti d’accordo: «Più volte, nella passata consiliatura – tuona Luigi Crespino, segretario della sezione cittadina di “Sinistra democratica” – ho esortato la maggioranza a prevedere un futuro centro direzionale, non escludendo nemmeno la possibilità della costruzione, proprio lì, della “Cittadella degli Alunni”, da collegare mediante sottopassaggio al vicino campo sportivo»

Per Davide Stamerra, consigliere d’opposizione e segretario del Pd cittadino, la vendita fa a pugni col programma «faraonico» delle opere pubbliche da realizzare entro la fine del mandato: «Ci auguriamo che la vendita degli immobili possa servire a riqualificare altri immobili comunali che versano in totale stato di abbandono»

Commenta la notizia!