Parabita – Determinazione e passione alla base dell’impegno dei nove tesserati della “Podistica Parabita” che hanno contribuito, con le loro canotte arancioni, a colorare la 48° maratona di New York.  Per la prima volta in assoluto nella storia dell’associazione parabitana, domenica 4 novembre gli atleti guidati dal presidente Antonio Leopizzi hanno  coronato il sogno di partecipare a una delle più importanti maratone del mondo. Su 51.690 iscritti provenienti da tutto il mondo, ben 3.165 sono stati gli italiani, secondi per numero solo dopo i padroni di casa. A rappresentare la Podistica Parabita, accompagnati da 26 “sostenitori” giunto con loro dall’Italia, c’erano Pierluigi Toma (3h,18′,17” il suo tempo), Sara Grasso (03:18:56), Massimo Cataldi (03.39:30), il presidente Leopizzi (03:39:30), Antonio Ria (04:01:45), Vincenzo Cataldi (04:05:46), Giuseppe Provenzano (04:35:55), Antonio Schiattino (05:14:51, di Morciano di Leuca) e Cosimo Barone (05:14:54).

Gli altri atleti A fare “gruppo” con loro hanno corso anche Antonio Spinelli, Ippazio Salvatore Nocera e Mino Erroi della “Asd Podistica Tuglie”, Vincenzo Del Popolo per la Podistica di Spongano, Giorgio Pasanisi della Saracena Atletica di Collepasso, Antonio Margarito e Francesco Carofiglio dell’Asd Capo di Leuca. «Aggiungo la quindicesima medaglia alla mia carriera agonistica. Questa è la prima conquistata all’estero. Ringrazio il pubblico che ci ha sostenuti dal primo all’ultimo metro. È stata una gara bella, abbastanza partecipata e la più dura che ho fatto», afferma soddisfatto ed emozionato il presidente Antonio Leopizzi.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!