Neviano, “fuori l’antenna” e firmano in 420

antenne

L’evoluzione del ripetitore di piazza Concordia

NEVIANO. «Fuori l’antenna da piazza Concordia»: è per tentare di raggiungere questo obiettivo che 420 cittadini hanno recentemente firmato una richiesta di sospensione del funzionamento del ripetitore telefonico e di successiva riallocazione dell’impianto in aree idonee, «in applicazione del regolamento di “disciplina delle installazioni e localizzazioni degli impianti radioelettrici” del Comune di Neviano” risalente al 2007.
L’elenco di firme allegato all’istanza è stato inviato il 4 marzo scorso a Palazzo di Città, dunque all’attenzione del Primo cittadino di Neviano, Silvana Cafaro, “responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio” – come è possibile leggere nel documento. Destinatari della richiesta sono pure l’assessore comunale all’Ambiente, Raffaele Birtele, e il dirigente comunale del settore tecnico-urbanistico-manutentivo. I cittadini che con una firma hanno richiesto la sospensione e lo spostamento del ripetitore telefonico da piazza Concordia in altra area idonea attendono una risposta scritta “entro quindi giorni dal suo ricevimento al Protocollo generale dell’ente comunale”.

Commenta la notizia!