Parco eolico coro di no

Casarano. “Italia Nostra”, “Lega provinciale per la lotta contro i tumori” , comitato “Energia, ambiente e vita” e la sezione del Pdl di Casarano insieme per contrastare il parco eolico che dovrebbe sorgere sul territorio di Ugento ma ai confini con Casarano e Taurisano.

Con il passare dei giorni la protesta cresce nei paesi che in qualche modo saranno interessati alla realizzazione dell’opera. Si tratta di 18 pale alte 120 metri la cui realizzazione sarà a carico della società  “Erg Eolica Italia srl”, che ha firmato nel 2007  una convenzione con il Comune di Ugento. Già allora  un gruppo di cittadini di Casarano scrisse una lettera al sindaco, all’epoca Remigio Venuti, per promuovere iniziative contro l’installazione delle pale eoliche, ponendo in primo piano le ragioni del territorio.

Ora il progetto è stato depositato presso l’assessorato all’Ambiente della Regione Puglia, la Provincia di Lecce e i Comuni interessati. Fino al prossimo 4 febbraio  tutti, in forma singola o associata potranno presentare osservazioni. Si muovono le forze politiche.

L’ex capogruppo del Pdl, Giampiero Marrella si è rivolto nei giorni scorsi al commissario straordinario, Erminia Ocello, perché intervenga per garantire «un motivato parere in sede di conferenza dei servizi». Alle forze politiche locali, ha poi  chiesto «di sensibilizzare i propri rappresentanti del governo regionale».

Diramato negli ultimi giorni un comunicato della sezione dell’Udc a firma del vice segretario Pino Montedoro in cui si esprime chiaramente la volontà di opartecipare «a qualsiasi tavolo si presenterà per ribadire il nostro “No” al mega parco eolico, il nostro “No” alla devastazione del Salento».

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!