Niente misteri, solo spostati

di -
0 505

Gallipoli. A completamento dei lavori di restauro del mercato coperto, i tecnici comunali si sono attivati per riposizionare quanto prima, l’arma civica (lo stemma in carparo) che svettava sulla sommità della facciata centrale e che ora non c’è, come segnalato da alcuni cittadini. Anni fa si frantumò, vittima dell’incuria e degli agenti atmosferici; rappresenta il gallo con ai lati due cornucopie, simbolo dell’abbondanza.

Per quanto riguarda invece la fontana in ghisa con vasca circolare,  che era all’interno del mercato, nel bel mezzo di una alcova, di datazione incerta (1700 o anni 30 del secolo scorso?), sarà restaurata e trovata una collocazione più dignitosa del deposito comunale dove oggi giace.

L’assenza del manufatto nel mercato coperto appena inaugurato aveva innescato alcune polemiche e qualche insinuazione sulla sua presunta sparizione a vantaggio di qualche privato potente.

Commenta la notizia!